E' morto " el pibe de oro "

0 Utenti e 13 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Re:Il più grande
« Risposta #40 il: 03 Nov 2020, 13:03 »
La palla, vista l'azione dall'inquadratura dietro la porta, sembra passare sopra la testa di platini, che è il secondo da sinistra in barriera, o per lo meno tra la sua testa e quella del giocatore con il numero 11 alla sua destra. Come sa chi ha qualche nozione rudimentale di cinematica, a quel punto della traiettoria la palla è necessariamente in fase ascendente. Le cose notevoli del gesto sono che lui osserva cosa gli accade davanti e inizia a muoversi quando la palla gli transita davanti, facendo tutto in un istante, una specie di scatto del cobra che morde la sua vittima, la postura del corpo, e il fatto che da questa postura deriva che più che un tiro in porta sembra il movimento di uno che si alza la palla per palleggiare. Con un tiro vero e proprio da quella distanza non sarebbe andato da nessuna parte, a meno di non trovare un pertugio in basso nella barriera, come immagino avrebbe fatto un Signori, per esempio (vedi un suo gol su calcio a due in area a pochi metri dalla porta contro il Parma).
E comunque a giudicare dalla data riportata nel filmato youtube oggi sono trascorsi 35 anni esatti da quella perla.
Re:Il più grande
« Risposta #41 il: 03 Nov 2020, 18:06 »
Ci avrei scommesso che a rompereilcatso pure su questo topic sarebbe arrivato IL COGLLIONE .

Non ce la fa' .

Deve rompere il catso .

Piemontese falso e cortese .

MADAMIN della minchia .

ECCHECCATSO .
Re:Il più grande
« Risposta #42 il: 03 Nov 2020, 18:35 »
su questo ci sono pochi dubbi non amo la retorica con cui gli hanno costruito un personaggio finto ad uso e consumo di altri fuori dal campo, ma il maradona giocatore e' stato un genio e un artista che non si puo' non amare. Purtroppo per lui come spesso accade il temperamento artistico si accompagna anche ad altri squilibri che stanno facendo male a lui e alla sua famiglia.
Scusa ma a noi come amanti del gioco del calcio che c'importa degli squilibri fuori dal campo?
E' come parlare di Michelangelo e poi dire ... eh, però, non si lavava!  :)
Re:Il più grande
« Risposta #43 il: 03 Nov 2020, 20:30 »
Io sono ovviamente di parte. E per me Maradona non ha eguali e non li avrà mai. Però, oggettivamente parlando, concordo che non si possano confrontare a livello assoluto giocatori di epoche diverse. E se vogliamo anche di ruoli diversi. Si può però confrontare il peso specifico che due giocatori di epoche diverse hanno avuto nelle squadre in cui hanno militato. E qui sono certo che nessuno possa, a oggi, battere Maradona.
Un metodo più casereccio che uso è quello di tornare bambino e fare le squadre per la partitella sotto casa. Chi prendo per primo? Maradona, Pelé, Messi, Best, il fenomeno? E scelgo sempre Diego  :)
Un fuoriclasse col cuore di un gregario e una personalità fuori dal comune.
Per quanto riguarda il Maradona persona, mi provoca dolore vederlo così. Mi fa soffrire come quando si vede un parente o una persona cara che se ne va tra mille dolori. Ormai da tanto tempo. È un’agonia infinita e spero che finisca presto.
Re:Il più grande
« Risposta #44 il: 03 Nov 2020, 21:41 »
Scusa ma a noi come amanti del gioco del calcio che c'importa degli squilibri fuori dal campo?
E' come parlare di Michelangelo e poi dire ... eh, però, non si lavava!  :)

Mica lo ho infamato è, ho sentito che è stato ricoverato oggi e mi sembrava un aspetto rilevante nella discussione, non lo è per te o per voi ne prendo atto non mi sembra di aver detto nulla che giustifichi certe risposte fuori dalle righe. Sarà un mio limite ma se penso che qualcuno sia poco intelligente e poco interessante lo ignoro non mi metto a scrivere insulti e volgarità di ogni genere.

Offline spook

*
9197
Re:Il più grande
« Risposta #45 il: 03 Nov 2020, 23:02 »
Mica lo ho infamato è, ho sentito che è stato ricoverato oggi e mi sembrava un aspetto rilevante nella discussione, non lo è per te o per voi ne prendo atto non mi sembra di aver detto nulla che giustifichi certe risposte fuori dalle righe. Sarà un mio limite ma se penso che qualcuno sia poco intelligente e poco interessante lo ignoro non mi metto a scrivere insulti e volgarità di ogni genere.

Ancora stai sul forum a pontificare? Me fai proprio pena... fattela 'na vita...
Re:Il più grande
« Risposta #46 il: 04 Nov 2020, 08:18 »
Mica lo ho infamato è, ho sentito che è stato ricoverato oggi e mi sembrava un aspetto rilevante nella discussione, non lo è per te o per voi ne prendo atto non mi sembra di aver detto nulla che giustifichi certe risposte fuori dalle righe. Sarà un mio limite ma se penso che qualcuno sia poco intelligente e poco interessante lo ignoro non mi metto a scrivere insulti e volgarità di ogni genere.

Ogni genere ?

Il primo ad aver insultato sei stato tu .

Pezzo di merda e vaffanculo .

Chiaro ?
Re:Il più grande
« Risposta #47 il: 04 Nov 2020, 08:32 »
Io sono ovviamente di parte. E per me Maradona non ha eguali e non li avrà mai. Però, oggettivamente parlando, concordo che non si possano confrontare a livello assoluto giocatori di epoche diverse. E se vogliamo anche di ruoli diversi. Si può però confrontare il peso specifico che due giocatori di epoche diverse hanno avuto nelle squadre in cui hanno militato. E qui sono certo che nessuno possa, a oggi, battere Maradona.
Un metodo più casereccio che uso è quello di tornare bambino e fare le squadre per la partitella sotto casa. Chi prendo per primo? Maradona, Pelé, Messi, Best, il fenomeno? E scelgo sempre Diego  :)
Un fuoriclasse col cuore di un gregario e una personalità fuori dal comune.
Per quanto riguarda il Maradona persona, mi provoca dolore vederlo così. Mi fa soffrire come quando si vede un parente o una persona cara che se ne va tra mille dolori. Ormai da tanto tempo. È un’agonia infinita e spero che finisca presto.

Il confronto fra giocatori di epoche diverse è difficile farlo solo sul lato tecnico del gioco secondo me.

Maradona incarnava perfettamente la componente popolare e romantica di questo sport, cosa che non ha fatto nessun altro nella storia.

Maradona, a differenza dei tanti altri fuoriclasse assoluti che sono passati nella storia, non ha mai giocato per gli squadroni dell'epoca (a parte la parentesi a Barcellona) eppure ha vinto, spesso anche da solo.

Offline paolo71

*****
13093
Re:Il più grande
« Risposta #48 il: 04 Nov 2020, 09:06 »
Sei peloso anche quando parli di gente che t'ha rotto il culo. Tie', riguardate questo, tifoso fragile, e salutace quella merda de Platini.


esattamente 35 anni fa...
ho i lacrimoni.
Diego Armando Maradona non mollare!!!
Re:Il più grande
« Risposta #49 il: 04 Nov 2020, 09:34 »
Il confronto fra giocatori di epoche diverse è difficile farlo solo sul lato tecnico del gioco secondo me.

Maradona incarnava perfettamente la componente popolare e romantica di questo sport, cosa che non ha fatto nessun altro nella storia.

Maradona, a differenza dei tanti altri fuoriclasse assoluti che sono passati nella storia, non ha mai giocato per gli squadroni dell'epoca (a parte la parentesi a Barcellona) eppure ha vinto, spesso anche da solo.

Sono perfettamente d’accordo con te.
Quando guardo le immagini dell’amichevole di Acerra mi vengono i brividi. Il giocatore più forte del pianeta che va a giocare in un campo di fango di provincia e non si esime...
La differenza la fanno le emozioni. Nessuno ha emozionato come Diego.

Offline FeverDog

*****
7460
Re:Il più grande
« Risposta #50 il: 04 Nov 2020, 09:35 »
Sono perfettamente d’accordo con te.
Quando guardo le immagini dell’amichevole di Acerra mi vengono i brividi. Il giocatore più forte del pianeta che va a giocare in un campo di fango di provincia e non si esime...
La differenza la fanno le emozioni. Nessuno ha emozionato come Diego.
Quelle immagini sono incredibili, tra l'altro ho sentito che lui volle fortemente andare a giocare lì per una promessa fatta e contro l'indicazione della società.

Offline surg

*
7171
Re:Il più grande
« Risposta #51 il: 04 Nov 2020, 09:37 »
Grandissimo calciatore, mi fa ribrezzo come uomo
Re:Il più grande
« Risposta #52 il: 04 Nov 2020, 10:04 »
Scusa ma a noi come amanti del gioco del calcio che c'importa degli squilibri fuori dal campo?
E' come parlare di Michelangelo e poi dire ... eh, però, non si lavava!  :)

Caravaggio era la feccia dell'Umanita' ... era un ubriacone, andava a puttane, giocava d'azzardo, aveva debiti fino al collo, era paranoico e uccise pure un uomo a coltellate vivendo i suoi ultimi anni da latitante ..... pero' quando si parla delle sue opere il resto sparisce ... non ce n'e' per nessuno ... e quando si parla di lui si parla della "Flagellazione", di "Giuditta e Oloferne", "Le opere di misericordia", etc. ... Jimi Hendrix ci interessa per le note soavi che uscivano dalla sua chitarra mica per la sua dipendenza da eroina ..... Giulio Cesare e Alessandro Magno erano noti uranisti ma di fronte al loro genio militare di questo dettaglio non frega nulla a nessuno ... perche' il grande personaggio e' sempre celebrato per il suo talento, non i suoi vizi ...... per Diego invece c'e' lo strano fenomeno del "... sì pero' come uomo ..." ..... ma che cazzo ce ne frega quando stiamo parlando di calcio!? Siamo tifosi o preti!? Tanto piu' che accennare ai suoi guai in un momento celebrativo sa di rosicamento meschino ... e io poi voglio vedere se quando compie gli anni CR7 vanno nei forum a parlare di stupri ed evasione fiscale ... il "... sì pero' come uomo ... " e' un "privilegio" che tocca solo a Maradona, perche' si vede che li fece soffrire parecchio.
Dai Diego ... che ce la fai pure stavolta!

Hola!
Re:Il più grande
« Risposta #53 il: 04 Nov 2020, 10:15 »
Quelle immagini sono incredibili, tra l'altro ho sentito che lui volle fortemente andare a giocare lì per una promessa fatta e contro l'indicazione della società.

"Che si fottessero i Lloyd di Londra. Questa partita si deve giocare per quel bambino.”

https://www.vesuviolive.it/sport/calcio-napoli/311721-maradona-bimbo-malato-acerra/


Hola!
Re:Il più grande
« Risposta #54 il: 04 Nov 2020, 11:22 »
Caravaggio era la feccia dell'Umanita' ... era un ubriacone, andava a puttane, giocava d'azzardo, aveva debiti fino al collo, era paranoico e uccise pure un uomo a coltellate vivendo i suoi ultimi anni da latitante ..... pero' quando si parla delle sue opere il resto sparisce ... non ce n'e' per nessuno ... e quando si parla di lui si parla della "Flagellazione", di "Giuditta e Oloferne", "Le opere di misericordia", etc. ... Jimi Hendrix ci interessa per le note soavi che uscivano dalla sua chitarra mica per la sua dipendenza da eroina ..... Giulio Cesare e Alessandro Magno erano noti uranisti ma di fronte al loro genio militare di questo dettaglio non frega nulla a nessuno ... perche' il grande personaggio e' sempre celebrato per il suo talento, non i suoi vizi ...... per Diego invece c'e' lo strano fenomeno del "... sì pero' come uomo ..." ..... ma che cazzo ce ne frega quando stiamo parlando di calcio!? Siamo tifosi o preti!? Tanto piu' che accennare ai suoi guai in un momento celebrativo sa di rosicamento meschino ... e io poi voglio vedere se quando compie gli anni CR7 vanno nei forum a parlare di stupri ed evasione fiscale ... il "... sì pero' come uomo ... " e' un "privilegio" che tocca solo a Maradona, perche' si vede che li fece soffrire parecchio.
Dai Diego ... che ce la fai pure stavolta!

Hola!

qui di meschino ci sei solo tu e la tua ossessione. Di Caravaggio e Hendrix quando se ne parla si parla anche della loro vita e difetti tanto e' vero che perfino un asino ne conosce vagamente le storie ignorando naturalmente che proprio opere come giuditta e oloferne furono influenzate dalle sue vicissitudini private  e dal suo puttaneggiare e frequentare certi ambienti sattamente come lo e' stata la carriera di diego dalle sue nel bene e nel male.
In quanto al fatto che di Maradona si ricordino i problemi personali e per altri no, nel caso come dimostra ampiamente questa discussione e' vero il contrario, anche quando non c'e' alcuna intenzione malevola nella discussione tanto piu' che io maradona me lo sono goduto da esterno perche a parte la uefa del 89 la juve non e' mai stata competitiva in quegli anni quando ve la giocavate con il milan e addirittura  tifavo per il napoli nelle lotte scudetto figuriamoci.
Re:Il più grande
« Risposta #55 il: 04 Nov 2020, 11:54 »
qui di meschino ci sei solo tu e la tua ossessione. Di Caravaggio e Hendrix quando se ne parla si parla anche della loro vita e difetti tanto e' vero che perfino un asino ne conosce vagamente le storie ignorando naturalmente che proprio opere come giuditta e oloferne furono influenzate dalle sue vicissitudini private  e dal suo puttaneggiare e frequentare certi ambienti sattamente come lo e' stata la carriera di diego dalle sue nel bene e nel male.
In quanto al fatto che di Maradona si ricordino i problemi personali e per altri no, nel caso come dimostra ampiamente questa discussione e' vero il contrario, anche quando non c'e' alcuna intenzione malevola nella discussione tanto piu' che io maradona me lo sono goduto da esterno perche a parte la uefa del 89 la juve non e' mai stata competitiva in quegli anni quando ve la giocavate con il milan e addirittura  tifavo per il napoli nelle lotte scudetto figuriamoci.

Lo dico con tutta l'educazione possibile.
Secondo me sei fuori luogo in questo topico.

Offline Baldrick

*****
5431
Re:Il più grande
« Risposta #56 il: 04 Nov 2020, 13:22 »
Lo dico con tutta l'educazione possibile.
Secondo me sei fuori luogo in questo topico.

*su questo forum
Re:Il più grande
« Risposta #57 il: 04 Nov 2020, 13:40 »
Lo dico con tutta l'educazione possibile.
Secondo me sei fuori luogo in questo topico.

Quando una cosa non piace a messer rubentino , cerca la rissa per poi fare la vittima .

*su questo forum

Sempre troppo tardi ..

Per chiarire : se mi offendeva in quel modo , de visu , si prendeva un a h36 in faccia .

Altro che volgarità


Stopezzodimmerda .

Re:Il più grande
« Risposta #58 il: 04 Nov 2020, 14:01 »
Maradona, così come Best prima e Gascoigne dopo, tanto per dirne altri due, ha fatto una vita di eccessi e ne sta pagando il conto. A caro prezzo. Quello che resta, a noi tifosi, sono le emozioni che queste persone ci hanno regalato. Non è corretto andare oltre, insinuarci nelle loro vite, secondo me. Non è corretto giudicarli.
In gran parte queste persone hanno avuto infanzie segnate da mancanza dei genitori, o povertà estrema. Gli arriva addosso una valanga di miliardi, la fama, le donne. Li capisco. C’è pure chi mantiene la barra dritta eh, per carità.
Ma ognuno di noi è diverso, ognuno ha la propria strada.
Però, tornando a Maradona, oggi ho visto le immagini dei tifosi sotto la clinica. A fargli coraggio, a stargli vicino. Dopo che ha smesso di giocare da quasi 30 anni. Tutto ciò vuol dire che se proprio bisogna fare un bilancio tra ciò che di buono e di male Maradona ha lasciato in eredità, il risultato è incontrovertibile e oggettivo.
E non ci sono altri casi uguali nella storia del pallone, o almeno non me ne vengono in mente. Tanto per dire, secondo me dopo 30 anni che avranno smesso di giocare, Messi e CR7 non saranno rimasti nel cuore di nessuno. Fuoriclasse assoluti entrambi eh. Ma a livello emozionale, zero carbonella.
Re:Il più grande
« Risposta #59 il: 04 Nov 2020, 14:08 »
Per me, chi ha superato D.A.M., nel discorso fatto da Durrell, è Ronaldinho.
Ogni giocata era una magia, che a sua volta è il motivo per il quale il calcio è lo sport più seguito e più bello del mondo.
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod