Nuova ZTL a Roma

0 Utenti e 8 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline Sonni Boi

*****
16452
Re:Nuova ZTL a Roma
« Risposta #80 il: 16 Mag 2023, 10:39 »
In realtà pure Tor Vergata non è collegata male, prendi la metro A fino a Anagnina e poi c'è la linea bus che corre frequentemente e ti lascia davanti alle varie facoltà. Ci sono andato per 2 anni e mezzo da pendolare, partendo da Bracciano, per chi abita a Roma è tutt'altro che un'odissea.

A Copenhagen è pieno di 60enni che si fanno 25-30' di bici per tratta sotto la pioggia e col vento in bocca (che è quasi peggio di andare in salita). Facessero una rete ciclabile come si deve anche a Roma, secondo me la gente inizierebbe ad usare i pedali con molta più frequenza.
Re:Nuova ZTL a Roma
« Risposta #81 il: 16 Mag 2023, 10:59 »
IB esistono le bici elettriche apposta: conosco persone over 70 o anche under ma fisicamente non in formissima che la usano tranquillamente e ne sono felici.
Ovviamente sono felici perchè fanno un percorso ciclabile: dove non c'è la ciclabile a Roma rischi la vita.

Su un altro topic te stava a prende uno sturbo e te volevi iscrive ai terroristi perché la Lazio vendeva i distinti sud a 30 euro e mo me fai l'elogio delle biciclette elettriche ?   :lol: ;))
A me non me pare che siano a prezzi cosi popolari. E comunque l'altimetria di Roma come quella di Parigi non la comparerei alla altimetria di copenhagen o Amsterdam che c'hanno un dislivello massimo de 24 centimetri.
Ce li voglio vedé i sessantenni con la bicicletta sulla panoramica da piazzale clodio a MonteMario. Te ne giochi un paio al giorno. Via quattro fontane, in 300 metri, da via del Tritone all'incrocio con Via del quirinale c'ha un dislivello di 23 metri. Una pendenza dell'8%. Altro che pioggerella sul viso.

Parigi l'hanno riempita de piste ciclabili prendendole dalle corsie dei mezzi pubblici, ma il 90% delle stazione della metro non c'ha un accesso ai disabili.

Aldilà delle forzature io credo che la bicicletta sia un po' come le pale eoliche per l'energia rinnovabile. Più un simbolo che una soluzione. Non è un mezzo generalizzabile. Le vere soluzioni sono quelle che TUTTI, a tutte le tasche e con tutte le condizioni, anche fisiche, possono utilizzare. Moltiplicare a palla i mezzi pubblici, magari riducendone la dimensione, quindi facilitando l'agilità nelle stradine strette dei centri di città con sviluppo medievale (come Parigi e Roma), aumentandone la frequenza.

Offline Gio

*****
9414
Re:Nuova ZTL a Roma
« Risposta #82 il: 16 Mag 2023, 11:07 »
Il problema dei mezzi pubblici a Roma è l'incertezza. Immaginate uno\a che deve portare i bambini a scuola e, poi, stare al lavoro alle 8.30. Magari dall'altra parte di Roma. E poi andare a riprendere i bambini alle 16.30, se no te li buttano per strada, non potendo uscire prima della fine dell'orario di lavoro.
Un'ipotesi di cittadino romano medio, ma ce ne sono a decine del tutto simili.
E' ipotizzabile che possa prendere i mezzi pubblici o la bicicletta come ipotesi di trasporto?

Sono misure che risolvono un problema e ne aprono mille altri che sono posti a carico dei cittadini. Per me finisce come quando hanno messo gli autovelox a viale Jonio. Li montavano e la notte qualcuno li buttava giù. Poi li rimontavano e qualcuno li ributtava giù. All'infinito ...
Re:Nuova ZTL a Roma
« Risposta #83 il: 16 Mag 2023, 11:13 »
Ma assolutamente no, IB.
Nelle stradine strette ce devi anda a piedi, non ci deve passare il bus, imho.
Parliamo di costi? una bici elettrica pieghevole decente costa 1000 euro. Leggermente più conveniente rispetto alle 15000 di una panda nuova?
Con la e-bike in salita non fatichi: è come un motorino, la pedalata che dai è simbolica.
Io poi ho la bici muscolare e ci vado al lavoro in centro ogni giorno (ho giusto una salita su via cipro un pò rognosa perchè non c'è ciclabile ma se fa) e non ho bisogno di andare in palestra, e intimamente disprezzo monopattini e bici elettriche, però ammetto che in salita sono una svolta.
IB il centro di Roma senza macchine sarebbe un paradiso: anche non vederle più in piazze bellissime ridotte a parcheggi è tanta roba.

Ah poi ci sta la mafia di Roma: i tassisti.
Pochissimi per una città come Roma, non se trovano da nessuna parte, ma loro si oppongono a qualsiasi liberalizzazione e ogni volta che c'è stato un tentativo di riforma hanno fato casino, spalleggiati dai loro amici politici.
Una volta qui al parlamento lanciarono BOMBE CARTA, non esagero, davanti all'occhio tollerante dei camion della celere.
Re:Nuova ZTL a Roma
« Risposta #84 il: 16 Mag 2023, 11:17 »
Il problema dei mezzi pubblici a Roma è l'incertezza. Immaginate uno\a che deve portare i bambini a scuola e, poi, stare al lavoro alle 8.30. Magari dall'altra parte di Roma. E poi andare a riprendere i bambini alle 16.30, se no te li buttano per strada, non potendo uscire prima della fine dell'orario di lavoro.
Un'ipotesi di cittadino romano medio, ma ce ne sono a decine del tutto simili.
E' ipotizzabile che possa prendere i mezzi pubblici o la bicicletta come ipotesi di trasporto?

Sono misure che risolvono un problema e ne aprono mille altri che sono posti a carico dei cittadini. Per me finisce come quando hanno messo gli autovelox a viale Jonio. Li montavano e la notte qualcuno li buttava giù. Poi li rimontavano e qualcuno li ributtava giù. All'infinito ...

L'incertezza ce l'hai pure con la macchina, però. Traffico, incidenti, pioggia, eventi speciali.
Forse l'unico mezzo privato che ti solleva da quest'ansia è lo scooter, ma non è adatto a tutte le esigenze.
Condivido quanto detto in precedenza da FD: se devi fare molta strada, percorso misto mezzi propri - mezzi pubblici, magari su ferro o con preferenziale per ridurre le incognite sui tempi di percorrenza e sul parcheggio. L'aspetto negativo è che così paghi sia le spese della macchina che dell'abbonamento.

Offline Rorschach

*****
12604
Re:Nuova ZTL a Roma
« Risposta #85 il: 16 Mag 2023, 11:29 »
Ho già partecipato più volte a questo thread, ora cerco di farlo in maniera più strutturata.

PROBLEMA
L'offerta di trasporto pubblico non è soddisfacente in termini di:
1. durata degli spostamenti;
2. disponibilità di posti nelle ore di punta;
3. orari di disponibilità.

SOLUZIONE
Aumentare il numero di corse, riducendone la durata e ampliare gli orari di disponibilità. Come?

Bisogna innestare un circolo virtuoso riducendo il traffico; in questo modo si risolvono i primi due punti a parità di parco circolante:
- riducendo il traffico i mezzi di superficie troverebbero meno punti congestionati: le corse sarebbero quindi più rapide e l'utenza impiegherebbe meno tempo ad arrivare dal punto A al punto B (compresi i tempi di attesa in fermata, che diventerebbero anche più prevedibili);
- l'aumento di frequenza delle corse permetterebbe anche una maggiore ricettività; esagerando possiamo dire che dimezzare i tempi di percorrenza significa raddoppiare la frequenza e quindi raddoppiare anche il numero di posti disponibili per l'utenza.

L'ampliamento degli orari di disponibilità invece è un tema maggiormente 'strutturale': significa intervenire sulle tempistiche di pulizia/manutenzione e sugli autisti (aumentandone il numero), sia per i mezzi di superficie che per la metropolitana, e per questo servono investimenti importanti (o minori sprechi).

QUINDI il problema maggiore, attualmente, è il traffico. Bisogna ridurre il numero di autoveicoli in giro, il che darebbe il via al circolo virtuoso sopra esposto. Ma come?
Probabilmente sarebbe opportuno pareggiare il disincentivo economico all'utilizzo dell'auto (la famigerata norma ZTL) con incentivi all'utilizzo di mezzi alternativi (scontistica per la tessera Metrebus, bonus per mezzi elettrici...), ma non basta.
E' necessario che la politica si occupi del problema in senso ampio, favorendo lo smartworking attraverso incentivi alle aziende, magari investa sul co-working a km zero, sviluppi dei piani a medio/lungo termine per ridurre il pendolarismo forzato (gestione dell'emergenza abitativa e complementare incentivo a localizzare le aziende nelle città dormitorio).

Facile? Tuttaltro. Ma Necessario.
Re:Nuova ZTL a Roma
« Risposta #86 il: 16 Mag 2023, 11:41 »

QUINDI il problema maggiore, attualmente, è il traffico. Bisogna ridurre il numero di autoveicoli in giro, il che darebbe il via al circolo virtuoso sopra esposto. Ma come?
Probabilmente sarebbe opportuno pareggiare il disincentivo economico all'utilizzo dell'auto (la famigerata norma ZTL) con incentivi all'utilizzo di mezzi alternativi (scontistica per la tessera Metrebus, bonus per mezzi elettrici...), ma non basta.


E invece la metro sale da 1.5 euro a 2 euro.
Re:Nuova ZTL a Roma
« Risposta #87 il: 16 Mag 2023, 11:45 »
mancano i soldi per raddoppiare minimo treni metro e bus.
servirebbe una rete di corsie preferenziali vere pero, ininterrotte e continue, non quelle che si interrompono agli incroci o semafori mischiandosi col traffico privato.

non accadrà mai niente,  i problemi resteranno irrisolti e prenderemo la macchina sempre e comunque.
io se posso evito con tutte le mie forze i mezzi pubblici, e viaggio gratis su metro bus e treni eh...
Re:Nuova ZTL a Roma
« Risposta #88 il: 16 Mag 2023, 14:57 »
Ma assolutamente no, IB.
Nelle stradine strette ce devi anda a piedi, non ci deve passare il bus, imho.
Parliamo di costi? una bici elettrica pieghevole decente costa 1000 euro. Leggermente più conveniente rispetto alle 15000 di una panda nuova?
Con la e-bike in salita non fatichi: è come un motorino, la pedalata che dai è simbolica.
Io poi ho la bici muscolare e ci vado al lavoro in centro ogni giorno (ho giusto una salita su via cipro un pò rognosa perchè non c'è ciclabile ma se fa) e non ho bisogno di andare in palestra, e intimamente disprezzo monopattini e bici elettriche, però ammetto che in salita sono una svolta.
IB il centro di Roma senza macchine sarebbe un paradiso: anche non vederle più in piazze bellissime ridotte a parcheggi è tanta roba.

Ah poi ci sta la mafia di Roma: i tassisti.
Pochissimi per una città come Roma, non se trovano da nessuna parte, ma loro si oppongono a qualsiasi liberalizzazione e ogni volta che c'è stato un tentativo di riforma hanno fato casino, spalleggiati dai loro amici politici.
Una volta qui al parlamento lanciarono BOMBE CARTA, non esagero, davanti all'occhio tollerante dei camion della celere.

Quindi il problema non è il traffico o la congestione di Roma. E come Kelly slater vuole che la città di roma sia intorno a lui che se ne va fischiettando in bicicletta e ovviamente sulla strada, ma anche sui marciapiedi, non ci deve essere nessuno. E se una famiglia di 4 persone vuole muoversi ? Che vadano affanculo sti pezzenti che non c'hanno 4000 euro da spendere per 4 biciclette elettriche. Ce dovevano pensà prima invece di scopare e fare figli. Viva la vita da single. Spendi meno.
Peccato che non ci pensi nessuno. Tutti a piedi oppure bicicletta elettrica. 1000 euro a pezzo.

Nel centro di roma ce sta la vita. Se ce voi fa er museo per passeggiare devi sloggiare qualche centinaio di migliaia di persone che ogni giorno ce vivono e ce lavorano. Tutte con la bicicletta elettrica a 1000 euro ? Me pare na stronzata. Fai l'esempio della panda quando io ti parlo di mezzi pubblici. Ma davvero me rispondi che tu c'hai la bicicletta elettrica e vai come Pantani ? Bella per te, ma qui non è una questione di fare l'esempio su se stessi. Qui bisogna tenere conto delle decine di migliaia di persone con handicap, centinaia di migliaia di persone anziane, parlo de gente de ottant'anni non de sessantenni col fisico de Yuri Chechi. In una città che da parte a parte fa circa 40 chilometri tu me parli de bicicletta a 1000 euro a persona ? Davvero ?

Il problema non è di come Kelly slater fa la salita. E' de come la fanno TUTTI i cittadini romani. Anche quelli che non c'hanno la bicicletta elettrica a 1000 euro perché non se la possono permettere oppure c'hanno problemi fisici o magari se devono fa 30 km al giorno.

Offline Thorin

*
3076
Re:Nuova ZTL a Roma
« Risposta #89 il: 16 Mag 2023, 16:58 »
Ma assolutamente no, IB.
Nelle stradine strette ce devi anda a piedi, non ci deve passare il bus, imho.
Parliamo di costi? una bici elettrica pieghevole decente costa 1000 euro. Leggermente più conveniente rispetto alle 15000 di una panda nuova?
Con la e-bike in salita non fatichi: è come un motorino, la pedalata che dai è simbolica.
Io poi ho la bici muscolare e ci vado al lavoro in centro ogni giorno (ho giusto una salita su via cipro un pò rognosa perchè non c'è ciclabile ma se fa) e non ho bisogno di andare in palestra, e intimamente disprezzo monopattini e bici elettriche, però ammetto che in salita sono una svolta.
IB il centro di Roma senza macchine sarebbe un paradiso: anche non vederle più in piazze bellissime ridotte a parcheggi è tanta roba.

Ah poi ci sta la mafia di Roma: i tassisti.
Pochissimi per una città come Roma, non se trovano da nessuna parte, ma loro si oppongono a qualsiasi liberalizzazione e ogni volta che c'è stato un tentativo di riforma hanno fato casino, spalleggiati dai loro amici politici.
Una volta qui al parlamento lanciarono BOMBE CARTA, non esagero, davanti all'occhio tollerante dei camion della celere.

Non so quanti Km fai per andare al lavoro quindi non mi pronuncio, ma la spesa la vai a fare in bicicletta?
Una persona anziana ad una visita medica, i figli a scuola di corsa prima di andare al lavoro... come li accompagni?
Perchè banalmente bisogna anche stare a guardare i bisogni primari della gente, non solo il lavoro o il piacere... Non tutti hanno il piacere di non avere questo tipo di incombenze...

Offline vaz

*****
53614
Re:Nuova ZTL a Roma
« Risposta #90 il: 16 Mag 2023, 18:43 »
ma anche qui, un'odissea da dove esattamente?
Oh, io La Sapienza l'ho frequentata ampiamente e la frequento ancora, non mi sembra così difficile raggiungerla.
Con la metro scendi a Castro Pretorio o Policlinico e ci arrivi a piedi in 5 minuti.
Ci arrivi con tutte le linee che percorrono la Nomentana, i tram da Roma Est, i bus da Roma sud. Francamente ho un'altra idea di odissea.
Idem dicasi per Roma3
Tor Vergata è un'odissea. Indubbiamente. Lì è macchina o morte, a meno che non abiti a Morena.


Posso dire che invece quel che noto quotidianamente è la scarsissima cultura del mezzo pubblico diffusa?
io litigo quotidianamente perché l'80% delle persone su bus e metro si piazzano davanti alla porta per non fare due metri, DUE, più in là, e avere la scomodità di chiedere permesso quando devono scendere. In questo modo hai tutti schiacciati alle porte e spazi inutilmente vuoti. l'80% delle persone con lo zaino non lo toglie, senza minimamente pensare al fatto che così occupa il doppio.
Senza contare per salire e scendere che è una gara di inciviltà.

Sicuramente i mezzi andrebbero potenziati, allo stesso tempo le persone dovrebbero sapere come si utilizzano. Perché da quel che vedo la stragrande maggioranza non lo sa.

Guarda io ci mettevo minimo 1h20 door to door da casa dei miei. Minimo
Re:Nuova ZTL a Roma
« Risposta #91 il: 16 Mag 2023, 20:36 »
In realtà pure Tor Vergata non è collegata male, prendi la metro A fino a Anagnina e poi c'è la linea bus che corre frequentemente e ti lascia davanti alle varie facoltà. Ci sono andato per 2 anni e mezzo da pendolare, partendo da Bracciano, per chi abita a Roma è tutt'altro che un'odissea.

A Copenhagen è pieno di 60enni che si fanno 25-30' di bici per tratta sotto la pioggia e col vento in bocca (che è quasi peggio di andare in salita). Facessero una rete ciclabile come si deve anche a Roma, secondo me la gente inizierebbe ad usare i pedali con molta più frequenza.
ho una figlia che lavora a Madrid, ci sono biciclette elettriche ad ogni angolo, GRATIS, per i residenti. Sono stato a trovarla e.gli ho chiesto se voleva che le portassi li la sua auto , mi ha detto di no, non serve, tutti i giorni per andare al lavoro prende la bici elettrica,  20 minuti e sta al lavoro.... se proprio diluvia con la metro a 40 euro al mese .

Offline FatDanny

*****
35490
Re:Nuova ZTL a Roma
« Risposta #92 il: 16 Mag 2023, 20:40 »
Guarda io ci mettevo minimo 1h20 door to door da casa dei miei. Minimo

Questo può darsi ma per i mezzi periferici, non per quelli verso l'università, che mi sembrano adeguati.

Ossia, se abiti a Laurentino 38 e devi aspettare 40 minuti per il bus che ti porta a Laurentina, ci metti 1.20 ma il problema è quel bus, che il resto funziona bene. Idem fallo con Primavalle o tor Sapienza.

Non nego assolutamente che la periferia abbia un problema di mezzi, ovviabile ad oggi solo col suddetto approccio integrato tra mezzi propri e ferro.
Se migliorassero le linee di periferia (di cui però frega poco perche turisti e ricchi non le prendono) Roma avrebbe mezzi più che dignitosi.

Te lo scrivo dal 60  ;)

Online sharp

*****
25850
Re:Nuova ZTL a Roma
« Risposta #93 il: 16 Mag 2023, 21:59 »
Un amico appena tornato dal giappone mi racconta che li la cultura del mezzo pubblico è clamorosa: sulla metro finchè non è uscita anche l'ultima persona nessuno si azzarda a salire.
Detto questo: stamattina metro A c'era il delirio, sentivo almeno 3 corpi premere il mio.
E oggi ok, pioveva. Ma da novembre l'utenza triplicherà...

come da noi , certe incazzature con quelli che salgono nella porta centrale del bus, impedendoti di scendere
che poi (oltre che nun ce dovresti salì da li) ma se io scendo, tu brutto cojon* nun chai piu posto per sali' ???

Offline LaFonte

*
1560
Re:Nuova ZTL a Roma
« Risposta #94 il: 17 Mag 2023, 00:13 »
La cultura del mezzo pubblico si insegna con le cattive. Si prende per la giacca il maleducato e si tira giù dal mezzo a forza fino a discesa completata. In treno l'ho visto succedere varie volte, e funzionare. Dopo un pò il soggetto era lui a prendere per il collo chi provava a passare e tirarlo giù.
Chiaramente funziona se i pendolari che devono salire fanno gruppo contro un numero ridotto di selvaggi. Se i selvaggi sono più degli educati, diventa dura.

Offline cippolo

*
3813
Re:Nuova ZTL a Roma
« Risposta #95 il: 17 Mag 2023, 05:23 »
Mi sono sempre chiesto ma chi usa la bicicletta per andare al lavoro o a scuola o dove gli pare non suda? Perché io arrivato mi dovrei fare una doccia e avrei pure possibilità al lavoro. Ma chi non la può fare puzza come un cinghiale per tutto il giorno. È non mi sembra una bella cosa
Re:Nuova ZTL a Roma
« Risposta #96 il: 17 Mag 2023, 06:33 »
Mi sono sempre chiesto ma chi usa la bicicletta per andare al lavoro o a scuola o dove gli pare non suda? Perché io arrivato mi dovrei fare una doccia e avrei pure possibilità al lavoro. Ma chi non la può fare puzza come un cinghiale per tutto il giorno. È non mi sembra una bella cosa
Se lavori all'Osservatorio Astronomico certo che sudi...
Re:Nuova ZTL a Roma
« Risposta #97 il: 17 Mag 2023, 06:43 »
ho una figlia che lavora a Madrid, ci sono biciclette elettriche ad ogni angolo, GRATIS, per i residenti. Sono stato a trovarla e.gli ho chiesto se voleva che le portassi li la sua auto , mi ha detto di no, non serve, tutti i giorni per andare al lavoro prende la bici elettrica,  20 minuti e sta al lavoro.... se proprio diluvia con la metro a 40 euro al mese .
Se è per questo a Parigi "dentro le mura" c'è un servizio uber clamoroso,
ovunque tu sei in pochi minuti ti vengono a prendere con macchine di livello e con una spesa di un quarto dei taxi romani ti portano dove vuoi in città, volendo respirare aria fresca ti caricano anche sulla moto da passeggero.
A Londra invece è meglio prendere i taxi  classici neri d'epoca inglesi che costano sempre un terzo rispetto a Roma ma è l'unica possibilità che hai per vedere un vero londinese...
A Manhattan o a Singapore invece ti viene a prendere il taxi silenzioso senza conducente  che è un emozione da provare anche se gli Italiani di solito si rifiutano di salire :)

Offline FatDanny

*****
35490
Re:Nuova ZTL a Roma
« Risposta #98 il: 17 Mag 2023, 09:42 »
Mi sono sempre chiesto ma chi usa la bicicletta per andare al lavoro o a scuola o dove gli pare non suda? Perché io arrivato mi dovrei fare una doccia e avrei pure possibilità al lavoro. Ma chi non la può fare puzza come un cinghiale per tutto il giorno. È non mi sembra una bella cosa

io prima  di trasferirmi fuori roma ho usato la bicicletta quotidianamente per  tre anni.
Nell'uso cittadino, come  da standard nordeuropeo,  consiglio una bici col cambio  al mozzo, che rende possibile  cambiare anche da fermi ed evita problemi con le marce e freno col contropedale, che le gambe hanno  molta più forza delle  braccia e il controllo è  - a mio avviso - migliore una volta fatta l'abitudine. purtroppo in italia poco diffuse oggi, anche se è una tecnologia che decenni addietro era molto "nostra".

Capitolo  sudore,  due aspetti:

1) dipende da quanto sei allenato. io all'inizio sudavo come un cotechino nell'acqua bollente, dopo qualche mese sempre meno  fino ad una situazione accettabile. Considera che io andavo a lavoro in bici anche a metà agosto, facendo otto km circa prima da garbatella al centro, poi da quarticciolo. Posso dirti che non sudavo più di quando stai sul bus/tram pieno e senza aria condizionata.

2) ad ogni modo io portavo il cambio,  perché in bici è bene stare comodi.
Arrivato in ufficio dritto in bagno, mi davo una lavata al busto e mi mettevo il cambio.

Non ho mai trovato un'alternativa migliore di questa sul viaggio per l'ufficio.
Che  si tratti di scooter, mezzi pubblici, automobile.
La bici vinceva su tutti, anche perché pedalare - soprattutto DOPO una giornata di lavoro - è bellissimo.
Ovviamente devi superare la fase iniziale di disagio che arrivi stremato e sudatissimo.
Quando però il tuo allenamento in bici diventa fare 50 km (e fidati che quel giorno arriva) farne 8 è pari alla passeggiatina col cane.

Unica controindicazione vera: mi è costata un intervento  di varicocele, perché usare la bici così spesso porta facilmente all'emergere del problema.

Offline vaz

*****
53614
Re:Nuova ZTL a Roma
« Risposta #99 il: 17 Mag 2023, 10:01 »
Questo può darsi ma per i mezzi periferici, non per quelli verso l'università, che mi sembrano adeguati.

Ossia, se abiti a Laurentino 38 e devi aspettare 40 minuti per il bus che ti porta a Laurentina, ci metti 1.20 ma il problema è quel bus, che il resto funziona bene. Idem fallo con Primavalle o tor Sapienza.

Non nego assolutamente che la periferia abbia un problema di mezzi, ovviabile ad oggi solo col suddetto approccio integrato tra mezzi propri e ferro.
Se migliorassero le linee di periferia (di cui però frega poco perche turisti e ricchi non le prendono) Roma avrebbe mezzi più che dignitosi.

Te lo scrivo dal 60  ;)

Ah certo, ma infatti io mi riferivo a tutta la rete, periferia  soprattutto
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod