la finale, domani

0 Utenti e 8 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline aquilante

*
2766
la finale, domani
« il: 19 Mag 2015, 11:49 »

la juventus è, finora, una delle due squadre del campionato italiano contro le quali la Lazio tra andata e ritorno ha totalizzato 0 (zero) punti e realizzato 0 (zero) reti

della juventus in champion mi sono restati in mente gli incontri e i risultati contro due avversari dal profilo tattico e tecnico profondamente diverso, l'atletico madrid e il borussia dortmund. gli spagnoli - non credo di sbagliare - sono la sola squadra contro cui i bianconeri oltre a non riuscire a vincere non sono riusciti a realizzare neppure un gol; i tedeschi invece sono la squadra che più di ogni altra è riuscita a esaltare - per il punteggio e per la prestazione complessiva - le qualità della juve

dopo la nostra vittoria nella semifinale di coppa che ci aprì le porte al 26 maggio, la juventus la abbiamo incontrata 5 volte, 4 in campionato, 1 in supercoppa. 3 volte i bianconeri erano guidati da conte, 2 da allegri. i risultati parlano chiaro: 4 sconfitte, un pareggio, 13 punti per loro, 1 per noi, 14 gol loro, 2 noi. sfide senza storia, insomma. sia quando la juve di conte ci rinchiudeva nella nostra metà campo, sia quando quella di allegri ci ha lasciato ruminare calcio nella loro di metà campo

non c'entra la tattica, dunque, troppo alto il deifferenziale tecnico? sicuramente vale per la Lazio quello che vale per l'inter o per il milan, per il napoli o per la roma, squadre che nello stesso arco di tempo non è che contro la juve abbiano ottenuto risultati molto migliori dei nostri. epperò una differenza c'è: contro la Lazio la juve non solo vince e convince, il fatto è che proprio si diverte, non fatica, esalta le qualità dei suoi solisti, le geometrie del suo collettivo e principi tattici di allegri. esattamente come è stata capace di fare nelle due sfide contro il borussia dortmund

della partita straordinaria di sabato a Marassi, vorrei portare all'attenzione due frammenti estremamente importanti (e direi anche piuttosto raggelanti): la fuga solitaria (e in fuorigioco, ma poco conta) di eto verso la porta, il commento di pioli su questo episodio nel post partita ("non è questione di difesa troppo alta è che non dobbiamo perdere quelle palle a centrocampo"). quell'episodio e quelle parole sembrerebbero annunciare un'altra partita senza storia, perché le ultime due sconfitte, gli ultimi cinque gol presi dalla juve, sono tutti figli di spazi vuoti nella nostra metà campo e di palle perse stupidamente a centrocampo

a meno che, la Lazio non riesca a far tesoro degli altri messaggi giunti da Marassi. quelli che dicono di una Lazio che, dopo il vantaggio, abbassa leggermente il baricentro, restringe gli spazi davanti alla difesa e prova lei a sfruttare i corridoi che chi attacca è in qualche modo costretto a lasciare poco custoditi. che in fondo è esattamente quello che con indubbia maestria è riuscito a fare l'atletico nelle due sfide champion contro i bianconeri

più atletico dunque, meno borussia. fatto curioso questo, certo, perché la Lazio di pioli la sua annata straordinaria  è riuscita a costruirla sulla capacità di alzare il ritmo, di occupare la metà campo avversaria, di tenere alto il pressing, di presidiare numerosa numerosa l'area alla ricerca del gol, di squadernare geometrie offensive ricche e variabili, di reiterare attacchi veloci e profondi. con la juve di allegri però questa tattica non funziona. non funziona per la Lazio, ma non sarei per nulla sorpreso se a pagare pegno fosse anche il barcellona di luis enrique: occupare la metà campo juventina e scoprire la propria significa destinarsi a una sorte pressoché certa e inesorabile

simeone lo ha capito ed è stato il solo a costringere i bianconeri a masticare pane duro. proviamo a non essere da meno di loro

avanti Lazio




Re:la finale, domani
« Risposta #1 il: 19 Mag 2015, 11:55 »
il solo problema è che occupare la metacampo avversaria è il nostro solo modo di giocare
per reggere basterebbe avere due ottimi difensori centrali, contro questa juve che non perdona il minimo errore è la nostra sola possibilità
ovviamente se l'arbitro non commette degli errori stranamente contro di noi

Offline Magnopèl

*
44009
Re:la finale, domani
« Risposta #2 il: 19 Mag 2015, 12:00 »
Purtroppo credo che non abbiamo nelle corde di fare l'atletico, nel senso che il catenaccio ci riesce male. (ho banalizzato il concetto)

Quando Pioli dice "non bisogna perdere quelle palle" dice il vero, ma sa bene che può capitare, certo capita meno a uno come Biglia e forse più spesso a qualcun altro, ma il rischio c'è sempre.

Ci vuole semplicemente una botta di culo.
Ricordate la supercoppa a Pechino vs l'inter di Mourinho?
Ecco, così.
Perchè i numeri negli ultimi 2 anni vs la Juve parlano chiaro, come hai ricordato.

Online bizio67

*
12435
Re:la finale, domani
« Risposta #3 il: 19 Mag 2015, 12:03 »
Sono più forti, ma in una partita secca tutto può succedere...c'era molta più differenza nella supercoppa con l'inter ed invece...
Re:la finale, domani
« Risposta #4 il: 19 Mag 2015, 12:12 »
Io direi che l'esempio su come giocare viene dalle due ultime partite.
Se portiamo la difesa troppo alta rischiamo le infilate tipo Palacio o Eto'.
Al contrario stare 10 metri più dietro e concedere meno spazi da più responsabilità ai centrocampisti e agli esterni d'attacco che devono pressare fin dalla metà campo ma anche meno pressione sui difensori che altrimenti non potrebbero permettersi di sbagliare anche un singolo rinvio.
La chiave è, quindi, la condizione fisica e l'applicazione corale delle indicazioni di Pioli.
TUTTI PER UNO, UNO PER TUTTI :since
Re:la finale, domani
« Risposta #5 il: 19 Mag 2015, 12:13 »
Affrontare la Juve non è come affrontare, per dire, il Parma.
Apportare qualche accorgimento al solito nostro modo di giocare non deve essere motivo di vergogna, anzi di intelligenza; non a caso negli ultimi due anni l'unica volta che non abbiamo perso è stato lo scorso anno.

Offline izio

*
2129
Re:la finale, domani
« Risposta #6 il: 19 Mag 2015, 12:15 »
Sono più forti, ma in una partita secca tutto può succedere...c'era molta più differenza nella supercoppa con l'inter ed invece...

...magari restano in 9....

sto scherzà!  :D :D

Online bizio67

*
12435
Re:la finale, domani
« Risposta #7 il: 19 Mag 2015, 12:16 »
...magari restano in 9....

sto scherzà!  :D :D
La juve in nove!? E quando!

Offline Rugiule

*
5847
Re:la finale, domani
« Risposta #8 il: 19 Mag 2015, 12:24 »
Contro la fortissima Juve ci vorrebbe una rivoluzione che ci garantisca spinta e copertura e faccia perdere certezze e punti di riferimento ai nostri avversari:

Lazio (3-5-2)

Berisha
Mauricio - Ciani - De Vrij
Lulic - Cataldi - Ledesma - Candreva - Cavanda
Keita (Mauri) - Djordjevic

In questo modo, oltre a Marchetti, riposano per il derby in sette: Gentiletti, Radu, Basta, Parolo, Anderson e Klose

Offline Magnopèl

*
44009
Re:la finale, domani
« Risposta #9 il: 19 Mag 2015, 12:26 »
Se giocano Mauricio e Ciani insieme non ci salva nemmeno il 5-5-5.
Al limite: Mauricio De Vrij Radu, se avevamo Gentiletti (che giocherà il derby) si poteva fare De Vrij Gentiletti Radu

Online vaz

*****
43357
Re:la finale, domani
« Risposta #10 il: 19 Mag 2015, 12:28 »
Intanto giochiamola con DV, e diamo qualche calcetto intimidatorio :))
poi me piacerebbe non subire un goal durante i primi 10 minuti.

Offline Rugiule

*
5847
Re:la finale, domani
« Risposta #11 il: 19 Mag 2015, 12:29 »
Se giocano Mauricio e Ciani insieme non ci salva nemmeno il 5-5-5.
Al limite: Mauricio De Vrij Radu, se avevamo Gentiletti (che giocherà il derby) si poteva fare De Vrij Gentiletti Radu
Basta De Vrij per guidare Ciani e Mauricio, comunque anche Radu va bene al posto di Ciani, anche se la sua posizione di centrale è più vicina a quella di Mauricio.
Re:la finale, domani
« Risposta #12 il: 19 Mag 2015, 12:32 »
Intanto giochiamola con DV, e diamo qualche calcetto intimidatorio :))
poi me piacerebbe non subire un goal durante i primi 10 minuti.
Chi segna troppo presto in una finale, alla fine perde.

Online vaz

*****
43357
Re:la finale, domani
« Risposta #13 il: 19 Mag 2015, 12:35 »
alla juve non la rimonti mai.

Offline blu73

*
1618
Re:la finale, domani
« Risposta #14 il: 19 Mag 2015, 12:39 »
La riflessione di Aquilante è molto articolata e condivisibile.
Le prime giornate della Lazio di Pioli avevano portato alla luce la mancanza di organicità e coordinamento del pressing, che avevano portato alla sconfitta immeritata di Milano. Poi il mister ha corretto in corsa e la squadra ha assimilato il modo di giocare di Pioli.
Però è anche palese che contro la Juve non funziona.
E penso al fatto che, se vuole, la Lazio sa cambiare pelle. Contro il Napoli, in Coppa al San Paolo, pressing basso nella propria trequarti. Nessuna profondità concessa agli attaccanti avversari. E ripartenze micidiali.
Credo che la Lazio, per avere chance, debba ispirarsi a quella gara e cercare di riprodurla.
Nessun catenaccio ma linee vicine e più basse, pronte a scattare in avanti alla riconquista della palla. Con Candreva, Lulic e FA si può rovesciare il fronte in un lampo.
Se non ricordo male anche nel secondo tempo contro il Palermo in casa abbiamo giocato allo stesso modo. Anche solo per scaramanzia utilizzerei questa tattica.
Che, chiarisco non significa chiudersi passivamente a riccio nella nostra area.
Al contrario non farla mai arrivare pericolosamente in area, arretrando il baricentro avendo sempre in mente di colpire in contropiede, costringendo la Juve a girare palla sulla nostra trequarti senza darle mai sbocchi offensivi.
Re:la finale, domani
« Risposta #15 il: 19 Mag 2015, 12:39 »
alla juve non la rimonti mai.

Esatto. Per fare gol alla Juve o fai una prodezza o devi fare l'azione perfetta. Sono tatticamente perfetti e fisicamente sono superiori.

Questo vuol dire solo una cosa: Felipe Anderson.
Re:la finale, domani
« Risposta #16 il: 19 Mag 2015, 12:40 »
alla juve non la rimonti mai.
Due anni fa a Torino in CI, Mauri la pareggiò su azione da calcio d'angolo.
Re:la finale, domani
« Risposta #17 il: 19 Mag 2015, 12:42 »
IMHO la Lazio di Napoli è stata quella di più alto livello che si sia vista in questi anni.
per avere un opportunità contro questa Juve servirà quella Lazio lì, anche se potrebbe non bastare.
Re:la finale, domani
« Risposta #18 il: 19 Mag 2015, 12:45 »
IMHO la Lazio di Napoli è stata quella di più alto livello che si sia vista in questi anni.
per avere un opportunità contro questa Juve servirà quella Lazio lì, anche se potrebbe non bastare.
Sono d'accordo.

Offline alkz

*
2712
Re:la finale, domani
« Risposta #19 il: 19 Mag 2015, 12:49 »
Al momento non siamo ancora in grado di battere la Juventus dominando nella loro metà campo, ci abbiamo già provato 1 mesetto fa. Ci manca ancora qualcosa, e poi loro quando si chiudono sono "quasi" impenetrabili quest'anno.

Le uniche volte in cui la Juventus ha perso quest'anno è quando è stata presa in contropiede (Atletico, Fiorentina, Genoa che io ricordi), quindi ci vorrebbe difesa e contropiede..e non so se Pioli sarà disposto a fare questo.
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod