Sinistra politica e sociale: la differenza tra la miseria italiana e l'Europa

0 Utenti e 11 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline FatDanny

*****
19448
Sinistra politica e sociale: la differenza tra la miseria italiana e l'Europa
« il: 17 Dic 2019, 16:52 »
Al di là di quel che si può pensare dei programmi elettorali una cosa appare chiarissima non appena si valica il confine alpino: l'enorme differenza tra quanto avviene all'estero e il rin[...]mento medio presente nella sinistra italiana e mi riferisco tanto all'elettorato quanto ai suoi rappresentanti politici e sindacali.

Alcuni esempi:

qui in Italia, sarà per una propaganda asfissiante durata un paio di decenni da parte della controparte padronale, se anche solo blocchi una strada o tiri un banale uovo apriti cielo: a parte che con i decreti salvini rischi meno carcere se ammazzi involontariamente qualcuno, ma al di là di questo viene subito giù la stucchevole tiritera sul fastidio arrecato all'utenza, il traffico bloccato, le proteste che devono essere pura testimonianza e non a danno di qualcuno. Roba da vomito insomma.
In francia, oltre a bloccare un intero paese, i sindacati principali legittimano robe del genere:
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/europa/2019/12/16/francia-si-dimette-mr.-pensioni_2a1a4066-5b90-4eaa-9f47-a17e507933a1.html

Ma pensa se succedeva in Italia :lol: Avrebbero parlato come minimo di terrorismo. Ma proprio a volare bassi. Lì a "coprire" gli autori del gesto è l'equivalente della CGIL.
Uguale uguale proprio.

Sarà la francia un caso? Come abbiamo visto dal programma "radicale" di Corbyn anche in inghilterra non si scherza. Metto sempre radicale tra virgolette perché il programma del labour non è radicale nemmeno un po', lo risulta solo da qui sempre per il problema che vorrei porre al centro del topic.

Ma lasciamo perdere Francia e Inghilterra, ce ne andiamo nella penisola iberica: spagna e portogallo.
Del portogallo abbiamo parlato a più riprese in altri topic, in Spagna al di là di Podemos abbiamo avuto un ciclo di lotte sociali in cui, come in Francia, i sindacati si sono trovati ad appoggiare forme di lotta che qui in Italia avremmo considerato, ancora una volta, ad un passo dalla lotta armata.

Qui in Italia uno come taormina dice che rivede nelle sardine i prodromi delle br (?!?!?) senza che venga accompagnato in un CIM.
Effetto della propaganda, della mancanza di lotte sociali o responsabilità dei gruppi dirigenti della sinistra che hanno portato ad un rin[...]mento generalizzato?


Online orchetto

*****
12457
Re:Sinistra politica e sociale: la differenza tra la miseria italiana e l'Europa
« Risposta #1 il: 17 Dic 2019, 17:17 »
Effetto della propaganda, della mancanza di lotte sociali o responsabilità dei gruppi dirigenti della sinistra che hanno portato ad un rin[...]mento generalizzato?
Sicuramente il terzo punto è molto rilevante.
Io credo che in Italia ci sia anche una particolar e specifica forma molto contorta, depravata e malata di conformismo sociale ed i fattori che hanno determinato questa cosa sono molteplici ed anche complessi. Soprattutto la cosa è generalizzata a tutti i livelli sociali, dal più basso al più alto e questa cancrena si espande sempre di più. 
Re:Sinistra politica e sociale: la differenza tra la miseria italiana e l'Europa
« Risposta #2 il: 18 Dic 2019, 11:47 »
un paio di giorni fa fuori dall'hip hop di mio figlio (che si debba considerare hip hop uno sport mi disturba) 3 militari parlavano di pensioni, non erano in divisa ma si capiva, probabilmente di marina, non gli andava bene l'età della pensione ma ad un certo punto uno ha detto "pensate un po', solo pochi anni fa eravamo tutti e tre in pensione a 52 anni" mi è venuto spontaneo, portando via mio figlio, dirgli che andando in pensione a 52 anni sarebbero stati i loro figli a pagargli la pensione
io andrò in pensione a 67 anni, a quale età è giusto fare battaglie per l'età pensionabile??
Re:Sinistra politica e sociale: la differenza tra la miseria italiana e l'Europa
« Risposta #3 il: 18 Dic 2019, 14:36 »
Re:Sinistra politica e sociale: la differenza tra la miseria italiana e l'Europa
« Risposta #4 il: 18 Dic 2019, 15:14 »
Sulla Francia sfumerei le affermazioni di Fat Danny

Offline FatDanny

*****
19448
Re:Sinistra politica e sociale: la differenza tra la miseria italiana e l'Europa
« Risposta #5 il: 18 Dic 2019, 15:49 »
La cgt ha convocato uno sciopero VERO, una roba paragonabile in Italia tocca tornare a Cofferati sull'articolo 18.
Inoltre ha sostenuto forme di lotta che qui non si sognerebbe manco per sbaglio.
Dico il falso in merito?
Re:Sinistra politica e sociale: la differenza tra la miseria italiana e l'Europa
« Risposta #6 il: 18 Dic 2019, 16:01 »
sulle pensioni arrafamo tutti, io nun c'ho figli, stigrancazzi davvero

Offline FatDanny

*****
19448
Re:Sinistra politica e sociale: la differenza tra la miseria italiana e l'Europa
« Risposta #7 il: 18 Dic 2019, 16:34 »
un paio di giorni fa fuori dall'hip hop di mio figlio (che si debba considerare hip hop uno sport mi disturba) 3 militari parlavano di pensioni, non erano in divisa ma si capiva, probabilmente di marina, non gli andava bene l'età della pensione ma ad un certo punto uno ha detto "pensate un po', solo pochi anni fa eravamo tutti e tre in pensione a 52 anni" mi è venuto spontaneo, portando via mio figlio, dirgli che andando in pensione a 52 anni sarebbero stati i loro figli a pagargli la pensione
io andrò in pensione a 67 anni, a quale età è giusto fare battaglie per l'età pensionabile??

In quota rin[...]mento possiamo inserire anche l'essersi bevuti che mancano i soldi e il passaggio ad un sistema non più soldiale?
Vatti a vedere le cifre della ricchezza, chi se la distribuisce e come. Chiaro che mancano i soldi se ritieni legittimo che un dirigente possa prendere 300-400 volte un dipendente. Perche sai, se da 400 passi a 100 (oh CENTO, non mi puoi certo dire che è il comunismo) vedi che i soldi delle pensioni li tiri fuori.
L'età giusta per andare in pensione non la dice ne dio ne un conto matematico, ma il conflitto sociale. Ossia chi ha la meglio tra te e il manager. Oggi evidentemente il manager, ma perché la controparte è stata rimbambita di brutto.

Quindi si, le pensioni sono l'esempio PERFETTO del discorso che vorrei fare nel topic
Re:Sinistra politica e sociale: la differenza tra la miseria italiana e l'Europa
« Risposta #8 il: 18 Dic 2019, 16:44 »
La cgt ha convocato uno sciopero VERO, una roba paragonabile in Italia tocca tornare a Cofferati sull'articolo 18.
Inoltre ha sostenuto forme di lotta che qui non si sognerebbe manco per sbaglio.
Dico il falso in merito?

No, dici il vero, ma sfumerei questa verità se vuole diventare un paradigma della realtà sociale francese.
Ma é discorso piuttosto complesso e oggi vado per due.
 ;))
Re:Sinistra politica e sociale: la differenza tra la miseria italiana e l'Europa
« Risposta #9 il: 18 Dic 2019, 18:39 »
sulle pensioni arrafamo tutti, io nun c'ho figli, stigrancazzi davvero

Stigrancatsi ... dei giovani ...

Si era capito pure senza parlare di pensioni .



Re:Sinistra politica e sociale: la differenza tra la miseria italiana e l'Europa
« Risposta #10 il: 19 Dic 2019, 13:07 »
Ero ironico, non si era capito?
Chi vuole farsi pagare le pensioni dai figli e dai nipoti sono quelli che vogliono andarci prima, senza tenere badare se hanno versato tanto quanto riceveranno, in media. E che quindi, se hanno versato meno, scaricheranno i loro costi di mantenimento su figli e nipoti dei quali "non ci frega un cazzo".

(occhio che poi provano a mischiarla con la storia del "pigliamo i soldi ai ricchi"; ebbene, anche pigliassimo TUTTI i soldi ai ricchi, invito a fare i calcoli, ci sarebbero le briciole. Per le pensioni è cosa diversa, ma per le tasse la contribuzione dell'ultimo scaglione è pari a QUATTRO % del totale. Pure se ce li pigliamo tutti avremmo poco da muovere l'inerzia del sistema.)

Offline FatDanny

*****
19448
Re:Sinistra politica e sociale: la differenza tra la miseria italiana e l'Europa
« Risposta #11 il: 19 Dic 2019, 15:35 »
:lol:

In Italia il 5% più ricco ha un patrimonio pari al 90% più povero.

Anche pigliassimo tutti i soldi ai ricchi sarebbero briciole :sisisi:

Poi quando uno dice che certa roba non solo non è sinistra, ma è al servizio della classe dominante non è un insulto. È un'evidenza

No, dici il vero, ma sfumerei questa verità se vuole diventare un paradigma della realtà sociale francese.
Ma é discorso piuttosto complesso e oggi vado per due.
 ;))


Non vuole essere un paradigma della società francese, ma ho sentito discorsi di dirigenti della cgt che qui verrebbero considerati da brigatista.
E un consenso nei confronti dello sciopero, anche da parte di chi l'ha subito, mentre in italia manco si chiedono quali siano le ragioni degli scioperi. Oh c'è da anná a lavoro, che scherzi.
Re:Sinistra politica e sociale: la differenza tra la miseria italiana e l'Europa
« Risposta #12 il: 19 Dic 2019, 16:11 »
fonti danny, e non da squatterincazzati.net please

Offline FatDanny

*****
19448
Re:Sinistra politica e sociale: la differenza tra la miseria italiana e l'Europa
« Risposta #13 il: 19 Dic 2019, 16:24 »
https://www.ilfattoquotidiano.it/2019/01/21/oxfam-in-italia-il-5-per-cento-piu-ricco-della-popolazione-ha-un-patrimonio-pari-a-quello-del-90-piu-povero/4911169/

La fonte é Oxfam, non il fatto Quotidiano. Non vorrei che ti inventi un'altra storiella per girare attorno alla questione

Online Tarallo

*****
94692
Re:Sinistra politica e sociale: la differenza tra la miseria italiana e l'Europa
« Risposta #14 il: 19 Dic 2019, 16:30 »
E un consenso nei confronti dello sciopero, anche da parte di chi l'ha subito, mentre in italia manco si chiedono quali siano le ragioni degli scioperi. Oh c'è da anná a lavoro, che scherzi.

Se sapessi quello che m'ha causato sto sciopero la settimana scorsa non ce crederesti, eppure l'ho preso col sorriso. Alla gente che mi diceva ma sti deficienti, come si permettono di rovinare la giornata e la settimana della gente perbene come te che deve lavorare, rispondevo "che altro possono fare?"

Daje.
Re:Sinistra politica e sociale: la differenza tra la miseria italiana e l'Europa
« Risposta #15 il: 19 Dic 2019, 16:31 »
poi leggiamo il report originale e vediamo come si sono fabbricati la notizia
e poi il capitale è un conto, il reddito un altro

Offline FatDanny

*****
19448
Re:Sinistra politica e sociale: la differenza tra la miseria italiana e l'Europa
« Risposta #16 il: 19 Dic 2019, 16:42 »
Parliamo di patrimoni personali.
TU hai riportato un dato capzioso e parziale per sostenere una roba inaccettabile, per fare credere che alla fine cosa vuoi che abbiano i ricchi, briciole.

Esattamente quello che fate a livello di massa, con la differenza che qui parliamo in venti, fuori di qui infarcite milioni di persone di cazzate.

Ed eccoci forse arrivati a rispondere alla domanda originaria del post: ecco come si arriva ad una situazione politicamente così misera. Convincendo le persone che i ricchi non hanno poi così tanti soldi, che con quei soldi non si potrebbe fare niente, quando si potrebbe fare tutto.

Tu hai provato da azzeccagarbugli, in modo sottile,  a fare passare l'idea che la ricchezza dell'aliquota più alta rappresenta il 4% della ricchezza totale e che quindi pure presa tutta che vuoi che rappresenti?

Quando TUTTI i dati ufficiali dicono esattamente il contrario.
È gravissima questa cosa. Se detta da un politico significa truffare la gente.
E per difendere chi? I vostri veri referenti. Ecco perché non siete di sinistra. Non perché siete moderati, ma perché i vostri referenti principali sono i ricchi, non chi lavora.

Offline anderz

*
8270
Re:Sinistra politica e sociale: la differenza tra la miseria italiana e l'Europa
« Risposta #17 il: 19 Dic 2019, 16:58 »
Il problema principale è che da noi la rivolta, la ribellione, la manifestazione anche violenta di un disagio sono state storicamente demonizzate e sono anni che quando si scende in piazza si usano espressioni come "festa", "colorata" ecc. Ovvio che poi una "festa" non può in alcun modo essere una minaccia per il potere finanziario (e ci metto solo quello perché ormai è chiaro che il potere politico è del tutto subalterno)
Re:Sinistra politica e sociale: la differenza tra la miseria italiana e l'Europa
« Risposta #18 il: 19 Dic 2019, 17:31 »
Danny, tecnicamente quel rapporto è clickbait. Buono per aizzare chi vuole essere aizzato, tu, e per essere notizia a buon mercato per i giornali online.
Ma è più che discutibile. https://www.ilpost.it/2017/01/23/oxfam-diseguaglianze/
Oxfam, tra l'altro, li conosco bene e sono tutto meno che una fonte ufficiale. Sono una delle tante organizzazioni in lotta per la visibilità. E le bufale sono buone per riceverne.

Non solo: se leggi le loro loro controargomentazioni, ti metti le mani nei capelli.

Il dato REALE è che il fisco italiano prende dalla fascia più alta di reddito il 4% del gettito totale. E questo ti dà una SOVRASTIMA di quello che guadagnano "i ricchi" (sovra-stima perché quello scaglione paga in percentuale molto di più degli scaglioni più bassi).
Non c'è trippa per gatti, non sarà razziando i palazzi dei ricchi che ci sfameremo la pancia. Certo sarà una soddisfazione andare in giro a maciullare lorsignori e a stuprarne le mogli, come ai tempi della Jacquerie, ma poco altro.
Re:Sinistra politica e sociale: la differenza tra la miseria italiana e l'Europa
« Risposta #19 il: 19 Dic 2019, 17:40 »
Ecco il passo chiave; leggerlo per capire di quale cialtronata stiamo parlando.

<<
Questa “stranezza” deriva dal fatto che il rapporto di Credit Suisse misura la “ricchezza netta”, cioè la differenza tra beni posseduti e debiti. Significa che i più poveri tra i poveri non sono coloro che non possiedono nulla, ma quelli che hanno più debiti che patrimonio. In tutto, secondo Credit Suisse, 420 milioni di persone hanno una ricchezza negativa e tra questi ci sono 21 milioni di americani che hanno debiti in totale per 357 miliardi di dollari. Soltanto chi ha un minimo di solidità economica, ad esempio perché ha uno stipendio fisso o perché ha delle competenze particolari, può indebitarsi. Usando i parametri di Credit Suisse, però, risulta che un mendicante indiano è più ricco di uno studente che si è indebitato per frequentare la prestigiosa università di Harvard, o di un imprenditore che ha contratto un prestito per fare degli investimenti (qui trovate una lunga spiegazione del meccanismo fatta dal giornalista finanziario Felix Salmon, che analizza anche le risposte di Oxfam alle critiche ricevute). E quindi, le conclusioni del rapporto sono valide se prima ci intendiamo su cosa voglia dire essere poveri.
>>
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod