Lettera a monsieur Jean Pierre Mustier...

0 Utenti e 6 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline Biafra

*
9444
Lettera a monsieur Jean Pierre Mustier...
« il: 19 Ott 2016, 23:36 »
Caro Jean Pier, lo sappiamo tutti, in Unicredit ha ereditato una situazione difficilissima figlia delle precedenti sciagurate gestioni della banca, gli azionisti sono imbufaliti e la situazione del settore bancario italiano è quantomeno critica.

Il disastro che ha ereditato e che gli azionisti le chiedono risolvere sta tutto in questo grafico,
:




 -70% in un anno, 20 miliardi di capitalizzazione persi in un anno, risparmi di tanti piccoli azionisti bruciati per scelte del precedente management, chiamamole, "sbagliate".

Unicredit ora ha un disperato bisogno di un aumento di capitale, si dice di almeno 8 miliardi, si parla di vendere quote azionarie di gioielli che producono utili per il gruppo come Fineco o la polacca Pekao.

Eviti di cedere partecipazioni che generano utili cospicui, eviti ulteriori inutili salassi agli azionisti che le hanno dato fiducia,
eviti anche ulteriori dolorosi tagli al personale,

Cerchi vie alternative, ce ne sono, si fidi.
Ce ne sono talmente tante che mi permetto addirittura di suggerirgliene una, si chiama AS roma Spa, modesta società calcistica di umili origini e ancora più umili risultati.

Ebbene monsieur Mustier, so che salterà sulla sedia leggendo quanto sto per scriverle, ma questa società, la AS ROMA, per ragioni che sfuggono a qualsiasi ragione economica ha  un indebitamento finanziario consolidato lordo di ben 162,6 milioni verso Unicredit.

Faccia quello per cui è stato nominato, tagli rami secchi, imponga rientri a chi, grazie alla precedente gestione della banca, ha goduto di credito non giustificato da alcuna ragione economica,
cominci da qua,
cominci dalla as roma,
il parco giocatori in fondo un minimo di valore lo ha,magari non più di 70-80 milioni,
sarebbe comunque un'ottima percentuale di recupero, quasi il 50%, consideri che neanche un anno fa sono state fatte fallire quattro banche valutando i crediti al 20% del nominale.

Certo di averle fatto un'utile segnalazione,
la saluto.

PS. In caso di probemi e per qualsiasi delucidazione, le consiglio di chiedere consulenza al management della vecchia Capitalia confluita proprio in Unicredit,
è gente in gamba e lavora per Lei ora, si fidi,
 in un caso simile che aveva come protagonista un'altra società calcistica romana quotata in borsa, dopo l'adc da 120 milioni usciti dalle tasche dei tifosi, la banca non perse un euro.

Saluti Monsieur Mustier,
ASROMAMERDA

 :poof:







Online Ranxerox

*****
10731
Re:Lettera a monsieur Jean Pierre Mustier...
« Risposta #1 il: 20 Ott 2016, 00:37 »
Caro Jean Pier, lo sappiamo tutti, in Unicredit ha ereditato una situazione difficilissima figlia delle precedenti sciagurate gestioni della banca, gli azionisti sono imbufaliti e la situazione del settore bancario italiano è quantomeno critica.

Il disastro che ha ereditato e che gli azionisti le chiedono risolvere sta tutto in questo grafico,
:




 -70% in un anno, 20 miliardi di capitalizzazione persi in un anno, risparmi di tanti piccoli azionisti bruciati per scelte del precedente management, chiamamole, "sbagliate".

Unicredit ora ha un disperato bisogno di un aumento di capitale, si dice di almeno 8 miliardi, si parla di vendere quote azionarie di gioielli che producono utili per il gruppo come Fineco o la polacca Pekao.

Eviti di cedere partecipazioni che generano utili cospicui, eviti ulteriori inutili salassi agli azionisti che le hanno dato fiducia,
eviti anche ulteriori dolorosi tagli al personale,

Cerchi vie alternative, ce ne sono, si fidi.
Ce ne sono talmente tante che mi permetto addirittura di suggerirgliene una, si chiama AS roma Spa, modesta società calcistica di umili origini e ancora più umili risultati.

Ebbene monsieur Mustier, so che salterà sulla sedia leggendo quanto sto per scriverle, ma questa società, la AS ROMA, per ragioni che sfuggono a qualsiasi ragione economica ha  un indebitamento finanziario consolidato lordo di ben 162,6 milioni verso Unicredit.

Faccia quello per cui è stato nominato, tagli rami secchi, imponga rientri a chi, grazie alla precedente gestione della banca, ha goduto di credito non giustificato da alcuna ragione economica,
cominci da qua,
cominci dalla as roma,
il parco giocatori in fondo un minimo di valore lo ha,magari non più di 70-80 milioni,
sarebbe comunque un'ottima percentuale di recupero, quasi il 50%, consideri che neanche un anno fa sono state fatte fallire quattro banche valutando i crediti al 20% del nominale.

Certo di averle fatto un'utile segnalazione,
la saluto.

PS. In caso di probemi e per qualsiasi delucidazione, le consiglio di chiedere consulenza al management della vecchia Capitalia confluita proprio in Unicredit,
è gente in gamba e lavora per Lei ora, si fidi,
 in un caso simile che aveva come protagonista un'altra società calcistica romana quotata in borsa, dopo l'adc da 120 milioni usciti dalle tasche dei tifosi, la banca non perse un euro.

Saluti Monsieur Mustier,
ASROMAMERDA

 :poof:

...E quando avrà terminato quest'opera meritoria, lei, che è una persona cosi colta, educata ed ammodo, faccia un'ultima cortesia,
tiri lo sciacquone....
Re:Lettera a monsieur Jean Pierre Mustier...
« Risposta #2 il: 20 Ott 2016, 01:37 »
Caro Jean Pier, lo sappiamo tutti, in Unicredit ha ereditato una situazione difficilissima figlia delle precedenti sciagurate gestioni della banca, gli azionisti sono imbufaliti e la situazione del settore bancario italiano è quantomeno critica.

Il disastro che ha ereditato e che gli azionisti le chiedono risolvere sta tutto in questo grafico,
:




 -70% in un anno, 20 miliardi di capitalizzazione persi in un anno, risparmi di tanti piccoli azionisti bruciati per scelte del precedente management, chiamamole, "sbagliate".

Unicredit ora ha un disperato bisogno di un aumento di capitale, si dice di almeno 8 miliardi, si parla di vendere quote azionarie di gioielli che producono utili per il gruppo come Fineco o la polacca Pekao.

Eviti di cedere partecipazioni che generano utili cospicui, eviti ulteriori inutili salassi agli azionisti che le hanno dato fiducia,
eviti anche ulteriori dolorosi tagli al personale,

Cerchi vie alternative, ce ne sono, si fidi.
Ce ne sono talmente tante che mi permetto addirittura di suggerirgliene una, si chiama AS roma Spa, modesta società calcistica di umili origini e ancora più umili risultati.

Ebbene monsieur Mustier, so che salterà sulla sedia leggendo quanto sto per scriverle, ma questa società, la AS ROMA, per ragioni che sfuggono a qualsiasi ragione economica ha  un indebitamento finanziario consolidato lordo di ben 162,6 milioni verso Unicredit.

Faccia quello per cui è stato nominato, tagli rami secchi, imponga rientri a chi, grazie alla precedente gestione della banca, ha goduto di credito non giustificato da alcuna ragione economica,
cominci da qua,
cominci dalla as roma,
il parco giocatori in fondo un minimo di valore lo ha,magari non più di 70-80 milioni,
sarebbe comunque un'ottima percentuale di recupero, quasi il 50%, consideri che neanche un anno fa sono state fatte fallire quattro banche valutando i crediti al 20% del nominale.

Certo di averle fatto un'utile segnalazione,
la saluto.

PS. In caso di probemi e per qualsiasi delucidazione, le consiglio di chiedere consulenza al management della vecchia Capitalia confluita proprio in Unicredit,
è gente in gamba e lavora per Lei ora, si fidi,
 in un caso simile che aveva come protagonista un'altra società calcistica romana quotata in borsa, dopo l'adc da 120 milioni usciti dalle tasche dei tifosi, la banca non perse un euro.

Saluti Monsieur Mustier,
ASROMAMERDA

 :poof:

Tu - sei - un ma-le-det-to gen-i-o.


Mi sto ancora scaravoltando dalle risate..... :pp :pp :pp :pp :p

Offline Bambino

*
5103
Re:Lettera a monsieur Jean Pierre Mustier...
« Risposta #3 il: 20 Ott 2016, 02:30 »
Caro Jean Pier, lo sappiamo tutti, in Unicredit ha ereditato una situazione difficilissima figlia delle precedenti sciagurate gestioni della banca, gli azionisti sono imbufaliti e la situazione del settore bancario italiano è quantomeno critica.

Il disastro che ha ereditato e che gli azionisti le chiedono risolvere sta tutto in questo grafico,
:




 -70% in un anno, 20 miliardi di capitalizzazione persi in un anno, risparmi di tanti piccoli azionisti bruciati per scelte del precedente management, chiamamole, "sbagliate".

Unicredit ora ha un disperato bisogno di un aumento di capitale, si dice di almeno 8 miliardi, si parla di vendere quote azionarie di gioielli che producono utili per il gruppo come Fineco o la polacca Pekao.

Eviti di cedere partecipazioni che generano utili cospicui, eviti ulteriori inutili salassi agli azionisti che le hanno dato fiducia,
eviti anche ulteriori dolorosi tagli al personale,

Cerchi vie alternative, ce ne sono, si fidi.
Ce ne sono talmente tante che mi permetto addirittura di suggerirgliene una, si chiama AS roma Spa, modesta società calcistica di umili origini e ancora più umili risultati.

Ebbene monsieur Mustier, so che salterà sulla sedia leggendo quanto sto per scriverle, ma questa società, la AS ROMA, per ragioni che sfuggono a qualsiasi ragione economica ha  un indebitamento finanziario consolidato lordo di ben 162,6 milioni verso Unicredit.

Faccia quello per cui è stato nominato, tagli rami secchi, imponga rientri a chi, grazie alla precedente gestione della banca, ha goduto di credito non giustificato da alcuna ragione economica,
cominci da qua,
cominci dalla as roma,
il parco giocatori in fondo un minimo di valore lo ha,magari non più di 70-80 milioni,
sarebbe comunque un'ottima percentuale di recupero, quasi il 50%, consideri che neanche un anno fa sono state fatte fallire quattro banche valutando i crediti al 20% del nominale.

Certo di averle fatto un'utile segnalazione,
la saluto.

PS. In caso di probemi e per qualsiasi delucidazione, le consiglio di chiedere consulenza al management della vecchia Capitalia confluita proprio in Unicredit,
è gente in gamba e lavora per Lei ora, si fidi,
 in un caso simile che aveva come protagonista un'altra società calcistica romana quotata in borsa, dopo l'adc da 120 milioni usciti dalle tasche dei tifosi, la banca non perse un euro.

Saluti Monsieur Mustier,
ASROMAMERDA

 :poof:

Tu - sei - un ma-le-det-to gen-i-o.


Mi sto ancora scaravoltando dalle risate..... :pp :pp :pp :pp :p

...E quando avrà terminato quest'opera meritoria, lei, che è una persona cosi colta, educata ed ammodo, faccia un'ultima cortesia,
tiri lo sciacquone....

mi inchino a voi geni, complimenti..

A S     R O M A     M E R D A

Offline Rugiule

*
5847
Re:Lettera a monsieur Jean Pierre Mustier...
« Risposta #4 il: 20 Ott 2016, 09:26 »
Credo che questa pulce nell'orecchio vada messa  :asrm

Offline blu73

*
1618
Re:Lettera a monsieur Jean Pierre Mustier...
« Risposta #5 il: 20 Ott 2016, 12:09 »
Caro Jean Pier, lo sappiamo tutti, in Unicredit ha ereditato una situazione difficilissima figlia delle precedenti sciagurate gestioni della banca, gli azionisti sono imbufaliti e la situazione del settore bancario italiano è quantomeno critica.

Il disastro che ha ereditato e che gli azionisti le chiedono risolvere sta tutto in questo grafico,
:




 -70% in un anno, 20 miliardi di capitalizzazione persi in un anno, risparmi di tanti piccoli azionisti bruciati per scelte del precedente management, chiamamole, "sbagliate".

Unicredit ora ha un disperato bisogno di un aumento di capitale, si dice di almeno 8 miliardi, si parla di vendere quote azionarie di gioielli che producono utili per il gruppo come Fineco o la polacca Pekao.

Eviti di cedere partecipazioni che generano utili cospicui, eviti ulteriori inutili salassi agli azionisti che le hanno dato fiducia,
eviti anche ulteriori dolorosi tagli al personale,

Cerchi vie alternative, ce ne sono, si fidi.
Ce ne sono talmente tante che mi permetto addirittura di suggerirgliene una, si chiama AS roma Spa, modesta società calcistica di umili origini e ancora più umili risultati.

Ebbene monsieur Mustier, so che salterà sulla sedia leggendo quanto sto per scriverle, ma questa società, la AS ROMA, per ragioni che sfuggono a qualsiasi ragione economica ha  un indebitamento finanziario consolidato lordo di ben 162,6 milioni verso Unicredit.

Faccia quello per cui è stato nominato, tagli rami secchi, imponga rientri a chi, grazie alla precedente gestione della banca, ha goduto di credito non giustificato da alcuna ragione economica,
cominci da qua,
cominci dalla as roma,
il parco giocatori in fondo un minimo di valore lo ha,magari non più di 70-80 milioni,
sarebbe comunque un'ottima percentuale di recupero, quasi il 50%, consideri che neanche un anno fa sono state fatte fallire quattro banche valutando i crediti al 20% del nominale.

Certo di averle fatto un'utile segnalazione,
la saluto.

PS. In caso di probemi e per qualsiasi delucidazione, le consiglio di chiedere consulenza al management della vecchia Capitalia confluita proprio in Unicredit,
è gente in gamba e lavora per Lei ora, si fidi,
 in un caso simile che aveva come protagonista un'altra società calcistica romana quotata in borsa, dopo l'adc da 120 milioni usciti dalle tasche dei tifosi, la banca non perse un euro.

Saluti Monsieur Mustier,
ASROMAMERDA

 :poof:

Online DajeLazioMia

*****
42390
Re:Lettera a monsieur Jean Pierre Mustier...
« Risposta #6 il: 20 Ott 2016, 12:22 »
Ma non fa ridere, è una questione seria e di buon senso.
Anzi, sarebbe.

Online GiPoda

*
3708
Re:Lettera a monsieur Jean Pierre Mustier...
« Risposta #7 il: 20 Ott 2016, 12:28 »
Gliela devi mandare, però!!
 :asrm

Offline NEMICOn.1

*
5330
Re:Lettera a monsieur Jean Pierre Mustier...
« Risposta #8 il: 20 Ott 2016, 12:53 »
Un altra domanda da fare è : perche Unicredit che doveva rientrare dal debito ect ect l'ha svenduta per poco piu di 55-60 milioni e dopo ha permesso , nonostante fosse ancora proprietaria di alcune quote un indebitamento di 170 milioni , che gli ha permesso di stare in posizioni di classifica alte ?
Re:Lettera a monsieur Jean Pierre Mustier...
« Risposta #9 il: 20 Ott 2016, 17:32 »
Un altra domanda da fare è : perche Unicredit che doveva rientrare dal debito ect ect l'ha svenduta per poco piu di 55-60 milioni e dopo ha permesso , nonostante fosse ancora proprietaria di alcune quote un indebitamento di 170 milioni , che gli ha permesso di stare in posizioni di classifica alte ?


Progetto stadio di tor di valle

Offline zorba

*****
5731
Re:Lettera a monsieur Jean Pierre Mustier...
« Risposta #10 il: 20 Ott 2016, 17:58 »


La faccia da "tipo che non si fa scrupoli pur di raggiungere il risultato", in effetti, ce l'ha...

 8) 8) 8)

Re:Lettera a monsieur Jean Pierre Mustier...
« Risposta #11 il: 20 Ott 2016, 19:08 »
scusate la domanda, ma sono vere queste cifre ?

Offline NEMICOn.1

*
5330
Re:Lettera a monsieur Jean Pierre Mustier...
« Risposta #12 il: 20 Ott 2016, 22:49 »

Progetto stadio di tor di valle

Dici ?? Potevano rientrarci ugualmente

Offline arturo

*****
11021
Re:Lettera a monsieur Jean Pierre Mustier...
« Risposta #13 il: 20 Ott 2016, 23:03 »
Se ce prova , fammi la fine del Calvi.

Online galafro

*
2489
Re:Lettera a monsieur Jean Pierre Mustier...
« Risposta #14 il: 21 Ott 2016, 10:03 »
Gestione della ss Lazio da parte di Capitalia: recupero totale del credito tramite ricapitalizzazione da 120 milioni in gran parte coperti dai tifosi, e dismissione degli assets (non c'erano manco undici giocatori), vendita a quattro soldi ad un lavavetri nella certezza del fallimento ineluttabile.
Gestione della as roma da parte di unicredit: vendita pilotata ad un soggetto offshore, ossia con le mani libere, ricordo perfettamente il rifiuto nei confronti di imprenditori romani e romanisti chissà perché, ricapitalizzazione congiunta con il nuovo proprietario, vendita a prezzi da saldo delle azioni, vendita di crediti a prezzi stracciati, e operazioni di mercato eclatanti che possono spiegarsi soltanto con interventi di appoggio della suddetta banca. Finita l'operazione dismissione si pensava che la suddetta banca non si fosse più avventurata a implicarsi finanziariamente con una società di calcio, macché nuovo prestito obbligazionario da 175 milioni. In un paese normale certa gente dovrebbe stare ad ammuffire in galera, invece quando si dimettono o vengono dimessi si prendono pure milioni di liquidazione, poi ci si meraviglia che il ns sistema bancario fa acqua da tutte le parti

Offline Dusk

*****
12737
http://www.labouratorio.it
Re:Lettera a monsieur Jean Pierre Mustier...
« Risposta #15 il: 25 Ott 2016, 09:32 »
Oh, come fa a sembrarvi una situazione da far scompisciare dalle risate non ne ho idea.

Offline robylele

*****
31651
Re:Lettera a monsieur Jean Pierre Mustier...
« Risposta #16 il: 25 Ott 2016, 09:44 »
Per Biafra mi sento solo di    :hail:

Re:Lettera a monsieur Jean Pierre Mustier...
« Risposta #17 il: 27 Ott 2016, 22:11 »
scusate la domanda, ma sono vere queste cifre ?

Offline charlie

*
9046
Re:Lettera a monsieur Jean Pierre Mustier...
« Risposta #18 il: 28 Ott 2016, 07:53 »
Oh, come fa a sembrarvi una situazione da far scompisciare dalle risate non ne ho idea.

Infatti.
Triste ed embleatica.
A me mette una fastidiosa sensazione di impotenza mista a rabbia.
Stemmerde.
Re:Lettera a monsieur Jean Pierre Mustier...
« Risposta #19 il: 28 Ott 2016, 12:07 »
Si, ma la mail di Jean Pierre dovè?

 :asrm
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod