Il Bello della sconfitta

0 Utenti e 23 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Il Bello della sconfitta
« il: 21 Mag 2015, 17:30 »
Sembra un ossimoro, ma non è così.
Non fraintendetemi non sono felice e sono abbastanza amareggiato er il risultato, però oggi nonostante la sconfitta, mi sento orgoglioso e sto andando in giro per roma a testa alta, ma non come uno sborone, ma come uno che sa di sostenere una Società, che ricambia la passione che ci metto io tutte le sante volte che mi siedo su quei seggiolini dell’Olimpico.

A noi Laziali non ci interessa vincere a tutti costi, altrimenti avremmo scelto la juve, ma ci interessa competere ed essere rappresentati in campo e fuori, da Uomini che condividono il nostro stesso stile, basato sulla sportività e sull’educazione, virtù che non deve mai mancare.
In questo Pioli è il Top.

L’emozione più grossa che ho provato ieri è stato quando i ragazzi sono venuti sotto la curva e tutti gli abbiamo cantato “siamo sempre con Voi”,  è stata un emozione forte, da brivido.

Sarò matto, ma io la serata di ieri, la annoverò tra le serate più belle da quando sono Tifoso.


Offline cosmo

*****
7189
Re:Il Bello della sconfitta
« Risposta #1 il: 21 Mag 2015, 17:33 »
quotone
Re:Il Bello della sconfitta
« Risposta #2 il: 21 Mag 2015, 17:36 »
Bellissimo topic AL, complimenti.
Re:Il Bello della sconfitta
« Risposta #3 il: 21 Mag 2015, 17:37 »
In ottica campionato va bene  a parte la stanchezza dei supplementari. questa finale ci restituisce un gruppo non appagato anzi  ma ancora piu consapevole della propria forza.
Re:Il Bello della sconfitta
« Risposta #4 il: 21 Mag 2015, 17:40 »
Sembra un ossimoro, ma non è così.
Non fraintendetemi non sono felice e sono abbastanza amareggiato er il risultato, però oggi nonostante la sconfitta, mi sento orgoglioso e sto andando in giro per roma a testa alta, ma non come uno sborone, ma come uno che sa di sostenere una Società, che ricambia la passione che ci metto io tutte le sante volte che mi siedo su quei seggiolini dell’Olimpico.

A noi Laziali non ci interessa vincere a tutti costi, altrimenti avremmo scelto la juve, ma ci interessa competere ed essere rappresentati in campo e fuori, da Uomini che condividono il nostro stesso stile, basato sulla sportività e sull’educazione, virtù che non deve mai mancare.
In questo Pioli è il Top.

L’emozione più grossa che ho provato ieri è stato quando i ragazzi sono venuti sotto la curva e tutti gli abbiamo cantato “siamo sempre con Voi”,  è stata un emozione forte, da brivido.

Sarò matto, ma io la serata di ieri, la annoverò tra le serate più belle da quando sono Tifoso.
Re:Il Bello della sconfitta
« Risposta #5 il: 21 Mag 2015, 17:46 »
Sembra un ossimoro, ma non è così.
Non fraintendetemi non sono felice e sono abbastanza amareggiato er il risultato, però oggi nonostante la sconfitta, mi sento orgoglioso e sto andando in giro per roma a testa alta, ma non come uno sborone, ma come uno che sa di sostenere una Società, che ricambia la passione che ci metto io tutte le sante volte che mi siedo su quei seggiolini dell’Olimpico.

A noi Laziali non ci interessa vincere a tutti costi, altrimenti avremmo scelto la juve, ma ci interessa competere ed essere rappresentati in campo e fuori, da Uomini che condividono il nostro stesso stile, basato sulla sportività e sull’educazione, virtù che non deve mai mancare.
In questo Pioli è il Top.

L’emozione più grossa che ho provato ieri è stato quando i ragazzi sono venuti sotto la curva e tutti gli abbiamo cantato “siamo sempre con Voi”,  è stata un emozione forte, da brivido.

Sarò matto, ma io la serata di ieri, la annoverò tra le serate più belle da quando sono Tifoso.

Yesssssssss
Re:Il Bello della sconfitta
« Risposta #6 il: 21 Mag 2015, 18:07 »
Sembra un ossimoro, ma non è così.
Non fraintendetemi non sono felice e sono abbastanza amareggiato er il risultato, però oggi nonostante la sconfitta, mi sento orgoglioso e sto andando in giro per roma a testa alta, ma non come uno sborone, ma come uno che sa di sostenere una Società, che ricambia la passione che ci metto io tutte le sante volte che mi siedo su quei seggiolini dell’Olimpico.

A noi Laziali non ci interessa vincere a tutti costi, altrimenti avremmo scelto la juve, ma ci interessa competere ed essere rappresentati in campo e fuori, da Uomini che condividono il nostro stesso stile, basato sulla sportività e sull’educazione, virtù che non deve mai mancare.
In questo Pioli è il Top.

L’emozione più grossa che ho provato ieri è stato quando i ragazzi sono venuti sotto la curva e tutti gli abbiamo cantato “siamo sempre con Voi”,  è stata un emozione forte, da brivido.

Sarò matto, ma io la serata di ieri, la annoverò tra le serate più belle da quando sono Tifoso.

Verissimo.
Credo che però sia più chiaro proprio a chi era allo stadio ieri.
Non credo che quelle emozioni siano totalmente comprensibili e replicabili davanti ad una TV.

Io sono uscita serena dallo stadio, in pace col mondo, dispiaciuta più per i ragazzi in campo che per me o per gli altri tifosi.
In campo come quella fetta di stadio sugli spalti, ieri sera c'era tutto ciò che significa per me Lazio.

Serata bellissima, nonostante tutto.

Offline Pikkio

*****
6727
Re:Il Bello della sconfitta
« Risposta #7 il: 21 Mag 2015, 18:08 »
a me, me rode er culo in maniera abbastanza greve, perche' nel calcio contano le vittorie e noi ieri abbiamo perso. non seguo la filosofia di "chi tifa X non perde mai", ma neanche quella che "vincere e' l'unica cosa che conta".
oltre il risultato, ci sono cose che mi sono piaciute e cose che mi sono piaciute meno.
tra quelle da buttare: mezza juve che alla fine del primo tempo imbruttisce a cataldi; le proteste "preventive" fatte a prescindere solo per insinuare il dubbio sull'arbitro e provare a condizionarlo; la pantomima di lichtsteiner a fine partita.
tre cose da salvare: cataldi che a vent'anni mantiene la calma ma non indietreggia di un metro; l'esultanza di radu, non costruita, non pensata prima, improvvisata, sincera, vera; il cartellino giallo di candreva - e insomma, vidal 'na legnata se la meritava da un paio di partite.

Offline Sonni Boi

*****
14653
Re:Il Bello della sconfitta
« Risposta #8 il: 21 Mag 2015, 18:09 »
Bello bello, stiamo vivendo la più bella stagione da 10 anni a questa parte, senza dubbio.

E' dal 2002-2003 che non si respirava questa atmosfera, ma mentre all'epoca sapevamo di essere al tramonto di un'epoca oggi siamo consapevoli di essere solo all'inizio.

C'è da essere fieri e felici per il nostro presente, ed il nostro futuro.

Offline tommasino

*
10774
Re:Il Bello della sconfitta
« Risposta #9 il: 21 Mag 2015, 18:09 »
Sembra un ossimoro, ma non è così.
Non fraintendetemi non sono felice e sono abbastanza amareggiato er il risultato, però oggi nonostante la sconfitta, mi sento orgoglioso e sto andando in giro per roma a testa alta, ma non come uno sborone, ma come uno che sa di sostenere una Società, che ricambia la passione che ci metto io tutte le sante volte che mi siedo su quei seggiolini dell’Olimpico.

A noi Laziali non ci interessa vincere a tutti costi, altrimenti avremmo scelto la juve, ma ci interessa competere ed essere rappresentati in campo e fuori, da Uomini che condividono il nostro stesso stile, basato sulla sportività e sull’educazione, virtù che non deve mai mancare.
In questo Pioli è il Top.

L’emozione più grossa che ho provato ieri è stato quando i ragazzi sono venuti sotto la curva e tutti gli abbiamo cantato “siamo sempre con Voi”,  è stata un emozione forte, da brivido.

Sarò matto, ma io la serata di ieri, la annoverò tra le serate più belle da quando sono Tifoso.
Grandissimo topic, però lunedì sera no, eh!
Lunedì sera l'unica emozione forte sarà vederli nuovamente due punti sotto!!

Offline egobiava

*
434
Re:Il Bello della sconfitta
« Risposta #10 il: 21 Mag 2015, 18:12 »
Verissimo.
Credo che però sia più chiaro proprio a chi era allo stadio ieri.
Non credo che quelle emozioni siano totalmente comprensibili e replicabili davanti ad una TV.

Io sono uscita serena dallo stadio, in pace col mondo, dispiaciuta più per i ragazzi in campo che per me o per gli altri tifosi.
In campo come quella fetta di stadio sugli spalti, ieri sera c'era tutto ciò che significa per me Lazio.

Serata bellissima, nonostante tutto.
Vero, in uscita dallo stadio con grande serenità e consapevolezza di forza, dispiaciuto soprattutto per la squadra.
Pensavo soprattutto ai tifosi delle mer.e, ma secondo voi hanno dormito tranquilli dopo averci visto ieri sera?
 :since :asrm
Re:Il Bello della sconfitta
« Risposta #11 il: 21 Mag 2015, 18:14 »
esatto, è una delle rarissime volte che pur perdendo sono contento
vedere lo spirito di ieri è appagante in se
grande squadra, forgiata da un grande condottiero
Re:Il Bello della sconfitta
« Risposta #12 il: 21 Mag 2015, 18:14 »
L'ho scritto sul topic di Pioli, e lo ripubblico qui perchè credo che è per lui (il nostro grande mister) se abbiamo potuto "accettare" la sconfitta...

"Al di là di come mi ha esaltato per la gestione tecnica-tattica della stagione, credo abbia capito dove si trova e il che me lo fa amare ancora di più. Ieri alla premiazione si è soffermato con Malagò-il bellocciosuperpartes, dichiarando, poi, di avergli solamente detto "come la pensavo".
Grande mister ma, ancor prima, grande persona. Hai capito che questi fantocci sono tutti falsi moralisti e si mettono in bocca il nome nostro per avere il consenso della massa di quelli de là. Hai capito cosa vuol dire essere Laziale. Hai capito come ci si sente a far parte di un Popolo. Hai capito come siamo: possiamo perdere ma se vediamo impegno e la maglia onorata non smetteremo mai di applaudire. MAI. Cosi come hanno fatto i nostri avversari.
Questione di centimetri. Andiamoceli a riprendere lunedì, con tutte queste consapevolezze, tue e nostre, ben impresse nella mente (e nel cuore).
Fiero di averti come guida di questo gruppo che tanto si riconosce dei nostri veri valori.
FORZA LAZIO!"

Offline skydark

*
3612
Re:Il Bello della sconfitta
« Risposta #13 il: 21 Mag 2015, 18:16 »
Proprio stamattina, nella chat dei laziali "milanesi" (ormai sparpagliati nel globo), si parlava di una cosa simile ed ho scritto questo:

Una squadra talmente bella, talmente vicina all'idea di Lazio che amiamo, che ti fa venire voglia di fermare il tempo anche dopo una sconfitta, per godersi questo momento quasi perfetto. E tifare questo gruppo di uomini e giocatori per tantissimo tempo, senza che nulla cambi.

Questa Lazio è più laziale dei laziali. è stata ed è un esempio per noi tifosi.

Offline Pomata

*
10552
Re:Il Bello della sconfitta
« Risposta #14 il: 21 Mag 2015, 18:19 »
a me, me rode er culo in maniera abbastanza greve, perche' nel calcio contano le vittorie e noi ieri abbiamo perso. non seguo la filosofia di "chi tifa X non perde mai", ma neanche quella che "vincere e' l'unica cosa che conta".
oltre il risultato, ci sono cose che mi sono piaciute e cose che mi sono piaciute meno.
tra quelle da buttare: mezza juve che alla fine del primo tempo imbruttisce a cataldi; le proteste "preventive" fatte a prescindere solo per insinuare il dubbio sull'arbitro e provare a condizionarlo; la pantomima di lichtsteiner a fine partita.
tre cose da salvare: cataldi che a vent'anni mantiene la calma ma non indietreggia di un metro; l'esultanza di radu, non costruita, non pensata prima, improvvisata, sincera, vera; il cartellino giallo di candreva - e insomma, vidal 'na legnata se la meritava da un paio di partite.

mi ero scordato candreva, nella spinta a vidal c'e' tutto il vaffancu.lo alla sfiga di ieri
a proposito chiedo agli arbitri del forum, a termine di regolamento, e' giusto fare quello che ha fatto orsato? dare punizione sulla sinistra invece che al limite dell'area dove ha fatto fallo candreva?
Re:Il Bello della sconfitta
« Risposta #15 il: 21 Mag 2015, 18:22 »
mi ero scordato candreva, nella spinta a vidal c'e' tutto il vaffancu.lo alla sfiga di ieri
a proposito chiedo agli arbitri del forum, a termine di regolamento, e' giusto fare quello che ha fatto orsato? dare punizione sulla sinistra invece che al limite dell'area dove ha fatto fallo candreva?

non sono arbitro ma si è capito che ha fischiato la punizione sulla sinistra subito prima dell'intervento di candreva.

Offline voltaire

*
3314
Re:Il Bello della sconfitta
« Risposta #16 il: 21 Mag 2015, 18:34 »
Sembra un ossimoro, ma non è così.
Non fraintendetemi non sono felice e sono abbastanza amareggiato er il risultato, però oggi nonostante la sconfitta, mi sento orgoglioso e sto andando in giro per roma a testa alta, ma non come uno sborone, ma come uno che sa di sostenere una Società, che ricambia la passione che ci metto io tutte le sante volte che mi siedo su quei seggiolini dell’Olimpico.

A noi Laziali non ci interessa vincere a tutti costi, altrimenti avremmo scelto la juve, ma ci interessa competere ed essere rappresentati in campo e fuori, da Uomini che condividono il nostro stesso stile, basato sulla sportività e sull’educazione, virtù che non deve mai mancare.
In questo Pioli è il Top.

L’emozione più grossa che ho provato ieri è stato quando i ragazzi sono venuti sotto la curva e tutti gli abbiamo cantato “siamo sempre con Voi”,  è stata un emozione forte, da brivido.

Sarò matto, ma io la serata di ieri, la annoverò tra le serate più belle da quando sono Tifoso.
quoto tutto,tutto vero e queste emozioni bellissime anche dopo una sconfitta cosi, non si dimenticheranno facilmente,perchè forse e probabilmente molto lentamente il popolo Laziale sta ritrovando un unità di intenti,che gli appartiene,nella gioia e nel dolore,grazie a questo gruppo fatto di sacrificio e spirito ed di un mister che stiamo imparando ad amare è questo il percorso,oggi chiediamo uno sforzo enorme proprio per rimanere nella nostra storia di uno dei più amati,regalandoci un ultimo sogno chiamato champions.
tutti noi popolo e squadra ci crediamo, se poi il sogno dovesse non coincidere, applauderò e continuerò ad amare come sempre questi colori.un grazie al mister ed un grazie al gruppo,mi sento di ringraziare anche e soprattutto la dirigenza,malgrado tutto e tutte le interferenze esterne!! :ssl     
Re:Il Bello della sconfitta
« Risposta #17 il: 21 Mag 2015, 18:59 »
Non so chi l'ha scritto ma qualcuno l'ha scritto qua sopra.
Me ne scuso se non ricordo chi.
Questa Lazio tira fuori il meglio di ognuno di noi.
Il meglio di ognuno di noi.

Solo amore.

Offline Pomata

*
10552
Re:Il Bello della sconfitta
« Risposta #18 il: 21 Mag 2015, 19:03 »
non sono arbitro ma si è capito che ha fischiato la punizione sulla sinistra subito prima dell'intervento di candreva.

ah ok, se c'era Massa quella sarebbe stata espulsione

Offline zimmer

*
1478
Re:Il Bello della sconfitta
« Risposta #19 il: 21 Mag 2015, 19:28 »
Sembra un ossimoro, ma non è così.
Non fraintendetemi non sono felice e sono abbastanza amareggiato er il risultato, però oggi nonostante la sconfitta, mi sento orgoglioso e sto andando in giro per roma a testa alta, ma non come uno sborone, ma come uno che sa di sostenere una Società, che ricambia la passione che ci metto io tutte le sante volte che mi siedo su quei seggiolini dell’Olimpico.

A noi Laziali non ci interessa vincere a tutti costi, altrimenti avremmo scelto la juve, ma ci interessa competere ed essere rappresentati in campo e fuori, da Uomini che condividono il nostro stesso stile, basato sulla sportività e sull’educazione, virtù che non deve mai mancare.
In questo Pioli è il Top.

L’emozione più grossa che ho provato ieri è stato quando i ragazzi sono venuti sotto la curva e tutti gli abbiamo cantato “siamo sempre con Voi”,  è stata un emozione forte, da brivido.

Sarò matto, ma io la serata di ieri, la annoverò tra le serate più belle da quando sono Tifoso.

Sono d'accordo con te in pieno!
Dico solo di non abituarci perché potrebbe portare su una brutta strada  :)
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod