La consapevolezza dell’essere.

0 Utenti e 15 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

La consapevolezza dell’essere.
« il: 03 Mar 2017, 15:21 »
L’altra sera, si insomma avete capito… , a fine partita, subito dopo il fischio finale sono stato pervaso credo come tutti noi da una incontenibile gioia di aver finalmente spezzato la striscia negativa di derby andati male (speriamo di invertire la tendenza…).
Questa storia del 26 maggio stava diventando un boomerang che ci faceva male.
La mia mente ha subito innescato un tourbillon di ricordi che mi hanno riproposto, su tutte, 3 partite per certi versi a modo loro simili a questa e che negli anni , a più riprese mi hanno cucito addosso la consapevolezza dell’essere e di appartenenza, insomma: “Quanto è bello esse Laziali!” .
Premetto che non vado troppo indietro negli anni perché lo so bene già di mio che ce ne sarebbero decine e decine, ma queste partite le accomuno a questa per le avversità e le premesse che ci davano per spacciati, sono state speciali perché dopo tanti anni ci si giocava delle coppe e che ci hanno consacrato negli almanacchi, che la nostra amata Lazio, a dispetto di tutto e tutti ha fatte sue. Partite in cui il tam-tam mediatico (e riommico) ci massacrava, la logica ci sfavoriva ed il fato ci metteva lo zampino ad ingarbugliare ulteriormente le cose.
Mi piace ricordarle così una ad una.
1)   Lazio-Milan finale CI 1998 , risultato finale 3-1.
Dopo una finale di andata a Milano dominata in lungo e in largo e persa per un episodio al 90’ (tipico da Lazio), iniziamo il ritorno speranzosi ma subiamo lo 0-1 che avrebbe tagliato le gambe a chiunque.
Ecco che ne esce fuori una favola da raccontare ai nipotini ed in meno di un tempo quella meravigliosa squadra ribalta il risultato , fa 3 goal e riporta in bacheca un trofeo dopo 40 anni! Che serata indimenticabile!
2)   Juventus-Lazio finale supercoppa Italiana 1998 , risultato finale 1-2.
Dopo la sofferta vittoria della Coppa Italia ci toccava sfidare i campioni d’Italia del Top Player Del Piero e manco a dirlo “chiacchierati” per il famoso caso Ronaldo.
Quindi sfavoriti ed in più si gioca al delle Alpi a Torino.., si vince meritatamente 1-0 ma nel finale arriva puntualissimo il rigore per la Giuve… Ma la storia stava cambiando ed ecco la magìa di Sergione nel recupero a darci la seconda gioia in pochi mesi!
3)   Inter-Lazio finale supercoppa Italiana 2009 , risultato finale 1-2.
Che dire contro gli invincibili campioni d’Italia di Mourinho ed Eto'o si soffrì per tutta la partita , consideriamo anche che in panca avevamo il nuovo profeta Ballardini… ma contro tutti i pronostici vincemmo lo stesso!
Ecco, l’altra sera si partiva come Davide contro Golia, contro gli invincibili.. , i promessi triplete..., i “vincemo tutti e due i derby , promesso..”, i “stasera la roma chiuderà la pratica..”, Inzaghino contro il MESSIA SPALLETTI, ebbene sono stati annichiliti e le creste di gallo si sono afflosciate.
Per questo, per me,  non è stata una vittoria di un derby qualsiasi, ma una vittoria speciale. 


 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod