Stadio delle Aquile (topic ufficiale)

0 Utenti e 50 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline Achab77

*****
3235
Re:Stadio delle Aquile (topic ufficiale)
« Risposta #2580 il: 24 Mar 2019, 13:53 »
Il problema è tutto nelle persone: amministrazione comunale, presidenza, addetti ai lavori, tifosi stessi. Ci sono una marea di persone che non mi fanno pensare neanche per un attimo che una cosa rivoluzionaria e delicata come la costruzione di uno stadio che possa da una parte rendere più virtuose le risorse strutturali (viabilità, collegamenti, zone commerciali ovviamente riferite a tifosi e appassionati) e dall'altra garantire un innalzamento delle possibilità economiche e quindi qualitative della nostra Lazio, possa avvenire in maniera concreta, seria e responsabile.
Vedo una marea di questioni di bassa lega, di contestazioni da amministrazione di condominio, di potenziali stragi giudiziarie che renderebbero questo percorso un bagno di sangue che magari termina con il solito compromesso all'Italiana che la fa prendere in quel posto unicamente a chi paga il biglietto. Mi immagino una cattedrale nel deserto circondata da casette e supermercati presto addobbati con i cartelli "affittasi" e "vendesi", con i tifosi della città costretti a farsi ore di macchina per spendere 150 euro tra benzina, biglietto e parcheggio. C'è chi auspica che in base alla distanza dalla città, i tifosi della provincia possano prendersi la loro rivincita dopo anni e anni di olimpico e finalmente riempire gli spalti, ma anche lì ci sarebbe poi la definitiva connotazione da parte di stampa e riommers circa la nostra appartenenza territoriale.

Vedo tutto in maniera molto pessimistica, lo so. Ma gli attori di un'eventuale rivoluzione stadio, viste anche le vicende dell'altra sponda, mi sembrano talmente scarsi e poco credibili che faticherei moltissimo a pronosticare una realizzazione così come ce la sogniamo noi.

WBB scrive amaramente che continueremo a immaginarci quello che potrebbe essere e non è rimanendo all'Olimpico. E io aggiungo che, tutto sommato, va anche benissimo così.

Offline biko

*
3678
Re:Stadio delle Aquile (topic ufficiale)
« Risposta #2581 il: 24 Mar 2019, 14:48 »
💡 consiglierei a Lotito di prendere come consulenti per lo Stadio....Grancio e Berdini 8) lo so, sembra una battuta, però a ben pensarci sarebbero garanti di legalità :=))
Re:Stadio delle Aquile (topic ufficiale)
« Risposta #2582 il: 24 Mar 2019, 15:10 »
Berdini, che in questo affare è indubbiamente dalla nostra parte, è garante, più che di legalità, di immobilismo. La sua filosofia è non mangiare per non cacare. Che nel caso dello stadio delle merde va benissimo (a noi laziali) ma che, in genere, come scelta urbanistica per una città moderna è una tragedia.
In Italia siamo prigionieri da decenni dell'idea che non si tocca niente. E' la ricetta per la decadenza. E sempre di decadenza ci cibiamo da decenni.

Poi ripeto, se si tratta di boicottare lo stadio a quelli là, benissimo la decadenza. Ma se si tattasse di fare lo stadio noi, Berdini te lo fa fare di canne di bambu smontabile a fine partita.
Re:Stadio delle Aquile (topic ufficiale)
« Risposta #2583 il: 24 Mar 2019, 16:24 »
Io non scrivo cazzate perché mi sono informato per lustri sull’argomento e non mi sono svegliato una mattina col cazzo storto a scrivere castronerie a casaccio.
Come già spiegato ampiamente in tutto questo post che uno dovrebbe leggersi prima di avventurarsi in intemerate senza senso, in quella che VOI chiamate Roma Nord non c’è NESSUNA area disponibile e valida. Fine della questione, non è colpa mia se è tutto vincolato.
C’è qualcosa in quel che VOI non considerate Roma Nord, ma lo è, basta leggere il topic.
La Tiberina prevede appunto la costruzione di 1000 cose oltre allo stadio, e comunque come abbiamo già visto anche lì è tutto vincolato.
Il criterio deve essere: area non vincolata, raggiungibile su gomma e ferro, grande abbastanza per fare qualcosa di simile (dal punto di vista volumetrico) al progetto merdodromo e affini. E il Comune deve essere d’accordo al 100%.
Punto, basta.
Per me va bene pure FUORI dal comune di Roma ma solo se fosse più vantaggioso di altre soluzioni nel comune.
Il confronto con l’Inghilterra (un altro pianeta) è improponibile visto come viene vissuto il calcio lì (magari arrivarci ma è impossibile), e il confronto con le città di provincia come Udine è fatto apposta per farci diventare la seconda squadra di Roma per l’eternita.
Io rifiuto questo concetto assurdo: ci devono dare quel che hanno concesso ai cani idrofobi MA in un posto che sia molto meglio della fogna in cui si sono andati a rinchiudere per colpa di UniCredit (e i meno cretini se ne sono accorti). In altre parole, vorrei vederli crepare in uno stadio semivuoto in affitto con ingorghi per arrivarci da Acilia a Viale Marconi, e noi prosperare in una stadio un po’ più piccolo, sempre abbastanza pieno perché facilmente raggiungibile da TUTTA Roma, ovunque sia, su ferro o gomma.
Questi devono essere i parametri.
Chi vuole altro vuole il male della Lazio.
Poi è chiaro che con amministrazioni di bagonghi e corrotti come l’attuale e un presidente fissato con una soluzione impossibile resteremo per decenni all’olimpico a immaginarci la partita, questo lo so pure io.
Per tutti gli altri ragionamenti ci sono decine di pagina ne di questo post da leggere.
a me sembrava di aver letto pietralata o settebagni, comunque la cosa e' irrilevante, anche i terreni del merdodromo sulla carta erano intoccabili vediamo come finira'. Per me andrebbe benissimo l'Olimpico buttato giu' e rifatto bene, con quanto ci risparmi di spazio ci puoi costruire appartamenti, uffici e alberghi AL CENTRO DI ROMA e quindi che valgono oro. Forse gli inglesi vivono lo stadio in maniera differente proprio perche' sta dentro la citta' e fa parte del tessuto sociale dei quartieri dove sono nate le squadre, forse eh, pero' famolo alla magliana, al trullo a testaccio, al laurentino 38 vedi quanti Laziali ci troviamo li' che ci aspettano

Offline galafro

*
2382
Re:Stadio delle Aquile (topic ufficiale)
« Risposta #2584 il: 24 Mar 2019, 16:26 »
Berdini, che in questo affare è indubbiamente dalla nostra parte, è garante, più che di legalità, di immobilismo. La sua filosofia è non mangiare per non cacare. Che nel caso dello stadio delle merde va benissimo (a noi laziali) ma che, in genere, come scelta urbanistica per una città moderna è una tragedia.
In Italia siamo prigionieri da decenni dell'idea che non si tocca niente. E' la ricetta per la decadenza. E sempre di decadenza ci cibiamo da decenni.

Poi ripeto, se si tratta di boicottare lo stadio a quelli là, benissimo la decadenza. Ma se si tattasse di fare lo stadio noi, Berdini te lo fa fare di canne di bambu smontabile a fine partita.
Dagli interventi che ha fatto in questi anni, Berdini ha sempre sostenuto che qualsiasi costruzione vada fatta dove è prevista dal piano regolatore. Qualsiasi altr scelta è speculazione e va contro gli interessi della Comunità. Non mi pare che faccia un ragionamento sbagliato. Invece nel ns caso si vuole trasformare una zona verde in area fabbricabile forti della legge sugli stadi, poi siccome quest’area non è infrastrutturata (ti credo è zona verde) si pretende di poter costruire un quartiere a compensazione. Insomma è la vecchia politica palazzinara che vige a Roma da decenni denunciata nel dopoguerra dal film Mani sulla Città

Offline Tarallo

*****
81635
Re:Stadio delle Aquile (topic ufficiale)
« Risposta #2585 il: 24 Mar 2019, 16:47 »
Per il PD uno che vuole fare le cose secondo la legge è un immobilista.
Re:Stadio delle Aquile (topic ufficiale)
« Risposta #2586 il: 24 Mar 2019, 19:43 »
Per il PD uno che vuole fare le cose secondo la legge è un immobilista.

Uno che lo sviluppo degli spazi urbani lo progetta in funzione della qualità della vita dei cittadini.

Spero non tutto il PD sia più immobiliarista degli immobiliaristi

Offline GiPoda

*
3200
Re:Stadio delle Aquile (topic ufficiale)
« Risposta #2587 il: 24 Mar 2019, 19:47 »
Per il PD uno che vuole fare le cose secondo la legge è un immobilista.
Re:Stadio delle Aquile (topic ufficiale)
« Risposta #2588 il: 24 Mar 2019, 19:55 »
Guardate cosa ha fatto Berdini alla ex fiera di Roma. Ha ridotto le cubature, reso il progetto di Caudo non interessante e adesso c’è solo degrado.
Le leggi si *fanno* non si subiscono. Altrimenti l’inerzia in cui è sprofondata Roma non sorprende.
Milano contro Roma. Chi vive entrambe lo sa.

Offline cartesio

*****
18357
Re:Stadio delle Aquile (topic ufficiale)
« Risposta #2589 il: 24 Mar 2019, 20:38 »
A casamia le leggi si rispettano, non si fanno.
Re:Stadio delle Aquile (topic ufficiale)
« Risposta #2590 il: 24 Mar 2019, 20:40 »
A casamia le leggi si rispettano, non si fanno.

A casa mia una città fa politica urbanistica. Non de-evoluzionismo e decadenza.
Re:Stadio delle Aquile (topic ufficiale)
« Risposta #2591 il: 24 Mar 2019, 21:20 »
Non ci sono aree libere a Trullo, Testaccio e Laurentino 38. L’area libera sulla Magliana, già esaminata, non ha abitanti quindi non ci aspetta nessuno.

Offline GiPoda

*
3200
Re:Stadio delle Aquile (topic ufficiale)
« Risposta #2592 il: 24 Mar 2019, 21:40 »
A casamia le leggi si rispettano, non si fanno.
No ma tranquillo che adesso con la legge del  piano casa i proprietari dell area dell' ex fiera di Roma potranno rientrare dei buff, pardon potranno realizzare i metri quadri che erano stati previsti prima di Berdini.
44mila metri quadri non gli bastavano pore stelle, gliene servono 64 mila...
Re:Stadio delle Aquile (topic ufficiale)
« Risposta #2593 il: 24 Mar 2019, 21:58 »
No ma tranquillo che adesso con la legge del  piano casa i proprietari dell area dell' ex fiera di Roma potranno rientrare dei buff, pardon potranno realizzare i metri quadri che erano stati previsti prima di Berdini.
44mila metri quadri non gli bastavano pore stelle, gliene servono 64 mila...

La furbata del piano casa è una merda ma è la logica conseguenza del berdinismo.
La gara di Caudo dava cubatura in cambio di progetti di qualità.
Berdini ha tagliato le cubature, reso l'area un deserto di degrado per tre anni, ed ora avremo cubature senza qualità. Ale'. E' la storia di Roma.

La "legge" c'entra nulla: legittimo Caudo ad aumentare le cubature, legittimo Berdini a ridurle. Le leggi urbanistiche, appunto, le *fà* il comune. L'operazione di Caudo avrebbe portato sviluppo, quella di Berdini degrado e abbandono.

Ma l'ex-fiera ci piace come l'ha lasciata Berdini?

E poi parliamo del progetto Torri all'EUR, ovvero Beirut.
Lì Berdini si è superato...

Offline GiPoda

*
3200
Re:Stadio delle Aquile (topic ufficiale)
« Risposta #2594 il: 24 Mar 2019, 22:10 »
La furbata del piano casa è una merda ma è la logica conseguenza del berdinismo.
La gara di Caudo dava cubatura in cambio di progetti di qualità.
Berdini ha tagliato le cubature, reso l'area un deserto di degrado per tre anni, ed ora avremo cubature senza qualità. Ale'. E' la storia di Roma.

La "legge" c'entra nulla: legittimo Caudo ad aumentare le cubature, legittimo Berdini a ridurle. Le leggi urbanistiche, appunto, le *fà* il comune. L'operazione di Caudo avrebbe portato sviluppo, quella di Berdini degrado e abbandono.

Ma l'ex-fiera ci piace come l'ha lasciata Berdini?

E poi parliamo del progetto Torri all'EUR, ovvero Beirut.
Lì Berdini si è superato...
Eccciaragione, o' sviluppo nn si ferma...
Re:Stadio delle Aquile (topic ufficiale)
« Risposta #2595 il: 24 Mar 2019, 22:20 »
Eccciaragione, o' sviluppo nn si ferma...

Eh no. come ti dimostrano le carcasse delle Torri Eur e i capannoni di calcinacci all'ex-fiera, lo sviluppo si ferma eccome: a Roma è la prassi. Ma a noi la città piace così...

OT
Poi qualcuno sa spiegare il perché delle celate ancorà fisse al Palazzo della Civiltà e Lavoro, restaurato da anni, e alla Nuvola?
/OT

Offline Tarallo

*****
81635
Re:Stadio delle Aquile (topic ufficiale)
« Risposta #2596 il: 24 Mar 2019, 22:21 »
È colpa di Berdini (cit.)
Re:Stadio delle Aquile (topic ufficiale)
« Risposta #2597 il: 24 Mar 2019, 22:23 »
È colpa di Berdini (cit.)

Nei due progetti citati sì. Letteralmente. Ha femato lui i progetti e bloccato le aree. Per millenni; è il trademark della città, in fondo.
Re:Stadio delle Aquile (topic ufficiale)
« Risposta #2598 il: 24 Mar 2019, 22:38 »

 in quella che VOI chiamate Roma Nord non c’è NESSUNA area disponibile e valida. Fine della questione, non è colpa mia se è tutto vincolato.


Ma non s'era parlato anche con te di Pietralata?
E sticazzi se è considerata Roma nord o Roma nordest o Roma est, de sicuro non è Ciampino come Capannelle.

Offline PARISsn

*
9500
Re:Stadio delle Aquile (topic ufficiale)
« Risposta #2599 il: 24 Mar 2019, 23:10 »
Berdini, che in questo affare è indubbiamente dalla nostra parte, è garante, più che di legalità, di immobilismo. La sua filosofia è non mangiare per non cacare. Che nel caso dello stadio delle merde va benissimo (a noi laziali) ma che, in genere, come scelta urbanistica per una città moderna è una tragedia.
In Italia siamo prigionieri da decenni dell'idea che non si tocca niente. E' la ricetta per la decadenza. E sempre di decadenza ci cibiamo da decenni.

Poi ripeto, se si tratta di boicottare lo stadio a quelli là, benissimo la decadenza. Ma se si tattasse di fare lo stadio noi, Berdini te lo fa fare di canne di bambu smontabile a fine partita.

riguardo Berdini credo che ti sbagli...ha da sempre....fin dal primo momento...detto di essere favorevole allo stadio ma in una zona di interesse per la collettivita'...dove portare acqua luce e fogne per non parlare di ferrovie e strade, non serva solo a chi deve speculare per affittare uffici e palazzi ...ricordo benissimo che fece l'esempio di Tor Vergata, dove polo universitario e ospedale aspettano ancora una ferrovia o una metro che ci arrivino...dove quindi portare servizi anche se a costo pubblico avrebbe ben altra finalita' che non assecondare il pallotta speculatore di turno...scambiare la lotta all'illegalita' con l'immobilismo non mi pare giusto...tra l'altro Berdini era favorevole alle  Olimpiadi e propose alla Raggi di indire un referendum tra i cittadini romani ( avrebbe vinto il si )...mentre proprio la Raggi per paura dell'illegalita' preferi' il no e quindi l'immobilismo....il fatto purtroppo....e non si puo' far altro che ammetterlo...è che nel nostro paese..a roma come a  milano o pordenone...riuscire a costruire un opera nel pieno delle leggi e regole è impossibile pare....sono cosi' tanti i gangli della burocrazia, invasa dalla  politica sporca e infiltrata dalle mafie e dalla criminalita'...che  incappare anche  in buona fede in un passaggio losco è un attimo...
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod