La cornice marcia non esiste! O ... sì?

0 Utenti e 16 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline Palo

*****
11625
La cornice marcia non esiste! O ... sì?
« il: 04 Ago 2016, 10:10 »
Appena 5 giorni fa (ora più ora meno) Diabolik, il controverso leader della curva nord, è intervenuto durante la trasmissione radiofonica "La Voce della Nord" su radio sei ed ha annunciato che, per bloccare l'emorragia di tifosi e per evitare di non avere generazioni future di laziali in Nord, la curva deve tornare allo stadio a far sentire la propria voce ed il proprio sostegno alla squadra.

La società, Lotito, ha deciso di dotarsi di una struttura più consona ad una squadra di serie A e ha apportato alcune modifiche all'organigramma mettendo un professionista della comunicazione (per quanto controverso e non da tutti apprezzato) a capo del settore, depotenziando il precedente responsabile ed inserendo un personaggio di ... "spessore" nel ruolo di Club Manager.

C'è stata una bruttissima parentesi con il "caso Bielsa".
Un piano sicuramente molto ambizioso, sicuramente in linea con un "cambio di passo" che tutti noi auspicavamo, sicuramente molto ... troppo rischioso. Purtroppo, infatti, il rischio si è trasformato nella realtà di un fallimento. Grave per l'immagine, grave per il morale della tifoseria, grave per la squadra, gravissimo perché il doppio salto mortale era inevitabilmente senza rete. E non c'era un piano B che non fosse il ripescaggio di un delegittimato Inzaghi con tutte le conseguente che ne sono derivate.

Ma, chiusa la parentesi Bielsa ...

... La campagna acquisti procede secondo quelli che sono i normali tempi di questa società (cioè lentamente) ... eppur si muove. E' arrivato un "Nazionale" italiano (Immobile), un "Nazionale" belga (Lukaku), un centrale nel giro della "Nazionale" brasiliana, titolare indiscusso della seconda squadra del campionato francese nelle ultime due stagioni, (Wallace). Sono usciti Gentiletti (che l'anno scorso si era "ritirato dalla lotta" forse anche, magari soprattutto, per l'impossibilità a riprendersi dopo l'infortunio di due anni fa), Onazi (amato da tutti i laziali tranne poche merde razziste ma con all'attivo uno scarso minutaggio negli ultimi due o tre anni) e Candreva (qui mi taccio e rimando al relativo topic per capire quanto sia rimpianto dal popolo laziale. Le cifre ottenute sono in linea co le giuste aspettative di una squadra che non sia protetta dalla mafia. Sempre sul mercato sono svaniti alcuni nomi e ne rimangono altri in cima (o in fondo, a seconda dei gusti) alla liste dei desideri di tecnico (che sarebbe la cosa più importante) e tifosi. Sembra, infine, che stia arrivando un ex promessa del calcio tedesco, Leitner. Un centrocampista a basso costo, del '92 (l'eta di De Vrij). Detto tra noi, non mi meraviglierebbe se lo vedessimo giocare il prossimo anno con la maglia amaranto della Salernitana ...

Le maglie, quest'anno, stanno raccogliendo consensi ed apprezzamento. L'iniziativa di ieri sera testimonia, tra l'altro, la disponibilità di Lotito a scendere nall'arena del confronto diretto con i tifosi. Dice: "Facile andare da quelli che hanno sottoscritto l'abbonamento il primo giorno. Quelli sono certamente dei lotitiani convinti o, tuttalpiù, dei tifosi che je va bene tutto anche 'sta mediogridà!"
Ok. Sono tifosi 1.0. Loro amano la maglia e, come non fu la B o il "menonove", si abbonano alla Lazio. Perché tifano Lazio. E basta. Però lui c'è andato e ci ha parlato. Gli ha dato il diploma di #11siamounasquadra e li ha ringraziati personalmente. Non dimentichiamo che Lotito ha caratteristiche molto prossime a Fonzie, prima di sentirgli dire grazie, scusa o mi sono sbagliato, si deve essere davanti ad un evento realmente eccezionale. Oppure ad un grande cambiamento.

Però ... leggi i giornali di oggi e trovi rivendicazioni di cessioni disastrose: sembra che gli scudetti vinti da Muslera col Gala avrebbero potuto essere vinti dalla Lazio grazie alla "saracinesca" uruguagia), o LO scudetto vinto da Hernanes (non all'Inter ma alla Juve) è arrivato in virtù delle ineguagliabili prestazioni del "profeta". Mi dicono che addirittura Giannichedda sia stato citato con fulgido esempio dell'improvvida Gestione lotitiana. Riporto uno stralcio dell'articolo di Rindone sul "Trigoriese".

"Andando indietro nel tempo, ricostruendo le cessioni dolorose, si può costruire una Lazio d’alta quota, forse da scudetto. In tanti, lasciando Roma, sono andati via da Lotito e hanno vinto trofei pretigiosissimi. Il tricolore l’hanno vinto Cesar (1 con l’Inter), Oddo (1 con il Milan più una Champions e un Mondiale per club), Pandev (stesso percorso di Oddo), Kolarov (2 scudetti con il Manchester City), Lichtsteiner (5 scudetti di fila con la Juve), Muslera (3 scudetti con il Galatasaray), Hernanes (1 scudetto con la Juve). Dal 2004 ad oggi sono andati via anche Giannichedda (si svincolò e scelse la Juve), Liverani (per lui Delio Rossi disse «talenti così andrebbero “incatenati” ai cancelli di Formello»), Behrami, De Silvestri e Zarate."

Anche trascurando l'effetto del tempo (se avessimo trattenuto Cesaretto o Oddo, oggi sarebbero ancora efficaci in campo?), vediamo una lista di buoni giocatori, alcuni anche più che buoni, altri ... be', lasciamo perdere, che sono andati via dalla Lazio. Non sono  bravo a fare questo genere di cose, ma se prendo una qualsiasi squadra di serie A o di premier, o di bundes, non pensate che riusciremmo ad ottenere un risultato simile e trovare delle cessioni che hanno ottenuto, con contributo anche prossimo allo zero (citare lo scudetto juventino di Hernanes è VERGOGNOSO!!)? Come mai non ha citato ciò che è accaduto in passato, tipo la cessione di Nedved o quella di Nesta?

Si tratta di malafede, della ricerca ossessiva del consenso di un numero sempre cospicuo di tifosi che seguono le direttive degli ellenici, del plastici, dei pianistidipianobar. Tutto per vendere due (o ventimila) copie di giornale buono solo per pulircisi il culo?

Poi il capolavoro della prima pagina
Lazio, acquisto misterioso
LEITNER CHI?

Corredando il tutto con una foto del giocatore (indice del fatto che, almeno qualcuno che lavora all'archivio fotografico del giornalebuonosoloperpulircisiilsedere a Leitner lo conosceva)

O, magari, si tratta di arginare il ritorno allo stadio della curva Nord. Ritorno che, inevitabilmente, comporterà un graduale rientro di altri tifosi. E non sia mai che la Lazio "ottava e fuori dalle coppe" possa rialzare la testa. La mia è fantascienza se penso che da qualche parte, nel mondo (magari da Boston) sia partita una telefonata al sig. Rindone o al suo direttore (il cui nome orgogliosamente ignoro) con l'ordine di dare la stura allo smerdalazio? Sono paranoico io?




Re:La cornice marcia non esiste! O ... sì?
« Risposta #1 il: 04 Ago 2016, 10:18 »
tu ci credi che a me mi viene il vomito?

Offline Warp

*
7581
Re:La cornice marcia non esiste! O ... sì?
« Risposta #2 il: 04 Ago 2016, 10:21 »
io non arriverei fino a Boston, mi fermerei prima ai salotti e alle redazioni romane che sgomitano per dimostarsi più realisti del re e vendere 7 copie in più perculando il debole (tipico del giornalismo di regime italiano forte con i deboli debole con i forti)

E non sottovalutare la capacità di larga parte del tifo laziale di stare in contemporanea davanti e dietro il ventilatore sparame.da.
Basta andare a leggere i commenti di molti laziali ai video della consegna delle maglie agli abbonati postati su facebook dalla società  Te ne metto uno a caso:

madonna che tristezza.....questa è peggio del "cinepanettone" che De Laurentis impone alla squadra del Napoli.....c'avemo na squadra da rifà e questo li manna come i Testimoni de Geova a sonà ai campanelli della gente!!!!!!!

Online Tarallo

*****
96335
Re:La cornice marcia non esiste! O ... sì?
« Risposta #3 il: 04 Ago 2016, 10:22 »
Se poni la domanda riapri il dibattito.
Il dibattito e' chiuso da tempo.
I negazionisti o non hanno capito di cosa si parla, o gli conviene cosi'.

Offline tommasino

*****
11878
Re:La cornice marcia non esiste! O ... sì?
« Risposta #4 il: 04 Ago 2016, 10:28 »
Appena 5 giorni fa (ora più ora meno) Diabolik, il controverso leader della curva nord, è intervenuto durante la trasmissione radiofonica "La Voce della Nord" su radio sei ed ha annunciato che, per bloccare l'emorragia di tifosi e per evitare di non avere generazioni future di laziali in Nord, la curva deve tornare allo stadio a far sentire la propria voce ed il proprio sostegno alla squadra.

La società, Lotito, ha deciso di dotarsi di una struttura più consona ad una squadra di serie A e ha apportato alcune modifiche all'organigramma mettendo un professionista della comunicazione (per quanto controverso e non da tutti apprezzato) a capo del settore, depotenziando il precedente responsabile ed inserendo un personaggio di ... "spessore" nel ruolo di Club Manager.

C'è stata una bruttissima parentesi con il "caso Bielsa".
Un piano sicuramente molto ambizioso, sicuramente in linea con un "cambio di passo" che tutti noi auspicavamo, sicuramente molto ... troppo rischioso. Purtroppo, infatti, il rischio si è trasformato nella realtà di un fallimento. Grave per l'immagine, grave per il morale della tifoseria, grave per la squadra, gravissimo perché il doppio salto mortale era inevitabilmente senza rete. E non c'era un piano B che non fosse il ripescaggio di un delegittimato Inzaghi con tutte le conseguente che ne sono derivate.

Ma, chiusa la parentesi Bielsa ...

... La campagna acquisti procede secondo quelli che sono i normali tempi di questa società (cioè lentamente) ... eppur si muove. E' arrivato un "Nazionale" italiano (Immobile), un "Nazionale" belga (Lukaku), un centrale nel giro della "Nazionale" brasiliana, titolare indiscusso della seconda squadra del campionato francese nelle ultime due stagioni, (Wallace). Sono usciti Gentiletti (che l'anno scorso si era "ritirato dalla lotta" forse anche, magari soprattutto, per l'impossibilità a riprendersi dopo l'infortunio di due anni fa), Onazi (amato da tutti i laziali tranne poche merde razziste ma con all'attivo uno scarso minutaggio negli ultimi due o tre anni) e Candreva (qui mi taccio e rimando al relativo topic per capire quanto sia rimpianto dal popolo laziale. Le cifre ottenute sono in linea co le giuste aspettative di una squadra che non sia protetta dalla mafia. Sempre sul mercato sono svaniti alcuni nomi e ne rimangono altri in cima (o in fondo, a seconda dei gusti) alla liste dei desideri di tecnico (che sarebbe la cosa più importante) e tifosi. Sembra, infine, che stia arrivando un ex promessa del calcio tedesco, Leitner. Un centrocampista a basso costo, del '92 (l'eta di De Vrij). Detto tra noi, non mi meraviglierebbe se lo vedessimo giocare il prossimo anno con la maglia amaranto della Salernitana ...

Le maglie, quest'anno, stanno raccogliendo consensi ed apprezzamento. L'iniziativa di ieri sera testimonia, tra l'altro, la disponibilità di Lotito a scendere nall'arena del confronto diretto con i tifosi. Dice: "Facile andare da quelli che hanno sottoscritto l'abbonamento il primo giorno. Quelli sono certamente dei lotitiani convinti o, tuttalpiù, dei tifosi che je va bene tutto anche 'sta mediogridà!"
Ok. Sono tifosi 1.0. Loro amano la maglia e, come non fu la B o il "menonove", si abbonano alla Lazio. Perché tifano Lazio. E basta. Però lui c'è andato e ci ha parlato. Gli ha dato il diploma di #11siamounasquadra e li ha ringraziati personalmente. Non dimentichiamo che Lotito ha caratteristiche molto prossime a Fonzie, prima di sentirgli dire grazie, scusa o mi sono sbagliato, si deve essere davanti ad un evento realmente eccezionale. Oppure ad un grande cambiamento.

Però ... leggi i giornali di oggi e trovi rivendicazioni di cessioni disastrose: sembra che gli scudetti vinti da Muslera col Gala avrebbero potuto essere vinti dalla Lazio grazie alla "saracinesca" uruguagia), o LO scudetto vinto da Hernanes (non all'Inter ma alla Juve) è arrivato in virtù delle ineguagliabili prestazioni del "profeta". Mi dicono che addirittura Giannichedda sia stato citato con fulgido esempio dell'improvvida Gestione lotitiana. Riporto uno stralcio dell'articolo di Rindone sul "Trigoriese".

"Andando indietro nel tempo, ricostruendo le cessioni dolorose, si può costruire una Lazio d’alta quota, forse da scudetto. In tanti, lasciando Roma, sono andati via da Lotito e hanno vinto trofei pretigiosissimi. Il tricolore l’hanno vinto Cesar (1 con l’Inter), Oddo (1 con il Milan più una Champions e un Mondiale per club), Pandev (stesso percorso di Oddo), Kolarov (2 scudetti con il Manchester City), Lichtsteiner (5 scudetti di fila con la Juve), Muslera (3 scudetti con il Galatasaray), Hernanes (1 scudetto con la Juve). Dal 2004 ad oggi sono andati via anche Giannichedda (si svincolò e scelse la Juve), Liverani (per lui Delio Rossi disse «talenti così andrebbero “incatenati” ai cancelli di Formello»), Behrami, De Silvestri e Zarate."

Anche trascurando l'effetto del tempo (se avessimo trattenuto Cesaretto o Oddo, oggi sarebbero ancora efficaci in campo?), vediamo una lista di buoni giocatori, alcuni anche più che buoni, altri ... be', lasciamo perdere, che sono andati via dalla Lazio. Non sono  bravo a fare questo genere di cose, ma se prendo una qualsiasi squadra di serie A o di premier, o di bundes, non pensate che riusciremmo ad ottenere un risultato simile e trovare delle cessioni che hanno ottenuto, con contributo anche prossimo allo zero (citare lo scudetto juventino di Hernanes è VERGOGNOSO!!)? Come mai non ha citato ciò che è accaduto in passato, tipo la cessione di Nedved o quella di Nesta?

Si tratta di malafede, della ricerca ossessiva del consenso di un numero sempre cospicuo di tifosi che seguono le direttive degli ellenici, del plastici, dei pianistidipianobar. Tutto per vendere due (o ventimila) copie di giornale buono solo per pulircisi il culo?

Poi il capolavoro della prima pagina
Lazio, acquisto misterioso
LEITNER CHI?

Corredando il tutto con una foto del giocatore (indice del fatto che, almeno qualcuno che lavora all'archivio fotografico del giornalebuonosoloperpulircisiilsedere a Leitner lo conosceva)

O, magari, si tratta di arginare il ritorno allo stadio della curva Nord. Ritorno che, inevitabilmente, comporterà un graduale rientro di altri tifosi. E non sia mai che la Lazio "ottava e fuori dalle coppe" possa rialzare la testa. La mia è fantascienza se penso che da qualche parte, nel mondo (magari da Boston) sia partita una telefonata al sig. Rindone o al suo direttore (il cui nome orgogliosamente ignoro) con l'ordine di dare la stura allo smerdalazio? Sono paranoico io?
Analisi perfetta. Chiara, scritta bene, con concetti semplici e diretti.
Complimenti.

E, sinceramente, non riesco a capire come gente con intelligenza media e senza pregiudizi alle spalle, possa pendere dalle labbra della cornice.

Online PARISsn

*****
12713
Re:La cornice marcia non esiste! O ... sì?
« Risposta #5 il: 04 Ago 2016, 10:34 »
La cornice marcia esiste, si discute da tanto della voglia dei poteri forti della citta'...calcistici/economici/bancari ect..di farci sparire o farci diventare un Rayo Vallecano....ogni virgola o parola che ci riguarda viene montata enfaticamente ad arte...le cose buone hanno sempre  un sippero'...quelle cattive vengono amplificate e sbattute come  mostri in prima pagina...la colpa però è anche nostra, che a volte approfittiamo di quello che  la " cornice marcia " produce, per attaccare questo o quello della societa'...questo o quel giocatore, per criticare osteggiare ect. Hai scritto che  in prima pagina del corsport oggi campeggia  il titolo " Leitner chi ? "....bene vedi...io non lo sapevo !! perche quel giornale non lo compro e non lo clikko...non lo sfoglio manco gratis al bar...invece purtroppo ci saranno tanti laziali che stamattina leggendo quel titolo diranno..." beh c'ha ragione il corsport..chi è sto Leitner ?? "....magari sono gli stessi che non conoscono manco Giobert preso dai riommici..ma siccome il corsport " Giobert chi ? " non lo scrive...allora di sicuro deve essere uno forte e conosciuto. Insomma voglio dire il problema non è la cornice marcia  in se...ma proprio il seguito che trova tra noi laziali e ai quali si appoggia per profilerare... :asrm
Re:La cornice marcia non esiste! O ... sì?
« Risposta #6 il: 04 Ago 2016, 10:40 »
Se poni la domanda riapri il dibattito.
Il dibattito e' chiuso da tempo.
I negazionisti o non hanno capito di cosa si parla, o gli conviene cosi'.

.

Offline Indaco

*
2943
Re:La cornice marcia non esiste! O ... sì?
« Risposta #7 il: 04 Ago 2016, 10:45 »
Non credo a Boston.

Credo però che l'idea di contestazione e l'antilotitismo siano ormai una cifra importante degli atteggiamenti quotidiani dei laziali dinanzi alla loro squadra e alla loro società.

Credo inoltre che i media debbano vendere, copie nel caso dei giornali, pubblicità nel caso di radio e tv, e che quindi si adeguino al pubblico cui rivolgono i loro prodotti.

Cambiano noi, riprendiamo ad amare la Lazio come una tifoseria normale, e cambieranno anche loro.

Se il messinese-romanista abbate spadroneggia è perché trova sponda nei laziali. Se i laziali tornassero tali e lui continuasse a fare il fenomeno come oggi, il suo editore un giorno lo chiamerebbe e lo rispedirebbe a messina col primo gommone disponibile.

Siamo noi che fomentiamo chi ci vuole male. Riacquistiamo almeno la parvenza di tifosi della Lazio e molti alibi cadranno.

Sempre forza la grande Lazio

e abbate mmerda
Re:La cornice marcia non esiste! O ... sì?
« Risposta #8 il: 04 Ago 2016, 10:46 »
Se poni la domanda riapri il dibattito.
Il dibattito e' chiuso da tempo.
I negazionisti o non hanno capito di cosa si parla, o gli conviene cosi'.
per quel che mi riguarda, esiste.....ma non è la causa di tutti i mali

spesso i "negazionisti" (tra cui non mi ci ritrovo come definizione) si schierano da quella parte anche per colpa di chi invece vorrebbe sempre e soltanto scaricare i problemi della Lazio alla cornice stessa

non parlo ovviamente di te  :beer:
Re:La cornice marcia non esiste! O ... sì?
« Risposta #9 il: 04 Ago 2016, 10:49 »
Rindone però è un giornalista anziano, topo di redazione  e noto per il suo distacco, molto poco "passionale" o schierato. Boh.

Bisognerebbe chiedere al suo magnifico direttore.

Al di là di questo, la storia la conosciamo bene. Ed è il motivo,per il quale molto di noi hanno conservato per anni, e in parte conservano anche ora, una posizione di intimo disprezzo per L. ma di sua "difesa" rispetto alla fogna esterna. Roba che manco Marquez poteva immaginare  :( :( :( :(
Re:La cornice marcia non esiste! O ... sì?
« Risposta #10 il: 04 Ago 2016, 10:53 »
Il  mio sogno è di sbattere in faccia al pennivendolo questo titolo dopo una grande annata del tedeschino :asrm

Offline paolo71

*****
13069
Re:La cornice marcia non esiste! O ... sì?
« Risposta #11 il: 04 Ago 2016, 10:54 »
esiste da sempre
se ne parlava già fine anni'80 "gufi marameo tutti giù dal colosseo" del toscanaccio (Fascetti) , alla definizione vera e propria data del friulano (Reja) di qualche anno fa, che tanto ci ha fatto discutere nel forum.

Il vero nemico della Lazio è proprio sta roba qua, come Palo ha abilmente descritto sopra.
Re:La cornice marcia non esiste! O ... sì?
« Risposta #12 il: 04 Ago 2016, 11:06 »
Analisi di Palo perfetta, a cui aggiungo che in un momento del genere, con la Curva Nord che finalmente accenna a voler ritornare all'Olimpico (a prescindere dalle modalità che sceglieranno), chi fa informazione a Roma, se avesse un minimo di cura di tutte e due le squadre di Roma e non solo di quei cani puzzolenti, accompagnerebbe questo momento particolare con un minimo di ottimismo, di calore,  cercando di aiutare una tifoseria che sta provando in qualche modo di ritrovarsi

La prima pagina del corriere di oggi e' invece emblematica di quello che succede a Roma, dove gli unici che possono proteggere la Lazio sono i suoli tifosi, il resto, chiamali cornice marcia, negazionisti o come meglio si preferisce, con la scusa di Lotito e spalleggiati la sedicenti ex Laziali remano da un'altra parte, che non e' quella nostra
Re:La cornice marcia non esiste! O ... sì?
« Risposta #13 il: 04 Ago 2016, 11:13 »
La società deve (continuare ad) attrezzarsi contro l'esercito di sciacalli interni ed esterni.
Secondo me, ad esempio, non è concepibile lasciare la pagina ufficiale FB a disposizione di tutti i frustrati che insultano, sbeffeggiano, perculano ogni notizia che viene pubblicata.
Anche oggi commenti vergognosi sull'iniziativa per i primi 11 abbonati.

La Lazio dovrebbe porre rimedio, è sempre una vetrina globale, anche per chi ci legge da fuori è uno schifo vero.
Si togliesse la possibilità del commento pubblico visto che la massa degli insultanti decerbrati non penso si autoestinguerà.

Offline charlie

*
9088
Re:La cornice marcia non esiste! O ... sì?
« Risposta #14 il: 04 Ago 2016, 11:19 »
Per me il discorso é semplice e, volendo, molto più banale.
Finché l'ossessione anti lotitiana avrà certe dimensioni, rappresentano quindi una buona fetta di mercato, ci sarà sempre dell'interesse a foraggiarla.
Si parla di scelte editoriali precise, studiate per avere un ritorno calcolabile.
Re:La cornice marcia non esiste! O ... sì?
« Risposta #15 il: 04 Ago 2016, 11:20 »
L'ossessione a sua volta è alimentata dai media (grandi e piccoli) e dalle loro scelte editoriali.

Offline seagull

*****
7880
Re:La cornice marcia non esiste! O ... sì?
« Risposta #16 il: 04 Ago 2016, 11:25 »
Dopo questo non scrivo più sulla questione.
Ieri mi sono voluto auto-flagellare per un giorno ascoltando R6......e vabbè la CM non esiste, è un'invenzione di quei scemi che scrivono qua'  8)

Alex_k

Alex_k

Re:La cornice marcia non esiste! O ... sì?
« Risposta #17 il: 04 Ago 2016, 11:26 »
Io la faccio semplice

Parlo bene della Lazio? Va bene solo ad una parte (e pure minoritaria) dei laziali.
Parlo male della Lazio e di Lotito? Va bene a(lla maggior) parte dei laziali, ai merdici e pure a diversi altri tifosi

Secondo me, ma de che stamo a parla'?


Offline syrinx

*
13680
Re:La cornice marcia non esiste! O ... sì?
« Risposta #18 il: 04 Ago 2016, 11:36 »
Se poni la domanda riapri il dibattito.
Il dibattito e' chiuso da tempo.
I negazionisti o non hanno capito di cosa si parla, o gli conviene cosi'.
Re:La cornice marcia non esiste! O ... sì?
« Risposta #19 il: 04 Ago 2016, 11:41 »

"Andando indietro nel tempo, ricostruendo le cessioni dolorose, si può costruire una Lazio d’alta quota, forse da scudetto. In tanti, lasciando Roma, sono andati via da Lotito e hanno vinto trofei pretigiosissimi. Il tricolore l’hanno vinto Cesar (1 con l’Inter), Oddo (1 con il Milan più una Champions e un Mondiale per club), Pandev (stesso percorso di Oddo), Kolarov (2 scudetti con il Manchester City), Lichtsteiner (5 scudetti di fila con la Juve), Muslera (3 scudetti con il Galatasaray), Hernanes (1 scudetto con la Juve). Dal 2004 ad oggi sono andati via anche Giannichedda (si svincolò e scelse la Juve), Liverani (per lui Delio Rossi disse «talenti così andrebbero “incatenati” ai cancelli di Formello»), Behrami, De Silvestri e Zarate."


Si sono dimenticati dei due scudetti di Kasami vinti in Grecia. Cornice marcia un po' superficiale.
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod