Green Pass

0 Utenti e 18 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline FatDanny

*****
23839
Re:Green Pass
« Risposta #1540 il: 14 Ott 2021, 12:15 »
ma infatti vedere questo stato di mobilitazione alla vigilia di questo certificato e non su tutta una serie di buonissime ragioni è veramente deprimente.
C'è da dire che il governo ci si è messo di impegno, perché mettere 3,5 mln di persone a stipendio zero è aizzarle.
Con tutte le ragioni del mondo, io uso il GP senza problemi, ma resta che una misura del genere va valutata nei risultati. Se hai vaccinato il 6% in più, ma hai fatto rivoltare il resto il risultato non è positivo.
Comunque la si pensi.

Offline Emanuele

*
7587
Re:Green Pass
« Risposta #1541 il: 14 Ott 2021, 12:22 »
vediamo pero' tra un paio di mesi quante persone si saranno vaccinate, poi possiamo giudicare meglio l'efficacia della misura

nel mio piccolo, mia zia 65enne e cardiopatica - ultra no vax - si e' fatta il vaccino per poter andare a lavoro
lei e' piu' protetta, chi le sta intorno e' piu' protetto, tutti siamo piu' protetti

whatever works, come diceva qualcuno

Offline Thorin

*
2846
Re:Green Pass
« Risposta #1542 il: 14 Ott 2021, 12:47 »
ma infatti vedere questo stato di mobilitazione alla vigilia di questo certificato e non su tutta una serie di buonissime ragioni è veramente deprimente.
C'è da dire che il governo ci si è messo di impegno, perché mettere 3,5 mln di persone a stipendio zero è aizzarle.
Con tutte le ragioni del mondo, io uso il GP senza problemi, ma resta che una misura del genere va valutata nei risultati. Se hai vaccinato il 6% in più, ma hai fatto rivoltare il resto il risultato non è positivo.
Comunque la si pensi.

Oggi ho letto che è vietato per le aziende mettere in smart working le persone senza Green Pass, io che sono ultrafavorevole al Green Pass trovo che sia un provvedimento folle, e probabilmente illegale.

Così facendo diventa una misura punitiva verso una cosa sulla quale non esiste un obbligo.

Il governo sta giocando non so quanto volontariamente col fuoco e rischia di radicalizzare ancora di più lo scontro.
In quasi quarant'anni di vita non sono mai stato più preoccupato di ora per la tenuta democratica del paese.

Offline Emanuele

*
7587
Re:Green Pass
« Risposta #1543 il: 14 Ott 2021, 12:56 »
sì ma a parte qualcuno che ne fa una questione etica, giuridica, o politica, in maniera a mio modo di vedere un po' astratta e poco calata nella contingenza della pandemia, le istanze dei no green pass poggiano principalmente sul rifiuto del vaccino

non vedo come un obbligo (che credo non sia stato imposto nemmeno dalla 'terribile dittatura comunista cinese') sarebbe stato - o sarebbe - accettato con maggiore serenità del green pass

come andrebbe poi applicato e imposto quest'obbligo?

il governo ha fatto all-in con le restrizioni sui luoghi di lavoro, se avrà avuto ragione o meno si vedrà tra qualche settimana

e i motivi per cui l'ha fatto, a me francamente interessano poco

a me interessa che ci siano più vaccinati possibile, in Italia come altrove
non per un mio sfizio, ma perché la scienza ci dice che è l'arma migliore che abbiamo a disposizione

il resto per me è materiale dialettico un po' fine a se stesso

Offline naoko

*****
9091
Re:Green Pass
« Risposta #1544 il: 14 Ott 2021, 13:11 »
Preciso per chi potrebbe pensare “è morta di cancro ma siccome era positiva hanno scritto covid”: paziente oncologica nel senso che aveva qualche anno indietro fatto cicli chemio e il cancro era andato in remissione, globalmente stava bene, attiva; è morta senza aria e senza il conforto dei cari

guarda mi dai un colpo al cuore perché sarebbe esattamente la stessa situazione di mia madre, proprio questo intendevo prima quando ho scritto.  :(

Offline MadBob79

*****
10834
Re:Green Pass
« Risposta #1545 il: 14 Ott 2021, 13:18 »
guarda mi dai un colpo al cuore perché sarebbe esattamente la stessa situazione di mia madre, proprio questo intendevo prima quando ho scritto.  :(

che è la situazione nostra con mio suocero...infatti, mille precauzioni, vaccini fatti il primo momento utile, precauzioni anche dopo (roba tipo che io e mia moglie, vaccinati, ci facciamo il tampone appena scendiamo a casa loro), più altre pratiche tipo la sterilizzazione compulsiva di tutti gli acquisti, etc...

Offline trax_2400

*****
11411
Re:Green Pass
« Risposta #1546 il: 14 Ott 2021, 13:21 »
Adesso vi faccio una domanda stupida.
Io subisco delle importanti privazioni della libertà da quasi 50 anni: scuola + lavoro, cose che io non volevo né voglio assolutamente fare ma che sono proprio costretto a fare se voglio sopravvivere ed avere anche un po' di tempo rimanente per me.
Mi sembrano limitazioni ben più importanti rispetto a dover fare il vaccino, mettere la mascherina o esibire il green pass.
Come mai non mi difende nessuno?  :)

Online paolo71

*****
14878
Re:Green Pass
« Risposta #1547 il: 14 Ott 2021, 13:25 »



a me interessa che ci siano più vaccinati possibile, in Italia come altrove
non per un mio sfizio, ma perché la scienza ci dice che è l'arma migliore che abbiamo a disposizione

il resto per me è materiale dialettico un po' fine a se stesso

Offline gesulio

*****
19359
Re:Green Pass
« Risposta #1548 il: 14 Ott 2021, 13:39 »
Si, hai capito benissimo. E ti dico di più, c'hai pure ragione sul PNRR, io su quello sono avvelenato (avrei speso tutto in sanità, istruzione e ricerca, e affanculo tutti gli altri). Ed è su questo che si dovrebbero fare manifestazioni ed esternare paturnie di ogni genere come fai tu, altro che il GP. Che cazzo significa "spendiamo miliardi in vaccini", però lo sai solo tu. A sto punto potevamo non comprarli, e chi se ne frega dei conseguenti morti.

Per cercare di evitare il ritorno al marzo 2020 (causato da mancanza di strutture e personale) si spinge in tutti i modi la gente a vaccinarsi. È stato fatto qualcosa in termini di posti letto/terapie intensive (ma non si possono creare dall'oggi al domani medici e infermieri), perciò se si rialzassero i contagi sempre nella merda staremmo

questa questione riguardante la ratio del greenpass è lo snodo cruciale di ogni discussione.
a me dispiace che non si riesca a mettere il punto, almeno qui dentro, ed essere allineati su un aspetto che dovrebbe invece vederci d'accordo tutti.

Leggevo qualche mezzora fa quanto segue:

https://www.ilfoglio.it/salute/2021/10/14/news/il-virus-diffuso-dai-vaccinati-che-si-infettano-e-meno-contagioso-c-e-la-prova-3156549/

anche su questo, come su tutto il resto, c'è chi non vuole fare i conti con la realtà.

tutte le critiche al green pass si basano su una critica al vaccino che ha delle fondamenta evidentemente anti oggettive (senza bisogno di stare a scomodare un facile sarcasmo rifacendo il verso alle argomentazioni ridicole sulle cure alternative, sul vaccino che te lo fai e dopo 3 giorni muori, sul virus che viene veicolato solo dai vaccinati, sul 5g e le altre minchiate abnormi che girano e che ciclicamente si leggono purtroppo anche qui).
Nonostante giorno dopo giorno escano fuori notizie del genere.

Dove voglio arrivare?
Semplice: se la ratio del green pass si basa sul ridurre al minimo la circolazione del covid nelle sue forme più intense, ossia veicolate dai non vaccinati, il green pass ha una sua ratio intrinseca. poi possiamo discutere su come applicarlo, e ok.
ma la sua ragione d'essere c'è e non può essere messa in discussione.

qui sopra vedo argomentazioni riguardo la critica al green pass non tanto sulle sue (criticabilissime) sfumature quanto proprio sulla ratio stessa.

sono critiche che si basano sulle fondamenta suddette: il green pass non serve perché il vaccino è inutile perché il covid non è pericoloso, è una semplice influenza o addirittura non esiste. oppure è pericoloso però sticazzi se circola con maggiore intensità a causa dei non vaccinati.

E per giunta sono critiche che non prevedono un modello alternativo che vada bene per la collettività, che tenga in considerazione le esigenze, i bisogni, la sicurezza, le aspettative di tutti o del maggior numero di persone.

E' come rivendicare di poter passare col rosso se c'ho fretta, ma astenersi dall'indicare come dovrebbe essere regolato un incrocio se tutti avessero fretta.

Il nodo è la rimozione della gravità del problema.
Il semaforo in realtà non serve, è questo il concetto che sta alla base.

Non ci sono argomentazioni che salvaguardino l'oggettività dell'utilità del semaforo, chessò: "per quelli che provengono dalla Prenestina, il semaforo dovrebbe essere verde 30 secondi in più".

No. Il semaforo non serve. E' un complotto del comune di Roma per far prendere multe e criminalizzare chi c'ha fretta. State negando il diritto inalienabile ad averci fretta.
Stiamo a questi livelli qui.

Offline Emanuele

*
7587
Re:Green Pass
« Risposta #1549 il: 14 Ott 2021, 13:51 »
d'accordo con gesulio

Offline trax_2400

*****
11411
Re:Green Pass
« Risposta #1550 il: 14 Ott 2021, 13:56 »
questa questione riguardante la ratio del greenpass è lo snodo cruciale di ogni discussione.
a me dispiace che non si riesca a mettere il punto, almeno qui dentro, ed essere allineati su un aspetto che dovrebbe invece vederci d'accordo tutti.

Leggevo qualche mezzora fa quanto segue:

https://www.ilfoglio.it/salute/2021/10/14/news/il-virus-diffuso-dai-vaccinati-che-si-infettano-e-meno-contagioso-c-e-la-prova-3156549/

anche su questo, come su tutto il resto, c'è chi non vuole fare i conti con la realtà.

tutte le critiche al green pass si basano su una critica al vaccino che ha delle fondamenta evidentemente anti oggettive (senza bisogno di stare a scomodare un facile sarcasmo rifacendo il verso alle argomentazioni ridicole sulle cure alternative, sul vaccino che te lo fai e dopo 3 giorni muori, sul virus che viene veicolato solo dai vaccinati, sul 5g e le altre minchiate abnormi che girano e che ciclicamente si leggono purtroppo anche qui).
Nonostante giorno dopo giorno escano fuori notizie del genere.

Dove voglio arrivare?
Semplice: se la ratio del green pass si basa sul ridurre al minimo la circolazione del covid nelle sue forme più intense, ossia veicolate dai non vaccinati, il green pass ha una sua ratio intrinseca. poi possiamo discutere su come applicarlo, e ok.
ma la sua ragione d'essere c'è e non può essere messa in discussione.

qui sopra vedo argomentazioni riguardo la critica al green pass non tanto sulle sue (criticabilissime) sfumature quanto proprio sulla ratio stessa.

sono critiche che si basano sulle fondamenta suddette: il green pass non serve perché il vaccino è inutile perché il covid non è pericoloso, è una semplice influenza o addirittura non esiste. oppure è pericoloso però sticazzi se circola con maggiore intensità a causa dei non vaccinati.

E per giunta sono critiche che non prevedono un modello alternativo che vada bene per la collettività, che tenga in considerazione le esigenze, i bisogni, la sicurezza, le aspettative di tutti o del maggior numero di persone.

E' come rivendicare di poter passare col rosso se c'ho fretta, ma astenersi dall'indicare come dovrebbe essere regolato un incrocio se tutti avessero fretta.

Il nodo è la rimozione della gravità del problema.
Il semaforo in realtà non serve, è questo il concetto che sta alla base.

Non ci sono argomentazioni che salvaguardino l'oggettività dell'utilità del semaforo, chessò: "per quelli che provengono dalla Prenestina, il semaforo dovrebbe essere verde 30 secondi in più".

No. Il semaforo non serve. E' un complotto del comune di Roma per far prendere multe e criminalizzare chi c'ha fretta. State negando il diritto inalienabile ad averci fretta.
Stiamo a questi livelli qui.
Ah guarda, a me i miei novax mi dicono proprio che non è vero che ci sono tutti questi morti, che questo è quello che raccontano a me, che sono un boccalone ...
Re:Green Pass
« Risposta #1551 il: 14 Ott 2021, 14:17 »
tutte le critiche al green pass si basano su una critica al vaccino che ha delle fondamenta evidentemente anti oggettive
Ancora?
Ma dopo tutto quello che si è scritto ancora cosí stamo?
Eppure mi sembra chiaro che nella società e anche qui sopra ci sono testimonianze di gente che si è vaccinata ma è contro il gp.
Quelle che tu chiami sfumature non sono sfumature manco per niente.
Io personalmente sono favorevole ai vaccini e alla campagna vaccinale in generale.
Se domani mettono l'obbligo io non batto ciglio e non ho pietà per chi non si vaccina. E lo stesso se tolgono i brevetti.
O anche se rendono gratuiti i tamponi: per me a quel punto non ci sono piú problemi.
Per me come è strutturata questa misura e come sta venendo applicata
è sostanziale e implica delle conseguenze politiche che non sono sottigliezze in punta di fioretto ma questioni importanti.
"Va bene tutto basta che se vaccinano tutti" per me è inaccettabile, perchè questo significa sospendere diritti e libertà fondamentali, significa introdurre delle sperequazioni talmente evidenti che poi diverranno accettabili anche in altri contesti.
Si continua a sottovalutare questo aspetto e parlare di pragmatismo, ma il pragmatismo vero che applica la ratio del gp di Mario Draghi non è volto a salvare vite umane: è vto a garantire il ciclo produttivo e la "ripresa" economica.
Re:Green Pass
« Risposta #1552 il: 14 Ott 2021, 14:24 »
Credo che Gesulio abbia ragione.
Ci sarebbe molto da discutere nel merito del green pass, delle sue sfumature, delle conseguenze della sua introduzione (ed estensione) e della sua efficacia (diceva bene FD a proposito).
Invece se ne mette in discussione la ratio (non tanto qui, ma nella vita "reale" è fenomeno assai diffuso) per un motivo molto semplice: si è no vax.
Perché credo che tra i favorevoli al vaccino vi siano anche contrari a questo gp (io stesso nutro forti dubbi, ma ne condivido l'introduzione), ma tra i contrari al vaccino ci sono solo contrari al gp pass. Qualcosa vorrà pur dire...

Offline gesulio

*****
19359
Re:Green Pass
« Risposta #1553 il: 14 Ott 2021, 14:53 »
Ancora?
Ma dopo tutto quello che si è scritto ancora cosí stamo?
Eppure mi sembra chiaro che nella società e anche qui sopra ci sono testimonianze di gente che si è vaccinata ma è contro il gp.
Quelle che tu chiami sfumature non sono sfumature manco per niente.
Io personalmente sono favorevole ai vaccini e alla campagna vaccinale in generale.
Se domani mettono l'obbligo io non batto ciglio e non ho pietà per chi non si vaccina. E lo stesso se tolgono i brevetti.
O anche se rendono gratuiti i tamponi: per me a quel punto non ci sono piú problemi.
Per me come è strutturata questa misura e come sta venendo applicata
è sostanziale e implica delle conseguenze politiche che non sono sottigliezze in punta di fioretto ma questioni importanti.
"Va bene tutto basta che se vaccinano tutti" per me è inaccettabile, perchè questo significa sospendere diritti e libertà fondamentali, significa introdurre delle sperequazioni talmente evidenti che poi diverranno accettabili anche in altri contesti.
Si continua a sottovalutare questo aspetto e parlare di pragmatismo, ma il pragmatismo vero che applica la ratio del gp di Mario Draghi non è volto a salvare vite umane: è vto a garantire il ciclo produttivo e la "ripresa" economica.

no no no no no. sono tutti no i tuoi.
e non c'è una spiegazione alternativa.
Lascia perdere un attimo Draghi, la lotta di classe, il proletariato e tutto il resto, su cui in larga parte condividiamo.
SE il covid è pericoloso, SE il vaccino è la migliore arma nel contrasto, SE i non vaccinati sono i veicoli principali della continua diffusione del covid, tu mi devi dire come si fa a garantire la sicurezza di 9 persone se il decimo non vuole vaccinarsi perché nel vaccino ci sono le ossa sbriciolate dei bambini di sei mesi ammazzati apposta.
spiegamelo. io ti sfido su questa questione.
non basta dire solo no no no, quel decimo ha il diritto al lavoro e al salario.
lo so pure io, ma tu dimmi come poter garantire tutti e dieci.
green pass o meno, vaccino obbligatorio o meno. che queste sono solo misure di conseguenza alla risoluzione del problema.

ps: la discriminante "obbligo vaccinale" è l'unico argomento che conta? lasciando per un attimo stare il fatto che mi sembra abbastanza impossibile che Draghi voglia prendersi il rischio di una crisi di governo, dato che farebbe il gioco di Meloni e Salvini (daje a prende per culo quando si tocca l'argomento, ma è così: il governo costretto a chiedere la fiducia sull'obbligo vaccinale è quello che vuole Salvini).
Quindi per te tutto il discorso sulla lotta di classe, il diritto al lavoro e blablabla cade se Draghi ti tratta come un suddito e ti dice che il vaccino te lo fai e stai pure muto? tu te lo fai e stai muto? famme capi' che non ci arrivo.
Re:Green Pass
« Risposta #1554 il: 14 Ott 2021, 15:06 »
Sono under 30 vaccinato e ritengo il GP per i lavoratori un grave errore.

Offline Thorin

*
2846
Re:Green Pass
« Risposta #1555 il: 14 Ott 2021, 15:13 »
questa questione riguardante la ratio del greenpass è lo snodo cruciale di ogni discussione.
a me dispiace che non si riesca a mettere il punto, almeno qui dentro, ed essere allineati su un aspetto che dovrebbe invece vederci d'accordo tutti.

Leggevo qualche mezzora fa quanto segue:

https://www.ilfoglio.it/salute/2021/10/14/news/il-virus-diffuso-dai-vaccinati-che-si-infettano-e-meno-contagioso-c-e-la-prova-3156549/

anche su questo, come su tutto il resto, c'è chi non vuole fare i conti con la realtà.

tutte le critiche al green pass si basano su una critica al vaccino che ha delle fondamenta evidentemente anti oggettive (senza bisogno di stare a scomodare un facile sarcasmo rifacendo il verso alle argomentazioni ridicole sulle cure alternative, sul vaccino che te lo fai e dopo 3 giorni muori, sul virus che viene veicolato solo dai vaccinati, sul 5g e le altre minchiate abnormi che girano e che ciclicamente si leggono purtroppo anche qui).
Nonostante giorno dopo giorno escano fuori notizie del genere.

Dove voglio arrivare?
Semplice: se la ratio del green pass si basa sul ridurre al minimo la circolazione del covid nelle sue forme più intense, ossia veicolate dai non vaccinati, il green pass ha una sua ratio intrinseca. poi possiamo discutere su come applicarlo, e ok.
ma la sua ragione d'essere c'è e non può essere messa in discussione.

qui sopra vedo argomentazioni riguardo la critica al green pass non tanto sulle sue (criticabilissime) sfumature quanto proprio sulla ratio stessa.

sono critiche che si basano sulle fondamenta suddette: il green pass non serve perché il vaccino è inutile perché il covid non è pericoloso, è una semplice influenza o addirittura non esiste. oppure è pericoloso però sticazzi se circola con maggiore intensità a causa dei non vaccinati.

E per giunta sono critiche che non prevedono un modello alternativo che vada bene per la collettività, che tenga in considerazione le esigenze, i bisogni, la sicurezza, le aspettative di tutti o del maggior numero di persone.

E' come rivendicare di poter passare col rosso se c'ho fretta, ma astenersi dall'indicare come dovrebbe essere regolato un incrocio se tutti avessero fretta.

Il nodo è la rimozione della gravità del problema.
Il semaforo in realtà non serve, è questo il concetto che sta alla base.

Non ci sono argomentazioni che salvaguardino l'oggettività dell'utilità del semaforo, chessò: "per quelli che provengono dalla Prenestina, il semaforo dovrebbe essere verde 30 secondi in più".

No. Il semaforo non serve. E' un complotto del comune di Roma per far prendere multe e criminalizzare chi c'ha fretta. State negando il diritto inalienabile ad averci fretta.
Stiamo a questi livelli qui.

E' assolutamente questo.
E' la mancanza di logica più totale e paranoia.

L'altro giorno parlavo con un collega che mi fa: "Io il vaccino non l'ho fatto perchè mi sono fatto due conti ed il virus se non l'ho preso fino ad ora si vede che non lo devo prendere."

Che je rispondi?

Che dato che è un anno e mezzo che non fa il botto col motorino può smettere di mettere il casco, gli ho risposto questo, e lui: "E' diverso"

Un altro mio conoscente su facebook posta la qualunque, basta che sia contro il vaccino o contro il Green Pass.
Una volta ha postato uno studio su una fantomatica cura precoce che devi fare ai primi sintomi, senza neanche spettare il tampone... gli ho domandato "Cioè ti cola il naso e fai la cura? Poi colpo di tosse e fai la cura? Senza neanche sapere se è covid?"
Ovviamente la butta in caciara, i vaccini, Big Pharma, Bill Gates eccetera.
Non ci puoi parlare, come fai a parlarci?
E' arrivato a dire a me che il mio caro che se n'è andato per Covid "Era anziano, probabilmente è morto di altro ma ti hanno detto covid".

Sta gente non la smuovi manco se ci sbattono la testa, nella loro testa s'è rotto qualcosa e non si torna indietro.

E' per questo che sono preoccupato.

Offline radar

*****
8988
Re:Green Pass
« Risposta #1556 il: 14 Ott 2021, 15:16 »
OT
Non scherzo, ho un collega terrapiattista che l'altro giorno sosteneva che i nazisti, durante la II GM, avessero invaso l'Italia perchè ad Ischia ci sarebbe l'ingresso alla terra cava.
Secondo voi è vaccinato o no?
EOT

Offline Thorin

*
2846
Re:Green Pass
« Risposta #1557 il: 14 Ott 2021, 15:17 »
OT
Non scherzo, ho un collega terrapiattista che l'altro giorno sosteneva che i nazisti, durante la II GM, avessero invaso l'Italia perchè ad Ischia ci sarebbe l'ingresso alla terra cava.
Secondo voi è vaccinato o no?
EOT

Ha già chiesto la terza dose immagino ahahahah

Offline FatDanny

*****
23839
Re:Green Pass
« Risposta #1558 il: 14 Ott 2021, 15:20 »
no no no no no. sono tutti no i tuoi.
e non c'è una spiegazione alternativa.
Lascia perdere un attimo Draghi, la lotta di classe, il proletariato e tutto il resto, su cui in larga parte condividiamo.
SE il covid è pericoloso, SE il vaccino è la migliore arma nel contrasto, SE i non vaccinati sono i veicoli principali della continua diffusione del covid, tu mi devi dire come si fa a garantire la sicurezza di 9 persone se il decimo non vuole vaccinarsi perché nel vaccino ci sono le ossa sbriciolate dei bambini di sei mesi ammazzati apposta.
spiegamelo. io ti sfido su questa questione.
non basta dire solo no no no, quel decimo ha il diritto al lavoro e al salario.
lo so pure io, ma tu dimmi come poter garantire tutti e dieci.
green pass o meno, vaccino obbligatorio o meno. che queste sono solo misure di conseguenza alla risoluzione del problema.

ps: la discriminante "obbligo vaccinale" è l'unico argomento che conta? lasciando per un attimo stare il fatto che mi sembra abbastanza impossibile che Draghi voglia prendersi il rischio di una crisi di governo, dato che farebbe il gioco di Meloni e Salvini (daje a prende per culo quando si tocca l'argomento, ma è così: il governo costretto a chiedere la fiducia sull'obbligo vaccinale è quello che vuole Salvini).
Quindi per te tutto il discorso sulla lotta di classe, il diritto al lavoro e blablabla cade se Draghi ti tratta come un suddito e ti dice che il vaccino te lo fai e stai pure muto? tu te lo fai e stai muto? famme capi' che non ci arrivo.

salvini e meloni insieme però non riuscirebbero a sfiduciare il governo.
Draghi avrebbe comunque la maggioranza.
E nella Lega si aprirebbe il pandemonio.
Secondo me non è questa la ragione per cui non si orientano sull'obbligo.
Dopodiché Gesulio manco io sono convinto che sia un modo per garantire la sicurezza dei 9.
Al di là dei mezzi pubblici su cui si è detto e ridetto basta vedere le norme messe dagli ultimi DM per il lavoro in presenza nel pubblico e nel privato per capire che la ratio non è quella di garantire la sicurezza. proprio no.

Il GP è un ricatto. Punto. Non serve ad altro.
Se si cerca di provare che si tratta di una misura sanitaria si aprono una quantità di contraddizioni tali che si finisce per dare argomenti ai contrari. Perché effettivamente ce ne sono a iosa.
Se fosse una misura di sicurezza effettiva non durerebbe mai un anno (max sei mesi), non precluderebbe l'utilizzo delle norme di sicurezza finora utilizzate (e invece lo farà), sarebbe valido per situazione in cui oggi non è previsto.
Invece il GP è un semplice ricatto: se non ti vaccini te tolgo stipendio e lavoro.
Voi magnà? Vaccinati.
A questo serve, nulla più.

io sono molto laico. Se questa cosa ottiene il risultato va bene.
Tuttavia negli ultimi giorni - in particolare dopo sabato - mi sembra che in realtà abbia sì avuto un risultato ma abbastanza modesto. Mentre all'opposto ha aizzato gli animi polarizzandoli sulla misura della sospensione dello stipendio.
Il che, paradossalmente, pone queste persone in una situazione di sciopero permanente.
Cioè se avessero organizzato loro sto sciopero non avrebbero mai raggiunto questi numeri.

Da qui io inizio a nutrire dubbi sulla sua utilità.
Non sulla logica del "vacciniamoci tutti" e nemmeno sulla necessità di strumenti volti a forzare al vaccino. Ma proprio sullo strumento specifico.
Purtroppo se tornasse indietro ora sarebbe un chiaro segno di debolezza per cui non lo farà.
Ma io temo che le prossime due settimane rischiano di fare più danni, molti più danni, di quel 6% che hai costretto a vaccinarsi e quindi occorre una valutazione laica sullo strumento.
Senza tifosi del GP o contro il GP.
Re:Green Pass
« Risposta #1559 il: 14 Ott 2021, 15:38 »
no no no no no. sono tutti no i tuoi.
e non c'è una spiegazione alternativa.
Lascia perdere un attimo Draghi, la lotta di classe, il proletariato e tutto il resto, su cui in larga parte condividiamo.
SE il covid è pericoloso, SE il vaccino è la migliore arma nel contrasto, SE i non vaccinati sono i veicoli principali della continua diffusione del covid, tu mi devi dire come si fa a garantire la sicurezza di 9 persone se il decimo non vuole vaccinarsi perché nel vaccino ci sono le ossa sbriciolate dei bambini di sei mesi ammazzati apposta.
spiegamelo. io ti sfido su questa questione.
non basta dire solo no no no, quel decimo ha il diritto al lavoro e al salario.
lo so pure io, ma tu dimmi come poter garantire tutti e dieci.
green pass o meno, vaccino obbligatorio o meno. che queste sono solo misure di conseguenza alla risoluzione del problema.

ps: la discriminante "obbligo vaccinale" è l'unico argomento che conta? lasciando per un attimo stare il fatto che mi sembra abbastanza impossibile che Draghi voglia prendersi il rischio di una crisi di governo, dato che farebbe il gioco di Meloni e Salvini (daje a prende per culo quando si tocca l'argomento, ma è così: il governo costretto a chiedere la fiducia sull'obbligo vaccinale è quello che vuole Salvini).
Quindi per te tutto il discorso sulla lotta di classe, il diritto al lavoro e blablabla cade se Draghi ti tratta come un suddito e ti dice che il vaccino te lo fai e stai pure muto? tu te lo fai e stai muto? famme capi' che non ci arrivo.

No ma io kelly slater me lo faccio a prescindere il vaccino.
Il punto è questo: se Draghi mette l'obbligo applica un articolo della costituzione che dice che TUTTI devono fare quella cosa, nessuno escluso, per la Salute pubblica.
Il no vax non rompesse er cazzo: lo Stato si prende la responsabilità di affermare che il vaccino è indispensabile ed è sicuro e il no vax si deve adeguare.
Ma se lo Stato dice che sei libero di scegliere la libertà non puó essere elargita per censo.
Lascia perdere un attimo che per te quella di non vaccinarsi è un'idiozia e non una libertà: lo stato dice che lo sia.
Perchè io lavoratore dipendente per poter lavorare devo rinunciare a questa libertà e paradossalmente a chi è deputato a controllarmi il GP questa libertà è di fatto concessa grazie alla sua disponibilità economica?
Che modello di società ci rappresenta questa cosa?
Attenzione che il Simbolico non è un'astrazione : è una cosa molto concreta, si riflette sull'egemonia culturale di una società.
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod