i Maneskin

0 Utenti e 56 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Re:i Maneskin
« Risposta #880 il: 17 Set 2023, 18:59 »

Grazie per il tentativo  :beer:

Ma come mai si blocca? Le hai "caricate" sul forum o tramite i siti di upload di foto?

Catturo l'immagine salvandola sul pc. Poi clicco sul tasto " • Aggiungi immagine al messaggio" da pc e mi da errore.

Offline mr_steed

*
6963
Re:i Maneskin
« Risposta #881 il: 17 Set 2023, 19:50 »
Catturo l'immagine salvandola sul pc. Poi clicco sul tasto " • Aggiungi immagine al messaggio" da pc e mi da errore.

Prova con https://postimages.org/ o siti simili, perché il "bug" sembrerebbe collegato al forum... Col sito di upload dovresti bypassare il problema...

scusate l'OT (anche se questa sui Maneskin è una delle discussioni meno IT di tutto il forum  :=)) )
Re:i Maneskin
« Risposta #882 il: 18 Set 2023, 09:18 »
non so se fosse inno generazionale, anche se è sempre difficile individuarne uno, ma io per sta canzone ce morivo e se facessi un film su quel periodo più degli SB e DD userei questa, tanto il film è mio e faccio come me pare  :p, perché è troppo quegli anni, con quella essenza così particolare che racconta un po' quei giorni new wave/dance.


Li adoro!
(a questa, aggiungo Temptation)
Re:i Maneskin
« Risposta #883 il: 19 Set 2023, 10:51 »
sul tubo si trovano svariati video che mostrano come pezzi rock, anche famosissimi, siano copia, della copia, della copia di altri pezzi famosissimi e così via fino ad arrivare a pezzi blues di inizio '900.

La differenza è che però in ogni passaggio si nota come ognuno aggiunga qualcosa.
Ed è esattamente questa mancanza che attribuisco ai Maneskin, non il fatto di copiare, che è una roba fatta pure dai Led Zeppelin in modo ben più spudorato


Mi fa pensare agli Oasis.
Uno dei gruppi più classici e classicisti della storia del pop-rock.
Non si può dire che abbiano letteralmente plagiato altri brani, ma Noel, compositore straordinario, costruisce i brani usando i giri armonici più strausati e strasputtanati dei gruppi più famosi e più classici, che siano i Beatles o gli Stones, o i Pistols o gli Slade o altri paradigmi glam (Bolan, Bowie, Pretty things, etc.).
E però nel primo disco bagna tutto con una pasta chitarristica "americana", nel secondo arrangia con archi, piano e sopratutto mette in primo piano il groove del nuovo batterista Alan white.
Ma sopratutto ci costruisce sopra melodie celestiali che, di fatto sono nuove di zecca, e sono, scusate il termine, BELLE.
Poi ok, dal terzo in poi purtroppo va a corto di idee, e il classicismo senza idee diventa una palla insopportabile, ma quando il classicismo supporta delle idee il risultato è fantastico, come nel caso dei primi due album.

Ora, i maneskin cosa fanno invece?
Anche loro attingono a piene mani dai classici, in maniera palese ma anche non palese, il fatto è che le idee melodiche che ci costruiscono sopra sono mediocri, gli arrangiamenti scontatissimi, e sopratutto manca il "cuore", il sentimento che hai dentro e che vuoi comunicare al mondo.
Sono vuotissimi, e forse per questo hanno successo mondiale, sono perfetti per la nostra epoca così vuota e superficiale.



Online FatDanny

*****
38307
Re:i Maneskin
« Risposta #884 il: 19 Set 2023, 11:51 »
per aprire il disco di esordio con un pezzo del genere


può significare solo due cose: sei un mitomane o sei un predestinato.

O tutte e due le cose.

(e io all'epoca ovviamente ero dall'altra parte della barricata rispetto al brit-pop, che odiavo tendenzialmente tutto, Blur inclusi.
Però a sentirli oggi, hai proprio ragione, due album clamorosi, praticamente i singoli potevi prenderli a caso, ogni pezzo poteva andare bene)

Online FatDanny

*****
38307
Re:i Maneskin
« Risposta #885 il: 19 Set 2023, 11:56 »
cioè se pensi che nel secondo album Morning Glory è la decima e Champagne Supernova chiude quando potevano essere tranquillamente prima e terza... roba da pazzi.
Re:i Maneskin
« Risposta #886 il: 19 Set 2023, 12:09 »
per aprire il disco di esordio con un pezzo del genere


può significare solo due cose: sei un mitomane o sei un predestinato.

O tutte e due le cose.

(e io all'epoca ovviamente ero dall'altra parte della barricata rispetto al brit-pop, che odiavo tendenzialmente tutto, Blur inclusi.
Però a sentirli oggi, hai proprio ragione, due album clamorosi, praticamente i singoli potevi prenderli a caso, ogni pezzo poteva andare bene)

Mio fratello era il patito Oasis di casa. Dovrebbe avere tutti i singoli su Cd. Le B-sides dei singoli, solitamente degli inutili riempitivi (robe tipo remix), spesso era altrettanti pezzoni.
E infatti poi uscì "The Masterplan", la raccolta di queste b-sides.

Offline mr_steed

*
6963
Re:i Maneskin
« Risposta #887 il: 19 Set 2023, 12:18 »
Non per spezzare una lancia a favore dei Maneskin (che non me ne potrebbe fregare di meno e non mi entra nulla in tasca), però, pur essendo d'accordo sul discorso Oasis e gruppi similari, qui stiamo parlando di un gruppo che faceva questo "re-make - re-model" ormai 30 anni fa...

Secondo me i Maneskin avrebbero avuto più margine per creare qualcosa di originale usando l'italiano... Essendo ormai "globalizzati" si sono "normalizzati/banalizzati" ancor di più...

Ad ogni modo, 30 anni dopo le possibilità di "ritocco e rimodellazione" per creare qualcosa di nuovo da pezzi che hanno fatto la storia della musica è diventato molto più difficile, non credete?

Quale gruppo "rock" attuale riesce a fare quanto fatto dagli Oasis 30 anni fa?
Re:i Maneskin
« Risposta #888 il: 19 Set 2023, 13:16 »
Quale gruppo "rock" attuale riesce a fare quanto fatto dagli Oasis 30 anni fa?

Nessuno.

Online vaz

*****
55392
Re:i Maneskin
« Risposta #889 il: 19 Set 2023, 13:47 »
Arctic Monkeys? Chiedo eh

Offline genesis

*****
24082
Re:i Maneskin
« Risposta #890 il: 19 Set 2023, 14:38 »


Offline orchetto

*****
12957
Re:i Maneskin
« Risposta #891 il: 19 Set 2023, 15:39 »
Parlando di anni '80 non si può non citare il seguente brano e relativo video


Però riequilibriamo subito  :)


Re:i Maneskin
« Risposta #892 il: 19 Set 2023, 15:43 »
Arctic Monkeys? Chiedo eh
Chiedi per un amico?  :beer:

Boh, ci ho pure lavorato al concerto... bravi eh, per carità, non sò i maneskin, però...

Offline mr_steed

*
6963
Re:i Maneskin
« Risposta #893 il: 19 Set 2023, 16:27 »
Nessuno.

La domanda era retorica, ma fa piacere sapere che la pensiamo allo stesso modo  :beer:

Purtroppo non credo ci sia più alcun margine per creare qualcosa di minimamente originale ormai  :(

Discorso che vale anche per l'arte contemporanea...

Anche se, come si dice spesso sul forum, sarò felice di essere smentito  :=))


Chiedi per un amico?  :beer:

Boh, ci ho pure lavorato al concerto... bravi eh, per carità, non sò i maneskin, però...

Oddio... Per me certe loro canzoni sono pure peggio di quelle dei Maneskin   :p
Re:i Maneskin
« Risposta #894 il: 19 Set 2023, 16:37 »
Stessa impressione.
AR mi è sempre piaciuto.
Di Ridgley, che ho sempre apprezzato, è molto godibile anche il libro autobiografico.
Approfondire la storia degli Wham fa anche capire come AR abbia scritto diversi dei primi brani, sia testi che musiche (il sassofono di Careless Whisper nasceva da un suo riff di chitarra).
Tra l'altro la sua influenza si sente in quasi tutti i brani, dal momento che dopo lo scioglimento degli Wham! la carriera solista di GM, lo ammetto, non mi ha mai esaltato come le canzoni del gruppo.
Tra l'altro lui ne esce benissimo, disposto a farsi da parte per seguire le sue passioni per lasciare spazio al tormentato amico di sempre. Non sapendo che, distaccandosene, in qualche modo lo ha costretto a quella malinconica solitudine che lo ha portato alla morte.
Re:i Maneskin
« Risposta #895 il: 19 Set 2023, 16:47 »
Un gruppo di cui ho un fantastico ricordo ma che si sono cacati in pochi sono gli Style Council.
Gli Style Council è un gruppo totale, di cui ho tutto, penso anche le registrazioni di Mick Talbot al cesso. Tra l'altro, all'epoca, suonando tutte le loro canzoni, imbarcavo dacagrammi di gnocca.
Eternamente grato sul serio.

Online vaz

*****
55392
Re:i Maneskin
« Risposta #896 il: 19 Set 2023, 17:37 »
Chiedi per un amico?  :beer:

Boh, ci ho pure lavorato al concerto... bravi eh, per carità, non sò i maneskin, però...

no no a me fanno cacare veramente, dicevo a livello di pop generazionale
Re:i Maneskin
« Risposta #897 il: 19 Set 2023, 18:44 »
no no a me fanno cacare veramente, dicevo a livello di pop generazionale
Bah è strano, quando uscirono fecero un moderato successo, poi dopo anni hanno incrementato.
Al concerto di Roma c'erano tipo 35.000 persone, non me lo credevo.

Online vaz

*****
55392
Re:i Maneskin
« Risposta #898 il: 19 Set 2023, 18:50 »
comunque dei ggiovini trovo caruccetti i Black Country, New Road

Online FatDanny

*****
38307
Re:i Maneskin
« Risposta #899 il: 21 Set 2023, 14:56 »
https://www.ravennatoday.it/blog/suono-ma-nessuno-apre/intervista-andy-bluvertigo-musica-anni-80.html

Interessantissima intervista a Andy, vera anima a mio avviso dei Bluvertigo.
è di due anni fa ma l'ho recuperata solo oggi.
Grandissimo musicista.
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod