Una strana domenica

0 Utenti e 14 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Freezer67

Freezer67

Una strana domenica
« il: 11 Gen 2015, 20:13 »
la macchina accesa aspetta e la pioggia fine bagna il parabrezza, mentre intorno cala il silenzio, le strade sono vuote come la mia mente, in lontananza una figura si avvicina, i passi veloci, la sciarpa al collo....
E' una strana domenica, io la macchina e il mio amico del cuore, quello con cui sei cresciuto, quello che senti ogni tanto, ma è come se fosse sempre presente, quello con cui hai condiviso tutto quando non avevevamo niente, quello della mano sempre tesa quando in ginocchio tentavi di rialzarti dopo l'ennesimo schiaffo in faccia di una vita a volte complicata, quello della passione condivisa....
già,
la tua passione, la nostra passione con i colori del cielo, quella che ci fa battere forte ancora il cuore che ci fa incazzare e piangere allo stesso momento, che ci fa sentire ancora ragazzini, come quando scappavamo da casa e non c'erano altro che gli spalti, la folla, i cori, gli abbracci, la LAZIO, la tua LAZIO, la nostra LAZIO......
sorrido è' una strana domenica,
giro la chiave il motore si avvia ingrano la prima e si va,
e si va,
e dove lo decidi tu questa volta, e non c'è radio, e non ci sono telefoni, ma solo io e te una macchina e la pioggia fine..ed è  una giornata speciale, una giornata da segnare sul calendario,
scrivo e sorrido, perchè pensavo fosse una delle tue solite follie, quelle follie che fanno pensare a te come un pazzo che non cresce mai, che nonostante una famiglia, i figli, il lavoro, metti sempre la tua passione,  al centro della tua stessa esistenza, e mentre l'asfalto corre sotto di noi ci raccontiamo delle nostre vite, mentre la partita comincia, mentre 22 giocatori corrono dietro una palla e migliaia di cuori battono all'unisono, io e te giriamo intorno a questa città magnifica e non importa che siamo distanti dalla nostra passione perchè siamo insieme e condividiamo le nostre storie e ci lasciamo trasportare come ad un goal della nostra amata Lazio e le tue risate e le mie risate fanno da colonna sonora ad una strana domenica  e non importa che poi scopriamo insieme che abbiamo buttato al cesso una partita già vinta, io e te oggi abbiamo vinto tutto il resto la rabbia compresa passa via veloce, da domani ognuno tornerà a combattere di nuovo contro i mulini a vento
ma la Lazio oggi, la nostra Lazio,  ci ha di nuovo uniti.

ti voglio bene amico mio
ti voglio bene.





 






Re:Una strana domenica
« Risposta #1 il: 11 Gen 2015, 20:36 »
Un amico laziale, che si può volere di più?

:))

Freezer67

Freezer67

Re:Una strana domenica
« Risposta #2 il: 11 Gen 2015, 21:20 »
 ;)

Offline Brujita!

*
11573
Re:Una strana domenica
« Risposta #3 il: 12 Gen 2015, 10:15 »
 :since
Re:Una strana domenica
« Risposta #4 il: 12 Gen 2015, 10:23 »
la macchina accesa aspetta e la pioggia fine bagna il parabrezza, mentre intorno cala il silenzio, le strade sono vuote come la mia mente, in lontananza una figura si avvicina, i passi veloci, la sciarpa al collo....
E' una strana domenica, io la macchina e il mio amico del cuore, quello con cui sei cresciuto, quello che senti ogni tanto, ma è come se fosse sempre presente, quello con cui hai condiviso tutto quando non avevevamo niente, quello della mano sempre tesa quando in ginocchio tentavi di rialzarti dopo l'ennesimo schiaffo in faccia di una vita a volte complicata, quello della passione condivisa....
già,
la tua passione, la nostra passione con i colori del cielo, quella che ci fa battere forte ancora il cuore che ci fa incazzare e piangere allo stesso momento, che ci fa sentire ancora ragazzini, come quando scappavamo da casa e non c'erano altro che gli spalti, la folla, i cori, gli abbracci, la LAZIO, la tua LAZIO, la nostra LAZIO......
sorrido è' una strana domenica,
giro la chiave il motore si avvia ingrano la prima e si va,
e si va,
e dove lo decidi tu questa volta, e non c'è radio, e non ci sono telefoni, ma solo io e te una macchina e la pioggia fine..ed è  una giornata speciale, una giornata da segnare sul calendario,
scrivo e sorrido, perchè pensavo fosse una delle tue solite follie, quelle follie che fanno pensare a te come un pazzo che non cresce mai, che nonostante una famiglia, i figli, il lavoro, metti sempre la tua passione,  al centro della tua stessa esistenza, e mentre l'asfalto corre sotto di noi ci raccontiamo delle nostre vite, mentre la partita comincia, mentre 22 giocatori corrono dietro una palla e migliaia di cuori battono all'unisono, io e te giriamo intorno a questa città magnifica e non importa che siamo distanti dalla nostra passione perchè siamo insieme e condividiamo le nostre storie e ci lasciamo trasportare come ad un goal della nostra amata Lazio e le tue risate e le mie risate fanno da colonna sonora ad una strana domenica  e non importa che poi scopriamo insieme che abbiamo buttato al cesso una partita già vinta, io e te oggi abbiamo vinto tutto il resto la rabbia compresa passa via veloce, da domani ognuno tornerà a combattere di nuovo contro i mulini a vento
ma la Lazio oggi, la nostra Lazio,  ci ha di nuovo uniti.

ti voglio bene amico mio
ti voglio bene.

Belli i Laziali, strani, pazzi, unici
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod