Il mito della rosa corta

0 Utenti e 25 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Il mito della rosa corta
« il: 16 Lug 2020, 12:21 »
Apro per la prima volta un post perché sto sentendo troppo spesso questa scusa e la cosa mi manda ai matti.
Anche Inzaghi, ieri sera, intervistato sulla partita, ha avuto il coraggio di dire che la Lazio corre come le altre, ma il problema sarebbero gli infortunati.
Oggi in radio sento dire che a questa Lazio mancano Correa (che non era neanche un titolare fisso), Leiva (vero, ma sappiamo che non può farle tutte) e Marusic! Alla Lazio manca MARUSIC!
Mi sembra tutta una grande presa in giro.
Non dico che, in generale, la rosa della Lazio non sia un po' corta, più che altro perché a giocatori più che validi se ne affiancano altri a malapena da categoria. Tuttavia, non ci si può appellare alla rosa corta in questa precisa circostanza.
I giocatori vengono da una pausa di tre mesi. Una pausa più lunga di quella estiva. Questa ripresa è come un nuovo campionato, e non mi pare che ci si possa lamentare della rosa corta dopo cinque partite. Il problema, semmai, può emergere in seguito, dopo un cospicuo numero di partite sul groppone.
La scusa non regge. La verità è che abbiamo buttato al vento un'occasione unica dimostrando un'immaturità inaccettabile, nonché una grande mancanza di professionalità da parte di tutti quelli che si sono ripresentati con la lingua per terra.
Chi ha sbagliato, pagasse. Ma non continuiamo a dare alibi assurdi alla squadra che, senza nessuna giustificazione valida, si sta dimostrando la peggiore del campionato dal rientro in campo.
Sapevamo di dover riprendere, sapevamo di dover puntare al bottino grosso. Ora stiamo addirittura rischiando di gettare tutto alle ortiche.
Sempre forza Lazio!

 :ssl :ssl :ssl :since :asrm


Re:Il mito della rosa corta
« Risposta #1 il: 16 Lug 2020, 12:25 »
perché a giocatori più che validi se ne affiancano altri a malapena da categoria


Però anche questo significa avere rosa corta... non come numero, ma come qualità e duttilità.
l'Atalanta non ha in panchina nomi altisonanti ma sono tutti molto duttili che sanno ricoprire piu posizioni del campo... a questo aggiungi la corsa, tanta, che è determinante e la differenza è fatta
Re:Il mito della rosa corta
« Risposta #2 il: 16 Lug 2020, 12:29 »
Apro per la prima volta un post perché sto sentendo troppo spesso questa scusa e la cosa mi manda ai matti.
Anche Inzaghi, ieri sera, intervistato sulla partita, ha avuto il coraggio di dire che la Lazio corre come le altre, ma il problema sarebbero gli infortunati.
Oggi in radio sento dire che a questa Lazio mancano Correa (che non era neanche un titolare fisso), Leiva (vero, ma sappiamo che non può farle tutte) e Marusic! Alla Lazio manca MARUSIC!
Mi sembra tutta una grande presa in giro.
Non dico che, in generale, la rosa della Lazio non sia un po' corta, più che altro perché a giocatori più che validi se ne affiancano altri a malapena da categoria. Tuttavia, non ci si può appellare alla rosa corta in questa precisa circostanza.
I giocatori vengono da una pausa di tre mesi. Una pausa più lunga di quella estiva. Questa ripresa è come un nuovo campionato, e non mi pare che ci si possa lamentare della rosa corta dopo cinque partite. Il problema, semmai, può emergere in seguito, dopo un cospicuo numero di partite sul groppone.
La scusa non regge. La verità è che abbiamo buttato al vento un'occasione unica dimostrando un'immaturità inaccettabile, nonché una grande mancanza di professionalità da parte di tutti quelli che si sono ripresentati con la lingua per terra.
Chi ha sbagliato, pagasse. Ma non continuiamo a dare alibi assurdi alla squadra che, senza nessuna giustificazione valida, si sta dimostrando la peggiore del campionato dal rientro in campo.
Sapevamo di dover riprendere, sapevamo di dover puntare al bottino grosso. Ora stiamo addirittura rischiando di gettare tutto alle ortiche.
Sempre forza Lazio!

 :ssl :ssl :ssl :since :asrm

a parte che ti sei dimenticato di Lulic.......
Questa rosa, con questo tasso di infortuni è corta ed inadeguata.
Per me sarebbe collassata anche senza covid.
Numericamente non hai rimpiazzato né durmisi, né beirsha né badelj.
In attacco hai una ragazzo che non aveva mai giocato tra i professionisti......
In attacco la SPAL (dico la Spal ha 6 attaccanti.........)

Offline TomYorke

*****
9600
Re:Il mito della rosa corta
« Risposta #3 il: 16 Lug 2020, 12:29 »
Effettivamente nel forum si leggono troppe scusanti alla squadra, mancavano due parole di critica.
Re:Il mito della rosa corta
« Risposta #4 il: 16 Lug 2020, 12:31 »
perché a giocatori più che validi se ne affiancano altri a malapena da categoria


Però anche questo significa avere rosa corta... non come numero, ma come qualità e duttilità.
l'Atalanta non ha in panchina nomi altisonanti ma sono tutti molto duttili che sanno ricoprire piu posizioni del campo... a questo aggiungi la corsa, tanta, che è determinante e la differenza è fatta
Sì, infatti l'ho detto, la rosa ha dei problemi. Però, se fino a febbraio andava tutto alla grande, non ha senso che questi problemi emergano dopo tre mesi di riposo. A meno che i giocatori non abbiano preso "di riposo" troppo alla lettera.
Re:Il mito della rosa corta
« Risposta #5 il: 16 Lug 2020, 12:35 »
a parte che ti sei dimenticato di Lulic.......
Questa rosa, con questo tasso di infortuni è corta ed inadeguata.
Per me sarebbe collassata anche senza covid.
Numericamente non hai rimpiazzato né durmisi, né beirsha né badelj.
In attacco hai una ragazzo che non aveva mai giocato tra i professionisti......
In attacco la SPAL (dico la Spal ha 6 attaccanti.........)
Beh, prima della quarantena non c'erano avvisaglie di un crollo così devastante. In attacco siamo scandalosamente corti, ma la condizione di Immobile dopo tre mesi di stop è una sua colpa.
Voglio dire, al netto dei problemi che conosciamo, la rosa corta e gli infortuni non credo siano la causa del pessimo stato di forma della squadra.

Offline Splash

*****
34494
Re:Il mito della rosa corta
« Risposta #6 il: 16 Lug 2020, 12:36 »
Effettivamente nel forum si leggono troppe scusanti alla squadra, mancavano due parole di critica.
In un topic dedicato, tipo blog.

Offline nordest2

*
5339
Re:Il mito della rosa corta
« Risposta #7 il: 16 Lug 2020, 12:44 »
a parte che ti sei dimenticato di Lulic.......
Questa rosa, con questo tasso di infortuni è corta ed inadeguata.
Per me sarebbe collassata anche senza covid.
Numericamente non hai rimpiazzato né durmisi, né beirsha né badelj.
In attacco hai una ragazzo che non aveva mai giocato tra i professionisti......
In attacco la SPAL (dico la Spal ha 6 attaccanti.........)

panca corta
e soprattutto con poca qualità
chi dopo l'infortunio di correa ha adekanye come unica alternativa e basta?
guardate tutte le squadre di bassa classifica

non vado avanti perchè secondo me non è necessario
è lampante


quello che mi preoccupa è il futuro
perchè siamo sempre troppo al risparmio
Re:Il mito della rosa corta
« Risposta #8 il: 16 Lug 2020, 12:46 »
Io so solo che a gennaio stavamo per prendere Giroud, quindi non solo un elemento in più ed in attacco, ma anche un giocatore di un certo peso e di una certa bravura. Se poi non arriva nessuno, la responsabilità è anche di chi poi non ha un piano B altrettanto valido.

Offline Miro68

*
246
Re:Il mito della rosa corta
« Risposta #9 il: 16 Lug 2020, 12:51 »
Io so solo che a gennaio stavamo per prendere Giroud, quindi non solo un elemento in più ed in attacco, ma anche un giocatore di un certo peso e di una certa bravura. Se poi non arriva nessuno, la responsabilità è anche di chi poi non ha un piano B altrettanto valido.
giusto. Nessun rinforzo e colpa data alla sfortuna... Gestione degli infortuni vergognosa con Lulic che forse finisce la carriera per un'operazione alla caviglia, Leiva non recuperato in tre mesi, Marusic e Correa mandati in campo infortunati per carenza di alternative all'altezza

Offline Masters

*
2718
Re:Il mito della rosa corta
« Risposta #10 il: 16 Lug 2020, 13:04 »
La nostra rosa non e' assolutamente corta, al netto dei 14 titolari, sono le seconde linee di scarsa qualità, io sto vedendo squadre che hanno delle riserve che non sfigurerebbero come titolari, far entrare Jony 20 minuti al posto di Senad e' un conto, sostituirlo per l'intera gara e' sotto gli occhi di tutti, per non parlare di Jordan, discorso diverso per Bobby lui e' acerbo, per questo a gennaio sfumato Giroud si poteva virare su un profilo nostrano.

p.s. e comunque secondo me, Armini, D.Anderson e A.Anderson dovrebbero entrare nella rotazione del Mister.

Offline RG-Lazio

*
862
Re:Il mito della rosa corta
« Risposta #11 il: 16 Lug 2020, 14:13 »
Correa era non solo titolare fisso, ma fondamentale. Quello che fa Correa é difficile trovarlo in generale. Giocatore letale nello stretto, come in campo aperto. Il grosso limite del Tucu é la boksicite. Per il resto, parliamo di uno che si porta a spasso da solo le difese. Uno cosí non lo regali a nessuno. Caicedo é molto, molto diverso.

Manca Correa...manca anche chi apre il campo.

Leiva e Cataldi...non solo Leiva. Manca la coppia.

Lulic....e Marusic...significa due esterni su 3.

Patric squalificato per 4 partite é anche un macigno visto che Bastos e Vavro sono dei pericoli ambulanti
Re:Il mito della rosa corta
« Risposta #12 il: 16 Lug 2020, 17:14 »
Io sento odore di zizzania, ci mancava solo l'attacco di scarsa professionalità a King Ciro.

Titolari rotti o convalescenti alla ripresa:
- Lulic71
-- il suo sostituto Lukaku
-- una loro alternativa Marusic
- Mezzasquadra Leiva
-- il suo sostituto Cataldi
- Correa, altro che non titolare
- Luiz Felipe

QUATTRO TITOLARI non disponibili, più alcuni loro sostituti, più sostituti di altri titolari i quali hanno dovuto fare gli straordinari e alcuni in condizioni precarie.

Di topic aperti senza essere informati sull'argomento non ne sentirei la mancanza
Re:Il mito della rosa corta
« Risposta #13 il: 16 Lug 2020, 17:39 »
Io sento odore di zizzania, ci mancava solo l'attacco di scarsa professionalità a King Ciro.

Titolari rotti o convalescenti alla ripresa:
- Lulic71
-- il suo sostituto Lukaku
-- una loro alternativa Marusic
- Mezzasquadra Leiva
-- il suo sostituto Cataldi
- Correa, altro che non titolare
- Luiz Felipe

QUATTRO TITOLARI non disponibili, più alcuni loro sostituti, più sostituti di altri titolari i quali hanno dovuto fare gli straordinari e alcuni in condizioni precarie.

Di topic aperti senza essere informati sull'argomento non ne sentirei la mancanza

Esatto. Non si tratta solo di un numero elevato di infortuni ma soprattutto di concentramento della malasorte su stessi ruoli. Se il titolare è Leiva e la riserva è Cataldi non è che posso avere la terza scelta di livello (Parolo lo sarebbe ma non può giocare ogni 3 giorni, per motivi anagrafici)
Re:Il mito della rosa corta
« Risposta #14 il: 16 Lug 2020, 18:24 »
Io sento odore di zizzania, ci mancava solo l'attacco di scarsa professionalità a King Ciro.

Titolari rotti o convalescenti alla ripresa:
- Lulic71
-- il suo sostituto Lukaku
-- una loro alternativa Marusic
- Mezzasquadra Leiva
-- il suo sostituto Cataldi
- Correa, altro che non titolare
- Luiz Felipe

QUATTRO TITOLARI non disponibili, più alcuni loro sostituti, più sostituti di altri titolari i quali hanno dovuto fare gli straordinari e alcuni in condizioni precarie.

Di topic aperti senza essere informati sull'argomento non ne sentirei la mancanza
Puoi anche dire la tua senza fare insinuazioni velenose.
Infortuni e cali di forma non si spiegano dopo tre mesi di stop, perciò la responsabilità, che sia dello staff tecnico o di quello medico, mi sembra evidente.
Su Ciro, dico solo che non sembra più un giocatore di calcio, poi i motivi decideteli voi.

Offline TomYorke

*****
9600
Re:Il mito della rosa corta
« Risposta #15 il: 16 Lug 2020, 18:26 »
Puoi anche dire la tua senza fare insinuazioni velenose.
Infortuni e cali di forma non si spiegano dopo tre mesi di stop, perciò la responsabilità, che sia dello staff tecnico o di quello medico, mi sembra evidente.
Su Ciro, dico solo che non sembra più un giocatore di calcio, poi i motivi decideteli voi.

Guarda che a fare insinuazioni sei stato te.
Scusa mister so che non hai bisogno di avvocati.
Re:Il mito della rosa corta
« Risposta #16 il: 16 Lug 2020, 18:28 »
Guarda che a fare insinuazioni sei stato te.
Scusa mister so che non hai bisogno di avvocati.
Di che insinuazioni parli?
Lui insinua che io voglia mettere zizzania, come se non fossi io il primo a dispiacersi della condizione attuale della squadra.

Offline Tarallo

*****
92175
Re:Il mito della rosa corta
« Risposta #17 il: 16 Lug 2020, 18:32 »
Piuttosto, bisognerebbe usare il poderedelodido per fare in modo di poter schierare Escalante, parlando di rosa corta.
Daje un po', invece di filosofeggiare sulle ragioni della debacle, facciamo qualcosa di pragmatico.

Offline DaMilano

*
7148
Re:Il mito della rosa corta
« Risposta #18 il: 16 Lug 2020, 18:33 »
A gennaio eravamo fuori dalle coppe.
Si disse che non dovevamo ingolfare la squadra perché non c’era posto per far giocare tutti.
Io credo che il vero grande problema sia nel play. Avevamo Leiva e avevamo un Cataldi che comunque il suo lo sta facendo.
Se ho capito bene entrambi provano a giocare anche se non dovrebbero. Delle due mezzali pure Milinkovic non dovrebbe giocare (o fare solo spezzoni) ma non hai neanche un Lulic per cambiarlo. Hai Parolo che tappa tutti i buchi.
Davanti siamo sempre stati corti invece. Lo si sapeva. Si pensava che per mantenere l’equilibrio del gruppo sarebbero bastati Caicedo, Immobile, Correa e al limite Bobby per far rifiatare qualcuno.
Non abbiamo avuto mai Correa e Bobby solo da qualche giorno.
Io credo che per giocare una volta a settimana questa squadra potesse andare bene.
Invece siamo passati a giocare ogni tre giorni e con un centrocampo del tutto a pezzi e un attacco che si è spompato subito.

Offline PARISsn

*****
11982
Re:Il mito della rosa corta
« Risposta #19 il: 16 Lug 2020, 18:48 »
cioe' leggevo ieri la statistica, dalla ripresa della stagione sono stati infortunati, o hanno avuto ricadute o cmq sono stati indisponibili per una  o piu' partite ben 26 giocatori...una media di 4  o 5 a partita e non consideriamo che alcune volte chi ha  pure giocato tipo Leiva  e Cataldi si vedeva lontano un miglio che non avrebbero dovuto giocare...la rosa non era corta  per una partita a settimana e tutti disponibili o quasi, non per giocare ogni 3 giorni con 4 o 5 giocatori di media fuori...Leiva, Lulic, Correa, Marusic per noi sono tanta roba, inutile scrivere che a gennaio si voleva  prendere Giroud e poi saltato lui non c'era un piano B, la squadra stava andando alla grandissima lo stesso...ripeto ma con tutti disponibili e una partita a settimana...l'alternanza Marusic/Lazzari, Correa/Caicedo, Cataldi/Parolo che  potevano far rifiatare Leiva, non tenerne conto non è giusto, poi la condizione  è un altro discorso, ma sono convinto che anche a condizione ottima, se a Lazzari o Caicedo gli fai fare 7 partite di seguito ogni 3 giorni e non li puoi far rifiatare pagano scotto lo stesso...
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod