La democrazia ai tempi di Twitter

0 Utenti e 95 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline calimero

*
4036
La democrazia ai tempi di Twitter
« il: 29 Apr 2019, 10:21 »
Premessa, uso pochissimo i social in genere. L’unica eccezione la faccio per Twitter per seguire il grande Riccardo Cucchi. Seguendo il bravo ex telecronista mi sono imbattuto nel sedicente giornalista Angelo Bocconetti. Ho curiosato tra i tweet di costui e ho scoperto che trattasi del solito ossessionato dal fascismo e razzismo, ma solo se proviene da ultrà laziali, meritandosi un “sia serio” che credo che sia il massimo insulto che la mente di Riccardo Cucchi possa concepire. Ho notato tra i tweet del nostro un post sarcastico sullo striscione del Colosseo nel quale ipotizzava che fosse opera di “tifosi della Lazio” (sic) in partenza per Genova con l’hashtag #SampdoriaLazio. Ho risposto in maniera educata che ipotesi altrettanto valida poteva essere che gli autori del misfatto fossero elementi di Tradizione e Distinzione e lui mi ha risposto che era possibile, ma molto meno probabile, il che mi ha incoraggiato a pensare che si trattasse di persona, sì tarata, ma perlomeno aperta al dialogo.
Mi sbagliavo di grosso.
A questo punto non potevo esimermi dal far notare al sullodato che a mio parere l’ipotesi più probabile fosse una risposta della Sud alla bravata di Milano per non essere da meno in tema di fascismo. Egli mi rispondeva in tal guisa : ”Delle sue opinioni ne terremo in debito conto solo quando avrete messo in minoranza la maggioranza fascista e razzista dei vostri tifosi.
P.S. Mi saluti quel suo follower. Fa tenerezza”
Volevo rispondere che attaccarmi sul mio follower solitario era patetico e che la maggioranza fasciorazzista che mi preoccupava era quella del Paese, ma non potevo farlo in quanto il soggetto mi bloccava non potendo più interagire con lui. Vi prego perciò di farlo al posto mio perchè possa avere conoscenza del pensiero democratico laziale ed arricchire così il suo bagaglio intellettuale, che appare ben misero visto il modo che ha di interloquire.
Fatemi sapere le sue reazioni visto che sono impossibilitato a seguirlo.

Vi ringrazio e mi scuso per la lunghezza del post.


Re:La democrazia ai tempi di Twitter
« Risposta #1 il: 29 Apr 2019, 10:28 »
Tipica reazione di coloro che pensano di avere la verità assoluta.
E che si riempiono la bocca di parole vuote in totale disonestà intellettuale.
Da un lato si fa bene ad intervenire, dall'altra, il farlo, riempe il loro ego, quando l'ignorarli,  e lasciarli nel dimenticatoio sarebbe la soluzione migliore.

Offline calimero

*
4036
Re:La democrazia ai tempi di Twitter
« Risposta #2 il: 29 Apr 2019, 10:31 »
Tipica reazione di coloro che pensano di avere la verità assoluta.
E che si riempiono la bocca di parole vuote in totale disonestà intellettuale.
Da un lato si fa bene ad intervenire, dall'altra, il farlo, riempe il loro ego, quando l'ignorarli,  e lasciarli nel dimenticatoio sarebbe la soluzione migliore.

Hai ragione, non lo faccio mai, ma stavolta mi è presa così.
Re:La democrazia ai tempi di Twitter
« Risposta #3 il: 29 Apr 2019, 10:38 »
Non sto dicendo che hai fatto male, anzi.
È che certa gentaglia poi non accetta il dialogo e chiude quando gli pare.
Lanciano il sasso e nascondano la mano.
Disonesti e vigliacchi.

Offline calimero

*
4036
Re:La democrazia ai tempi di Twitter
« Risposta #4 il: 29 Apr 2019, 10:41 »
Non sto dicendo che hai fatto male, anzi.
È che certa gentaglia poi non accetta il dialogo e chiude quando gli pare.
Lanciano il sasso e nascondano la mano.
Disonesti e vigliacchi.

Tra l’altro questo individuo come post “fissato” in cima ha messo l’art. 21 Cost. che garantisce la libertà di espressione. Secondo me c’ha degli irrisolti.
Re:La democrazia ai tempi di Twitter
« Risposta #5 il: 29 Apr 2019, 10:49 »
Vengono presi alle mani. Mi dispiace quando devo dire cosi, ma è.
Re:La democrazia ai tempi di Twitter
« Risposta #6 il: 29 Apr 2019, 11:02 »
Ci ho discusso l'altro giorno dopo che era riuscito ad attaccarsi con Cucchi. Lunga e pacatissima (da parte mia) discussione troncata nel momento in cui era diventato palese che non cercasse alcun tipo di confronto ma volesse solo smerdarci portando avanti la sua tesi (Lazio=Fascismo). Anche con me messo alle strette si è ridotto ad accusarmi di avere pochi follower. Un poveretto che si qualifica con la copertina del suo "capolavoro":



Re:La democrazia ai tempi di Twitter
« Risposta #7 il: 29 Apr 2019, 11:12 »
Nella trappola di spostare il discorso dalla dinamica "calcio - tifo" a quella politica, ci caschiamo (sia pur per contrapporci agli irredimibili) anche noi: e così perdiamo, perché l'identificazione storica dei gruppi egemoni del tifo organizzato laziale con l'estrema destra (e, aggiungo, con quella più culturalmente povera e rozza: ma non può essere diversamente, trattandosi di curva) è evidente a tutti.
La cosa ridicola è che a Roma tutti sanno come sia da anni lo stesso anche in curva sud, e con esiti letali (due morti ammazzati e un irlandese in coma vegetativo): solo che, per i motivi che tutti sappiamo, i cattivi sono solo ed esclusivamente gli ultras laziali (che in questa cosa, sia detto per inciso, ci sguazzano, alimentando la propria immagine di brutti sporchi e cattivissimi 'soli contro tutti').

Offline calimero

*
4036
Re:La democrazia ai tempi di Twitter
« Risposta #8 il: 29 Apr 2019, 11:15 »
Nella trappola di spostare il discorso dalla dinamica "calcio - tifo" a quella politica, ci caschiamo (sia pur per contrapporci agli irredimibili) anche noi: e così perdiamo, perché l'identificazione storica dei gruppi egemoni del tifo organizzato laziale con l'estrema destra (e, aggiungo, con quella più culturalmente povera e rozza: ma non può essere diversamente, trattandosi di curva) è evidente a tutti.
La cosa ridicola è che a Roma tutti sanno come sia da anni lo stesso anche in curva sud, e con esiti letali (due morti ammazzati e un irlandese in coma vegetativo): solo che, per i motivi che tutti sappiamo, i cattivi sono solo ed esclusivamente gli ultras laziali (che in questa cosa, sia detto per inciso, ci sguazzano, alimentando la propria immagine di brutti sporchi e cattivissimi 'soli contro tutti').

In effetti è qui che lo volevo portare. Ma avrei fatto meglio a scrivere  solo Prima romanisti, poi professionisti.
Re:La democrazia ai tempi di Twitter
« Risposta #9 il: 29 Apr 2019, 11:23 »
A me è capitato con un milanista.

Dopo un lungo confronto rispetto al caso dei due imbecilli e la questione di Leiva con l'addetto stampa del milan, trovandosi alle strette mi ha tagliato con riferimento ai pochi follower.

Risultato( con buona pace del buon ES): ho deciso di abbandonare l'"uso attivo" di uno strumento social che ritenevo, almeno all'inizio, utile e funzionale soprattutto in ambito professionale.

Offline pan

*
1564
Re:La democrazia ai tempi di Twitter
« Risposta #10 il: 29 Apr 2019, 11:23 »
Fatto Calimero, gli ho lasciato una rispostina, per quel che vale... tanto mica cambiano idea, potrebbero morirne.
Re:La democrazia ai tempi di Twitter
« Risposta #11 il: 29 Apr 2019, 11:29 »
Risultato( con buona pace del buon ES): ho deciso di abbandonare l'"uso attivo" di uno strumento social che ritenevo, almeno all'inizio, utile e funzionale soprattutto in ambito professionale.

Continuo a sostenere la necessità di fare gruppo. Più la rete è estesa e più c'è la possibilità di far passare le nostre tesi. Ripeto, gli zozzi in questo sono maestri e non mi riferisco solo ai loro social media manager ma anche a un ristretto di gruppo di personaggi in grado di far opinione che si trovano al centro della loro rete e che vengono amplificati dal gran numero di trogloditi che li seguono. Ecco, al momento a noi mancano sia la "massa" che le "teste" a parte qualche rara eccezione.

Offline olandese

*
6194
http://www.footytube.com/
Re:La democrazia ai tempi di Twitter
« Risposta #12 il: 29 Apr 2019, 11:31 »
La cosa ridicola è che a Roma tutti sanno come sia da anni lo stesso anche in curva sud, e con esiti letali (due morti ammazzati e un irlandese in coma vegetativo)
Ciro Esposito? e láltro come si chiama?
Re:La democrazia ai tempi di Twitter
« Risposta #13 il: 29 Apr 2019, 11:36 »
Continuo a sostenere la necessità di fare gruppo. Più la rete è estesa e più c'è la possibilità di far passare le nostre tesi. Ripeto, gli zozzi in questo sono maestri e non mi riferisco solo ai loro social media manager ma anche a un ristretto di gruppo di personaggi in grado di far opinione che si trovano al centro della loro rete e che vengono amplificati dal gran numero di trogloditi che li seguono. Ecco, al momento a noi mancano sia la "massa" che le "teste" a parte qualche rara eccezione.

Fare rete spetta alla Società.

Mi spiego, lodevole l'iniziativa sulla sicurezza con la cooptazione di D'Angelo. Ecco è arrivato il momento di fare la stessa cosa con un Social Media coi controcaxxi e l'ausilio di bot. Fino a quel momento di sprecare il mio tempo con i bimbiminkia non ne ho nessuna voglia nè fantasia.
Re:La democrazia ai tempi di Twitter
« Risposta #14 il: 29 Apr 2019, 11:40 »
Che la società assuma un gruppo (non un singolo) qualificato nella gestione di certi strumenti è certamente un passo necessario ma ti garantisco che quelli di là erano molto visibili già da prima che gli americani si muovessero in questo senso. Ecco, secondo me oltre ad essere carente la società lo siamo pure noi.

Offline Daniela

*****
22095
Re:La democrazia ai tempi di Twitter
« Risposta #15 il: 29 Apr 2019, 11:51 »
io su twitter sono in trincea
consapevole della limitatezza del mezzo ma allo stesso tempod ella sua estrema importanza a livello comunicativo

Offline bizio67

*
11457
Re:La democrazia ai tempi di Twitter
« Risposta #16 il: 29 Apr 2019, 11:58 »
io su twitter sono in trincea
consapevole della limitatezza del mezzo ma allo stesso tempod ella sua estrema importanza a livello comunicativo
Ci sono anch'io Daniela, avanti Lazio contro tutto e tutti

Offline Daniela

*****
22095
Re:La democrazia ai tempi di Twitter
« Risposta #17 il: 29 Apr 2019, 11:59 »
Ci sono anch'io Daniela, avanti Lazio contro tutto e tutti

daje!
Re:La democrazia ai tempi di Twitter
« Risposta #18 il: 29 Apr 2019, 12:23 »
Ci discussi tempo fa su stessi temi con questo Bocconetti,e mi bloccò.

Offline Dissi

*****
15905
Re:La democrazia ai tempi di Twitter
« Risposta #19 il: 29 Apr 2019, 12:27 »
gli sto rispondendo, vediamo quanto duro
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod