Elezioni politiche 2018: i commenti dei Lazionetters

0 Utenti e 18 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline FatDanny

*****
15975
Re:Elezioni politiche 2018: i commenti dei Lazionetters
« Risposta #540 il: 14 Mar 2018, 12:50 »
vabbè, ormai ci aggrappiamo a tutto  :)

Lo ripeto: con una volatilità del voto così alta una forza politica che becca il 50% al sud non si allea con la Lega manco morta. Anche se è la lega di Salvini e non quella di bossi.
E anche la Lega, prossima a prendersi il centrodestra, non rischierà mai un'avventura coi 5S.

Casaleggio jr non è uno sprovveduto, per questo ha composto una squadra di governo di simil-centrosinistra. Perché parlava a quell'elettorato e pensava a quell'accordo, ovviamente da una posizione di predominio, e mica è un benefattore.
Ma provare a convincere Montanari a fare il ministro alla cultura fino all'ultimo (cosa che so per certo) non è indice di governo con Salvini. Proprio no.

Se si accorderanno Lega e 5S si prenderanno le camere e sarà l'anticamera (scusate il gioco di parole) di una nuova legge elettorale.
Due OPA nei confronti di centrodestra e centrosinistra.
E così Salvini e Di Maio si garantiscono, per la logica dell'alternanza, il paese per i prossimi 10 anni.
Poi pagari rispunta fuori il PD, poesse, ma intanto...

Online laziAle82

*****
11245
Sesso: Femmina
Re:Elezioni politiche 2018: i commenti dei Lazionetters
« Risposta #541 il: 14 Mar 2018, 12:51 »
Il ballottaggio è stato già escluso da Corte Costituzionale.
http://www.youtrend.it/2018/03/08/no-non-e-colpa-del-rosatellum/

Mi fa molta specie che proprio tu indichi un maggioritario puro, sistema che limita enormemente l’espressione delle minoranze. E comunque manco col maggioritario puro e i collegi ce la fai.
Photostory Deluxe 300x250
Music_Maker_728_90.gif

Offline FatDanny

*****
15975
Re:Elezioni politiche 2018: i commenti dei Lazionetters
« Risposta #542 il: 14 Mar 2018, 12:55 »
Il ballottaggio è stato già escluso da Corte Costituzionale.
http://www.youtrend.it/2018/03/08/no-non-e-colpa-del-rosatellum/

Mi fa molta specie che proprio tu indichi un maggioritario puro, sistema che limita enormemente l’espressione delle minoranze. E comunque manco col maggioritario puro e i collegi ce la fai.

Ma io mica dico che amo il maggioritario. Lo schifo.
Ma è quel che faranno perché gli conviene.

E ale, scusami eh, ma il giochino di youtrend non è molto efficace.
Ovviamente il sistema di voto incide sul voto, se domani si avesse un maggioritario puro o col doppio turno questo si tradurrebbe in un'ulteriore perdita di voti per la forza più debole (in questo caso il PD) a favore di quelle più forti: al 5S chi proprio non vuole salvini, a FI chi proprio non vuole Di Maio.

E' la logica del voto utile.
Odio il maggioritario ma non ti nascondo un forte retrogusto di soddisfazione a vedere morto di quest'arma chi mi ha deliberatamente ammazzato con la stessa.

Offline Kobra

*
2015
Re:Elezioni politiche 2018: i commenti dei Lazionetters
« Risposta #543 il: 14 Mar 2018, 12:56 »
Nel frattempo, con l'espandersi della Lega verso sud, quella che rischia seriamente di veder cannibalizzata la propria base elettorale (ma anche parlamentare) è la signora Meloni:
ubi maior minor cessat

Offline FatDanny

*****
15975
Re:Elezioni politiche 2018: i commenti dei Lazionetters
« Risposta #544 il: 14 Mar 2018, 13:06 »
Veramente la signora meloni registra un +400mila in voti assoluti dalle europee e quasi un milione in più dalle ultime politiche.
Magari l'avessero registrato altri sto dato...


Sopra LeU, che ha ESATTAMENTE gli stessi voti di SeL, che ha ESATTAMENTE gli stessi voti della lista Ingroia, che ha ESATTAMENTE gli stessi voti dell'Arcobaleno.
Inutile continuare a cambiar nome, sempre quel milione li vota, paro paro  :=))
E a sto milione: ma avete fatto un abbonamento?

Offline CityZen

*
288
Sesso: Femmina
Re:Elezioni politiche 2018: i commenti dei Lazionetters
« Risposta #545 il: 14 Mar 2018, 13:29 »
Cmq se Marx sta alla politica come Syd Barret alla musica...
mmmh qualcosa non quadra disse il cerchio
... divertente e veramente inedita come equazione  :beer:

Offline yap1981

*
396
Sesso: Maschio
Re:Elezioni politiche 2018: i commenti dei Lazionetters
« Risposta #546 il: 14 Mar 2018, 14:34 »
Ma non è vero.
Un maggioritario puro, o anche col doppio turno, arriverebbe eccome ad una maggioranza.
Non si arriverebbe con le ultime leggi elettorali, non in assoluto.
e un maggioritario puro si trasformerebbe in un ballottaggio lega-5s.
Il voto utile, tanto ripetuto dal PD negli anni, si torcerebbe contro di lui, perché il voto anti-salvini sarebbe capitalizzato dal 5S (cosa già avvenuta, ben il 15% degli elettori di centrosinistra che non ha votato leu o pap, ma 5S contro renzi e centrodestra).

Quindi Kobra cambia tutto il terzo punto.
E occhio perché a quel punto Centrodestra e 5S faranno ricadere sul PD la colpa del ritorno alle urne.
Hai voglia a dire "fate il governo, fate il governo".
Vedrai che gli elettori invece prenderanno proprio il PD come capro espiatorio del ritorno alle urne.
Perché è quello che si sta rifiutando di partecipare alla partita in toto.
E lo puniranno ulteriormente.
Stiamo a vedere?

Io ho forti dubbi che un maggioritario puro risolva la situazione, visti anche i risultati degli ultimi anni in UK, non ci scordiamo che i Conservatori nonostante il 42% non hanno la maggioranza, e non ando' meglio nel 2010, anche se con perventuali piu' basse.
Forse con il doppio turno, ma questo in qualche modo sottointende degli apprentamenti tra il primo e il secondo turno, in Francia finora non ha mai fallito nel dare maggioranze, ma non e' detto che regga sempre.

Certo il PD rischia molto con nuove elezioni, visto che sembra sia sempre colpa del PD, anche quando decide di stare all'opposizione, pero' francamente io questa apertura da parte degli altri non la vedo, vedo tre blocchi che restano arroccati sulle proprie posizioni, di aperture non ne ho viste, solo pretese di andare a governare senza i numeri per farlo, insomma la colpa per nuove elezioni secondo me e' da condividere, sempre se ci saranno.
Insomma manca proprio quello che dovrebbe essere l'essenza della politica, mettersi ad un tavolo e mediare tra le varie posizioni, non fare muro contro muro che non porta a nulla.
Re:Elezioni politiche 2018: i commenti dei Lazionetters
« Risposta #547 il: 14 Mar 2018, 16:14 »
E quindi Syd Barrett che c'entra?  :pp
Re:Elezioni politiche 2018: i commenti dei Lazionetters
« Risposta #548 il: 14 Mar 2018, 16:18 »
Nel frattempo leggere in filigrana le parole di Martina e di Franceschini.
E di Moscovici, sopratutto.
Si prepara un graaande ammorbidimento dalle parti del nazareno.

Offline FatDanny

*****
15975
Re:Elezioni politiche 2018: i commenti dei Lazionetters
« Risposta #549 il: 14 Mar 2018, 16:20 »
E quindi Syd Barrett che c'entra?  :pp

vero, me lo so' perso passando a un altro esempio  :=))
Barrett (o meglio la sua musica) se non lo capisci lo consideri un folle, se lo capisci lo consideri un genio.

Nel frattempo leggere in filigrana le parole di Martina e di Franceschini.
E di Moscovici, sopratutto.
Si prepara un graaande ammorbidimento dalle parti del nazareno.

Posta un po'.
(chi l'avrebbe mai detto)
Re:Elezioni politiche 2018: i commenti dei Lazionetters
« Risposta #550 il: 14 Mar 2018, 16:32 »
Posta un po'.
(chi l'avrebbe mai detto)

io e te l'avevamo detto un po'.

•MARTINA: “PRONTI A PARTIRE DA LAVORO SERIO DI CONTROPROPOSTA, MA PRIMA M5S DICA COSA VUOLE FARE”

Franceschini invece dice un po tutto e il contrario di tutto, parla di governo per le riforme etc. etc. ma a me pare di notare un riposizionamento epocale rispetto all'era renzi

https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/03/14/pd-franceschini-governo-tempo-solo-per-le-riforme-poi-nuove-elezioni-e-il-momento-di-scrivere-le-regole-insieme/4225077/.


E Moscovici, beh Moscovici è più lapalissiano di Catalano ( questa è per vdm ):
"I mercati sono felici e noi siamo felici".
Re:Elezioni politiche 2018: i commenti dei Lazionetters
« Risposta #551 il: 14 Mar 2018, 16:38 »
vero, me lo so' perso passando a un altro esempio  :=))
Barrett (o meglio la sua musica) se non lo capisci lo consideri un folle, se lo capisci lo consideri un genio.

Che strano paragone, se penso a Marx e a Syd Barrett mi vengono in mente gli antipodi.
Marx è il pensatore forse più razionale di tutta la storia dell'occidente, forse pure più di Kant.
Syd Barrett è l'abbandono estremo, finale, della sfera razionale.

Offline pentiux

*****
16770
Sesso: Maschio
Re:Elezioni politiche 2018: i commenti dei Lazionetters
« Risposta #552 il: 14 Mar 2018, 16:41 »
Ero in macchina fino a poco fa, ed ho appena sentito in diretta su Radio Radicale la conferenza stampa integrale di Salvini alla Stampa estera, e subito dopo la replica della conferenza stampa di Di Maio ieri.
Non sarei così convinto che non trovino un punto di incontro.

Staremo a vedere.

Offline FatDanny

*****
15975
Re:Elezioni politiche 2018: i commenti dei Lazionetters
« Risposta #553 il: 14 Mar 2018, 16:56 »
Il punto d'incontro può essere la presidenza delle camere e la riforma elettorale.
Non oltre. E già così FI scalpita parecchio.

Salvini non rischierà mai la leadership di centrodestra per questa cosa. Ma PERCHE' dovrebbe mai farlo, quando aspettando può avere un risultato migliore con una maggioranza omogenea???
Stesso dicasi per i 5S: perché rischiare il voto appena incassato per un governo dalla maggioranza risicata con Salvini???

Se me lo spiegate magari me convincete, ma al momento mi sembra più la speranza del PD e il fantasma degli antigrillini militanti più che una possibilità materiale.

Questa possibilità deriva da una distorta visione dei 5S, ma fin dall'origine.
Il 5S oggi guarda al centrosinistra, con una squadra di governo da centrosinistra e un'impostazione da centrosinistra. Infatti è razzista come il centrosinistra, non come il centrodestra.
Non per riferimento ideologico ovviamente, ma perché capisce che oggi quello è il terreno su cui costruirsi, non il terreno già ampiamente occupato da Salvini & co.

Capisco che la cosa stona per chi li ha sempre considerati para-fascisti, ma questi semplicemente non lo sono e agiscono in conseguenza di quel che sono, non di come sono stati inquadrati.

pensate che oggi ho avuto occasione di parlare con un paio di amministratori locali grillini. Ambedue mi hanno detto: il PD sta a fa il prezioso, speriamo di trovare la quadra.
Ambedue fino al giorno prima, anzi no oggi stesso: piddioti, kastah, trallallà.
Schizofrenia? No, politica.


accetto scommesse. Unici scenari possibili:

- governo 5S con PD appoggio esterno
- accordo 5S-Lega su riforma elettorale e si vota
- governo tecnico appoggiato da destra e PD, senza 5S




Re:Elezioni politiche 2018: i commenti dei Lazionetters
« Risposta #554 il: 14 Mar 2018, 17:10 »
Tra l'altro a me sembra che l'approccio "violento" ovvero insultante, non dialogante etc, nasca anche dal fatto che tutta la seconda repubblica è stata dominata dal maggioritario, più o meno corretto.
Il proporzionale obbliga ad abbassare i toni e cercare un'intesa.
E' per questo che è il sistema migliore, oltre ad essere il più equo in termini di rappresentanza.
E il mito della "governabilità": e sticazzi, è iniqua la governabilità a tutti i costi.
Il pd ora sta al 19% ma col 29% ha fatto il bello e il cattivo tempo per 5 anni, con la fiducia usata come frustino di pelle.

Offline pan

*
1219
Sesso: Femmina
Re:Elezioni politiche 2018: i commenti dei Lazionetters
« Risposta #555 il: 14 Mar 2018, 20:29 »
... sembra una speranza degli "antigrillini militanti", che i 5stelle vadano con salvini invece che col pd, come il contrario pare una speranza dei simpatizzanti grillini "pur non avendoli votati". paro paro.

Offline yap1981

*
396
Sesso: Maschio
Re:Elezioni politiche 2018: i commenti dei Lazionetters
« Risposta #556 il: 14 Mar 2018, 22:05 »
Il punto d'incontro può essere la presidenza delle camere e la riforma elettorale.
Non oltre. E già così FI scalpita parecchio.

Salvini non rischierà mai la leadership di centrodestra per questa cosa. Ma PERCHE' dovrebbe mai farlo, quando aspettando può avere un risultato migliore con una maggioranza omogenea???
Stesso dicasi per i 5S: perché rischiare il voto appena incassato per un governo dalla maggioranza risicata con Salvini???

Se me lo spiegate magari me convincete, ma al momento mi sembra più la speranza del PD e il fantasma degli antigrillini militanti più che una possibilità materiale.

Questa possibilità deriva da una distorta visione dei 5S, ma fin dall'origine.
Il 5S oggi guarda al centrosinistra, con una squadra di governo da centrosinistra e un'impostazione da centrosinistra. Infatti è razzista come il centrosinistra, non come il centrodestra.
Non per riferimento ideologico ovviamente, ma perché capisce che oggi quello è il terreno su cui costruirsi, non il terreno già ampiamente occupato da Salvini & co.

Capisco che la cosa stona per chi li ha sempre considerati para-fascisti, ma questi semplicemente non lo sono e agiscono in conseguenza di quel che sono, non di come sono stati inquadrati.

pensate che oggi ho avuto occasione di parlare con un paio di amministratori locali grillini. Ambedue mi hanno detto: il PD sta a fa il prezioso, speriamo di trovare la quadra.
Ambedue fino al giorno prima, anzi no oggi stesso: piddioti, kastah, trallallà.
Schizofrenia? No, politica.


accetto scommesse. Unici scenari possibili:

- governo 5S con PD appoggio esterno
- accordo 5S-Lega su riforma elettorale e si vota
- governo tecnico appoggiato da destra e PD, senza 5S
A parte ovviamente il fatto che solo uno dei due blocchi ,M5S o Cdx, puo' avere la maggioranza in caso di nuove elezione , quindi per forza di cose uno dei due perdera' le prossime elezioni, sempre che non ci ritroviamo nella stessa condizione di ora.
Tralasciando questo dettaglio diciamo poco influente quello che non riesco a vedere e su che tipo di legge si possano accordare, sia Lega che M5S sono per il proporzionale, corretto in maniere diverse per assicurare una maggioranza, la Lega credo sia per il premio di maggioranza, ma al senato un premio nazionale non sarebbe costituzionale, i M5S credo siano piu' per un modello spagnolo o similare, tra l'altro mi sa si arenerebbero su coalizioni si o no.

Il punto e' che l'unica soluzione sarebbe un uninominale, a singolo o doppio turno, prefereirei il secondo, che mi da piu' fiducia sul risultato finale, quello secco rischia di portarci risulati con in UK, solo che li riescono a fare accordi, qui ci si scontra in continuazione. L'unico problema che vedo e' che nessun partito vuole l'uninominale, non so proprio se riusciranno a convergere su questo punto.

Sulle tre opzioni preferirei la prima, non so perche' ho ancora la sensazione che si finira' cosi', magari non subito e dopo qualche mese di contrattazione. Le altre opzioni le vedo piu' complicate, non escluderei pero' l'opzione nessun accordo sulla legge elettorale e si torna al voto con questa, non sono cosi' fiducioso che raggiungano un accordo sulla legge elettorale, chiunque sia a giocare la partita.

Offline arturo

*****
8752
Sesso: Maschio
Re:Elezioni politiche 2018: i commenti dei Lazionetters
« Risposta #557 il: 14 Mar 2018, 22:30 »
Tra l'altro a me sembra che l'approccio "violento" ovvero insultante, non dialogante etc, nasca anche dal fatto che tutta la seconda repubblica è stata dominata dal maggioritario, più o meno corretto.
Il proporzionale obbliga ad abbassare i toni e cercare un'intesa.
E' per questo che è il sistema migliore, oltre ad essere il più equo in termini di rappresentanza.
E il mito della "governabilità": e sticazzi, è iniqua la governabilità a tutti i costi.
Il pd ora sta al 19% ma col 29% ha fatto il bello e il cattivo tempo per 5 anni, con la fiducia usata come frustino di pelle.
[/quote
Vangelo.
Sarebbe ora che la politica ritorni al centro della scena e che sparisca o tutti questi slogan del cazzo che hanno avvelenato gli ultimi 25 anni.
La Politica con la P maiuscola é mediazione è compromesso, non è sopraffazione.
Il Parlamento è sovrano ed è all'interno dello stesso che si formano le maggioranze, non alle urne.

Offline er polipo

*
2108
Sesso: Maschio
Re:Elezioni politiche 2018: i commenti dei Lazionetters
« Risposta #558 il: 14 Mar 2018, 23:36 »
Ero in macchina fino a poco fa, ed ho appena sentito in diretta su Radio Radicale la conferenza stampa integrale di Salvini alla Stampa estera, e subito dopo la replica della conferenza stampa di Di Maio ieri.
Non sarei così convinto che non trovino un punto di incontro.

Staremo a vedere.

Stessa sensazione. E potrebbe anche uscirci qualcosa di buono, se cominciano a ragionare con la testa ed il cuore di chi deve assumersi la responsabilità di governo e la smettono di inseguire stupide chimere anti-europeiste.
Salvini si è di molto calmato nella sua foga anti EU, e Di Maio sta ragionando sull'IVA, che a questi livelli uccide commercio e consumi.
Mi rendo conto che ognuno persegua la propria agenda politico-ideologica: ma in tutto questo c'è da tirare avanti (e sperabilmente migliorare) un intero Paese. Coraggio ed ottimismo!

Offline pentiux

*****
16770
Sesso: Maschio
Re:Elezioni politiche 2018: i commenti dei Lazionetters
« Risposta #559 il: 14 Mar 2018, 23:52 »
Il male assoluto, altro che qualcosa di buono.
Le farneticazioni di Salvini oggi sono qualcosa di una gravità inaudita, chiunque con un briciolo di razionalità dovrebbe convenirne.
Eppure.
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod