Il significato della passione

0 Utenti e 5 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline Freezer67

*
575
Il significato della passione
« il: 24 Feb 2020, 09:21 »
9 Gennaio 2020, ho scritto queste righe credendo di dare il mio significato ad una passione che mi e ci accompagna da una vita, una passione che dovrebbe unire e non dividere, un linguaggio universale ed emozionale da condividere . Tutto questo inevitabilmente l'ho associato al mio Papà, nel riavvolgere il nastro ho solo ricordato quei piccoli gesti "passati" che diminuivano le enormi distanze generazionali e che solo oggi riconosco, purtroppo.

"Ti ho cercato molto in questi giorni, credo sia naturale, un figlio cerca sempre il padre, specie quando è in difficoltà, quando la salita si fa più dura e le cadute sono più frequenti, ma anche e soprattutto quando ci sono gioie da condividere e se quelle gioie, poi, non sono altro che la passione che ci accomuna ancor di più, beh allora….
Sorrido, mi torna in mente quando piccolo ti abbracciavo è strano a volte fatico a ricordare la tua voce il tuo sguardo, ma ho ancora nel naso l'odore che emanava la tua giacca, un misto di profumo e di  tabacco, reminescenze che ultimamamente riaffiorano qua e la senza un motivo logico.
Ciao Pà, ultimamente qui le cose per la nostra amata Lazio vanno così bene che faccio fatica a raccontarlo…...ma tu lo sai meglio di me quanto può essere esigente un tifoso, oggi glorifica, santifica domani, magari,  gira il vento e…….mah, io mi ricordo che noi nonostante non ce la passassimo proprio bene, il tempo ed i soldi per un biglietto di curva li trovavamo sempre, magari se non c’erano andavamo sulla montagnola sotto la madonnina, ma non mancavamo mai all’appuntamento….altri tempi Pà, oggi c’è la televisione a pagamento che entra dentro gli spogliatoi e ti fa vedere cose che nemmeno immagini, oggi ci sono le radio che dicono cose che nemmeno nei bar di periferie senti, oggi ci sono i forum specializzati dove trovi le notizie che nemmeno dentro una redazione di una testata giornalistica , ci siamo evoluti Pà e forse questa evoluzione è proprio la nostra condanna, forse, e parlo sempre per me, abbiamo perso di vista il vero messaggio dello sport che amiamo al di là dei colori….
Sai ci penso spesso a quante volte fuggivamo da casa e nonostante la stanchezza di un lavoro massacrante riuscivi a trovare il tempo da dedicarmi, da dedicarti, all’epoca ero un adolescente e non capivo ciò che capisco ora…è che purtroppo le cose, le piccole cose della vita le apprezzi solo quando non le hai più e anche se non hanno lo stesso sapore cerco di farmene una ragione pensando che nonostante tutto ho avuto il previlegio di vivere con te quei piccoli momenti emozionanti.
Spero con tutto me stesso che tu possa ora vivere tutta la felicità che ti è stata negata in questo mondo, ti penso sempre e amo pensare che nei momenti più duri mi tieni la mano e che capisci ciò che sento dentro.
Spero che in quel mondo a cui ora appartieni sia riuscito a trovare quella serenità che qui hai solo immaginato ……quella  immaginazione che spesso si identificava con un abbraccio al tuo piccolo marmocchio ogni volta, ogni maledetta volta che quella sfera veniva intrappolata dalle maglie di una rete a volte nere a volte bianche ed assumeva la stessa forma. Quante volte tornavamo felici dopo aver preso tutta l’acqua di questo mondo , quante volte mentre guidavi la tua 500 blu posavi la tua mano sul mio ginocchio come se in quel piccolo contatto ci fosse tutto l’amore che un padre può donare ad un figlio ma che non è possibile dire attraverso le parole perché la vita spesso ci indurisce e le fatiche e le tribolazioni non permettono spazio ai sentimenti, quante volte.
Di padre in figlio, recitava uno striscione memorabile, ricordo quando portai la prima volta mia figlia e anche se non capiva nulla di questo strano  fenomeno era felice di passare qualche ora con me, felice di vedermi felice, ed io felice di vederla felice, pochi attimi di complicità fuori dagli schemi fuori dalle regole inevitabile pensare a te e me mano nella mano, inevitabile….. commovente fino alle lacrime ho promesso a me stesso che nonostante la vita quotidiana che ci fagocita di dedicargli e dedicarmi un momento della giornata anche solo di pochi istanti parlando di quello che provo e di quello che sogno di quello che sento.
Pà, ora ti devo lasciare il dovere mi chiama, stasera va in onda un'altra partita che non è giocato sul campo verde, ma in una piazza e tra una sciarpa legata al collo e un inno cantato al cielo ti cercherò nei pensieri, felice di riabbracciarti ancora una volta….
Forza Lazio Pà

ho scritto queste righe credendo di dare il mio significato ad una passione che mi e ci accompagna da una vita
una passione che dovrebbe unire e non dividere, un linguaggio universale ed emozionale da condividere . Tutto questo inevitabilmente l'ho associato al mio Papà, nel riavvolgere il nastro ho solo ricordato quei piccoli gesti "passati" che diminuivano le enormi distanze generazionali e che solo oggi riconosco, purtroppo.
Ti ho cercato molto in questi giorni, credo sia naturale, un figlio cerca sempre il padre, specie quando è in difficoltà, quando la salita si fa più dura e le cadute sono più frequenti, ma anche e soprattutto quando ci sono gioie da condividere e se quelle gioie, poi, non sono altro che la passione che ci accomuna ancor di più, beh allora….
Sorrido, mi torna in mente quando piccolo ti abbracciavo è strano a volte fatico a ricordare la tua voce il tuo sguardo, ma ho ancora nel naso l'odore che emanava la tua giacca, un misto di profumo e di  tabacco, reminescenze che ultimamamente riaffiorano qua e la senza un motivo logico.
Ciao Pà, ultimamente qui le cose per la nostra amata Lazio vanno così bene che faccio fatica a raccontarlo…...ma tu lo sai meglio di me quanto può essere esigente un tifoso, oggi glorifica, santifica domani, magari,  gira il vento e…….mah, io mi ricordo che noi nonostante non ce la passassimo proprio bene, il tempo ed i soldi per un biglietto di curva li trovavamo sempre, magari se non c’erano andavamo sulla montagnola sotto la madonnina, ma non mancavamo mai all’appuntamento….altri tempi Pà, oggi c’è la televisione a pagamento che entra dentro gli spogliatoi e ti fa vedere cose che nemmeno immagini, oggi ci sono le radio che dicono cose che nemmeno nei bar di periferie si sentono, oggi ci sono i forum specializzati dove trovi le notizie che nemmeno dentro una redazione di una testata giornalistica , ci siamo evoluti Pà e forse questa evoluzione è proprio la nostra condanna, forse, e parlo sempre per me, abbiamo perso di vista il vero messaggio dello sport che amiamo al di là dei colori….
Sai ci penso spesso a quante volte fuggivamo da casa e nonostante la stanchezza di un lavoro massacrante riuscivi a trovare il tempo da dedicarmi, da dedicarti, all’epoca ero un adolescente e non capivo ciò che capisco ora…è che purtroppo le cose, le piccole cose della vita le apprezzi solo quando non le hai più e anche se non hanno lo stesso sapore cerco di farmene una ragione pensando che nonostante tutto ho avuto il previlegio di vivere con te quei piccoli momenti emozionanti.
Spero con tutto me stesso che tu possa ora vivere tutta la felicità che ti è stata negata in questo mondo, ti penso sempre e amo pensare che nei momenti più duri mi tieni la mano e che capisci ciò che sento dentro.
Spero che in quel mondo a cui ora appartieni sia riuscito a trovare quella serenità che qui hai solo immaginato ……quella  immaginazione che spesso si identificava con un abbraccio al tuo piccolo marmocchio ogni volta, ogni maledetta volta che quella sfera veniva intrappolata dalle maglie di una rete a volte nere a volte bianche ed assumeva la stessa forma. Quante volte tornavamo felici dopo aver preso tutta l’acqua di questo mondo , quante volte mentre guidavi la tua 500 blu posavi la tua mano sul mio ginocchio come se in quel piccolo contatto ci fosse tutto l’amore che un padre può donare ad un figlio ma che non è possibile dire attraverso le parole perché la vita spesso ci indurisce e le fatiche e le tribolazioni non permettono spazio ai sentimenti, quante volte.
Di padre in figlio, recitava uno striscione memorabile, ricordo quando portai la prima volta mia figlia, la tua stellina e anche se non capiva nulla di questo strano  fenomeno era felice di passare qualche ora con me, felice di vedermi felice, ed io felice di vederla felice, pochi attimi di complicità fuori dagli schemi fuori dalle regole inevitabile pensare a te e me mano nella mano, inevitabile….. commovente fino alle lacrime ho promesso a me stesso che nonostante la vita quotidiana che ci fagocita di dedicargli e dedicarmi un momento della giornata anche solo di pochi istanti parlando di quello che provo e di quello che sogno di quello che sento.
Pà, ora ti devo lasciare il dovere mi chiama, stasera va in onda un'altra partita che non è giocato sul campo verde, ma in una piazza e tra una sciarpa legata al collo e un inno cantato al cielo ti cercherò nei pensieri, felice di riabbracciarti ancora una volta….

Forza Lazio Pà"




Offline Ranxerox

*****
9996
Re:Il significato della passione
« Risposta #1 il: 25 Feb 2020, 00:01 »
Letto tutto d'un fiato.
Bello e toccante.
Si percepisce che stava sgorgando dal cuore.
Un abbraccio a te ed un pensiero a tutti i papà che non ci sono più e che ci hanno donato la bellezza di essere Laziali...

Offline Palo

*****
11272
Re:Il significato della passione
« Risposta #2 il: 25 Feb 2020, 00:51 »
Ho la fortuna di avere un padre longevo, 94 ad agosto. Quando lui è nato loro ancora non esistevano.
Dopo ogni partita ci sentiamo al telefono: “Ciao, papone, hai visto la partita? Che Lazio, eh?!”
Lui era figlio di un laziale. Io sono padre di laziali ... non potrà mai finire!
Re:Il significato della passione
« Risposta #3 il: 25 Feb 2020, 01:54 »
Un abbraccio a freezer67, a tutti i padri e a tutti i figli biancocelesti.
Re:Il significato della passione
« Risposta #4 il: 25 Feb 2020, 10:35 »
Passione trasmessa dal padre al figlio, accorgersi di esistere e poco dopo o, forse nello stesso istante, di essere Laziale. I colori che ti accompagneranno per tutta la vita sono  i primi colori della tua vita. Tuo padre ti tiene per mano e vedi il manto verde dello stadio, quei colori corrono li sopra e fanno parte di te e tu di loro . Ti fai vecchio, urli di meno per un goal o ti arrabbi di meno per una sconfitta ma conservi intatta, gelosamente, la tua passione, ricevuta da tuo padre quando a malapena sapevi camminare, ma già balbettavi Forza Lazio..       
Re:Il significato della passione
« Risposta #5 il: 25 Feb 2020, 11:57 »
Freezer scrive poco. Ma colpisce dritto al cuore.


 :since
Re:Il significato della passione
« Risposta #6 il: 25 Feb 2020, 12:12 »
Un abbraccio a te ed un pensiero a tutti i papà che non ci sono più e che ci hanno donato la bellezza di essere Laziali...

Ciao Pà

e per sempre grazie..

 :band1:

Offline paolo71

*****
12158
Re:Il significato della passione
« Risposta #7 il: 25 Feb 2020, 12:13 »
Bella Frì!!
Nodo in gola.

Bella la Nostra Lazio, unica.

Offline carib

*****
28036
Re:Il significato della passione
« Risposta #8 il: 25 Feb 2020, 12:15 »
ciao Freez :-)
Re:Il significato della passione
« Risposta #9 il: 25 Feb 2020, 12:16 »
Freezer, mi hai fatto commuovere. Come penso altri che hanno condiviso la passione coi papà e che ora non possono più farlo. Il mio è stato assente dallo stadio (non per antilotitismo) per quasi vent'anni ed era quindi diventata di rito la telefonata all'uscita dallo stadio. Ci era tornato solo per poter accompagnare il nipotino al suo debutto e in un altro paio di occasioni.
Approfitto del tuo incipit, per riportare un pensiero che ho avuto e scritto ebbro di gioia dopo la vittoria in supercoppa, finora rimasto nel mio cellulare:
Mi tenevi per mano la prima volta che ho visto quel prato, verde del sole di Roma. Mi hai insegnato che avevamo i colori più belli, quelli del cielo, ispirati alla bandiera della Grecia olimpica. Mi hai raccontato che le aquile volano libere, più in alto di tutti e che essere laziali era distinguersi.
È passata una vita e le aquile volano ancora. Grazie, papà

Offline portugal

*
1489
Re:Il significato della passione
« Risposta #10 il: 25 Feb 2020, 15:06 »
Freezer, mi hai fatto commuovere. Come penso altri che hanno condiviso la passione coi papà e che ora non possono più farlo. Il mio è stato assente dallo stadio (non per antilotitismo) per quasi vent'anni ed era quindi diventata di rito la telefonata all'uscita dallo stadio. Ci era tornato solo per poter accompagnare il nipotino al suo debutto e in un altro paio di occasioni.
Approfitto del tuo incipit, per riportare un pensiero che ho avuto e scritto ebbro di gioia dopo la vittoria in supercoppa, finora rimasto nel mio cellulare:
Mi tenevi per mano la prima volta che ho visto quel prato, verde del sole di Roma. Mi hai insegnato che avevamo i colori più belli, quelli del cielo, ispirati alla bandiera della Grecia olimpica. Mi hai raccontato che le aquile volano libere, più in alto di tutti e che essere laziali era distinguersi.
È passata una vita e le aquile volano ancora. Grazie, papà
Bellissima... spero mio figlio...dica le stesse cose a suo figlio...
Re:Il significato della passione
« Risposta #11 il: 25 Feb 2020, 19:55 »
Grazie

 :since :since
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod