Elezioni politiche 2018: i commenti dei Lazionetters

0 Utenti e 39 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline Kobra

*
2078
Re:Elezioni politiche 2018: i commenti dei Lazionetters
« Risposta #3300 il: 13 Giu 2018, 13:02 »
Dopo la chiusura dei porti alla nave Aquarius con a bordo 629 migranti, l’Italia è stata accusata da più parti di aver violato il diritto internazionale. Non si tratta di una insinuazione o una denigrazione del nostro Paese. Il rischio di un mancato rispetto delle norme è concreto. Come spiega oggi il quotidiano La Stampa in un articolo a firma di Marco Bresolin, che riporta anche il parere della professoressa Angela Del Vecchio, docente di diritto internazionale alla Luiss di Roma, la responsabilità giuridica è scattata nel momento in cui il Centro nazionale di coordinamento del soccorso marittimo di Roma, Imrcc, cui fa capo  il complesso delle attività finalizzate alla ricerca e al salvataggio della vita umana in mare, ha risposto all’sos ed è intervenuto prendendo il comando delle operazioni.

Offline FatDanny

*****
16028
Re:Elezioni politiche 2018: i commenti dei Lazionetters
« Risposta #3301 il: 13 Giu 2018, 13:03 »
Per quei 14 paesi non vale il discorso del pupazzo Rockfeller?


Infatti alcuni di questi paesi ci hanno provato.
Nel link postato trovi anche com'è andata a finire.
Non nel 1850.
Purtroppo non si può dire che la colpa è del colonialismo di un tempo mentre adesso le cose sono cambiate.
No no.
Il capitalismo fa schifo al cazzo ed è dittatoriale quanto se non più del socialismo reale.
Fa addirittura più morti.
Inoltre facendo dello schiavismo e della rapina il suo principale modus operandi è OVVIO che riesca ad accumulare ricchezze sconfinate, in particolare attraverso l'appropriazione di TUTTE le materie prime tolto parzialmente il petrolio.
Anche e soprattutto quei paesi che ritenete "i baluardi della democrazia e della libertà" per il semplice fatto che la garantiscono a noi e solo a noi.
Pure io se facessi il rapinatore sarei milionario. Soprattutto se non esistesse polizia in grado di arrestarmi.

L'ipocrisia è l'unica cosa che resta a chi vuole difendere lo stato di cose presenti.



@IB: i principi in sé non hanno più forza anche perché abbiamo offerto con leggerezza l'argomento a chi oggi cita Ceuta nel parlare di Spagna.
Il fatto è oggettivo. La Spagna a Ceuta si è comportata peggio. Gli ha sparato contro.
Eppure lì, a parte gli antagonisti brutti e cattivi, non mi pare si sia levato dall'europa il grido "I DIRITTI UMANI SONO UN LIMITE INVALICABILE".
Quando "qualcuno" (sempre gli antagonisti di cui sopra) all'epoca diceva che sarebbe stata una cosa pericolosissima, che avremmo pagato caro il girare gli occhi o il relativizzare l'azione del governo Zapatero, evidentemente aveva ragione.
Perché adesso i principi a cui ti appelli sono più deboli di una carta straccia.

Per tornare a principi forti occorre tornare a proposte altrettanto forti che non guardano in faccia a nessuno.
Salvini o Minniti, Sanchez o Macron, Di Maio o Merkel: chi passa quella linea va trattato allo stesso modo. O il principio è un principio de paglia, esattamente come sono ridotti i nostri al tempo d'oggi.

Offline Gio

*****
6197
Re:Elezioni politiche 2018: i commenti dei Lazionetters
« Risposta #3302 il: 13 Giu 2018, 13:19 »
Infatti alcuni di questi paesi ci hanno provato.
Nel link postato trovi anche com'è andata a finire.
Non nel 1850.
Purtroppo non si può dire che la colpa è del colonialismo di un tempo mentre adesso le cose sono cambiate.
No no.
Il capitalismo fa schifo al cazzo ed è dittatoriale quanto se non più del socialismo reale.
Fa addirittura più morti.
Inoltre facendo dello schiavismo e della rapina il suo principale modus operandi è OVVIO che riesca ad accumulare ricchezze sconfinate, in particolare attraverso l'appropriazione di TUTTE le materie prime tolto parzialmente il petrolio.
Anche e soprattutto quei paesi che ritenete "i baluardi della democrazia e della libertà" per il semplice fatto che la garantiscono a noi e solo a noi.
Pure io se facessi il rapinatore sarei milionario. Soprattutto se non esistesse polizia in grado di arrestarmi.

L'ipocrisia è l'unica cosa che resta a chi vuole difendere lo stato di cose presenti.



Io concordo con quello che dici e penso che proprio per questo chi é causa di tutto questo (non certo l'Italia o Salvini) se ne debba far carico.
Sui diritti umani continuo a pensare che non lasciar scelta ad un persona e costringerla a migrare sia giá di per sé una (gravissima) violazione dei diritti umani. Violazione su cui si sorvola, si é molto disattenti e si fa molto poco per porre rimedio. Ci si concentra molto su Salvini che é solo la parte finale di un problema che parte da molto piú lontano.

Offline FatDanny

*****
16028
Re:Elezioni politiche 2018: i commenti dei Lazionetters
« Risposta #3303 il: 13 Giu 2018, 14:49 »
Consiglio di leggere/ascoltare l'intervento di Salvini in Parlamento sulla vicenda.
Fa schifo, è un peloso di merda, ma sa perfettamente torcere tutte le contraddizioni ipocrite di questa europa contro di essa.
I passaggi contro Francia e Spagna sono efficacissimi, proprio perché se un principio viene affermato come invalicabile allora lo è sempre.
Essendo stato ripetutamente valicato in questi anni (da Ceuta a Ventimiglia, passando per Libia e Turchia) non si capisce perché sarebbe tornato ad esserlo solo ora.
In questi anni passati era tollerabile dimenticare Auschwitz? E' intollerabile solo se il governo è di destra?

Questo è lo stato dell'arte.
Questo è l'avversario che affrontiamo.
Il tempo del traccheggiamento è finito, ora è credibile solo chi si schiera con nettezza.
Rosso o Nero, non c'è spazio per i colori pallidi.

Non esiste alcuna emergenza immigrazione, tutti devono poter passare.
L'unica emergenza che abbiamo in europa è quella di uno stato sociale devastato dalla logica del profitto.
Occorre riprendersi questi profitti, i ricchi devono pagare carissimo.
Con le buone o con le cattive.
O si sposta il centro del discorso su obiettivi più consistenti (e che riusciamo a palesare come tali) oppure hai voglia a tirar giù numeri (per altro discutibili, le tabelle uscite fuori questi giorni sono semi-autogol)

In alternativa c'è il nazismo...
Re:Elezioni politiche 2018: i commenti dei Lazionetters
« Risposta #3304 il: 13 Giu 2018, 16:00 »
Aria di golpe.....

http://www.ansa.it/liguria/notizie/2018/06/13/fondi-lega-gdf-in-sede-sparkasse-bolzan_86e05cc6-ab81-4c0f-aa2a-1b93801ea8e2.html

Chissà se la leggenda di un contributo del Mitico Pagliaccio al riciglaggio ne uscirà alimentata....

Offline FatDanny

*****
16028
Re:Elezioni politiche 2018: i commenti dei Lazionetters
« Risposta #3305 il: 13 Giu 2018, 20:17 »
È giudizio di molti che ci sia stata una parte di cinismo e di irresponsabilità nella posizione italiana sui migranti dell'Aquarius. Ma l'ultimo, proprio l'ultimo che può imputare questo all'Italia è il presidente francese: al confronto di Macron, in tema di accoglienza, Salvini e Toninelli sono due romantici utopisti. Avesse dedicato ai migranti un millesimo degli sforzi fatti per tenere le fila del nuovo potere in Libia, oggi la situazione sarebbe ben diversa. Invece abbiamo davanti agli occhi la vergogna di Ventimiglia e di Bardonecchia, e i porti francesi ostentatamente sigillati. No, monsieur le president: lezioni da altri, ma da lei proprio no.

Enrico Mentana

Ealloramacron?

No, semplicemente salvini sta riuscendo a smascherare tutta l'ipocrisia europea sul tema.
Nel modo sbagliato, in un modo che a me fa orrore, ma sta riuscendo.
Lui riesce, la sinistra fallisce.

Perché la sinistra ha pensato per vent'anni che criticare in modo serrato i governi presunti amici fosse da estremisti utopici.

Ha relativizzato o ignorato quel che accadeva a ceuta e a Ventimiglia.
E oggi salvini gioca sul velluto.

Se si vuole riuscire tocca scrollarsi di dosso linsopportabile moderatismo degli ultimi anni

Offline laziAle82

*****
11258
Sesso: Femmina
Re:Elezioni politiche 2018: i commenti dei Lazionetters
« Risposta #3306 il: 13 Giu 2018, 20:53 »
A ma Macron è un in.fa.me sul tema, nessuno dirà mai il contrario. Tra le incursioni a Bardonecchia e i morti che troveremo allo sciogliersi delle nevi sulle Alpi, possiamo tranquillamente dire che è meglio di vada a nascondere.
Plus: bene, benissimo scoperchiare le contraddizioni europee sul tema, ma non sulla pelle di 700
Persone.

Offline pan

*
1236
Sesso: Femmina
Re:Elezioni politiche 2018: i commenti dei Lazionetters
« Risposta #3307 il: 13 Giu 2018, 21:02 »
il governo si è offeso, perchè gli hanno detto  cinico e mette sul piatto la bontà dell'accoglienza italiana, quelli che hanno salvato più vite umane.
ma non è un controsenso? quella politica d'accoglienza, rabberciata, fallimentare, schifata, era dei governi precedenti, osteggiati ovviamente dal nuovo governo.
me parono tutti matti, al netto della loro pochezza di default.

Online italicbold

*****
32074
Sesso: Maschio
Re:Elezioni politiche 2018: i commenti dei Lazionetters
« Risposta #3308 il: 13 Giu 2018, 21:46 »
A ma Macron è un in.fa.me sul tema, nessuno dirà mai il contrario. Tra le incursioni a Bardonecchia e i morti che troveremo allo sciogliersi delle nevi sulle Alpi, possiamo tranquillamente dire che è meglio di vada a nascondere.
Plus: bene, benissimo scoperchiare le contraddizioni europee sul tema, ma non sulla pelle di 700
Persone.

Appunto
E Dio, per far restar vergine una come te... affoga tutta Firenze? (cit.)

Offline COLDILANA61

*
11741
Sesso: Maschio
Re:Elezioni politiche 2018: i commenti dei Lazionetters
« Risposta #3309 il: 14 Giu 2018, 00:01 »
...
No, semplicemente salvini sta riuscendo a smascherare tutta l'ipocrisia europea sul tema.
Nel modo sbagliato, in un modo che a me fa orrore, ma sta riuscendo.
Lui riesce, la sinistra fallisce.

...


E' una questione di priorita' .

Le priorita' della sinistra sono la difesa di questa europa .
La difesa dei risparmi .

Sticatsi dei migranti (Macron,Minniti)
Sticatsi del 50% di disoccupati giovanili al sud (parassiti ?) .
STICATSI se le prossime generazioni staranno peggio di noi .

Volete i migranti in casa , la difesa dei vostri risparmi , comprare sempre piu' merci a prezzi sempre piu' bassi .

Ma NON volete cambiare la societa' .

Le sue regole ed i suoi obiettivi .

Com'era ? NIMBY .

Quanto sta accadendo ha un responsabile .
Chiaro e preciso .

Non lo volete vedere .

Se si vuole riuscire tocca scrollarsi di dosso l' insopportabile moderatismo degli ultimi anni .

Volete la botte piena e la moglie ubriaca .

COL CATSO . COL CATSO .

Offline laziAle82

*****
11258
Sesso: Femmina
Re:Elezioni politiche 2018: i commenti dei Lazionetters
« Risposta #3310 il: 14 Giu 2018, 08:18 »

Offline UnDodicesimo

*
1012
Sesso: Maschio
Re:Elezioni politiche 2018: i commenti dei Lazionetters
« Risposta #3311 il: 14 Giu 2018, 08:32 »

Offline Kobra

*
2078
Re:Elezioni politiche 2018: i commenti dei Lazionetters
« Risposta #3312 il: 14 Giu 2018, 08:34 »
I migranti salvati dalla nostra Marina militare sì, quelli imbarcati anche dalla Guardia costiera sulla nave di una Ong no. I porti italiani sono rimasti chiusi per i 629 profughi a bordo dell’Aquarius, che raggiungerà Valencia supportata da tre navi italiane, non per i mille portati in salvo dalla Marina militare e dalle imbarcazioni del dispositivo di Eunavformed.

È la linea del Governo emersa in questi giorni, esplicitata dal ministro dell’Interno e segretario leghista Salvini e condivisa dai ministri pentastellati corresponsabili. Al titolare del Viminale va la paternità della definizione di «vicescafisti» per le navi delle organizzazioni non governative, mentre in campagna elettorale l’altro vicepremier Di Maio aveva coniato l’espressione «taxi del mare», oggi mutato nel più complessivo «business dell’immigrazione» che butta nello stesso calderone trafficanti africani e libici e la malagestione emergenziale di alcuni centri di accoglienza per criminalizzare tutto il mondo italiano della solidarietà e della cooperazione sociale.

Ma questa operazione di brutale semplificazione a uso mediatico di un problema terribilmente complesso, il traffico di esseri umani su scala intercontinentale, si basa su un paio di bufale. La prima è che le Ong agiscano indipendentemente nelle operazioni di salvataggio nel Mediterraneo. Non è così, come dimostrano i fatti, che sono sempre 'argomenti testardi'. L’azione di soccorso umanitario in mare nelle acque del Canale di Sicilia, come è stato ribadito in diverse audizioni parlamentari dagli ammiragli responsabili, è sempre stata chiesta alle navi 'private' e coordinata dalla Centrale operativa di Roma della Guardia costiera alla quale pervenivano segnalazioni.

Questa stessa Centrale ha poi autorizzato per salvare vite umane in pericolo anche gli sconfinamenti in acque territoriali libiche delle navi delle Ong . Sconfinamenti che costituirebbero la prova per i tanti – a partire dall’Agenzia Frontex, proseguendo per il procuratore di Catania e arrivando all’allora ministro Minniti senza scordare i gruppi identitari nostrani e i neofascisti di Generazione identitaria che la scorsa estate avevano messo in acqua una nave di disturbo infine malamente sparita dai radar – che avrebbe inchiodato le Ong alla loro 'complicità' coi trafficanti. Nessuna prova di tale legame è mai emersa, anzi. Recentemete il Tribunale del riesame di Ragusa ha dissequestrato le navi della spagnola Open arms 'fermata' a marzo.

Esemplari le motivazioni dei giudici: «Nella vicenda in esame nessun elemento consente di ravvisare il ricorrere di cointeressenze o di accordi tra l’equipaggio della motonave Open Arms e l’organizzazione – verosimilmente libica – autrice dell’illecito trasporti di migranti». Resta l’attesa per il caso della nave dell’Ong tedesca Jugend rettet, per cui la Procura di Trapani ha disposto un sequestro confermato in Cassazione a fine aprile sempre con l’accusa di collusione con i trafficanti. Nel frattempo i video prodotti dall’accusa sono stati smontati da filmati girati da reporter a bordo, si annuncia un procedimento intenso. Va aggiunto che tra gli accusatori c’è la Guardia costiera libica, che ha più volte minacciato e anche attaccato le navi delle sigle umanitarie. Uno dei suoi comandanti, Abd al Rahman al-Milad, è stato accusato dall’Onu di essere uno dei big del traffico di esseri umani. La seconda bufala è quella per cui le Ong «prendono soldi» dallo Stato per ogni migrante salvato.

Le Ong vivono di donazioni private, al contribuente italiano non costano nulla. Anzi, lo fanno risparmiare perché agiscono in sostituzione delle navi delle Forze armate italiane
. È stato il progressivo ritiro delle navi di pattuglia dei dispositivi europei a spingere nel 2014 diverse Ong – tra queste Medici senza frontiere, Save the chlidren, Emergency, la Croce Rossa con Moas – a mettere in acqua navi per ragioni umanitarie. Chi le attacca sostiene anche che siano finanziate con ingenti somme dal finanziere George Soros in questo caso regolarmente etichettato da chi lo tira in ballo come «ebreo» per «sostituire la popolazione europea con i migranti». Un 'complotto' lunare, e senza prove.

Le 118 mila persone sbarcate nel 2017 non sono neanche lontanamente una pericolosa «invasione». Questa stagione tossica ha comunque avuto successo. Le navi soccorso delle Ong impegnate a battere l’immenso specchio d’acqua tra Nord Africa e Italia erano arrivate sino a tredici, nei periodi 'caldi' del 2015 e del 2016, ma oggi sono rimaste appena in tre. Con l’Aquarius prima lasciata alla deriva e, poi, dirottata su Valencia, il potenziale di intervento diminuisce di un terzo. Senza le navi della società civile sono spariti anche scomodi testimoni di luridi traffici, di respingimenti illegali in Libia e di naufragi. Oggi l’obiettivo sono le Ong, ma tanti indizi lasciano pensare che queste siano prove generali per un ben più radicale attacco ai valori della solidarietà e alla cultura dell’accoglienza.


https://www.avvenire.it/opinioni/pagine/perch-le-ong-tornano-nel-mirino

Offline UnDodicesimo

*
1012
Sesso: Maschio
Re:Elezioni politiche 2018: i commenti dei Lazionetters
« Risposta #3313 il: 14 Giu 2018, 08:46 »
I migranti salvati dalla nostra Marina militare sì, quelli imbarcati anche dalla Guardia costiera sulla nave di una Ong no. I porti italiani sono rimasti chiusi per i 629 profughi a bordo dell’Aquarius, che raggiungerà Valencia supportata da tre navi italiane, non per i mille portati in salvo dalla Marina militare e dalle imbarcazioni del dispositivo di Eunavformed.

È la linea del Governo emersa in questi giorni, esplicitata dal ministro dell’Interno e segretario leghista Salvini e condivisa dai ministri pentastellati corresponsabili. Al titolare del Viminale va la paternità della definizione di «vicescafisti» per le navi delle organizzazioni non governative, mentre in campagna elettorale l’altro vicepremier Di Maio aveva coniato l’espressione «taxi del mare», oggi mutato nel più complessivo «business dell’immigrazione» che butta nello stesso calderone trafficanti africani e libici e la malagestione emergenziale di alcuni centri di accoglienza per criminalizzare tutto il mondo italiano della solidarietà e della cooperazione sociale.

Ma questa operazione di brutale semplificazione a uso mediatico di un problema terribilmente complesso, il traffico di esseri umani su scala intercontinentale, si basa su un paio di bufale. La prima è che le Ong agiscano indipendentemente nelle operazioni di salvataggio nel Mediterraneo. Non è così, come dimostrano i fatti, che sono sempre 'argomenti testardi'. L’azione di soccorso umanitario in mare nelle acque del Canale di Sicilia, come è stato ribadito in diverse audizioni parlamentari dagli ammiragli responsabili, è sempre stata chiesta alle navi 'private' e coordinata dalla Centrale operativa di Roma della Guardia costiera alla quale pervenivano segnalazioni.

Questa stessa Centrale ha poi autorizzato per salvare vite umane in pericolo anche gli sconfinamenti in acque territoriali libiche delle navi delle Ong . Sconfinamenti che costituirebbero la prova per i tanti – a partire dall’Agenzia Frontex, proseguendo per il procuratore di Catania e arrivando all’allora ministro Minniti senza scordare i gruppi identitari nostrani e i neofascisti di Generazione identitaria che la scorsa estate avevano messo in acqua una nave di disturbo infine malamente sparita dai radar – che avrebbe inchiodato le Ong alla loro 'complicità' coi trafficanti. Nessuna prova di tale legame è mai emersa, anzi. Recentemete il Tribunale del riesame di Ragusa ha dissequestrato le navi della spagnola Open arms 'fermata' a marzo.

Esemplari le motivazioni dei giudici: «Nella vicenda in esame nessun elemento consente di ravvisare il ricorrere di cointeressenze o di accordi tra l’equipaggio della motonave Open Arms e l’organizzazione – verosimilmente libica – autrice dell’illecito trasporti di migranti». Resta l’attesa per il caso della nave dell’Ong tedesca Jugend rettet, per cui la Procura di Trapani ha disposto un sequestro confermato in Cassazione a fine aprile sempre con l’accusa di collusione con i trafficanti. Nel frattempo i video prodotti dall’accusa sono stati smontati da filmati girati da reporter a bordo, si annuncia un procedimento intenso. Va aggiunto che tra gli accusatori c’è la Guardia costiera libica, che ha più volte minacciato e anche attaccato le navi delle sigle umanitarie. Uno dei suoi comandanti, Abd al Rahman al-Milad, è stato accusato dall’Onu di essere uno dei big del traffico di esseri umani. La seconda bufala è quella per cui le Ong «prendono soldi» dallo Stato per ogni migrante salvato.

Le Ong vivono di donazioni private, al contribuente italiano non costano nulla. Anzi, lo fanno risparmiare perché agiscono in sostituzione delle navi delle Forze armate italiane
. È stato il progressivo ritiro delle navi di pattuglia dei dispositivi europei a spingere nel 2014 diverse Ong – tra queste Medici senza frontiere, Save the chlidren, Emergency, la Croce Rossa con Moas – a mettere in acqua navi per ragioni umanitarie. Chi le attacca sostiene anche che siano finanziate con ingenti somme dal finanziere George Soros in questo caso regolarmente etichettato da chi lo tira in ballo come «ebreo» per «sostituire la popolazione europea con i migranti». Un 'complotto' lunare, e senza prove.

Le 118 mila persone sbarcate nel 2017 non sono neanche lontanamente una pericolosa «invasione». Questa stagione tossica ha comunque avuto successo. Le navi soccorso delle Ong impegnate a battere l’immenso specchio d’acqua tra Nord Africa e Italia erano arrivate sino a tredici, nei periodi 'caldi' del 2015 e del 2016, ma oggi sono rimaste appena in tre. Con l’Aquarius prima lasciata alla deriva e, poi, dirottata su Valencia, il potenziale di intervento diminuisce di un terzo. Senza le navi della società civile sono spariti anche scomodi testimoni di luridi traffici, di respingimenti illegali in Libia e di naufragi. Oggi l’obiettivo sono le Ong, ma tanti indizi lasciano pensare che queste siano prove generali per un ben più radicale attacco ai valori della solidarietà e alla cultura dell’accoglienza.


https://www.avvenire.it/opinioni/pagine/perch-le-ong-tornano-nel-mirino

un paio di settimane ponevo l'attenzione sul quanto fosse possibile che chi aiuta i migranti potesse essere criminalizzato.

a quanto pare mi ero sbagliato. era gia' stato fatto.

pero c'e' un trattino verde tra centro e destra e ci sono altri problemi piu' importanti.

Offline UnDodicesimo

*
1012
Sesso: Maschio
Re:Elezioni politiche 2018: i commenti dei Lazionetters
« Risposta #3314 il: 14 Giu 2018, 09:41 »
....
pero c'e' un trattino verde giallo tra centro e destra
...

Edit
Re:Elezioni politiche 2018: i commenti dei Lazionetters
« Risposta #3315 il: 14 Giu 2018, 09:51 »
Consiglio di leggere/ascoltare l'intervento di Salvini in Parlamento sulla vicenda.

Ti chiedo una cosa Fat, e la chiedo a te perchè sei praticamente l'unico di cui mi fido  ;)

Il rotolone al senato ha parlato di Soros e fatto allusioni al fatto che ci sia la sua regia dietro
l'azione di alcune ong o comunque dietro il fenomeno migratorio.
Ovviamente a me istintivamente sembra una cosa tipo le scie chimiche.
Però mi ha colpito che Salvini ne abbia parlato così esplicitamente in un discorso da ministro dell'interno al Senato.
E visto poi che concordo con te sul fatto che  come stratega politico si stia rivelando acuto e vincente (aldila dell'orrore che ci suscita politicamente) mi viene qualche dubbio sul fatto che sia
una baggianata e basta.
Che ne pensi?

Offline JoeStrummer

*****
12259
Sesso: Maschio
Re:Elezioni politiche 2018: i commenti dei Lazionetters
« Risposta #3316 il: 14 Giu 2018, 09:57 »
Però mi ha colpito che Salvini ne abbia parlato così esplicitamente in un discorso da ministro dell'interno al Senato.
E visto poi che concordo con te sul fatto che  come stratega politico si stia rivelando acuto e vincente (aldila dell'orrore che ci suscita politicamente) mi viene qualche dubbio sul fatto che sia
una baggianata e basta.
Che ne pensi?

Quello di Soros finanziatore occulto delle migrazioni, così come de "gender" e di amenità varie perchè impegnato in una politica di distruzione dei valori tradizionali( Dio, Patria, Famiglia) è la battaglia delle battaglie per la destra populista moderna.

Salvini l'ha semplicemente( si fa per dire) l'ha elevata dai bar, dai blog, dai social e anche dalla stampa a livello Istituzionale.
Re:Elezioni politiche 2018: i commenti dei Lazionetters
« Risposta #3317 il: 14 Giu 2018, 10:06 »
Quello di Soros finanziatore occulto delle migrazioni, così come de "gender" e di amenità varie perchè impegnato in una politica di distruzione dei valori tradizionali( Dio, Patria, Famiglia) è la battaglia delle battaglie per la destra populista moderna.

Si ma avendo contatti con Orban Salvini penso che alluda a qualcosa di concreto.

Offline FatDanny

*****
16028
Re:Elezioni politiche 2018: i commenti dei Lazionetters
« Risposta #3318 il: 14 Giu 2018, 10:45 »
A ma Macron è un in.fa.me sul tema, nessuno dirà mai il contrario. Tra le incursioni a Bardonecchia e i morti che troveremo allo sciogliersi delle nevi sulle Alpi, possiamo tranquillamente dire che è meglio di vada a nascondere.
Plus: bene, benissimo scoperchiare le contraddizioni europee sul tema, ma non sulla pelle di 700
Persone.

Certamente, è la ragione per cui a me (noi) fa orrore e risulta intollerabile a prescindere dallo scopo che si prefige
Ma indubbiamente è efficace, va ammesso per evitare di raccontarci calle.
Ed è efficace perché purtroppo la questione non riguarda solo il maledetto Macron.
Riguarda zapatero, riguarda Hollande, riguarda renzi, riguarda prodi, riguarda Sanchez.
Salvini ha gioco facile a dire "la Spagna passa per solidale ma ai migranti gli spara, cosa che io non farei mai. Dov'era ib che oggi mi da del nazista e parla di limiti invalicabile mentre quel limite veniva ampiamente superato? Vale solo per me?"

Gioca facilissimo e sta facendo esplodere letteralmente le contraddizioni europee.
Quello che la sinistra avrebbe potuto fare in tutt'altro modo, non giocando sulla pelle di 700 persone.
Così come avrebbe potuto farlo sul debito.

Finche non si fara questo avremo sempre le armi spuntate nei confronti delle destre.
E non sarà un problema del piddi perché il moderatismo ha afflitto tutti, rifondazione compresa, perché è un problema di intero popolo della sinistra che ha perso le sue utopie, tacciandole come illusioni.

La sinistra sembra un vecchio disilluso di 60 anni che cerca de campa un po meglio gli ultimi anni di vita. Accontentandosi.
Ma una roba così in politica al massimo ottiene numeri da PRI.
per tornare a vincere deve nascere una sinistra con aria da ventenne che grida "bene adesso prima ve Manno a fanculo*, poi ve prendo lo scalpo a tutti, iniziate a correre"

* viva l' antipolitica, viva l'antipolitica, viva l'antipolitica.
La sinistra socialista NASCE sullantipolitica, mandando a fare in culo politica e politici di professione. I partiti dei notabili.
Il nuovo non deve mettersi d'accordo con il vecchio, lo deve spazzare via senza alcuna pietà.
Per questo fin da principio gli oppositori a Grillo che si caratterizzavano sul rispetto degli attuali attori politici non mi hanno mai convinto ne lo faranno mai. Manco se grillo diventa Hitler.
Continuerà ad essere giusto dire che i vecchi attori vanno spazzati via senza alcuna pietà.

Offline FatDanny

*****
16028
Re:Elezioni politiche 2018: i commenti dei Lazionetters
« Risposta #3319 il: 14 Giu 2018, 11:26 »
http://www.repubblica.it/cronaca/2018/06/13/news/salvini_regeni_sono_piu_importanti_i_rapporti_con_l_egitto_-198949094/

La nuova era è appena iniziata.

la nuova era che nuova non era

Già.
Anche su questo Salvini sta solo esplicitando quel che già è avvenuto col precedente governo, che si è mosso esattamente su questa linea "i rapporti con l'Egitto sono più importanti della verità su Regeni".

Vi consiglio questo libro:
http://ilmegafonoquotidiano.it/libri/giulio-regeni-le-verit%C3%A0-ignorate

che mostra in modo evidente come tanto sul piano dei media (in particolare repubblica) sia sull'azione di governo la strada fosse quella esplicitata oggi da Salvini.


Spero che pian piano risultino evidenti una serie di affermazioni che tanto "scandalo" hanno creato qui dentro.
Aggirare il problema con la co.j.onella su "eallorailpd" è volersi rifiutare di guardare in faccia il problema.
Non parliamo di PD, parliamo di Sinistra (europea, mondiale, come ve pare).
Tanto la questione resta questa ed è inaggirabile per chiunque non voglia rassegnarsi alla merda presente.
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod