i Maneskin

0 Utenti e 17 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Re:i Maneskin
« Risposta #860 il: 09 Set 2023, 16:43 »
Campionata poi da Molella e Phil Jay per la loro


Online Baldrick

*****
7919
Re:i Maneskin
« Risposta #861 il: 09 Set 2023, 17:16 »
non so se fosse inno generazionale, anche se è sempre difficile individuarne uno, ma io per sta canzone ce morivo e se facessi un film su quel periodo più degli SB e DD userei questa, tanto il film è mio e faccio come me pare  :p, perché è troppo quegli anni, con quella essenza così particolare che racconta un po' quei giorni new wave/dance.

brava! messa ieri a chiusura di un set :)
Re:i Maneskin
« Risposta #862 il: 09 Set 2023, 18:09 »
Happy Children.
Molto anni ‘80.

Offline Tarallo

*****
111501
Re:i Maneskin
« Risposta #863 il: 09 Set 2023, 18:23 »
Vabbè ma allora Don’t go di Yazoo e Come on Eileen di Dexis Midnight Runners.

Offline pan

*
4572
Re:i Maneskin
« Risposta #864 il: 09 Set 2023, 20:51 »
evvai Baldrick  :)

Vabbè ma allora Don’t go di Yazoo e Come on Eileen di Dexis Midnight Runners.

Yazoo, come no, avevo il disco. Only you veramente bella.
Re:i Maneskin
« Risposta #865 il: 10 Set 2023, 12:24 »
Nel topic dei maneskin non si parla dei maneskin. Pensavo che su questo almeno si fosse tutti d'accordo.
Ma perchè i maneskin sono il vuoto.
E noi questo vuoto lo riempiamo con tutto il resto.
In questo caso i fantastici anni del riflusso, i magici eighties...
Una cosa che adoro degli 80's ê l'avvento delle drum machines.
Nel funky, nel pop, nel nascente hip-hop, nella dance e ovviamente nel synth-pop che state rievocando qui.
Ma gli anni 80 sono stati anche gli anni del dark, come lo chiamavamo noi (nel resto del mondo lo chiamavano goth).
E uno dei gruppi piú famosi e rappresentativi di tale genere la drum machine la aveva identificata come membro effettivo della band, con tanto di nome, Dr. Avalanche.
Il dottor valanga...

Offline mr_steed

*
6027
Re:i Maneskin
« Risposta #866 il: 13 Set 2023, 10:37 »
troppa carne al fuoco a cui rispondere (riguardo la musica anni 80) e poco tempo per farlo...

per questo meglio spostare l'argomento su altro...  :=))

I Maneskin vincono il premio Best Rock di Mtv e Taylor Swift manda un bacio a Damiano

https://www.open.online/2023/09/13/mtv-maneskin-vittoria-taylor-swift-video/
Re:i Maneskin
« Risposta #867 il: 13 Set 2023, 13:31 »
Meco.jo.ni

Offline vaz

*****
54144
Re:i Maneskin
« Risposta #868 il: 16 Set 2023, 22:20 »

Offline mr_steed

*
6027
Re:i Maneskin
« Risposta #869 il: 16 Set 2023, 23:36 »
https://www.instagram.com/p/CxQw_l-uKt4/

i commenti :lol:

puoi dfare qualche scrrenshot? non avendo instagram non me li fa leggere...  :=))

comunque l'assurdo è che i media italiani abbiano pubblicizzato questo commento del NYT come un "endorsement" nei confronti del gruppo nostrano quando a me invece sembra un grande "perculeggiamento" del "rock italiano", dei Maneskin e, ancor di più, degli stessi loro fan a livello globale...

Online FatDanny

*****
36275
Re:i Maneskin
« Risposta #870 il: 17 Set 2023, 08:02 »
https://www.instagram.com/p/CxQw_l-uKt4/

i commenti :lol:

però è vero, come fa notare un post, che la questione posta non è tanto la cifra stilistica ma i posti in classifica, oggi completamente egemonizzati da altri generi.
poi cosa penso dei maneskin l'ho già scritto, ma buona parte dei commenti ha postato senza leggere

btw, i Greta van fleet fanno la stessa operazione, solo un pochino meglio a livello tecnico.
Ma le copie delle copie, quelle che non aggiungono nulla, hanno rotto il cazzo.

Offline vaz

*****
54144
Re:i Maneskin
« Risposta #871 il: 17 Set 2023, 08:14 »
Ma pure i greta van fleet fanno cacare (però il commento della figlia di Dave grohl fa ride)

Online genesis

*****
23628
Re:i Maneskin
« Risposta #872 il: 17 Set 2023, 09:42 »
Ma perchè i maneskin sono il vuoto.
E noi questo vuoto lo riempiamo con tutto il resto.
In questo caso i fantastici anni del riflusso, i magici eighties...

Fantastici perché eravamo giovani  8)
Sono stati anni poveri, il meglio è venuto, per la maggior parte, da artisti nati e cresciuti nei settanta.
Ma questa leggerezza ci voleva dopo la pesantezza dei settanta, era necessaria.
Non si poteva passare direttamente, per dire, dai Led Zeppelin ai Nirvana, dai Pink Floyd ai Radiohead, ci voleva un intermezzo, un cuscinetto.
Gli unici pesanti di quel periodo erano gli U2, ma godevano di una stampa molto schierata dalla loro parte (le critiche sono arrivate dopo, mi riferisco agli anni ottanta).

Offline mr_steed

*
6027
Re:i Maneskin
« Risposta #873 il: 17 Set 2023, 12:52 »
Insomma nessuno mi posta qualche screenshot dei commenti?  :(

[...]
Ma le copie delle copie, quelle che non aggiungono nulla, hanno rotto il cazzo.

Sono d'accordo col tuo discorso Fat, ma il problema è che dal "post moderno" (e già i Nirvana lo erano) oggi siamo arrivati al "post post post post moderno" e quindi si ricicla tutto e molto difficilmente si riesce ad inventare qualcosa di totalmente nuovo, anche tra i gruppi più di avanguardia, quindi figuriamoci in uno mainstream come i Maneskin...

Bisogna considerare però che il rock, per arrivare ad avere il "fiato corto", ci ha messo diversi decenni. E le prime (per usare un termine da boomer  :=)) ) "copie carbone" dei gruppi che li avevano preceduti le abbiamo viste nei primi 2000.

Ad esempio gli Interpol (di cui adoro il primo album), non sono forse una sorta di copia?

La trap invece ci ha messo pochissimi anni ad avere il fiato corto, perché la pletora di cantanti che praticano il genere non inventano chissà cosa e sono comunque la copia di chi li ha preceduti...
E questa cosa vale anche per tutto il genere "black" odierno, nelle sue varie sfaccettature...

Lo stesso Achille Lauro, che per me un album "memorabile" nel suo genere lo ha fatto (ossia "1969"), ormai scimmiotta se stesso, anche se dice che ama cambiare...

Senza contare che l'autotune scimmiotta cose già sentite nei decenni passati, riportate in voga da Daft Punk e altri 25 e passa anni fa...

E' cosa certa che, ormai quasi 20 anni fa, i Living Things scimmiottavano il passato indubbiamente meglio dei Maneskin...

Online FatDanny

*****
36275
Re:i Maneskin
« Risposta #874 il: 17 Set 2023, 13:29 »
sul tubo si trovano svariati video che mostrano come pezzi rock, anche famosissimi, siano copia, della copia, della copia di altri pezzi famosissimi e così via fino ad arrivare a pezzi blues di inizio '900.

La differenza è che però in ogni passaggio si nota come ognuno aggiunga qualcosa.
Ed è esattamente questa mancanza che attribuisco ai Maneskin, non il fatto di copiare, che è una roba fatta pure dai Led Zeppelin in modo ben più spudorato


Re:i Maneskin
« Risposta #875 il: 17 Set 2023, 13:47 »
Fantastici perché eravamo giovani  8)
Sono stati anni poveri, il meglio è venuto, per la maggior parte, da artisti nati e cresciuti nei settanta.
Ma questa leggerezza ci voleva dopo la pesantezza dei settanta, era necessaria.
Non si poteva passare direttamente, per dire, dai Led Zeppelin ai Nirvana, dai Pink Floyd ai Radiohead, ci voleva un intermezzo, un cuscinetto.
Gli unici pesanti di quel periodo erano gli U2, ma godevano di una stampa molto schierata dalla loro parte (le critiche sono arrivate dopo, mi riferisco agli anni ottanta).
Ma quando dico fantastici sono ironico, Gen  :=))

Offline mr_steed

*
6027
Re:i Maneskin
« Risposta #876 il: 17 Set 2023, 14:02 »
sul tubo si trovano svariati video che mostrano come pezzi rock, anche famosissimi, siano copia, della copia, della copia di altri pezzi famosissimi e così via fino ad arrivare a pezzi blues di inizio '900.

La differenza è che però in ogni passaggio si nota come ognuno aggiunga qualcosa.
Ed è esattamente questa mancanza che attribuisco ai Maneskin, non il fatto di copiare, che è una roba fatta pure dai Led Zeppelin in modo ben più spudorato



Sì sì, avevo capito...  :beer:

E concordo totalmente, anche sul fatto che i Led siano stati tra i più "copioni" di sempre, non solo dai vecchi bluesman, ma anche spudoratamente da gruppi con cui fecero tour insieme...  :=))


Peraltro tutte le forme d'arte in generale, non solo la musica, si basano sul furto o sulla "citazione/omaggio"... E il più delle volte lo "spirito di emulazione" ha prodotto capolavori. Anche Bach ha copiato (letteralmente) Vivaldi, che a sua volta di "autocopiava" riciclando parti delle sue stesse opere per comporre nuove opere, come lo stesso Haendel, che copiava/citava spesso autori oggi meno famosi o dimenticati. C'è chi dice pure che Mozart abbia copiato il "Don Giovanni" da quello di Giuseppe Gazzaniga... https://it.wikipedia.org/wiki/Giuseppe_Gazzaniga

Poi ovviamente c'è chi aggiunge qualcosa di "inedito" e chi si limita meramente a "copiare".

Ma di questi tempi, con margini di novità sempre più stretti (e pur non apprezzando particolarmente i Maneskin) gliene possiamo tutti noi fare una colpa che non riescano ad aggiungere nulla di "proprio" o di "nuovo"?

Anche se indubbiamente tutto il "carrozzone" che smuovono e che li incensa oltremodo al di là dei loro meriti dà fastidio, perché altri gruppi italiani (ma anche stranieri) più bravi non hanno mai avuto una "spinta" del genere. Ma è pur vero che in epoca social e globalizzata e ancor più facile "spingere" qualcuno grazie agli algoritmi pilotati ad hoc...

Sarebbe bello vedere se ai tempi, con l'auto dei social e degli algoritmi, un Lucio Battisti avrebbe potuto avere un successo simili e livello globale piuttosto che venire solamente apprezzato da colleghi musicisti come David Bowie o "coverizzato" da gruppi americani come i Grass Roots...

Re:i Maneskin
« Risposta #877 il: 17 Set 2023, 14:40 »
Insomma nessuno mi posta qualche screenshot dei commenti?  :(


Giuro, avevo preparato un "best of" risicatissimo  :=)) (penso siano migliaia di commenti...forse decine di migliaia).
Il problema è che ultimamente, quando vado a caricare le immagini, mi zompa per aria Lazio.net. Cioè, addirittura mi chiede se sono umano o un robot  :o

Online Drake

*****
5676
Re:i Maneskin
« Risposta #878 il: 17 Set 2023, 15:02 »
Qualcuno ha detto Vivaldi?

Offline mr_steed

*
6027
Re:i Maneskin
« Risposta #879 il: 17 Set 2023, 16:45 »
Qualcuno ha detto Vivaldi?
 

:agree:

anche se questo, paradossalmente, è un Vivaldi ancora per "pochi"...

su spotify tirerà di più questo...


anche se forse, a posteriori, era meglio (o meno futile/inutile) questo "vivaldi ricomposto"


che poi mi chiedo quale sia l'utilità di "ricomporre" di nuovo Vivaldi (dopo averlo già fatto 10 anni fa) da parte di Max Richter, compositore che peraltro apprezzo quando compone cose sue...

Tipo lo score di "Leftovers"


Giuro, avevo preparato un "best of" risicatissimo  :=)) (penso siano migliaia di commenti...forse decine di migliaia).
Il problema è che ultimamente, quando vado a caricare le immagini, mi zompa per aria Lazio.net. Cioè, addirittura mi chiede se sono umano o un robot  :o

Grazie per il tentativo  :beer:

Ma come mai si blocca? Le hai "caricate" sul forum o tramite i siti di upload di foto?
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod