Ci deve essere qualcosa sotto...

0 Utenti e 10 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Ci deve essere qualcosa sotto...
« il: 30 Gen 2018, 11:11 »
Sono un tifoso della Lazio, un tifoso ripeto, ma anche uno sportivo. Mi piace molto, fuori dai 90' in cui probabilmente non riesco, giudicare ed esaminare le partite, trovare il 'bello' anche nelle altre squadre. Ma sono sostanzialmente un tifoso e quindi alcuni aspetti, alcune situazioni, quelle magari contrarie alla mia Lazio, le vedo in maniera faziosa. Come tutti i tifosi anche di altre squadre, i quali anche loro sicuramente si lamentano per quanto storicamente ha subito la propria squadra.

Ma come la Lazio... io veramente credo.. nessuno!

Sono andato a Milano, come quasi ogni anno, contro questa squadra che odio 'sportivamente' per vari motivi.
Sono partito alle 8, da solo, in auto e mi sono fatto questo viaggio, chiamando ogni tanto mio figlio, 3 anni, ancora troppo piccolo per venire in trasferta e spero.. che un giorno mi dirà che odia il calcio, ma questa è un'altra storia.

Arrivo.. mangio, mi vedo la partita e subisco il solito risultato di merda a Milano.
Sto al primo anello verde, in mezzo ai milanisti, i quali prima della partita mandano whatsappate ai loro amici, tutti con lo stesso tenore "oggi ne prendiamo tre!". Mi sono giurato di non andare mai più in quel pollaio del terzo anello, fino a qualche anno fa circondato anche da pali per tenere la rete, visione del campo da galera. Certo.. mi manca lo strillare tutti insieme, ma la partita la voglio vedere. Quando mancano ancora 15 minuti alla fine sono sempre convinto che la ribaltiamo, la Lazio è veramente forte. Ma non è così. Per piccole cose, quegli episodi che decidono i match, per una palla 2 kmh più forte del dovuto di Anderson verso Milinkovic, un colpo di testa non indirizzato all'angolo per un ponte non previsto di Bonucci, una palla più alta di qualche centimetro per poterla scaraventare facilmente in rete da parte di Parolo, un passo più avanti del necessario da parte di Lulic per spanzare in gol a porta vuota. Finisce la partita.. rimango attonito perchè non è possibile addirittura perderla. E ora.. fatte il viaggio di ritorno, sempre da solo, verso mio figlio che mi reclama e con i primi 200km con una nebbia della madonna.
Ok. Va bene.

Ieri sera, con calma, sul tardi, mi rivedo la partita, per esaminare i replay, vedere in slow motion i movimenti errati in difesa o quelli meravigliosi in attacco. E per vedere cosa ha fatto l'arbitro.


Ora io mi chiedo.. aldilà del fatto che ci sono almeno due rigori netti (cioè.. due rigori netti... pazzesco!!) su Bastos e quello lampante su Luis Alberto, rivedetelo invece di criticare la Lazio che in difesa così.. che il crollo fisico.. che Inzaghi ha messo quello.. che però Bastos...

La Lazio ha giocato bene!! Molto bene. Il milan ha messo agonismo e corsa e forse noi alcune volte abbiamo permesso qualche ripartenza con la nostra trequarti scoperta, ma non si gioca da soli. Anche loro hanno dei buoni giocatori, dove c'è agonismo nulla è regalato. Ma la Lazio ha meritato ampiamente di vincere. Ma non è successo.
Non è successo perchè specie nel calcio attuale piccole cose fanno la differenza. Addirittura la differenza fra un 2a1 ed un 1a2.

Ora.. il primo gol è con la mano, anzi esattamente con il polso... il secondo gol (questo forse pochi l'hanno notato) parte con un azione in cui il pallone sta andando in fallo laterale a nostro favore, ma incoccia il meraviglioso arbitro e viene quindi recuperato da Calabria che smista avanti per poi, dopo una prolungata azione che non vedrà mai un giocatore della Lazio toccare il pallone, andrà a fare l'assist... il rigore su Bastos è la classica azione che va di moda analizzare al VAR.. il rigore su Luis Alberto è solare in quanto spostato con un'ancata da dietro mentre sta ricevendo il passaggio davanti alla porta da un giocatore che si disinteressa totalmente del pallone.. gli ammoniti sono 6 per 14 falli... il fallo su Parolo al limite dell'area è nettissimo ma viene ammonito (giustamente) Lulic che ferma la ripartenza incazzatissimo con l'arbitro per il mancato fischio e cerca pure di spiegarglielo..

Facciamo quasi.. scusatemi.. passatemi il termine, brutto.. mi fanno quasi pena i giocatori della Lazio. Come mi faccio pena io ancora a stare dietro a questa droga e come mi fanno pena i tanti laziali veri.

Ma ci deve essere qualcosa. Non può essere che siamo stranieri in patria, che il gol di Seghedoni, che siamo gli unici ad aver subito un gol dall'arbitro, che il primo rigore retroattivo, che la penalizzazione noi sempre, che noi paghiamo ma per l'opinione pubblica siamo graziati, che Anna Frank laziale non fa notizia e invece romanista è una vergogna e ci vogliono due partite a porte chiuse, che nell'epoca del VAR si riesca a segnare un gol con una mano etc etc

E' un loro gioco, di altri.

La rivoluzione nel calcio, per farlo diventare uno sport, ci sarà solo quando di concerto, tutti gli spettatori, compatti e per un mese di fila, senza neanche accendere la tv, faranno sciopero.
Ma le rivoluzioni non sono per paesi come l'Italia.


Offline mazzok

*****
4795
Re:Ci deve essere qualcosa sotto...
« Risposta #1 il: 30 Gen 2018, 11:26 »

Ora.. il primo gol è con la mano, anzi esattamente con il polso... il secondo gol (questo forse pochi l'hanno notato) parte con un azione in cui il pallone sta andando in fallo laterale a nostro favore, ma incoccia il meraviglioso arbitro e viene quindi recuperato da Calabria che smista avanti per poi, dopo una prolungata azione che non vedrà mai un giocatore della Lazio toccare il pallone, andrà a fare l'assist... il rigore su Bastos è la classica azione che va di moda analizzare al VAR.. il rigore su Luis Alberto è solare in quanto spostato con un'ancata da dietro mentre sta ricevendo il passaggio davanti alla porta da un giocatore che si disinteressa totalmente del pallone.. gli ammoniti sono 6 per 14 falli... il fallo su Parolo al limite dell'area è nettissimo ma viene ammonito (giustamente) Lulic che ferma la ripartenza incazzatissimo con l'arbitro per il mancato fischio e cerca pure di spiegarglielo..


manca un clamoroso fallo su Caicedo che stava entrando in area avversaria palla al piede, steso platealmente da un milanista, niente fallo nè sacrosanta ammonizione (con lo stesso metro adottato per noi) al milanista.

Offline Kobra

*
2753
Re:Ci deve essere qualcosa sotto...
« Risposta #2 il: 30 Gen 2018, 12:04 »
C'è anche un fuorigioco inesistente fischiato a Lulic a metà ripresa quando i rossoneri boccheggiavano in area...
Del contatto - dubbio a velocità normale - su Luis Alberto la regia di MP non ha mandato alcun replay...
 :x

Offline domenico

*
2673
Re:Ci deve essere qualcosa sotto...
« Risposta #3 il: 30 Gen 2018, 12:14 »
Intanto ti mando un abbraccio e tutta la mia stima. Ti capisco, anche io dopo Lazio-Torino avevo deciso di mollare tutto, non volevo saperne più niente. In realtà l'ho fatto pure, per ben 48ore. Dopodichè ho fatto il biglietto del treno e sono andato a vedere la nostra Lazio.
Un po' perchè di Lazio ci si ammala inguaribilmente, un po' perchè questi ragazzi stanno facendo qualcosa di straordinario e meritano il nostro sostegno a prescindere da tutto.
La Lazio a Milano ha fatto una partita sottotono, è vero, ma ha comunque fatto più del necessario per vincere. Lo dimostra il fatto che quegli altri pur facendo meno della metà, hanno portato i tre punti a casa.
Le critiche ci possono stare, anche il mister ha detto che non siamo stati brillanti, il punto è che ormai se non facciamo l partita perfetta di punti a casa non ne portiamo, e io mi sarei leggermente rotto il catso.
Re:Ci deve essere qualcosa sotto...
« Risposta #4 il: 30 Gen 2018, 12:36 »
Fly on your way like an eagles671!
Re:Ci deve essere qualcosa sotto...
« Risposta #5 il: 30 Gen 2018, 12:36 »
Fuori di qui tutti a soffermarsi, giustamente, sull'episodio più clamoroso

- il gol di mano

ma questo sta facendo passare senza attenzione

- il fallo in area su Bastos (trattenuta)

- il fallo in area su Luis Alberto (spostato con un'ancata da dietro mentre sta ricevendo il passaggio davanti alla porta da un giocatore che si disinteressa totalmente del pallone)

- il fallo su Parolo al limite dell'area

- il fuorigioco inesistente fischiato a Lulic a metà ripresa

- il clamoroso fallo su Caicedo (steso platealmente da un milanista mentre stava entrando in area avversaria palla al piede; niente fallo né ammonizione al milanista, sacrosanta con lo stesso metro adottato per noi)


O me li sono inventati io, insieme ad alcuni di noi?
Qualcuno riesce a recuperare le immagini???



Offline PILØ

*****
10382
::Italian Subs Addicted::
Re:Ci deve essere qualcosa sotto...
« Risposta #6 il: 30 Gen 2018, 12:38 »
C'è anche un fuorigioco inesistente fischiato a Lulic a metà ripresa quando i rossoneri boccheggiavano in area...
Del contatto - dubbio a velocità normale - su Luis Alberto la regia di MP non ha mandato alcun replay...
 :x


È la regia della Lega che non ha mandato i replay, come quello sul primo gol. Sky e Mediaset si sono lamentati proprio per la questione replay, sempre pochi e in ritardo.

Offline bak

*
20159
Re:Ci deve essere qualcosa sotto...
« Risposta #7 il: 30 Gen 2018, 12:38 »
Ma ci deve essere qualcosa. Non può essere che siamo stranieri in patria, che il gol di Seghedoni, che siamo gli unici ad aver subito un gol dall'arbitro, che il primo rigore retroattivo, che la penalizzazione noi sempre, che noi paghiamo ma per l'opinione pubblica siamo graziati, che Anna Frank laziale non fa notizia e invece romanista è una vergogna e ci vogliono due partite a porte chiuse, che nell'epoca del VAR si riesca a segnare un gol con una mano etc etc

Occhio alle date:
gennaio 1973 goal di Boninsegna di mano Inter-Lazio 1-1 e scudetto perso
febbraio 1999 goal di Vieri regolare in Lazio-milan 0-0 e scudetto perso
maggio 2014 massa in Lazio-Inter e qualificazione diretta in cl che sfuma
2016-2017 massacro scientifico dai fischietti in giallo.

Per non parlare dello scandalo scommesse dell'ottanta che ci colpì, di Mauri e così via.
Sotto c'è che a certa gente il solo nominare Vaccaro a molta gente scoppia il fegato; quest'anno vista la manifesta inferiorità di docciati e Inter, pomperanno da qui a maggio il milan, nella loro speranza - spero vana -, che almeno una delle due manifestamente inferiori si sveglino .

Offline Nico

*****
1134
Re:Ci deve essere qualcosa sotto...
« Risposta #8 il: 30 Gen 2018, 12:45 »
Sono un tifoso della Lazio, un tifoso ripeto, ma anche uno sportivo. Mi piace molto, fuori dai 90' in cui probabilmente non riesco, giudicare ed esaminare le partite, trovare il 'bello' anche nelle altre squadre. Ma sono sostanzialmente un tifoso e quindi alcuni aspetti, alcune situazioni, quelle magari contrarie alla mia Lazio, le vedo in maniera faziosa. Come tutti i tifosi anche di altre squadre, i quali anche loro sicuramente si lamentano per quanto storicamente ha subito la propria squadra.

Ma come la Lazio... io veramente credo.. nessuno!

Sono andato a Milano, come quasi ogni anno, contro questa squadra che odio 'sportivamente' per vari motivi.
Sono partito alle 8, da solo, in auto e mi sono fatto questo viaggio, chiamando ogni tanto mio figlio, 3 anni, ancora troppo piccolo per venire in trasferta e spero.. che un giorno mi dirà che odia il calcio, ma questa è un'altra storia.

Arrivo.. mangio, mi vedo la partita e subisco il solito risultato di merda a Milano.
Sto al primo anello verde, in mezzo ai milanisti, i quali prima della partita mandano whatsappate ai loro amici, tutti con lo stesso tenore "oggi ne prendiamo tre!". Mi sono giurato di non andare mai più in quel pollaio del terzo anello, fino a qualche anno fa circondato anche da pali per tenere la rete, visione del campo da galera. Certo.. mi manca lo strillare tutti insieme, ma la partita la voglio vedere. Quando mancano ancora 15 minuti alla fine sono sempre convinto che la ribaltiamo, la Lazio è veramente forte. Ma non è così. Per piccole cose, quegli episodi che decidono i match, per una palla 2 kmh più forte del dovuto di Anderson verso Milinkovic, un colpo di testa non indirizzato all'angolo per un ponte non previsto di Bonucci, una palla più alta di qualche centimetro per poterla scaraventare facilmente in rete da parte di Parolo, un passo più avanti del necessario da parte di Lulic per spanzare in gol a porta vuota. Finisce la partita.. rimango attonito perchè non è possibile addirittura perderla. E ora.. fatte il viaggio di ritorno, sempre da solo, verso mio figlio che mi reclama e con i primi 200km con una nebbia della madonna.
Ok. Va bene.

Ieri sera, con calma, sul tardi, mi rivedo la partita, per esaminare i replay, vedere in slow motion i movimenti errati in difesa o quelli meravigliosi in attacco. E per vedere cosa ha fatto l'arbitro.


Ora io mi chiedo.. aldilà del fatto che ci sono almeno due rigori netti (cioè.. due rigori netti... pazzesco!!) su Bastos e quello lampante su Luis Alberto, rivedetelo invece di criticare la Lazio che in difesa così.. che il crollo fisico.. che Inzaghi ha messo quello.. che però Bastos...

La Lazio ha giocato bene!! Molto bene. Il milan ha messo agonismo e corsa e forse noi alcune volte abbiamo permesso qualche ripartenza con la nostra trequarti scoperta, ma non si gioca da soli. Anche loro hanno dei buoni giocatori, dove c'è agonismo nulla è regalato. Ma la Lazio ha meritato ampiamente di vincere. Ma non è successo.
Non è successo perchè specie nel calcio attuale piccole cose fanno la differenza. Addirittura la differenza fra un 2a1 ed un 1a2.

Ora.. il primo gol è con la mano, anzi esattamente con il polso... il secondo gol (questo forse pochi l'hanno notato) parte con un azione in cui il pallone sta andando in fallo laterale a nostro favore, ma incoccia il meraviglioso arbitro e viene quindi recuperato da Calabria che smista avanti per poi, dopo una prolungata azione che non vedrà mai un giocatore della Lazio toccare il pallone, andrà a fare l'assist... il rigore su Bastos è la classica azione che va di moda analizzare al VAR.. il rigore su Luis Alberto è solare in quanto spostato con un'ancata da dietro mentre sta ricevendo il passaggio davanti alla porta da un giocatore che si disinteressa totalmente del pallone.. gli ammoniti sono 6 per 14 falli... il fallo su Parolo al limite dell'area è nettissimo ma viene ammonito (giustamente) Lulic che ferma la ripartenza incazzatissimo con l'arbitro per il mancato fischio e cerca pure di spiegarglielo..

Facciamo quasi.. scusatemi.. passatemi il termine, brutto.. mi fanno quasi pena i giocatori della Lazio. Come mi faccio pena io ancora a stare dietro a questa droga e come mi fanno pena i tanti laziali veri.

Ma ci deve essere qualcosa. Non può essere che siamo stranieri in patria, che il gol di Seghedoni, che siamo gli unici ad aver subito un gol dall'arbitro, che il primo rigore retroattivo, che la penalizzazione noi sempre, che noi paghiamo ma per l'opinione pubblica siamo graziati, che Anna Frank laziale non fa notizia e invece romanista è una vergogna e ci vogliono due partite a porte chiuse, che nell'epoca del VAR si riesca a segnare un gol con una mano etc etc

E' un loro gioco, di altri.

La rivoluzione nel calcio, per farlo diventare uno sport, ci sarà solo quando di concerto, tutti gli spettatori, compatti e per un mese di fila, senza neanche accendere la tv, faranno sciopero.
Ma le rivoluzioni non sono per paesi come l'Italia.

Prima di tutto Onore a te e a tutti i Laziali come te.... e me!

Per la rivoluzione stai tranquillo..... mo ce pensa malagò!

Offline gentlemen

*
12610
Re:Ci deve essere qualcosa sotto...
« Risposta #9 il: 30 Gen 2018, 13:15 »
Ieri ho seguito Tiki Taka, trasmissione in notturna (23.30-02.00) sportiva ma che rappresenta il peggio di quelle  che erano le trasmissioni sportive di qualche decennio fa, ebbene hanno parlato, con Cesari in collegamento, degli episodi VAR dell'ultima giornata dedicando al goal di Cutrone in Milan-Lazio al massimo 1 minuto, di cui una buona metà a sostenere che il ragazzo non andrebbe squalificato perché non si sarebbe accorto del tocco di  braccio....dico 1 minuto e non scherzo, naturalmente nessuno in studio ha sottolineato, e neanche il sedicente laziale Cruciani, che la Lazio è stata ampiamente danneggiata in questo campionato dalle decisioni arbitrali, che hanno interpretato e gestito il VAR a loro piacimento e quasi sempre a danno dei Biancocelesti.
Sono rimasto sconcertato, in quanto si trattava di Milan-Lazio e l'episodio era clamoroso, mentre l'episodio principale era quello in Crotone-Cagliari....
A quel punto decido di rivedere "calciomercato l'originale" su sky, che avevo registrato, ed anche in questo caso un minimo accenno all'episodio di Milan-Lazio, con il conduttore che si cimentava in un a filippica finalizzata a difendere la buona fede di Cutrone....una cosa ancor più sconcertante.
A questo punto è chiarissimo che le televisioni, chi fa parte del business che guadagna e finanzia il calcio in Italia, non vede di buon occhio una Lazio che potrebbe entrare nell'olimpo del calcio europeo, la Champions League, o quantomeno hanno interesse a non mettere in risalto i danni che la squadra di Inzaghi sta subendo.
A questo, ed ecco perché ero cosi incavolato con Mister e certi giocatori nel post di commento alla partita di domenica pomeriggio, la società ed il Mister devono far intendere bene ai giocatori che ci remeranno contro, nel dubbio saremo sempre sfavoriti (più che il VAR quello che più rende l'idea è il mancato fischio sul fallo su Caicedo al limite dell'area, evidente e chiaro....), per cui bisogna giocare con ferocia e determinazione senza eguali, concentrati al massimo, per cui non c'è spazio per mollezze e passeggiate in campo, o atteggiamenti da pigri scontenti....oramai è così, dobbiamo conquistarcelo sul campo il diritto ad arrivare in CL.
La Coppa Italia è un Trofeo, a livello sportivo vale più dell'accesso in CL, la storia ed il blasone di un Club lo fanno i trofei, e normalmente io preferisco i trofei, però ma i come quest'anno la qualificazione in CL è per NOI FONDAMENTALE, per trattenere certi giocatori, attirarne altri, crescere e stabilizzarci come Top Club, io non mi preoccuperei di cose starne in Coppa Italia, perché la partita fondamentale è Lazio-genoa, e soprattutto napoli-Lazio di sabato 10 febbraio, altra partita dove potremmo essere danne3ggiati sia per non fermare il Napoli sia per disturbare la Lazio, e permettere a qualche armata Brancaleone di rientrare nel giro CL.
Re:Ci deve essere qualcosa sotto...
« Risposta #10 il: 30 Gen 2018, 13:34 »
seguo, leggermente, l'offtopic relativo a Cutrone... dicendo che quando colpisci la palla di testa, te ne accorgi, perchè la palla che viaggia forte, quando la prendi di testa, la senti. E se non la prendi.. te ne accorgi. E lui esulta subito... facendo finta di niente.

Buona fede un cazz.o!

Inoltre... durante la partita cerca di prendere per il braccio il nostro portiere che sta cercando velocemente di far ripartire l'azione con il pallone fra le mani. Uno corretto, non lo fa.

Detto questo... a Napoli compensano, secondo me.

Offline Kobra

*
2753
Re:Ci deve essere qualcosa sotto...
« Risposta #11 il: 30 Gen 2018, 13:42 »
Detto questo... a Napoli compensano, secondo me.

Non ci scommetterei: troppo presto, devono tenere aperto il discorso lotta scudetto.
E comunque perdere a Napoli - in chiave CL - non sarebbe molto pesante, sono invece veri macigni i due punti scippati con BabaVar e da quell'altro fetente contro il toro. In tale ottica è bene che lo stadio col genoa sia non pieno, di più, perchè è la tipica partita da imboscata (e infatti Irrati ha già decimato un settore...)

Offline sergione

*
2540
Re:Ci deve essere qualcosa sotto...
« Risposta #12 il: 30 Gen 2018, 16:36 »
Sono un tifoso della Lazio, un tifoso ripeto, ma anche uno sportivo. Mi piace molto, fuori dai 90' in cui probabilmente non riesco, giudicare ed esaminare le partite, trovare il 'bello' anche nelle altre squadre. Ma sono sostanzialmente un tifoso e quindi alcuni aspetti, alcune situazioni, quelle magari contrarie alla mia Lazio, le vedo in maniera faziosa. Come tutti i tifosi anche di altre squadre, i quali anche loro sicuramente si lamentano per quanto storicamente ha subito la propria squadra.

Ma come la Lazio... io veramente credo.. nessuno!

Sono andato a Milano, come quasi ogni anno, contro questa squadra che odio 'sportivamente' per vari motivi.
Sono partito alle 8, da solo, in auto e mi sono fatto questo viaggio, chiamando ogni tanto mio figlio, 3 anni, ancora troppo piccolo per venire in trasferta e spero.. che un giorno mi dirà che odia il calcio, ma questa è un'altra storia.

Arrivo.. mangio, mi vedo la partita e subisco il solito risultato di merda a Milano.
Sto al primo anello verde, in mezzo ai milanisti, i quali prima della partita mandano whatsappate ai loro amici, tutti con lo stesso tenore "oggi ne prendiamo tre!". Mi sono giurato di non andare mai più in quel pollaio del terzo anello, fino a qualche anno fa circondato anche da pali per tenere la rete, visione del campo da galera. Certo.. mi manca lo strillare tutti insieme, ma la partita la voglio vedere. Quando mancano ancora 15 minuti alla fine sono sempre convinto che la ribaltiamo, la Lazio è veramente forte. Ma non è così. Per piccole cose, quegli episodi che decidono i match, per una palla 2 kmh più forte del dovuto di Anderson verso Milinkovic, un colpo di testa non indirizzato all'angolo per un ponte non previsto di Bonucci, una palla più alta di qualche centimetro per poterla scaraventare facilmente in rete da parte di Parolo, un passo più avanti del necessario da parte di Lulic per spanzare in gol a porta vuota. Finisce la partita.. rimango attonito perchè non è possibile addirittura perderla. E ora.. fatte il viaggio di ritorno, sempre da solo, verso mio figlio che mi reclama e con i primi 200km con una nebbia della madonna.
Ok. Va bene.

Ieri sera, con calma, sul tardi, mi rivedo la partita, per esaminare i replay, vedere in slow motion i movimenti errati in difesa o quelli meravigliosi in attacco. E per vedere cosa ha fatto l'arbitro.


Ora io mi chiedo.. aldilà del fatto che ci sono almeno due rigori netti (cioè.. due rigori netti... pazzesco!!) su Bastos e quello lampante su Luis Alberto, rivedetelo invece di criticare la Lazio che in difesa così.. che il crollo fisico.. che Inzaghi ha messo quello.. che però Bastos...

La Lazio ha giocato bene!! Molto bene. Il milan ha messo agonismo e corsa e forse noi alcune volte abbiamo permesso qualche ripartenza con la nostra trequarti scoperta, ma non si gioca da soli. Anche loro hanno dei buoni giocatori, dove c'è agonismo nulla è regalato. Ma la Lazio ha meritato ampiamente di vincere. Ma non è successo.
Non è successo perchè specie nel calcio attuale piccole cose fanno la differenza. Addirittura la differenza fra un 2a1 ed un 1a2.

Ora.. il primo gol è con la mano, anzi esattamente con il polso... il secondo gol (questo forse pochi l'hanno notato) parte con un azione in cui il pallone sta andando in fallo laterale a nostro favore, ma incoccia il meraviglioso arbitro e viene quindi recuperato da Calabria che smista avanti per poi, dopo una prolungata azione che non vedrà mai un giocatore della Lazio toccare il pallone, andrà a fare l'assist... il rigore su Bastos è la classica azione che va di moda analizzare al VAR.. il rigore su Luis Alberto è solare in quanto spostato con un'ancata da dietro mentre sta ricevendo il passaggio davanti alla porta da un giocatore che si disinteressa totalmente del pallone.. gli ammoniti sono 6 per 14 falli... il fallo su Parolo al limite dell'area è nettissimo ma viene ammonito (giustamente) Lulic che ferma la ripartenza incazzatissimo con l'arbitro per il mancato fischio e cerca pure di spiegarglielo..

Facciamo quasi.. scusatemi.. passatemi il termine, brutto.. mi fanno quasi pena i giocatori della Lazio. Come mi faccio pena io ancora a stare dietro a questa droga e come mi fanno pena i tanti laziali veri.

Ma ci deve essere qualcosa. Non può essere che siamo stranieri in patria, che il gol di Seghedoni, che siamo gli unici ad aver subito un gol dall'arbitro, che il primo rigore retroattivo, che la penalizzazione noi sempre, che noi paghiamo ma per l'opinione pubblica siamo graziati, che Anna Frank laziale non fa notizia e invece romanista è una vergogna e ci vogliono due partite a porte chiuse, che nell'epoca del VAR si riesca a segnare un gol con una mano etc etc

E' un loro gioco, di altri.

La rivoluzione nel calcio, per farlo diventare uno sport, ci sarà solo quando di concerto, tutti gli spettatori, compatti e per un mese di fila, senza neanche accendere la tv, faranno sciopero.
Ma le rivoluzioni non sono per paesi come l'Italia.
Tutto giusto, ma qui la rivoluzione deve partire dalla politica che in Italia ormai controlla anche le casse da morto.
Non voglio fare campagna elettorale ma c'e' un partito in Italia che ha individuato nella stampa italiana il vero cancro della democrazia ed e' proprio quello il settore da scardinare, azzerare, rifondare.
La stampa governa, la stampa influenza, incute timore; in un mondo dove ormai i manganelli e le pistole sono in disuso (per fortuna), se vuoi punire qualcuno fai un articolo di giornale o un servizio "apparecchiato" alla televisione.
La Lazio ed il suo presidente sono oggetto di un vero e proprio pestaggio mediatico da anni, Lotito e' conosciuto dai piu' come "il mafioso" che comanda il calcio, la Lazio come una societa' di nazisti, e quando diventi l'anello debole tutti ti danno addosso, anche gli arbitri perche' sanno che ogni nostro urlo o lamento verra' silenziato o preso in giro.
I giornalisti, sono loro i veri responsabili del marciume e delle ingiustizie a cui ormai l'Italia  si e' assuefatta.

Offline gentlemen

*
12610
Re:Ci deve essere qualcosa sotto...
« Risposta #13 il: 30 Gen 2018, 19:36 »
Tutto giusto, ma qui la rivoluzione deve partire dalla politica che in Italia ormai controlla anche le casse da morto.
Non voglio fare campagna elettorale ma c'e' un partito in Italia che ha individuato nella stampa italiana il vero cancro della democrazia ed e' proprio quello il settore da scardinare, azzerare, rifondare.
La stampa governa, la stampa influenza, incute timore; in un mondo dove ormai i manganelli e le pistole sono in disuso (per fortuna), se vuoi punire qualcuno fai un articolo di giornale o un servizio "apparecchiato" alla televisione.
La Lazio ed il suo presidente sono oggetto di un vero e proprio pestaggio mediatico da anni, Lotito e' conosciuto dai piu' come "il mafioso" che comanda il calcio, la Lazio come una societa' di nazisti, e quando diventi l'anello debole tutti ti danno addosso, anche gli arbitri perche' sanno che ogni nostro urlo o lamento verra' silenziato o preso in giro.
I giornalisti, sono loro i veri responsabili del marciume e delle ingiustizie a cui ormai l'Italia  si e' assuefatta.
Re:Ci deve essere qualcosa sotto...
« Risposta #14 il: 30 Gen 2018, 19:41 »

I giornalisti, sono loro i veri responsabili del marciume e delle ingiustizie a cui ormai l'Italia  si e' assuefatta.

Questa volta CONCORDO COMPLETAMENTE CON TE.

Offline zorba

*****
5718
Re:Ci deve essere qualcosa sotto...
« Risposta #15 il: 31 Gen 2018, 07:08 »
Tutto giusto, ma qui la rivoluzione deve partire dalla politica che in Italia ormai controlla anche le casse da morto.
Non voglio fare campagna elettorale ma c'e' un partito in Italia che ha individuato nella stampa italiana il vero cancro della democrazia ed e' proprio quello il settore da scardinare, azzerare, rifondare.
La stampa governa, la stampa influenza, incute timore; in un mondo dove ormai i manganelli e le pistole sono in disuso (per fortuna), se vuoi punire qualcuno fai un articolo di giornale o un servizio "apparecchiato" alla televisione.
La Lazio ed il suo presidente sono oggetto di un vero e proprio pestaggio mediatico da anni, Lotito e' conosciuto dai piu' come "il mafioso" che comanda il calcio, la Lazio come una societa' di nazisti, e quando diventi l'anello debole tutti ti danno addosso, anche gli arbitri perche' sanno che ogni nostro urlo o lamento verra' silenziato o preso in giro.
I giornalisti, sono loro i veri responsabili del marciume e delle ingiustizie a cui ormai l'Italia  si e' assuefatta.




Questa volta CONCORDO COMPLETAMENTE CON TE.

Beh, allora diciamo, per precisione, correttezza e per non commettere lo stesso errore fatto nei confronti della tifoseria laziale, CERTI giornalisti sono responsabili di quanto segnalato da sergione.

 ;)

Offline Kobra

*
2753
Re:Ci deve essere qualcosa sotto...
« Risposta #16 il: 31 Gen 2018, 10:09 »
Per la precisione quelli televisivi,
visto che i giornali ormai sono semiclandestini
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod