Di padre in figlio

0 Utenti e 10 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline bak

*
20159
Di padre in figlio
« il: 05 Apr 2015, 16:05 »
Non e' solo un luogo comune. Erano gli occhi di mio figlio che mi stritola un ginocchio dalla gioia, al momento della concessione del rigore sull'1-1.
Erano gli occhi di un bimbo di otto/nove anni che scorrazzava in distinti (la nostra Tevere) bardato di cappellino sciarpa e tuta della Lazio, che vedendo Lulic rientrare dal riscalamento si e' avvicinato alla balaustra per chiamarlo e dirgli un semplice "grazie". Per cosa lo sappiamo tutti. Gli avrei voluto chiedere l'autografo, Laziale duro e puro
Era il settore ospiti bello come mai.
Mai come oggi vale il detto "da qualche parte la Lazio e' in vantaggio.

One passion, one love, called Lazio


Offline jp1900

*****
6394
Re:Di padre in figlio
« Risposta #1 il: 05 Apr 2015, 16:36 »
Che bello deve essere stato!

Offline Mocambo

*
1170
Re:Di padre in figlio
« Risposta #2 il: 05 Apr 2015, 16:37 »
Complimenti a te e a tuo figlio, Bak.

Offline bak

*
20159
Re:Di padre in figlio
« Risposta #3 il: 05 Apr 2015, 20:32 »
I complimenti vanno solo alla Lazio.
Lei c'e' sempre.

Offline bertux

*
302
Re:Di padre in figlio
« Risposta #4 il: 05 Apr 2015, 21:04 »
Non e' solo un luogo comune. Erano gli occhi di mio figlio che mi stritola un ginocchio dalla gioia, al momento della concessione del rigore sull'1-1.
Erano gli occhi di un bimbo di otto/nove anni che scorrazzava in distinti (la nostra Tevere) bardato di cappellino sciarpa e tuta della Lazio, che vedendo Lulic rientrare dal riscalamento si e' avvicinato alla balaustra per chiamarlo e dirgli un semplice "grazie". Per cosa lo sappiamo tutti. Gli avrei voluto chiedere l'autografo, Laziale duro e puro
Era il settore ospiti bello come mai.
Mai come oggi vale il detto "da qualche parte la Lazio e' in vantaggio.

One passion, one love, called Lazio

[/quote
bello... veramente bello]

Offline reds1984

*
5012
Re:Di padre in figlio
« Risposta #5 il: 05 Apr 2015, 21:56 »

Non e' solo un luogo comune. Erano gli occhi di mio figlio che mi stritola un ginocchio dalla gioia, al momento della concessione del rigore sull'1-1.
Erano gli occhi di un bimbo di otto/nove anni che scorrazzava in distinti (la nostra Tevere) bardato di cappellino sciarpa e tuta della Lazio, che vedendo Lulic rientrare dal riscalamento si e' avvicinato alla balaustra per chiamarlo e dirgli un semplice "grazie". Per cosa lo sappiamo tutti. Gli avrei voluto chiedere l'autografo, Laziale duro e puro
Era il settore ospiti bello come mai.
Mai come oggi vale il detto "da qualche parte la Lazio e' in vantaggio.

One passion, one love, called Lazio

Ma che post meraviglioso, meriterebbe il rilievo per almeno 1 anno.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
Re:Di padre in figlio
« Risposta #6 il: 05 Apr 2015, 23:35 »
Non e' solo un luogo comune. Erano gli occhi di mio figlio che mi stritola un ginocchio dalla gioia, al momento della concessione del rigore sull'1-1.
Erano gli occhi di un bimbo di otto/nove anni che scorrazzava in distinti (la nostra Tevere) bardato di cappellino sciarpa e tuta della Lazio, che vedendo Lulic rientrare dal riscalamento si e' avvicinato alla balaustra per chiamarlo e dirgli un semplice "grazie". Per cosa lo sappiamo tutti. Gli avrei voluto chiedere l'autografo, Laziale duro e puro
Era il settore ospiti bello come mai.
Mai come oggi vale il detto "da qualche parte la Lazio e' in vantaggio.

One passion, one love, called Lazio

 :band1:
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod