Arbitrarietà

0 Utenti e 4 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Arbitrarietà
« il: 11 Apr 2011, 12:08 »
Quando ci incazziamo per alcune decisioni arbitrali e diamo all'arbitro del venduto, magari per un rigore solare non dato o un fuorigioco fasullo che ci nega un gol, spesso vediamo le cose da un'ottica sbagliata.

Partiamo da un postulato, sennò non se ne esce. L'arbitro non prende soldi per far vincere X o Y. Sicuramente qualcuno ne avrà presi, pare inverosimile che in un paese che elegge la corruzione a sistema, in un giro di milioni da paura, dove un punto in più o in meno determina una pioggia di quattrini, ci si debba affidare al caso. Meglio andare sul sicuro. Però - parere personale - non penso che ci sia un Sistema, una Cupola che organizzi a mò di wrestling il campionato. Se ne fossi intimamente persuaso, mi sposterei sul rugby. La Lazio c'è anche là, d'altronde.

Però. Però esiste un sistema, diciamo matematico, per tanare l'arbitro che favorisce o meno una squadra. So di cosa parlo, in gioventù ho fatto l'arbitro. Un arbitro prende in media una decisione al minuto, per tenerci larghi diciamo 100 decisioni in una partita. Gli dò le attenuanti del caso. La decisione è immediata, dopo che hai fischiato non puoi tornare indietro. Sai che hai ventidue avversari. Nessuno ti aiuta ad arbitrare meglio, se possibile, tra trucchi, tuffi, simulazioni, se un giocatore ti può mettere in difficoltà lo fa, senza ritegno. Se cerchiamo la sportività in campo, è come cercare una vergine ad Arcore.

L'errore c'è, è umano e quello di un arbitro non condiziona la partita più di una papera o un gol mangiato a porta vuota. Fatte salve buonafede e imparzialità.

Torniamo alle cento decisioni. Un arbitro perfetto giudica bene in cento casi, ammonizioni e fuorigiochi inclusi. Dato che l'arbitro perfetto non esiste, commette degli errori. In giornata storta, diciamo cinquanta su cento. E' quel cinquanta che si deve analizzare. Se le cinquanta cazzate vengono distribuite tra le due squadre con percentuale approssivamente uguale, si può dire che l'arbitro è pippa, ma imparziale. Quando vedi che su cinquanta errori quaranta sono a favore di una e dieci dell'altra, puzza. Attenzione. Non è l'episodio eclatante che deve far scattare l'allarme. Ci sono tanti modi per favorire una squadra. Ti blocco tutte le ripartenze dell'avversaria. Ti porto la squadra sulla tre quarti a forza di punizioni. Ti ammonisco nei primi minuti due difensori avversari per falli anche giusti, però poi per analoghi falli non ammonisco i tuoi difensori. Permetto ad un boro qualsiasi di mandarti a quel paese (delicato eufemismo) però sono inflessibile con le proteste degli altri.

Ecco, è dall'analisi globale di una partita che deve uscire fuori il giudizio sull'imparzialità di un arbitro. Poi può essere dovuto a tanti motivi, un arbitro codardo teme il pubblico, oppure si vuole ingraziare il potente. Questa è la sua personalità, comunque, e i vertici arbitrali sanno bene che mandare un certo tipo di arbitro in una certa partita dà una ragionevole sicurezza che l'arbitro si comporterà in un certo modo. Non c'è bisogno di raccomandarsi, loro lo sanno. E allora mandiamo un arbitro che notoriamente se ne frega dell'ambiente quando giochi fuori casa, e un coniglietto quando giochi in casa.

Mi fanno ridere le classifiche "virtuali", quando si giudica il risultato da come sarebbe stato se fosse stato dato un rigore giusto o meno. Questo è fantacalcio. Come Sliding Doors, ogni decisione avrebbe potuto portare ad un andamento completamente diverso di una partita. Non ha senso dire che la Lazio avrebbe dovuto avere assegnati quattro gol a Napoli perché quello di Brocchi era buono. E' solo un errore in più di un arbitro mediocre. Quello che mi ha fatto avvelenare a Napoli è stato il comportamento complessivo del Banti, giudizi diversi in situazioni simili. Se magari il Napoli ci metteva del suo potevamo vincere uguale, neanche Oriali come arbitro avrebbe potuto salvare l'Inter con lo Schalke. Quello che non accetto è il fatto di non partire ad armi pari. E dalle designazioni puoi già vedere come una partità sarà indirizzata. Non c'è mai la certezza, fattori imponderabili possono modificare un risultato già scritto, ma il risultato E' già scritto, in molti casi, prima.

E noi a Napoli DOVEVAMO perdere. Ma se ci fosse stato Lo Bello, a Napoli avremmo vinto.


 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod