Presentazioni

0 Utenti e 101 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Re:Presentazioni
« Risposta #380 il: 29 Gen 2019, 19:37 »
per aprire il topic devi avere un certo numero di post credo
 :asrm
benvenuto

Offline dexer01

*
22
Re:Presentazioni
« Risposta #381 il: 29 Gen 2019, 19:55 »
Ho già scritto alcuni post che hanno creato svariate reazioni diciamo.. comunque mi presento..sono Guido da Roma ,ho 30 anni e sono gobbo purosangue..vi leggevo da tempo e mi farebbe piacere discutere di calcio con voi...tifo solo Juve ma di certo le uniche squadre per cui ho una istintiva e leggera simpatia da sempre sono la vostra Lazio e la Samp..un saluto a tutti

Offline Ranxerox

*****
9070
Re:Presentazioni
« Risposta #382 il: 29 Gen 2019, 22:42 »
Benvenuti a tutti e tre e...

 :asrm

Offline ErNonno

*
82
Re:Presentazioni
« Risposta #383 il: 30 Gen 2019, 08:51 »
Grazie per il benvenuto
 :band9:
Re:Presentazioni
« Risposta #384 il: 30 Gen 2019, 10:12 »
grazie mille :ssl :ssl
Re:Presentazioni
« Risposta #385 il: 24 Mag 2019, 21:41 »
Eccomi finalmente!

Ciao, vi racconto di come casualmente sono diventato un tifoso della Lazio.
Era l'alba del 2004, tra febbraio e marzo, avevo 11 anni, vidi scorrere alla tv (era studio sport su italiauno) le immagini di un bel gol confenzionato dal duo Corradi-Fiore, e da lì scoccò la scintilla; sarà stata l'aquila dorata, il celeste del cielo, o il parmacotto :p così sentii di tifare Lazio.

Fino a quel momento il calcio non mi aveva interessato, ma dall'estate seguente le gambe incominciarono a fremermi così decisi di iniziare l'avventura sul campo da gioco.

Online TomYorke

*****
8455
Re:Presentazioni
« Risposta #386 il: 24 Mag 2019, 22:36 »
Benvenuto!

 :asrm :since :asrm

Offline mazzok

*****
4105
Re:Presentazioni
« Risposta #387 il: 24 Mag 2019, 23:15 »
benvenuto!!!


 :ssl

Offline Ranxerox

*****
9070
Re:Presentazioni
« Risposta #388 il: 25 Mag 2019, 17:24 »
Benvenuto e
 :asrm

Offline skire

*
114
Re:Presentazioni
« Risposta #389 il: 26 Giu 2019, 20:05 »
Mi presento, sono Edoardo, laziale puro grazie a mio nonno e vengo da Monterotondo (provincia di Roma). È veramente tanto che leggo il forum ed oggi ho notato con grande sorpresa che mi è stato approvato l'account  :beer:

Offline mazzok

*****
4105
Re:Presentazioni
« Risposta #390 il: 26 Giu 2019, 23:00 »
benvenuto skire


 :ssl

Offline pasha

*
75
Com'è che sono diventato laziale
« Risposta #391 il: 27 Giu 2019, 01:43 »
Nato in quel di Como (non certo feudo biancoceleste!) in una famiglia di milanisti (anche se a dirla tutta il nonno tifava Fiorentina perchè ci giocava un suo amico, e il babbo fino a Superga tifò Torino e solo poi passò al Milan), fin da piccolo ho provato una spiccata simpatia per la Lazio; erano gli anni di Giordano, della "maglia-bandiera", dell'impresa dei -9; e onestamente, non avessi avuto un padre e un fratello maggiore entrambi dal carattere autoritario ed entrambi sfegatati rossoneri, penso sarei diventato laziale già allora (tanto per dirne una, l'unica sciarpa di calcio mai comprata in vita mia fu quella degli Eagles Supporters - la ricordo benissimo, era la seconda dall'alto in questa foto: , purtroppo poi andata persa in qualche trasloco!). Comunque sia, dopo i fasti sacchiani mi capitò (era ora! :DD) quella che il comico "Giginho" definiva "A Descoverta D'a Fi*a", che insieme ad un'altra scoperta (cioè, chi fosse Berlusconi) mi portò a disinteressarmi totalmente del calcio per un paio di decenni. Molti anni dopo, essendo emigrato all'estero, mi ci sono riavvicinato tramite la Nazionale. Tornato in patria, la partita in tivù insieme con la famiglia è diventata un mezzo rito, ma mentre tifare la Nazionale mi veniva naturale, sentivo che quanto al Milan (seppur ormai deberlusconizzato) non era così, mi dovevo sforzare "turandomi il naso" per tutte le cose che non mi andavano giù, dalle gestioni opache e scellerate, ai troppi giocatori-mammolette ricoperti d'oro in cambio di prestazioni incolori a dir poco, e a mille altri dettagli che ora non sto qui ad elencare. Mi è subito riscattata invece la simpatia per la Prima Squadra Della Capitale, di cui ho seguito, due anni fa, l'avventura in EL, e l'anno scorso quasi tutte le partite, dal campionato all'EL alla Coppa Italia. Così facendo ho notato che, in campionato come in Coppa, nelle sfide tra Lazio e Milan mi trovavo ormai a tifare per i biancocelesti; unendo a ciò anche la scoperta di che cosa fosse il "Fondo Elliot" (squali della finanza, gente che Tex Willer farebbe volare fuori dalla stanza a ceffoni) mi son finalmente deciso, alla tenera età di 45 anni, a fare il gran salto. Ho fatto "outing" coi parenti  :p, mi son comprato la maglietta della Lazio, e sono ora felicemente biancoceleste.
Notate che in un certo senso mi pare di poter dire che porto bene, perchè dopo poco più di un mese dalla mia nascita la Lazio vinceva il primo scudetto, e nemmeno un paio di mesi dopo il "gran salto" di cui sopra arrivava la Coppa Italia contro l'Atalanta.
Ah, e notate anche che, forse per reazione al certo qual "fanatismo" di famiglia, non sono un ultrà. Il calcio mi piace ma ci sono cose più importanti e valori che per me vengono prima di quello. Per dire, se un domani (che credo e spero non arrivi mai!!!) la Lazio venisse acquistata da un George Soros o da una Laura Boldrini, beh...scusate ma a quel punto credo mi darei all'ippica!  :((
Spero mi possiate accettare anche così! Forza Lazio!  :D
Re:Com'è che sono diventato laziale
« Risposta #392 il: 27 Giu 2019, 01:52 »
Nato in quel di Como (non certo feudo biancoceleste!) in una famiglia di milanisti (anche se a dirla tutta il nonno tifava Fiorentina perchè ci giocava un suo amico, e il babbo fino a Superga tifò Torino e solo poi passò al Milan), fin da piccolo ho provato una spiccata simpatia per la Lazio; erano gli anni di Giordano, della "maglia-bandiera", dell'impresa dei -9; e onestamente, non avessi avuto un padre e un fratello maggiore entrambi dal carattere autoritario ed entrambi sfegatati rossoneri, penso sarei diventato laziale già allora (tanto per dirne una, l'unica sciarpa di calcio mai comprata in vita mia fu quella degli Eagles Supporters - la ricordo benissimo, era la seconda dall'alto in questa foto: , purtroppo poi andata persa in qualche trasloco!). Comunque sia, dopo i fasti sacchiani mi capitò (era ora! :DD) quella che il comico "Giginho" definiva "A Descoverta D'a Fi*a", che insieme ad un'altra scoperta (cioè, chi fosse Berlusconi) mi portò a disinteressarmi totalmente del calcio per un paio di decenni. Molti anni dopo, essendo emigrato all'estero, mi ci sono riavvicinato tramite la Nazionale. Tornato in patria, la partita in tivù insieme con la famiglia è diventata un mezzo rito, ma mentre tifare la Nazionale mi veniva naturale, sentivo che quanto al Milan (seppur ormai deberlusconizzato) non era così, mi dovevo sforzare "turandomi il naso" per tutte le cose che non mi andavano giù, dalle gestioni opache e scellerate, ai troppi giocatori-mammolette ricoperti d'oro in cambio di prestazioni incolori a dir poco, e a mille altri dettagli che ora non sto qui ad elencare. Mi è subito riscattata invece la simpatia per la Prima Squadra Della Capitale, di cui ho seguito, due anni fa, l'avventura in EL, e l'anno scorso quasi tutte le partite, dal campionato all'EL alla Coppa Italia. Così facendo ho notato che, in campionato come in Coppa, nelle sfide tra Lazio e Milan mi trovavo ormai a tifare per i biancocelesti; unendo a ciò anche la scoperta di che cosa fosse il "Fondo Elliot" (squali della finanza, gente che Tex Willer farebbe volare fuori dalla stanza a ceffoni) mi son finalmente deciso, alla tenera età di 45 anni, a fare il gran salto. Ho fatto "outing" coi parenti  :p, mi son comprato la maglietta della Lazio, e sono ora felicemente biancoceleste.
Notate che in un certo senso mi pare di poter dire che porto bene, perchè dopo poco più di un mese dalla mia nascita la Lazio vinceva il primo scudetto, e nemmeno un paio di mesi dopo il "gran salto" di cui sopra arrivava la Coppa Italia contro l'Atalanta.
Ah, e notate anche che, forse per reazione al certo qual "fanatismo" di famiglia, non sono un ultrà. Il calcio mi piace ma ci sono cose più importanti e valori che per me vengono prima di quello. Per dire, se un domani (che credo e spero non arrivi mai!!!) la Lazio venisse acquistata da un George Soros o da una Laura Boldrini, beh...scusate ma a quel punto credo mi darei all'ippica!  :((
Spero mi possiate accettare anche così! Forza Lazio!  :D

I Cristiani hanno accettato Paolo di Tarso. Figurati se nella grande fratellanza laziale non c’è posto per te. Ma ricordati: ci si converte una volta sola!!
Adesso dì pure “amen”, ops, volevo dire “roma merda” e accomodati pure.
Benvenuto!

Offline Tarallo

*****
84342
Re:Presentazioni
« Risposta #393 il: 27 Giu 2019, 06:33 »
Mammagari Soros.
Re:Presentazioni
« Risposta #394 il: 27 Giu 2019, 08:37 »
Benvenuti skire e pasha   :since :asrm

ps. +1 su Tarallo, mammagari Soros  :beer: 8)

Online TomYorke

*****
8455
Re:Presentazioni
« Risposta #395 il: 27 Giu 2019, 10:17 »
+2

Online vaz

*****
39096
Re:Presentazioni
« Risposta #396 il: 27 Giu 2019, 10:19 »
+3

Offline skire

*
114
Re:Presentazioni
« Risposta #397 il: 27 Giu 2019, 10:20 »
Grazie a tutti,  :ssl :asrm

Offline Arked

*
37
Re:Presentazioni
« Risposta #398 il: 27 Giu 2019, 15:36 »
Grazie ancora, ragazzi! Approfitto della vostra ospitalità per porvi una domanda: soggettivamente ed oggettivamente, "dove" collochereste la rivalità/antipatia con noi Napoletani? Ai livelli della Pallottese di Trigoria? Delle strisciate? Di più? Di meno? M'interesserebbe sia un vostro parere personale che oggettivo, di tifo. Se vi va. È una curiosità. PS non c'entra niente col discorso... ma ho appena guardato l'ennesimo video della Curva Nord sul coro di "Lazio is on fire"... cazzo! Quanto mi piacerebbe essere lì ad assistere a un derby!

Ciao benvenuto,
capisco che sei di Napoli e quindi non puoi sapere bene che cosa significa essere costretto a dividere la città con qualcuno che te la sporca.
Si potrebbe fare un discorso sociologico e profondo sul fatto che per colpa loro, con le dovute eccezioni, spesso siamo etichettati come 'i romani' coatti e caciaroni ma lasciamo stare che sarebbe troppo lungo.
Per quanto ci possa essere rivalità con le altre squadre, qui si parla di qualcosa di molto diverso.
Ho molti amici di fede sbagliata, alcuni strettissimi ma per quanto gli possa voler bene c'è sempre qualcosa che ti fa dire si però.....cioè si ripercuote sul personale. Almeno per quanto mi riguarda.

Offline pasha

*
75
Re:Com'è che sono diventato laziale
« Risposta #399 il: 27 Giu 2019, 17:54 »
I Cristiani hanno accettato Paolo di Tarso. Figurati se nella grande fratellanza laziale non c’è posto per te. Ma ricordati: ci si converte una volta sola!!
Adesso dì pure “amen”, ops, volevo dire “roma merda” e accomodati pure.
Benvenuto!

Giuro che non si tratta di "captatio benevolentiae", ma davvero la Roma mi sta pesantemente sulle palle fin da piccolo. Mo' poi che so' pure "meri cani", peggio ancora... :asrm  ;)

p.s. (perdonate l'OT, ma quanno ce vò ce vò)
Ragazzi, non scherziamo: Soros è costato all'Italia (cioè a me e a voi tutti) circa 50 MILIARDI DI DOLLARI DEL 1992! A seguito della sua speculazione il governo italiano dell'epoca si vide costretto ad introdurre l'ICI (ora IMU). Io quando quello tira le cuoia stappo 'na bottiglia di quello buono, altrochè!
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod