i Maneskin

0 Utenti e 87 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Re:i Maneskin
« Risposta #20 il: 18 Giu 2021, 13:39 »
Devo dire che poi, era un po' di tempo che non discutevamo su sto forum.
Troppa pappa e ciccia io e te da un po' di tempo...
 :prr: :prr: :lol:

Offline FatDanny

*****
23817
Re:i Maneskin
« Risposta #21 il: 18 Giu 2021, 13:49 »
certo che non dice "ai tempi miei", ma lo allude. anche la maniera di dire "ai tempi miei" segue codici diversi, rispetto al momento storico che si vive, ma quello è. il post è vecchio, in sostanza dice quello che si è sempre detto reputandolo  definitivo ogni volta, confondendo la musica interessante fuori dai giri dello spettacolo, che c'è sempre stata, con quella che finisce sui palchi, in tv, e che piace alla massa. adesso è la plastica del televoto? e prima era la plastica del televoto di Sanremo negli anni ottanta. le cantine e i giri "altri" ci sono sempre stati. Vasco? e perché avrebbe dovuto criticare?   dove ha cominciato? a Sanremo, con la medaglia rassicurante dell'ultimo posto così da non scontentare l'anima rock ribelle degli alternativi dell'epoca.
detto questo, anche il parlarne così tanto, tutte ste analisi... pfuuu...fa capire che il problema è proprio per chi sti fiumi di parole li produce non certo per chi vede sti ragazzetti 3 minuti , ballicchia, dice bravi forti e finisce là. mi sembra che "i vecchi" assistendo alle loro performance abbiano concentrato tutto in questi tre minuti, non andranno certo a comprarsi i dischi dei Maneskin o  andranno ai loro concerti, se hanno voglia di passato si mettono su i Led Zeppelin e se la soddisfano alla grande. a differenza di molti giovani 35/40enni invece che la stanno menando a bestia, pesanti come macigni, su sta storia dei Maneskin. disamine sui disamine madò sempre quelle che si ripetono ciclicamente da secoli dal tempo del ragtime.

ma scusame eh, dice a più riprese che sia un bene che le cose siano andate in un certo verso, come fai a trovarci la nostalgia dei bei tempi, dice tutto il contrario :lol:
Scusa, ma a me sembra che siate tu e IB a volercela leggere ad ogni costo.

Tipo i badanti del rock ?
Io personalmente penso invece di aver colto esattamente quello che voleva dire il post che hai messo. Magari involontariamente.
Una sorta di benaltrismo di cui obiettivamente non c'era bisogno. non mi lancio in psicologia della domenica perché non mi compete, ma francamente non mi é sembrato particolarmente illuminante. Anche perché colcazzo che i Maneskin piacciono solo ai vecchi. O principalmente ai vecchi. Almeno a casa mia c'é una diciassettenne che prima di ieri manco sapeva com'erano fatti i Led Zeppelin. E forse continuerà a non saperlo, e va bene cosi. Lei ascolta anche altro, anzi, comincia ad avere una cultura musicale italiana che mi sorprende.
Vivaddio c'é il post di Vaz. Più sincero, più concreto, meno peloso. E lo dico seriamente.


non i badanti del rock, ma è proprio sta cosa per cui dovrebbe essere di per sé una cosa positiva che i pischelli riprendono basso chitarra e batteria che non me convince.
Ma sticazzi.
Ma vivaddio che invece si va oltre. E lo dice uno che suona la chitarra, è legatissimo al Punk Rock anni 90. Ma appunto la questione è che generi come quelli a cui sono legato hanno davvero detto tutto.
Annamo avanti. Anzi, andate avanti (EDIT: rivolto ai giovani)
é esattamente l'opposto di dire "aaah ai miei tempi si che si faceva buona musica".

Il che non significa che chi sente i maneskin sente solo i maneskin.
scusame eh, ma GAC che te senti tanta roba. io me sentivo gli 883 e due anni dopo gli Slayer.
Sentivo i NOFX come i Pink Floyd, i Pantera come i Camel.
E capisco bene anche la questione "gruppi di passaggio" perché senza i green day io col cazzo sarei arrivato agli Adolescents.

Non vedo in che termini rientri su sto discorso. Ma proprio zero.
Dico semplicemente che per me non dicono un cazzo i maneskin oggi come negli anni 90 non me diceva un cazzo ligabue che me scartavetrava i cosiddetti su Elvis.
Non è che je piscio sopra perché so' invecchiato, da ventenne pisciavo sopra anche il secondo.
Mentre, per dire, i Litfiba erano un grande gruppo, pur non essendo iperalternativi.
Per me (ma è ovvio, cosa c'è più soggettivo della musica?)

Offline trax_2400

*****
11388
Re:i Maneskin
« Risposta #22 il: 18 Giu 2021, 14:07 »
Della musica di oggi io non ascolto nulla. Se capita qualche pezzo sulla radio ... ma non sento cose per cui valga la pena spendere due euro.
Ogni tanto esce qualche canzoncina orecchiabile, più di quello niente.
Sono decisamente rimasto agli anni 60/70.
Detto questo, i Maneskin non sono del tutto disgustosi.
Per me hanno delle buone idee musicali.
Certo, io ho un modo di ascoltare la musica un po' particolare.
Per esempio io i testi non li ascolto, non mi interessa sapere quello che dicono e neppure quale sia la lingua che utilizzano, la voce per me è uno strumento come un altro.
Per non parlare di come si presentano, ho ascoltato centinaia di volte canzoni di gruppi/cantanti dei quali non ho idea quale sia la faccia.
Detto questo, x-factor mi piace abbastanza. Soprattutto è bello scoprire come alcuni pezzi famosi realizzati in tempi recenti che a me non piacciono, spogliati della produzione e realizzati invece con voce e chitarra diventano improvvisamente godibili.
Re:i Maneskin
« Risposta #23 il: 18 Giu 2021, 14:24 »
[...]
Per me (ma è ovvio, cosa c'è più soggettivo della musica?)

Continuo, secondo me, a giostrare come un equilibrista su delle evidenze che non vedo come ti si possa dare torto. Non ho detto banalità, ho detto evidenze.
A me lasciava perplesso la tua interpretazione del post con questa frase che hai scritto in risposta a Pan
Citazione
Paradossalmente sono proprio i maneskin ad essere apprezzati proprio come trasposizione dei "tempi miei" ad oggi. Non hanno niente di giovane se non la loro età.
Non le sonorità, non l'estetica, non l'attitudine. Sono funzionali ad un rispecchiamento.
A me é sembrata abbastanza sbagliata. Soprattutto se poi, come argomentazione, troviamo quella che i ragazzini sono corsi a ricomprare chitarre e batterie. Delle due una é sbagliata. Non sono i cinquantenni a ricomprare le chitarre ma gli adolescenti. Poi, appunto, é ovvio (tienila in mente questa parola che é la chiave di tutto) che la musica é universo da esplorare e non vale la pena mettere piede su pianeti che già sono stati ampiamente bazzicati, dove c'é già un'altra bandiera.
La mia indulgenza nei confronti di questi ragazzi é solo e soltanto dovuta alla loro età. Poi spetterà a loro, anzi é loro dovere, riprendere l'astronave e ricominciare a viaggiare. Francamente ribattere che sono vecchi e sembrano già visti e vissuti mi sembra, appunto, ovvio.
Probabilmente lo sanno anche loro.
Ovviamente non ci tengo a fare il paladino dei Maneskin, ho altri obiettivi, ma di queste argomentazioni ne ho lette, con attenzione, tante, anche scritte da professionisti (che in fondo chissenefrega era per darmi un tono... ;) ). Alcune, come quella che hai postato tu, mi lasciano perplesso. Continuo a ritenere ancora molto ma molto più sincero e vero quello che ha scritto Vaz.

Offline Sante93

*
1623
Re:i Maneskin
« Risposta #24 il: 18 Giu 2021, 14:40 »
Volevo solo intervenire per dire che Chadia Rodtiguez mi fa venire l'orticaria quando mi capita di sentirla.
Non sapevo nemmeno che faccia avesse e, sempre grazie al video sopra, ho scoperto che ancora si fanno i video con pistole, occhialoni e catene d'oro.

"Torna a casa" è una gran canzone.
Ad avercene di Maneskin e Achille Lauro.

Offline FatDanny

*****
23817
Re:i Maneskin
« Risposta #25 il: 18 Giu 2021, 14:58 »
e questo dimostra che è una grande.
Non perché fa venire l'orticaria a Sante93, ma perché non scrive cose pacificate.
E alcuni versi sono proprio da applausi, più o meno carichi di significato ma - almeno a mia impressione - sempre "parlanti", dalla citazione di Alì a "se hai deciso di usare la lingua per farmi del male c'era di meglio da fare", ma anche un "Easy boy, Chadia non risponde però visualizza"

A me forse a dare fastidio, lo ammetto, è proprio il testo di "zitti e buoni". Avesse parlato dell'amore per Anna o Antonio forse me sarebbe scivolato di più. Ma la trasgressione pacificata me stona più del sale su una mela.
E ripeto, non è questione de esse ragazzini, CR è una ragazzina ma ha cose da dire. Non c'è niente di pacificato e c'è sostanza, non forma vuota.
 
PS Il senso delle pistole in quel video non è certo quello del gangsta rap.

A me lasciava perplesso la tua interpretazione del post con questa frase che hai scritto in risposta a PanA me é sembrata abbastanza sbagliata. Soprattutto se poi, come argomentazione, troviamo quella che i ragazzini sono corsi a ricomprare chitarre e batterie. Delle due una é sbagliata. Non sono i cinquantenni a ricomprare le chitarre ma gli adolescenti. Poi, appunto, é ovvio (tienila in mente questa parola che é la chiave di tutto) che la musica é universo da esplorare e non vale la pena mettere piede su pianeti che già sono stati ampiamente bazzicati, dove c'é già un'altra bandiera.
La mia indulgenza nei confronti di questi ragazzi é solo e soltanto dovuta alla loro età. Poi spetterà a loro, anzi é loro dovere, riprendere l'astronave e ricominciare a viaggiare. Francamente ribattere che sono vecchi e sembrano già visti e vissuti mi sembra, appunto, ovvio.
Probabilmente lo sanno anche loro.
Ovviamente non ci tengo a fare il paladino dei Maneskin, ho altri obiettivi, ma di queste argomentazioni ne ho lette, con attenzione, tante, anche scritte da professionisti (che in fondo chissenefrega era per darmi un tono... ;) ). Alcune, come quella che hai postato tu, mi lasciano perplesso. Continuo a ritenere ancora molto ma molto più sincero e vero quello che ha scritto Vaz.


Il post non voleva dire che SOLO gli adulti apprezzano i maneskin, ma visto che qui parliamo soprattutto tra adulti dicevo perché li apprezzano questi.
Chiaro che hanno anche un pubblico giovane. Voglio dire, lo avevano gli 883 appunto o le Vibrazioni, figuriamoci se non possono averlo i maneskin.
è che a me mette tristezza anche il giovane che oggi passa dai maneskin ai led zeppelin e va in giro con un look de 50 anni fa. Ma pure quello, così stamo a paro, che se mette la toppa "no future" e va in giro con la cresta.
Significa che l'oggi a questi non je dà niente e si rifugiano in echi del passato. Che è la cosa più triste se parliamo di gioventù, che è la categoria che più dovrebbe avere a che fare col presente se non addirittura col futuro.

Annasseroaffanculo il rock, il punk, il raeggae, ma pure la tekno a cassa dritta.
Ecco perché, per tornare alla domanda di Biafra, non mi dà alcuna sensazione positiva vedere che i pischelli se ricomprano chitarre, bassi e batterie.
Il futuro dovrebbe essere qui e cominciare adesso.

Online ES

*****
18799
Re:i Maneskin
« Risposta #26 il: 18 Giu 2021, 15:06 »
A me CR sembra banale.
Anche il testo di zitti e buoni, eh.

Torna a casa è altro livello.
Un paio di categorie sopra.

Poi, i cinquantenni, i ventenni, non me me frega nulla.

Re:i Maneskin
« Risposta #27 il: 18 Giu 2021, 15:10 »
E' più chiaro come concetto. E lo condivido.
Per cercare un punto d'incontro, se vogliamo, dei Maneskin quello che apprezzo di meno é proprio il cantante, che a me sembra, in una prospettiva futura quello che può avere più difficoltà a evolvere verso un universo più originale.

Poi, per riallontanare ogni possibile ipotesi di accordo non posso non scrivere che trovo quello che hai postato, soprattutto il primo video, una discreta monnezza. Ovviamente dal mio soggettivo e orribile punto di vista.
 :lol: :lol: ;)) :luv:
Re:i Maneskin
« Risposta #28 il: 18 Giu 2021, 15:14 »
Che ci siano ragazzi di 20 anni che suonano rock così a me personalmente fa piacere.

Il frontman, per l'età che ha, ha una presenza scenica notevole.

Offline pan

*
3501
Re:i Maneskin
« Risposta #29 il: 18 Giu 2021, 15:25 »
fat, è solo musica e comportamenti annessi. non è che il mondo non va avanti perché i ragazzetti si riappropriano di codici vecchi: perché si è sempre fatto. è la cultura dell'alternativo che si ripropone ad ogni giro di giostra. il ragazzetto che si veste rock, non si sta vestendo rock perché ha avuto l'illuminazione  all'eurovision coi maneskin, ma perché già ascoltava un certo tipo di musica e non certo il Volo: già si metteva la maglietta dei Ramones, era predisposto. come quelli che nei 90 se mettevano la maglietta de Jim Morrison o dei Ramones stessi. anche la vostra generazione quindi scimmiottava perché in pieno 92 si utilizzavano codici di decenni prima? tutti scaciati, fricchettoni, le voci strascicate, le magliette di gruppi antichi, le creste punk dei nonni manco dei padri non sono elementi che si ripropongono eternamente?

questo intendevo: queste  vivisezioni accalorate sono sempre le stesse a ogni cambio generazionale, nascondono una sorta di nostalgia dispiaciuta (in questo il tempo che passa è dimostrato più da gente che fa così o dal post da te pubblicato che da chi ascolta il pezzo dei maneskin, si diverte e non si macera in analisi pillicose).
Re:i Maneskin
« Risposta #30 il: 18 Giu 2021, 15:32 »
[...]Jim Morrison[...]

Che m'hai ricordato, nei primi mesi che sono venuto qui a Parigi, 1997, chiunque veniva a trovarmi voleva andare al Pere Lachaise. Sono andato più sulla tomba de Jim Morrison che su quella di mio nonno.
Alla quinta volta in meno di 10 mesi ho cominciato a declinare.

Offline pan

*
3501
Re:i Maneskin
« Risposta #31 il: 18 Giu 2021, 15:42 »
Che m'hai ricordato, nei primi mesi che sono venuto qui a Parigi, 1997, chiunque veniva a trovarmi voleva andare al Pere Lachaise. Sono andato più sulla tomba de Jim Morrison che su quella di mio nonno.
Alla quinta volta in meno di 10 mesi ho cominciato a declinare.

te credo, non ne potevi più,  :) tappa obbligata oh.

Offline FatDanny

*****
23817
Re:i Maneskin
« Risposta #32 il: 18 Giu 2021, 15:58 »
Poi, per riallontanare ogni possibile ipotesi di accordo non posso non scrivere che trovo quello che hai postato, soprattutto il primo video, una discreta monnezza. Ovviamente dal mio soggettivo e orribile punto di vista.
 :lol: :lol: ;)) :luv:

Vabbè non ambivo a farti apprezzare un pezzo trap, sarebbe stato troppo :lol:
E pure io ai primi ascolti me pareva solo monnezza, poi invece ci ho trovato un senso, assolutamente non banale.

Pan "è solo musica", hai detto poco.
La musica è un pezzo enorme della cultura di massa almeno dal secondo dopoguerra. Ti dice tantissimo del mondo che vivi.
Molto più di tanti altri aspetti considerati più "politici".

Avoglia, certo che anche la mia generazione scimmiottava e infatti quello che ho provato a dirti è che me metteva tristezza pure allora, mica solo oggi.
Se negli anni 90 sembri la caricatura di Ozzy me fai ride.
Se porti le maglie con Jim o i ramones pure. Significa che sei fuori tempo proprio.
Hai l'esplosione del rap, non solo americano (vedi CDF e più in generale Rome zoo, OTR e la scena milanese), hai l'elettronica (di cui i Subsonica sono la risultante pop italiana), hai lo skate punk, il grunge cazzo con la -breve- onda da Seattle... E vai in giro come uno della beat generation o appena tornato da Woodstock? Stai male zi.
Sei la rappresentazione incarnata di qualcosa che non va, lo dico senza ironia. Come i ragazzetti, gente della mia età, dentro rifondazione che me sembravano usciti dalla sezione della Fgci di roncobilaccio.

Il che non significa che non ascolti anche i Doors. O i PF. O i Black sabbath, i Led zeppelin, i Genesis, gli Steppenwolf, ecc ecc.
Ma come te leggi i libri del Novecento
Quella è Storia, poi c'è la tua storia.

La mia storia è fatta di rave, concerti punk (a sentire i NOFX, non nonno Rotten), i Pendulum...
Ma sta cosa va bene pure declinata in termini iper-commerciali, il punto è che mi sembra sensato cavalcare la propria onda invece di scimmiottarne altre. E sta cosa l'ho sempre pensata, non ci sono arrivato a 40 anni
Re:i Maneskin
« Risposta #33 il: 18 Giu 2021, 16:14 »
Girano da anni, l'ha resi famosi quella montagna di xxxxx fumante di programma, sentiti per qualche secondo mentre cambiavo stazione, e tanto mi bastava per bollare anche loro come xxxxx fumante.

Due giorni fa un mio collega milanese mi parla di loro, suo fratello ha un noto negozio di strumenti musicali in quel di Monza, dice che era in crisi nera da anni mentre ora vede tanti ragazzini in cerca di bassi, batterie e chitarre...

Incuriosito li cerco su spotify senza nessuna aspettativa, anzi no con il solito senso di schifo generato dal pensare ai personaggi che gestiscono il programma che li ha lanciati, di ritorno da Milano mi sento tutto l'album, e considerate che se una roba non mi piace l'accanno dopo aver skippato tre o quattro pezzi in pochi secondi...ebbene, l'ho sentiti senza nessun problema almeno un paio di volte

Boh, che dire? Non li scambio con le mie leggende intoccabili da vecchio, ma meno male che oggi nel 2021 esistono sti ragazzi, il più vecchio c'ha 21 anni...

Personalmente trovo bravissimo il chitarrista e il cantante, gli altri fanno alla grande il loro con moltissima personalità...Non credo che diventerò mai un loro fan, ma meno male che son spuntati fuori questi a salvarci da generazioni di trap-rin[...]ti...

Con il sanremo europeo ora li conosce mezzo mondo e piacciono a mezzo mondo, immagino le bestemmie dei tanti altri gruppi italiani, ne dico uno a caso, Marlene Kuntz, ma ce ne sono tanti altri, che non hanno avuto la fortuna di prendere un treno veloce come quello che hanno preso loro...

Che ne pensate de sti ragazzini? Da ormai vdm penso che sia una buona semina....

Sono bravi tutti e 4 anche la bassista di cui nessuno parla, hanno un frontman che sa di esserlo e sanno quello che vogliono .. alcune cose mi piacciono, per me sono una piccola rivoluzione in Italia, nel loro genere ...un fenomeno da seguire nel loro percorso, non mi fanno impazzire ma chi li guarda con l'occhio strano  per me ha solo parecchia puzza sotto il naso

Offline FatDanny

*****
23817
Re:i Maneskin
« Risposta #34 il: 18 Giu 2021, 16:20 »
Ma sta bono che te piacciono i Radiohead  :=)) :luv:

Offline pan

*
3501
Re:i Maneskin
« Risposta #35 il: 18 Giu 2021, 17:03 »
fat, "è solo musica" non in quel senso lì, ovviamente eh, ma nel senso di non farla diventare motivo di livore, piedistalli, elucubrazioni che manco sul senso della vita. 

Offline trax_2400

*****
11388
Re:i Maneskin
« Risposta #36 il: 18 Giu 2021, 17:14 »
Comunque dal mio personalissimo osservatorio vi posso dire che tra i giovani i Maneskin sono poco apprezzati, ma proprio poco poco.

Offline Jeffry

*****
11188
Re:i Maneskin
« Risposta #37 il: 18 Giu 2021, 17:16 »
A me i Maneskin stanno un po sul cazzo.
Proprio come persone intendo.
Così...a pelle!!!
Però, musicalmente, mi picciono.
E se rappresentano un volano verso il rock per tanti giovani credo che sia un bene.
E' che sto a invecchià...

Offline Buckley

*
4077
Re:i Maneskin
« Risposta #38 il: 18 Giu 2021, 17:27 »
Torna a casa è altro livello.
Un paio di categorie sopra.

mi convince di piu' la cover del Menestrello  :beer:

scherzi a parte, la canzone piace pure a me musicalmente parlando, il testo non mi convince, sembra scritto a due mani, da uno piu' maturo con una certa vena poetica e da un pischello coi brufoli che ricopia i post che legge su facebook. Zitti e buoni e' irritante. Gli ultimi italiani che mi hanno veramente detto qualcosa sono Vasco Brondi e Andrea Appino.

Offline ronefor

*****
9177
Re:i Maneskin
« Risposta #39 il: 18 Giu 2021, 17:28 »
Conoscevo , abitando a Monteverde, i 4 ragazzetti da quando avevano 16 anni e cantavano per  strada senza un soldo in tasca
Uno andava a scuola con mio figlio
Damiano lo incontravo perché andava  a prendere il gelato dove vado io e lo incrociavo anche in qualche negozio di quartiere
Una cosa è sicura … si sono fatti da soli e con tanto sacrificio
Un esempio per la moltitudine di laureati chiusi in casa a giocare alla play-station a 25/35 anni… compreso mio figlio !
Poi oh adesso sono “ricchi” e potrebbero perdersi ma le origini sono sicuramente “rock”
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod