Sondaggio

Per i netters, cittadini ed elettori di Roma, quali sono le vostre intenzioni di voto per il 19 giugno?

Roberto Giachetti
9 (7.6%)
Virginia Raggi
80 (67.8%)
Non andrò al seggio
18 (15.3%)
Andrò al seggio ma deporrò scheda bianca
0 (0%)
Annullerò la scheda (magari scrivendo forza Lazio o riommamerda!!!)
11 (9.3%)

Totale votanti: 113

Le votazioni sono chiuse: 19 Giu 2016, 16:00

Ballottaggio per il sindaco di Roma Capitale

0 Utenti e 14 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Online Dissi

*****
22160
Re:Ballottaggio per il sindaco di Roma Capitale
« Risposta #40 il: 07 Giu 2016, 13:37 »
dopo l'endorsement del beota per la raggi è fatta
Re:Ballottaggio per il sindaco di Roma Capitale
« Risposta #41 il: 07 Giu 2016, 13:57 »
Re:Ballottaggio per il sindaco di Roma Capitale
« Risposta #42 il: 07 Giu 2016, 14:05 »
Dopo una notte di riflessione dico la mia provando a essere quanto più concreto possibile.

io dovrò pure rinnovare la scheda elettorale pur di votare a sto ballottaggio, ma alla fine lo farò (lo dico solo per capirsi sul fatto che alla fine il voto sarà convinto).
Criteri di scelta:

Con Giachetti si confermerà in toto la politica renziana sulla città. Il Debito è sovrano e sulla base di questo verranno smantellati tutti i servizi pubblici e con essi il patrimonio ancora a disposizione.
Non è un caso che il comitato elettorale di Giachetti sia proprio all'ex dogana. Il modello di città è chiaro e già visto, nessuna mediazione con le istanze sociali, le spinte dal basso, gli esperimenti di autorganizzazione.
Quel che può garantire la ripresa sono il mercato e il profitto: liberismo, privatizzazioni e conferma delle tavole imbandite per i principali gruppi di interesse cittadini.


Raggi indubbiamente ha una visione legalista della realtà che non mi appartiene. Questa è condita con venature razziste (vedi questione rom) davvero preoccupanti. Ci sono alcuni però:
- Su alcuni temi mostra una possibile dialettica che manco Fassina avrebbe avuto (audit sul debito, gestione patrimonio e servizi);
- La sua impostazione su democrazia diretta la costringerà a misurarsi con chi a Roma fa della partecipazione il suo principale strumento. Il percorso "decide Roma", che infatti la Raggi ha incontrato, ha possibilità di dialogo che con Giachetti si scorderebbe;
- Più in generale l'impostazione del M5S potrebbe portare ad un terremoto dei rapporti consolidati da mafie e intrallazzi vari. Il che non significa la garanzia di trasparenza e onestà, ma che si aprirà un momento di ridefinizione dei rapporti su cui sarà possibile intervenire con le forze appena citate. Con Giachetti ciò non si darà nemmeno in minima parte.
- Il governo centrale, attraverso l'arma del debito, farà una guerra spietata all'eventuale giunta Raggi, aprendo contraddizioni che possono essere sfruttate in modo utile sia sulla governance della città che sulla spesa sociale.


Per questi quattro argomenti non proprio banali voto convintamente Raggi e farò votare altrettanto convintamente.
Se devo scegliermi la controparte istituzionale visto che governi amici non ne abbiamo, la Raggi rappresenta la possibilità migliore. Nettamente migliore.

FatDanny parla per me, esattamente per le stesse ragioni e con le stesse convinzioni.

le stesse proprio. identiche. e entrambi parliamo da dentro.

e senza problemi, io non vado a votare M5S, ma ho da scegliere tra 2 sindaci, e avendoli conosciuti entrambi personalmente, voto quello che fa meno schifo. e guarda che la differenza tra i due è davvero tanta tanta

Re:Ballottaggio per il sindaco di Roma Capitale
« Risposta #43 il: 07 Giu 2016, 14:09 »
non sposterà nulla, state sereni, la raggi ha vinto

lo dice uno "che parla da fuori"
Re:Ballottaggio per il sindaco di Roma Capitale
« Risposta #44 il: 07 Giu 2016, 14:18 »
Re:Ballottaggio per il sindaco di Roma Capitale
« Risposta #45 il: 07 Giu 2016, 14:29 »
per ora si ragiona su opinioni, io attenderei i flussi
nel 2008 quei voti li intercettò alemanno, nel 2013 marino
ma li prese perchè alemanno (che aveva fatto il pieno fra i quartieri non dandinizzati)
si era impiccato politicamente
la destra di alemanno prese circa il 38% comunque, meno di quanto ha preso adesso (marchini prese allora quasi 8%)
38+8=46
oggi siamo al 30 circa

le analisi lasciano il tempo che trovano, ci si sposta facilmente da un polo all'altro, una volta per i "rumeni", una volta per "parentopoli", una volta per "mafia capitale"

il resto è fuffa

Offline paolo71

*****
18975
Re:Ballottaggio per il sindaco di Roma Capitale
« Risposta #46 il: 07 Giu 2016, 14:40 »
è sceso in campo il fesso..

povera Roma mia...

daje Virgì
Re:Ballottaggio per il sindaco di Roma Capitale
« Risposta #47 il: 07 Giu 2016, 15:00 »
io, per sicurezza, sto topic me lo salvo
così quando l'incompetenza pregna di honestà verrà fuori per intero vi potrò ricordare tutto ciò

ah, danié, solo una cosa
la figura dell'interlocutore ha zero importanza se il suddetto interlocutore dopo aver interloquito con te non ha la minima idea di dove mettere le mani
se te piace tanto chiacchierà magari può anche andar bene, ma se poi vuoi quaglià forse non va più bene
a ostia, per fare un esempio geograficamente non lontano, non mi risulta che i geni del dialogo siano stati in grado di identificare con chi stavano parlando
e, per finire, sui migranti hai banalizzato fb mode
non è affatto vero che quelli là strizzino l'occhio alle cooperative pe fà magnà gli amichetti
è successo magari ad alcuni esponenti, ma ve ne sono altrettanti che hanno fatto molto per l'accoglienza
se a bilancio hai 100 da investire in questo ambito, forse è meno merda chi ne investe 80 come vorrei io e il restante 20 si perde in mangiatoie a chi ne investe 100 rendicontati al centesimo in un senso totalmente diverso e razzista
e, per concludere, stigrancazzi del capitano, dello stadio o del tifo, manco all'asilo
Re:Ballottaggio per il sindaco di Roma Capitale
« Risposta #48 il: 07 Giu 2016, 15:01 »
A Roma la situazione è decisamente diversa. Intanto, Roma è l’unica, tra le cinque grandi città, in cui cresce la partecipazione al voto. Inoltre il successo di Virginia Raggi deriva da una evidente trasversalità. Da un lato la candidata pentastellata riesce a tenere gran parte degli elettori 5stelle alle politiche del 2013, dall’altro lato è in grado di attirare elettori dal centro, dal Pd e dalla sinistra. Giachetti non riesce a convincere davvero il proprio elettorato di riferimento che lo sceglie solo per poco più della metà. Pur ridotti, questi consensi e altri scarsi flussi derivanti da altre aree, gli sono sufficienti ad arrivare al ballottaggio. Anche grazie, naturalmente, alla divisione nell’area di centrodestra. Giorgia Meloni infatti, convince solo poco meno del 40% degli elettori di centrodestra. Il competitor, Alfio Marchini, ottiene un risultato deludente poiché non riesce a mobilitare gli elettori di area, ottenendo dal centrodestra solo il 20% e mobilitando poco le forze centriste.
Infine la sinistra. I risultati non sono assolutamente confortanti. La proposta di sinistra non convince l’area di riferimento (che gli consegna il sostegno di poco più del 20%, non molto più di quanti scelgono la Raggi): deluso dalle proposte in campo l’elettorato di sinistra sceglie massicciamente l’astensione. La battaglia del ballottaggio sarà nella Capitale più complessa di quella milanese. Posto che anche in questo caso il primo obiettivo è la mobilitazione dei propri, a Roma entrambi i candidati hanno bisogno di allargare la propria area di riferimento. La Raggi gode già di un endorsement esplicito da parte di Salvini. Ed è probabile che gli elettori di Meloni, se decideranno di votare al ballottaggio, si esprimeranno in misura massiccia per la candidata pentastellata.
Più difficile la partita di Giachetti: per vincere deve riportare al voto i propri (anche parte di quelli che al primo turno hanno preferito astenersi), ma nello stesso tempo convincere al voto la porzione dell’elettorato moderato che vede come un rischio consegnare la città nelle mani di una persona nuova e con qualche sospetto di eterodirezione. Battaglia complessa, di esito incerto. Ancora più complessa la partita sul fronte della sinistra. Qui le resistenze verso il Pd, Renzi e il sospetto partito della nazione sono davvero difficili da recuperare, tanto più che l’avversario non è un candidato di destra che potrebbe provocare una reazione unitaria di quest’area.


http://www.corriere.it/amministrative-2016/notizie/elezioni-comunali-elettori-dem-infedeli-invece-m5s-pesca-dappertutto-ef9a322a-2c23-11e6-9053-0e7395a81fb7.shtml

Re:Ballottaggio per il sindaco di Roma Capitale
« Risposta #49 il: 07 Giu 2016, 15:04 »
io, per sicurezza, sto topic me lo salvo
così quando l'incompetenza pregna di honestà verrà fuori per intero vi potrò ricordare tutto ciò

ah, danié, solo una cosa
la figura dell'interlocutore ha zero importanza se il suddetto interlocutore dopo aver interloquito con te non ha la minima idea di dove mettere le mani
se te piace tanto chiacchierà magari può anche andar bene, ma se poi vuoi quaglià forse non va più bene
a ostia, per fare un esempio geograficamente non lontano, non mi risulta che i geni del dialogo siano stati in grado di identificare con chi stavano parlando
e, per finire, sui migranti hai banalizzato fb mode
non è affatto vero che quelli là strizzino l'occhio alle cooperative pe fà magnà gli amichetti
è successo magari ad alcuni esponenti, ma ve ne sono altrettanti che hanno fatto molto per l'accoglienza
se a bilancio hai 100 da investire in questo ambito, forse è meno merda chi ne investe 80 come vorrei io e il restante 20 si perde in mangiatoie a chi ne investe 100 rendicontati al centesimo in un senso totalmente diverso e razzista
e, per concludere, stigrancazzi del capitano, dello stadio o del tifo, manco all'asilo

il dono della sintesi  ;)

Offline cartesio

*****
21919
Re:Ballottaggio per il sindaco di Roma Capitale
« Risposta #50 il: 07 Giu 2016, 15:05 »
chi ne investe 100 rendicontati al centesimo in un senso totalmente diverso e razzista

Vorrei sapere come potrebbe  fare qualcuno, fosse anche Hitler, ad investire tutto in senso razzista.
Re:Ballottaggio per il sindaco di Roma Capitale
« Risposta #51 il: 07 Giu 2016, 15:06 »
era un evidente paradosso, a significare che non è lo scontrinismo in se a fare qualità
Re:Ballottaggio per il sindaco di Roma Capitale
« Risposta #52 il: 07 Giu 2016, 15:09 »
forse è meno merda chi ne investe 80 come vorrei io e il restante 20 si perde in mangiatoie a chi ne investe 100 rendicontati al centesimo in un senso totalmente diverso e razzista

dici che la raggi coi quei soldi ce fa i campi de concentramento?

Offline Rorschach

*****
12698
Re:Ballottaggio per il sindaco di Roma Capitale
« Risposta #53 il: 07 Giu 2016, 15:15 »
Il PD romano però è quello che fa cadere Marino davanti al notaio, quello che aveva commistioni (minori rispetto alla destra) con Mafia Capitale, quello che ha creato questa situazione con Rutelli e Veltroni, affittopoli, sedi di partito che pagano una nocciolina e piani regolatori inesistenti con un occhio di riguardo sempre vigile verso i costruttori.

Io non so se la Raggi e i 5Stelle siano in grado di risolvere problemi creatisi in decine di anni dalla malagestione, ma sono certo che ricominciare a farsi qualche domanda concreta e un po' di pulizia non possa che fare bene (potrebbe anche essere una terapia d'urto, ahimè). Oltretutto sono gli unici con la forza politica per fare pulizia nelle municipalizzate.

Aggiungo anche che i casi di Parma e Livorno dovrebbero insegnarci che i 5S, quando necessario, sono anche più realisti del re.
Re:Ballottaggio per il sindaco di Roma Capitale
« Risposta #54 il: 07 Giu 2016, 15:17 »
no, ma secondo me sulla questione dei rom ha un approccio...come lo vogliamo definire?

è chiaro che se pensi in quel modo i soldi li spenderai in quel modo

legittimo eh! a destra questa sua uscita piacque assai


Offline Rorschach

*****
12698
Re:Ballottaggio per il sindaco di Roma Capitale
« Risposta #55 il: 07 Giu 2016, 15:26 »

Io mi trovo d'accordo al 100%.

Stessi diritti, stessi doveri.

Offline Zoppo

*****
17564
Re:Ballottaggio per il sindaco di Roma Capitale
« Risposta #56 il: 07 Giu 2016, 15:27 »
Intanto una simpatica giornalista bionda su la7 è scattata come una molla alla notizia di totti.

Secondo lei la dichiarazione sposta una fracchia di voti e con la raggi rimarrà solo qualche Laziale che a Roma valgono 0. Cito testuale...

P.S. non penso che andrò a votare.

Offline FatDanny

*****
36275
Re:Ballottaggio per il sindaco di Roma Capitale
« Risposta #57 il: 07 Giu 2016, 15:37 »


ah, danié, solo una cosa
la figura dell'interlocutore ha zero importanza se il suddetto interlocutore dopo aver interloquito con te non ha la minima idea di dove mettere le mani
se te piace tanto chiacchierà magari può anche andar bene, ma se poi vuoi quaglià forse non va più bene
a ostia, per fare un esempio geograficamente non lontano, non mi risulta che i geni del dialogo siano stati in grado di identificare con chi stavano parlando
e, per finire, sui migranti hai banalizzato fb mode
non è affatto vero che quelli là strizzino l'occhio alle cooperative pe fà magnà gli amichetti
è successo magari ad alcuni esponenti, ma ve ne sono altrettanti che hanno fatto molto per l'accoglienza
se a bilancio hai 100 da investire in questo ambito, forse è meno merda chi ne investe 80 come vorrei io e il restante 20 si perde in mangiatoie a chi ne investe 100 rendicontati al centesimo in un senso totalmente diverso e razzista
e, per concludere, stigrancazzi del capitano, dello stadio o del tifo, manco all'asilo

I campi rom (su cui si discuteva del razzismo della raggi) sono un'invenzione tutta attribuibile alle giunte di centrosinistra. Una mostruosità dovuto ad un preciso modello di gestione del problema. Razzista.
alludere ad una presunta differenza tra la gestione PD (nota) e quella pentastellata (ignota) non si capisce su cosa si basi.
Sicuramente non dalle dichiarazioni, visto che posso trovarti dichiarazioni analoghe a quelle della raggi da parte dei vari Veltroni, Rutelli, Marino, ecc.
E dunque non capisco: come mai questo scandalo che ha colto MO sulla via Ostiense tanto da divenire pregiudiziale essenziale sulla Raggi non lo è stato in passato sui citati? Mi sembra che l'argomento sia usato in modo "leggermente" strumentale (non da te, ma in città assolutamente si).


Sull'interlocutore e le sue capacità: conosco quelli del PD, locali e nazionali, e sono altrettanto incompetenti sul piano tecnico. Pari pari. Sta cosa della "professionalità" è una panzana che il PD e i suoi amici usano a ruota libera per screditare i 5 stelle.
Ma è un argomento davvero risibile, ricorda le scie chimiche. Perché come le scie chimiche usa l'apparenza per nascondere quel che avviene in sostanza.

E' una panzana perchè a "mettere le mani" non ci pensano i politici (i quali stabiliscono l'indirizzo), ma i tecnici, i funzionari, che restano gli stessi a prescindere da chi eleggi. Sono loro che nelle istituzioni dispongono le misure sulla base degli indirizzi. I politici, TUTTI, del profilo tecnico non ci capiscono una beneamata ceppa, che siano eletti con SeL o con Forza Nuova e tutto quello che ce sta in mezzo, tranne alcune eccezioni per motivi professionali.
Ma va anche bene perché il loro compito non è tecnico, ma politico.
Non è che gli amministratori (o i politici) del PD abbiano quindi una maggiore competenza tecnica. Parimenti a come avverrebbe con la raggi chiederebbero ai tecnici di redigere le misure adeguate a dare corso all'indirizzo.

Motivo per cui il dialogo che tu riduci a "chiacchiere" è in realtà l'aspetto essenziale che dovrebbe caratterizzare una giunta, purtroppo ormai perso perché ormai tutto è governance e la politica manco sappiamo più ndo sta de casa.
La politica invece serve proprio a chiacchierà, fare in modo che le chiacchiere portino ad una soluzione condivisa che poi viene tradotta in dispositivi giuridici dai tecnici.
Oggi invece le chiacchiere stanno a zero, decide direttamente il governo, comunica al comune ciò che deve fare e quello si fa. Punto.
Il debito causato dall'alto lo deve pagare la città. Punto. Svendita del patrimonio, privatizzazione dei servizi (così magna pure qualche amico) e chi protesta guardie. Punto. Questa è la governance del PD.

Se permetti tra questo scenario e la possibilità che offre la Raggi (contraddittoria, abbozzata, ingenua) me prendo la seconda tutta la vita.
Perchè almeno mi consente di avere delle POSSIBILITA'. quelle che risultano essere 0 con Giachetti Sindaco.


EDIT: evito di parlare di accoglienza perché la questione è delicata (anche sul piano giuridico) e non mi voglio esporre. Ne riparliamo dal vivo.
Re:Ballottaggio per il sindaco di Roma Capitale
« Risposta #58 il: 07 Giu 2016, 15:38 »

Stessi diritti, stessi doveri.

quale metodo?

quello dell'integrazione o quello del "annate a lavorà!" (di raggiana memoria)

tutto qui. perchè chiudere i campi e facile. ma dopo che si fa?

gli si da casa? lavoro? non so, dite voi...

ma non è che qualcuno si incazza se si da casa e lavoro ai rom?

pongo domande, eh?
Re:Ballottaggio per il sindaco di Roma Capitale
« Risposta #59 il: 07 Giu 2016, 15:39 »
dici che la raggi coi quei soldi ce fa i campi de concentramento?


razionalmente no, ma confesso un recondito timore di ciò che potrebbe accadere se le indicazioni del direttorio a loro volta spinte dal populismo e dall'agente dovessero arrivare in tal senso
in ogni caso, se per paura delle distorsioni di mafia capitale la proposta è di chiudere il flusso di denaro alle cooperative che operano sul campo, il sistema di accoglienza collassa
non investire quei soldi, pertanto, è già  di senso razzista
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod