Il Prete Salviniano

0 Utenti e 59 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Re:Il Prete Salviniano
« Risposta #260 il: 07 Set 2019, 17:36 »
Articolo pensoso di Avvenire sul rapporto tra cattolici e sovranismo. Parla un arcivescovo in procinto di diventare cardinale.



«Cristiani antidoto al sovranismo, ma anche alla realtà semplificata»

I cattolici sono meno divisi di un tempo in politica e a ricompattarli è l’insofferenza per populisti e sovranisti. Parola di don Matteo: «I populismi seminano il sospetto e creano una post-verità in cui tutto sembra uguale ed invece non lo è. Semplificano la realtà dell’economia, delle famiglie, della povertà, che invece è complessa. Ridicolizzano le istituzioni e conducono al plebiscitarismo…» L’arcivescovo di Bologna Matteo Zuppi - che i fedeli chiamano "don Matteo" da quand’era parroco in Trastevere, prima di diventare vescovo ausiliare di Roma - tra qualche settimana sarà creato cardinale e nella sua prima uscita pubblica dopo la nomina ha descritto l’associazionismo cattolico come una rete alternativa al populismo e al sovranismo.

«Ha ragione Costalli quando dice che la vera minaccia è la delegittimazione dei corpi intermedi, che fanno la fatica di collegare i pezzi dei problemi e cercano di rammendare un Paese lacerato», ha spiegato intervenendo al secondo giorno del seminario del Movimento cristiano lavoratori a Senigallia. Poco prima, e dopo i saluti del vescovo di Senigallia Francesco Manenti e del nuovo assistente nazionale Mcl don Francesco Poli, era intervenuto infatti il presidente di Mcl Carlo Costalli, il quale aveva dichiarato che «negli ultimi anni, con Renzi e fino all’ultimo governo, i corpi intermedi sono finiti sotto tiro, la disintermediazione ha colpito al cuore anche un Paese come l’Italia che ha sempre potuto vantare una presenza e una vivacità della società civile.

La grande trasformazione in cui siamo immersi ha riproposto in modo nuovo la contraddizione della prima modernità, con la destrutturazione dei corpi intermedi verso l’utopia di un mondo interconnesso e disintermediato. I poli di riferimento non sono più lo Stato e il cittadino, ma lo spazio dei flussi e le moltitudini di utenti/clienti. La grande questione dell’essere corpo intermedio nella società liquida, dove massima è la potenza dei mezzi e scarsi sono gli obiettivi, è che senza un forte pensiero di libertà e senza una critica matura verso le promesse di una società accelerata e dell’innovazione come fine, non sarà facile fare i conti con la frammentazione sociale».

L’arcivescovo ha detto che «l’antidoto al populismo, come ci insegna papa Francesco, è l’umanesimo cristiano e la ricostruzione di reti è l’unico modo per affrontare la grande solitudine del nostro tempo. Certo, i corpi intermedi devono ridisegnarsi e imparare ad abbassarsi, come Cristo». Quindi, ha constatato che «oggi nel mondo cattolico si avverte questa esigenza e certi antagonismi del passato sono diventati molto relativi: questa è una grande opportunità che si presenta ad associazioni e movimenti, che, pur senza perdere la loro soggettività, devono cercare questa collaborazione».

Zuppi ha contrapposto la visione dell’umanesimo cristiano a quella dei sovranismi che «cedono alla tentazione di amplificare il piccolo» e ha chiarito che «la testimonianza non basta», esortando movimenti e associazioni a «non farsi fregare, a non accontentarsi delle frattaglie, mettendosi al servizio, di fatto dei sovranismi». I corpi intermedi, cui è dedicato il seminario di Senigallia, sono invece uno strumento per cogliere la complessità dei problemi dei giovani e delle famiglie, «per le quali le istituzioni fanno troppo poco».

Quindi, parlando dell’Europa, l’arcivescovo ha spiegato che «indipendenza e sovranità vengono confuse: gli Stati possono essere formalmente indipendenti e non essere sovrani perché le decisioni si prendono altrove; invece, limitando l’indipendenza degli Stati europei con l’interdipendenza di una moneta, un esercito, un fisco comuni, si garantisce la difesa della loro sovranità. L’alternativa è dunque andare a libro paga di potenze straniere o fare dell’Europa un museo». Il futuro porporato è convinto che a livello europeo si possano affermare le proprie ragioni, ma che il sovranismo sia sterile: «Va bene dare una spallata ma poi quelli sono i tuoi interlocutori: i sovranisti sono indipendentisti che non fanno il bene del loro Paese», ha concluso.
Re:Il Prete Salviniano
« Risposta #261 il: 09 Set 2019, 15:55 »
Articolo pensoso di Avvenire sul rapporto tra cattolici e sovranismo. Parla un arcivescovo in procinto di diventare cardinale.

«Cristiani antidoto al sovranismo, ma anche alla realtà semplificata»

....

Ottimo articolo. Da elettore moderato, ho fiducia nel governo Conte e spero che il centro destra recuperi la dimensione europeista che gli spetta, gentilmente accompagnando all'uscita Salvini e il suo codazzo populista.
Re:Il Prete Salviniano
« Risposta #262 il: 21 Set 2019, 14:12 »
Su Avvenire di oggi, passo dell’intervista a Ernesto Oliviero, fondatore del Servizio Missionario Giovani; a margine di una Messa concelebrata adal cardinale Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia-Città della Pieve e presidente della Cei, e dall’arcivescovo di Torino, Cesare Nosiglia.

Insomma, non l’opinione di un pizza-e-fichi qualunque; siamo al cuore del gruppo dirigente della chiesa italiana.

DOMANDA
Qualcuno ha voluto trascinare la Madonna nella lotta politica strumentalizzandone la figura. Ma qual è il messaggio autentico di Maria?

RISPOSTA
C’è un episodio bellissimo nel Vangelo di Giovanni, quello delle nozze di Cana. La Madonna, indicando Gesù, dice semplicemente: «Fate quello che vi dirà». E qual è il messaggio di Gesù? L’amore. Ma c’è un ma. L’amore di cui parla Gesù non è una scatola vuota. Amore è dare da mangiare agli affamati, amore è accogliere lo straniero, amore è visitare i carcerati. Nient’altro. Chi vuole mettere la Madonna nei propri programmi politici, faccia questo. Semplicemente.

Re:Il Prete Salviniano
« Risposta #263 il: 21 Set 2019, 16:26 »
Eutanasia ? Divorzio ? Imu ? Legge 194 ?

Notizie ? Novità ?

Questa uscita fa il paio. Con l'ingresso della Lorenzini nel PD e le sue dichiarazioni .

È sta lanciata l'opa .

Ed io cretino che speravo .

Re:Il Prete Salviniano
« Risposta #264 il: 21 Set 2019, 16:32 »
Dimenticavo .
 
C'È chi crede alla Madonna ed al suo uso .

Chi a babbo natale .

Chi alla nipote di Mubarak .

Offline Vincelor

*
886
Re:Il Prete Salviniano
« Risposta #265 il: 22 Set 2019, 11:33 »
Meno male che ci sono alcuni illuminati a indicare la retta via a chi e' perso nelle tenebre dell'ignoranza e della superstizione
Re:Il Prete Salviniano
« Risposta #266 il: 22 Set 2019, 13:31 »
Meno male che ci sono alcuni illuminati a indicare la retta via a chi e' perso nelle tenebre dell'ignoranza e della superstizione

Oddio, i cattolici hanno fatto anche tante nefandezze

Offline Vincelor

*
886
Re:Il Prete Salviniano
« Risposta #267 il: 23 Set 2019, 08:00 »
Per precisare, alcuni cattolici. Non e' distinzione da poco conto. Si puo' dire i nazisti hanno fatto tante nefandezze, in quanto alcune azioni erano connaturate all'ideologia. Questo non vale per il cattolicesimo, l'islam, il buddismo ecc. Seconda cosa, d'accordo sulle nefandezze fatte in nome della religione cattolica e sulle coperture dei vertici ecclesiali. Ma io rispondevo a chi accomuna la religione, babbo natale e altre scemate del genere
Re:Il Prete Salviniano
« Risposta #268 il: 23 Set 2019, 08:15 »
Per precisare, alcuni cattolici. Non e' distinzione da poco conto. Si puo' dire i nazisti hanno fatto tante nefandezze, in quanto alcune azioni erano connaturate all'ideologia. Questo non vale per il cattolicesimo, l'islam, il buddismo ecc. Seconda cosa, d'accordo sulle nefandezze fatte in nome della religione cattolica e sulle coperture dei vertici ecclesiali. Ma io rispondevo a chi accomuna la religione, babbo natale e altre scemate del genere

Per precisare, avendo scritto "hanno fatto ANCHE" la giusta distinzione l'avevo già fatta io.

Avevo capito con chi c'è l'avevi, sarcastico tu e sarcastico io nel far finta di aver capito che con
Meno male che ci sono alcuni illuminati a indicare la retta via a chi e' perso nelle tenebre dell'ignoranza e della superstizione
ti stessi riferendo ai cattolici.

Giochetti dialettici entrambi, andiamo avanti  ;)

Offline Vincelor

*
886
Re:Il Prete Salviniano
« Risposta #269 il: 23 Set 2019, 08:54 »
Per precisare, avendo scritto "hanno fatto ANCHE" la giusta distinzione l'avevo già fatta io.

Avevo capito con chi c'è l'avevi, sarcastico tu e sarcastico io nel far finta di aver capito che conti stessi riferendo ai cattolici.

Giochetti dialettici entrambi, andiamo avanti  ;)
No problem ;)
Re:Il Prete Salviniano
« Risposta #270 il: 23 Set 2019, 12:16 »
Scemate . Nel senso andate via ?

Salvini il cattivo , litiga con Renzi il buono .

Ma sappiamo tutti per chi tifa la Madonna .
 
Ma in un vero stato laico , questo non dovrebbe essere importante .

Come per Babbo Natale .

Fosse per certa gente vivremmo come in Iran .

Con dio al posto di allah .

Solo in questo caso rimpiango i Savoia . Ma ci pensò il duce . E poi  Bettino .

PS : i post erano due . Come il dito e luna . Continuo a rispondere sul dito .
Re:Il Prete Salviniano
« Risposta #271 il: 23 Set 2019, 13:58 »
La luna , seconda parte .

Pio IX mandava la gente a morte .

Uno dice , altri tempi .

Io dico , vero .

Poi nel 2000 , qualcuno dice che Pio IX è beato .

Poi chi ha fatto beato Pio IX viene fatto beato .

Avete ragione , non è superstizione . Nel 1860 .
Re:Il Prete Salviniano
« Risposta #272 il: 24 Set 2019, 11:06 »
La luna , seconda parte .

Pio IX mandava la gente a morte .

Uno dice , altri tempi .

Io dico , vero .

Poi nel 2000 , qualcuno dice che Pio IX è beato .

Poi chi ha fatto beato Pio IX viene fatto beato .

Avete ragione , non è superstizione . Nel 1860 .

La storia della Chiesa e' costellata di luci ed ombre, e il dramma e l'ironia della cosa non e' passata inosservata alla Chiesta stessa, che infatti sa di essere "sancta et meretrix", per dirla con le parole di Sant'Ambrogio: santa e tuttavia fatta da, di e per i peccatori.
E tu, invece, di grazia, in quale instituzione o ideologia ti riconosci, dove la coerenza e la purezza degli ideali non e' mai stata macchiata dai limiti umani?  ;) :beer:

Offline carib

*****
27403
Re:I Preti SalviniAni
« Risposta #273 il: 24 Set 2019, 14:16 »


Re:I Preti SalviniAni
« Risposta #274 il: 24 Set 2019, 15:03 »


Rom e Sinti

La partecipazione intensa delle comunità Rom e Sinti della Calabria differenzia in modo sostanziale il culto praticato a Riace da quello praticato ai due Santi in molti altri luoghi d'Italia. Infatti si tratta del più grande raduno religioso di questa comunità, principale protagonista di questa straordinaria manifestazione di religiosità popolare. Ogni anno, fin dalle prime luci del 25, giungono in gran numero da ogni parte della regione, per venerare i Santi medici Cosma e Damiano riconosciuti loro protettori. Per questo motivo, la festa di San Cosma e Damiano a Riace è detta dagli abitanti del circondario "a festa di zingari". La loro presenza ha radici molto antiche, infatti in quanto grandi mercanti di bestiame, essi giungevano per la tradizionale fiera del bestiame che veniva fatta in passato in occasione della festa e che purtroppo da lungo tempo è stata interrotta.

Alcuni devoti indossano l'abito votivo mentre accompagnano la processione danzando. Animano con entusiasmo e trasporto la festa e mai come in tale occasione si assiste ad una fusione così spontanea e naturale con il resto della popolazione, mostrando come attraverso la devozione sia possibile abbattere le barriere razziali.


http://www.idea.mat.beniculturali.it/feste-e-tradizioni/calabria/item/197-santi-cosma-e-damiano-a-riace

pure i santi buonisti hanno a Riace :roll:

Comunque sarebbe bastato mettere un altro cartello, poco più avanti, dall'altro lato della strada... no, hanno semplicemente voluto fare gli str**zi

Offline carib

*****
27403
Re:Il Peto Salviniano
« Risposta #275 il: 24 Set 2019, 19:08 »
Eh già, ora Riace è diventato il paese dell'accoglienza dei migranti purché cattolici.
Cosa del resto in sintonia con le indicazioni di Bergoglio: L'immigrazione va bene purché non metta a rischio l'identità culturale di chi accoglie

Offline arturo

*****
10123
Re:I Preti SalviniAni
« Risposta #276 il: 25 Set 2019, 12:38 »


Ma i santi hanno già fatto il miracolo a Riace ?
Sembra che la prefettura abbia dichiarato ineleggibile il sindaco legaiolo. :=))
Re:Il Prete Salviniano
« Risposta #277 il: 25 Set 2019, 20:46 »
La Chiesa italiana accoglie, a sue spese, 60 profughi della #OceanViking

https://t.co/WDEuSDPyUz

Offline carib

*****
27403
Re:I Peti Salesiani
« Risposta #278 il: 26 Set 2019, 13:29 »

---> senza oneri a carico dello Stato, dice la ministra <---  ---> a nostre spese, dice la Cei <---

Ora l'Ottopermille se chiama così

Comunque, almeno in questo caso - come peraltro accadeva quando salvini era ministro dell'interno - si tratta di fondi Ottopermille spesi "bene".
Immagino anche dal punto di vista della Corte dei conti 
Re:Il Prete Salviniano
« Risposta #279 il: 26 Set 2019, 13:38 »
L’8x1000 è un contributo, oltre che volontario, frutto di un accordo internazionale. Compensa l’immenso patrimonio incamerato dallo stato italiano con l’annessione (guerra di conquista) dello stato pontificio.
L’accordo prosegue i termini: lo stato italiano si tiene il patrimonio usurpato, allo stato vaticano va una minima compensazione annuale che rappresenta gli interessi.
Un accordo di PACE tra due stati dopo un’ostilità di quasi 60 anni.
L’accordo è stato modernizzato negli anni 80 ed è diventato PROPORZIONALE alla quota di italiani che si esprime a favore.
Ergo, legalmente, soldi della CEI.
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod