Romanzo musicale

0 Utenti e 21 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Online mr_steed

*
6410
Re:Romanzo musicale
« Risposta #140 il: 02 Ago 2023, 14:36 »
Devi fare quello che più senti nelle tue corde. Personalmente, partirei dal neorealismo, che è l'atto fondativo del moderno cinema italiano. Se invece vogliamo fare concorrenza all'Università telematica Unicusano, cominciamo dal cinema muto :)

Beh, avendo dato esami di storia del cinema con corsi monografici su Zavattini e il neorealismo, Mario Camerini e sul rapporto tra cinema e pubblico dal dopoguerra agli anni 80, diciamo che potrei iniziare da tutti gli argomenti tranne che dal muto italico, che ho approfondito un po' meno  8)  :beer:

Tuttavia mi sfugge il collegamento con Unicusano... Che c'entra Bandecchi col muto? A me pare che parli pure troppo  :=))
Re:Romanzo musicale
« Risposta #141 il: 02 Ago 2023, 15:37 »
Fiammetta, sei bravissima!!!
Ti ordino di cominciare il lavoro per creare la prima Fiaba sonora italiana moderna :)
Se vabbè.  :DD
Cosa non diresti perché qualcuno porti questo topic agli anni 70.
A più tardi con la seconda parte.
Re:Romanzo musicale
« Risposta #142 il: 02 Ago 2023, 16:16 »
Beh, avendo dato esami di storia del cinema con corsi monografici su Zavattini e il neorealismo, Mario Camerini e sul rapporto tra cinema e pubblico dal dopoguerra agli anni 80, diciamo che potrei iniziare da tutti gli argomenti tranne che dal muto italico, che ho approfondito un po' meno  8)  :beer:

Bene, i requisiti sembrano esserci. Adesso però viene la parte più spinosa: quanto prendi di ingaggio? :)

Tuttavia mi sfugge il collegamento con Unicusano... Che c'entra Bandecchi col muto? A me pare che parli pure troppo  :=))

Volevo dire che se si partisse dal cinema muto, dovremmo approntare una struttura di tipo universitario per affrontare la vastità del tema :sisisi:

Se vabbè.  :DD
Cosa non diresti perché qualcuno porti questo topic agli anni 70.
Guarda che io non scherzavo mica. Se fossi insegnante, farei studiare la storia col tuo metodo. Oggi se in aula vuoi ottenere l'attenzione degli studenti, devi stimolarli con strumenti nuovi. Montessori non basta più :))
Re:Romanzo musicale
« Risposta #143 il: 02 Ago 2023, 17:43 »
Anno 1961 - seconda parte
Benché il primo materiale plastico semisintetico sia stato brevettato nel 1862 dall'inglese Alexander Parkes, è negli anni 60 che la plastica comincia a diffondersi massivamente:
Ho scelto questa pubblicità perché contiene una vera chicca: un uomo casalingo!
E' l'anno della crisi di Cuba e della crisi dei Caraibi, ma sono eventi di portata tale da non poter essere resi con qualche battuta. Andate a rileggerveli.  :)
In Italia, il ministro degli interni Scelba passerà alla storia col nomignolo affettuoso di "Capo del Pretorio", dove i pretoriani sono gli uomini della Celere da lui coordinati.
Il 12 giugno, in una notte definita "Notte dei fuochi", gli autonomisti altoatesini fanno detonare 245 congegni presso tralicci, monumenti nazionali e dintorni di caserme militari e di carabinieri.
E Caterina Valente canta:
Ad agosto nasce il primo muro che separerà Berlino. E' fatto di carri armati.

I Berlinesi assistono esterrefatti alla costruzione della prima barriera che troncherà in due la città per diecimila giorni.

E Fabrizio De André canta:
Ma è tempo di mare, d'amore e d'oblio, di corna e manie omicide:

E' un anno di violente crisi internazionali che finisce col favorire l'obiezione di coscienza tra i ragazzi chiamati alla leva obbligatoria. Il film Non uccidere di Claude Autant-Lara viene ritirato dalle sale e sequestrato. Chi a dispetto di ciò decida di proiettarlo, rischia l'arresto per il "reato di istigazione a non uccidere, coloro che invece sono chiamati a fare il proprio dovere di soldato e a difendere la patria".
Verso la fine dell'anno, la Cassazione ribadisce che l'adulterio è un reato, ma solo se lo commette la donna.
E Los Hermanos Rigual cantano:
In Italia circolano 3.000.000 di veicoli, circa 1000 italiani al giorno vanno via diretti all'estero in cerca di fortuna e gli studenti iscritti all'università sono 300.000.
Fine seconda parte
Re:Romanzo musicale
« Risposta #144 il: 02 Ago 2023, 18:28 »
Fiammetta complimentissimi, mi piace molto l'aggancio tra musica politica, società e film.
A proposito: ci sarà una terza parte per il 1961?

Re:Romanzo musicale
« Risposta #145 il: 02 Ago 2023, 18:36 »
Perchè credo che una terza parte non possa prescindere da questo:


(fors eil film più importante del '61 insieme a La notte (sempre Mastroianni sugli scudi)
Re:Romanzo musicale
« Risposta #146 il: 02 Ago 2023, 18:48 »
Intanto grazie, mi fa piacere qualcuno gradisca. No, non ci sarà una terza parte perché non ho tempo di approfondire, infatti avevo chiesto contributi a tutti proprio per questo. Il canovaccio per ogni anno dei 60 sarà questo: 5 titoli di libri, 5 titoli di film, di più non posso fare. Ho rimediato mettendo una foto di Divorzio all'italiana, proprio perché non rientrava nei cinque titoli scelti e mi è dispiaciuto, ma li ho scelti per un motivo specifico, e la lotta sarà sempre più dura, come per i romanzi e per la musica. Siamo solo all'inizio e già sono in difficoltà. Ma chi me lo ha fatto fare. :lol:
Re:Romanzo musicale
« Risposta #147 il: 02 Ago 2023, 18:53 »
Ah è vero, c'era la foto, non l'avevo notato.
Comunque si, io gradisco moltissimo, tra te e Leo state dando il meglio!

p.s. : anche La ragazza con la valigia, visto un po di tempo fa, mi colpì molto (sempre 1961).
Se non altro perchè la protagonista è una donna e la sua storia
 
Re:Romanzo musicale
« Risposta #148 il: 02 Ago 2023, 19:01 »
Sei sicuro fosse del '61? Nel mio elenco non c'è. Comunque ho dovuto lasciare fuori film come Maciste alla corte del Gran Khan, Totò, Peppino e la dolce vita, Sansone, che sembreranno lievi rispetto a quelli che ho scelto, ma rappresentano spaccati di pubblico e io vorrei rappresentarlo tutto quanto più è possibile. Ho lasciato fuori La notte di Antonioni. Sarà così, dovete pensarci voi al resto.
Re:Romanzo musicale
« Risposta #149 il: 02 Ago 2023, 19:07 »
Scusa, colpa mia. C'è e tra l'altro è un film che conosco bene avendolo visto più di una volta. Avrei tolto Il colosso di Rodi e inserito quello. Peccato.  :(
Re:Romanzo musicale
« Risposta #150 il: 02 Ago 2023, 19:10 »
No vabbe dai, già stai facendo un lavorone, ci manca solo che ti scusi!  :p
Invece sono contento che lo conosci anche tu e che lo ritieni importante (tra l'altro colonna sonora con le super-hit dell'epoca!)
Re:Romanzo musicale
« Risposta #151 il: 02 Ago 2023, 19:34 »
Ho scelto questa pubblicità perché contiene una vera chicca: un uomo casalingo!

Sisì, Bramieri faceva lo splendido indossando il grembiule da cucina, ma in quell'epoca c'era chi -con l'autorevolezza conferitagli da Nostro Signore- vigilava per difendere i sacri valori della moralità familiare

"Dovere principale della moglie è provvedere al governo della casa in subordinazione al marito. All’uomo spetta l’ultima parola in tutte le questioni economiche e domestiche e la donna deve essere pronta all’obbedienza in tutte le cose: il suo posto è soprattutto in casa. Son da condannare gli sforzi di quelle femministe le cui pretese mirano ad un’ampia uguaglianza fra uomo e donna“.
(Papa Paolo VI)





Offline pan

*
4583
Re:Romanzo musicale
« Risposta #152 il: 02 Ago 2023, 20:17 »
ho visto però che la canzone di Anna Identici è del 76, in piena contestazione. mi sembrava strano che una canzone del genere fosse uscita nei primi anni 60, con il culto delle pubblicità, degli elettrodomestici, pieno boom dove tutto appariva facilitato e fattibile.

la musica della interruzione dei programmi mi dava una gioia inspiegabile, dato che tutto sommato rappresentava una fine. mah.

Offline Quintino

*
1146
Re:Romanzo musicale
« Risposta #153 il: 02 Ago 2023, 20:19 »
Sbaglio o Accattone è del '61?
Re:Romanzo musicale
« Risposta #154 il: 02 Ago 2023, 21:52 »
Sbaglio o Accattone è del '61?

Si, è un film del '61. Avrei voluto inserire la musica del film, ma credo che Bach avrebbe appesantito un po' troppo il topic :).
Comunque proprio su Pasolini vorrei dire una cosa. E' stato un grande intellettuale, tra i più lucidi a descrivere il cambiamento in atto nel nostro paese, con il passaggio dalla civiltà contadina a quella neo-capitalistica. Però la sua critica del sistema capitalistico non era 'progressiva', ma caratterizzata dalla idealizzazione di un mondo pre-industriale ormai superato dalla storia. Non a caso nella maggioranza dei suoi romanzi e nel suo film più bello ('Accattone', appunto), i protagonisti non erano gli operai e i proletari che in quegli anni lottavano per un nuovo ordine sociale, ma erano i sottoproletari che popolavano le borgate romane, ragazzi 'puri', maledetti e senza speranza. Per questi motivi, paradossalmente, si può dire che Pasolini fu militante comunista (prima iscritto, poi simpatizzante ed elettore del Pci) ma non fu un intellettuale comunista.
Di Pasolini, infine, voglio ricordare il giudizio negativo che diede del movimento del '68 nella sua celebre poesia su Valle Giulia ("Quando ieri a Valle Giulia avete fatto a botte coi poliziotti/io simpatizzavo coi poliziotti!/perché i poliziotti sono figli di poveri"). Secondo me fu un giudizio sbagliato perchè unilaterale, ed anche perchè rispecchiava una visione troppo "ingenua" della storia. E' vero, i poliziotti erano figli di poveri, ma anche tra gli studenti c'erano molti figli di contadini ed operai che per la prima volta ebbero la possibilità di accedere agli studi superiori. Il movimento del '68 fu variegato, ebbe pure aspetti velleitari e piccolo-borghesi, ma fu soprattutto un movimento che contribuì alla modernizzazione del nostro Paese. Senza il '68 non ci sarebbe stato l'Autunno caldo degli operai (con la conquista dello Statuto dei lavoratori), non ci sarebbe stata l'emancipazione delle donne dal sistema patriarcale, non ci sarebbero state battaglie fondamentali come quella che portò alla legge sul divorzio. E tutto questo Pasolini, purtroppo, non lo capì.


Online FatDanny

*****
37482
Re:Romanzo musicale
« Risposta #155 il: 03 Ago 2023, 08:00 »
Maaaa per gli 80-90 aspettiamo o procediamo in parallelo?

:lol:
Re:Romanzo musicale
« Risposta #156 il: 03 Ago 2023, 08:08 »
Lascia sta c’ho già provato io, vogliono fa le cose per bene se no je diventa peggio del topic calciomercato
Re:Romanzo musicale
« Risposta #157 il: 03 Ago 2023, 08:55 »
Sisì, Bramieri faceva lo splendido indossando il grembiule da cucina, ma in quell'epoca c'era chi -con l'autorevolezza conferitagli da Nostro Signore- vigilava per difendere i sacri valori della moralità familiare

"Dovere principale della moglie è provvedere al governo della casa in subordinazione al marito. All’uomo spetta l’ultima parola in tutte le questioni economiche e domestiche e la donna deve essere pronta all’obbedienza in tutte le cose: il suo posto è soprattutto in casa. Son da condannare gli sforzi di quelle femministe le cui pretese mirano ad un’ampia uguaglianza fra uomo e donna“.
(Papa Paolo VI)


C'è ancora Roncalli.
Paolo VI avrà ampio spazio ed elogi, noi femministe lo abbiamo adorato.  :)
P.S. Grande Leo, vai con gli approfondimenti.
ho visto però che la canzone di Anna Identici è del 76, in piena contestazione. mi sembrava strano che una canzone del genere fosse uscita nei primi anni 60, con il culto delle pubblicità, degli elettrodomestici, pieno boom dove tutto appariva facilitato e fattibile.

la musica della interruzione dei programmi mi dava una gioia inspiegabile, dato che tutto sommato rappresentava una fine. mah.
Pan, scusa, mi sono persa. Anna Identici non la vedo.
Sulla sigla di chiusura, credo di averla vista per la prima volta quando ero già ragazzina, perché quando i genitori dicevano la storica frase: "a letto dopo carosello", intendevano quello e ci dovevi andare. Non era negoziabile.
Maaaa per gli 80-90 aspettiamo o procediamo in parallelo?

:lol:
Guarda, per me potete pure iniziare adesso, così mi taccio e leggo. :DD


Offline cippolo

*
3988
Re:Romanzo musicale
« Risposta #158 il: 03 Ago 2023, 10:26 »
Grazie a Leomeddix che ha aperto questo bellissimo topic e a tutti voi che con i vostri racconti mi state facendo vivere storie che non conoscevi. Un plauso particolare a Fiammetta.

Online Drake

*****
5690
Re:Romanzo musicale
« Risposta #159 il: 03 Ago 2023, 10:45 »
In realtà sposterei un po' prima l'invenzione della "Estate all'italiana", ossia dal film "Domenica d'agosto" di Luciano Emmer del 1950... Il primo film che ritrae gli esodi estivi dei romani nel fine settimana sul litorale... https://it.wikipedia.org/wiki/Domenica_d%27agosto

Per chi non l'avesse mai visto agevolo il link...


Interessante notare come anche nel film ci fosse una canzone intitolata allo stesso modo, anche se immagino fosse diversa: autori Nino Oliviero e Tito Manlio (suppongo uno pseudonimo o solo un omonimo del protagonista dell'omonima opera barocca di Antonio Vivaldi  :p ). Purtroppo, non rivedendo il film da parecchio tempo, sinceramente non la ricordo...

Ma chi ha tempo magari potrebbe cercarla vedendo il film completo  :=))
Il film l'ho visto, interessantissimo, non sono riuscito a far caso alla musica però, tranne la canzone da cui è stato tratto il coro per Maradona che ha attratto la mia attenzione. Da notare un Mastroianni doppiato da Sordi.
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod