Modifiche all'Olimpico

0 Utenti e 14 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline white-blu

*
16810
NO alla divisione della Curve
« Risposta #60 il: 30 Lug 2015, 12:14 »
Questa la petizione

https://www.change.org/p/no-alla-divisione-della-curva-nord-e-della-curva-sud-dello-stadio-olimpico-di-roma?recruiter=54354828&utm_source=share_petition&utm_medium=facebook&utm_campaign=autopublish&utm_term=des-md-no_src-reason_msg&fb_ref=Default

Intanto la Nord in merito

"La divisione in due della curva è l’ennesima prepotenza verso tutto il popolo laziale.
Tessera del tifoso, biglietti nominativi e divieto di vendita dei tagliandi allo stadio, rappresentano tutte misure che rendono chiara l’ipocrisia di chi, senza aver mai messo piede in una CURVA, emette questi provvedimenti. Ci dicono di voler riportare le famiglie allo stadio, ma di fatto le allontanano. L’intento è chiaro: svuotare gli impianti.
Anche stavolta, però, non andrà così; la Curva Nord resterà al proprio posto, libera e ribelle, così come è nata.
Ci dividete la curva a metà? Tiferemo il doppio! La dividete in quattro? Tiferemo il quadruplo. Non abbiamo mai abbassato la testa di fronte a nessuno, non lo faremo neanche adesso.
Nella prima partita di campionato in casa abbiamo deciso però di non entrare allo stadio, per dare un segnale della nostra disapprovazione e del nostro sdegno.
Non ci siamo mai inchinati a chi ci voleva assoggettare, abbiamo sempre riso in faccia a chi ci voleva morti”

Offline izio

*
2135
Re:NO alla divisione della Curve
« Risposta #61 il: 30 Lug 2015, 12:18 »
Come cantava Pappalardo?

 :s

Petizione giusta ma disertare l'ingresso alla prima è da ennesima autocastrazione.

Basta!!!

o non se po di?

Offline Magnopèl

*
44009
Re:NO alla divisione della Curve
« Risposta #62 il: 30 Lug 2015, 12:39 »
Purtroppo è già stata divisa.

Tocca fare lo stadio di proprietà, ma per questo bisognerà aspettare i nostri figli, forse.
Re:NO alla divisione della Curve
« Risposta #63 il: 30 Lug 2015, 12:51 »
Purtroppo è già stata divisa.

Se ho ben capito in Europa non potremo giocare con la curva ridotta ad una serie di corridoi

Offline cartesio

*****
19479
Re:NO alla divisione della Curve
« Risposta #64 il: 30 Lug 2015, 12:55 »
Intanto la Nord in merito

"La divisione in due della curva è l’ennesima prepotenza verso tutto il popolo laziale.
Tessera del tifoso, biglietti nominativi e divieto di vendita dei tagliandi allo stadio, rappresentano tutte misure che rendono chiara l’ipocrisia di chi, senza aver mai messo piede in una CURVA, emette questi provvedimenti. Ci dicono di voler riportare le famiglie allo stadio, ma di fatto le allontanano. L’intento è chiaro: svuotare gli impianti.
Anche stavolta, però, non andrà così; la Curva Nord resterà al proprio posto, libera e ribelle, così come è nata.
Ci dividete la curva a metà? Tiferemo il doppio! La dividete in quattro? Tiferemo il quadruplo. Non abbiamo mai abbassato la testa di fronte a nessuno, non lo faremo neanche adesso.
Nella prima partita di campionato in casa abbiamo deciso però di non entrare allo stadio, per dare un segnale della nostra disapprovazione e del nostro sdegno.
Non ci siamo mai inchinati a chi ci voleva assoggettare, abbiamo sempre riso in faccia a chi ci voleva morti”


Ripeto quanto già scritto, anche se non ricordo dove. Punire la Lazio per un errore del prefetto è da colleoni.

Potrebbero entrare un quarto d'ora dopo, o fare uno striscione contro la decisione, o qualcosa di altrettanto visibile, ma senza levare soldi alla Lazio.

Offline Magnopèl

*
44009
Re:NO alla divisione della Curve
« Risposta #65 il: 30 Lug 2015, 12:56 »
Se ho ben capito in Europa non potremo giocare con la curva ridotta ad una serie di corridoi
Mi pare sia stato fatto un solo corridoio, si mettessero d'accordo questore e uefa.
Re:Modifiche all'Olimpico
« Risposta #66 il: 17 Ago 2015, 12:23 »
Si prevedono plurime e meticolose perquisizioni

Se si vuole essere dentro per il fischio d'inizio consiglio di arrivare allo stadio con notevole anticipo..
Re:Modifiche all'Olimpico
« Risposta #67 il: 01 Set 2015, 17:16 »
A proposito dello slittamento di Lazio Udinese

Olimpico, sulle barriere nessun dietrofront: "Saranno installate il 12 settembre"

"Il 12 settembre installeremo le barriere rimuovibili nelle curve dello stadio Olimpico", fa sapere il Prefetto di Roma Franco Gabrielli. "Il frazionamento delle curve - ha aggiunto - è un'indicazione arrivata due anni fa dall'Osservatorio. Qualche mese fa il questore di Roma ha presentato un pacchetto in vista del campionato e il prefetto ha aderito. Il frazionamento non ha esigenza di sicurezza ma di 'safety'. La curva ospita sempre più tifosi per via degli scavalcamenti: circa 12mila persone invece che 8mila“


http://www.romatoday.it/sport/olimpico-barriere-12-settembre-2015.html

 :pp

Dunque... 4.000 persone che scavalcano dai Distinti in Curva... ipotizzando che 2.000 scavalcano dai Distinti Ovest ed altrettante dai Distinti Est..

Ipotizzando che cominciano a scavalcare da due ore prima della partita, dunque 120 minuti abbiamo... aspetta che prendo la calcolatrice:

Un flusso ininterrotto di due ore con 16 tifosi al minuto che scavalcano dai Distinti Ovest ed altri 16 al minuto che scavalcano dai Distinti Est. Manco le cavallette... !

ps: che poi a questo punto dovremmo avere anche il problema dei Distinti praticamente semivuoti

 :clap: :bann:   

Offline Valon92

*
16215
Re:Modifiche all'Olimpico
« Risposta #68 il: 01 Set 2015, 17:19 »
Comunque è nettamente cambiato il personale che svolge il ruolo di steward.

Offline Precisione

*
2584
Re:Modifiche all'Olimpico
« Risposta #69 il: 26 Ott 2016, 17:40 »
Calcio, Stradiotto: curve Olimpico divise perché incontrollabili

 La situazione che si è venuta a creare allo stadio Olimpico di Roma non è un'anomalia ma una particolarità dovuta al fatto che "l'Olimpico non ha la stessa configurazione di curva di uno stadio, ad esempio, come quello di San Siro ed ha una capienza di ben 11mila spettatori che trovano in questa massa la loro forza di branco. In quelle curve si faceva di tutto tranne che incitare la propria squadra, come, ad esempio, spacciare", quindi, di fatto, dei luoghi incontrollabili. Ha spiegato così il caso-Olimpico Daniela Stradiotto, presidente dell'Osservatorio nazionale sulle manifestazioni sportive del Viminale, nel corso della presentazione a Roma del rapporto 2015-2016 "Calciatori sotto tiro", a cura dell'Associazione italiana calciatori. La Stradiotto ha poi aggiunto che, di fatto, all'Olimpico si era creata una "sorta di immunità nelle curve e che, quindi, è stato necessario intervenire con la divisione visto che la pretesa era di occupare una via di fuga".

La presidente dell'Onms ha quindi indicato come modello "quello dello stadio di Torino", aggiungendo subito però che "c'è una difficoltà perché in Italia c'è una pluralità di standard di stadi e che spetta a Comuni e società adeguarsi". La Stradiotto ha poi detto che "nessuno vuole imporre norme vessatorie" e che le barriere all'Olimpico "verranno abbassate, ma ci sarà comunque una divisione perché lì dove oggi c'è la barriera vi è una via di fuga che deve restare libera". In questo senso, ha poi confermato, proseguono i contatti e gli incontri con le società sportive di Roma e Lazio per trovare una soluzione. "Gli spettatori debbono adeguarsi e capire che bisogna sedersi ai propri posti così come si fa al teatro o al cinema. Solo il prefetto e il questore - ha concluso - conoscono la realtà del posto sotto l'aspetto della sicurezza. Non c'è nessuna vessazione, lo ripeto, verso le tifoserie di Roma e Lazio".


Offline GazzaA

*
831
Re:Modifiche all'Olimpico
« Risposta #70 il: 27 Ott 2016, 18:12 »
dal titolo pensavo qualche cosa di buono invece piu passa il tempo e piu lo peggiorano il tutto in vista di euro 2020

Offline gentlemen

*
13239
Re:Modifiche all'Olimpico
« Risposta #71 il: 29 Ott 2016, 12:51 »
Olimpico, barriere via dal 12 novembre: Malagò tratta con Prefetto e Questura

29.10.2016 10:48 di Francesco Bizzarri Twitter:
Fonte: Lalaziosiamonoi.it

Olimpico, barriere via dal 12 novembre: Malagò tratta con Prefetto e Questura

L’aveva detto il presidente del Coni Giovanni Malagò: “Per le barriere siamo vicini ad una soluzione”. Ecco che sulle colonne de La Repubblica si legge davvero di un epilogo vicino, anzi, vicinissimo. Il numero uno dello sport italiano marca stretto Prefettura e Questura. Le barriere verrano tolte in occasione della pausa per le nazionali quando all’Olimpico l’Italia del rugby ospiterà la Nuova Zelanda. Il 12 novembre, sembra essere questa la data dell’addio alle tanto agognate divisioni installate nel 2015 con le nuove disposizioni di sicurezza. Malagò sarebbe pronto a firmare un protocollo di intesa con Lazio e Roma insieme alla Questura. Nei palazzi sono più cauti, forse le barriere verranno solo abbassate o aperte per creare un varco. Si tratta, ma intanto potrebbero essere i laziali i primi a beneficiare della Curva “libera” in occasione della sfida contro il Genoa il prossimo 20 novembre.

Offline Precisione

*
2584
Re:Modifiche all'Olimpico
« Risposta #72 il: 01 Feb 2017, 11:44 »
Olimpico, il governo toglie le barriere. Lotti chiama Spalletti

Olimpico, il governo toglie le barriere. Lotti chiama Spalletti. Il ministro dello Sport e il titolare dell'Interno: via entro febbraio e Totti invitato a trattare con i tifosi così come è stato coinvolto anche Lotito. Lo scrive la Repubblica in un articolo a firma di Goffredo De Marchis secondo il quale si sta per vivere un passaggio per certi versi epocale. Da agosto 2015, infatti, romanisti e laziali sono sul piede di guerra per l'ordinanza del Viminale che puntava a dividere la tifoseria, evitare i cambi di posto e controllare meglio, attraverso la videosorveglianza, i settori del tifo organizzato. Lo sciopero dei tifosi ha colpito duro sulle due squadre: stadio semivuoto, pochi cori e sostegno zero ai propri colori. "Il dossier antibarriere è stato gestito dal neoministro dello Sport Lotti. Appena insediato, Lotti ha istruito la pratica per porre fine a quella che definisce "una follia". Una follia sportiva, naturalmente. Ma era necessario confrontarsi con l'Osservatorio sul tifo del ministero dell'Interno che aveva le sue ragioni per mantenere il vincolo. Così è cominciato il dialogo tra Lotti e Minniti e tra Lotti e le società. Per capire i margini di manovra e lavorare alla "liberazione".

Nella vicenda hanno recitato un ruolo chiave Francesco Totti e Luciano Spalletti. Con il tecnico il ministro vanta un consolidato rapporto di amicizia. Lotti ha giocato nel Certaldo, paese natale di Spalletti. Il titolare dello Sport ha messo in chiaro una condizione: "Do una mano a Roma e Lazio a far tornare la gente allo stadio. Ma non devo essere io a parlare con le tifoserie". Lo devono fare dei giocatori simbolo e nessuno lo è più di Totti, per quello che riguarda la Roma. Alla fine il Capitano ha dato la sua disponibilità. "L'appello ai tifosi, per tornare all'Olimpico, lo faccio io", è stata la promessa del numero 10.
Re:Modifiche all'Olimpico
« Risposta #73 il: 01 Feb 2017, 14:08 »
Olimpico, il governo toglie le barriere. Lotti chiama Spalletti

Olimpico, il governo toglie le barriere. Lotti chiama Spalletti. Il ministro dello Sport e il titolare dell'Interno: via entro febbraio e Totti invitato a trattare con i tifosi così come è stato coinvolto anche Lotito. Lo scrive la Repubblica in un articolo a firma di Goffredo De Marchis secondo il quale si sta per vivere un passaggio per certi versi epocale. Da agosto 2015, infatti, romanisti e laziali sono sul piede di guerra per l'ordinanza del Viminale che puntava a dividere la tifoseria, evitare i cambi di posto e controllare meglio, attraverso la videosorveglianza, i settori del tifo organizzato. Lo sciopero dei tifosi ha colpito duro sulle due squadre: stadio semivuoto, pochi cori e sostegno zero ai propri colori. "Il dossier antibarriere è stato gestito dal neoministro dello Sport Lotti. Appena insediato, Lotti ha istruito la pratica per porre fine a quella che definisce "una follia". Una follia sportiva, naturalmente. Ma era necessario confrontarsi con l'Osservatorio sul tifo del ministero dell'Interno che aveva le sue ragioni per mantenere il vincolo. Così è cominciato il dialogo tra Lotti e Minniti e tra Lotti e le società. Per capire i margini di manovra e lavorare alla "liberazione".

Nella vicenda hanno recitato un ruolo chiave Francesco Totti e Luciano Spalletti. Con il tecnico il ministro vanta un consolidato rapporto di amicizia. Lotti ha giocato nel Certaldo, paese natale di Spalletti. Il titolare dello Sport ha messo in chiaro una condizione: "Do una mano a Roma e Lazio a far tornare la gente allo stadio. Ma non devo essere io a parlare con le tifoserie". Lo devono fare dei giocatori simbolo e nessuno lo è più di Totti, per quello che riguarda la Roma. Alla fine il Capitano ha dato la sua disponibilità. "L'appello ai tifosi, per tornare all'Olimpico, lo faccio io", è stata la promessa del numero 10.

Ok qual è la prossima battaglia in lista?

Offline Mocambo

*
1185
Re:Modifiche all'Olimpico
« Risposta #74 il: 01 Feb 2017, 15:49 »
Era ora. La divisione della curva non aveva senso. E adesso quale pretesto useranno gli ultras per continuare la loro narcisistica protesta? Il colore dei seggiolini? La qualità del caffè borghetti? La pulizia dei bagni dello stadio?

Offline Bambino

*
5103
Re:Modifiche all'Olimpico
« Risposta #75 il: 01 Feb 2017, 15:57 »
c'è l'evergreen... lotito vattanaaaa..

a parte tutto è una buona notizia

Offline white-blu

*
16810
Re:Modifiche all'Olimpico
« Risposta #76 il: 01 Feb 2017, 16:01 »
Ok qual è la prossima battaglia in lista?
Era ora. La divisione della curva non aveva senso. E adesso quale pretesto useranno gli ultras per continuare la loro narcisistica protesta? Il colore dei seggiolini? La qualità del caffè borghetti? La pulizia dei bagni dello stadio?

29/07/2016 

“Come la società deve ristrutturarsi, anche la Curva Nord non può permettere che i tifosi della Lazio si perdano. Questo non lo possiamo permettere, c’è voglia di tornare allo stadio, occupare il nostro settore ed andare in trasferta tutti insieme. Qui si rischia l’estinzione, dobbiamo ricrescere come tifoseria e tornare a seminare lazialità. Non possiamo accettare che si perdano generazioni di tifosi, non andare allo stadio per un anno ha portato una disgregazione totale. Capisco chi pensa che non andando allo stadio si faccia un dispetto a Lotito, questi sono argomenti di discussione anche tra noi del gruppo. Abbiamo cercato di sensibilizzare le istituzioni rispetto al problema delle barriere, ma ora abbiamo l’obbligo di tornare ad essere quello che eravamo. Dobbiamo farlo per i più giovani, per quelle generazioni che si rischia di perdere”

( da mo che "gli ultras" avevano messo da parte la questione barriere)
Re:Modifiche all'Olimpico
« Risposta #77 il: 01 Feb 2017, 17:26 »
29/07/2016 

“Come la società deve ristrutturarsi, anche la Curva Nord non può permettere che i tifosi della Lazio si perdano. Questo non lo possiamo permettere, c’è voglia di tornare allo stadio, occupare il nostro settore ed andare in trasferta tutti insieme. Qui si rischia l’estinzione, dobbiamo ricrescere come tifoseria e tornare a seminare lazialità. Non possiamo accettare che si perdano generazioni di tifosi, non andare allo stadio per un anno ha portato una disgregazione totale. Capisco chi pensa che non andando allo stadio si faccia un dispetto a Lotito, questi sono argomenti di discussione anche tra noi del gruppo. Abbiamo cercato di sensibilizzare le istituzioni rispetto al problema delle barriere, ma ora abbiamo l’obbligo di tornare ad essere quello che eravamo. Dobbiamo farlo per i più giovani, per quelle generazioni che si rischia di perdere”

( da mo che "gli ultras" avevano messo da parte la questione barriere)

Ok, e adesso che motivo si potrà utilizzare per postare qualcosa di polemico contro gli ultras ?

Offline cartesio

*****
19479
Re:Modifiche all'Olimpico
« Risposta #78 il: 01 Feb 2017, 17:34 »
Senza polemica nei confronti degli ultrà, a me il fenomeno non è mai piaciuto.
Non parlo di quello laziale, dico in generale, laziali, interisti, juventini eccetera.
Mi piace il tifo libero, spontaneo, senza condizionamenti di organizzazioni, capitifosi, società.
Senza finanziamenti esterni.
Ognuno per sé e la Lazio per tutti.

Offline Mocambo

*
1185
Re:Modifiche all'Olimpico
« Risposta #79 il: 01 Feb 2017, 18:53 »
Nessuna polemica gratuita, dico solo che questo atteggiamento autoreferenziale protratto per mesi, unito al clima da contestazione totale, ha prodotto la desertificazione della curva. Speriamo solo che non sia un fenomeno irreversibile. Io non ho più l'età per frequentare la curva ogni domenica, né il lavoro me lo permetterebbe. Dico solo che ai miei tempi si andava in curva a prescindere da barriere e campagne acquisti. Si arrivava alle 11 per una partita che iniziava quattro ore dopo. E Batista e Vella si tifavano senza retropensieri, e sticazzi se falcao e platini erano più forti.
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod