Personaggi famosi della Lazio

0 Utenti e 25 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Online Tarallo

*****
91877
Re:Personaggi famosi della Lazio
« Risposta #1640 il: 08 Lug 2020, 22:42 »
Benvenuto nel Topic più surreale della storia di internet :)
Re:Personaggi famosi della Lazio
« Risposta #1641 il: 08 Lug 2020, 22:48 »
Ma veramente vi interessa sapere per quale squadra tifavano Morricone e Leone (ma anche tutti gli altri)?
A me frega meno di zero onestamente.

Ci interessa la verità, odiamo le menzogne.

Offline Cesio

*
7735
Re:Personaggi famosi della Lazio
« Risposta #1642 il: 08 Lug 2020, 23:52 »
Ma veramente vi interessa sapere per quale squadra tifavano Morricone e Leone (ma anche tutti gli altri)?
A me frega meno di zero onestamente.

Vabbè era pour parler, certo non è che se Morricone o Leone non tifano Lazio non ce dormo stanotte  :)

Online Pomata

*
10564
Re:Personaggi famosi della Lazio
« Risposta #1643 il: 31 Lug 2020, 14:36 »
il portiere della nazionale campione del mondo di pallanuoto Del Lungo, non sapevo fosse Laziale, ultima risposta da applausi  :ssl


Sette settimane in collegiale a Siracusa, un’esibizione in mare, poi una sfida in famiglia a Ostia con i campioni del mondo di ieri e di oggi. Così si è consumata la speciale ripartenza del Settebello, la nostra amata pallanuoto da tre titoli olimpici (1948, 1960, 1992) e tante altre imprese. Giusto un anno fa, l’estasi dell’oro iridato di Gwangju che vedeva protagonista tra i protagonisti Marco Del Lungo, portiere del Brescia. «Un ricordo ancora vivo. Per me, la soddisfazione fu doppia: ero al primo Mondiale da titolare e avevo saltato quello precedente di Budapest a causa del morbillo».
Come ha trascorso i mesi del lockdown?
“A casa, con mia moglie, allestendo una piccola palestra in garage e allenandomi con le lezioni organizzate sul canale YouTube dal preparatore Alessandro Amato. Mi sono limitato agli spostamenti indispensabili, la spesa al supermercato. A Brescia la situazione era preoccupante, ma una perdita dolorosa c’è stata nella mia Civitavecchia: il papà di un amico non ce l’ha fatta”.
È stato giusto fermare i campionati e le coppe o avremmo potuto spostare il finale di stagione in estate?
“Lo stop definitivo era la soluzione più logica. Non siamo il calcio, non abbiamo grandi interessi economici alle spalle e sarebbe stata una vera responsabilità disputare le partite con tutte le restrizioni del caso, in un clima di incertezza”.
Com’è andata a Siracusa?
“Molto bene. Non avevamo mai fatto un collegiale così lungo ed è stato proficuo. Se avessimo ripreso direttamente dopo l’estate, credo che avremmo ritrovato la forma a marzo... Nella stagione che porta a Tokyo, non potevamo permettercelo. Abbiamo gettato le basi per i Giochi ed è stata l’occasione per fare gruppo ancora di più. E per lanciare un segnale: la pallanuoto c’è e ‘will never die’, come dice Manuel Estiarte. Non morirà mai”.
L’allarme è arrivato da Matteo Aicardi, positivo al Covid-19 quando aveva comunque già lasciato Siracusa.
“C’è stata apprensione, inutile negarlo, poi i tamponi ci hanno rassicurato. Qualche intoppo era da mettere in preventivo, l’importante è che tutto si sia risolto e che ora Matteo stia bene”.
Tra un anno potrebbe essere la sua prima Olimpiade da titolare, dopo aver fatto da vice a Tempesti. Adesso Stefano, a 41 anni, è deciso a riconquistare la Nazionale per centrare la sesta Olimpiade personale...
“È giusto che insegua questo sogno, come tutti gli altri. Viviamo di emozioni. Con lui non esiste rivalità, semmai devo ringraziarlo per gli insegnamenti che mi ha dato”.
La sua parata più bella?
“Mmmhhh... A Pietro Figlioli il 12 aprile 2013, Pro Recco-Brescia: lui fa quattro finte a tre metri dalla porta, ma io non abbocco mai e riesco a deviare in angolo. Alla fine però vincono loro, 5-4”.
Quali campioni degli altri sport vorrebbe incrociare a Tokyo?
“Amo il tennis e sarebbe bello conoscere uno dei fantastici tre: Novak Djokovic, Roger Federer e Rafa Nadal. C’è un’altra campionessa che ammiro e però fa i Giochi invernali: Dorothea Wierer. Mi piacciono la montagna e la neve e ho imparato ad apprezzare il biathlon”.
Il Settebello andrà a Tokyo per...
“Per vincere l’oro: ne abbiamo i mezzi, anche se la concorrenza è terribile. Sarebbe stato l’obiettivo anche se non fossimo campioni del mondo, figurarsi ora”.
Che cosa sarebbe disposto a fare in caso di vittoria? Per esempio urlare “Forza Roma”, lei che è laziale?
“Nun ce provate proprio, no... Facciamo così: con la medaglia d’oro mi metterei a dieta per rientrare nel peso forma di 98 chili. Vi assicuro che sarebbe un sacrificio altrettanto grande”.
[/b]

Online PARISsn

*****
11967
Re:Personaggi famosi della Lazio
« Risposta #1644 il: 31 Lug 2020, 15:01 »
non so se  è stato gia detto nelle tante pagine precedenti, ma ho conosciuto, ormai a naso piu' di 30 anni fa', Nanni Loi, feci una comparsata in un suo sceneggiato su Gramsci, cantando in un coro, nelle pause si chiacchierava al bar mentre si prendeva  un caffe' o una bibita e usci' fuori che era tifoso della Lazio :)
Re:Personaggi famosi della Lazio
« Risposta #1645 il: 31 Lug 2020, 15:19 »
Un italiano a Westminster che tifa Lazio, Boris e Brexit

31 LUGLIO 2020

Marco Longhi è l'unico deputato "tricolore" del Regno Unito. Conservatore, anti-Bruxelles, non ha molta nostalgia del Belpaese. "A parte la vera pizza e lo Stadio Olimpico" .

LONDRA. C'è un italiano, un italiano vero a Westminster. Si chiama Marco Longhi, ha 53 anni e da dicembre è l'unico deputato tricolore nel glorioso Parlamento britannico. "Ma in realtà, purtroppo, italiano non lo sono più" commenta amaro Mr. Longhi, slanciato e occhi celesti come il suo Partito conservatore e la squadra del cuore, la Lazio.

Offline robylele

*****
31595
Re:Personaggi famosi della Lazio
« Risposta #1646 il: 31 Lug 2020, 15:24 »
non so se  è stato gia detto nelle tante pagine precedenti, ma ho conosciuto, ormai a naso piu' di 30 anni fa', Nanni Loi, feci una comparsata in un suo sceneggiato su Gramsci, cantando in un coro, nelle pause si chiacchierava al bar mentre si prendeva  un caffe' o una bibita e usci' fuori che era tifoso della Lazio :)

see lallero...di Nanni Loi ne parliamo da anni!  :) :beer:

Online paolo71

*****
12447
Re:Personaggi famosi della Lazio
« Risposta #1647 il: 31 Lug 2020, 16:22 »
see lallero...di Nanni Loi ne parliamo da anni!  :) :beer:


si sapeva da prima di internet.
fonte, mio papà.

Offline mr_steed

*
1828
Re:Personaggi famosi della Lazio
« Risposta #1648 il: 31 Lug 2020, 17:53 »
il figlio di Romulo lo inseriamo in lista?



https://www.sololalazio.it/2020/07/31/romulo-il-figlio-posa-con-la-maglia-di-correa-il-suo-giocatore-preferito/

E forse pure il padre dato che fa sempre bei post su di noi... padre che peraltro tra le riserve per la champions non mi farebbe schifo...

 

Offline GiPoda

*
3643
Re:Personaggi famosi della Lazio
« Risposta #1649 il: 31 Lug 2020, 18:01 »
il figlio di Romulo lo inseriamo in lista?



https://www.sololalazio.it/2020/07/31/romulo-il-figlio-posa-con-la-maglia-di-correa-il-suo-giocatore-preferito/

E forse pure il padre dato che fa sempre bei post su di noi... padre che peraltro tra le riserve per la champions non mi farebbe schifo...
Vero, è sempre carino nei ns confronti; non mi meraviglia che anche il figlio si sia innamorato di noi.
D'altronde, "di Lazio ci si ammala inguaribilmente..".
Re:Personaggi famosi della Lazio
« Risposta #1650 il: 01 Ago 2020, 15:30 »
Grande ROMULO :since

Sempre belle parole per noi e sinceramente mi è dispiaciuto, anche se comprendo, che non lo abbiano riscattato.

Gli auguro ogni bene.

FORZA LAZIO :since
Re:Personaggi famosi della Lazio
« Risposta #1651 il: 01 Ago 2020, 22:00 »
Ho lavorato 12 anni con Morricone.
Vi posso assicurare che come musicista e come professionista è stato un genio assoluto, un gigante, un monumento italiano della musica (oltretutto conosciuto solo per le colonne sonore e gli arrangiamenti, ma in realtà compositore di avanguardia completo e assoluto, sulla scia dei Nono e dei Maderna, non a caso allievo di Petrassi).

Ma come uomo, come essere umano, beh, non poteva che essere romanista. E mi taccio.

peggio di un romanista

il peggior essere umano conosciuto di persona.

e comunque a un nono je po’ al massimo trascrive le parti. come compositore di “avanguardia”. come improvvisatore spaziale. i dischi del GINC restano preziosi e irrangiungibili
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod