Sui fatti di Macerata

0 Utenti e 98 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline FatDanny

*****
15973
Re:Sui fatti di Macerata
« Risposta #120 il: 12 Feb 2018, 14:45 »
http://www.repubblica.it/cronaca/2018/02/12/news/macerata_cambio_questore-188669089/?ref=RHPPLF-BH-I0-C8-P2-S1.8-T1

Dopo tre mesi rimosso questore di Macerata.
Chissà come mai, sarà sicuramente colpa di Salvini che non ha gradito l'autorizzazione al corteo.
Re:Sui fatti di Macerata
« Risposta #121 il: 12 Feb 2018, 16:05 »
http://www.repubblica.it/cronaca/2018/02/12/news/macerata_cambio_questore-188669089/?ref=RHPPLF-BH-I0-C8-P2-S1.8-T1

Dopo tre mesi rimosso questore di Macerata.
Chissà come mai, sarà sicuramente colpa di Salvini che non ha gradito l'autorizzazione al corteo.

No, credo che qui si apra un altro tema. Di politica criminale.

Chi dà l'eroina ai Nigeriani? Perché al nord moltissime piazze di spaccio sono in mano ai "neri"? Da quali canali si riforniscono? Hanno appoggi con mafia e camorra? Hanno una "concessione"? O si sta affermando una mafia nigeriana (che si è "fatta le ossa" con la tratta delle minorenni mandate a prostituirsi)?

Al di là dell'ampiezza del mostruoso, raccapricciante crimine (spaccio + stupro + omicio + vilipendio di cadavere), c'è un altro dato: questi delinquenti erano padroni del territorio e della situazione, tanto da pensare di poter fare quello che hanno fatto, 'sti mostri demmerda, per far sparire le prove.

Credo che il questore sia stato rimosso non per, o non solo per, incapacità. Hanno messo uno specialista. In alcuni ambienti di esperti / criminologi, si comincia a parlare di "mafia nigeriana". Con prudenza, ovviamente, perché ci manca solo la "mafia nigeriana" e poi Salvini prenderà l'85% dei voti.
MAGIX SOS Vinile et Cassette

Offline FatDanny

*****
15973
Re:Sui fatti di Macerata
« Risposta #122 il: 12 Feb 2018, 16:11 »
Era in carica da tre mesi.
Difficile attribuirgli particolari responsabilità in tre mesi a meno che non si supponesse avere la bacchetta magica.
Credo proprio che i motivi siano altri.

Offline MisterFaro

*****
10100
Sesso: Maschio
KIPIUNEHAPIUNEMETTA!
Re:Sui fatti di Macerata
« Risposta #123 il: 12 Feb 2018, 16:13 »
No, credo che qui si apra un altro tema. Di politica criminale.

Chi dà l'eroina ai Nigeriani? Perché al nord moltissime piazze di spaccio sono in mano ai "neri"? Da quali canali si riforniscono? Hanno appoggi con mafia e camorra? Hanno una "concessione"? O si sta affermando una mafia nigeriana (che si è "fatta le ossa" con la tratta delle minorenni mandate a prostituirsi)?

Al di là dell'ampiezza del mostruoso, raccapricciante crimine (spaccio + stupro + omicio + vilipendio di cadavere), c'è un altro dato: questi delinquenti erano padroni del territorio e della situazione, tanto da pensare di poter fare quello che hanno fatto, 'sti mostri demmerda, per far sparire le prove.

Credo che il questore sia stato rimosso non per, o non solo per, incapacità. Hanno messo uno specialista. In alcuni ambienti di esperti / criminologi, si comincia a parlare di "mafia nigeriana". Con prudenza, ovviamente, perché ci manca solo la "mafia nigeriana" e poi Salvini prenderà l'85% dei voti.

Condivido.

Aggiungo che il problema è che ci siano "piazze" in mano alla criminalità, di qualunque provenienza essa sia




EDIT:
Era in carica da tre mesi.
Difficile attribuirgli particolari responsabilità in tre mesi a meno che non si supponesse avere la bacchetta magica.
Credo proprio che i motivi siano altri.

Inquietante informazione

Offline FatDanny

*****
15973
Re:Sui fatti di Macerata
« Risposta #124 il: 12 Feb 2018, 22:14 »
Il sindaco di Macerata, sulla manifestazione antirazzista di sabato:
 "Ci stiamo sparando tra noi. Domani può essere il nero che spara al bianco. Va bene la campagna elettorale ma nessuno può chiamarsi fuori dalle proprie responsabilità"


La rimozione del questore riguarda proprio "chi da l'eroina ai nigeriani?".
 :sisisi: :sisisi: :sisisi:
Re:Sui fatti di Macerata
« Risposta #125 il: 12 Feb 2018, 22:23 »
Il sindaco di Macerata, sulla manifestazione antirazzista di sabato:
 "Ci stiamo sparando tra noi. Domani può essere il nero che spara al bianco. Va bene la campagna elettorale ma nessuno può chiamarsi fuori dalle proprie responsabilità"


La rimozione del questore riguarda proprio "chi da l'eroina ai nigeriani?".
 :sisisi: :sisisi: :sisisi:

Mah, guarda, su una vicenda come questa non decide il questore ma il capo della polizia sentito il ministro. E comunque il questore non si fa fregare e, prima di decidere qualunque cosa, raccoglie le indicazioni di prefetto, grande capo e ministero.
La lettura dietrologica e maliziosa non mi persuade stavolta. Poi tutto pó esse eh!

Offline Kobra

*
1996
Re:Sui fatti di Macerata
« Risposta #126 il: 13 Feb 2018, 10:54 »
Evidentemente parli senza sapere.
[...]
Questi sono i soggetti che hanno organizzato la manifestazione di Macerata.
E lo usano eccome il tempo per "sostenere i meno abbienti". Non solo, si devono pure sentire la lezioncina da parte di chi non ha la minima idea perché si forma la propria opinione sul sentito dire di repubblica, corriere e messaggero.

No, guarda, caschi male.
In primis perché non leggo alcuno dei giornali da te menzionati, a ruota perché mi baso sul vissuto quotidiano dove la sinistra più o meno radicale ancora si trastulla e si gingilla con forme di aggregazione e di organizzazione vecchie  e stantie, autoisolandosi da sola dal resto della società e perdendo terreno e consenso tra quanti l'hanno seguita per anni.
Se, poi, a Napoli fanno le cose in maniera diversa - e seria - me ne compiaccio, ciò non toglie che altrove in Italia il discorso sia completamente diverso e -guarda caso - in quell'altrove è proprio dove prospera CP con le sue raccolte strumentali

Offline orchetto

*****
11955
Sesso: Maschio
Re:Sui fatti di Macerata
« Risposta #127 il: 13 Feb 2018, 19:08 »
perché mi baso sul vissuto quotidiano dove la sinistra più o meno radicale ancora si trastulla e si gingilla con forme di aggregazione e di organizzazione vecchie  e stantie, autoisolandosi da sola dal resto della società e perdendo terreno e consenso tra quanti l'hanno seguita per anni.
Caspita hai un vissuto quotidiano che copre a tappeto l'intera nazione (ad esclusione di Napoli)

Offline Kobra

*
1996
Re:Sui fatti di Macerata
« Risposta #128 il: 14 Feb 2018, 09:50 »
Credo che il questore sia stato rimosso non per, o non solo per, incapacità. Hanno messo uno specialista. In alcuni ambienti di esperti / criminologi, si comincia a parlare di "mafia nigeriana". Con prudenza, ovviamente, perché ci manca solo la "mafia nigeriana" e poi Salvini prenderà l'85% dei voti.

Può essere che sia come dici,
ma se non si rimuove un questore dopo che è stato concesso un porto d'armi ad un mentecatto del genere...

Offline Thorin

*
2572
Sesso: Maschio
Re:Sui fatti di Macerata
« Risposta #129 il: 14 Feb 2018, 10:57 »
Io penso che dopo che in una settimana hai avuto una ragazza smembrata e chiusa in due valige ed un matto con regolare porto d'armi che va in giro a sparare per questioni razziali la rimozione del questore sia un atto dovuto, parliamo sempre di Macerata, non Roma o Milano...

Offline FatDanny

*****
15973
Re:Sui fatti di Macerata
« Risposta #130 il: 19 Feb 2018, 15:19 »
Semplicemente ridicola l'iniziativa istituzionale organizzata a Macerata da comune, pd e organizzazioni sindacali confederali.
Che non a caso mobilita meno del più piccolo dei centri sociali per dire paradossalmente che si, la colpa è anche un Po dei migranti che causano tensione sociale.

Questo tipo di antifascismo non ha alcuna forza aggregante e propulsiva, come dimostrano i numeri.
Non propone niente, non mobilita per nulla, è solo una roba di facciata per coprire uno spazio che ormai non sanno coprire per evitare di lasciarlo esclusivamente ai "centri sociali".

Ma il punto non è a chi lasci quello spazio, ma se hai intenzione di mobilitare davvero un pezzo di società per un obiettivo. Siccome questi soggetti non hanno alcuna intenzione di mobilitare perché gli tornerebbe contro e vogliono lasciare tutto addormentato, quel che ne esce fuori sono eventi come quest'ultimo di Macerata in cui si scende in strada ma non troppo, si manifesta ma non troppo, si prende parola ma non troppo.

Una bella cartolina delle contraddizioni di questa gente qui ad "utilità zero" rispetto ai problemi del presente.

Offline CityZen

*
288
Sesso: Femmina
Re:Sui fatti di Macerata
« Risposta #131 il: 19 Feb 2018, 16:02 »
Completamente in disaccordo con te, FatDanny.
Bellissima la grande e pacifica manifestazione del 10 febbraio, bellissimo il corteo di ieri della città, della cittadina anzi, che ha subito nel suo corpo la violenza e ne sa qualcosa, evidentemente, che né io né te né alcun teorico potrebbe sapere.
I fatti atroci avvenuti hanno valenza politica nazionale (e internazionale), ma il territorio che li ha subiti ha tutto il diritto di reagire e manifestarsi con i suoi tempi e i suoi modi.
Bellissimo e molto chiaro i gesto di ri-prendersi il monumento ai caduti.



Image Banner 728 x 90

Offline PabloHoney

*****
11087
Sesso: Maschio
Re:Sui fatti di Macerata
« Risposta #132 il: 19 Feb 2018, 19:40 »
No, guarda, caschi male.
In primis perché non leggo alcuno dei giornali da te menzionati, a ruota perché mi baso sul vissuto quotidiano dove la sinistra più o meno radicale ancora si trastulla e si gingilla con forme di aggregazione e di organizzazione vecchie  e stantie, autoisolandosi da sola dal resto della società e perdendo terreno e consenso tra quanti l'hanno seguita per anni.
Se, poi, a Napoli fanno le cose in maniera diversa - e seria - me ne compiaccio, ciò non toglie che altrove in Italia il discorso sia completamente diverso e -guarda caso - in quell'altrove è proprio dove prospera CP con le sue raccolte strumentali

Le iniziative sul territorio non sono solo a Napoli, ma anche a Roma, Milano e in molte altre citta', nel mio quartiere ci sono palestre popolari, piscine riportate a un accesso economico per tutti i cittadini, scuole per stranieri, corsi di recupero e ripetizioni per bambini, con famiglie che non possono sempre permettersi i costi delle ripetizioni, spazi di co-working, corsi di fumetto e di cucina.. spazi polivalenti dove incontrarsi e presentare libri che forse difficilmente troverai da Feltrinelli, potrei andare avanti per ore, il problema e' che di tutto ciò (e questo e' il discorso di Fat) non sentirai mai parlare da nessuna parte (e questa e' una certezza visto che va avanti così da anni), ma su giornali e TV si da ampio spazio a qualsiasi scureggia di CPI

scusa non e' per farmi i cazzi tuoi ma, dove si svolge il tuo vissuto quotidiano?

Offline FatDanny

*****
15973
Re:Sui fatti di Macerata
« Risposta #133 il: 19 Feb 2018, 22:28 »
Completamente in disaccordo con te, FatDanny.
Bellissima la grande e pacifica manifestazione del 10 febbraio, bellissimo il corteo di ieri della città, della cittadina anzi, che ha subito nel suo corpo la violenza e ne sa qualcosa, evidentemente, che né io né te né alcun teorico potrebbe sapere.
I fatti atroci avvenuti hanno valenza politica nazionale (e internazionale), ma il territorio che li ha subiti ha tutto il diritto di reagire e manifestarsi con i suoi tempi e i suoi modi.
Bellissimo e molto chiaro i gesto di ri-prendersi il monumento ai caduti.

ah quindi Macerata il 10 febbraio non ci stava, erano calati i barbari (bellissimi) da fuori.
Questo sulla base di quali prove eccetto le narrazioni tossiche dei media ufficiali?
Macerata era in piazza il 10 assieme a migliaia di persone.
Ieri 500 (e sono generosissimo) funzionari e rappresentanti istituzionali hanno provato a metterci una pezza con un messaggio ambiguo e debole. Gli interventi dei migranti sopra ogni cosa.
A voler giustificare le parole del sindaco dei giorni scorsi più che a voler affrontare il problema razzismo.
Ribadisco, non serve a nulla. Anzi sono dannosi e pessimi. Parte importante del problema.

Offline CityZen

*
288
Sesso: Femmina
Re:Sui fatti di Macerata
« Risposta #134 il: 20 Feb 2018, 01:20 »
Il fascismo, che è il nostro nemico, si batte facendo fronte unico.
Tu vuoi spezzarlo perché ritieni la socialdemocrazia sgangherata europea e occidentale stessa feccia, e fai molto male (imho).
Se lo spezzi Fat rimani semplicemente con un piccolo manipolo molto qualificato magari ma inerme di fronte a certi violenti uragani, che hanno base nelle ancestrali viscere dell'essere umano, e che non guardano in faccia alla santità dei tuoi combattenti, puri e superiori.

La crisi attuale è una realtà chiara a chiunque ormai, e si cercano soluzioni, in mezzo al chiasso e agli strepiti della per di più falsa indignazione delle gente, sempre più aizzata a dare il peggio di sé, per tremenda vendetta contro se stessa alla fine: eccolo dietro l'angolo il mostro.

il fascismo è una terribile e incombente possibilità, ma non è affatto la stessa cosa:
Ti ricordo che all'epoca (negli anni 20 e giù di lì) erano tutti invasi da ansie rivoluzionarie di vario genere, tanto da ammettere e accettare una farsa come la marcia famosa su Roma, intellettuali come Croce, e molti altri di alto livello speculativo. Facci le tue risate consuete ma è così - gente che ne sapeva a chili, si è arresa all'inevitabile perché il parlamento (e il governo che esprimeva) non andava di moda, né a destra nè a sinistra.

Io difendo il parlamento anche se pieno di inetti. E' la forma e la garanzia della libertà, anche se pieno di inetti - lo ripeto.

Spero che la nostra generazione non abbia modo di constatarlo direttamente, cosa vuol dire perdere questa garanzia. Finché si può votare e votare liberamente (i 5 stelle hanno perlomeno dato questa dimostrazione) tutto è ancora nelle nostre mani.

Altrimenti ci becchiamo un Putin qualunque, chissà, chissà noi bravi italiani fantasiosi cosa ci inventeremo ancora per sorprendere il mondo.

E no, proprio no, Renzi non assomiglia a Putin. Dopo il 4 marzo la somiglianza sarà ancora più labile - ne vedrai spuntare altri di molto peggio, ma non avrai più cartucce forse, allora.




Offline FatDanny

*****
15973
Re:Sui fatti di Macerata
« Risposta #135 il: 20 Feb 2018, 05:57 »
Ma magari ad avercelo il fronte unico, magari proprio.
Ma ti segnalo cityzen che a non volere il fronte unico sono quelli che tu impropriamente chiami socialdemocrazia usando uno schema vecchio come il cucco.

Il pd non è socialdemocrazia manco di sfuggita. Né io voglio fare il fronte dei duri e puri.
Le 30mila persone di Macerata non erano rivoluzionari, né duri e puri. Quello era il fronte unico.
Da cui si è staccato volontariamente un manipolo di estremisti di centro, il pd.
Loro sono il manipolo, non noi.
Loro sono gli estremisti, non noi.
Loro sono i manigoldi, non noi.

E anche negli anni 20 l'errore fu proprio attaccarsi a istituzioni svuotate, che non offrivano alcuna soluzione, per la pavidità di non assumere posizioni radicali (non estremiste, ma radicali).
Sono io a dirti che stai compiendo esattamente lo stesso sbaglio di allora, non tu.

Perché il mio problema non è con il parlamento in quanto tale, ma con il fatto che quel parlamento pur di mantenere lo status quo è disposto ad arrivare al fascismo piuttosto che rompere con determinati assunti. E questo porterà al disastro.

Io mica dico che devono diventare marxisti rivoluzionari, lo ribadisco da settimane e mettermi in bocca queste parole non fa che confermare il fatto che tu debba ripristinare lo schemino rassicurante per farti tornare i conti.

Cara mia, qui non c'è nessun ancestrale moto dell'essere umano verso il fascismo.
Ma interi pezzi di società impauriti e minacciati dalla crisi in termini di proprietà che rispondono secondo la logica del capitalismo a cui sono stati indottrinati, mors tua vita mea.
Li hanno cresciuti cosi, nessuna meraviglia.
Ora o si ha il coraggio di indicare un'altra strada o non si capisce che senso possa avere ergersi a difesa di istituzioni svuotate. Non li capisce nessuno. Non ci capisce nessuno.
Di questo si tratta, non di odio verso il parlamento.

Ora però siccome i tempi si fanno sempre più bui o cominciate a capire questa lezione oppure buon fascismo a tutti (non quello di cpi o forza nuova, ma quello diffuso che gia progressivamente viviamo in cui si odiano i migranti e si chiama "criminale" chi protesta alzando la voce).

500 persone mobilitate da organizzazioni dalle immense burocrazie nazionali.
30mila mobilitate da organizzazioni senza burocrazie.
Chi è il vero manipolo di pazzi senza alcuna volontà di costituire un argine unitario è evidente a tutti. E non siamo noi, quindi il tuo discorso volgilo alla parte che pretendi di difendere.

Anche perché chi deporta persone è un fascista xenofobo, altro che fronte unico
Chi spazza via senza casa e poveri dalle stazioni è un fascista classista, altro che fronte unico.
Chi disegna una scuola divisa per censo è un fascista classista, altro che fronte unico.
Sono loro i primi responsabili e se non lo volete vedere siete parte del problema. Parte della ragione per cui il fascismo strisciante dilaga.
Non da oggi, da mo, che ste cose c'è chi le segnala da almeno vent'anni e ancora se risponde con il fronte unico assieme alla teppa che rappresenta il migliore alleato dei fascisti.

Offline CityZen

*
288
Sesso: Femmina
Re:Sui fatti di Macerata
« Risposta #136 il: 20 Feb 2018, 14:02 »
Se è il PD il suo miglior alleato, ci si comporta in modo molto strano, il 'fascista' Salvini (e il suo adepto Traini).
Io credo in un fronte antifascista molto variegato e ampio, Fat. Che si conceda posizioni anche contraddittorie nel suo interno, ma resti fedele a quel NO.

Questo è quel che richiede il momento - imho.

Ribadire i principi di base quei pochi ma comunque condivisi: è assurdo? è sciocco? E' assurdo e sciocco che vengano messi in discussione, e a questo livello si deve scendere. (per ricominciare)

Chiedo scusa a chi legge per il troppo umanesimo, ma penso a questo intanto:

'Codesto solo oggi possiamo dirti,
ciò che non siamo, ciò che non vogliamo'

E' la chiusa di una famosa poesia di Montale 'non chiederci la parola', scritta quando i poeti osavano ancora parlare. Dopo di allora hanno cominciato a destrutturare il loro stesso mezzo, la parola, l'hanno spezzettata e balbettata, come neonati (non tutti, ma gli altri nessuno se li è filati più).

Non è una poesia politica, bensì esistenziale.

Ma la politica si basa sulla nostra visione dell'esistenza.
Adesso mi sembra poco realistico immaginarla così compatta -
se prescindiamo da quel NO.

Offline FatDanny

*****
15973
Re:Sui fatti di Macerata
« Risposta #137 il: 20 Feb 2018, 15:34 »
Fai finta di non capire cosa significhi che è il suo miglior alleato, ma l'ho spiegato ampiamente.

Io sono dispostissimo al fronte unico, tanto da farlo volentieri anche con una bonino che sul piano politico generale mi è lontanissima col suo ultraliberismo, oltre ad essere alleata proprio del pd.
Ma almeno sulla questione non è xenofoba come invece è il pd di minniti.
Sono proprio loro a non voler fare fronte unico. Sono loro che criminalizzano parte del fronte unico antifascista perché temono più la sinistra radicale dei fascisti per bieco calcolo elettorale.
Per cui quello che indirettamente chiedi tu non è un fronte unico, ma la subalternità alla feccia e alla sua volontà narcotizzante, a prescindere dalle loro politiche razziste.

Mi spiace cityzen ma la retorica da centrosinistra è morta e sepolta da un pezzo per responsabilità proprio del pd.
Prenditela con loro se la tua proposta ad oggi è a credibilità zero

Offline CityZen

*
288
Sesso: Femmina
Re:Sui fatti di Macerata
« Risposta #138 il: 21 Feb 2018, 13:54 »
Hai spiegato ampiamente ogni cosa Fat, ma concorderai che le spiegazioni che offri valgono ad esprimere le tue opinioni, mica la verità.
Concordi vero?
Che il PD, o Minniti, sia xenofobo, la trovo un'esasperazione lontana dai fatti degli ultimi anni. Che io sappia l'Italia ha fatto di più di altri paesi europei in termini di accoglienza, tanto da creare un largo malcontento popolare aizzato da tutte le altre forze politiche (quelle rilevanti in termini numerici): le destre in primis seguite dagli ondivaghi 5stelle, i quali solo il malcontento hanno come stella polare.

Non è stata un'accoglienza ben ragionata e ben organizzata: anzi.
Ma di certo non hanno sventolato la bandiera dell' 'attenti all'invasione dello straniero cattivo'. Tu hai visto sventolare questa bandiera? Quella è la bandiera della xenofobia.

Portati dai loro avversari a forza su un terreno [...] sul quale invece qualcuno quella bandiera ha piantato, hanno dovuto confrontarsi in quel fango e cedere molta dignità.

Come quando sei costretto nella lotta a essere più [...] del tuo avversario [...], per sconfiggerlo: in certi casi questo è magnificato, in altri deplorato.

Gli unici che hanno dichiaratamente un progetto di apertura totale ai migranti, studiato e approfondito da mesi e mesi, ma credo dovrei dire da anni e anni, sono i radicali, nel disinteresse totale di tutti gli urlatori antirazzisti e antifascisti.

I radicali che chissà per quale strana coincidenza si alleano proprio col PD che tu definisci xenofobo. Mah. Forse si rendono conto che sono l'unico interlocutore possibile, per le loro posizioni estreme?

I centri sociali, che sono da sempre realtà libere e interessanti, dal punto di vista pratico sono quelli che assieme alle associazioni religiose, che in genere invece non interessano affatto, si prendono carico dell'accoglienza e del supporto reale, e in questo sono encomiabili e credibili, ma il loro slogan è 'niente confini': piuttosto utopico, anche se forse valido in linea ideale.

O tu credi che il popolo italiano sia pronto, nella sua maggioranza, a questo passaggio?

Offline FatDanny

*****
15973
Re:Sui fatti di Macerata
« Risposta #139 il: 21 Feb 2018, 15:06 »
La xenofobia del pd la dimostrano gli accordi con la Libia, le deportazioni di esseri umani, la legge antipoveri minniti-orlando che reprime i diseredati e li scaccia dalle città, l'intervento armato in niger in cui andiamo a colpire i migranti (e ci raccontiamo che colpiamo solo i trafficanti) per "aiutarli a casa loro". A suon di bombe.

Il pd è un partito xenofobo.
Non è una verità assoluta, certo, ma è altrettanto certo che per negarlo di fatti se ne devono rimuovere tanti. Ma tanti tanti.
Basta parlare con gli operatori dei centri di accoglienza. Vai a sentire che dicono, vai.

Ed è Renzi a dire "non ci alleiamo con gli estremisti". Estremisti.
Quindi il problema dell'Italia oggi non è il fascismo ma l'estremismo di sinistra. Apposto, tutto chiaro.

Guarda sui centri sociali fai una polemica vecchia di 15 anni. Non aveva senso manco allora, oggi diventa proprio grottesca perché non mi pare proprio che il tema sia questo, che i centri sociali propongano questo.
Ma per farti tornare il conto tu sposti le lancette all'indietro al 2003 cosi puoi raccontarla in modo sereno.
Legittimo, ma lasciati fare gli auguri per questa mega rimozione sul presente.
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod