CN11,5

0 Utenti e 73 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Online Tarallo

*****
83540
Re:CN11,5
« Risposta #2060 il: 11 Lug 2019, 21:25 »
Magna tranqvillo.
Re:CN11,5
« Risposta #2061 il: 11 Lug 2019, 22:21 »
il problema non è lo sciopero, la protesta insensata o il fatto che non entrino.
Il problema è quello che combineranno fuori per non far entrare.
io dai 14 ai 19 anni sono stato fisso allo stadio, tutte in casa, quasi tutte le trasferte, qualche ritiro ad auronzo… poi ho smesso per 2 motivi, uno principale ed uno che si è accodato.
il principale sono loro!
non so quante volte negli anni della contestazione ho rischiato/preso botte perchè volevo giustamente estrare in curva mentre loro mi "consigliavano" di non farlo.
Mi ricordo un Lazio-Fiorentina dove un ragazzo poco più grande di me, avrà avuto 17 anni, mi bloccava spingendomi ma visto che non ero (e non sono) piccolino lo faceva con ben poco successo cosi sono intervenuti altri 2 omoni sulla trentina non proprio pacifici (entrai in un momento di distrazione)
Il secondo motivo è l'età, il lavoro, le prime relazioni serie….chi me lo faceva fare di rischiare per una partita?
ora che mi ritrovo verso i 29 anni ormai mi sono "abituato" al non andarci.
mi manca? si, abbastanza, ho il ricordo di una partita europea di quando avevo intorno ai 6 anni con mio padre, una delle poche volte che mi portò allo stadio (luogo che abbandonò alla mia nascita,prima faceva parte degli ES quindi non aveva buoni ricordi degli IRR) , eravamo in curva, e avendolo perso a 13 anni il mio andare in quel luogo era (oltre che per la partita) per rivivere un ricordo a me caro.
a distanza di 10 anni probabilmente riandandoci piangerei dall'emozione ma non voglio stare alle regole di nessuno, se non quelle dello stato ovviamente, e non ho intenzione però neanche di rischiare l'osso del collo.
lo stadio per me è quella curva, li ho uno dei ricordi più belli ed importanti della mia vita e quello è il mio posto.
purtroppo ora è ostaggio di gente poco ragionevole che se prima riuscivo ad aggirare con conoscenze (la buona Enza, seppur con idee differenti dalle mie, ha sempre preso le mie parti essendoci conosciuti in varie occasioni ed ha spesso evitato che mi si cacasse il cazzo se non cantavo cori contro Lotito o altre cose, anche se molti mi guardavano male, ora purtroppo non c'è piu) ora sarebbe solo puro scontro.
Abbandonano? bene, se fosse vero sarebbe un +1 da parte mia assicurato per riprendermi il mio posto e perchè no, rispolverare quella vecchia bandiera con l'aquila stilizzata e la scritta ES al suo interno che conservo gelosamente

Offline ES

*
12359
Re:CN11,5
« Risposta #2062 il: 11 Lug 2019, 23:00 »
Respect.
Re:CN11,5
« Risposta #2063 il: 12 Lug 2019, 01:41 »
ma non ci si può incontrare tutti ai distinti sud e ricominciare?

Offline Palo

*****
10999
Re:CN11,5
« Risposta #2064 il: 12 Lug 2019, 05:56 »




Ma dà fastidio solo a me il fatto che la parola irriducibili sia scritta con font più grande della parola Lazio?

In fondo è tutto qui: si sentono più importanti loro della presunta ragione del loro essere.

Re:CN11,5
« Risposta #2065 il: 12 Lug 2019, 07:01 »
il problema non è lo sciopero, la protesta insensata o il fatto che non entrino.
Il problema è quello che combineranno fuori per non far entrare.
io dai 14 ai 19 anni sono stato fisso allo stadio, tutte in casa, quasi tutte le trasferte, qualche ritiro ad auronzo… poi ho smesso per 2 motivi, uno principale ed uno che si è accodato.
il principale sono loro!
non so quante volte negli anni della contestazione ho rischiato/preso botte perchè volevo giustamente estrare in curva mentre loro mi "consigliavano" di non farlo.
Mi ricordo un Lazio-Fiorentina dove un ragazzo poco più grande di me, avrà avuto 17 anni, mi bloccava spingendomi ma visto che non ero (e non sono) piccolino lo faceva con ben poco successo cosi sono intervenuti altri 2 omoni sulla trentina non proprio pacifici (entrai in un momento di distrazione)
Il secondo motivo è l'età, il lavoro, le prime relazioni serie….chi me lo faceva fare di rischiare per una partita?
ora che mi ritrovo verso i 29 anni ormai mi sono "abituato" al non andarci.
mi manca? si, abbastanza, ho il ricordo di una partita europea di quando avevo intorno ai 6 anni con mio padre, una delle poche volte che mi portò allo stadio (luogo che abbandonò alla mia nascita,prima faceva parte degli ES quindi non aveva buoni ricordi degli IRR) , eravamo in curva, e avendolo perso a 13 anni il mio andare in quel luogo era (oltre che per la partita) per rivivere un ricordo a me caro.
a distanza di 10 anni probabilmente riandandoci piangerei dall'emozione ma non voglio stare alle regole di nessuno, se non quelle dello stato ovviamente, e non ho intenzione però neanche di rischiare l'osso del collo.
lo stadio per me è quella curva, li ho uno dei ricordi più belli ed importanti della mia vita e quello è il mio posto.
purtroppo ora è ostaggio di gente poco ragionevole che se prima riuscivo ad aggirare con conoscenze (la buona Enza, seppur con idee differenti dalle mie, ha sempre preso le mie parti essendoci conosciuti in varie occasioni ed ha spesso evitato che mi si cacasse il cazzo se non cantavo cori contro Lotito o altre cose, anche se molti mi guardavano male, ora purtroppo non c'è piu) ora sarebbe solo puro scontro.
Abbandonano? bene, se fosse vero sarebbe un +1 da parte mia assicurato per riprendermi il mio posto e perchè no, rispolverare quella vecchia bandiera con l'aquila stilizzata e la scritta ES al suo interno che conservo gelosamente
Grande.
Re:CN11,5
« Risposta #2066 il: 12 Lug 2019, 07:07 »
Sticazzi.

Alla terza vittoria di fila, partirà il coro spontaneo da tutto lo stadio :"Lazio Lazio Lazio", e la domenica successiva saranno al loro posto.

Er tempo de sali sul carro.

Online DajeLazioMia

*****
38893
Re:CN11,5
« Risposta #2067 il: 12 Lug 2019, 07:15 »
A me pare che ci sia sempre più indifferenza intorno al loro gruppo e alle loro inziative.



Offline paolo71

*****
10888
Re:CN11,5
« Risposta #2068 il: 12 Lug 2019, 08:30 »
il problema non è lo sciopero, la protesta insensata o il fatto che non entrino.
Il problema è quello che combineranno fuori per non far entrare.
io dai 14 ai 19 anni sono stato fisso allo stadio, tutte in casa, quasi tutte le trasferte, qualche ritiro ad auronzo… poi ho smesso per 2 motivi, uno principale ed uno che si è accodato.
il principale sono loro!
non so quante volte negli anni della contestazione ho rischiato/preso botte perchè volevo giustamente estrare in curva mentre loro mi "consigliavano" di non farlo.
Mi ricordo un Lazio-Fiorentina dove un ragazzo poco più grande di me, avrà avuto 17 anni, mi bloccava spingendomi ma visto che non ero (e non sono) piccolino lo faceva con ben poco successo cosi sono intervenuti altri 2 omoni sulla trentina non proprio pacifici (entrai in un momento di distrazione)
Il secondo motivo è l'età, il lavoro, le prime relazioni serie….chi me lo faceva fare di rischiare per una partita?
ora che mi ritrovo verso i 29 anni ormai mi sono "abituato" al non andarci.
mi manca? si, abbastanza, ho il ricordo di una partita europea di quando avevo intorno ai 6 anni con mio padre, una delle poche volte che mi portò allo stadio (luogo che abbandonò alla mia nascita,prima faceva parte degli ES quindi non aveva buoni ricordi degli IRR) , eravamo in curva, e avendolo perso a 13 anni il mio andare in quel luogo era (oltre che per la partita) per rivivere un ricordo a me caro.
a distanza di 10 anni probabilmente riandandoci piangerei dall'emozione ma non voglio stare alle regole di nessuno, se non quelle dello stato ovviamente, e non ho intenzione però neanche di rischiare l'osso del collo.
lo stadio per me è quella curva, li ho uno dei ricordi più belli ed importanti della mia vita e quello è il mio posto.
purtroppo ora è ostaggio di gente poco ragionevole che se prima riuscivo ad aggirare con conoscenze (la buona Enza, seppur con idee differenti dalle mie, ha sempre preso le mie parti essendoci conosciuti in varie occasioni ed ha spesso evitato che mi si cacasse il cazzo se non cantavo cori contro Lotito o altre cose, anche se molti mi guardavano male, ora purtroppo non c'è piu) ora sarebbe solo puro scontro.
Abbandonano? bene, se fosse vero sarebbe un +1 da parte mia assicurato per riprendermi il mio posto e perchè no, rispolverare quella vecchia bandiera con l'aquila stilizzata e la scritta ES al suo interno che conservo gelosamente

Un abbraccio fratello Laziale, a te e al Papà che ti guarda da lassù!
Re:CN11,5
« Risposta #2069 il: 12 Lug 2019, 08:33 »
Aula sorda e grigia 1922

Stadio sordo e grigio 2019

Prima mussolini, per loro.

E il bivacco di manipoli... Io non ho più parole per descrivere sti personaggi. Mi fanno vomitare e sì, io sono uno di quelli che ha smesso di venire allo stadio per colpa loro. L'anno scorso mi sono riabbonato con moglie e figlio e mi hanno fatto passare la voglia un'altra volta con i loro cori beceri e autoreferenziali, i ragazzi di Buda e tutte le stronzate del caso...

Offline carib

*****
27166
Re:CN11,5
« Risposta #2070 il: 12 Lug 2019, 08:41 »
IMHO questo topic non dovrebbe stare su Lazio Talk

 :since :asrm

Offline momi

*****
6268
Re:CN11,5
« Risposta #2071 il: 12 Lug 2019, 09:03 »

Dopo "MOVIMENTO CULTURALE" ho smesso di leggere...

Offline ES

*
12359
Re:CN11,5
« Risposta #2072 il: 12 Lug 2019, 09:12 »
IMHO questo topic non dovrebbe stare su Lazio Talk

 :since :asrm
Re:CN11,5
« Risposta #2073 il: 12 Lug 2019, 09:56 »
[...]
mi manca? si, abbastanza
[...]

La tua storia mi ricorda molto la mia, anche se sto con una decina di anni in più sulle spalle. Da abbonato in curva e fisso allo stadio a 18 anni ad un momento, per le stesse cause che hai detto tu - e con le stesse priorità/pesi - ho smesso di andare.
Però c'è stato, molti anni dopo, un momento in cui la risposta a quel "mi manca?" è passata dal semplice "sì" al "troppo", e sono tornato. In curva ovviamente, avendola sempre considerata "casa mai" allo stadio. Ora che quel motivo di allora (loro) è tornato a rompermi l'anima, ho deciso di fare un passetto un po' più in la, e invece di lasciare lo stadio di spostarmi in distinti. Pensaci, in distinti ti aspettiamo. La Lazio ti aspetta

Online robylele

*****
30943
Re:CN11,5
« Risposta #2074 il: 12 Lug 2019, 10:03 »
il problema non è lo sciopero, la protesta insensata o il fatto che non entrino.
Il problema è quello che combineranno fuori per non far entrare.
io dai 14 ai 19 anni sono stato fisso allo stadio, tutte in casa, quasi tutte le trasferte, qualche ritiro ad auronzo… poi ho smesso per 2 motivi, uno principale ed uno che si è accodato.
il principale sono loro!
non so quante volte negli anni della contestazione ho rischiato/preso botte perchè volevo giustamente estrare in curva mentre loro mi "consigliavano" di non farlo.
Mi ricordo un Lazio-Fiorentina dove un ragazzo poco più grande di me, avrà avuto 17 anni, mi bloccava spingendomi ma visto che non ero (e non sono) piccolino lo faceva con ben poco successo cosi sono intervenuti altri 2 omoni sulla trentina non proprio pacifici (entrai in un momento di distrazione)
Il secondo motivo è l'età, il lavoro, le prime relazioni serie….chi me lo faceva fare di rischiare per una partita?
ora che mi ritrovo verso i 29 anni ormai mi sono "abituato" al non andarci.
mi manca? si, abbastanza, ho il ricordo di una partita europea di quando avevo intorno ai 6 anni con mio padre, una delle poche volte che mi portò allo stadio (luogo che abbandonò alla mia nascita,prima faceva parte degli ES quindi non aveva buoni ricordi degli IRR) , eravamo in curva, e avendolo perso a 13 anni il mio andare in quel luogo era (oltre che per la partita) per rivivere un ricordo a me caro.
a distanza di 10 anni probabilmente riandandoci piangerei dall'emozione ma non voglio stare alle regole di nessuno, se non quelle dello stato ovviamente, e non ho intenzione però neanche di rischiare l'osso del collo.
lo stadio per me è quella curva, li ho uno dei ricordi più belli ed importanti della mia vita e quello è il mio posto.
purtroppo ora è ostaggio di gente poco ragionevole che se prima riuscivo ad aggirare con conoscenze (la buona Enza, seppur con idee differenti dalle mie, ha sempre preso le mie parti essendoci conosciuti in varie occasioni ed ha spesso evitato che mi si cacasse il cazzo se non cantavo cori contro Lotito o altre cose, anche se molti mi guardavano male, ora purtroppo non c'è piu) ora sarebbe solo puro scontro.
Abbandonano? bene, se fosse vero sarebbe un +1 da parte mia assicurato per riprendermi il mio posto e perchè no, rispolverare quella vecchia bandiera con l'aquila stilizzata e la scritta ES al suo interno che conservo gelosamente

bel post!!  :beer:

Re:CN11,5
« Risposta #2075 il: 12 Lug 2019, 10:57 »
IMHO questo topic non dovrebbe stare su Lazio Talk

 :since :asrm
Pure per me, anzi io smetterei proprio di parlarne di loro (salvo roba clamorosa).
Re:CN11,5
« Risposta #2076 il: 12 Lug 2019, 16:56 »
Fifa, pugno duro contro il razzismo: squalifiche raddoppiate e gare perse

Il nuovo codice disciplinare parla chiaro, minimo 10 gare di stop e sconfitta immediata

11/07/2019 Fifa, pugno duro contro il razzismo: squalifiche raddoppiate e gare perse
Basta episodi di razzismo nel mondo del calcio. La Fifa è intenzionata a punire più severamente gli insulti discriminatori all'interno degli stadi e nel nuovo codice disciplinare, che verrà applicato dal prossimo lunedì, utilizza il pugno di ferro: si va da un minimo di dieci gare di stop per i giocatori che verranno riconosciuti colpevoli di comportamenti discriminatori e si arriva fino alla sconfitta immediata per la squadra i cui tifosi siano colpevoli di episodi di discriminazione.
“A meno che non si creino circostanze eccezionali, se una gara viene dichiarata conclusa dall’arbitro a causa di comportamenti razzisti e/o discriminatori, la partita deve essere dichiarata persa” si legge nel nuovo regolamento disciplinare.

La sanzione prevista dal codice, che si applicherà solo alle competizioni ufficiali della Fifa (incluse le qualificazioni per il Mondiale 2022), sarà comminata in caso di insulti per “il colore della pelle, l’origine etnica, geografica o sociale, il sesso e l’orientamento sessuale, la disabilità, la lingua, la religione, le opinioni politiche o qualsiasi altro status”.

In particolare la misura che prevede la sconfitta a tavolino potrà essere applicata solo dopo che il direttore di gara avrà seguito la cosiddetta “procedura in tre fasi”: la richiesta di un annuncio pubblico per la cessazione di tale comportamento, la sospensione della gara fino a quando la situazione non torna sotto controllo e la conclusione della partita stessa.

https://www.sportmediaset.mediaset.it/calcio/fifa-pugno-duro-contro-il-razzismo-squalifiche-raddoppiate-e-gare-perse_1285062-201902a.shtml


Bene, giusto se stavano a chiede "come famo a rompe er cazzo", ecco... mo lo sanno
Re:CN11,5
« Risposta #2077 il: 12 Lug 2019, 17:30 »
sta cosa così è ridicola, rende le società ancora più ostaggi delle tifoserie criminali. Coro razzista? Individui in maniera certa chi ha fatto il coro, lo porti subito fuori dallo stadio, lo punisci secondo le regole del caso e non gli consenti di tornare allo stadio per 10 giornate. Più multa molto pesante economicamente, che sta gente capisce solo quando gli tocchi il portafogli (forse). Allora sì

Offline Cesio

*
6739
Re:CN11,5
« Risposta #2078 il: 12 Lug 2019, 17:50 »
Se poco poco ti danno una sconfitta in una partita chiave del campionato o in un derby, scoppia la guerra civile

Offline gentlemen

*
11438
Re:CN11,5
« Risposta #2079 il: 12 Lug 2019, 18:04 »
Un sogno...magari un giorno....



 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod