Crisi ucraina

0 Utenti e 15 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline FatDanny

*****
37499
Re:Crisi ucraina
« Risposta #8520 il: 27 Set 2023, 10:39 »
Ammesso, e non concesso, che la Russia sia una superpotenza, non mi risultano fosse comuni di canadesi o messicani di cui responsabili siano stati gli USA. Solo per fare un esempio…

e ti risulta male allora, significa che non conosci minimamente la storia del Messico.
Senza contare poi i contras in nicaragua, il Cile di Pinochet e tutti gli interventi fatti dagli USA in america latina con una logica IDENTICA a quella russa attuale.
con fosse comuni, civili sterminati in massa perché appoggiavano la parte politica che non stava simpatica agli USA, gente gettata dagli elicotteri, ecc. ecc.
Tocca avere una memoria parecchio selettiva per scordarsi di questa roba. Oppure essere ignoranti sulla storia del XX secolo da quelle parti.

Dmitrij Gluchovskij (scrittore RUSSO)

p.s. sono anni che i russi con il cervello denunciano una trasformazione nazistoide della società russa sulle orme del proprio eterno imperialismo ma i presupponenti occidentali hanno sempre chiuso occhi e orecchie con l'imperdonabile presunzione di pensare di sapere sui russi più dei Russi stessi.



il fatto che sia RUSSO in sé non vuol dire niente.
Ci sono un sacco di scrittori ITALIANI che dicono un sacco di cazzate sulla politica italiana.
Se un argentino li prende a riferimento perché ITALIANI non conosce meglio la nostra situazione, al contrario la conosce distorta.
Quindi occorre andare nel merito. E nel merito guarda che i crimini di Putin e la deriva autoritaria russa era denunciata dalla sinistra radicale libertaria - quella non campista - quando ancora i liberali italiani ci andavano a braccetto perché faceva comodo. Quindi francamente che tu utilizzi questo argomento in questa discussione fa abbastanza ridere.
Come se qualcuno qui fosse filoputiniano. Io per contestare meeting con putin ci ho preso pure le botte, non so te.

Offline Lochino

*
106
Re:Crisi ucraina
« Risposta #8521 il: 27 Set 2023, 12:57 »
e ti risulta male allora, significa che non conosci minimamente la storia del Messico.
Senza contare poi i contras in nicaragua, il Cile di Pinochet e tutti gli interventi fatti dagli USA in america latina con una logica IDENTICA a quella russa attuale.
con fosse comuni, civili sterminati in massa perché appoggiavano la parte politica che non stava simpatica agli USA, gente gettata dagli elicotteri, ecc. ecc.
Tocca avere una memoria parecchio selettiva per scordarsi di questa roba. Oppure essere ignoranti sulla storia del XX secolo da quelle parti.

il fatto che sia RUSSO in sé non vuol dire niente.
Ci sono un sacco di scrittori ITALIANI che dicono un sacco di cazzate sulla politica italiana.
Se un argentino li prende a riferimento perché ITALIANI non conosce meglio la nostra situazione, al contrario la conosce distorta.
Quindi occorre andare nel merito. E nel merito guarda che i crimini di Putin e la deriva autoritaria russa era denunciata dalla sinistra radicale libertaria - quella non campista - quando ancora i liberali italiani ci andavano a braccetto perché faceva comodo. Quindi francamente che tu utilizzi questo argomento in questa discussione fa abbastanza ridere.
Come se qualcuno qui fosse filoputiniano. Io per contestare meeting con putin ci ho preso pure le botte, non so te.

Mettere sullo stesso piano Usa e Urss/Russia per me è assurdo. Solo per dirne una: gli Usa garantiscono benessere e prosperità. Se non fossimo stati sotto l'ombrello Nato oggi saremmo un Paese squallido e povero come lo sono stati tutti i Paesi del Patto di Varsavia e dell'Urss. Jugoslavia esclusa grazie alla lungimiranza di Tito che si sfilò immediatamente dopo aver capito l'andazzo russo.... 

Offline Lochino

*
106
Re:Crisi ucraina
« Risposta #8522 il: 27 Set 2023, 13:00 »
e ti risulta male allora, significa che non conosci minimamente la storia del Messico.
Senza contare poi i contras in nicaragua, il Cile di Pinochet e tutti gli interventi fatti dagli USA in america latina con una logica IDENTICA a quella russa attuale.
con fosse comuni, civili sterminati in massa perché appoggiavano la parte politica che non stava simpatica agli USA, gente gettata dagli elicotteri, ecc. ecc.
Tocca avere una memoria parecchio selettiva per scordarsi di questa roba. Oppure essere ignoranti sulla storia del XX secolo da quelle parti.

il fatto che sia RUSSO in sé non vuol dire niente.
Ci sono un sacco di scrittori ITALIANI che dicono un sacco di cazzate sulla politica italiana.
Se un argentino li prende a riferimento perché ITALIANI non conosce meglio la nostra situazione, al contrario la conosce distorta.
Quindi occorre andare nel merito. E nel merito guarda che i crimini di Putin e la deriva autoritaria russa era denunciata dalla sinistra radicale libertaria - quella non campista - quando ancora i liberali italiani ci andavano a braccetto perché faceva comodo. Quindi francamente che tu utilizzi questo argomento in questa discussione fa abbastanza ridere.
Come se qualcuno qui fosse filoputiniano. Io per contestare meeting con putin ci ho preso pure le botte, non so te.

Per me gli unici veri Liberali (e anche i veri Libertari, la sinistra che tu chiami Libertaria - per intenderci quella vicina alla Baraldini - di libertario non ha nulla) in Italia sono i Radicali. E non mi risulta che Pannella o Bonino abbiamo mai spartito nulla con Putin...

Offline Lativm88

*
6541
Re:Crisi ucraina
« Risposta #8523 il: 27 Set 2023, 13:01 »
 :dnk:

Offline FatDanny

*****
37499
Re:Crisi ucraina
« Risposta #8524 il: 27 Set 2023, 13:03 »
Mettere sullo stesso piano Usa e Urss/Russia per me è assurdo. Solo per dirne una: gli Usa garantiscono benessere e prosperità. Se non fossimo stati sotto l'ombrello Nato oggi saremmo un Paese squallido e povero come lo sono stati tutti i Paesi del Patto di Varsavia e dell'Urss. Jugoslavia esclusa grazie alla lungimiranza di Tito che si sfilò immediatamente dopo aver capito l'andazzo russo....

per niente ideologico, un'analisi lucida e che restituisce pienamente la complessità storica :lol:
se dicevi "è assurdo, noi siamo i buoni e loro i cattivi" sarebbe stato lo stesso.

Per me gli unici veri Liberali (e anche i veri Libertari, la sinistra che tu chiami Libertaria - per intenderci quella vicina alla Baraldini - di libertario non ha nulla) in Italia sono i Radicali. E non mi risulta che Pannella o Bonino abbiamo mai spartito nulla con Putin...

da come parli tu della sinistra libertaria non sai assolutamente nulla.
Anche perché sei andato a pescare Silvia Baraldini così, a caso.
Di solito questo è sentore di chi si avventura in terreni di cui non sa assolutamente nulla e di cui ha una visione stereotipata e semplicistica.

Offline Laziolubov

*
4765
Re:Crisi ucraina
« Risposta #8525 il: 27 Set 2023, 13:39 »
e ti risulta male allora, significa che non conosci minimamente la storia del Messico.
Senza contare poi i contras in nicaragua, il Cile di Pinochet e tutti gli interventi fatti dagli USA in america latina con una logica IDENTICA a quella russa attuale.
con fosse comuni, civili sterminati in massa perché appoggiavano la parte politica che non stava simpatica agli USA, gente gettata dagli elicotteri, ecc. ecc.
Tocca avere una memoria parecchio selettiva per scordarsi di questa roba. Oppure essere ignoranti sulla storia del XX secolo da quelle parti.

il fatto che sia RUSSO in sé non vuol dire niente.
Ci sono un sacco di scrittori ITALIANI che dicono un sacco di cazzate sulla politica italiana.
Se un argentino li prende a riferimento perché ITALIANI non conosce meglio la nostra situazione, al contrario la conosce distorta.
Quindi occorre andare nel merito. E nel merito guarda che i crimini di Putin e la deriva autoritaria russa era denunciata dalla sinistra radicale libertaria - quella non campista - quando ancora i liberali italiani ci andavano a braccetto perché faceva comodo. Quindi francamente che tu utilizzi questo argomento in questa discussione fa abbastanza ridere.
Come se qualcuno qui fosse filoputiniano. Io per contestare meeting con putin ci ho preso pure le botte, non so te.
aggiungi la Politkovskaja, Nemtzov, Kasparov e un elenco di giornalisti intellettuali tra quelli uccisi, in galera o in esilio che ci vuole un volume treccani, se poi tu non li conosci è irrilevante. Nemtzov faceva comizi nel 2014 in Russia strapieni di bandiere ucraine denunciando il piano decennale di conquista e annessione della Novorossia con tanto di mappe e piani di invasione mentre qui si blaterava e ci si eccitava con i "referendum" della Crimea, il Maidan, i neonazisti Ucraini la Nato e diecimila sipperò ridicoli e inconsistenti. Sono oramai almeno 10 anni che TUTTI i russi con il cervello e gli ucraini denunciano le precise mire espansionistiche di dominio e di sterminio come soluzione finale della "questione ucraina" mentre qua si delira di Nato e di nazisti ucraini esattamente come vuole e ha preparato puntigliosamente con sovvenzioni a destra e a sinistra, nel senso letterale del termine la macchina del cremlino. E tu mi parli di "uno" scrittore...

Offline Laziolubov

*
4765
Re:Crisi ucraina
« Risposta #8526 il: 27 Set 2023, 13:47 »
Poi io non parlavo dei putinieri dell'occidente, i Le Pen i Salvini, i Berlusconi, i Travaglio gli scarti residuati dei duecento partitini comunisti e dei movimenti neofascisti europei che vivono di quelle sovvenzioni quelli non li considero proprio, parlo degli occidentali democratici che hanno chiuso occhi e orecchie e che si sono bevuti qualsiasi pretesto che veniva da putin e che continuano a proporre infiniti sipperò. Poi se qualcuno si inalbera in risposta dicendo "ma io non sono putiniano" mi sa tanto di excusatio non petita

Offline FatDanny

*****
37499
Re:Crisi ucraina
« Risposta #8527 il: 27 Set 2023, 14:08 »
aggiungi la Politkovskaja, Nemtzov, Kasparov e un elenco di giornalisti intellettuali tra quelli uccisi, in galera o in esilio che ci vuole un volume treccani, se poi tu non li conosci è irrilevante. Nemtzov faceva comizi nel 2014 in Russia strapieni di bandiere ucraine denunciando il piano decennale di conquista e annessione della Novorossia con tanto di mappe e piani di invasione mentre qui si blaterava e ci si eccitava con i "referendum" della Crimea, il Maidan, i neonazisti Ucraini la Nato e diecimila sipperò ridicoli e inconsistenti. Sono oramai almeno 10 anni che TUTTI i russi con il cervello e gli ucraini denunciano le precise mire espansionistiche di dominio e di sterminio come soluzione finale della "questione ucraina" mentre qua si delira di Nato e di nazisti ucraini esattamente come vuole e ha preparato puntigliosamente con sovvenzioni a destra e a sinistra, nel senso letterale del termine la macchina del cremlino. E tu mi parli di "uno" scrittore...

No, io ti parlo del tuo sottolineare che sia RUSSO.
che non conta una mazza. Come non conta una mazza l'essere italiani di un sacco di scrittori o giornalisti che scrivono solo boiate sul nostro paese.

Io problema è che sei talmente preso a dire le tue cose, per un evidente trauma che già ti ho segnalato, da non renderti proprio conto di cosa ti si dice.
Non mi devi convincere di quanto sia merdoso il regime putiniano né che venga detto da dieci anni. Perché c'è chi lo dice pure da venti, se è per questo. Non servivano certo quelli da te citati.
Per altro tu parli con una persona che, a differenza delle correnti neostalinista, non ha mai considerato le "rivoluzioni arancioni" all'est o nel Mediterraneo come eterodirette dagli USA.
Quindi continui a colpire a vuoto in modo pretestuoso, non considerando invece che tra le duecento formazioni comuniste c'era chi si opponeva a quel che Putin faceva ben prima di quando ti sei scandalizzato te.
Lo faceva durante l'intervento in Siria, lo faceva per quanto accadeva in Cecenia, per i tatari in Crimea, per i pride sciolti con cariche e arresti, per le squadracce neonaziste lasciate libere di uccidere studenti africani a mosca.

Ma siccome tu ragioni per stereotipi gli occidentali hanno chiuso gli occhi e io in quanto di sinistra radicale antiamericano sono pro Putin.
Vivi di stereotipi perché sono quelli a cui ti sei aggrappato per via del suddetto trauma. Ma torno a dirti che non è il confronto in un forum che può aiutarti in merito. Ci vuole chi sa come agire in caso di stress post-traumatico

Offline Laziolubov

*
4765
Re:Crisi ucraina
« Risposta #8528 il: 27 Set 2023, 14:27 »
No, io ti parlo del tuo sottolineare che sia RUSSO.
che non conta una mazza. Come non conta una mazza l'essere italiani di un sacco di scrittori o giornalisti che scrivono solo boiate sul nostro paese.

Io problema è che sei talmente preso a dire le tue cose, per un evidente trauma che già ti ho segnalato, da non renderti proprio conto di cosa ti si dice.
Non mi devi convincere di quanto sia merdoso il regime putiniano né che venga detto da dieci anni. Perché c'è chi lo dice pure da venti, se è per questo. Non servivano certo quelli da te citati.
Per altro tu parli con una persona che, a differenza delle correnti neostalinista, non ha mai considerato le "rivoluzioni arancioni" all'est o nel Mediterraneo come eterodirette dagli USA.
Quindi continui a colpire a vuoto in modo pretestuoso, non considerando invece che tra le duecento formazioni comuniste c'era chi si opponeva a quel che Putin faceva ben prima di quando ti sei scandalizzato te.
Lo faceva durante l'intervento in Siria, lo faceva per quanto accadeva in Cecenia, per i tatari in Crimea, per i pride sciolti con cariche e arresti, per le squadracce neonaziste lasciate libere di uccidere studenti africani a mosca.

Ma siccome tu ragioni per stereotipi gli occidentali hanno chiuso gli occhi e io in quanto di sinistra radicale antiamericano sono pro Putin.
Vivi di stereotipi perché sono quelli a cui ti sei aggrappato per via del suddetto trauma. Ma torno a dirti che non è il confronto in un forum che può aiutarti in merito. Ci vuole chi sa come agire in caso di stress post-traumatico
Straparli come al solito. Intanto ti parlo di RUSSI non di un Russo, ce ne sono quanti te ne pare che dicono le stesse cose e poi il fatto che siano russi e scrittori, sociologi, intelellettuali storici conta perché conoscono le dinamiche contemporanee all'interno della russia cosa di cui te, per esempio, non sai assolutamente nulla

Offline Lochino

*
106
Re:Crisi ucraina
« Risposta #8529 il: 27 Set 2023, 14:32 »
No, io ti parlo del tuo sottolineare che sia RUSSO.
che non conta una mazza. Come non conta una mazza l'essere italiani di un sacco di scrittori o giornalisti che scrivono solo boiate sul nostro paese.

Io problema è che sei talmente preso a dire le tue cose, per un evidente trauma che già ti ho segnalato, da non renderti proprio conto di cosa ti si dice.
Non mi devi convincere di quanto sia merdoso il regime putiniano né che venga detto da dieci anni. Perché c'è chi lo dice pure da venti, se è per questo. Non servivano certo quelli da te citati.
Per altro tu parli con una persona che, a differenza delle correnti neostalinista, non ha mai considerato le "rivoluzioni arancioni" all'est o nel Mediterraneo come eterodirette dagli USA.
Quindi continui a colpire a vuoto in modo pretestuoso, non considerando invece che tra le duecento formazioni comuniste c'era chi si opponeva a quel che Putin faceva ben prima di quando ti sei scandalizzato te.
Lo faceva durante l'intervento in Siria, lo faceva per quanto accadeva in Cecenia, per i tatari in Crimea, per i pride sciolti con cariche e arresti, per le squadracce neonaziste lasciate libere di uccidere studenti africani a mosca.

Ma siccome tu ragioni per stereotipi gli occidentali hanno chiuso gli occhi e io in quanto di sinistra radicale antiamericano sono pro Putin.
Vivi di stereotipi perché sono quelli a cui ti sei aggrappato per via del suddetto trauma. Ma torno a dirti che non è il confronto in un forum che può aiutarti in merito. Ci vuole chi sa come agire in caso di stress post-traumatico

E tu che trauma hai subito, invece, tu che pontifichi cotidie in modo arrogante da mane a sera, tu che offendi continuamente l'Occidente e noi orgogliosamente liberal-democratici occidentali (ringrazia che ci sei nato e sguazzato in Occidente, anziché nascere nello squallore e nelle povertà non occidentali), tu che rilasci patenti di libertarismo, ritenendo magari libertario financo un disadattato che brandisce come un'arma un estintore davanti alle Forze dell'Ordine?

Online vaz

*****
54856
Re:Crisi ucraina
« Risposta #8530 il: 27 Set 2023, 14:33 »
financo

Offline FatDanny

*****
37499
Re:Crisi ucraina
« Risposta #8531 il: 27 Set 2023, 14:50 »
Straparli come al solito. Intanto ti parlo di RUSSI non di un Russo, ce ne sono quanti te ne pare che dicono le stesse cose e poi il fatto che siano russi e scrittori, sociologi, intelellettuali storici conta perché conoscono le dinamiche contemporanee all'interno della russia cosa di cui te, per esempio, non sai assolutamente nulla

no, tu hai parlato di russo

Dmitrij Gluchovskij (scrittore RUSSO)

e io a questo ho risposto, dicendo che sottolineare fosse russo l'autore di questa intervista non servisse a nulla. Buttafuoco è italiano, Marcello veneziani è italiano, se in un forum canadese citassero sti due dicendo "ITALIANO" per dare maggior peso a quanto affermano nelle loro interviste sarebbe una roba da far ridere.
E io a questo ho risposto, NON alle sue critiche a Putin.
Ma tu, l'unico che qui dentro straparla, vai dritto perché vuoi leggere solo post in cui si dice "Putin cattivo" "Putin merda" "a morte Putin". Ma così non sarebbe un forum, sarebbe la fanpage bellicista del governo ucraino. Hai sbagliato indirizzo, forse.




E tu che trauma hai subito, invece, tu che pontifichi cotidie in modo arrogante da mane a sera, tu che offendi continuamente l'Occidente e noi orgogliosamente liberal-democratici occidentali (ringrazia che ci sei nato e sguazzato in Occidente, anziché nascere nello squallore e nelle povertà non occidentali), tu che rilasci patenti di libertarismo, ritenendo magari libertario financo un disadattato che brandisce come un'arma un estintore davanti alle Forze dell'Ordine?

io ho studiato (e studio tutt'oggi) la storia contemporanea.
quella cosa che fotte malissimo voi liberali capaci di parlare solo mediante stereotipi e luoghi comuni, appresi alla scuola di vulgata dei migliori telegiornali nostrani.
E si, sono MOLTO arrogante, quando sento parlare in modo così superficiale di discorsi così seri.
Quando vedo pontificare su esperienze e pensieri che non si conoscono perché dall'alto della propria cultura a senso unico si ritiene che tutto il resto siano sciocchezze.

Io il pensiero liberale l'ho studiato. Il giusnaturalismo l'ho studiato.
Ho letto Locke, ho letto Tocqueville, ho letto Jefferson e Mill. Così come ho letto Adam Smith e Keynes.

Non mi sono bastati Marx, Engels e tutti quelli che a loro sono seguiti.
So di cosa parlo quando ne parlo. Sennò non ne parlo.
TU invece hai studiato il bignamino del libro nero del comunismo e pretendi di pontificare, basandoti su un argomento che è quantomai smentibile: parli di benessere occidentale contrapposto allo squallore del resto del mondo, tuttavia manchi di vedere - come tutti gli occidentali benestanti - il lavoro schiavistico che ci è voluto per darti quel benessere, i ragazzini morti con le mani storte e i polmoni scoppiati nelle fabbriche di Manchester, le donne intossicate dai fumi dei coloranti chimici, i morti ammazzati dentro le miniere tra francia e belgio, ecc ecc ecc

Tutta sta roba, che sta sotto la tua cazzo di finestra ben rifinita, te la scordi.
Tu alzi il ditino mignolo leggendo sul giornale dello squallore in Russia negli anni '30 (squallore che non nego e su cui ragiono criticamente da vent'anni) ma ti disinteressi di quello che è accaduto e per certi versi ancora accade per garantire il benessere di cui ti fai vanto.
Vuoi sapere qual è il mio trauma? Spartire il mio habitat con quelli come te. Un trauma che mi ha consegnato una rabbia che la metà basterebbe ad azzerare Roma.

PS. tu che straparli di Carlo Giuliani, sappi che io ero lì.
In quella città, in quel corteo, in quella maledetta via a pochi metri da Piazza Alimonda.
E magari prima di sparare l'ennesima cazzata avrebbe senso per te leggere un paio di carte processuali che magari capisci perché quel ragazzo aveva un estintore in mano.

Ma tanto tu che sia Genova, il conflitto russo-ucraino o la guerra fredda fai esattamente la stessa cosa: straparli senza aver letto nulla, pensando che quelle due-tre cose intercettate col sentito dire bastino e avanzino per poter dire la tua.

Offline Lochino

*
106
Re:Crisi ucraina
« Risposta #8532 il: 27 Set 2023, 14:58 »
Ti fo sommessamente notare che sono laureato in filosofia col più grande studioso di Marx in Italia, Lucio Colletti. Oltre a Marx, conosco come le mie tasche Locke, Hume, Smith, Mill e Kant. In particolare ti segnalo Hume. Se lo leggi avrai più dubbi e meno certezze. Buona fortuna, ritengo inutile discutere con chi, come direbbe Kant, è in pieno “sonno dommatico”.

Offline Lochino

*
106
Re:Crisi ucraina
« Risposta #8533 il: 27 Set 2023, 15:01 »
P.S.: La rabbia è patologica. Grave e dannosa 

Offline FatDanny

*****
37499
Re:Crisi ucraina
« Risposta #8534 il: 27 Set 2023, 15:07 »
Ti fo sommessamente notare che sono laureato in filosofia col più grande studioso di Marx in Italia, Lucio Colletti. Oltre a Marx, conosco come le mie tasche Locke, Hume, Smith, Mill e Kant. In particolare ti segnalo Hume. Se lo leggi avrai più dubbi e meno certezze. Buona fortuna, ritengo inutile discutere con chi, come direbbe Kant, è in pieno “sonno dommatico”.

guarda, a parte che già l'avevi scritto, ma per quanto io apprezzi la lettura di Marx di Lucio Colletti degli anni Sessanta (che molto si avvicina alla mia), definirlo "il più grande studioso di Marx in Italia" è un attimino esagerato.
Sia perché di Coletti va considerata anche la parabola - teorica e politica - successiva, sia perché in Italia di studiosi di Marx sotto vari aspetti di pregevole spessore ne abbiamo diversi.

Vedi, il tuo problema è che pensi le persone siano figurine.
Io in quanto marxista sarei dogmatico e pieno di certezze. Cosa assolutamente falsa.
Tu non hai la minima idea del mio percorso teorico ma ti senti in grado di giudicarlo.
Mentre invece io non ho giudicato il tuo - non conoscendolo - ma tue puntuali affermazioni sul benessere occidentale o su Carlo Giuliani.

Come vedi, se qui c'è chi è in pieno sonno dogmatico, quello sei proprio tu.
Ma d'altronde, visti gli autori che hai citato, sei la classica persona che ha naturalizzato l'homo economicus e ne ha fatto un feticcio utile per le sue robinsonate.
E infatti - a dimostrazione - parli del benessere occidentale come fosse generato da un'essenza e non da uno sviluppo storico.


PS la rabbia è sana. Soprattutto a trattare in modo adeguato i liberali benestanti.
PPS all'elenco che hai fatto ti manca Hegel. Strano per un allievo di Colletti.

Offline Laziolubov

*
4765
Re:Crisi ucraina
« Risposta #8535 il: 27 Set 2023, 15:27 »
no, tu hai parlato di russo

e io a questo ho risposto, dicendo che sottolineare fosse russo l'autore di questa intervista non servisse a nulla. Buttafuoco è italiano, Marcello veneziani è italiano, se in un forum canadese citassero sti due dicendo "ITALIANO" per dare maggior peso a quanto affermano nelle loro interviste sarebbe una roba da far ridere.
E io a questo ho risposto, NON alle sue critiche a Putin.
Ma tu, l'unico che qui dentro straparla, vai dritto perché vuoi leggere solo post in cui si dice "Putin cattivo" "Putin merda" "a morte Putin". Ma così non sarebbe un forum, sarebbe la fanpage bellicista del governo ucraino. Hai sbagliato indirizzo, forse.


Serve visto che a chi parla della russia con cognizione di causa ma è italiano o di atri paesi dai subito pregiudizialmente dell'obnubilato dalla propaganda occidentale poi se uno ti fa vedere gli scritti di sociologi, scrittori, storici russi perseguitati di ucraini che sono russofoni, di oppositori bielorussi, tiri fuori buttafuoco e Veneziani evidentemente tu non conosci chi è e cosa ha scritto in passato questo scrittore o cosa dichiarava prima che l'uccidessero gente come Nemtzov, e ritorniamo al fatto che vuoi sindacare e parlare di cose di cui non ti sei mai occupato e che non conosci. LA chiosa poi è spettacolare e significativa a parte che è ovvio che tu avresti problemi a dire che putin è un criminale di guerra certificato, personalmente assassino e in generale una merda di uomo ma associare la parola bellicista (Fautore o sostenitore della guerra (spec. sul piano propagandistico); guerrafondaio) al governo Ucraino ancora a insinuare che in fondo la guerra è voluta e desiderata dall'Ucraina che si difende mentre si vede distrutta da un invasore criminale e torturatore che ha pubblicamente dichiarato che non ha diritto all'esistenza è abbastanza stomachevole

Offline FatDanny

*****
37499
Re:Crisi ucraina
« Risposta #8536 il: 27 Set 2023, 15:39 »
no, io do dell'obnubilato a chiunque, italiano, russo o cipriota, parla di interi popoli in termini univoci ed essenzialisti. Io contesto quando si dice "i russi sono...", "gli italiani sono..." "i greci sono...", non quando si parla dei crimini di Putin.
Tu invece tendi a confondere le due cose: se vedi una critica, pensi che in automatico l'interlocutore si colloca a 360 gradi nella controparte e stia difendendo Putin o stia contestando per intero il discorso che stai facendo.
L'ho spiegato in che termini ho citato Veneziani o Buttafuoco, nel dire che la qualifica di "Italiani" non basta a renderli competenti. Punto.
Che io non mi sia mai occupato di storia russa è semplicemente ridicolo, ma comunque io non ho sindacato di Nemtzov, Politkovskaja o chicchessia.
Trovami dove avrei espresso mezza cosa nel merito di quelli da te nominati. Ti sfido a citare dove avrei espresso giudizi su quanto hanno detto/scritto.
Come vedi parti lancia in resta e non ti rendi conto manco di quello che effettivamente si sta dicendo.

E anche la tua interpretazione della chiosa, un altro chiaro segno del tuo stress post-traumatico, lo dimostra: in quale modo quanto ho scritto può voler dire che la guerra è COLPA del governo ucraino?
io ho scritto che non puoi pretendere di trasformare questo spazio in un ambito bellicista pro-ucraina.
CHe questi ambiti nascano è fisiologico in tutte le guerre, a prescindere da rispettive ragioni o torti. E che di solito non si distinguono per argomentazioni distaccate, perché il loro obiettivo è demonizzare il nemico e santificare la propria parte. La guerra ha bisogno di sostegno e il sostegno di propaganda.

Ecco, questa roba non puoi pretenderla qui. PUNTO. Se vuoi questo vattene in qualche forum di esaltati. Qui, per quanto si possano condividere le ragioni contro l'invasione russa e di resistenza ucraina, non è pensabile avere quel che vorresti tu. E meno male.
tu da questo hai desunto che io stessi affermando "il governo ucraino vuole la guerra e ne è responsabile". Fai un po' te.


Offline Lochino

*
106
Re:Crisi ucraina
« Risposta #8537 il: 27 Set 2023, 15:40 »
PS la rabbia è sana. Soprattutto a trattare in modo adeguato i liberali benestanti.
PPS all'elenco che hai fatto ti manca Hegel. Strano per un allievo di Colletti.


1. Non sono benestante, vedi che sei prevenuto? Mia moglie è dell’ex-Jugoslavia, disoccupata, io ho un lavoro normale che mi appaga anche se lo stipendio non è niente di che. Quella verso i benestanti è una tua invidia. Oltre che rabbia. L’invidia sociale è tipica del mondo italiano perché è tipica dei cattolici. I peggiori invidiosi sono gli AC-CATTO-COMUNISTI, invidiosi due volte.

2. Non ho citato Hegel perché si parlava di liberali. Hegel non lo è, così come non lo è Croce, suo lustrascarpe a livello intellettuale. Hegel l’ho studiato sia con Colletti che con Sasso. Lo ritengo la causa di due guerre mondiali, oltre che di due catastrofi socio-culturali: nazi-fascismo e comunismo 

Offline Lochino

*
106
Re:Crisi ucraina
« Risposta #8538 il: 27 Set 2023, 15:48 »

Ecco, questa roba non puoi pretenderla qui. PUNTO. Se vuoi questo vattene in qualche forum di esaltati. Qui, per quanto si possano condividere le ragioni contro l'invasione russa e di resistenza ucraina, non è pensabile avere quel che vorresti tu. E meno male.
tu da questo hai desunto che io stessi affermando "il governo ucraino vuole la guerra e ne è responsabile". Fai un po' te.

Cerchiamo di capirci: il forum è proprietà privata tua? Strano per un marxista…

C’è un moderatore qui? È tollerato il bullismo di questo invasato?

Offline Invictus

*
7169
Re:Crisi ucraina
« Risposta #8539 il: 27 Set 2023, 15:53 »
Cerchiamo di capirci: il forum è proprietà privata tua? Strano per un marxista…

C’è un moderatore qui? È tollerato il bullismo di questo invasato?
Ma tu eri iscritto precedentemente con il profilo ComeHobbyAntiromanista ?
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod