Green Pass

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline orchetto

*****
12803
Re:Green Pass
« Risposta #960 il: 17 Set 2021, 12:48 »
Ma più che essere interessante o meno mi sembra superfluo ai fini stretti del discorso.

O meglio mi sembra chiaro che i rapporti sociali siano segnati, ma ciò è vero in qualsiasi specifico rapporto andiamo ad analizzare.
Potremmo dirlo sulla scuola pubblica, sulla mobilità, sulla legge.

E l'utilità del farlo dipende dalla finalità del discorso.

Se parliamo della scuola ha senso dire che la scuola immersa in questa società crea le precondizioni alla selezione sociale. Sicuramente alcuni segmenti sono orientati ai professionali e altri all'alta formazione, sicuramente alcuni hanno un'istruzione nozionistica e disciplinatrice per poi passare il pomeriggio davanti alla TV, mentre altri segmenti non solo accedono a scuole migliori e possono integrare l'educazione con corsi extra scolastici quotidiani pagandoli profumatamente.

Ma se questo discorso viene fatto mentre discutiamo se avere o meno una scuola pubblica ha senso? Non finisce per farci dire che la scuola è dannosa? È progressivo o regressivo?
Non finisce per fare propendere verso la privatizzazione dell'educazione (vedi scuola nel bosco) e un'ulteriore disgregazione nei termini tatcheriani giustamente postati da carib
Certo ma infatti, personalmente, non metto in discussione il vaccino ma il greenpass e lo metto in discussione, il GP, in una prospettiva ed un contesto ben determinato, definendone confini spazio temporali precisi e puntando l'indice verso determinate e specifiche responsabilità e inquadrando il tutto in confini precisi e vedendolo in un ottica sociale e non individuale.

Che poi, per quel che conta l'esperienza personale, quello che sto vedendo io è vaccinati che se ne strafregano di tutto e che si sono fatti il vaccino solo ed esclusivamente per non avere rotture e sempre vaccinati che invece si preoccupano del modello applicativo del greenpass preoccupandosi dell'esclusione di persone che nove volte su dieci non ne condividono le scelte, femro restando che in qualche caso il greenpèass può discrimanre anche chi è talmente ai margini della società da renderlo ancor più ai margini.E la divergenza delle vedute è quasi sempre tra vaccinati proprio perchè la gente comunque si sta vaccinando. Oramai la campagna sta andando a conclusione e credo che il governo avrà gioco facile a dire "avete visto che con obbligo di greenpass si sono vaccinati tutti?". Un po come quando introducevano le zone rosse a buoi già scappati quando la gente evitava di suo di ammucchiarsi al chiuso (se non necessario) e la curva dei contagi poi ricalava inevitabilmente. Voglio dire, questi so giochetti che i governi hanno sempre fatto e le incongruenze ci sono sia nel greenpass che nelle zone rosse. Ma criticare queste due cose non significa affatto che uno è contro i vaccini e contro le misure di contenimento del virus, se il tutto viene fatto in maniera almeno razionale.


PS
sugli asili nel bosco, la ratio che sono privati e quindi sono comunque merda la condivido ma non è che i figli dei proletari se devono sempre beccà la merda, studiare all'aria aperta (senza mitizzare nessun ambiente sia esso il bosco tanto più la campagna o i fichissimi quartieri della borghesia colta urbana) fa bene alla salute. Critichiamo gli asili nel bosco, ma attiviamoci per una scuola pubblica che stimoli l'esperienza a contatto con la natura ma è un argomento da topic a parte

Offline FatDanny

*****
23924
Re:Green Pass
« Risposta #961 il: 17 Set 2021, 16:20 »
Scusami Fat non l'ho capito questo intervento.
A chi stavi rispondendo?

Rispondevo a te nell' analizzare il classismo dei controlli, che però non mi sembra uno specifico.
Come dicevo prima si confondono due ordini del discorso, quello classista è vero ma  che andrebbe preso alla fonte e non nelle singole manifestazioni o per scamparlo dovresti separarti dalla società attuale (o trasformarla).

Nello specifico, fossi un sindacato, consiglierei quel lavoratore di vaccinarsi e gli fornirei gli strumenti per dissipare i dubbi eventuali, anche attraverso il coinvolgimento di esperti in materia a cui rivolgerli.
Orientare la propria comunità su ciò che è necessario è uno degli aspetti fondamentali dei corpi intermedi per come la vedo io.

Se invece c'è un'opposizione ideologica al vaccino è un altro discorso, ma allora non parliamo di dubbi, parliamo di novax propriamente intesi.

Offline gesulio

*****
19359
Re:Green Pass
« Risposta #962 il: 17 Set 2021, 17:38 »


Comunque mentre scrivo il paradosso del greenpass, che al momento per esempio non viene richiesto sui treni a corta percorrenza quelli più frequentati dai pendolari ma sui treni a lunga si


una piccola risposta su un tema che conosco bene, facendo per mestiere la programmazione dei trasporti passaggeri Trenitalia, per tutto ciò che va in prenotazione e in vendita: ma non ti sorge il dubbio che il regionale, che ha una modalità di fruizione tipo ATAC, ossia perdo il primo e prendo quello dopo, non può andare in prenotazione e quindi è impossibile capire quanta gente ci entra dentro? hai mai visto controllori del green pass sul 14 o sulla metro B? boh, fateme capi' il paradosso, davvero.

il discorso sul dubbio è corretto, ma il dubbio deve essere anche a effetto inverso: ti viene il dubbio che stai pensando una cazzata?

io credo che da sinistra, quindi non dai no vax, da cui non mi aspetto nulla, tanto sono defici.enti irrecuperabili, debba esserci un esercizio del dubbio in grado di esercitarsi anche su se stesso. invece c'è solo tanta, troppa sicurezza e poche domande, che non siano quelle stimolate dal dibattito pubblico. quindi in questo caso il GP e le sue applicazioni paradossali.

la risposta alla domanda sul regionale gonfio di pendolari sta proprio nei pendolari e nel loro senso civico, nella loro sensibilità, nella loro coscienza anche di classe: vaccinarsi per non ammalarmi e non far ammalare il mio collega e compagno che è costretto a prendere un autobus con me è un discorso di sinistra.
stare lì a rompere il cazzo alla ricerca arguta e militante di paradossi fantasiosi pur di trovarne qualcuno non abusato e dimostrare chissà cosa, riguardo le proprie capacità di mettere in dubbio il modello capitalistico, è un discorso altro, non dico cosa, ma di sicuro non di sinistra.

(non ce l'ho con te eh.. è più un discorso generale)

Offline LaFonte

*
859
Re:Green Pass
« Risposta #963 il: 17 Set 2021, 18:07 »
una piccola risposta su un tema che conosco bene, facendo per mestiere la programmazione dei trasporti passaggeri Trenitalia, per tutto ciò che va in prenotazione e in vendita: ma non ti sorge il dubbio che il regionale, che ha una modalità di fruizione tipo ATAC, ossia perdo il primo e prendo quello dopo, non può andare in prenotazione e quindi è impossibile capire quanta gente ci entra dentro? hai mai visto controllori del green pass sul 14 o sulla metro B? boh, fateme capi' il paradosso, davvero.

il discorso sul dubbio è corretto, ma il dubbio deve essere anche a effetto inverso: ti viene il dubbio che stai pensando una cazzata?

io credo che da sinistra, quindi non dai no vax, da cui non mi aspetto nulla, tanto sono defici.enti irrecuperabili, debba esserci un esercizio del dubbio in grado di esercitarsi anche su se stesso. invece c'è solo tanta, troppa sicurezza e poche domande, che non siano quelle stimolate dal dibattito pubblico. quindi in questo caso il GP e le sue applicazioni paradossali.

la risposta alla domanda sul regionale gonfio di pendolari sta proprio nei pendolari e nel loro senso civico, nella loro sensibilità, nella loro coscienza anche di classe: vaccinarsi per non ammalarmi e non far ammalare il mio collega e compagno che è costretto a prendere un autobus con me è un discorso di sinistra.
stare lì a rompere il cazzo alla ricerca arguta e militante di paradossi fantasiosi pur di trovarne qualcuno non abusato e dimostrare chissà cosa, riguardo le proprie capacità di mettere in dubbio il modello capitalistico, è un discorso altro, non dico cosa, ma di sicuro non di sinistra.

(non ce l'ho con te eh.. è più un discorso generale)

Amen. E tranne che nelle grandissime metropoli (quasi solo Roma) i pendolari non stanno sul treno 3 ore per arrivare al lavoro. Ci stanno massimo una mezzoretta poi scendono. La metro uguale. Mica tutti partono dal capolinea e si fanno un'ora e mezza fino al capolinea opposto, si sale e si scende, ci si sposta di posto... Senza parlare del fatto che a ogni fermata (e ce ne sono molte) si aprono le porte e un pò di ricambio aria c'è.
Mentre chi fa un Roma-Milano su AV ci sta più di 4 ore e sta sempre in quella carrozza sigillata in quel sedile con accanto sempre il possibile soggetto positivo.
Non è una questione di classe, è questione tecnica.

Offline gesulio

*****
19359
Re:Green Pass
« Risposta #964 il: 17 Set 2021, 18:14 »
Amen. E tranne che nelle grandissime metropoli (quasi solo Roma) i pendolari non stanno sul treno 3 ore per arrivare al lavoro. Ci stanno massimo una mezzoretta poi scendono. La metro uguale. Mica tutti partono dal capolinea e si fanno un'ora e mezza fino al capolinea opposto, si sale e si scende, ci si sposta di posto... Senza parlare del fatto che a ogni fermata (e ce ne sono molte) si aprono le porte e un pò di ricambio aria c'è.
Mentre chi fa un Roma-Milano su AV ci sta più di 4 ore e sta sempre in quella carrozza sigillata in quel sedile con accanto sempre il possibile soggetto positivo.
Non è una questione di classe, è questione tecnica.

oltre a questo, ovviamente corretto, c'è un discorso molto più basico: sul treno a lunga percorrenza, che è a prenotazione obbligatoria, tu sai chi monta.

Trenitalia, che per molti mesi ha dovuto aprire i trasporti al 50% per il distanziamento, adesso, anche per una questione di business puro, visto che sono subentrati i vaccini, ha chiesto al ministero: posso riaprire a 80% per i vaccinati?
la risposta è stata ovviamente sì, a patto che tu sappia chi salga e che verifichi che abbia il GP.
tutto qui.
la stessa cosa succede per andare allo stadio. uno non è che può stupirsi perché allo stadio sì e al supermercato no.

non ci sono discorsi classisti dietro la "scelta" di chiedere il GP sui trasporti per "ricchi" e invece non su quelli per i "poveri". c'è la possibilità di farlo in un caso e l'impossibilità dall'altro: pura e semplice.

Offline LaFonte

*
859
Re:Green Pass
« Risposta #965 il: 17 Set 2021, 18:21 »
Perdonami, ma il lockdown è iniziato l'11 marzo ed è finito il 3 maggio. Da maggio in poi sono state previste le riaperture. La fase della vaccinazione si è aperta formalmente il 27 dicembre ma solo da gennaio 2021 sono inziate le vaccinazioni riservate ad alcune categorie professionali.
Da maggio a gennaio sono circa 9 mesi senza lockdown.
PS Sono uno di quelli che lavorava in pieno lockdown, comunque, ma non mi sono mai sentito sfruttato o che.

Applausi. Aggiungo che il tenere le fabbriche aperte nella quasi totalità dei casi era un'esigenza non per il profitto del padrone ma per i componenti prodotti in quelle fabbriche e per le esigenze della gente.
Tutta la filiera dell'agroalimentare che doveva fare, lasciar marcire frutta e verdura? Bisognava rinunciare a produrre pasta e biscotti e piuttosto importarli dall'estero? E chi li distribuiva, visto che i magazzini a sentire qualcuno dovevano restare tutti chiusi? Moltissime industrie si sono riconvertite al volo per produrre cose necessarie alla sanità. Un tizio che conosco nel varesotto produceva i flaconi per l'amuchina, che doveva fare, chiudere? Ha assunto operai e raddoppiato la produzione introducendo i turni di notte, e per me ha fatto benissimo. Alla Ferrari e alla Beretta han prodotto mascherine e respiratori...
Poi c'è l'altro lato della medaglia, quelli che avrebbero voluto chiudere ma non potevano perchè obbligati a stare aperti. Di questi non si parla mai, sono tutti padroni avidi. Una mia parente vende sanitari e si lamentava che era obbligata a stare aperta, per lei è stata una rimessa totale, diceva che in due mesi ha fatturato 50 euro, ma se a uno si rompeva un tubo doveva tenersi la perdita per settimane? Bene han fatto a tenere aperte quella e altre attività.

La differenza è che allora l'alternativa era solo aperto/lockdown. Adesso c'è pure il vaccino. Non si può fingere che questa variabile adesso non esista. Non si può dire "mi facevi lavorare allora che rischiavo e non mi fai lavorare adesso". Allora non potevo evitare di farti rischiare. Adesso la possibilità ce l'ho, e non ti faccio lavorare perchè non voglio che rischi te e i tuoi colleghi. La possibilità di ridurre il rischio c'è, sei TU che non la vuoi. Sei TU che crei il pericolo. Come se ti rifiutassi di usare i DPI.

Offline LaFonte

*
859
Re:Green Pass
« Risposta #966 il: 17 Set 2021, 18:28 »
Comunque sul tema GP mi pare che ci stiamo perdendo in discorsi ideologici mentre dovremmo rispondere a domande molto più concrete che sono state poste varie volte sia qui che in tv ma che vengono sistematicamente eluse.
I nudi dati ci dicono che:
- l'indice RT è in discesa, come i contagi e i ricoveri e le TI
- la percentuale di vaccinati in Italia è tra le più alte d'Europa
- altrove sono messi MOLTO peggio ma il GP non è altrettanto restrittivo
- altrove sono messi MOLTO peggio ma non si sognano neppure di introdurre l'obbligo vaccinale
- altrove sono messi MOLTO peggio ma non parlano di terza dose
- altrove sono MOLTO più prudenti a parlare di vaccinare i bambini
Allora, qualcuno mi spiega razionalmente perchè SOLO DA NOI  c'è questa esigenza così drammaticamente forte di fare pressione su chi non si vaccina per convincerlo a vaccinarsi? Qualcuno mi spiega perchè solo da noi c'è questa fretta di vaccinare a tutti i costi tutti i bambini? Perchè solo da noi sembra che se non si arriva al 100% di vaccinati* non se ne esce? Sono tutti stupidi oltralpe?
Queste sono le domande. Il resto è fumo negli occhi.

*con 3 dosi, per ora

Offline gesulio

*****
19359
Re:Green Pass
« Risposta #967 il: 17 Set 2021, 20:43 »
Comunque sul tema GP mi pare che ci stiamo perdendo in discorsi ideologici mentre dovremmo rispondere a domande molto più concrete che sono state poste varie volte sia qui che in tv ma che vengono sistematicamente eluse.
I nudi dati ci dicono che:
- l'indice RT è in discesa, come i contagi e i ricoveri e le TI
- la percentuale di vaccinati in Italia è tra le più alte d'Europa
- altrove sono messi MOLTO peggio ma il GP non è altrettanto restrittivo
- altrove sono messi MOLTO peggio ma non si sognano neppure di introdurre l'obbligo vaccinale
- altrove sono messi MOLTO peggio ma non parlano di terza dose
- altrove sono MOLTO più prudenti a parlare di vaccinare i bambini
Allora, qualcuno mi spiega razionalmente perchè SOLO DA NOI  c'è questa esigenza così drammaticamente forte di fare pressione su chi non si vaccina per convincerlo a vaccinarsi? Qualcuno mi spiega perchè solo da noi c'è questa fretta di vaccinare a tutti i costi tutti i bambini? Perchè solo da noi sembra che se non si arriva al 100% di vaccinati* non se ne esce? Sono tutti stupidi oltralpe?
Queste sono le domande. Il resto è fumo negli occhi.

*con 3 dosi, per ora

Qui (imho) la risposta è semplicemente politica, con le elezioni alle porte e l'insofferenza diffusa verso Salvini, che nonostante sia al governo, ormai è perso nel vortice del suo delirio populista da quando ha fatto cadere Conte1 sperando si andasse subito alle urne, e comincia a rompere le scatole un po' a tutti con i suoi endorsement allucinanti verso porci e cani, compresa, sospetto, parecchia "intellighenzia" leghista.

È uno sbattimento di cazzo sul tavolo, visto che lui sfida tutti su questo piano.

Offline orchetto

*****
12803
Re:Green Pass
« Risposta #968 il: 17 Set 2021, 21:28 »
una piccola risposta su un tema che conosco bene, facendo per mestiere la programmazione dei trasporti passaggeri Trenitalia, per tutto ciò che va in prenotazione e in vendita: ma non ti sorge il dubbio che il regionale, che ha una modalità di fruizione tipo ATAC, ossia perdo il primo e prendo quello dopo, non può andare in prenotazione e quindi è impossibile capire quanta gente ci entra dentro? hai mai visto controllori del green pass sul 14 o sulla metro B? boh, fateme capi' il paradosso, davvero.

il discorso sul dubbio è corretto, ma il dubbio deve essere anche a effetto inverso: ti viene il dubbio che stai pensando una cazzata?

io credo che da sinistra, quindi non dai no vax, da cui non mi aspetto nulla, tanto sono defici.enti irrecuperabili, debba esserci un esercizio del dubbio in grado di esercitarsi anche su se stesso. invece c'è solo tanta, troppa sicurezza e poche domande, che non siano quelle stimolate dal dibattito pubblico. quindi in questo caso il GP e le sue applicazioni paradossali.

la risposta alla domanda sul regionale gonfio di pendolari sta proprio nei pendolari e nel loro senso civico, nella loro sensibilità, nella loro coscienza anche di classe: vaccinarsi per non ammalarmi e non far ammalare il mio collega e compagno che è costretto a prendere un autobus con me è un discorso di sinistra.
stare lì a rompere il cazzo alla ricerca arguta e militante di paradossi fantasiosi pur di trovarne qualcuno non abusato e dimostrare chissà cosa, riguardo le proprie capacità di mettere in dubbio il modello capitalistico, è un discorso altro, non dico cosa, ma di sicuro non di sinistra.

(non ce l'ho con te eh.. è più un discorso generale)

Proprio per la impossibilità di applicarlo in determinati contesti, come tu hai ben dimostrato e spiegato, non ha quindi molto senso dal punto di vista sanitario. Quindi la domanda a che cosa realmente serva per me resta
Re:Green Pass
« Risposta #969 il: 17 Set 2021, 21:32 »
Serve a incentivare le vaccinazioni.
Serve a rassicurare chi l’ha fatto che le persone intorno a lui l’hanno fatto (oggi al ristorante, vedere nei tavoli di fianco , distanziati, chiedere a loro e a noi il GP è stato un sollievo).
Serve .
Re:Green Pass
« Risposta #970 il: 17 Set 2021, 21:34 »
Comunque sul tema GP mi pare che ci stiamo perdendo in discorsi ideologici mentre dovremmo rispondere a domande molto più concrete che sono state poste varie volte sia qui che in tv ma che vengono sistematicamente eluse.
I nudi dati ci dicono che:
- l'indice RT è in discesa, come i contagi e i ricoveri e le TI
- la percentuale di vaccinati in Italia è tra le più alte d'Europa
- altrove sono messi MOLTO peggio ma il GP non è altrettanto restrittivo
- altrove sono messi MOLTO peggio ma non si sognano neppure di introdurre l'obbligo vaccinale
- altrove sono messi MOLTO peggio ma non parlano di terza dose
- altrove sono MOLTO più prudenti a parlare di vaccinare i bambini
Allora, qualcuno mi spiega razionalmente perchè SOLO DA NOI  c'è questa esigenza così drammaticamente forte di fare pressione su chi non si vaccina per convincerlo a vaccinarsi? Qualcuno mi spiega perchè solo da noi c'è questa fretta di vaccinare a tutti i costi tutti i bambini? Perchè solo da noi sembra che se non si arriva al 100% di vaccinati* non se ne esce? Sono tutti stupidi oltralpe?
Queste sono le domande. Il resto è fumo negli occhi.

*con 3 dosi, per ora

Salvini è diventato il motivo de tutto.

Lafonte fai una ricerca su quanti stabilimenti Pfizer ci sono in Italia...

Offline Laziolubov

*
2417
Re:Green Pass
« Risposta #971 il: 17 Set 2021, 21:45 »
Comunque sul tema GP mi pare che ci stiamo perdendo in discorsi ideologici mentre dovremmo rispondere a domande molto più concrete che sono state poste varie volte sia qui che in tv ma che vengono sistematicamente eluse.
I nudi dati ci dicono che:
- l'indice RT è in discesa, come i contagi e i ricoveri e le TI
- la percentuale di vaccinati in Italia è tra le più alte d'Europa
- altrove sono messi MOLTO peggio ma il GP non è altrettanto restrittivo
- altrove sono messi MOLTO peggio ma non si sognano neppure di introdurre l'obbligo vaccinale
- altrove sono messi MOLTO peggio ma non parlano di terza dose
- altrove sono MOLTO più prudenti a parlare di vaccinare i bambini
Allora, qualcuno mi spiega razionalmente perchè SOLO DA NOI  c'è questa esigenza così drammaticamente forte di fare pressione su chi non si vaccina per convincerlo a vaccinarsi? Qualcuno mi spiega perchè solo da noi c'è questa fretta di vaccinare a tutti i costi tutti i bambini? Perchè solo da noi sembra che se non si arriva al 100% di vaccinati* non se ne esce? Sono tutti stupidi oltralpe?
Queste sono le domande. Il resto è fumo negli occhi.

*con 3 dosi, per ora
Il fatto che siamo messi meglio non per intervento divino ma PROPRO per una buona campagna vaccinale e per alcune restrizione come il Green Pass non vi viene in mente eh? Il fatto che sono PROPRIO i non vaccinati a costringere il paese ancora con restrizioni green pass ecc. visto che i morti sono al 99% tra i non vaccinati, non viene in mente no? Il fatto che il virus circola ancora PROPRIO perché ci sono ancora 20 milioni di non vaccinati in Italia tra i quali bisogna considerare anche i bambini visto che possono trasmettere il virus non viene in mente no? Volete fa sto sforzino della punturina e del rispetto per gli altri non andando in giro in locali al chiuso e in sedi di lavoro non essendo vaccinati, così che questo virus ce lo togliamo dai colleoni e torniamo a vivere normalmente? p.s. il green pass serve per difendere i non vaccinati perché sono quelli che muoiono al 99% (tranne qualche 87nne con 5 patologie) però sono i non vaccinati (per scelta non i poverini che per vari motivi non possono e sono doppiamente vittime degli imbecilli) ad opporsi...il mondo è bello perché è avariato
Re:Green Pass
« Risposta #972 il: 17 Set 2021, 21:48 »
Rispondevo a te nell' analizzare il classismo dei controlli, che però non mi sembra uno specifico.
Come dicevo prima si confondono due ordini del discorso, quello classista è vero ma  che andrebbe preso alla fonte e non nelle singole manifestazioni o per scamparlo dovresti separarti dalla società attuale (o trasformarla).


Si, la differenza è che nella campagna vaccinale la retorica che gira è quella della salute pubblica, dei doveri del singolo verso la collettività, della responsabilità sociale.
E il sottotesto di questa retorica è che in fondo siamo tutti uguali, non ci sono privilegiati, "dobbiamo ripartire tutti insieme" siamo.una collettività.
L'obbligo vaccinale avrebbe dato attuazione a tutto questo, o la gratuità dei tamponi.
Invece è stata scelta ancora una volta la via classista del privilegio.
Questa contraddizione è troppo sfacciata, e dire la questione andrebbe affrontata alla fonte ( e tanto a sta fonte nce se ariva mai ) significa per me averci rinunciato per sempre.
Non ce l ho con te chiariamoci: penso che il partitino di speranza e i sindacati confederali confermano per l'ennesima volta di aver introiettato certi valori liberisti.

Offline orchetto

*****
12803
Re:Green Pass
« Risposta #973 il: 17 Set 2021, 22:39 »
Il fatto che siamo messi meglio non per intervento divino ma PROPRO per una buona campagna vaccinale e per alcune restrizione come il Green Pass non vi viene in mente eh? Il fatto che sono PROPRIO i non vaccinati a costringere il paese ancora con restrizioni green pass ecc. visto che i morti sono al 99% tra i non vaccinati, non viene in mente no? Il fatto che il virus circola ancora PROPRIO perché ci sono ancora 20 milioni di non vaccinati in Italia tra i quali bisogna considerare anche i bambini visto che possono trasmettere il virus non viene in mente no? Volete fa sto sforzino della punturina e del rispetto per gli altri non andando in giro in locali al chiuso e in sedi di lavoro non essendo vaccinati, così che questo virus ce lo togliamo dai colleoni e torniamo a vivere normalmente? p.s. il green pass serve per difendere i non vaccinati perché sono quelli che muoiono al 99% (tranne qualche 87nne con 5 patologie) però sono i non vaccinati (per scelta non i poverini che per vari motivi non possono e sono doppiamente vittime degli imbecilli) ad opporsi...il mondo è bello perché è avariato
Il Geen pass però è  di molti mesi dopo l'inizio della campagna vaccinale, la campagna vaccinale stava già andando bene, le decine di milioni di persone vaccinate lo stanno a dimostrare.
Dopo di che ad aevr scelto di vaccinarsi qui dentro siamo in tanti, anche tra chi critica il greenpas tipo me, perché vaccino e greenpass sono due cose diverse (anche nelle modalità di avere il greenpass).
Io il vaccino non lo chiamerei punturina,è una delle più grandi conquiste dell'umanità. I vaccini hanno una storia molto interessante, iniziata  un po di tempo prima della loro sistematizzazione razionale e scientifica nel senso contemporaneo dei termini, n alcune culture e medicine meno moderne si era capita la logica di base dei vaccini per via empirica e si cercavano di curare alcune malattie seguendo la stessa logica.

Offline Laziolubov

*
2417
Re:Green Pass
« Risposta #974 il: 17 Set 2021, 23:14 »
Il fattore tempo è essenziale, non si possono aspettare le paturnie di chi chiama sperimentale un vaccino usato su 5 miliardi di persone come mai nessun farmaco. Le nuove varianti sono dietro l'angolo e venti milioni di persone non vaccinate sono tantissime. Non c'è alcun diritto di rendersi pericolosi per gli altri, in paesi civili come la Nuova Zelanda prima del vaccino senza la app di tracciamento non andavi da nessuna parte e infatti hanno tenuto i casi quasi a zero, app che noi abbiamo rifiutato beccandoci i lockdown. Basta i danni economici, medici, di vite, di vita sociale sono già troppi. Peraltro insisto, il green pass serve per difendere i non vaccinati che sono quelli che muoiono al 99% e molti non lo sono per problemi medici e bisogna difenderli dagli imbecilli. p.s. punturina è per chi lo "subisce" il suo sviluppo in un anno è una delle conquiste scientifiche dell'umanità, e gli imbecilli ci sputano sopra

Offline LaFonte

*
859
Re:Green Pass
« Risposta #975 il: 18 Set 2021, 00:26 »
Il fatto che siamo messi meglio non per intervento divino ma PROPRO per una buona campagna vaccinale e per alcune restrizione come il Green Pass non vi viene in mente eh? Il fatto che sono PROPRIO i non vaccinati a costringere il paese ancora con restrizioni green pass ecc. visto che i morti sono al 99% tra i non vaccinati, non viene in mente no? Il fatto che il virus circola ancora PROPRIO perché ci sono ancora 20 milioni di non vaccinati in Italia tra i quali bisogna considerare anche i bambini visto che possono trasmettere il virus non viene in mente no? Volete fa sto sforzino della punturina e del rispetto per gli altri non andando in giro in locali al chiuso e in sedi di lavoro non essendo vaccinati, così che questo virus ce lo togliamo dai colleoni e torniamo a vivere normalmente? p.s. il green pass serve per difendere i non vaccinati perché sono quelli che muoiono al 99% (tranne qualche 87nne con 5 patologie) però sono i non vaccinati (per scelta non i poverini che per vari motivi non possono e sono doppiamente vittime degli imbecilli) ad opporsi...il mondo è bello perché è avariato

No.
Non mi viene in mente che la campagna sia andata bene grazie al GP perchè prima che il GP fosse creato a fine luglio (è diventato obbligatorio la prima volta dal 6 agosto, ricorda), la campagna aveva raggiunto e superato il 60% e c'era la gente che faceva la fila per vaccinarsi.
Ti concedo che sarà stata l'ultima spinta per un 8-10% di persone, ma davvero non siamo e non siamo mai stati la Russia in cui la maggioranza della popolazione non ne vuol sapere del vaccino e la devi minacciare.
Non mi viene in mente che siano i non vaccinati a costringerci alle restrizioni, perchè -ti ripeto- altrove le restrizioni non ci sono (non come da noi) sebbene i vaccinati siano ben più che qua. E nonostante questo, in quei Paesi non vedo bare sui camion e ospedali al collasso.
A te non viene in mente che sta cosa sia quantomeno singolare? Che SOLO da noi si deve arrivare al 100% per poter uscire dall'emergenza?
Lo sforzino della punturina io l'ho fatto tra i primi e non ho intenzione di ripeterlo. Proprio perchè io la mia parte l'ho fatta ampiamente, non ci sto a farla pure di più (la terza dose) per chi lo "sforzino" non vuol farlo e vuole esporsi al pericolo.
Il GP serve a proteggere i non vaccinati? I non vaccinati non vogliono proteggersi. E non chiedono a noi di proteggerli. Sono maggiorenni e capaci di intendere e di volere, hanno fatto una scelta che io non condivido ma che la legge gli consente. O gli fai un TSO o te ne fai una ragione. Crepano? Peggio per loro. A furia di vedere gente dei loro che finisce in terapia intensiva capiranno da soli.
Ma non ha senso limitare tutta l'Italia per colpa loro. Come se un giocatore andasse a letto alle 6 il giorno della partita poi cannasse tre gol a porta vuota e il mister mandasse in ritiro punitivo tutta la squadra.

Offline LaFonte

*
859
Re:Green Pass
« Risposta #976 il: 18 Set 2021, 00:40 »
Il fattore tempo è essenziale, non si possono aspettare le paturnie di chi chiama sperimentale un vaccino usato su 5 miliardi di persone come mai nessun farmaco. Le nuove varianti sono dietro l'angolo e venti milioni di persone non vaccinate sono tantissime. Non c'è alcun diritto di rendersi pericolosi per gli altri, in paesi civili come la Nuova Zelanda prima del vaccino senza la app di tracciamento non andavi da nessuna parte e infatti hanno tenuto i casi quasi a zero, app che noi abbiamo rifiutato beccandoci i lockdown. Basta i danni economici, medici, di vite, di vita sociale sono già troppi. Peraltro insisto, il green pass serve per difendere i non vaccinati che sono quelli che muoiono al 99% e molti non lo sono per problemi medici e bisogna difenderli dagli imbecilli. p.s. punturina è per chi lo "subisce" il suo sviluppo in un anno è una delle conquiste scientifiche dell'umanità, e gli imbecilli ci sputano sopra

E dai. Che il vaccino possa avere un qualche effetto sulle ipotetiche nuove varianti è tutto da vedere, e come dice Vaz, visto che mezzo mondo e più non è vaccinato, non puoi sperare di eliminare la circolazione del virus e quindi l'uscita di varianti, anche se l'intera Italia si vaccinasse, perchè circola comunque fuori.
L'Italia già ora è uno dei Paesi in cui il virus circola meno https://www.tgcom24.mediaset.it/cronaca/covid-scendono-rt-nazionale-0-85-e-incidenza-dei-casi-54-_38232248-202102k.shtml

Il problema di proteggere chi non si può vaccinare ce l'hanno uguale identico anche all'estero, dove i vaccinati sono meno che da noi e il virus gira di più.
Eppure non sentono il bisogno di mettere il GP obbligatorio, di parlare di terza dose a tappeto, di rendere obbligatorio il vaccino, di correre a vaccinare i minori di 12 anni.
Anzi a  proposito di terza dose, leggi qua https://www.tgcom24.mediaset.it/mondo/usa-da-esperti-fda-ok-a-terza-dose-del-vaccino-pfizer-solo-per-gli-over-65_38274159-202102k.shtml

Solo da noi c'è tutta sta fretta. Da vaccinata ti dico che sta diventando una cosa ridicola, a livello di crisi isterica. E lo sai perchè c'è sta fretta di vaccinare tutti, di fare tre dosi ecc.? Non c'entrano (solo) i soldi come qualcuno dice.
E' che a Roma hanno il TERRORE che capiti una nuova ondata come quelle passate, perchè dopo un anno e mezzo è stato fatto pochissimo a livello di trasporti, ospedali, tutto.
Qua da me a ottobre scorso i sanitari erano furibondi a vedere che stavano ripartendo i numeri e c'era lo stesso identico caos che a marzo (e parliamo di Emilia, NB).
Se ci fossero domani altrettante persone che han bisogno di t.i. e magari al sud, che succederebbe? Te lo dico io, un'ecatombe. E visto che a far funzionare un apparato si fa una gran fatica, i nostri amabili governanti concentrano i loro sforzi sul convincere la gente a vaccinarsi. Costa mooolta meno fatica. E ha il vantaggio che se e quando arriva una nuova ondata, la colpa la scaricheranno sui novax.
Peccato che non tengano in considerazione l'eventualità che esca una variante che coi vaccini si fa na pippa. Lì sarebbero veramente volatili per diabetici. Ma noi stiamo a discutere "GP sì-GP no", invece di dire "ok, ma GP a parte, che state facendo?" Perchè -ribadisco- all'estero dicono no GP ma sono sereni perchè hanno lavorato sul contorno, mentre qua da noi nessuno chiede conto di questi aspetti, quasi che mettendo il GP più feroce che si possa immaginare e vaccinando tutti, il covid scompaia.
Re:Green Pass
« Risposta #977 il: 18 Set 2021, 09:18 »
Mah, La Fonte, così facendo ti comporti da No Vax di ritorno.
Ovvero: se non si vacciniano gli altri non mi vaccino di nuovo nemmeno io.
Libertà sociale>libertà personale
Salute sociale > salute personale.
È un non senso che tu non ti vaccini più se i tuoi anticorpi scenderanno.
Non stiamo affrontando una semplice influenza.
Quelli che come volontario hai visto nelle ambulanze e nelle T.I. , se non ti proteggo di nuovo quando sarà il momento , potresti essere tu.
Non farlo perché altri non si fanno la prima dose, per me è un ragionamento immaturo.
Poi raccontaci il contorno su cui hanno lavorato gli altri paesi…..
Re:Green Pass
« Risposta #978 il: 18 Set 2021, 09:39 »
Mah, La Fonte, così facendo ti comporti da No Vax di ritorno.
Ovvero: se non si vacciniano gli altri non mi vaccino di nuovo nemmeno io.
Libertà sociale>libertà personale
Salute sociale > salute personale.
È un non senso che tu non ti vaccini più se i tuoi anticorpi scenderanno.
Non stiamo affrontando una semplice influenza.
Quelli che come volontario hai visto nelle ambulanze e nelle T.I. , se non ti proteggo di nuovo quando sarà il momento , potresti essere tu.
Non farlo perché altri non si fanno la prima dose, per me è un ragionamento immaturo.
Poi raccontaci il contorno su cui hanno lavorato gli altri paesi…..

Ma scusa a me pare che La Fonte abbia fatto delle considerazioni politiche stringenti e fatto notare contraddixioni evidenti.
Tu non hai risposto a mezza di queste questioni e ti permetti di dirle "ti stai comportando da no vax".
Ma ve rendete conto di come vi hanno trasformato in automi giudicanti pronti a puntare il dito, ed emarginare al piú presto chi non si omologa al pensiero dominante?
Io boh
Re:Green Pass
« Risposta #979 il: 18 Set 2021, 09:45 »
Ma scusa a me pare che La Fonte abbia fatto delle considerazioni politiche stringenti e fatto notare contraddixioni evidenti.
Tu non hai risposto a mezza di queste questioni e ti permetti di dirle "ti stai comportando da no vax".
Ma ve rendete conto di come vi hanno trasformato in automi giudicanti pronti a puntare il dito, ed emarginare al piú presto chi non si omologa al pensiero dominante?
Io boh
KS io non faccio giri politici e non parlo in politichese.
La politica, draghi, il potere delle big pharm che hanno inventato il virus per arricchirsi, i micro chip, la varechina, cosa fanno gli altri paesi e vediamo cosa fanno….e “il contorno su cui hanno lavorato. i complotti più stanno fuori da sta pandemia, meglio è.
Ho detto e ribadisco che se il motivo di non farsi la terza dose se e quando sarà necessario e verrà proposta da studiosi e scienziati che hanno fatto un miracolo in questi mesi non viene fatta perché altri non si sono fatti la prima è una delle motivazioni dei no vax che ti dicono che caxxo serve vaccinarmi tanto si sono già vaccinati gli altri.
E. In è omologazione al pensiero dominante, ma alla richiesta dominante di gestione e minimizzazione della pandemia.
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod