Sinistra politica e sociale: la differenza tra la miseria italiana e l'Europa

0 Utenti e 12 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline mr_steed

*
6956
Re:Sinistra politica e sociale: la differenza tra la miseria italiana e l'Europa
« Risposta #320 il: 26 Giu 2023, 17:35 »
non sapevo dove postare questa intervista a Fausto Bertinotti, quindi ho riesumato questa vecchia discussione...

«Elly Schlein una leader d’importazione: le hanno dato un compito che non può svolgere».
E la sinistra è «morta da un pezzo»


https://www.open.online/2023/06/26/fausto-bertinotti-elly-schlein-pd/

Offline hafssol

*
8601
Re:Sinistra politica e sociale: la differenza tra la miseria italiana e l'Europa
« Risposta #321 il: 26 Giu 2023, 18:45 »
E la sinistra è «morta da un pezzo»

Stavo per rispondere: "e quindi?".
Invece devo ammettere che leggendo l'intervista Bertinotti individua problema e soluzione quando afferma:
Citazione
Per resuscitare la sinistra – spiega l’ex Presidente della Camera – devi alzare il livello dello scontro, devi chiedere il reddito universale, spostare il denaro dal profitto ai salari, parlare di pace. È evidente che non lo puoi fare dai seggi del Pd.

Personalizzare su Schlein, però, è un po' ingeneroso, perché lei quelle cose le chiedeva e le diceva senza remore per tutto il lungo periodo nel quale è stata fuori dal pd. Il problema è il contenitore, dove già viene fatta passare per pericolosa bolscevica, senza nemmeno aver detto chiaramente nulla di esplicito a proposito di quei temi.
Re:Sinistra politica e sociale: la differenza tra la miseria italiana e l'Europa
« Risposta #322 il: 26 Giu 2023, 18:46 »
non sapevo dove postare questa intervista a Fausto Bertinotti, quindi ho riesumato questa vecchia discussione...

«Elly Schlein una leader d’importazione: le hanno dato un compito che non può svolgere».
E la sinistra è «morta da un pezzo»


https://www.open.online/2023/06/26/fausto-bertinotti-elly-schlein-pd/

è morta si, e uno de quelli che l'ha uccisa è stato lui, tacci sua

Offline Warp

*
10392
Re:Sinistra politica e sociale: la differenza tra la miseria italiana e l'Europa
« Risposta #323 il: 27 Giu 2023, 09:22 »
allargando il discorso all'Europa direi che la sinistra sta messa maluccio un po ovunque.
scimmiottare le politiche liberiste della destra, con leggi anti immigrazione feroci (per dire la legge anti-immigrati del governo socialdemocratico danese  è stata presa pari pari dalla estrema destra svedese per presentare la propria legge anti-immigrazione) si cavalca l'onda green ma più per fare business che per vero e sincero anelito ecologista (olanda).  Manca per me una idea di società, una utopia.

Offline genesis

*****
24080
Re:Sinistra politica e sociale: la differenza tra la miseria italiana e l'Europa
« Risposta #324 il: 27 Giu 2023, 09:34 »
è morta si, e uno de quelli che l'ha uccisa è stato lui, tacci sua

Severo ma giusto.

Offline FatDanny

*****
38302
Re:Sinistra politica e sociale: la differenza tra la miseria italiana e l'Europa
« Risposta #325 il: 27 Giu 2023, 09:50 »
allargando il discorso all'Europa direi che la sinistra sta messa maluccio un po ovunque.
scimmiottare le politiche liberiste della destra, con leggi anti immigrazione feroci (per dire la legge anti-immigrati del governo socialdemocratico danese  è stata presa pari pari dalla estrema destra svedese per presentare la propria legge anti-immigrazione) si cavalca l'onda green ma più per fare business che per vero e sincero anelito ecologista (olanda).  Manca per me una idea di società, una utopia.

molto fece la vicenda greca (e il risultato recente è un cerchio che si chiude).
La sinistra europea sottovalutò il significato di quel passaggio.
Ci fu una solidarietà tiepidissima laddove invece avrebbero e avremmo dovuto fare il fuoco in piazza fino a che la troijka non ritirava il memorandum.

Syriza era la proposta di governo a sinistra.
Venne tirata giù a forza con un ricatto. Passato quello ogni opzione di sinistra ha perso qualsiasi credibilità, non dico a livelli del crollo del comunismo, ma quasi.

Errore gigantesco aver lasciato Tsipras da solo (o quasi) all'epoca.
Anzi, ricordo ancora - pure qui sopra - in molti allineati con la vulgata dei greci "vissuti sopra le loro possibilità" per un cazzo di debito che rappresentava appena l'1.9% del PIL europeo.
Una roba che se avessero voluto potevano chiudere in due giorni.

Ma andava fermata quell'opzione. Andava vietata ogni alternativa al dogma economico vigente.
In pochi sono scesi in piazza, moltissimi altri si sono girati dall'altra parte o hanno applaudito le istituzioni europee. Da lì la partita si è spostata integralmente tra destra populista ed establishment.
Re:Sinistra politica e sociale: la differenza tra la miseria italiana e l'Europa
« Risposta #326 il: 27 Giu 2023, 10:05 »
molto fece la vicenda greca (e il risultato recente è un cerchio che si chiude).
La sinistra europea sottovalutò il significato di quel passaggio.
Ci fu una solidarietà tiepidissima laddove invece avrebbero e avremmo dovuto fare il fuoco in piazza fino a che la troijka non ritirava il memorandum.

Syriza era la proposta di governo a sinistra.
Venne tirata giù a forza con un ricatto. Passato quello ogni opzione di sinistra ha perso qualsiasi credibilità, non dico a livelli del crollo del comunismo, ma quasi.

Errore gigantesco aver lasciato Tsipras da solo (o quasi) all'epoca.
Anzi, ricordo ancora - pure qui sopra - in molti allineati con la vulgata dei greci "vissuti sopra le loro possibilità" per un cazzo di debito che rappresentava appena l'1.9% del PIL europeo.
Una roba che se avessero voluto potevano chiudere in due giorni.

Ma andava fermata quell'opzione. Andava vietata ogni alternativa al dogma economico vigente.
In pochi sono scesi in piazza, moltissimi altri si sono girati dall'altra parte o hanno applaudito le istituzioni europee. Da lì la partita si è spostata integralmente tra destra populista ed establishment.

Verissimo.
Però c'è la Spagna e lì le cose arrancano ma funzionano.
Re:Sinistra politica e sociale: la differenza tra la miseria italiana e l'Europa
« Risposta #327 il: 27 Giu 2023, 10:52 »
è morta si, e uno de quelli che l'ha uccisa è stato lui, tacci sua

che era presente mentre la sinistra moriva non ci sono dubbi.
Però più che uccisa direi che non l'ha salvata, ha probabilmente provato a farla sopravvivere in attesa di momenti adatti per ricrescere ma le sue scelte si sono rivelate fallaci.

Re:Sinistra politica e sociale: la differenza tra la miseria italiana e l'Europa
« Risposta #328 il: 27 Giu 2023, 11:01 »
molto fece la vicenda greca (e il risultato recente è un cerchio che si chiude).

La sinistra europea sottovalutò il significato di quel passaggio.
Ci fu una solidarietà tiepidissima laddove invece avrebbero e avremmo dovuto fare il fuoco in piazza fino a che la troijka non ritirava il memorandum.

Syriza era la proposta di governo a sinistra.
Venne tirata giù a forza con un ricatto. Passato quello ogni opzione di sinistra ha perso qualsiasi credibilità, non dico a livelli del crollo del comunismo, ma quasi.

Errore gigantesco aver lasciato Tsipras da solo (o quasi) all'epoca.
Anzi, ricordo ancora - pure qui sopra - in molti allineati con la vulgata dei greci "vissuti sopra le loro possibilità" per un cazzo di debito che rappresentava appena l'1.9% del PIL europeo.
Una roba che se avessero voluto potevano chiudere in due giorni.

Ma andava fermata quell'opzione. Andava vietata ogni alternativa al dogma economico vigente.
In pochi sono scesi in piazza, moltissimi altri si sono girati dall'altra parte o hanno applaudito le istituzioni europee. Da lì la partita si è spostata integralmente tra destra populista ed establishment.

Giustissimo
Re:Sinistra politica e sociale: la differenza tra la miseria italiana e l'Europa
« Risposta #329 il: 29 Giu 2023, 17:31 »
cmq Fratoianni è na disgrazia.
Quando ce stanno le dichiarazioni di voto in diretta tv c'è sempre lui: fumoso, arzigogolato, spocchioso.
La politica spettacolo è un male, ok, ma cazzo, un minimo di importanza alla comunicazione la devi dare.
Lui proprio ti comunica repulsione istintiva.
Fate parlà la moje, cristoddio.

Offline genesis

*****
24080
Re:Sinistra politica e sociale: la differenza tra la miseria italiana e l'Europa
« Risposta #330 il: 29 Giu 2023, 18:11 »
molto fece la vicenda greca (e il risultato recente è un cerchio che si chiude).
La sinistra europea sottovalutò il significato di quel passaggio.
Ci fu una solidarietà tiepidissima laddove invece avrebbero e avremmo dovuto fare il fuoco in piazza fino a che la troijka non ritirava il memorandum.

Syriza era la proposta di governo a sinistra.
Venne tirata giù a forza con un ricatto. Passato quello ogni opzione di sinistra ha perso qualsiasi credibilità, non dico a livelli del crollo del comunismo, ma quasi.

Errore gigantesco aver lasciato Tsipras da solo (o quasi) all'epoca.
Anzi, ricordo ancora - pure qui sopra - in molti allineati con la vulgata dei greci "vissuti sopra le loro possibilità" per un cazzo di debito che rappresentava appena l'1.9% del PIL europeo.
Una roba che se avessero voluto potevano chiudere in due giorni.

Ma andava fermata quell'opzione. Andava vietata ogni alternativa al dogma economico vigente.
In pochi sono scesi in piazza, moltissimi altri si sono girati dall'altra parte o hanno applaudito le istituzioni europee. Da lì la partita si è spostata integralmente tra destra populista ed establishment.

Vero, ma questo penso riguardi i ceti intellettuali più il popolo votante.

Offline FatDanny

*****
38302
Re:Sinistra politica e sociale: la differenza tra la miseria italiana e l'Europa
« Risposta #331 il: 29 Giu 2023, 18:26 »
No, riguarda il fatto che la sinistra o è una modalità attiva di partecipazione alla politica che non si limita al voto o è fottuta.

La sinistra, anche prendesse il 70% alle elezioni, non riuscirà MAI a portare a casa risultati se il suo popolo pensa che basti quello. La politica di sinistra è politica per forza di cose attiva, quella di destra no.

Per il semplice fatto che non c’è bisogno di attivarsi per gestire lo status quo, mentre non basta avere la maggioranza parlamentare per trasformarlo.

Quindi no, la questione greca è proprio questione di votanti.
Se dopo il “No” al referendum in tutti i paesi europei le persone di sinistra fossero scese in strada con cortei oceanici pensando che la questione era anche loro e loro da lì a vent’anni invece di bersi la favola avvelenata che erano i greci ad aver vissuto sopra le loro possibilità forse le cose sarebbero andate diversamente.

E proprio per questo la favoletta tossica venne pompata in modo inaudito, ricordatevi di Renzi e la dichiarazione sulle baby pensioni greche e chi avrebbe dovuto pagarle.

Offline FatDanny

*****
38302
Re:Sinistra politica e sociale: la differenza tra la miseria italiana e l'Europa
« Risposta #332 il: 19 Set 2023, 08:50 »
enniente, i centri di potere del mondo "liberal" hanno deciso di riservare a Schlein il "trattamento a 5 stelle".
Leccano il culo a meloni con incredibili aperture di credito, mentre riservano alla segretaria PD aperta denigrazione, martellamento su alcuni messaggi chiari in merito a come parla (da collettivi universitari), al suo essere astratta, all'essere rimasta al congresso senza saper dare risposte ai problemi.
Hanno imparato bene il metodo mussolini queste piaghe d'italia: ripeti un milione di volte una menzogna e diventerà verità. O distruzione della figura pubblica o suo assoggettamento (come avvenuto coi 5 Stelle, vedi giunta raggi)

Purtroppo il vero cancro d'italia, il vero segmento di cui dovremmo liberarci ad ogni costo e con ogni mezzo, sono queste merde che tengono ancorato il campo progressista alla pattumiera ultramoderata. Un continuo sabotaggio di qualsiasi sfumatura, anche solo rosata, del campo politico alternativo alle destre.

Probabilmente sarà la prima volta che voterò PD alle europee. Anche solo per mandare affanculo queste merde.
Re:Sinistra politica e sociale: la differenza tra la miseria italiana e l'Europa
« Risposta #333 il: 19 Set 2023, 15:46 »
Che poi vojo dì, un minimo de riconoscenza...
Quando se tratta de votà miliardi di armi a Zelensky lei sta sempre in prima fila...

Offline FatDanny

*****
38302
Re:Sinistra politica e sociale: la differenza tra la miseria italiana e l'Europa
« Risposta #334 il: 07 Ott 2023, 08:10 »
Sentire da esponenti del PD o da giornalisti di area liberale che sarebbe diventato "come lotta continua" o "troppo radicale", senza la minima ragione visto che schlein a parte un generico sostegno a lavoro e welfare non mi pare abbia parlato di misure particolarmente drastiche contro i padroni, fa capire come il principale problema della sinistra italiana non sia la destra ma se stessa.
Re:Sinistra politica e sociale: la differenza tra la miseria italiana e l'Europa
« Risposta #335 il: 07 Ott 2023, 09:37 »
Sentire da esponenti del PD o da giornalisti di area liberale che sarebbe diventato "come lotta continua" o "troppo radicale", senza la minima ragione visto che schlein a parte un generico sostegno a lavoro e welfare non mi pare abbia parlato di misure particolarmente drastiche contro i padroni, fa capire come il principale problema della sinistra italiana non sia la destra ma se stessa.

Hanno venduto l'anima al diavolo e ora si aspettano che il diavolo gliela restituisca tranquillamente. Io non ci credo

Offline migdan

*****
6122
Re:Sinistra politica e sociale: la differenza tra la miseria italiana e l'Europa
« Risposta #336 il: 07 Ott 2023, 09:58 »
Probabilmente sarà la prima volta che voterò PD alle europee. Anche solo per mandare affanculo queste merde.
Il mio nichilismo ha raggiunto livelli tali che sono convinto che la morte lenta che il PD può dare all'Italia sia il migliore destino possibile.

Offline Tarallo

*****
111509
Re:Sinistra politica e sociale: la differenza tra la miseria italiana e l'Europa
« Risposta #337 il: 07 Ott 2023, 10:09 »
È questo il potere, seppur limitato, di AOC.
Non ha alcuna vergogna nel parlare in termini e nel proporre temi che verrebbero definiti “sessantottini” dai più generosi dei critici. Pensate siano concetti estremisti (la chiamano radical left)? Cazzi vostri, vi spiego io chi è l’estremista qui dentro, rivoltando esattamente la dialettica su chi stia facendo cose assolutamente fuori dagli schemi e spesso in netto contrasto con la costituzione.

Non seguo la politica italiana da vicino ma la mia speranza era che Schlein potesse diventare la nostra AOC. Se fa la timida e si fa picchiare anche da sinistra senza respingere colpo su colpo, non c’è speranza.

Offline alex73

*****
12299
Re:Sinistra politica e sociale: la differenza tra la miseria italiana e l'Europa
« Risposta #338 il: 07 Ott 2023, 10:20 »
non sapevo dove postare questa intervista a Fausto Bertinotti, quindi ho riesumato questa vecchia discussione...

«Elly Schlein una leader d’importazione: le hanno dato un compito che non può svolgere».
E la sinistra è «morta da un pezzo»


https://www.open.online/2023/06/26/fausto-bertinotti-elly-schlein-pd/
praticamente bertinotti vorrebbe una guerra civile....poi il reddito universale e' stupenda.
L'unica cosa che dice sensata e' su come agisce la cgil che si muove per accettazione politica quando il sindacato dovrebbe muoversi per difendere i lavoratori anche a costo di andare contro la politica.

Offline FatDanny

*****
38302
Re:Sinistra politica e sociale: la differenza tra la miseria italiana e l'Europa
« Risposta #339 il: 07 Ott 2023, 10:37 »
Madonna questo  in ogni topic deve ammorbare oh
Come ti ha fatto notare Mate deridi gli avversari senza neanche accorgerti delle malefatte fatte dai tuoi in VENT'ANNI di governo.
Parli di conte e del superbonus quando i governi di meloni & friends del passato hanno devastato questo paese e vieni qui a dire che è stupendo il reddito universale senza capirne una mazza di niente.

Porco  giuda che disastro  sto mondo de oggi. Che cazzo de  disastro.
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod