Lider maximo addio

0 Utenti e 107 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline PolGaz

*
1291
Re:Lider maximo addio
« Risposta #20 il: 26 Nov 2016, 13:47 »
Nato rivoluzionario diventato dittatore, si è dimostrato emulo di Batista, anzi forse Batista sarebbe stato meno peggio per Cuba e i Cubani
D'accordo sulla prima parte ma Batista meno peggio per Cuba e i cubani proprio no!
È impossibile sapere per certo come sarebbe andata ma a Batista di Cuba e dei cubani gliene importava il giusto.. 

Online galafro

*
2385
Re:Lider maximo addio
« Risposta #21 il: 26 Nov 2016, 14:27 »
D'accordo sulla prima parte ma Batista meno peggio per Cuba e i cubani proprio no!
È impossibile sapere per certo come sarebbe andata ma a Batista di Cuba e dei cubani gliene importava il giusto..
Se non ci fosse stato Castro Batista sarebbe finito come tanti dittatorelli di allora e ai cubani sarebbe stato risparmiato un regime che li ha tenuti nella miseria per più di mezzo secolo. Oggi si va a Cuba come si va al jurassic park e negli occhi dei cubani mi pare di vedere solo tristezza e rimpianto
Re:Lider maximo addio
« Risposta #22 il: 26 Nov 2016, 15:01 »
Hasta la victoria siempre, Comandante! :stop

Offline Rorschach

*****
10088
Re:Lider maximo addio
« Risposta #23 il: 26 Nov 2016, 15:10 »
Con Castro Cuba e' stata una ragazza che piuttosto che prostituirsi ha preferito una dignitosa poverta'.

Forse, senza embargo e altre azioni di disturbo, l'isola poteva essere una democrazia.
Re:Lider maximo addio
« Risposta #24 il: 26 Nov 2016, 15:17 »
Se non ci fosse stato Castro Batista sarebbe finito come tanti dittatorelli di allora e ai cubani sarebbe stato risparmiato un regime che li ha tenuti nella miseria per più di mezzo secolo. Oggi si va a Cuba come si va al jurassic park e negli occhi dei cubani mi pare di vedere solo tristezza e rimpianto

Possiamo anche dire che la Rivoluzione Cubana ha obbligato le oligarchie degli altri Paesi a concedere diritti alle persone.
Il confonto con questi Paesi non può farsi ignorando l'effetto che Cuba e la sua esperienza hanno avuto

Offline FatDanny

*****
16421
Re:Lider maximo addio
« Risposta #25 il: 26 Nov 2016, 17:22 »
Cuba è l'unico posto in tutta l'America, e forse non solo, in cui non c'è NESSUN bambini malnutrito o analfabeta.
NESSUNO.
E questo nonostante 40 anni di embargo in un'isola ennemila volte più piccola del vicino.

Prima di parlare di dittatorucolo dall'alto dei nostri paesi ipertecnologici dove pero la gente ancora muore di fame ci si sciacqui la bocca per favore.

E lo dice uno molto critico del regime castrista.
Beatevi degli smartphone e del nostro falso progresso fino a che il rin[...]mento totale non ci avrà ucciso tutti.

Que viva Fidel!

Offline momi

*****
6210
Re:Lider maximo addio
« Risposta #26 il: 26 Nov 2016, 17:52 »

La notizia mi ha veramente colpito anche se aveva 90 anni ed era malato e quindi era prevedibile.

Un pezzo importante di storia che ci saluta. Ora non ho voglia neanche di discutere su quello che ha fatto in bene in male e sul significato della sua persona.

Vi dico solo che l'ultima notizia che mi aveva segnato così nettamente è stata la morte di Falcone: avevo 20 anni, ero a casa da solo, stavo sentendo il telegiornale e ho cominciato a piangere senza potermi fermare.

Offline Rugiule

*
5847
Re:Lider maximo addio
« Risposta #27 il: 26 Nov 2016, 18:26 »
Una grande perdita per l'umanità, che la terra ti sia lieve Fidel.
Re:Lider maximo addio
« Risposta #28 il: 26 Nov 2016, 19:02 »
Cuba è l'unico posto in tutta l'America, e forse non solo, in cui non c'è NESSUN bambini malnutrito o analfabeta.
NESSUNO.
E questo nonostante 40 anni di embargo in un'isola ennemila volte più piccola del vicino.

Prima di parlare di dittatorucolo dall'alto dei nostri paesi ipertecnologici dove pero la gente ancora muore di fame ci si sciacqui la bocca per favore.

E lo dice uno molto critico del regime castrista.
Beatevi degli smartphone e del nostro falso progresso fino a che il rin[...]mento totale non ci avrà ucciso tutti.

Que viva Fidel!


aggiungo: a cuba se ti ammali ti curano. qualunque malattia curabile, te la curano.

se ti serve un medicinale, te lo fanno. qualunque medicinale, loro te lo sanno fare.

cuba e' l'unico posto al mondo dove sia stato in cui non esistono differenze di razza o religione. ma veramente. i bianchi sono uguali ai neri. in tutti i modi possibili. la cosa piu' bella che abbia mai visto (non scherzo) e' un asilo all'avana. una cosa che ti faceva desiderare che le tue figlie lo frequentassero.

se cuba non e' la repubblica dominicana, e' solo grazie a quell'uomo li'.
Re:Lider maximo addio
« Risposta #29 il: 26 Nov 2016, 19:23 »
l'esperienza cubana è stata ed in parte è epica
l'unico appunto che si può fare all'uomo Castro sono i morti almeno fino al 90, se solo avesse abolito la pena di morte sarebbe stato perfetto

Alex_k

Alex_k

Re:Lider maximo addio
« Risposta #30 il: 26 Nov 2016, 19:31 »
Cuba è l'unico posto in tutta l'America, e forse non solo, in cui non c'è NESSUN bambini malnutrito o analfabeta.
NESSUNO.
E questo nonostante 40 anni di embargo in un'isola ennemila volte più piccola del vicino.

Prima di parlare di dittatorucolo dall'alto dei nostri paesi ipertecnologici dove pero la gente ancora muore di fame ci si sciacqui la bocca per favore.

E lo dice uno molto critico del regime castrista.
Beatevi degli smartphone e del nostro falso progresso fino a che il rin[...]mento totale non ci avrà ucciso tutti.

Que viva Fidel!
.

Offline anderz

*
8180
Re:Lider maximo addio
« Risposta #31 il: 26 Nov 2016, 20:04 »
La grandezza di quest’uomo sta tutta nell'aver messo sulla cartina del mondo un’isola caraibica naturalmente sottoposta ai desideri di un ingombrantissimo vicino di casa.
Un leader roccioso e con una chiara visione, non un buono - e chi ne dà una lettura pacifista è un disonesto - ma uno che ha saputo essere spietato col nemico, perché di nemico si trattava.
Un uomo che ha fatto dell’indipendenza della sua patria (patria o muerte) il leit-motiv della sua intera esistenza, che ha poi proiettato in tantissimi paesi del terzo mondo, facendo di Cuba una piccola potenza dei luoghi dimenticati di questo pianeta.

Offline FatDanny

*****
16421
Re:Lider maximo addio
« Risposta #32 il: 26 Nov 2016, 20:22 »
Essere spietato contro i nemici che ha avuto era il minimo necessario per non fare la fine di Allende.

La rivoluzione non è un pranzo di gala, non perché sia desiderabile la violenza, ma perché nessun potere è disposto ad essere rovesciato. E nessun potere ha pietà quando è davvero minacciato.

Riuscissimo a vedere oltre l'oppio quotidiano che ci intorpidisce mente e cuore, 10 100 1000 Fidel sarebbero pronti a trattare lo stesso nemico con la stessa moneta.

Offline Buckley

*
1844
Re:Lider maximo addio
« Risposta #33 il: 26 Nov 2016, 20:44 »
Cuba è l'unico posto in tutta l'America, e forse non solo, in cui non c'è NESSUN bambini malnutrito o analfabeta.
NESSUNO.
E questo nonostante 40 anni di embargo in un'isola ennemila volte più piccola del vicino.

Prima di parlare di dittatorucolo dall'alto dei nostri paesi ipertecnologici dove pero la gente ancora muore di fame ci si sciacqui la bocca per favore.

E lo dice uno molto critico del regime castrista.
Beatevi degli smartphone e del nostro falso progresso fino a che il rin[...]mento totale non ci avrà ucciso tutti.

Que viva Fidel!
Tanta roba questo post. Hasta siempre Fidel!

Offline sharp

*****
18413
Re:Lider maximo addio
« Risposta #34 il: 26 Nov 2016, 21:08 »

aggiungo: a cuba se ti ammali ti curano. qualunque malattia curabile, te la curano.

se ti serve un medicinale, te lo fanno. qualunque medicinale, loro te lo sanno fare.

cuba e' l'unico posto al mondo dove sia stato in cui non esistono differenze di razza o religione. ma veramente. i bianchi sono uguali ai neri. in tutti i modi possibili. la cosa piu' bella che abbia mai visto (non scherzo) e' un asilo all'avana. una cosa che ti faceva desiderare che le tue figlie lo frequentassero.

se cuba non e' la repubblica dominicana, e' solo grazie a quell'uomo li'.

e aggiungo io che ci sono stato varie volte,nella Repubblica Dominicana
per curarsi (parlo di malattie serie chiaramente)
spendono i soldi dell'aereo (chi può permetterselo) per andare a Cuba.
A se nasci dalla parte della società sbagliata oltre alla sanità(sin seguro se muere )[/size]
non avrai nemmeno la possibilità di far studiare i tuoi figli (no scuola pubblica),
e il problema vero è che dalla parte sbagliata c'è quantomeno l'85% della popolazione


Al di la di quello che Fidel e la rivoluzione cubana hanno rappresentato per il continente
(negli anni '50 in tutti i paesi che si ribellavano alle compagnie americane arrivavano i marines
o partiva un colpo di stato, i Barbudos sono stati il primo punto di rottura di questa dinamica),
se parlate di problematiche economiche della gente, dovreste
farvi un giro per il resto dei paesi caraibici poi vedreste cuba con ben altri occhi, come dice Fat
paragonare Cuba ai paesi occidentali non ha senso
(anche se vorrei vedere l'italia con alle spalle 40 anni di embargo come starebbe messa),
paragonatela ai paesi limitrofi

Ho letto sanguinario ... se non ricordo male nella Cuba post rivoluzionaria
(intesa quella post processi ai criminali di guerra), il numero dei morti ascrivibile al governo
Castrista è di m molto inferiore a quello provocato dagli attentati degli anticastristi
appoggiati dalla cia che fa capo al governo dei democratici usa
(e nel mazzo andrebbero messi anche le centinai di attentati diretti a Fidel medesimo).
Re:Lider maximo addio
« Risposta #35 il: 26 Nov 2016, 21:59 »
se essere spietato col nemico è giusto allora bisogna rivalutare anche pinochet (altro paese dove non c'è denutrizione) e franco
o vale per tutti o non vale solo quando i nemici vi stanno antipatici
comunque a cuba fino al 90 si è ucciso troppo spesso e anche nemici che se incarcerati non avrebbero fatto grandi danni perché molti di loro erano dei poveracci
io ho assistito al processo ad Ochoa e non credo fosse colpevole e non parliamo di un nemico della rivoluzione
i norvegesi e la repubblica romana hanno abolito la pena di morte poteva farlo pure cuba
e comunque che il partito comunista boliviano non abbia aiutato il vero comandante mi ha sempre puzzato

Offline Neal

*****
2756
Re:Lider maximo addio
« Risposta #36 il: 26 Nov 2016, 23:42 »
se essere spietato col nemico è giusto allora bisogna rivalutare anche pinochet (altro paese dove non c'è denutrizione) e franco
o vale per tutti o non vale solo quando i nemici vi stanno antipatici
comunque a cuba fino al 90 si è ucciso troppo spesso e anche nemici che se incarcerati non avrebbero fatto grandi danni perché molti di loro erano dei poveracci
io ho assistito al processo ad Ochoa e non credo fosse colpevole e non parliamo di un nemico della rivoluzione
i norvegesi e la repubblica romana hanno abolito la pena di morte poteva farlo pure cuba
e comunque che il partito comunista boliviano non abbia aiutato il vero comandante mi ha sempre puzzato

Come si può paragonare Fidel e Pinochet?
Come?

Offline sharp

*****
18413
Re:Lider maximo addio
« Risposta #37 il: 26 Nov 2016, 23:57 »
Il partito comunista boliviano ai tempi non era il massimo della limpidità rivoluzionaria
tra l'altro era diviso in due ali la movimentista e la legalista(e quest'ultima si dice che si schierò decisamente contro ) ,
il Che' comunque conosceva questa problematica, forse può averla anche sottovalutata ma
l'appoggio se lo aspettava dai contadini più che da tutto il partito, però co' sta dietrologia
si potrebbe anche parlare dell'aereo di Camillo Cianfuegos, sai quanti cercarono di dare la colpa a Castro ??

Il Cile e la repressione di pinochet : a me non risulta che dopo il golpe militare (sovvenzionato e portato avanti sempre dalla cia, e verificatosi proprio per la rinuncia della forza da parte del governo eletto "democraticamente") ci fossero stati tentativi di invadere il Cile da parte di rifugiati sovvenzionati da una qualche super potenza, ne che durante la guerra civile,(che non ci fu perchè fu un golpe e durò una giornata)a, qualcuno dei repubblicani cileni abbia commesso atrocità nei riguardi della popolazione civile.

Sulla denutrizione dai fa ridere pensa che la cia pagava lo stipendio ai camionisti in sciopero,figurati se gli avrebbero mai fatto insorgere problemi di sussistenza alimentare,tra l'altro con 40anni di bloqueo in Cile sarebbe morto il 70% della popolazione
(invece improvvisamente diventò uno dei paesi con la miglior partnership ccon gli usa)

Voglio dire il paragone mi sembra un tantino azzardato ,questo non giustifica minimamente
il fatto che sia stato ucciso anche un solo oppositore (parlo di quelli che si sono opposti al castrismo con le idee e non con le armi,è chiaro che in uno stato sotto assedio chi si oppone militarmente rischia di fare una brutta fine).

Io credo di ricordare che la maggior delle morti sia dovuta al periodo dei processi post rivoluzione,
non mi sembra che in seguito i castristi siano stati 'sti mostri sanguinari, e sempre se ricordo bene i dati
ci siano state più morti per via degli attentati anti castristi

Sulla pena di morte sono d'accordo con te,il problema è che Cuba è stata sempre sotto assedio
e questo comporta parecchie problematiche, certo poteva essere abolita,magari senza le ingerenze
ed il rischio invasione e/o attentati che porta anche alla paranoia lo avrebbero anche fatto

Offline PolGaz

*
1291
Re:Lider maximo addio
« Risposta #38 il: 27 Nov 2016, 00:40 »
Se non ci fosse stato Castro Batista sarebbe finito come tanti dittatorelli di allora e ai cubani sarebbe stato risparmiato un regime che li ha tenuti nella miseria per più di mezzo secolo. Oggi si va a Cuba come si va al jurassic park e negli occhi dei cubani mi pare di vedere solo tristezza e rimpianto
Definiscimi "miseria" gentilmente.
Sono stato a Cuba tante volte e vado almeno una volta l'anno. Io vedo molto più "Jurassic Park" e "miseria" quando ritorno a Via Prenestina.
Vedo sicuramente molta più tristezza negli occhi degli svedesi nella ricchissima Östermalm che in qualsiasi cubano a Centro Habana.
Fidel non era un personaggio simpatico o buono, sicuramente non era neanche un politico.
Ha però cacciato una marionetta come Batista che aveva venduto mezza isola al big brother Yankee.
Ha dato un'anima, una personalità e soprattutto tanta tanta libertà.
Education = freedom
Re:Lider maximo addio
« Risposta #39 il: 27 Nov 2016, 00:55 »
La giustizia sociale, la sanita' pubblica, l'educazione, sono l'obiettivo che tutte le societa' dovrebbero perseguire ma senza liberta' di espressione rimangono un risultato a meta'.
Qualsiasi dittatura, anche quella che fa le cose piu' buone e giuste per il popolo
non puo' per forza di cose rappresentare un'evoluzione per il genere umano.
Senza liberta' non puo' esserci felicita'.
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod