Crisi ucraina

0 Utenti e 25 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline Laziolubov

*
2999
Re:Crisi ucraina
« Risposta #6200 il: 17 Nov 2022, 15:20 »
scusa ma vado veloce. non metto in dubbio la tua competenza in fatto di missili (io sto a zero), ma ho letto che dopo il ritiro da kherson city i russi hanno distrutto i ponti sul dnepr, incluso quello piu famoso (antonovsky?). se ne deduce che erano ancora tutti in piedi. domanda: secondo te, come mai?

poi: tu che sei un discepolo della storia, saprai che durante ww2 (42 mi pare) i sovietici hanno dovuto riconquistare nikolaev che era stata presa dai nazisti (tedeschi e ucraini uniti, che ne massacrarono la popolazione, ma non rivanghiamo). all’epoca i sovietici avevano kherson, che e’ a 50Km ca da Nikolaev e non c'e' un fiume di mezzo. eppure per prendere nikolaev non passarono da kherson. domanda: secondo te, come mai? [spoiler alert: secondo me passeranno da li' pure stavolta. la guerra durera' ancora a lungo]

(nota comunque che io ho scritto che gli usa usciranno a pezzi dalla guerra economica non dall'ucraina; ma se insisti ancora un po' mi convinci :DD)
pazzesco, ancora con questi vaneggiamenti di tedeschi e ucraini uniti insieme senza conoscere nulla di nulla. L'Ucraina ha combattuto contro i Nazisti avendo il 100% del territorio occupato per anni in confronto al 3% del territorio russo occupato. L'ucraina ha perso nella lotta contro i nazisti tra civili e militari il 16% della popolazione al contrario dei russi che hanno perso il 12% inferiore anche ovviamente ai bielorussi e ai paesi baltici dal momento che sono le repubbliche assieme all'ucraina che hanno dovuto affrontare l'impatto maggiore della guerra. A Parte Stalingrado le battaglie più risolutive della seconda guerra mondiale si sono svolte in ucraina e zone limitrofe, le tre battaglie di Kharkiv, la battaglia di Kursk, la battaglia della sacca di Korsun a Cherkasy dove il primo fronte ucraino e il secondo fronte ucraino accerchiarono i tedeschi che persero più uomini che a stalingrado. Timoshenko era il generale ucraino a capo del fronte sud, gli Italiani combatterono essenzialmente in Ucraina contro gli ucraini anche se nella nostra profonda ignoranza parliamo di ritirata in russia. C'erano anche una parte di ucraini, diciamo 100.000 su 40 milioni che affiancarono i tedeschi? Certo, e ci mancherebbe non ci fossero stati. Gli Ucraini provenivano dall'olocausto dell'Holodomor causato da Stalin che costò la vita a circa tre milioni di persone, l'unico olocausto con tanto di foto simili paragonabile a quello ebraico, Hitler del 1941 era un qualsiasi dittatore come ce n'erano un tanto al chilo a quei tempi in Europa, peraltro alleato di Stalin per due anni. Per alcuni, e ripeto una estrema minoranza era senz'altro meglio di stalin. Poi nella nostra assoluta ignoranza pensiamo che questo fenomeno sia avvenuto solo in Ucraina, lo sai quanti furono stimati i cittadini dell'unione sovietica che combatterono fino alla fine di fianco ai tedeschi? Circa un milione, tra i quali ucraini, bielorussi, baltici, altre nazionalità e, ucci ucci anche tanti russi dal momento che di oppositori stalin ne aveva da vendere. Romper ancora il caxxo agli ucraini che nella lotta contro i nazisti hanno perso un sesto della popolazione, da parte di italiani poi che dei nazisti erano alleati e andarono in ucraina ad uccidere ucraini è veramente troppo penoso per essere commentato. E qui chiudo perché di deliri sull'Ucraina in questi post ne leggo talmente tanti che mi ci vorrebeb un altro lavoro per rispondere a tutti. p.s. studiate sui libri non sui giornali p.p.s. l'Ucraina sta combattendo contro i nazisti (che non bevono birra a Monaco ma Vodka a Mosca ma sempre nazisti sono) anche nel 2022

Offline Aquila1979

*
3357
Re:Crisi ucraina
« Risposta #6201 il: 17 Nov 2022, 17:22 »
adoro la storia.
i russi hanno preso sberle su sberle fino a che non avevano dietro gli USA, la loro industria e i loro soldi.
cosa che ha adesso l'ucraina.

ovviamente mi riferisco in primis alla celeberrima Lend-Lease Act e al supporto logistico.
supporto di cui i russi avrebbero bisogno anche ora, visto che si sono dovuti ritirare dall'ennesima città cardine, dopo aver reso i propri soldati carne da macello
Re:Crisi ucraina
« Risposta #6202 il: 18 Nov 2022, 09:29 »
Re:Crisi ucraina
« Risposta #6203 il: 20 Nov 2022, 08:34 »
della serie “shocking news”:

Yellen says price cap on Russian oil will benefit China (reuters)
stupore… sarebbe bello che qualcuno chiedesse alla EU “e allora perche’ insistete?” ma vabbe’

US Finds Others Aligned Against It in Saudi-Sparked Oil Row (YF)
When US President Joe Biden accused Saudi Arabia of siding with Russia over oil, Riyadh cast itself as an emerging power that stands up to Washington and looks after its own interests - and that’s been winning cheerleaders. (…) The oil row exposes a broader shift, with countries willing to push back against or question US influence, even if that runs counter to their immediate economic interests.

esempi recenti di “cheerleaders” che vanno “counter to their immediate economic interests”:

1) india: At top-level meeting in Sept, Govt took call to double Russia trade (Indian express)
(nota: faranno tutto senza usd) la cosa divertente e’ che gli indiani hanno reso questi accordi di pubblico dominio dopo che uno dell’amministrazione biden in un press briefing ha spiegato all’india che il suo interesse nazionale sta nel recidere i rapporti con la russia:
Department Press Briefing – November 8, 2022 (state.gov)
There have been a number of countries that have learned the hard way of the fact that (...) Russia is far from reliable in any realm. So it is not only (...) of the collective interests that India decrease its dependence on Russia over time, but it’s also in India’s own bilateral interest
e casualmente, un paio di giorni dopo, esce quella notizia… (consiglio: andate a rileggere gli editoriali sui veri rapporti fra russia e india usciti dopo l'incontro Putin-modi a Samarcanda)

2) jpn: Japan retains stake in Russia's Sakhalin 1 oil project (mainichi)
quindi il jpn, che avrebbe potuto tirarsene fuori, ha deciso di restare a sakhalin-1, che ora e’ una partnership a 3 rus-india-jpn (ricordiamo sempre che il jpn si e’ tirato fuori da qualunque misura anti-russi sull’energia del g7, quindi ogni volta che leggiamo g7 in realta’ e’ g6)

3) Cina, India (ancora), Turchia e altri in Asia: The Great Russian Oil Switch Is Gathering Momentum (YF)
(consiglio: andate a rileggere gli editoriali che sostenevano che, per mille motivi dottissimi, la russia non avrebbe mai potuto sostituirci con altri compratori di energia, proprio per un fatto aritmetico...) e ovviamente
Russian gas supplies to China paid in yuan and rubles — Novak (tass)
supplies of oil and petroleum products are also being proactively shifted to national currencies

4) polonia: Poland wants to buy Russian oil next year despite plans to abandon it — Kommersant (tass)
The largest Polish oil refinery Orlen has submitted an application to Russian oil pipeline operator Transneft for the supply of 3 million tons of Russian oil through the Druzhba pipeline in 2023, despite plans to abandon Russian oil purchases, the Kommersant business daily reported on Wednesday, citing sources. (…) Despite the imminent start of the EU embargo on Russian oil (comes into force on December 5), "the organization of supplies is going as planned," the company’s representative added.

5) USA: US Quietly Asks Banks to Keep Some Ties With Russia, Even as Congress Balks (bloomberg)

+ ovviamente anche noi europei ma non si dice (l’ultima e’ quella sulle assicurazioni delle petroliere e sui tratti di mare chiusi alle navi che hanno assicurazioni di paesi EU, cosa che fra qualche settimana secondo me ci dara’ molti titoli divertenti sulla turchia)


Dal pianeta in cui opera la Fed:

Dollar Gains on Hawkish Fed Comments (globe & mail)
Minneapolis Fed President Kashkari said he's not seeing much evidence of underlying demand cooling and that the Fed is "not there yet" on ending its progression of interest rate hikes.
quindi la fed dice che la domanda in usa non sta calando. intanto:

Ocean freight orders are signaling a big drop in consumer demand (Cnbc 3 ott 22)
The global shipping industry is facing a new problem — too many containers (Cnbc nov 22)
Italian container depot owner Sogese chief executive Andrea Monti told Container xChange his depots are full. “Whatever was coming in and out of, for instance, our Milan depot is quite stuck. And the container volume at the depots is increasing to an extent that we are returning some requests for depot service agreements.” “We are in a situation where we are not able to accept new clients for some locations.” (…)
“We know already that the market is bearish on consumer demand because of multiple factors like recessionary fears and inflationary risks,” a Container xChange spokeswoman told CNBC. “So of course, there is a significant dent in consumer demand which then leads to less demand for freight and cargo, and therefore, a proportionate dent in container demand globally.” Shippers are giving containers away to reduce crowding at depots while many have resorted to blank sailings, Container xChange added.

(Bearish = in calo)

FedEx Freight to begin driver furloughs next month (freightwaves)
furlough=cassa integrazione. l’america funziona tramite lo spostamente di merci su ruote di gomma mosse da motori diesel. il fatto che fedex riduca l’organico significa che si consuma di meno.

Amazon founder Jeff Bezos warns a recession is looming - and Americans should 'prepare for the worst’ (MI)
nota: amazon sta licenziando 10k persone in usa (la fine delle vacche grasse della pandemia ha fatto venire fuori i veri costi della logistica ora che si consuma di meno)

The cracks in the US Treasury bond market (FT)
The fact the Treasury department has begun discussing the prospect of buying back some of the most illiquid Treasury bonds, says HSBC’s Major, is an implicit acknowledgment that faltering demand has begun to cause problems.

eccetera eccetera. insomma la fed fa una cosa da una parte e la treasury discute di fare il suo opposto dall’altra, tipo BCE e governi europei. in europa la commedia e’ durata 6 mesi (marzo-settembre) ed e’ finita quando la germania si e’ sganciata. in usa e’ all’inizio. vediamo quanto dura.

(per ora stendo un velo pietoso sulla vicenda FTX-Ucraina…)

Altro:

Exclusive: Germany steps up emergency cash plans to cope in blackout (reuters)

"Danger of de-industrialization in Germany is real" (die welt)
intervista al capo dell’SPD, il partito di Scholz

U.K. economy in recession for first time since 2008 (cnbc)
At the heart of Hunt's proposals is a painful mix of tax increases and public spending cuts, aimed at filling what economists have described as a "massive black hole" in the government's finances — a gap of about $64 billion. (…) In taxation, the threshold to trigger payment of the top income tax rate, 45%, will fall from £150,000 to just over £125,000 per year. That and other thresholds were to be frozen for two years, which means that as people make more money — wages are up 5.5% year on year, though not keeping up with inflation at 11.1% — millions of people will eventually be pushed into higher tax brackets. (…) "The overall result, therefore, is that fiscal policy will be tightened materially next year, amplifying the recession already underway," Samuel Tombs, Chief U.K. Economist at Pantheon Macroeconomics, said in an analysis.

U.S. judge strikes down Biden's student debt relief plan (reuters)
Re:Crisi ucraina
« Risposta #6204 il: 20 Nov 2022, 08:46 »
fra l'altro leggevo che il missile che e’ finito in polonia era radar-guided da terra e ha fatto una traiettoria balistica. se capisco bene come funzionano questi missili (non ne sono certo) questo implica due cose:
1) che, prima di lanciarlo, qualcuno a terra ha dovuto puntare un radar verso la polonia (i radar delle postazioni antimissile ucraine dovrebbero essere tutti puntati verso sud e verso est);
2) tutti conoscevano da subito la traiettoria del missile, la nato come la russia. quindi tutti sapevano da subito di chi era sto missile, anche senza le foto dei frammenti (e’ ovvio, ma nella concitazione uno se lo scorda).
sarebbe anche bello capire perche’ il missile non e’ esploso in aria (immagino ci siano meccanismi di controllo per impedire questi incidenti) ma vabbe'. 
in ogni caso assumerebbero un altro profilo le invocazioni di articolo 5 fatte da subito da polonia e baltici (frenate altrettanto rapidamente da biden, che un’ora dopo la cosa aveva gia’ detto pubblicamente che il missile era ucraino). cosi’ come cambierebbe profilo la “strana” insistenza di zelenskyy sul fatto che il missile non era loro. mettiamola cosi’: se non e’ stato un errore ma un atto deliberato, zelenskyy probabilmente non ne sapeva nulla. buon segno per lui! comunque meno male che i russi si stanno autodistruggendo, altrimenti con questa nato rischieremmo di spararci addosso uno con l'altro...
Re:Crisi ucraina
« Risposta #6205 il: 20 Nov 2022, 09:01 »
A proposito di missili…

https://www.open.online/2022/11/18/sentenza-volo-mh17-2014-missile-ucraina-donbass-russia/


Ma quindi, leggendo l'articolo, i 18 mila morti dal 2014 in donbass, se non un evidenza di sterminio, che cosa rappresentano?

Offline Vincelor

*
5764
Re:Crisi ucraina
« Risposta #6206 il: 20 Nov 2022, 09:42 »
Secondo un rapporto ONU e altre fonti, 3000 sarebbero civili, 5000 militari ucraini e 6000 militari filorussi
Re:Crisi ucraina
« Risposta #6207 il: 21 Nov 2022, 08:44 »
Secondo un rapporto ONU e altre fonti, 3000 sarebbero civili, 5000 militari ucraini e 6000 militari filorussi

Io ricordavo numero un po' diversi, comunque i 6000 militari credo siano assimilabili a civili poi combattenti (una parte non saranno ucraini), ma vanno considerati gli sfollati costretti ad abbandonare la propria terra

La sensazione è che si tenda a raccontare la storia come fa più comodo e negare realtà non gradite

Offline Vincelor

*
5764
Re:Crisi ucraina
« Risposta #6208 il: 21 Nov 2022, 08:47 »
D'accordo. La disinformatia della propaganda russa ha una lunga e consolidata tradizione
Re:Crisi ucraina
« Risposta #6209 il: 21 Nov 2022, 08:58 »
D'accordo. La disinformatia della propaganda russa ha una lunga e consolidata tradizione

Certo.. invece quella italiana fischia
Re:Crisi ucraina
« Risposta #6210 il: 23 Nov 2022, 14:10 »
gli ultimi giorni hanno dato grandi soddisfazioni a chi segue ancora le sanzioni, tipo io…

della serie “Toto’ e peppino sanzionano la Russia”:

Times: Britain imports Russian oil worth over $230 million via legal loophole (msn)

EU, Azerbaijan plan gas deal in pivot away from Russia (reuters)
Attenzione! “pivot away from Russia”… stai a vedere che il gas azero nonostante sia pochissimo bastera’ a sostituire quello russo, come dicevano quelli… pensa te. poi vai e leggere e scopri che no, l’azerbaijan il gas in effetti non ce l’ha, ma ha le pipelines. che e’ gia’ qualcosa. basta trovare il gas. quindi la domanda e’: se questo accordo andra’ in porto (non e’ detto, perche’ c’e’ da perderci la faccia), da dove arrivera’ il gas che scorrera’ in quei tubi? Hint:
Russia's Gazprom starts gas shipments to Azerbaijan (anadolu)
(notare che in germania hanno gia’ arrostito scholz per questa roba)

Bulgaria to let Russian oil refinery export despite EU ban (Abc news)
“We achieved something very important: from January 1, 2023, Lukoil will transfer all production, revenues and taxes to be paid in Bulgaria, and not, as it was before, in the Netherlands or Switzerland,” Bulgarian Deputy Prime Minister Hristo Alexiev said after talks with managers of the Russian oil company. (…) Officials from the EU country assert that the oil products it exports will be Bulgarian. “The oil products derived from Urals oil will originate from Bulgaria and can be exported,” Deputy Finance Minister Lyudmila Petkova said Monday, referencing Russia's export grade of crude.
cioe' noi compreremo petrolio “azero”, altri petrolio “bulgaro” ecc ecc. e la Bulgaria giustamente fa i salti di gioia e se ne vanta. e’ veramente meraviglioso

notare che in questi giorni g7 ed eu stanno discutendo su dove mettere il cap al prezzo del petrolio russo. e, vista la situazione (tutti sanno che qualunque cap verra’ aggirato senza il minimo problema), per non perdere completamente la faccia hanno dovuto annacquare il tutto:
EU Softens Russian Oil Price-Cap Plan Ahead of Approval (bloomberg)
(il periodo iniziale di 45 giorni in cui il cap c’e’ e non c’e’ e dopo il quale si potrebbe rivedere tutto e’ una mossa particolarmente chic)

4 notizie in fila:
OPEC+ Eyes Output Increase Ahead of Restrictions on Russian Oil (WSJ)
Oil Edges Lower in Volatile Session Amid OPEC-Headline Turmoil (bloomberg)
Saudi denies oil output hike discussion, says OPEC+ may cut if needed (reuters)
Oil rises after Saudis deny report of OPEC+ supply increase (cnbc)
il tutto nel giro di 8 ore. il petrolio sale e ora sta salendo pure il gas

QATARENERGY AND SINOPEC SIGN A 27-YEAR 4 MILLION TONS PER ANNUM LNG SUPPLY AGREEMENT TO CHINA (qatarenergy)
nell’attesa di firmare il mitologico contratto con la germania, il qatar ne ha firmato uno di 27 anni con la cina. notizia da prima pagina, ma figurati. prima che qualcuno se ne esca con “a-ha, allora mollano la russia!”, faccio notare che si parla di LNG. e’ piu’ probabile che, per i cinesi, il qatar sostituisca gli usa: https://csis-website-prod.s3.amazonaws.com/s3fs-public/211206_Tsafos_LNG_Relations.png

intanto pero’ la germania a modo suo si muove:
Floating LNG terminals significantly more expensive than planned (spiegel)
6BEur l’uno invece di 3, costi di manutenzione raddoppiati. Lo dico io: questi floating terminals non si faranno mai. La cosa interessante non e’ la cosa in se ma il fatto che  i tedeschi l’abbiano detto. Ripeto: dopo il misterioso attentato a NS2 hanno cambiato registro.

nel frattempo:
Boris Johnson's Ukraine blast: Former Prime Minister claims Germany wanted country to crumble quickly after Russia invasion and France was 'in denial' until troops went in (daily mail)
operazione di killeraggio di bojo (sicuramente all'insaputa degli usa) contro ger, fra e noi. il tutto mentre la EU discute su una cosa fondamentale:
European Parliament declares Russia to be a state sponsor of terrorism (europa.eu)
pensate che discrasia esiste all’interno dell’unione europea fra i paesi e l’establishment di bruxelles…

poi ci sarebbe quello che ha detto duda (pres polonia) al comico che si e’ spacciato per macron (in pratica, che nessuno al governo in polonia vuole un conflitto coi russi ma non gli conviene dirlo ai polacchi…), ma quella e’ proprio una comica vera, professionale
Re:Crisi ucraina
« Risposta #6211 il: 26 Nov 2022, 09:12 »
Ukrainian energy systems on brink of collapse after weeks of Russian bombing (Wapo)
As the scope of damage to Ukraine’s energy systems has come into focus in recent days, Ukrainian and Western officials have begun sounding the alarm but are also realizing they have limited recourse. Ukraine’s Soviet-era power system cannot be fixed quickly or easily. In some of the worst-hit cities, there is little officials can do other than to urge residents to flee (…) But it is the autotransformers — the “heart” of the substations, in the words of Kudrytskyi — that are at the top of the Ukrainians’ list of needs and the key to keeping the country’s electrical grid functioning. The Ukrainians have tried to buy up every autotransformer they can find, going as far as South Korea to purchase them, but they still need to place orders for more to be built. (…) The targeting of the gas supply was a critical development, said Victoria Voytsitska, a former member of parliament now working with civil society groups on getting Ukraine the equipment it needs. If Moscow takes out the gas system, she said, cities and villages across the country could become “uninhabitable.”
in pratica, in ucraina e’ tutto in mano ai russi, perche’ se vogliono possono rendere il paese inabitabile senza che nessuno possa fermarli. quindi:
Ukraine Update: Millions of Ukrainians May Have Life-threatening Experience This Winter, Says WHO
Hans Kluge, the WHO regional director for Europe, has warned: Up to three million Ukrainians are expected to migrate “in search of warmth and safety.” Kluge made this warning on Monday during a press conference in Kiev.
a quel punto, quello che meloni ha detto tempo fa sugli immigrati africani (per fermarli bisogna cacciare gli europei dall’africa) potrebbe essere ritirato fuori da qualcuno qui, solo per gli ucraini invece degli africani. considerate che nel 2015 nella eu stavamo coi coltelli alle gole per ca 1 mln di immigrati. qui si parla ufficialmente del triplo (cioe’ in realta’ sono molti di piu’ del triplo)

e, giusto per evitare che a qualcuno venga in mente di dire che solo dei russi crudeli e disumani possono arrivare a distruggere la rete elettrica di un paese, conviene ricordare per es. che
NATO Warplanes Jolt Yugoslav Power Grid (Wapo, 1999)
oppure leggere
Strategic Attack of National Electrical Systems (defense.gov)
che inizia cosi’: The United States Air Force has long favored attacking electrical power systems. Electric power has been considered a critical target in every war since World War II, and will likely be nominated in the future.
(l’iraq in pratica non si e’ piu’ ripreso dalla distruzione della sua power grid)

In Kherson city, sympathies for Russia complicate reintegration into Ukraine (Wapo)
Ukraine to begin voluntary evacuation from Kherson: Deputy PM (AJ)
quindi kherson era una polpetta avvelenata. come kharkov (zero conseguenze). come izyum (zero conseguenze). come altre cose che verranno.

Ukrainian soldiers put through their paces on UK-led crash course (Forces)
domanda: come mai queste reclute ukraine sostengono 5 settimane di training invece di 6 mesi? Una risposta possibile e’ questa: perche’ la vita media di un combattente ucraino in guerra e’ inferiore dei 6 mesi che servirebbero per il training. notare che, contemporaneamente, i russi si stanno prendendo tutto il tempo del mondo per riportare le loro riserve al livello di poter combattere, perche’ il tempo e’ tutto dalla loro parte. e, quando saranno pronti, riprenderanno a lavorare sul terreno. cosa che alla nato sicuramente sanno benissimo.

Ukraine as Weapons Testing Site (consortium)
A surprisingly frank article in The New York Times, “Western Allies Look to Ukraine as a Testing Ground for Weapons” describes how the imperial war machine is capitalising on the U.S. proxy war to test its weapons for future use. (…) At some point The New York Times article was re-headlined, going from “Western Allies Look to Ukraine as a Testing Ground for Weapons” to the slightly less obvious “For Western Weapons, the Ukraine War Is a Beta Test.”
News that the West is using Ukraine to test weapons systems for future wars aligns with recent comments by the commander of the U.S. nuclear arsenal that the proxy war is a test run for a much bigger conflict that’s on its way.
“This Ukraine crisis that we’re in right now, this is just the warmup,”  U.S. STRATCOM head Charles Richard told a naval conference earlier this month. “The big one is coming. And it isn’t going to be very long before we’re going to get tested in ways that we haven’t been tested [in] a long time.”

come dicono gli americani: let that sink in

secondo me qui siamo talmente annebbiati da decenni di guerre totalmente asimmetriche combattute lontanissimo da casa nostra (shock-and-awe, carpet bombing e roba simile) che non capiamo piu’ cos’e’ una guerra vera. dove non vinci conquistando territorio ma conservando i soldati. dove devi pianificare per anni. dove devi fare economia di forze. dove devi preparare riserve e mettere un pezzo dell’economia a servizio. che e’ quello che stanno facendo i russi. e noi, invece di capirlo e di capire dove questo inevitabilmente portera’, esultiamo quando scelgono di lasciare un pezzo di terra per conservare uomini. dimenticando che gli ucraini temevano (giustamente) la trappola prima di entrarci e che hanno deciso de facto di mollarlo dopo un paio di photo-ops a nostro uso e consumo. dimenticando che 2 mesi fa la power grid ucraina era in piedi, oggi praticamente non esiste piu’. dimenticando che ora, oltre alle armi (che pare comincino a scarseggiare), dobbiamo mandare anche trasformatori e stufe (che per inciso non abbiamo). questo e’ quello che quel demente di stoltenberg e’ riuscito a dire ieri:
NATO chief: Brutal strikes sign Putin is failing in Ukraine (F24)
e questa era kiev ieri sera:



e l’inverno e’ appena iniziato. come si fa a credere che questa guerra possa non finire in un disastro totale (per gli ucraini in primis, e per noi europei a ruota) per me e’ un assoluto mistero.
Re:Crisi ucraina
« Risposta #6212 il: 27 Nov 2022, 08:53 »
Terrei d'occhio anche i fatti in Bielorussia visto che sembra che politici di alto livello stiano facendo una brutta bfine

Offline genesis

*****
21866
Re:Crisi ucraina
« Risposta #6213 il: 27 Nov 2022, 14:29 »
a quel punto, quello che meloni ha detto tempo fa sugli immigrati africani (per fermarli bisogna cacciare gli europei dall’africa) potrebbe essere ritirato fuori da qualcuno qui, solo per gli ucraini invece degli africani. considerate che nel 2015 nella eu stavamo coi coltelli alle gole per ca 1 mln di immigrati. qui si parla ufficialmente del triplo (cioe’ in realta’ sono molti di piu’ del triplo)

Non c'è problema.
Sono bianchi e, anche se ortodossi, cristiani.
Le donne ucraine sappiamo che riscuotono simpatia presso gli uomini italiani.
Tamponiamo, in questo modo, l'inverno demografico.

come si fa a credere che questa guerra possa non finire in un disastro totale (per gli ucraini in primis, e per noi europei a ruota) per me e’ un assoluto mistero.

Tutte le guerre finiscono in un disastro totale.
Come ha scritto un utente, la Russia è un paese arretrato dal punto di vista tecnologico ed economico.
Fino a quando reggerà ?

Online Invictus

*
5182
Re:Crisi ucraina
« Risposta #6214 il: 27 Nov 2022, 14:54 »
Non c'è problema.
Sono bianchi e, anche se ortodossi, cristiani.
Le donne ucraine sappiamo che riscuotono simpatia presso gli uomini italiani.
Tamponiamo, in questo modo, l'inverno demografico.

Tutte le guerre finiscono in un disastro totale.
Come ha scritto un utente, la Russia è un paese arretrato dal punto di vista tecnologico ed economico.
Fino a quando reggerà ?
La Russia è nella top 10 nel mondo come PIL nominale e anche come tecnologia. Non è assolutamente arretrata ne economicamente ne tecnologicamente.

Online Invictus

*
5182
Re:Crisi ucraina
« Risposta #6215 il: 27 Nov 2022, 15:12 »
Secondo il quotidiano statunitense Politico, i massimi funzionari europei sono furiosi con l'amministrazione democratica a guida Biden e accusano gli americani di aver fatto fortuna con la guerra a discapito degli europei in sofferenza. "Il fatto è che, a guardar bene, il paese che trae maggior profitto da questa guerra sono gli Stati Uniti perché vendono più gas e a prezzi più alti e perché vendono più armi", ha detto a Politico un alto funzionario. "Siamo davvero in un momento storico, l'America deve rendersi conto che l'opinione pubblica sta cambiando in molti paesi della UE". Il capo della diplomazia UE Borrell ha invitato Washington a rispondere alla preoccupazioni europee:"Gli americani - nostri amici - prendono decisioni che hanno un impatto economico su di noi" ha detto in un'intervista al nostro quotidiano. Il punto di maggiore tensione è stato raggiunto riguardo ai sussidi e alle tasse "verdi" di Biden che secondo l'UE allontanano ingiustamente il commercio dalla UE e minacciano di distruggere l'industria europea. Nonostante le obiezioni formali dell'Europa, finora da Washington non sono arrivati segnali di cedimento.
Allo stesso tempo, lo sconvolgimento causato dall'invasione russa dell'Ucraina sta portando le economie europee in recessione, con inflazione alle stelle e una devastante compressione delle forniture energetiche, il che minaccia blackout e razionamenti per l'inverno in arrivo.
Nel tentativo di ridurre la dipendenza dalla Russia, i paesi UE si sono rivolti alle forniture di gas degli USA ma il prezzo che essi pagano è quattro volte superiore al costo dello stesso carburante nel mercato interno americano. In più, va considerato il probabile aumento degli ordini di armamenti di fabbricazione americana visto il progressivo svuotamento degli arsenali dovuto agli invii di armi in Ucraina.
Ministri e diplomatici dei singoli paesi hanno espresso frustrazione per il modo in cui il governo Biden sta semplicemente ignorando l'impatto delle sue politiche economiche sugli alleati europei. Al momento della discussione del tema nel recente G20, il presidente USA sembrava semplicemente ignaro della questione, secondo un alto funzionario. Altri funzionari e diplomatici UE sono concordi nel ritenere che l'indifferenza americana sulle conseguenza per l'Europa sia un grosso problema e gli europei sono palesemente frustrati per la mancanza di informazioni e consultazioni preliminari.
L'energia americana, disponibile a costi migliori per le aziende USA, sta diventando un enorme vantaggio competitivo: ci sono aziende europee che stanno pianificando nuovi investimenti negli USA o addirittura stanno trasferendo le proprie attività al di là dell'Atlantico. Proprio questa settimana, la multinazionale chimica Solvay ha annunciato che sta scegliendo gli Stati Uniti per i nuovi investimenti: solo l'ultimo di una serie di annunci simili da parte dei principali giganti industriali dell'Unione Europea.

Online Invictus

*
5182
Re:Crisi ucraina
« Risposta #6216 il: 27 Nov 2022, 16:29 »
Secondo il New York Times, è praticamente accertato: 20 dei 30 paesi NATO hanno esaurito il loro potenziale per le forniture di armi all'ucraina. In totale, sono stati trasferiti all'Ucraina 40 miliardi di dollari, pari al bilancio annale della difesa Francese

Offline LaFonte

*
1462
Re:Crisi ucraina
« Risposta #6217 il: 27 Nov 2022, 16:40 »
Mi ero ripromessa di non scrivere più su questo topic ma lo faccio per postare un link ad alcune immagini impressionanti, esemplificative della situazione al fronte oggi. Russi e ucraini combattono in queste condizioni qua:
https://t.me/grey_zone/15942
e i combattenti sono così consapevoli delle somiglianze della situazione attuale con quella della I guerra mondiale che sono loro stessi a postare foto di Verdun affiancandole a quelle di Bakhmut https://t.me/grey_zone/15951
I miei timori peggiori si stanno avverando. Ormai sono un fatto la guerra che si prolunga e diventa di logoramento, il tritacarne per i soldati, le infrastrutture ucraine distrutte, il disastro per i civili.
Restano da avverarsi l'esodo biblico dei profughi e il collasso economico europeo. Siamo sulla buona strada. :(

Offline genesis

*****
21866
Re:Crisi ucraina
« Risposta #6218 il: 27 Nov 2022, 18:42 »
La più grande delusione viene dalla società civile russa.

Offline Aquila1979

*
3357
Re:Crisi ucraina
« Risposta #6219 il: 27 Nov 2022, 23:49 »
La più grande delusione viene dalla società civile russa.

I russi sono così da un paio di secoli, non credo possa esserci delusione.

Simpatica la faccenda dei russi che avanzano all’indietro… ma senza danni.
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod