Sauro Pugnitopo

0 Utenti e 12 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline Scialoja

*****
11671
Sauro Pugnitopo
« il: 22 Dic 2015, 20:11 »
secondo il prestigioso portale locale ciociariavitamia.net, fu grazie ad una provvidenziale spazzata di Sauro Pugnitopo al 90' dell'ultima giornata del campionato 2003-04 che il Giulianova riuscì a spuntarla nel playoff della serie C2 italiana vincendo 1-0 con il Frosinone.
Fu in quel momento che Claudio Lotito, facoltoso signorotto della Roma bene, perse il suo interesse per la squadra ciociara (che fino ad allora sembrava destinata al prestigioso palcoscenico della serie C1), decidendo quindi di non rilevarla più.
 Il mese successivo decise quindi di rilevare un'altra società romana, la SS Lazio.
Senza quella spazzata, peraltro molto elegante, Claudio Lotito non avrebbe acquisito la Lazio. Le trattative con il club ciociaro erano pressoché concluse. Anche in questo caso ad attirare Claudio oltre il potenziale del Frosinone, il fascino della città, le delizie culinarie locali, il dinamismo dell'economia del frusinate e un forte interesse personale per i sandali col calzino bianco, emblema dell'alta moda ciociara.


Offline gentlemen

*
12603
Re:Sauro Pugnitopo
« Risposta #1 il: 22 Dic 2015, 20:24 »
secondo il prestigioso portale locale ciociariavitamia.net, fu grazie ad una provvidenziale spazzata di Sauro Pugnitopo al 90' dell'ultima giornata del campionato 2003-04 che il Giulianova riuscì a spuntarla nel playoff della serie C2 italiana vincendo 1-0 con il Frosinone.
Fu in quel momento che Claudio Lotito, facoltoso signorotto della Roma bene, perse il suo interesse per la squadra ciociara (che fino ad allora sembrava destinata al prestigioso palcoscenico della serie C1), decidendo quindi di non rilevarla più.
 Il mese successivo decise quindi di rilevare un'altra società romana, la SS Lazio.
Senza quella spazzata, peraltro molto elegante, Claudio Lotito non avrebbe acquisito la Lazio. Le trattative con il club ciociaro erano pressoché concluse. Anche in questo caso ad attirare Claudio oltre il potenziale del Frosinone, il fascino della città, le delizie culinarie locali, il dinamismo dell'economia del frusinate e un forte interesse personale per i sandali col calzino bianco, emblema dell'alta moda ciociara.
Grandissimo..... :) :) :) :) :) :) :) :) :) :)
Re:Sauro Pugnitopo
« Risposta #2 il: 22 Dic 2015, 20:24 »
E adesso Sauro che lavoro fa?
Si hanno notizie su di lui?
Re:Sauro Pugnitopo
« Risposta #3 il: 22 Dic 2015, 20:46 »
Da un topic d'antan dell'illustre Scajola che con questo ricalca il mio....
"Sauro Pugnitopo

Ruolo: difensore centrale dominante
Nazionalità: Italia
Nato il: 23/11/1967
Nato a: Gubbio (PG)
Altezza: cm 189
Peso: 78kg
Piede preferito: nessuno
Squadre di appartenenza: Gubbio, Giulianova, Lanciano, Sambenedettese, Cagliese, Virtus Spoleto


Sauro Pugnitopo, un calciatore cardine della retroguardia rossoblù del Gubbio a partire dal 1987 al 1992 (con una parentesi meno fortunata nella stagione '99-00), in carriera protagonista anche di uno spareggio per salire in B con la maglia del Giulianova, ricorda... "Conservo dei ricordi molto belli - dichiara Pugnitopo a Gubbiofans - Erano i primi anni di C per Gubbio dopo tanto tempo passato tra i dilettanti. Ricordo con piacere il tanto entusiasmo che si era creato tra la gente e tra noi giocatori, specialmente nei ragazzi del posto come Zoppis, Ragnacci, Bonifazi e Baldinelli, ma cito volentieri anche Magrini e Ciucarelli. Momenti stupendi, sia nel primo anno in C/2 con Landi e poi quelli successivi con Giorgini. Per sfortuna nostra all'epoca non c'erano ancora i playoff, altrimenti su 5 anni almeno 4 volte l'avremmo fatti di sicuro. Di quegli anni mi è rimasto un grande rammarico: di non essere riuscito a vincere niente. Avevamo il materiale per poter salire in C/1". Il ricordo più bello? "Ne ho tanti. Ero giovane e ritrovarmi con la possibilità di esordire in C è stata una grande soddisfazione. Il 1987 è stato il mio trampolino di lancio. I derby con Perugia e Ternana non si scordano. Affrontavamo degli avversari che chiaramente disponevano di una cornice di pubblico di alte platee. Ma noi giocammo contro di loro alla pari, sia sul campo che sugli spalti. Poi anche al Curi di Perugia giocammo a viso aperto, ma perdemmo il derby per 2-1, alla fine su un rigore dubbio. Fu un derby molto bello anche per la gente di Gubbio perchè partecipare e vedere giocare la propria squadra al Curi non è da tutti: la curva sud era piena e da eugubino vedere tutti quei tifosi al seguito mi fece una certa sensazione, difficile a spiegare a parole". Il compagno di squadra che ricordi più volentieri? "A livello tecnico il più forte è stato sicuramente Di Felice. Un grande professionista era Di Curzio, esemplare a livello tecnico-tattico. Poi non dimentico Rossi". E ci svela un retroscena... "Cacciatori prima delle partite - racconta - tranquillizzava tutti con battute e con una calma tale degna della sua grande esperienza passata nel calcio che conta. Si comportava così perchè diceva che il momento che pesa di più per un calciatore è proprio l'attesa e l'approccio ad una gara. Queste sono piccole esperienze che poi ti porti dietro per tutta la carriera". Gli allenatori? "Ho con tutti bei ricordi. Però di Landi mi è rimasto qualcosa in più perchè con lui ho esordito in C. Con Giorgini la consacrazione. Dopo tre anni a Gubbio, siamo stati insieme altre tre stagioni a Giulianova in cui abbiamo vinto un campionato di serie D, uno di C/2 e abbiamo perso uno spareggio per la serie B in Ancona". E il Gubbio attuale? "Spero che riesca a salire di categoria. Se il Gubbio vince la C/2 sono convinto che si ricrea in tutta la città un entusiasmo pari a quello che abbiamo vissuto nei primi anni di C sul finire degli anni '80. Ho girato tanto in serie C e conosco quasi tutto. Posso tranquillamente dire che Gubbio a livello sportivo è una delle migliori realtà che si trovano in giro e farebbe la sua gran bella figura anche in C/1. Le potenzialità ci sono, sia a livello di sponsor e sia a livello di pubblico. Poche altre squadre possono contare su tutto questo e credo fermamente che la piazza di Gubbio potrebbe far molto bene anche a grandi livelli in C/1, se non di più".

Offline Brixton

*
3930
Re:Sauro Pugnitopo
« Risposta #4 il: 22 Dic 2015, 20:47 »
Re:Sauro Pugnitopo
« Risposta #5 il: 23 Dic 2015, 14:50 »
Momenti epici...


Rimango sempre estasiato dalla visione del tifoso con il salvagente.
Oscar come miglior attore non protagonista.
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod