Lazio.net Community

Lazio e basta / Only Lazio => Lazio Talk => Topic aperto da: Absaroke - 23 Set 2010, 07:53

Titolo: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: Absaroke - 23 Set 2010, 07:53
Ha fatto esordire due giovani una settimana dopo l'altra, senza nessun timore
e senza  una vera necessità specifica che ti costringe a fare il rischioso passo.

I due esordi sono stati ambedue molto positivi    !!!

Il mio giudizio e' sul carattere del nostro allenatore, non entro in merito a giudizi
tecnici .....
Titolo: Re: REJA ALLENATORE CORAGGIOSO
Inserito da: Palo - 23 Set 2010, 08:04
Considero Reja un'eccellente "mestierante" del calcio. Non è un fuoriclasse e non è uno che deve dimostrare niente a nessuno.

Lui è lui e basta.

Il suo compito è quello di traghettare la squadra verso un altro allenatore (speriamo buono) che l'anno prossimo dia ulteriore valore aggiunto. Lui fa il suo mestiere e nella sua "declaratoria" c'è anche il compito di mandare in campo i migliori giocatori tra quelli a disposizione. Cavanda, che mi ha impressionato positivamente, è senz'altro più adatto di Lich a "curare" una bestiaccia difficile come Dinho. Ed ha fatto un lavoro eccellente. Come eccellente è stato Reja nello scegliere il giovane.

Sabato la scelta era quasi obbligata (ed in corso d'opera), ieri ha dimostrato che le gerarchie le fa lui e, mi sembra, che le fa bene.

Aspettando Mauro ... sono moderatamente fiducioso.
Titolo: Re: REJA ALLENATORE CORAGGIOSO
Inserito da: Constantine - 23 Set 2010, 08:06
Bravo. Hai ragione.
Sicuramente è un uomo che non ha paura di fare delle scelte ed è per questo che si parla tanto di lui.
Chi dà un'impronta alla squadra è sempre discusso ovviamente.
Sono strafelice di vedere finalmente quel 4231 che auspicavo da inizio stagione, ma di certo è un modulo rischioso e rishiare è quello che sta facendo Reja: con Zarate (mio malgrado), con i giovani e con il modulo.
Ovviamente il nostro tecnico è ben consapevole che se I risultati non stessero arrivando, sarebbe ferocemente attaccato dalla maggioranza dei tifosi.

E già che ci siamo aggiungo un grazie alla squadra, alla fine sono loro che scendono in campo, non i moduli o gli schemi.
Titolo: Re: REJA ALLENATORE CORAGGIOSO
Inserito da: disincantato - 23 Set 2010, 08:09
di coraggio ieri sera ne ho visto pochino: un buon catenaccio organizzato per 70 minuti, con un milan con molti problemi.
è vero, non ha avuto timori nel lanciare Kozak e Cavanda, ma per il resto risparmiamoci l'etichetta del coraggioso.
Titolo: Re: REJA ALLENATORE CORAGGIOSO
Inserito da: white-blu - 23 Set 2010, 08:15
di coraggio ieri sera ne ho visto pochino: un buon catenaccio organizzato per 70 minuti, con un milan con molti problemi.
è vero, non ha avuto timori nel lanciare Kozak e Cavanda, ma per il resto risparmiamoci l'etichetta del coraggioso.
ti rigordo che il migliore del milan e stato abbiati
Titolo: Re: REJA ALLENATORE CORAGGIOSO
Inserito da: Absaroke - 23 Set 2010, 08:16
Considero Reja un'eccellente "mestierante" del calcio. Non è un fuoriclasse e non è uno che deve dimostrare niente a nessuno.

Lui è lui e basta.

Il suo compito è quello di traghettare la squadra verso un altro allenatore (speriamo buono) che l'anno prossimo dia ulteriore valore aggiunto. Lui fa il suo mestiere e nella sua "declaratoria" c'è anche il compito di mandare in campo i migliori giocatori tra quelli a disposizione. Cavanda, che mi ha impressionato positivamente, è senz'altro più adatto di Lich a "curare" una bestiaccia difficile come Dinho. Ed ha fatto un lavoro eccellente. Come eccellente è stato Reja nello scegliere il giovane.

Sabato la scelta era quasi obbligata (ed in corso d'opera), ieri ha dimostrato che le gerarchie le fa lui e, mi sembra, che le fa bene.

Aspettando Mauro ... sono moderatamente fiducioso.

Mi spiace, adesso non facciamo le cose facili perche' sono state fatte e sono andate
bene.

Altri allenatori -che abbiamo avuto- avrebbero aspettato almeno 1 anno o forse anche di
piu' a fare quello che ha fatto Reja in 2 settimane;  il giudizio tecnico non si deve accavallare
con quello delle caratteristiche personali, mettere Cavanda in quella posizione e' stato
molto coraggioso e per favore ..... ammettiamolo ..... almeno questo .....   
Titolo: Re: REJA ALLENATORE CORAGGIOSO
Inserito da: matador72 - 23 Set 2010, 08:21
Ieri prima della partita molti strabuzzavano gli ochhi di fronte all'ipotesi di Cavanda titolare.
E' un azzardo troppo grosso, perchè rischiare in una partita simile, con Dinho Cavanda va fuori dopo dieci minuti.....questi erano alcuni tra i commenti piu' scritti.
Ancora una volta il mister ha avuto coraggio e ha schierato un giocatore, giovane per di piu' , perchè consapevole di quello che gli poteva dare rispetto ad altri.
Titolo: Re: REJA ALLENATORE CORAGGIOSO
Inserito da: anderz - 23 Set 2010, 08:30
Ieri gliene ho dette di tutti i colori ma a mente lucida penso che l'atteggiamento della squadra fosse quello giusto (anche se foggia rimane un mistero). Dispiace solo dei troppi palloni persi a centrocampo e su quello bisogna lavorare perché in diverse fasi della gara potevamo impostare e non ci siamo riusciti.
Reja penso sia un tattico mediocre, un buon preparatore e un ottimo motivatore, questa squadra ha le palle e se va sotto non si scioglie ma reagisce. Il merito di questo cambio di rotta è sostanzialmente suo.
Rimane il risultato positivo, io sono rimasto impressionato dalla forza e dalla qualità del milan, una squadra che, se trova un equilibrio, ha le potenzialità per asfaltare chiunque.
Un punto d'oro.
Titolo: Re: REJA ALLENATORE CORAGGIOSO
Inserito da: Absaroke - 23 Set 2010, 09:04
Riferito a Foggia,  penso che ieri ha sancito che il giocatore e' del tutto
(secondo me ) inutile schierarlo,  quando dai la palla a lui e' come metterla
in Banca, cioe' o cade a terra e forse c e' una punizione a favore, o peggio
gli tolgono la palla e ripartono.     In tutti e due i casi la nostra azione perde
di intensità e di profondità,  insomma non seve a nulla dargli la palla ai fini
della partita.     
Titolo: Re: REJA ALLENATORE CORAGGIOSO
Inserito da: fabrizio1983 - 23 Set 2010, 09:07
mettiamola come ci pare, in questo inizio di stagione i cambi li ha azzaccati sempre...
Titolo: Re: REJA ALLENATORE CORAGGIOSO
Inserito da: richard - 23 Set 2010, 09:08
buonissimo allenatore
Titolo: Re: REJA ALLENATORE CORAGGIOSO
Inserito da: eaglefly1978 - 23 Set 2010, 09:10
Riferito a Foggia,  penso che ieri ha sancito che il giocatore e' del tutto
(secondo me ) inutile schierarlo,  quando dai la palla a lui e' come metterla
in Banca, cioe' o cade a terra e forse c e' una punizione a favore, o peggio
gli tolgono la palla e ripartono.     In tutti e due i casi la nostra azione perde
di intensità e di profondità,  insomma non seve a nulla dargli la palla ai fini
della partita.     

Specialmente contro una squadra "prestante fisicamente" come il Milan, sono tutti cristoni e Foggia ha fatto la figura del dodicenne che a calcetto gioca contro una squadra di adulti.
Titolo: Re: REJA ALLENATORE CORAGGIOSO
Inserito da: AquiladiMare - 23 Set 2010, 09:39
Mi spiace, adesso non facciamo le cose facili perche' sono state fatte e sono andate
bene.

Altri allenatori -che abbiamo avuto- avrebbero aspettato almeno 1 anno o forse anche di
piu' a fare quello che ha fatto Reja in 2 settimane;  il giudizio tecnico non si deve accavallare
con quello delle caratteristiche personali, mettere Cavanda in quella posizione e' stato
molto coraggioso e per favore ..... ammettiamolo ..... almeno questo .....

concordo pienamente. Non so quanti altri allenatori lo avrebbero fatto esordire contro ronaldinho, perchè doveva marcare lui mica un giocatore qualsiasi

..... è stato molto rischioso per lui e per cavanda....
Titolo: Re: REJA ALLENATORE CORAGGIOSO
Inserito da: Adler Nest - 23 Set 2010, 09:40
A noi piace discuisire di tattiche, disegnare fantomatiche squadre votate al calcio spettacolo.
Siamo fatti cosi': sono il frutto dei guasti di Biscardi.
Quando capiremo che uno che ga sto mestiere di professione da 30 anni ne sa più di tutti noi, non sara' mai troppo tardi.
Alla faccia degli orfani di zeman, maifredi e galeone.
Zio Reja e' mio zio.
Titolo: Re: REJA ALLENATORE CORAGGIOSO
Inserito da: matador72 - 23 Set 2010, 09:42
Anche il mio  :)
Titolo: Re: REJA ALLENATORE CORAGGIOSO
Inserito da: momi - 23 Set 2010, 09:43

Zio Reja e' mio zio.

Titolo: Re: REJA ALLENATORE CORAGGIOSO
Inserito da: tevere top - 23 Set 2010, 09:43
Complimenti a Reja, merita tutto il sostegno dei tifosi Laziali, spero che la stampa lo protegga di più, perchè lo merita.
A prescindere dalle questino tecniche, a me mi conquisto dopo l'espulsione di Genoa-Lazio, pugni in cileo per salutare i tifosi, e urlo per inocraggiare i giocatori.....
Titolo: Re: REJA ALLENATORE CORAGGIOSO
Inserito da: Beijing09 - 23 Set 2010, 09:53
Per quest'anno va bene. Spero di avere un altro allenatore il prossimo anno che faccia giocare la Lazio.
Titolo: Re: REJA ALLENATORE CORAGGIOSO
Inserito da: Aquila grigia - 23 Set 2010, 11:08
buonissimo allenatore

... che non deve traghettare niente e nessuno da nessuna parte!
Titolo: Re: REJA ALLENATORE CORAGGIOSO
Inserito da: cosmo - 23 Set 2010, 11:12
L'ingaggio di Reja è stata una delle scelte più felici dell'era Lotito. Lo scorso anno è stato fondamentale per la salvezza, adesso è l'uomo giusto per questo periodo della Lazio. Poi in futuro si vedrà.
Forza Mister!
Titolo: Re: REJA ALLENATORE CORAGGIOSO
Inserito da: gesulio - 23 Set 2010, 11:24
il problema più grave della Lazio degli ultimi anni è stato la mancanza di autostima e convinzione: reja attualmente sta lavorando per eliminare questo problema, lo considera prioritario e io direi che c'ha proprio ragione.
una squadra convinta e coesa può sopportare molto meglio l'affinamento progressivo del sistema di gioco senza subìre contraccolpi. i cambi di modulo, che già di per sé creano insicurezza, in squadre totalmente impaurite come le Lazio degli ultimi anni possono rivelarsi un cocktail micidiale.

reja sta lavorando per gradi: qual è il problema più importante? questo. lavoro per cercare di levarlo quanto prima. 7 punti in 4 partite non proprio semplicissime sono il frutto di questo lavoro. l'impiego di kozak e cavanda, come sottolineato dall'autore del topic sono una scelta che va totalmente in questa direzione. reja sembra voler dire alla squadra (ma anche a noi tifosi): vedete? potete vincere anche con due esordienti in campo, perché siete forti e non può abbattervi niente.

l'aspetto tattico può attendere: un campionato di serie A, spalmato su 9 mesi e 3 stagioni e mezza diverse,  richiede prestazioni regolari a fronte di un modulo consolidato. la discreta varietà del materiale a disposizione di reja non può che essere oggetto di esperimenti ed aggiustamenti in corso d'opera, è fisiologico e naturale che sia così, nell'attesa che si manifesti l'alchimia giusta, fatta di un migliaio di ingredienti. nell'attesa, e in previsione di periodi magri, l'importante è che questo collettivo acquisisca una sua autosufficienza mentale in grado di permettergli la gestione della tensione. reja sta lavorando in questa direzione, per ottenere queste risposte e si vede.
tanto di cappello.
Titolo: Re: REJA ALLENATORE CORAGGIOSO
Inserito da: Bianchina - 23 Set 2010, 11:31
reja sta lavorando in questa direzione, per ottenere queste risposte e si vede.
tanto di cappello.

e la capacita' di recuperare lo svantaggio, come a Firenze, ne e' la migliore dimostrazione.
Titolo: Re: REJA ALLENATORE CORAGGIOSO
Inserito da: AquiladiMare - 23 Set 2010, 11:39
Per quest'anno va bene. Spero di avere un altro allenatore il prossimo anno che faccia giocare la Lazio.

nessuno è eterno e perfetto, nemmeno Reja... ora va benissimo lui...per il futuro si vedrà

al momento è inutile pensarci anche perchè siamo appena alla 4° giornata.


Titolo: Re: REJA ALLENATORE CORAGGIOSO
Inserito da: Lazioinvantaggio - 23 Set 2010, 11:45
Penso si possa giustamente dire la propria opinione in un senso o nell'altro, ma che, allo stesso tempo, i fatti ed i numeri siano sotto gli occhi si tutti.
Premetto che ieri sera avrei schierato 2 punte (Zarate-Floccari) dall'inizio, mandando in campo Zarate. Tuttavia giocando con il 4-5-1 si è portato a casa un punto contro una delle 2 pretendenti allo scudetto. Secondo me
osando di più si sarebbe potuto portare a casa la partita, ad ogni modo però Abbiati è stato il migliore in campo e la Lazio ha tirato più del Milan.
La realtà è che dopo 4 gare tra cui Milan, Samp e Florentia (le ultime 2 in trasferta) la squadra ha mostrato sempre ottima qualità e grande equilibrio. Ha conquistato 7 punti.
Non tutte scelte che il tecnico ha compiuto in questo inizio del campionato mi sono sembrate coraggiose o convincenti, però sono felice di ammettere che i numeri danno ragione a lui  :).
Titolo: Re: REJA ALLENATORE CORAGGIOSO
Inserito da: gesulio - 23 Set 2010, 11:54

La realtà è che dopo 4 gare tra cui Milan, Samp e Florentia (le ultime 2 in trasferta) la squadra ha mostrato sempre ottima qualità e grande equilibrio. Ha conquistato 7 punti.

e non dimentichiamo la vittoria col bologna, che nelle altre 3 partite è uscita sempre imbattuta conquistando 5 punti con inter, roma e udinese.
Titolo: Re: REJA ALLENATORE CORAGGIOSO
Inserito da: vaz - 23 Set 2010, 11:55

La realtà è che dopo 4 gare tra cui Milan, Samp e Florentia (le ultime 2 in trasferta) la squadra ha mostrato sempre ottima qualità e grande equilibrio. Ha conquistato 7 punti.

Questa è la cosa più importante. 2 trasferte tra le più difficili, 2 partite in casa contro una pretendente allo scudetto e una squadra che non è proprio facile da affrontare. Abbiamo dato sempre prestazioni di livello, soffrendo e creando gioco.
La prova del nove sarà il prossimo treno di partite con le "piccole", che veramente ci dirà dove potremmo arrivare.
Forza Lazio!
Titolo: Re: REJA ALLENATORE CORAGGIOSO
Inserito da: NBA-LAZIO - 23 Set 2010, 11:58
Non sono d'accordo con titolo del topic, Reja ha dimostrato di aver paura in alcuni frangenti, la formazione iniziale ci poteva stare, ma dopo il primo tempo che hai visto un milan che è poca cosa perchè il suo allenatore non gli ha dato ancora un gioco, dovevi osare, togliere Foggia, mettere dentro Rocchi e poi dopo zarate, invece abbiamo aspettato il gol incassato e non abbiamo avuto tempo per fargli il secondo gol, peccato.
Per me Reja ha ancora parecchia confusione.
Titolo: Re: REJA ALLENATORE CORAGGIOSO
Inserito da: gesulio - 23 Set 2010, 11:59
giustamente hai scritto piccole tra virgolette: chievo e brescia sono seconde a una lunghezza dall'inter.

dalla loro avranno l'entusiasmo, dalla nostra una squadra più forte e soprattutto straconvinta. vediamo cosa accadrà e se possiamo incominciare a crederci davvero... sgrattone di rito, sicuramente.
ma io... mmmhhh... vabbe', non dico niente.
Titolo: Re: REJA ALLENATORE CORAGGIOSO
Inserito da: innamoRADU - 23 Set 2010, 12:00
per il solo fatto di aver capito che DEVE sfruttare i molti centrocampisti buoni a disposizione merita un plauso.

Mi sta sorprendendo, favorevolmente.
Titolo: Re: REJA ALLENATORE CORAGGIOSO
Inserito da: dani2110 - 23 Set 2010, 12:01
Scelta sicuramente coraggiosa quella di far debuttare un classe '91 in casa all'Olimpico con 40k spettatori contro un fenomeno del calibro di Ronaldinho.

Tatticamente però ieri non ha avuto coraggio per niente,abbiamo subito il Milan per tutto il primo tempo in cui abbiamo lasciato a loro il campo contando sulle ripartenze pur non avendo in campo giocatori in grado di ripartire velocemente (a parte Foggia).Il Milan nel primo tempo forse è stato troppo fumoso ma a mio avviso è un caso che una squadra del genere,con tutta quella libertà di impostare,non abbia chiuso il match nel primo tempo.
Nel secondo tempo,nonostante un Milan alle corde già dopo 10 minuti,prima di cambiare atteggiamento abbiamo dovuto prende lo schiaffo...speriamo che ci serva da lezione perchè in futuro queste partite potremmo perderle.
Titolo: Re: REJA ALLENATORE CORAGGIOSO
Inserito da: AleLaLazio - 23 Set 2010, 12:06
A inizio campionato sembrava un handicap, si è rivelato un valore aggiunto. Avanti cosi Edy..
Titolo: Re: REJA ALLENATORE CORAGGIOSO
Inserito da: vaz - 23 Set 2010, 12:07
Nel secondo tempo,nonostante un Milan alle corde già dopo 10 minuti,prima di cambiare atteggiamento abbiamo dovuto prende lo schiaffo...speriamo che ci serva da lezione perchè in futuro queste partite potremmo perderle.

1 anno fa, una partita come quella di ieri, senza contare quella con la fiorentina, l'avremmo persa al 100%.
Titolo: Re: REJA ALLENATORE CORAGGIOSO
Inserito da: anderz - 23 Set 2010, 12:10
1 anno fa, una partita come quella di ieri, senza contare quella con la fiorentina, l'avremmo persa al 100%.

Straquoto. Reja ha un lato umano che sto apprezzando sempre di più.
Titolo: Re: REJA ALLENATORE CORAGGIOSO
Inserito da: Franco59 - 23 Set 2010, 12:16
Contano i risultati. Io non mi sarei mai sognato all'inizio del campionato, con questo calendario, di ritrovarmi a 7 punti dopo 4 giornate. E' pacato ed educato. Mi piace che cambi modulo a seconda dei casi, mi piace che punti sui giovani anche in partite importanti mi strapiace la mentalità che trasmette alla squadra e mi piace pure il gioco che propone. Secondo me ieri abbiamo giocato bene, non abbiamo fatto catenaccio ed abbiamo adottato una tattica saggia (no perchè col milan se esageri c'è pure il caso che prendi 5 fischi come niente). Da notare peraltro che finora azzecca le sostituzioni. Non mi faccio condizionare dal palmares forse non così eclatante (ma che squadre ha allenato finora Reja). Mi sembra una persona pratica ed essenziale (e forse questo non essere personaggio agli occhi di qualcuno lo svantaggia, lo rende forse un pò anonimo). Mi ricordo con una sorta di tenerezza un'intervista passata in cui si parlava di Mourinho che lui continuava a chiamare Maurinho suscitando l'ilarità di Sconcerti. Mi piace come persona e per ora anche come tecnico.
E poi tutti 'sti geni in giro non è che li vedo.
Titolo: Re: REJA ALLENATORE CORAGGIOSO
Inserito da: genesis - 23 Set 2010, 12:17
e la capacita' di recuperare lo svantaggio, come a Firenze, ne e' la migliore dimostrazione.
Titolo: Re: REJA ALLENATORE CORAGGIOSO
Inserito da: dani2110 - 23 Set 2010, 12:21
1 anno fa, una partita come quella di ieri, senza contare quella con la fiorentina, l'avremmo persa al 100%.

Sono d'accordo,ma sono 12 anni che il Milan fa risultato all'Olimpico ragazzi...ieri abbiamo giocato per lo 0-0 e non possiamo accontentarci di questo visto l'entusiasmo che si è generato intorno a questa squadra e viste le potenzialità che abbiamo.
Titolo: Re: REJA ALLENATORE CORAGGIOSO
Inserito da: Franco59 - 23 Set 2010, 12:27
ieri abbiamo giocato per lo 0-0 e non possiamo accontentarci di questo visto l'entusiasmo che si è generato intorno a questa squadra e viste le potenzialità che abbiamo.

Dopo le vicissitudini degli anni scorsi la squadra deve ancora prendere coscienza della sua forza e lo sta facendo un passo per volta. Ripeto che secondo me affrontare il milan a viso aperto e magari prendere una sonora sveglia avrebbe avuto un impatto psicologico negativo. Aspettiamo che si convincano dei propri mezzi. E ribadisco che per me ieri non c'è stato catenaccio. Se il ibra non sculava (e diciamo che è pure forte dai) ieri vincevamo.
Titolo: Re: REJA ALLENATORE CORAGGIOSO
Inserito da: dani2110 - 23 Set 2010, 12:36
Dopo le vicissitudini degli anni scorsi la squadra deve ancora prendere coscienza della sua forza e lo sta facendo un passo per volta. Ripeto che secondo me affrontare il milan a viso aperto e magari prendere una sonora sveglia avrebbe avuto un impatto psicologico negativo. Aspettiamo che si convincano dei propri mezzi. E ribadisco che per me ieri non c'è stato catenaccio. Se il ibra non sculava (e diciamo che è pure forte dai) ieri vincevamo.
Franco,io non dico che dovevamo giocare a viso aperto...però una volta fatto sfogare il Milan dovevamo punirlo!I rossoneri erano cotti nel secondo tempo ragazzi e Reja a quel punto avrebbe dovuto capire che era ora di giocarsi la partita...invece abbiamo aspettato che i loro fuoriclasse tirassero fuori dal cilindro il gol.

Se non avessero segnato avremmo continuato in quel modo fino alla fine e ci saremmo portati a casa lo 0-0 e a mio avviso questo non è da Lazio,da questa Lazio.
Titolo: Re: REJA ALLENATORE CORAGGIOSO
Inserito da: fabrizio1983 - 23 Set 2010, 13:03
bisogna ricordarsi che avevamo un inizio molto difficile e che quindi 7 punti sono al di sopra di quanto mi aspettassi...ora 4 punti nelle prossime due partite mi andrebbero bene visto il momento del CHievo
Titolo: Re: REJA ALLENATORE CORAGGIOSO
Inserito da: thom - 23 Set 2010, 13:14
Contano i risultati. Io non mi sarei mai sognato all'inizio del campionato, con questo calendario, di ritrovarmi a 7 punti dopo 4 giornate. E' pacato ed educato. Mi piace che cambi modulo a seconda dei casi, mi piace che punti sui giovani anche in partite importanti mi strapiace la mentalità che trasmette alla squadra e mi piace pure il gioco che propone. Secondo me ieri abbiamo giocato bene, non abbiamo fatto catenaccio ed abbiamo adottato una tattica saggia (no perchè col milan se esageri c'è pure il caso che prendi 5 fischi come niente). Da notare peraltro che finora azzecca le sostituzioni. Non mi faccio condizionare dal palmares forse non così eclatante (ma che squadre ha allenato finora Reja). Mi sembra una persona pratica ed essenziale (e forse questo non essere personaggio agli occhi di qualcuno lo svantaggia, lo rende forse un pò anonimo). Mi ricordo con una sorta di tenerezza un'intervista passata in cui si parlava di Mourinho che lui continuava a chiamare Maurinho suscitando l'ilarità di Sconcerti. Mi piace come persona e per ora anche come tecnico.
E poi tutti 'sti geni in giro non è che li vedo.

e per me ti meriti una "quotata" 101% :up:
Titolo: Re: REJA ALLENATORE CORAGGIOSO
Inserito da: pressingalto - 23 Set 2010, 13:23
l entrata di kozak a firenze era l unica possibile
giocavi con una punta, rocchi si era sventrato e floc era out
'
l entrata di cavanta ieri e' ridicola,primo perche lich se sta de giocare, sempre. secondo perche motivando per avere particolare attenzione a ronaldinho, il msg alla squadra e' stato di ulteriore abbassamento,foraggiato da foggia messo li per raddoppiare ronaldinho!
 nn c'entra cavanda che ha fatto il suo ,c'entra che lich e' piu forte e che il msg alla squadra e' stato negativo e passivo

reja deve essere esonerato ieri!
Titolo: Re: REJA ALLENATORE CORAGGIOSO
Inserito da: Adler Nest - 23 Set 2010, 13:26
Pressing, a volte (spesso) sembri un troll.
Titolo: Re: REJA ALLENATORE CORAGGIOSO
Inserito da: gesulio - 23 Set 2010, 13:28
 :lol: :rotfl2:
mai lette tante idiozie sgangherate e prive di senso della realtà tutte insieme... (del resto la mia è un'opinione, non ti è consentito offenderti...)

ben ritrovato.

Pressing, a volte (spesso) sembri un troll.

è un troll.
Titolo: Re: REJA ALLENATORE CORAGGIOSO
Inserito da: fabrizio1983 - 23 Set 2010, 13:30
pressing, non è accanimento contro di te...ma ne spari tante di cazzate...Cavanda ha fatto una grande partita, e se lo conoscessi bene, magari prima di scrivere, sapresti che è un giocatore bravissimo a spingere...Kozak non era l'unica scelta per Firenze così come non lo era per il secondo tempo col Bologna
Titolo: Re: REJA ALLENATORE CORAGGIOSO
Inserito da: blow - 23 Set 2010, 13:32
Bel topic, se escludiamo l'ultimo commento di pressingalto che si commenta da solo, bah.
Tornato a casa ieri sera ho sentito solo parole di elogio del mister sia per la squadra, che per Foggia: chi lo critica probabilmente ignora a quali compiti tattici era stato chiamato dal mister. Pasquale gioca per la Lazio e non per se stesso, se il suo era di aiutare Cavanda in copertura su Ronaldinho direi che ha fatto molto bene, poichè il brasliano di solito sforna assist a ripetizione, mentre ieri è stato nullo, non solo per il lavoro del giovane terzino, che in copertura mi è sembrato molto attento.

La cosa che mi sta piacendo di più da inizio campionato è il fatto che il mister sta dando un'opportunità a tutti, non sta lascaindo nessuno fuori dal suo progetto, ma sta al giocatore che è chiamato in causa dimostrarlo. Ha dato spazio a Mauri dopo averlo lasciato fuori a genova, lo stesso ha fatto con Matuzalem e Bresciano dopo il bologna, lo stesso ieri con Pasquale, non si fa scrupoli nell'utilizzare chiunque ritiene utile alla causa, vedi Cavanda e Kozac, dimostrando di tenere in primis agli equilibri del gruppo, cercando di non dimenticare nessuno.
Ed i risultati, caro pressingalto, sono tutti dalla sua parte.
Avanti così Mister Reja.
Titolo: Re: REJA ALLENATORE CORAGGIOSO
Inserito da: Franco59 - 23 Set 2010, 13:36
e per me ti meriti una "quotata" 101% :up:

Mi fà piacere che la vedi come me  :up:
Titolo: Re: REJA ALLENATORE CORAGGIOSO
Inserito da: dopesmokah - 23 Set 2010, 13:37
(A me pressing non disturba, in fondo parla della sua personale visione del calcio, seppur con supponenza. Non ho capito perchè gli attacchi personali)

A me Reja convince eccome, e sono doppiamente lieto del suo felice inizio di stagione perchè in molti stavano col forcone puntato. Fa scelte anche impopolari (Zarate), è coraggioso (Cavanda col milan), però porta il risultato a casa.

Titolo: Re: REJA ALLENATORE CORAGGIOSO
Inserito da: TheVoice - 23 Set 2010, 13:39
Bel topic, se escludiamo l'ultimo commento di pressingalto che si commenta da solo, bah.
Tornato a casa ieri sera ho sentito solo parole di elogio del mister sia per la squadra, che per Foggia: chi lo critica probabilmente ignora a quali compiti tattici era stato chiamato dal mister. Pasquale gioca per la Lazio e non per se stesso, se il suo era di aiutare Cavanda in copertura su Ronaldinho direi che ha fatto molto bene, poichè il brasliano di solito sforna assist a ripetizione, mentre ieri è stato nullo, non solo per il lavoro del giovane terzino, che in copertura mi è sembrato molto attento.

La cosa che mi sta piacendo di più da inizio campionato è il fatto che il mister sta dando un'opportunità a tutti, non sta lascaindo nessuno fuori dal suo progetto, ma sta al giocatore che è chiamato in causa dimostrarlo. Ha dato spazio a Mauri dopo averlo lasciato fuori a genova, lo stesso ha fatto con Matuzalem e Bresciano dopo il bologna, lo stesso ieri con Pasquale, non si fa scrupoli nell'utilizzare chiunque ritiene utile alla causa, vedi Cavanda e Kozac, dimostrando di tenere in primis agli equilibri del gruppo, cercando di non dimenticare nessuno.
Ed i risultati, caro pressingalto, sono tutti dalla sua parte.
Avanti così Mister Reja.


Straquoto.
Dopo l'anno passato abbiamo (tutti) bisogno di un po' di sana normalità.
L'obiettivo è quello di costruire un gruppo e l'inclusione nel progetto dell'intera rosa è figlia di questa scelta, secondo me saggia e ponderata.
I risultati danno morale, consapevolezza della propria forza e cementano la squadra.
Il modulo puo' attendere, per il momento.
Titolo: Re: REJA ALLENATORE CORAGGIOSO
Inserito da: AleLaLazio - 23 Set 2010, 13:39
Io invece penso che la scelta di Foggia sia un bel segnale alla squadra, il mister li tiene tutti sotto botta, cosa che non ha fatto Ballardini e abbiamo visto come è andata a finire.
Titolo: Re: REJA ALLENATORE CORAGGIOSO
Inserito da: cholo1966 - 23 Set 2010, 13:44
secondo me reja è un grandissimo motivatore, psicologo, mestierante ma definirlo coraggioso mi sembra oltremodo esagerato.
i risultati gli danno ragione e spero che continui così, l'anno scorso è stato determinante e complimenti per la scelta ma dipende a quale posizione miri, è il tecnico ideale se vuoi fare un campionato tranquillo e puntare al massimo all'EL ma con lui non potrai mai fare il salto di qualità e puntare a qualcosa di più (IMOH), cosa che mi è stata confermata anche da un mio grandissimo amico tifoso del napoli.
p.s. il migliore del milan è stato abbiati (io metterei boateng) su due tiri da fuori abbastanza estemporanei (uno su punizione) del profeta
Titolo: Re: REJA ALLENATORE CORAGGIOSO
Inserito da: Franco59 - 23 Set 2010, 13:45
Franco,io non dico che dovevamo giocare a viso aperto...però una volta fatto sfogare il Milan dovevamo punirlo!I rossoneri erano cotti nel secondo tempo ragazzi e Reja a quel punto avrebbe dovuto capire che era ora di giocarsi la partita...invece abbiamo aspettato che i loro fuoriclasse tirassero fuori dal cilindro il gol.

Se non avessero segnato avremmo continuato in quel modo fino alla fine e ci saremmo portati a casa lo 0-0 e a mio avviso questo non è da Lazio,da questa Lazio.

Dani capisco ciò che intendi e sono in parte d'accordo con te. Intendevo dire che il tipo di tattica adottato anche se figlio secondo me di una sudditanza psicologica che ancora un pò ci frena ha portato comunque ad un risultato positivo. Sono certo che tra non molto ce la giocheremo alla pari con tutti. E poi oh il milan negli ultimi tempi c'ha sempre castigato e questo secondo me ha avuto il suo peso.
Titolo: Re: REJA ALLENATORE CORAGGIOSO
Inserito da: gesulio - 23 Set 2010, 13:48

p.s. il migliore del milan è stato abbiati (io metterei boateng) su due tiri da fuori abbastanza estemporanei (uno su punizione) del profeta

ma il tiro di mauri ben dentro l'area di rigore, deviato per miracolo di piede in calcio d'angolo, è un episodio appartenente a un Lazio Milan disputatosi in un'altra dimensione?
Titolo: Re: REJA ALLENATORE CORAGGIOSO
Inserito da: AquiladiMare - 23 Set 2010, 13:50
l entrata di kozak a firenze era l unica possibile
giocavi con una punta, rocchi si era sventrato e floc era out
'
l entrata di cavanta ieri e' ridicola,primo perche lich se sta de giocare, sempre. secondo perche motivando per avere particolare attenzione a ronaldinho, il msg alla squadra e' stato di ulteriore abbassamento,foraggiato da foggia messo li per raddoppiare ronaldinho!
 nn c'entra cavanda che ha fatto il suo ,c'entra che lich e' piu forte e che il msg alla squadra e' stato negativo e passivo

reja deve essere esonerato ieri!

ragioniamo per assurdo.... Lotito esonera Reja.... quale allenatore sarebbe di tuo gradimento?? mi fai almeno un paio di nomi di gente libera ed economicamente da LAzio???'

perchè dire sempre e solo che deve essere esonerato dopo un po' stanca
Titolo: Re: REJA ALLENATORE CORAGGIOSO
Inserito da: cholo1966 - 23 Set 2010, 13:54
ma il tiro di mauri ben dentro l'area di rigore, deviato per miracolo di piede in calcio d'angolo, è un episodio appartenente a un Lazio Milan disputatosi in un'altra dimensione?
spiritoso eh! dipende dai punti di vista, secondo me rivedendolo in televisione più che miracolo gli ha tirato addosso un pò come quello di ibra su muslera nel pt oh poi sò punti di vista secondo me siamo entrati per ottenere un punto e lo abbiamo ottenuto, bravi cmq per carità ma dire che reja è coraggioso perchè abbiati fa TRE parate me pare esagerato tutto qui
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: Il Mitico™ - 23 Set 2010, 13:58
Dopo la sconfitta iniziale in una partita giocata comunque meglio degli avversari è arrivata una vittoria che si può dire facile contro il Bologna, nonostante tale squadra ha ottenuto 5 punti pareggianto contro l'Inter, rimontando la riomma e battendo l'Udinese. Abbiamo vinto a Firenze, contro una Fiorentina che ha problemi ad ingranare ma che è comunque una squadra forte e sicuramente non lascerà espugnare il suo campo più di 3-4 volte in tutto l'anno, e abbiamo vinto giocando con una sola punta ma creando più occasioni rispetto agli avversari, con pochissimi calci da fermo, e con un goal del giovane Kozak che è stato uno dei migliori in due partite di seguito. Infine, ieri sera avremmo dovuto osare di più nel secondo tempo, però abbiamo comunque creato ancora una volta più occasioni noi che il Milan, e con un Cavanda che ha superato la prova.
Io penso che sia l'allenatore più adatto per la Lazio, sa quello che fa in campo e sa far rigare dritto la squadra e per la prima volta in 6 anni anche la società, i "fenomeni" Allegri, Mihajlovic, Mazzarri, Gasperini, e il caro vecchio Rossi, non mi pare che stiano facendo meglio attualmente... secondo me in futuro dobbiamo continuare a migliorare la squadra, non l'allenatore.

l entrata di kozak a firenze era l unica possibile
giocavi con una punta, rocchi si era sventrato e floc era out
'
l entrata di cavanta ieri e' ridicola,primo perche lich se sta de giocare, sempre. secondo perche motivando per avere particolare attenzione a ronaldinho, il msg alla squadra e' stato di ulteriore abbassamento,foraggiato da foggia messo li per raddoppiare ronaldinho!
 nn c'entra cavanda che ha fatto il suo ,c'entra che lich e' piu forte e che il msg alla squadra e' stato negativo e passivo

reja deve essere esonerato ieri!
Lichtsteiner secondo te dovrebbe giocare 38 partite? Allora a che serve la panchina? Tra l'altro Reja ha detto che secondo lui Cavanda era l'unico che poteva fermare Ronaldinho (a mio parere lo poteva fare anche Lichtsteiner, l'ha già fatto l'anno scorso ma credo che Reja aveva il turn over come ulteriore motivazione), e che si aspettava di finire il primo tempo in vantaggio perché sia chiaro, abbiamo creato più occasioni di loro nonostante l'atteggiamento. Infine, sapresti fare il nome del sostituto di Reja?

Parlando della Liga che ami tanto, lo sai che il Real Madrid viene contestato perché Mourinho vince senza dare spettacolo in continuazione? Eppure il Real Madrid è primo in classifica, anche con Ozil che tu non faresti giocare nemmeno in Lega Pro, e ti dirò di più: per me il Real Madrid di Mourinho vincerà il campionato, come lo vinse Capello giocando "male" con un Real Madrid inferiore al Barcellona, poi mourinho se ne andrà perché è già tentato dalla nazionale portoghese e perché ai tifosi non importerà niente di diventare Campioni di Spagna, loro vogliono il bel gioco, avranno un altro allenatore che fa il bel gioco, e torneranno a fare gli "eterni secondi".
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: gesulio - 23 Set 2010, 14:04
scusa, ma spiritoso che?
lo spiritoso mi sembra abbia iniziato a farlo tu, ironizzando sulla scarsa capacità conclusiva della Lazio. se nel farlo ti scordi l'occasione più limpida vista all'olimpico durante tutto il primo tempo, a me sembra inevitabile continuare con lo spirito o no?
se poi secondo te quell'occasione, a livello di pericolosità è uguale a quella di ibrahimovic sempre nel primo tempo, beh, che te devo di'? probabilmente abbiamo davvero visto partite su due dimensioni diverse.
Titolo: Re: REJA ALLENATORE CORAGGIOSO
Inserito da: Baldrick - 23 Set 2010, 14:17
l entrata di kozak a firenze era l unica possibile
giocavi con una punta, rocchi si era sventrato e floc era out
'
l entrata di cavanta ieri e' ridicola,primo perche lich se sta de giocare, sempre. secondo perche motivando per avere particolare attenzione a ronaldinho, il msg alla squadra e' stato di ulteriore abbassamento,foraggiato da foggia messo li per raddoppiare ronaldinho!
 nn c'entra cavanda che ha fatto il suo ,c'entra che lich e' piu forte e che il msg alla squadra e' stato negativo e passivo

reja deve essere esonerato ieri!
Ma che hai scritto?
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: Russotto - 23 Set 2010, 14:56
Un onesto minestraro che non scambierei mai al mondo con Ranieri, Allegri o Del Nevi.
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: Iker77 - 23 Set 2010, 15:23
Se devo dare un aggettivo per la gara di ieri me ne vengono in mente 1000 ma non coraggioso.
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: gesulio - 23 Set 2010, 15:29
l'aggettivo coraggioso, almeno leggendo le righe di inizio topic, riguarda la scelta di far esordire due giovani come Kozak e Cavanda in partite così delicate...
non si sta dunque parlando di minestra, di atteggiamento tattico sparagnino... ok, per qualcuno avremo anche fatto delle indegne barricate dal primo al novantesimo, ed Hernanes avrà anche fatto cacare, forse non strusciando minimamente palla...
ma riguardo la scelta di mandare in campo questi due ragazzi direi che l'aggettivo invece ci sta tutto. 
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: Lazioinvantaggio - 23 Set 2010, 15:31
Scusate Reja non sarà uno che predilige lo spettacolo...ma mi dite cosa significa "minestraro"?!
Quanti allenatori in serie A ci sentiamo di definire assolutamente migliori di Edy? A me la Lazio sembra
alle volte anche troppo prudente, è vero. Ma sicuramente è equilibrata e poi non abbiamo avuto un
calendario semplice, e sono arrivati buoni punti.
Titolo: Re: REJA ALLENATORE CORAGGIOSO
Inserito da: Absaroke - 23 Set 2010, 15:34
pressing, non è accanimento contro di te...ma ne spari tante di cazzate...Cavanda ha fatto una grande partita, e se lo conoscessi bene, magari prima di scrivere, sapresti che è un giocatore bravissimo a spingere...Kozak non era l'unica scelta per Firenze così come non lo era per il secondo tempo col Bologna
 

E ci siamo dimenticati di dire che stava fuori Zarate, ........ per scelta giusta o no,
ma stava fuori Zarate...... quindi esordi e esclusioni sono scelte forti secondo me, 
e non lo dico perche' Reja e' un mago della panchina, lo dico solo perche' ha
fatto scelte coraggiose,  e quindi ragiona con la sua testa bene o male che sia ....
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: ReflexBlue - 23 Set 2010, 15:43
Coraggioso per aver lanciato i due ragazzi, ma nel primo tempo questo attributo mi sa che l'ha lasciato negli spogliatoi. Era un Milan più coperto, è vero, ma con Gattuso e Seedorf in condizioni appena accettabili si poteva far male da subito.
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: Grande Puffo - 23 Set 2010, 15:47
Sicuramente  dimostra carattere , vedi vicenda Ledesma ,  non ha paura di dire quel che pensa  , fa scelte coraggiose ( oltre al lancio dei giovani , anche lasciar fuori Zarate non e' facile ) .
Tatticamente non mi entusiasma , ma finora ha avuto ragione e i risultati si sono visti , quindi per me basta e avanza.
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: Splash - 23 Set 2010, 15:55
Coraggioso per aver lanciato i due ragazzi, ma nel primo tempo questo attributo mi sa che l'ha lasciato negli spogliatoi. Era un Milan più coperto, è vero, ma con Gattuso e Seedorf in condizioni appena accettabili si poteva far male da subito.
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: richard - 23 Set 2010, 17:17
Coraggioso per aver lanciato i due ragazzi, ma nel primo tempo questo attributo mi sa che l'ha lasciato negli spogliatoi. Era un Milan più coperto, è vero, ma con Gattuso e Seedorf in condizioni appena accettabili si poteva far male da subito.

eh già, come nei Lazio-milan degli altri anni..................................
Titolo: Re: REJA ALLENATORE CORAGGIOSO
Inserito da: AutumnLeaves - 23 Set 2010, 17:21
di coraggio ieri sera ne ho visto pochino: un buon catenaccio organizzato per 70 minuti, con un milan con molti problemi.
è vero, non ha avuto timori nel lanciare Kozak e Cavanda, ma per il resto risparmiamoci l'etichetta del coraggioso.
Punto.
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: wfrank - 23 Set 2010, 17:25
Se Reja è coraggioso io sono giapponese...all'inizio del secondo tempo ha mandato a scaldare Lichtsteiner e Gonzalez...ma di cosa parliamo ?
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: richard - 23 Set 2010, 17:27
Se Reja è coraggioso io sono giapponese...all'inizio del secondo tempo ha mandato a scaldare Lichtsteiner e Gonzalez...ma di cosa parliamo ?

giusto, che questi giocatori non si scaldino più fino alla fine della stagione. punto.
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: Splash - 23 Set 2010, 17:32
Se Reja è coraggioso io sono giapponese...all'inizio del secondo tempo ha mandato a scaldare Lichtsteiner e Gonzalez...ma di cosa parliamo ?
Penso che sui cambi sia uno dei migliori . Io Gonzales l'avrei messo dall'inizio al posto di Foggia (visto l'impostazione che Reja aveva fatto , eh , sennò avrei messo Maurito)
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: ReflexBlue - 23 Set 2010, 17:35
eh già, come nei Lazio-milan degli altri anni..................................

Vabbè, stabilito che con il Milan non si può né vincere né giocare a viso aperto, il prossimo anno non ci presentiamo per niente.
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: Iker77 - 23 Set 2010, 17:36
Coraggioso per aver lanciato i due ragazzi, ma nel primo tempo questo attributo mi sa che l'ha lasciato negli spogliatoi. Era un Milan più coperto, è vero, ma con Gattuso e Seedorf in condizioni appena accettabili si poteva far male da subito.
Non fa una piega.
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: richard - 23 Set 2010, 17:51
Vabbè, stabilito che con il Milan non si può né vincere né giocare a viso aperto, il prossimo anno non ci presentiamo per niente.

no piuttosto presentiamoci senza allenatore, e la formazione la famo qua col sondaggio, che a forza di football manager e fifa ormai il corso a coverciano è roba superata....
su sto forum c'è gente che merita altri palcoscenici, altro che lavoro in ufficio o in fabbrica  :lol:
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: AquiladiMare - 23 Set 2010, 17:52
Vabbè, stabilito che con il Milan non si può né vincere né giocare a viso aperto, il prossimo anno non ci presentiamo per niente.

sicuramente si poteva osare di più ma penso che non abbiamo ancora le gambe per fare una partita ad alti ritmi, che è il modo per mettere in difficoltà il milan.

Catania e Cesena sono partite forte come fanno un po' tutte le "piccole" per mettere subito in cascina un po' di punti...

Per il momento va bene così (anche la traversa di Zambrotta è un segnale)
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: Peppe 80 - 23 Set 2010, 17:54
Questa squadra non ha un leader,ne uno spogliatoio.
La LAZIO dopo la dipartita dei vari Peruzzi--Oddo--Giannichedda--Liverani,diciamo del gruppo precedente e aggiugiamo anche Di Canio e Couto che stavo dimenticando,non ha più avuto uno spogliatoio unito.
Inoltre la situazione è peggiorata,nell'ultimo anno di Rossi,dove a prestazioni ottime in Coppa,dal punto di vista del gruppo,abbiamo alternato prestazioni vergognose in campionato.
Ballardini stessa solfa......aggiungiamoci colpe anche sue..di un onesto allenatore capitato nello spogliatoio sbagliato e nella città sbagliata.
Poi è arrivato Reja,e il leader è diventato lui (o capobranco come ama definirsi) e lo spogliatoio sembra di nuovo unito.
Reja è quello che serve a questa squadra oggi...ed uno che fa esordire un ventenne di fronte ad un ex pallone d'oro,in questa città ed in questa squadra,si chiama come minimo coraggioso!!!!

Titolo: Re: REJA ALLENATORE CORAGGIOSO
Inserito da: cholo1966 - 23 Set 2010, 18:13
@Gesulio
io non ho iniziato a fare lo spiritoso o almeno non era mia intenzione, rispondevo solamente alla seguente affermazione senza voler ironizzare ma prendendo atto che nel corso della partita sono stati effettuati, oltre al gol, n. 3 tiri nello specchio della porta difesa da abbiati di cui uno su punizione uno con un tiro da fuori e quello di mauri che, secondo me, è più un tiro sbagliato. se da questo voi estrapolate l'atteggiamento offensivo della ss lazio è una vostra opinione ed essendo solo un'opinione vale come la mia.

ti rigordo che il migliore del milan e stato abbiati
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: bizio67 - 23 Set 2010, 18:29
Insomma...ma sino ad ora ha avuto ragione lui...
Per me è un buon minestraro, ma sono pronto a ricredermi.
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: Absaroke - 23 Set 2010, 18:35
no piuttosto presentiamoci senza allenatore, e la formazione la famo qua col sondaggio, che a forza di football manager e fifa ormai il corso a coverciano è roba superata....
su sto forum c'è gente che merita altri palcoscenici, altro che lavoro in ufficio o in fabbrica  :lol:

Hai proprio ragione, non fa' una piega, che la facessero loro la formazione che
capiscono piu' di tutti, ......   
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: gesulio - 24 Set 2010, 10:53
sinceramente non riesco a capire.
partiamo dalla natura di un campionato come la serie A: in un campionato così lungo difficilmente ci sono partite da considerarsi estreme durante il girone di andata. sì, ci sono partite che puoi vincere più facilmente di altre, dato l'avversario di turno, e magari fai quel qualcosa in più per portare a casa la vittoria. ma è impossibile che uno si trovi di fronte alla partita della vita, quella da vincere per forza, già alla quarta giornata del girone di andata.

andiamo oltre: l'avversario. in questo caso era il Milan. io non ho mai visto alcuna squadra in Italia, negli ultimi 25 anni affrontare il Milan alla quarta di campionato (ma anche alla sesta, alla quindicesima, alla ventottesima) con l'obiettivo dichiarato di vincere. affrontando il Milan in campionato l'atteggiamento giusto è: intanto cerco di non perdere, poi mi gioco le mie possibilità e vediamo se riesco pure a vincere. ma innanzitutto cerco di non perdere.

questo perché? a me pare perfino offensivo spiegarlo, ma comunque lo faccio uguale: perché affrontare squadre superiori o molto superiori alla tua con un atteggiamento molto sbilanciato porta inesorabilmente alla sconfitta.

giocare col Milan alla quarta, laddove tu non sia Barcellona, Manchester o Chelsea (ma questa sarebbe CL, tutt'altra competizione, lì le partite sono davvero estreme, ne sbagli due e te ne vai a casetta, mentre in un campionato puoi permetterti di sbagliarne anche 4 o 5 di seguito, hai sempre tempo per recuperare e rimetterti in carreggiata), vuol dire atteggiamento guardingo, prudente, senza comunque rinunciare alle mie opportunità. è assolutamente un fatto normale e anche condivisibile.

dice, ma non hai fatto un'azione pericolosa fino al 35simo. il Catania ha fatto 5 azioni pericolose e si è trovata anche in vantaggio, noi abbiamo subìto e alla fine stavamo anche sotto, per fortuna Hernanes e Floccari...

ma c'è anche da considerare come si comporta l'avversario.
se andiamo a vedere con attenzione, sono due partite impostate dal Milan in maniera diversissima: se volevate una Lazio che producesse occasioni da rete in quantità simile al Catania, dovevate andare da Allegri e supplicarlo di giocare con tre punte, di cui una Inzaghi, dovevate chiedergli di far sganciare molto più spesso i terzini, visto che contro la Lazio non hanno quasi mai superato la linea di centrocampo, mentre col Catania stavano sempre dentro la metacampo avversaria, dovevate chiedergli di non mettere un centrocampista di contenimento puro come Gattuso ma di lasciare Boateng sulla mediana libero da compiti di marcature, mettere un'altra punta e permetterci di fare contropiedi col solo Pirlo a coprire la linea di difesa...

è questo il problema: sembra che il Milan è venuto qui a fare il bello e il cattivo tempo, mentre invece anche il Milan ci ha affrontato con piglio guardingo e prudente (tra l'altro segno di grande considerazione).
ha manovrato più la palla perché l'inerzia del gioco le spettava, avendo lei più bisogno di una vittoria che noi, vista la posizione di classifica. ma pur cercando la vittoria, col cavolo che s'è scoperta contro di noi come contro il Catania...

e del resto il Catania è andato a S. Siro con lo stesso atteggiamento nostro: primo obiettivo non perdere, siamo alla quarta, non ho bisogno di vincere a tutti i costi, quindi guardinghi e prudenti, cercando di sfruttare le disattenzioni e le smagliature tattiche avversarie.
lo stesso identico atteggiamento è riuscito a provocare due partite molto diverse per come si è comportato il Milan, più spregiudicato con i siciliani e molto di meno con noi.
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: gaizkamendieta - 24 Set 2010, 11:13
sinceramente non riesco a capire.
partiamo dalla natura di un campionato come la serie A: in un campionato così lungo difficilmente ci sono partite da considerarsi estreme durante il girone di andata. sì, ci sono partite che puoi vincere più facilmente di altre, dato l'avversario di turno, e magari fai quel qualcosa in più per portare a casa la vittoria. ma è impossibile che uno si trovi di fronte alla partita della vita, quella da vincere per forza, già alla quarta giornata del girone di andata.

andiamo oltre: l'avversario. in questo caso era il Milan. io non ho mai visto alcuna squadra in Italia, negli ultimi 25 anni affrontare il Milan alla quarta di campionato (ma anche alla sesta, alla quindicesima, alla ventottesima) con l'obiettivo dichiarato di vincere. affrontando il Milan in campionato l'atteggiamento giusto è: intanto cerco di non perdere, poi mi gioco le mie possibilità e vediamo se riesco pure a vincere. ma innanzitutto cerco di non perdere.

questo perché? a me pare perfino offensivo spiegarlo, ma comunque lo faccio uguale: perché affrontare squadre superiori o molto superiori alla tua con un atteggiamento molto sbilanciato porta inesorabilmente alla sconfitta.

giocare col Milan alla quarta, laddove tu non sia Barcellona, Manchester o Chelsea (ma questa sarebbe CL, tutt'altra competizione, lì le partite sono davvero estreme, ne sbagli due e te ne vai a casetta, mentre in un campionato puoi permetterti di sbagliarne anche 4 o 5 di seguito, hai sempre tempo per recuperare e rimetterti in carreggiata), vuol dire atteggiamento guardingo, prudente, senza comunque rinunciare alle mie opportunità. è assolutamente un fatto normale e anche condivisibile.

dice, ma non hai fatto un'azione pericolosa fino al 35simo. il Catania ha fatto 5 azioni pericolose e si è trovata anche in vantaggio, noi abbiamo subìto e alla fine stavamo anche sotto, per fortuna Hernanes e Floccari...

ma c'è anche da considerare come si comporta l'avversario.
se andiamo a vedere con attenzione, sono due partite impostate dal Milan in maniera diversissima: se volevate una Lazio che producesse occasioni da rete in quantità simile al Catania, dovevate andare da Allegri e supplicarlo di giocare con tre punte, di cui una Inzaghi, dovevate chiedergli di far sganciare molto più spesso i terzini, visto che contro la Lazio non hanno quasi mai superato la linea di centrocampo, mentre col Catania stavano sempre dentro la metacampo avversaria, dovevate chiedergli di non mettere un centrocampista di contenimento puro come Gattuso ma di lasciare Boateng sulla mediana libero da compiti di marcature, mettere un'altra punta e permetterci di fare contropiedi col solo Pirlo a coprire la linea di difesa...

è questo il problema: sembra che il Milan è venuto qui a fare il bello e il cattivo tempo, mentre invece anche il Milan ci ha affrontato con piglio guardingo e prudente (tra l'altro segno di grande considerazione).
ha manovrato più la palla perché l'inerzia del gioco le spettava, avendo lei più bisogno di una vittoria che noi, vista la posizione di classifica. ma pur cercando la vittoria, col cavolo che s'è scoperta contro di noi come contro il Catania...

e del resto il Catania è andato a S. Siro con lo stesso atteggiamento nostro: primo obiettivo non perdere, siamo alla quarta, non ho bisogno di vincere a tutti i costi, quindi guardinghi e prudenti, cercando di sfruttare le disattenzioni e le smagliature tattiche avversarie.
lo stesso identico atteggiamento è riuscito a provocare due partite molto diverse per come si è comportato il Milan, più spregiudicato con i siciliani e molto di meno con noi.
tra l'altro... al contrario di cio' che dicono molti, se il milan prosegue sulla strada imboccata contro di noi e lascia sta le 3 punte fara', secondo me, molta molta strada in questo campionato
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: arturo - 24 Set 2010, 11:38
Penso che sui cambi sia uno dei migliori . Io Gonzales l'avrei messo dall'inizio al posto di Foggia (visto l'impostazione che Reja aveva fatto , eh , sennò avrei messo Maurito)

Esatto!
In quel modo Cavanda avrebbe avuto più libertà di sganciarsi,alternandosi in marcatura con Gonzales,ed avremmo messo in difficoltà il Milan perchè Ronaldino non avrebbe seguito Cavanda.

Altrimenti opzione più offensiva con Zarate.
Titolo: Re: REJA ALLENATORE CORAGGIOSO
Inserito da: Silverado - 24 Set 2010, 11:51
il problema più grave della Lazio degli ultimi anni è stato la mancanza di autostima e convinzione: reja attualmente sta lavorando per eliminare questo problema, lo considera prioritario e io direi che c'ha proprio ragione.

...
e del resto il Catania è andato a S. Siro con lo stesso atteggiamento nostro: primo obiettivo non perdere, siamo alla quarta, non ho bisogno di vincere a tutti i costi, quindi guardinghi e prudenti, cercando di sfruttare le disattenzioni e le smagliature tattiche avversarie.
lo stesso identico atteggiamento è riuscito a provocare due partite molto diverse per come si è comportato il Milan, più spregiudicato con i siciliani e molto di meno con noi.

Gesu', son d'accordo sulle considerazioni che fai circa il diverso approccio alle gare del milan.
Nonostante tutto a 48 ore dalla gara continuo a essere deluso proprio dall'atteggiamento della Lazio, che ho trovato ballardiniana, bloccata, costruita per lo 0-0.

Scrivi di mentalità, nella prima citazione.
Ho visto la partita in tv e la prima immagine dopo il fischio finalle è stato l'abbraccio felice, grintoso e liberatorio, con tanto di "dammi il cinque", tra Reja e Radu.
Come se avessimo vinto...
Quell'abbraccio va in tutt'altra direzione rispetto alla costruzione di autostima e convinzione: secondo me è un indicatore chiaro di una mentalità da provinciale, che ti porta a festeggiare un pareggio contro una grande come fosse una vittoria.

Circa poi il grassetto.
Se non provi a vincere alla quarta giornata, con una classifica ancora informe, sconclusionata, corta, allora quando? Senza contare che le due vittorie consecutive ti avevano dato una bella tranquillità e un buon bottino.
Secondo me era questo il momento di osare; tutta la serie A è racchiusa in una manciata di punti, tu hai già la sicurezza di stare a 6 punti, saldamente nella colonna di sinistra, tra avere 6 o 7 punti non ti cambia la vita...
Beh, provaci con convinzione.
Titolo: Re: REJA ALLENATORE CORAGGIOSO
Inserito da: Beijing09 - 24 Set 2010, 12:20
Gesu', son d'accordo sulle considerazioni che fai circa il diverso approccio alle gare del milan.
Nonostante tutto a 48 ore dalla gara continuo a essere deluso proprio dall'atteggiamento della Lazio, che ho trovato ballardiniana, bloccata, costruita per lo 0-0.

Meno male... non sono l'unico allora... tutti esaltati per questa la Lazio sulla difensiva... vabbe...
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: Gert dal Pozzo - 24 Set 2010, 12:25
Quoto Silverado al 100%
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: robylele - 24 Set 2010, 12:35

Sono d'accordo sul fatto che la mentalità non é ancora quella che ci piacerebbe, ma forse é troppo parlare di Lazio sulla difensiva.

Il fatto che la squadra fosse abbastanza prudente faceva, presumo, anche parte di una tattica che prevedesse di stanare il Milan, con giocatori che soffrono maledettamente il contropiede.
Da qui la spiegazione della scelta di Foggia.

Questa gara non può essere certo ripetuta con un'altra squadra, però col Milan mi é sembrata azzeccata.



Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: JSV23 - 24 Set 2010, 12:45
Premetto che io avrei schierato Zarate al posto di Foggia e Kozak in panchina.
Però credo che il punto col milan sia buono proprio perchè viene dopo sue vittorie consecutive.
Nelle ultime 3 gare abbiamo fatto 7 punti su 9, questo a me va benissimo.
Poi anch'io non sono d'accordo con la formazione iniziale e con l'atteggiamento troppo prudentre fino a dopo il loro gol.
La Lazio con 2 punte avrebbe potuto fare molto male al Milan, ma oggi mi "accontento" (e badate bene che per me è quasi una bestemmia acconentarsi, anzi per me o si perde o si vince) del punto perchè ho visto una Lazio che può andare lontano.
Adesso però ci vogliono 6 punti contro Chievo e Brescia, queste due sono da vincere assolutamente.
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: gesulio - 24 Set 2010, 12:46
Gesu', son d'accordo sulle considerazioni che fai circa il diverso approccio alle gare del milan.
Nonostante tutto a 48 ore dalla gara continuo a essere deluso proprio dall'atteggiamento della Lazio, che ho trovato ballardiniana, bloccata, costruita per lo 0-0.

Scrivi di mentalità, nella prima citazione.
Ho visto la partita in tv e la prima immagine dopo il fischio finalle è stato l'abbraccio felice, grintoso e liberatorio, con tanto di "dammi il cinque", tra Reja e Radu.
Come se avessimo vinto...
Quell'abbraccio va in tutt'altra direzione rispetto alla costruzione di autostima e convinzione: secondo me è un indicatore chiaro di una mentalità da provinciale, che ti porta a festeggiare un pareggio contro una grande come fosse una vittoria.

Circa poi il grassetto.
Se non provi a vincere alla quarta giornata, con una classifica ancora informe, sconclusionata, corta, allora quando? Senza contare che le due vittorie consecutive ti avevano dato una bella tranquillità e un buon bottino.
Secondo me era questo il momento di osare; tutta la serie A è racchiusa in una manciata di punti, tu hai già la sicurezza di stare a 6 punti, saldamente nella colonna di sinistra, tra avere 6 o 7 punti non ti cambia la vita...
Beh, provaci con convinzione.
gli abbracci di soddisfazione erano contingenti, relativi all'andamento della partita, che hai riacciuffato verso la fine: a parti invertite, con la Lazio in vantaggio e il Milan che raggiunge il pareggio a 10 dalla fine, non credo proprio ci sarebbe stata tutta quella soddisfazione...

io dico che provare a vincere non equivale a dire gioco a viso aperto contro il Milan. anche perché il Milan contro di noi non ha giocato a viso aperto, anzi.
la Lazio attualmente non ha la qualità individuale e collettiva per forzare un andamento del genere, anche perché l'avversario qualitativamente ti è superiore, questo è oggettivo.
se poi il Milan gioca con un ccampista di contenimento in più, rispetto alla partita col Catania e con i terzini che non scendono diventa difficile creare i presupposti per ripartenze fulminee e letali come quelle dei siciliani.
 
altre maniere per affrontare il Milan senza rischiare di prendere una goleada sinceramente non ne vedo.
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: gesulio - 24 Set 2010, 12:50
aggiungo: gioco contro il Milan, scelgo di farlo a viso aperto.
 
ci sono più possibilità che io vinca o che subisca una goleada? questa è la domanda a cui va data una risposta, ma non col senno del poi, prima della partita.
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: simcar - 24 Set 2010, 12:50
Reja per tornare al titolo del topic, è stato coraggioso per aver fatto esordire Kozak e Cavanda. In merito alla partita con il Milan, è vero che poteva osare un po' di più, ma secondo me giustamente non ha voluto correre il rischio di lasciare troppo campo ai vari Dinho, Ibra e compagnia cantando, che se trovavano spazi ti potevano fare molto male
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: fabrizio1983 - 24 Set 2010, 12:52
è vero che potevamo fare male a questo Milan ma potevamo anche perdere...alla fine dei conti un punto va benissimo
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: JSV23 - 24 Set 2010, 12:54
aggiungo: gioco contro il Milan, scelgo di farlo a viso aperto.
 
ci sono più possibilità che io vinca o che subisca una goleada? questa è la domanda a cui va data una risposta, ma non col senno del poi, prima della partita.

Io credo che all'inizio della ripresca, al quarto d'ora del secondo tempo diciamo, sullo 0-0 e col milan che si era "sfogato" abbastanza sterilmente, io le due punte più Hernanes (vabbè....) le avrei rischiate.
Fuori Foggia e dentro Rocchi (o Zarate).....
Titolo: Re: REJA ALLENATORE CORAGGIOSO
Inserito da: AquiladiMare - 24 Set 2010, 12:55
....

Circa poi il grassetto.
Se non provi a vincere alla quarta giornata, con una classifica ancora informe, sconclusionata, corta, allora quando? Senza contare che le due vittorie consecutive ti avevano dato una bella tranquillità e un buon bottino.
Secondo me era questo il momento di osare; tutta la serie A è racchiusa in una manciata di punti, tu hai già la sicurezza di stare a 6 punti, saldamente nella colonna di sinistra, tra avere 6 o 7 punti non ti cambia la vita...
Beh, provaci con convinzione.

proprio perchè veniamo da un'annataccia e proprio perchè a roma di pazienza ce ne sta poca è fondamentale fare punti piuttosto che pensare al gioco o al rischio....

In un altro contesto avresti ragione ma quì a roma non portare punti scatena polemiche su polemiche
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: Beijing09 - 24 Set 2010, 13:16
Si può giocare a calcio, fare possesso ed essere aggressivi senza per forza aprirsi ai contropiedi che ci sono comunque stati. C'è una via di mezzo tra un catenaccio ed il gioco zemaniano.

Da qui la spiegazione della scelta di Foggia.

Foggia ha giocato Lazio-Milan? Non me ne sono accorto.
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: Beijing09 - 24 Set 2010, 13:26
Alcune domande, che mi faccio anche io:

Perchè il Palermo sono tre anni consecutivi che vince a Torino, tra l'altro con Delio Rossi e Ballardini, e noi mai?
Come mai quando siamo costretti a vincere o quasi abbiamo vinto sia a Torino che a Milano in coppa Italia?
Non sarà un problema ambientale?
Meglio un punto col milan senza aver mai provato a vincere o la sconfitta del Palermo contro l'inter giocando alla morte contro la squadra più forte d'Europa?

Altro che coraggio, io vedo una paura immensa di perdere, con tanto di abbracci dopo un pareggio davanti al proprio pubblico. Speriamo che le cose cambino ma dobbiamo essere i primi noi a cambiare. Non ci deve fregare nulla di perdere contro il milan se la squadra se l'è giocata fino alla morte.

Vi devo mettere il discorso di Wallace in Braveheart? No, vero?  ;)
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: eaglemiky - 24 Set 2010, 14:07
Quoto gesulio al 100% .
Era importante dare seguito alle 2 vittorie , una sconfitta netta potrebbe avere influito negativemente a livello psicologico su di un grupo che Reja sta ricostruendo. Quante volte abbiamo visto la Lazio di Rossi giocare all'attacco contro le grandi e rimediare scoppole? Mi ricordo bene la Lazio di Ballardini che giocava rintanata senza mettere 2 passaggi in fila e questo non e' successo dato che le nostre occasioni del primo tempo sono nate da ripartenze manovrate , e mi ricordo anche il primo tempo di Milan Catania sabato sera dove il Milan ha assediato il Catania per 45 minuti con 9 uomini nella meta' campo avversaria, 3 punte nei pressi dell'aerea di rigore e palloni che spiovevavno da tutte le parti quindi e' chiaro che poi hanno lasciato spazio ai contropiedi avversari. nel dopo partita su Sky Allegri si diceva soddisfatto che il Milan non avesse lasciato spazio al contropiede nostro e lo vedeva come un miglioramento quindi se il Milan ha badato a coprirsi perche' non lo dovevamo fare  noi. Facendo i calcoli dei tiri in porta penso che le 2 squadre sono state pari.
Continuo a dare piena fiducia a Reja.
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: gesulio - 24 Set 2010, 14:08


Vi devo mettere il discorso di Wallace in Braveheart? No, vero?  ;)
non sono d'accordo con questa filosofia, mi dispiace. continuiamo poi a fare confusione tra competizioni di natura diversa: la coppa italia è diversa dal campionato, che c'entra? lì è davvero un discorso di dentro o fuori, grazie al cacchio che me la gioco diversamente.

un campionato è diverso, 9 mesi, 3 stagioni differenti, su 38 partite quelle che possono configurarsi come davvero decisive saranno un paio, tre al massimo, e tutte verso la fine eventualmente, no alla quarta.
la cosa principale è la regolarità, sia nel rendimento che, possibilmente, nei risultati.
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: Lazioinvantaggio - 24 Set 2010, 14:14
Quoto gesulio al 100% .
Era importante dare seguito alle 2 vittorie , una sconfitta netta potrebbe avere influito negativemente a livello psicologico su di un grupo che Reja sta ricostruendo. Quante volte abbiamo visto la Lazio di Rossi giocare all'attacco contro le grandi e rimediare scoppole? Mi ricordo bene la Lazio di Ballardini che giocava rintanata senza mettere 2 passaggi in fila e questo non e' successo dato che le nostre occasioni del primo tempo sono nate da ripartenze manovrate , e mi ricordo anche il primo tempo di Milan Catania sabato sera dove il Milan ha assediato il Catania per 45 minuti con 9 uomini nella meta' campo avversaria, 3 punte nei pressi dell'aerea di rigore e palloni che spiovevavno da tutte le parti quindi e' chiaro che poi hanno lasciato spazio ai contropiedi avversari. nel dopo partita su Sky Allegri si diceva soddisfatto che il Milan non avesse lasciato spazio al contropiede nostro e lo vedeva come un miglioramento quindi se il Milan ha badato a coprirsi perche' non lo dovevamo fare  noi. Facendo i calcoli dei tiri in porta penso che le 2 squadre sono state pari.
Continuo a dare piena fiducia a Reja.



Quoto, anche io ho fiducia in Reja. Mi sono rotto di parlare di spettacolo, gol o bel gioco. Voglio i punti e basta. Col Milan sarebbe stato comunque un suicidio fare una partita d'attacco senza tener conto dell'avversario.
L' ho già detto recentemente (con relativo fanculeggiamento da parte di Gaizkamendieta :)), voglio un lercio punto a Chievo e poi battere il Brescia. Non penso ad altro.

Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: Silverado - 24 Set 2010, 14:15
Detto della mentalità, aggiungo che in prospettiva mi spaventa l'hernanescentrismo che sta nascendo.
Abbiamo già dato con Zarate.
"Palla a Hernanes e qualcosa succederà", questo rischia di diventare l'unico schema della Lazio, questo sta costruendo Reja, con tutta la retorica del "buon senso", del "pane e salame", dell'allenatore "coi piedi per terra", del "bastone e carota", ecc.
Spunti individuali e zero gioco.
Vero Mister Caos.
E mi rattristo pensando che, visto il livello della serie A, con un manico diverso questa squadra avrebbe pochi limiti (ho scritto pochi non nessun limite).
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: Beijing09 - 24 Set 2010, 14:23
Certo che sono diverse, in campionato va bene anche il pari contro grandi squadre, in coppa no.
Quindi in campionato puoi essere codardo, in coppa sei costretto ad osare.

Ma se con il milan non te la giochi alla quarta di campionato dopo due vittorie consecutive, quando te la giochi?
Proprio perchè non era decisiva in nulla potevi e dovevi giocartela!

Col Milan sarebbe stato comunque un suicidio fare una partita d'attacco senza tener conto dell'avversario.

Ma quale partita d'attacco? Io volevo solo vedere la Lazio giocare a calcio, niente di più.
Secondo voi Genoa, Samp o Palermo giocheranno come ha fatto la Lazio, contro il Milan?
Secondo me no.
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: blow - 24 Set 2010, 14:31
Detto della mentalità, aggiungo che in prospettiva mi spaventa l'hernanescentrismo che sta nascendo.
Abbiamo già dato con Zarate.
"Palla a Hernanes e qualcosa succederà", questo rischia di diventare l'unico schema della Lazio, questo sta costruendo Reja, con tutta la retorica del "buon senso", del "pane e salame", dell'allenatore "coi piedi per terra", del "bastone e carota", ecc.
Spunti individuali e zero gioco.
Vero Mister Caos.
E mi rattristo pensando che, visto il livello della serie A, con un manico diverso questa squadra avrebbe pochi limiti (ho scritto pochi non nessun limite).

sinceramente se la vedi così mi conforta.
eri tu quello che aveva visto il bel gioco e tanti tiri in porta a lazio-palermo dello scorso anno con la guida tecnica di ballardini. :D
forse allo stadio io ho visto un'altra squadra, avendo una visione d'insieme del campo e di come eravamo ben messi.
A Firenze il sabato precedente non mi è sembrata la Lazio che dipingi tu, anzi, dopo il vantaggio viola abbiamo dominato e sprecato con bresciano più di un'occasione.
mercoledì il migliore del milan è stato abbiati, a mio modo di vedere, il che la dice tutta, altro che confusione.
sicuramente il mister è ancora alla ricerca della quadratura, spero anch'io di vederla giocare con due punte ed hernanes, ma dare addosso alla Lazio attuale mi sembra masochistico, che poi è forse la natura del laziale.
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: gesulio - 24 Set 2010, 14:37
Detto della mentalità, aggiungo che in prospettiva mi spaventa l'hernanescentrismo che sta nascendo.
Abbiamo già dato con Zarate.
"Palla a Hernanes e qualcosa succederà", questo rischia di diventare l'unico schema della Lazio, questo sta costruendo Reja, con tutta la retorica del "buon senso", del "pane e salame", dell'allenatore "coi piedi per terra", del "bastone e carota", ecc.
Spunti individuali e zero gioco.
Vero Mister Caos.
E mi rattristo pensando che, visto il livello della serie A, con un manico diverso questa squadra avrebbe pochi limiti (ho scritto pochi non nessun limite).

bah.
raramente mi sono trovato meno d'accordo con quanto da te scritto. reja sta cercando di passare dal modulo a 5, quello che ci ha salvato, a quello a 4, e mentre sta facendo questo tatticamente, sta anche cercando di recuperare atleticamente e/o psicologicamente alcuni giocatori come Mauri, Foggia, Matuzalem, più lanciarne altri che possano rivelarsi utili alla causa, come Cavanda e Kozak... grazie ar ca' che molte cose ancora non funzionano. è in atto una progressione, non è che prendo, cambio schema col mouse e la squadra gira uguale.
da qui a dire che siamo hernanescentrici, zero gioco e mister caos ce ne passa, secondo me. non riesco proprio a capire questa secchiata di vernice sulle difficoltà assolutamente normali e fisiologiche che riguardano la gestione di una squadra di serie A. anche perché poi, particolare non proprio irrilevante, stamo a 7 e non a 2.

(chiaro che nel frattempo mi affido a chi può darmi la qualità di cui necessito per arrivare anche a qualche risultato positivo, nell'attesa dell'espressione compiuta di un modulo consolidato. da cui la sensazione di essere hernenescentrici...)
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: JSV23 - 24 Set 2010, 14:41
Certo che sono diverse, in campionato va bene anche il pari contro grandi squadre, in coppa no.
Quindi in campionato puoi essere codardo, in coppa sei costretto ad osare.

Ma se con il milan non te la giochi alla quarta di campionato dopo due vittorie consecutive, quando te la giochi?
Proprio perchè non era decisiva in nulla potevi e dovevi giocartela!

Ma quale partita d'attacco? Io volevo solo vedere la Lazio giocare a calcio, niente di più.
Secondo voi Genoa, Samp o Palermo giocheranno come ha fatto la Lazio, contro il Milan?
Secondo me no.

ti dico la mia:

Io credo che Lazio e Milan non siano squadre cosi diverse per caratteristiche, ossia sono squadre con tecnica sia a centrocampo che in attacco e con poco dinamismo.
La Lazio non si può giocare col Milan la partita nel modo in cui ha fatto il Cesena (e comunque era un'altro Milan) perchè la Lazio non ha le caratteristiche del Cesena.
Per mettere in grossa difficoltà il Milan devi correre a 1000 ed imprimere un ritmo alla partita forsennato, recuperando e ripartendo.
Nella Lazio il centrocampo non ha queste caratteristiche, abbiamo gente "statica" (Ledesma), "veloce di Pensiero" (Hernanes e Matuzalem), brava ad inserirsi (Mauri e Bresciano.
Di gente che corre e morde le caviglie abbiamo Brocchi e Gonzalez, ma non bastano.
Io penso che se volevamo giocarcela dovevamo farlo usando le stesse armi del Milan, ossia la tecnica e la qualità dei nostri calciatori.
Ed allora dentro Matuzalem e Zarate, fuori Brocchi e Foggia (io l'avrei fatto).
Il fatto è che cosi 90 volte su cento perdi, giocando bene, ma perdi.
Perchè? perchè loro sono più forti ed ESPERTI.
Il Palermo con l'Inter ha perso da pollo, ieri sera ha stravinto ma la juve oggi è difficile considerarla "grande", anzi penso che il Palermo sia molto più forte.
Se avessimo pareggiato col Bologna e perso a Firenze capirei le critiche, ma sinceramente, da amante del calcio champagne, stavolta faccio un pò fatica.
Il Genoa, la Samp, ecc... hanno caratteristiche diverse da Noi, però non ti so dire quanti punti faranno con le grandi, vedremo.
Ad oggi la Lazio mi sembra più squadra del Palermo, del Genoa, della Samp, del Napoli ma anche della Juve e della Roma, ha 7 punti ed messa meglio delle succitate squadre.
I punti valgono uguale (3 se vinci 1 se pareggi 0 se fai come i peperoni :D) sia adesso che alla fine, quindi per me 7 punti dopo aver affrontato Fiorentina, Milan, Samp e Bologna (ha pareggiato contro Inter e Roma) sono ottimi...
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: gesulio - 24 Set 2010, 14:44
Certo che sono diverse, in campionato va bene anche il pari contro grandi squadre, in coppa no.
Quindi in campionato puoi essere codardo, in coppa sei costretto ad osare.

Ma se con il milan non te la giochi alla quarta di campionato dopo due vittorie consecutive, quando te la giochi?
Proprio perchè non era decisiva in nulla potevi e dovevi giocartela!

Ma quale partita d'attacco? Io volevo solo vedere la Lazio giocare a calcio, niente di più.
Secondo voi Genoa, Samp o Palermo giocheranno come ha fatto la Lazio, contro il Milan?
Secondo me no.

mi porti un esempio di squadra oggettivamente inferiore che in campionato se la gioca a viso aperto contro inter, milan o squadre simili? una sola.
chessò, puoi citarmi: il bari mercoledì scorso a s. siro!!!
e io ti dirò c'hai ragione, se l'è giocata a viso aperto, non aveva niente da perdere. 4-0, bene.
 
io di uscire dall'olimpico 0-4 contro il Milan, perché non ho niente da perdere in classifica (hai perfettamente ragione su questo) ma tanto da perdere per quanto riguarda un discorso di autostima collettiva da ricostruire completamente (e questa cosa mi dispiace vederla continuamente assente dalle vostre valutazioni), non avrei alcuna intenzione, fossi in reja.
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: Beijing09 - 24 Set 2010, 14:58
mi porti un esempio di squadra oggettivamente inferiore che in campionato se la gioca a viso aperto contro inter, milan o squadre simili? una sola.
Continuate a parlare di "giocare a viso aperto" o "giocare all'attacco".
Io dico solo giocare a calcio. Imbastire azioni, anche fare contropiede ma almeno facciamoli. Ne abbiamo fatto solo uno che ha portato Mauri davanti al portiere. Altre occasioni? Tiri da fuori area. Mi sembra poco per una squadra che ha la nostra qualità.
Vorrei solo un po' più di coraggio (visto che si parla del coraggioso Reja) e sperare di vincere o provare a farlo almeno una volta contro una grande. Al momento Rossi, Ballardini e Reja non ci sono riusciti e nemmeno ci sono andati vicini...
Col Milan era un'occasione, non ci abbiamo nemmeno provato.
Speriamo nella prossima.
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: richard - 24 Set 2010, 15:06
"Il succo del topic" (a.k.a. "Il bello del calcio"):

* reja sbaglia: hernanes trequartista è un errore perché è troppo isolato e non gli arrivano palloni giocabili, dovrebbe fare il regista in posizione più arretrata per essere nel vivo del gioco e avere la possibilità di creare... bla bla bla

* reja sbaglia: la Lazio è troppo hernanescentrica, troppi palloni passano da lui, così non si crea gioco ma solo individualismi... bla bla bla
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: blow - 24 Set 2010, 15:12
Continuate a parlare di "giocare a viso aperto" o "giocare all'attacco".
Io dico solo giocare a calcio. Imbastire azioni, anche fare contropiede ma almeno facciamoli. Ne abbiamo fatto solo uno che ha portato Mauri davanti al portiere. Altre occasioni? Tiri da fuori area. Mi sembra poco per una squadra che ha la nostra qualità.
Vorrei solo un po' più di coraggio (visto che si parla del coraggioso Reja) e sperare di vincere o provare a farlo almeno una volta contro una grande. Al momento Rossi, Ballardini e Reja non ci sono riusciti e nemmeno ci sono andati vicini...
Col Milan era un'occasione, non ci abbiamo nemmeno provato.
Speriamo nella prossima.

sottolineo ancora una volta che il coraggioso, almeno per me, era riferito ad alcune scelte, non al modo di affrontare il singolo match.
a firenze, se escludiamo l'ultimo quarto d'ora, dove peraltro la viola non ha mai tirato in porta mi è sembrata una Lazio in grado di costruire.
Che Rossi non sia andato vicino a giocare come dici, dissento. Ha giocato con Pandev, Zarate e Foggia insieme, a volte Rocchi. Ha vinto meritatamente una coppa giocando a viso aperto sempre. Abbiamo preso fraccate di gol anche perchè abbiamo sempre giocato a viso aperto, forse troppo a volte.
Criticare va bene, ma dimenticare no.
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: Beijing09 - 24 Set 2010, 15:21
Dimenticarmi della Coppa Italia? L'ho citata come esempio due post fa'.
Esempio che parla di una Lazio simile in questi anni. Paurosa contro le grandi a meno che non sia costretta (come in coppa) e generalmente succube delle squadre al suo livello a meno che non si trovi in svantaggio.
Visto che questo è successo con tutti i tre allenatori che abbiamo avuto e visto che gli stessi con le altre squadre da loro allenate hanno o hanno avuto risultati diversi, deduco che sia un problema ambientale a bloccarci.

Poi ci sono i derby che la Lazio ha sempre giocato senza problemi a viso aperto, vincendo o perdendo come è giusto che sia quando ti giochi una partita per vincerla (ripeto... giocare per vincere non vuol dire buttarsi allo sbaraglio...).

Sarà tutto frutto del caso? Non ci credo.
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: gesulio - 24 Set 2010, 15:26
Continuate a parlare di "giocare a viso aperto" o "giocare all'attacco".
Io dico solo giocare a calcio. Imbastire azioni, anche fare contropiede ma almeno facciamoli. Ne abbiamo fatto solo uno che ha portato Mauri davanti al portiere. Altre occasioni? Tiri da fuori area. Mi sembra poco per una squadra che ha la nostra qualità.
Vorrei solo un po' più di coraggio (visto che si parla del coraggioso Reja) e sperare di vincere o provare a farlo almeno una volta contro una grande. Al momento Rossi, Ballardini e Reja non ci sono riusciti e nemmeno ci sono andati vicini...
Col Milan era un'occasione, non ci abbiamo nemmeno provato.
Speriamo nella prossima.

la Lazio ha giocato a calcio, altro che.
ha giocato e ha fatto quello che un'avversaria più forte ed esperta le ha permesso di fare. che non è esattamente la stessa cosa del Catania, perché il Milan contro di noi si è protetto molto di più. e già questo è segno di una grande considerazione, altro che catenacciari e mentalità provinciale.

la Lazio ha avuto due occasioni al primo tempo, vi paiono poche? cosa doveva fare, sedici azioni pericolose? portare 4 uomini soli davanti al portiere almeno tre volte?

sottolineo poi che una di queste famose "due sole occasioni" parate dal portiere è il sontuoso calcio di punizione di hernanes, decretato per un fallo di gattuso su mauri lanciato a rete...

senza questo fallo, oltretutto sanzionato col giallo, il nostro capitano sarebbe entrato in area con floccari ben appostato ed hernanes a rimorchio, quindi quella che considerate semplicemente conclusione da fuori area, era in realtà la conseguenza di un fallo disperato da parte della retroguardia milanista, per una manovra molto efficace che in quel momento era riuscita a sorprendere la retroguardia avversaria con le braghe calate e che senza quel fallo si sarebbe trasformata in pericolo assoluto per abbiati.
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: Beijing09 - 24 Set 2010, 15:30
L'ultima volta che ho visto la Lazio giocare veramente bene (in campionato) ed imporre il proprio gioco è stata contro la Fiorentina all'olimpico due anni fa'. Tre goal fatti che potevano essere otto.
Zarate e Pandev in attacco coadiuvati da Foggia e Mauri sulle fasce. Devastanti. Uno spettacolo!

Poi il buio totale, derby esclusi.

Perchè?
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: Beijing09 - 24 Set 2010, 15:32
la Lazio ha giocato a calcio, altro che.

Abbiamo una concezione diversa del gioco del calcio. Niente di male.
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: gesulio - 24 Set 2010, 15:51
L'ultima volta che ho visto la Lazio giocare veramente bene (in campionato) ed imporre il proprio gioco è stata contro la Fiorentina all'olimpico due anni fa'. Tre goal fatti che potevano essere otto.
Zarate e Pandev in attacco coadiuvati da Foggia e Mauri sulle fasce. Devastanti. Uno spettacolo!

Poi il buio totale, derby esclusi.

Perchè?

secondo me non i derby.

non per screditare quelle partite, ma il 4-2, se si escludono i primi 4 minuti, abbiamo passato buona parte dell'incontro nella nostra tre quarti, il 3-2 è stata una partita tutto sommato equilibrata, rotta nell'equilibrio da una sculata di taddei all'inizio e risolta alla fine a nostro favore all'ultimo assalto, il 3-0 scaturì grazie a un gol di ledesma al 45simo, fine primo tempo e a un rigore di oddo al 48simo, inizio secondo tempo... l'unico derby, ultimamente in cui eravamo più forti, più in salute e in cui abbiamo dominato in lungo e in largo imponendo il nostro gioco, l'abbiamo scajato 1-0, gol di baptista...

io oltre questa ricordo altre partite in cui la Lazio ha imposto il proprio gioco contro grandi squadre: ad esempio quella contro l'Inter di Mancini 1-1, sempre contro l'Inter l'anno dopo (0-3), un gran primo tempo da parte nostra, con due regali al secondo e al 45simo minuto. poi Lazio Real Madrid di CL, Lazio Dinamo Bucarest preliminare. Lazio Milan 1-2, primo tempo esemplare, in vantaggio meritatamente e grande partita dei nostri (era l'anno dei Filippini). Lazio Juve dello scorso anno, Ballardini in panca, primo tempo veramente ottimo, gol regolare annullato a Mauri, finale 0-2.

tutte partite in cui non si è vinto.
questo per dire che negli ultimi anni alla Lazio è mancato un ingrediente molto particolare, che non riguarda solo il lato tattico o l'atteggiamento con cui scendi in campo, ma sta dentro la capoccia di ciascun giocatore, ma anche in quella collettiva: si chiama autostima, si chiama esperienza, si chiama spessore mentale, si chiama capacità di gestire la tensione di una partita importante.
cosa che invece l'altro giorno ho visto contro il Milan, forse per la prima volta dopo tanto tempo. la Lazio ha gestito la partita, magari in alcuni momenti ha subìto ma non ha sbarellato, non si è disunita, e una volta sotto ha avuto la forza di tornare a galla.
se questo per te è vedere il calcio in un'altra maniera non lo so, per me questo aspetto è importantissimo esattamente come quello che riguarda tattica e atteggiamento, se nondi più. è grazie ai risultati che fai in partite come questa che costruisci le basi per vincerle domani e toglierti le soddisfazioni vere.
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: Beijing09 - 24 Set 2010, 16:08
questo per dire che negli ultimi anni alla Lazio è mancato un ingrediente molto particolare, che non riguarda solo il lato tattico o l'atteggiamento con cui scendi in campo, ma sta dentro la capoccia di ciascun giocatore, ma anche in quella collettiva: si chiama autostima, si chiama esperienza, si chiama spessore mentale, si chiama capacità di gestire la tensione di una partita importante.
cosa che invece l'altro giorno ho visto contro il Milan, forse per la prima volta dopo tanto tempo. la Lazio ha gestito la partita, magari in alcuni momenti ha subìto ma non ha sbarellato, non si è disunita, e una volta sotto ha avuto la forza di tornare a galla.

La prima parte e' esattamente ciò che dico io. Non ci ritroviamo sul fatto che tu questa volta hai percepito un atteggiamento diverso. Per me è stato lo stesso, poi gli episodi e soprattutto i campioni cambiano le partite.
Magari sbaglio io.... sicuramente lo vedremo in futuro.
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: gesulio - 24 Set 2010, 16:23
la rimonta di mercoledì potrà anche essere stata frutto di un caso, non lo nego. ma a me non è sembrato. qui siamo nel campo delle impressioni, ovviamente.
la stessa partita, sotto di un gol a venti dalla fine, con ballardini e rossi non l'avremmo mai ripresa. e questa però non è più un'impressione, ma un fatto.

qualcosa di diverso c'è stato, credo sia innegabile.
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: laziale__63 - 24 Set 2010, 16:24
Con i miei occhi e la mia testa ho visto un primo tempo dove il Milan ha cercato di fare la partita evitando di scoprirsi e le loro azioni pericolose sono state tanta quante le nostre. Nel secondo tempo mentre loro stavano leggermente calando la Lazio ha alzato il baricentro di 20 metri ed alla prima occasione passaggio filtrante di Seedorf, allungo strepitoso di Ibra e goal, col passare dei minuti, la loro stanchezza e confusione ed il nostro assetto tattico più offensivo è arrivato il pareggio e, se Rocchi ....... poteva arrivare anche la vittoria.
Per me tutte (o quasi) le scelte di Reia sono state giuste e ponderate, alcune coraggiose come Cavanda ora , Kozak ieri, la gestione di Zarate (arriverà anche per lui il suo momento) e di Hernanes (diamante già sgrezzato) molto probabilmente azzeccate.
Questo periodo lo equivalgo al periodo di Zoff, in quanto la Lazio doveva e deve crescere e consolidarsi per il definitivo salto di qualità, pronta per un grande allenatore (Capello, Ancellotti, Mancini ......), comunque Reia ha tutta la mia stima.
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: eaglemiky - 24 Set 2010, 16:36
Concordo e non scordiamoci che Mercoledi mancava  Matu a centrocampo che e' fondamentale per il controllo del gioco come dimostrato a Firenze dove impostavano lui e Ledesma a turno.
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: ReflexBlue - 24 Set 2010, 17:46
...

Fiorentina-Lazio di due anni fa. Espulsione (severissima) di De Silvestri dopo un quarto d'ora, quattro o cinque nitide palle gol buttate al vento, un palo, miracoli di Frey e rete decisiva di Gilardino all'ultimo minuto. Tanto per cambiare.
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: richard - 24 Set 2010, 17:57
Fiorentina-Lazio di due anni fa. Espulsione (severissima) di De Silvestri dopo un quarto d'ora, quattro o cinque nitide palle gol buttate al vento, un palo, miracoli di Frey e rete decisiva di Gilardino all'ultimo minuto. Tanto per cambiare.

sai che soddisfazione.... quella volta ho spaccato il televisore e le mie bestemmie le hanno sentite fino in antartide  :D
preferisco il pareggio col milan tutta la vita: 1 punto e bella prestazione contro una squadra più forte...
che poi a dirla tutta la florentia delle due qualificazioni champions' ha sempre raccolto più di quanto meritasse, e non solo con noi.
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: Adler Nest - 24 Set 2010, 18:54
Chissa' che cazzo diranno i tifosi del milan delle meraviglie che e' venuto a Roma a dettare gioco e a imporre i propri mirabolanti ritmi: e che dire degli schemi ariosi di quel guru del calcio spettacolo che risponde al nome del vero profeta della panca....
La playstation ha fatto tanti guasti.
Unita al biscardismo diventa delirio
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: Beijing09 - 24 Set 2010, 19:50
La playstation ha fatto tanti guasti.
Unita al biscardismo diventa delirio

Con la playstation ci giochi tu, io nemmeno ce l'ho. Sei pregato di rispettare le opinioni altrui, non è difficile, basta guardare gli altri. Grazie.

qualcosa di diverso c'è stato, credo sia innegabile.

(http://static.blogo.it/calcioblog/lazio-bologna-3-1-12-settembre-2010-mauri-rocchi-hernanes/1011_lazbol_31_006.jpg)

Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: Mr. Mojo - 24 Set 2010, 20:37
ma che è un topic ironico?  :?
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: Beijing09 - 24 Set 2010, 20:43
ma che è un topic ironico?  :?

Il tuo è un intervento ironico?
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: Mr. Mojo - 24 Set 2010, 22:58
Il tuo è un intervento ironico?

No. E il tuo?
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: Beijing09 - 24 Set 2010, 23:00
ma il tuo cosa? Se hai un'opinione esprimila. Boh.. io mica ti capisco....
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: Mr. Mojo - 24 Set 2010, 23:02
ma il tuo cosa? Se hai un'opinione esprimila. Boh.. io mica ti capisco....

E' facile da capire.
Il topic ha un titolo che io trovo surreale, se tu me lo consenti, detto questo esprimo la mia opinione dichirando se il titolo è ironico.
Poi arrivi tu...che comunque ammetti che non capisci....
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: Beijing09 - 24 Set 2010, 23:07
io sono pure d'accordo con te, ma tu hai parlato di topic e nel topic ci sono state varie opinioni contrastanti.
Neanche per me Reja è particolarmente coraggioso per aver fatto giocare Cavanda... La trovo una cosa normalissima per un allenatore far esordire un giovane però ognuno la vede a modo proprio.
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: Mr. Mojo - 24 Set 2010, 23:14
Il coraggio deve manifestarlo imponendo il gioco.
Il Cesena al Milan gli ha fatto girare la testa. Attaccando. Aggredendo a centrocampo. Giocando con le punte.

Ieri noi abbiamo buttato due punti e abbiamo "rigenerato" una squadra con seri problemi.
E infatti non appena Reja ha messo qualcuno accanto a Floccari abbiamo rischiato di vincere....

Capisco che dopo l'anno passato, un pareggio col Milan e la posizione in classifica ci rendono lieti....ma questa letizia non dovrebbe farci perdere l'oggettività
 
Il coraggio non è nel far esordire due giovani. Quel coraggio lo hanno tutti gli allenatori del mondo.
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: Iker77 - 24 Set 2010, 23:24
io sono pure d'accordo con te, ma tu hai parlato di topic e nel topic ci sono state varie opinioni contrastanti.
Neanche per me Reja è particolarmente coraggioso per aver fatto giocare Cavanda... La trovo una cosa normalissima per un allenatore far esordire un giovane però ognuno la vede a modo proprio.

Mr.Mojo parlava dell'incipit del topic, non dello sviluppo della discussione  ;)
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: Beijing09 - 24 Set 2010, 23:31
Mr.Mojo parlava dell'incipit del topic, non dello sviluppo della discussione  ;)

Si adesso l'ho capito...  :lol:
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: nino™ - 24 Set 2010, 23:49
Il coraggio deve manifestarlo imponendo il gioco.
Il Cesena al Milan gli ha fatto girare la testa. Attaccando. Aggredendo a centrocampo. Giocando con le punte.

Ieri noi abbiamo buttato due punti e abbiamo "rigenerato" una squadra con seri problemi.
E infatti non appena Reja ha messo qualcuno accanto a Floccari abbiamo rischiato di vincere....

Capisco che dopo l'anno passato, un pareggio col Milan e la posizione in classifica ci rendono lieti....ma questa letizia non dovrebbe farci perdere l'oggettività
 
Il coraggio non è nel far esordire due giovani. Quel coraggio lo hanno tutti gli allenatori del mondo.

Oggettivamente, il Cesena contro il Milan ha vinto senza dominare, oggettivamente tu eri uno di quelli che più di tutti frantumava le palle a Rossi perchè non puntava sui ragazzi, oggettivamente oggi cassi la cosa come una banalità, oggettivamente abbiamo rischiato di vincere anche con Mauri lanciato 1 contro 1 verso Abbiati, oggettivamente sia con la Fiorentina che col Milan abbiamo pressato alto per lunghi tratti di gara, oggettivamente oggi la squadra ha un equilibrio notevole, oggettivamente non siamo il Barcellona, oggettivamente neanche l'Inter campione di tutto lo era, oggettivamente Reja è un professionista, oggettivamente tu non lo sei.
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: Baldrick - 25 Set 2010, 00:49
Come non essere d'accordo.
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: Ranxerox - 25 Set 2010, 00:58
L'allenatore che ci ha salvato da quello che è stato molto vicino ad essere un Annus Orribilis (visto anche quello che succedeva dall'altra parte del Tevere) meriterebbe a mio parere maggior rispetto e un po' più di considerazione, al di la del suo valore tecnico.

Lascia Spalato (dove a suo dire si trovava splendidamente) ammaliato sicuramente dal richiamo di tornare a misurarsi con un calcio di altro livello. Arriva in mezzo al marasma generale, e con pazienza e mestiere rimette ordine dettando con chiarezza condizioni alla società ed imponendo regole alla squadra. I fatti alla fine gli danno ragione centrando la salvezza alle discreta media di quasi due punti a partita (con la quale, in continuità, riparte quest'anno) garantendoci una estate serena che sarebbe stata ancora migliore se il buon Sergione avesse chiuso la pratica nel derby.

Già solo per questo ha ampiamente meritato la possibilità di fare un altro anno partendo dall'inizio ed eticamente corretta è stata la società a concederglielo.

Entra con discrezione nelle scelte e nelle strategie di mercato della società rivendicandone la condivisione mettendoci, quindi, anche la faccia, sebbene abbia di fronte un personaggio egocentrista come Lotito che però, da un po' di tempo, pare aver virato verso un maggiore buonsenso. Al momento l'impressione è che la squadra sia migliore rispetto allo scorso anno e che la società stia ripensando il suo modo di rapportarsi nei confronti dei suoi sostenitori. C'è tempo per verificare entrambe le cose avendo tutti la pazienza di aspettare. 

Dimostra anche una certa duttilità libera da fondamentalismi tattici alla Zeman, accantonando l'affidabile e collaudatissimo 3-5-2 nel tentativo di trovare qualcosa che possa più efficacemente sfruttare le caratteristiche della rosa. Un progetto tecnico che non può che prevedere come suo centro gravitazionale il Profeta, dal momento che proprio per quello è stato acquistato (e sembrerebbe pure a ragion veduta). Quello che voglio dire è: se è vero che le partite si vincono a centocampo e che quindi il filo del gioco della tua squadra deve passare per i piedi di qualcuno dei tuoi centrocampisti e quel qualcuno è un brasiliano di grande talento e piedi raffinati che di soprannome fa' 'Il Profeta', probabilmente hai grosse possibilità di divertirti avendo messo l'uomo giusto al posto giusto.

Nel rapporto coi giocatori sceglie la linea della chiarezza, non sembra nascondersi, apparentemente senza  guardare in faccia nessuno. Con CORAGGIO manda in campo un diciannovenne di buone speranze, contro un fuoriclasse vero. Tra la possibilità di poter perdere la partita di mercoledì e capire se ci sia effettivamente bisogno di acquistare un terzino destro nuovo di zecca da sovrapporre a Lichsteiner (ipotesi che era già stata presa in considerazione dalla società con l'acquisto poi non conclusosi di Pintos), si è scelto di rischiare avendo oltertutto un riscontro estremamente confortante. Era il test migliore che si potesse fare sulle potenzialità di Cavanda che evidentemente già a Formello qualcosa deve aver dimostrato. Certi rischi bisogna saperseli prendere, ma sembra che ad Edy non manchino gli attributi. Magari quei soldi risparmiati potrebbero essere dirottati per rinforzare qualche altro ruolo. Un strategia utile per pianificare meglio il futuro o per poter far affermare a qualcuno con fierezza: mo c'avemo er progggettto!

Che curi molto la fase difensiva è evidente visto il suo modulo preferito e vista anche la scelta del suo collaboratore più stretto, il secondo allenatore (sebbene in un primo momento potrebbe essere stata dettata anche dall'arrivo in corsa, comunque successivamente riconfermata), tale Giovanni Lopez, indimenticato ed indimenticabile  :D centrale difensivo di una Lazio di qualche secolo fa'!!

Le certezze di una squadra si fondano anche e soprattutto sulla continuità dei risultati positivi che vengono a seguito di striscie che non prevedano sconfitte.
Buono secondo me il punto col Milan per quello che ci serve adesso a noi. Deludente invece per quelli che pensano che il nostro obbiettivo sia lo scudetto. Sebbene capisco che dia fastidio, ritengo utile ricordare da dove stiamo venendo E CON CHI ABBIAMO PERSO durante il girone di ritorno di Delio ed il girone d'andata di Ballardini.


In definitiva è evidente che per una Lazio che nel medio periodo dovesse tornare ai fasti Cragnottiani diventa necessario l'ingaggio di un tecnico che abbia già allenato squadre di livello e soprattuto che sia stato capace di gestire stagioni vincenti. Non mi pare però che al momento ci siano queste condizioni, per cui va benissimo Reja a cui comunque l'esperienza sicuramente non manca e con il quale tutti noi, volenti o nolenti, abbiamo un debito di riconoscenza. Meriterebbe pure qualche coro in più allo stadio ma vabbe' questa e 'na cosa impossibile.

 Per finire non sono d'accordo con Gesulio sul fatto che le partite della prima parte del campionato abbiano meno valore rispetto a quelle successive. E' una cosa che me gira in testa da dopo Lazio-Milan. Chievo-Lazio, sebbene sia soltanto alla quinta giornata, potrebbe invece rappresentare uno snodo decisivo per la nostra stagione perchè, a fronte di una (improbabile  8) )vittoria, clamoroso sarebbe l'impatto sulla classifica, sulla squadra e sull'ambiente tutto. Ecco, se tra le due partite ce ne è una in cui è necessario rischiare qualcosa in più per provare a vincere credo che sia proprio quella col Chievo!
 
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: Andreas - 25 Set 2010, 08:09
Il coraggio deve manifestarlo imponendo il gioco.
Il Cesena al Milan gli ha fatto girare la testa. Attaccando. Aggredendo a centrocampo. Giocando con le punte.

Ieri noi abbiamo buttato due punti e abbiamo "rigenerato" una squadra con seri problemi.
E infatti non appena Reja ha messo qualcuno accanto a Floccari abbiamo rischiato di vincere....

Capisco che dopo l'anno passato, un pareggio col Milan e la posizione in classifica ci rendono lieti....ma questa letizia non dovrebbe farci perdere l'oggettività


Sono d'accordo con te. Ora stiamo qui a dire brava Lazio , ma se Hernanes non si inventava quella giocata e soprattutto se non cambiavamo assetto in corsa, sarebbero piovute critiche a non finire.
Giocando in quel modo è normale che il milan prima o poi il goal te lo fa, e la partita sarebbe finita 0-1.
Sono d'accordo con un atteggiamento equilibrato, ma questa volta è stato troppo
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: Absaroke - 25 Set 2010, 08:31
.....................

....a fronte di una (improbabile  8) )vittoria, clamoroso sarebbe l'impatto sulla
classifica, sulla squadra e sull'ambiente tutto. Ecco, se tra le due partite ce ne è una
in cui è necessario rischiare qualcosa in più per provare a vincere, credo che sia proprio
quella col Chievo!

Ti quoto in tutto,  -- hai capito benissimo lo spirito del topic-- ma non sono daccordo
sul risultato di Verona ......per me non e' improbabile (come dici)  una vittoria, per me e' 
probabile  una vittoria alla luce di molte cose e fatti  che mi danno questa fiducia .....
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: Mr. Mojo - 25 Set 2010, 09:21
Oggettivamente, il Cesena contro il Milan ha vinto senza dominare, oggettivamente tu eri uno di quelli che più di tutti frantumava le palle a Rossi perchè non puntava sui ragazzi, oggettivamente oggi cassi la cosa come una banalità, oggettivamente abbiamo rischiato di vincere anche con Mauri lanciato 1 contro 1 verso Abbiati, oggettivamente sia con la Fiorentina che col Milan abbiamo pressato alto per lunghi tratti di gara, oggettivamente oggi la squadra ha un equilibrio notevole, oggettivamente non siamo il Barcellona, oggettivamente neanche l'Inter campione di tutto lo era, oggettivamente Reja è un professionista, oggettivamente tu non lo sei.

Oggettivamente sta cosa te la sei inventata.
Oggettivamente non assumere peyotl prima di scrivere.
Oggettivamente tu (non essendo un professionista come me) scrivi robetta.

ps
......le ultime righe sono un capolavoro dialettico.
Smettiamo di scrivere e lasciamo il campo ai professionisti.
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: Mr. Mojo - 25 Set 2010, 09:28
Sono d'accordo con te. Ora stiamo qui a dire brava Lazio , ma se Hernanes non si inventava quella giocata e soprattutto se non cambiavamo assetto in corsa, sarebbero piovute critiche a non finire.
Giocando in quel modo è normale che il milan prima o poi il goal te lo fa, e la partita sarebbe finita 0-1.
Sono d'accordo con un atteggiamento equilibrato, ma questa volta è stato troppo

Mo' nino ti dirà che non sei un professionista!  :lol:  :lol: :lol: :lol: :lol:
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: nino™ - 25 Set 2010, 10:24
Anche se cambi avatar e pseudonimo ogni settimana, sempre texmex resti e io le cose che scrivevi, ad esempio, sullo scarso impiego di DeSilvestri, paragonato al fiorire di Santon, me le ricordo perfettamente.

Chiedere rispetto per chi professionalmente, fin ora, ha prodotto dei risultati, non significa certo imporre il silenzio a nessuno, ma è chiaro che quando gli argomenti sono pochi pensare di doverli ridurre può causare risate isteriche.

Sono d'accordo con te. Ora stiamo qui a dire brava Lazio , ma se Hernanes non si inventava quella giocata e soprattutto se non cambiavamo assetto in corsa, sarebbero piovute critiche a non finire.
Giocando in quel modo è normale che il milan prima o poi il goal te lo fa, e la partita sarebbe finita 0-1.
Sono d'accordo con un atteggiamento equilibrato, ma questa volta è stato troppo

Siamo qui a dire brava Lazio, perchè la Lazio è stata brava, avessimo perso sarebbe stato uno scandalo.
Sentire frasi del tipo "se Hernanes non si inventava..." ma de che? Hernanes è stato acquistato e viene messo in campo proprio per quello, allora se il Milan non schierava Ibrahimovic... che discorsi so?
La correzioni in corsa fanno parte del gioco e delle contingenze, io dico bravo Reja a mettere gli uomini giusti al momento giusto, d'altronde il Milan non è che ci avesse messo a le corde, magari fossimo scesi in campo con meno intelligenza ci avrebbe travolti, sono ipotesi pure queste no? Le faccio provocatoriamente, perchè le considero altrettanto labili che dire che avremmo vinto con 2 punte dall'inizio.
A Firenze l'ingresso di Kozak face storcere naso e bocca a più persone, poi Reja ebbe ragione, non credo che se fossimo partiti col ceco dal primo minuto avremmo dominato, per me fu solo una mossa giusta dettata dalle contingenze come è stato mercoledì.

Se Mauri poi avesse spinto dentro quel maledetto pallone staremmo forse parlando di tante altre cose ancora, perchè cose se ne possono dire tante anche nel rispetto della professione altrui e nei limiti della propria, chi si sente inibito per non poter sparare sentenze forse è meglio si faccia due conti sui propri argomenti.


Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: Mr. Mojo - 25 Set 2010, 11:43
Anche se cambi avatar e pseudonimo ogni settimana, sempre texmex resti e io le cose che scrivevi, ad esempio, sullo scarso impiego di DeSilvestri, paragonato al fiorire di Santon, me le ricordo perfettamente.


...e questo che c'entra con quanto hai scritto tu:...eri uno di quelli che più di tutti frantumava le palle a Rossi perchè non puntava sui ragazzi

Il fatto che difendessi DS rispetto all'astro nascente (ma è nato?) Santon non fa di me un "giovanilista". Nella mia squadra ideale gioca chi è forte e non chi è giovane. Dunque non forzare le mie posizioni arbitrariamente.

Io rispetto Reja ma questo non mi impedisce di criticarlo, come allo stesso tempo rispetto il Presidente della Repubblica e se mi va lo critico.

Rispetta tu le argomentazioni altrui, sii consapevole che ciò che a te sembra assurdo...ad altri sembrano assurde le tue prese di posizioni (un tantinello arroganti).

E se la tua logica è rispettare il "professionista" senza poterlo criticare....questo si tradurrebbe nella chiusura dei forum, dei quotidiani e di qualsiasi spazio di dibattito: che parlino solo i professionisti, tutti gli altri tacciano.

O no?

ps
anche tu cambi avatar..una volta eri tibet ed avevi PDC come avatar (o sbaglio?)...ma anche se ricordassi bene non te lo starei a rinfacciare :roll:
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: gesulio - 25 Set 2010, 12:21
L'allenatore che ci ha salvato da quello che è stato molto vicino ad essere un Annus Orribilis (visto anche quello che succedeva dall'altra parte del Tevere) meriterebbe a mio parere maggior rispetto e un po' più di considerazione, al di la del suo valore tecnico.

Lascia Spalato (dove a suo dire si trovava splendidamente) ammaliato sicuramente dal richiamo di tornare a misurarsi con un calcio di altro livello. Arriva in mezzo al marasma generale, e con pazienza e mestiere rimette ordine dettando con chiarezza condizioni alla società ed imponendo regole alla squadra. I fatti alla fine gli danno ragione centrando la salvezza alle discreta media di quasi due punti a partita (con la quale, in continuità, riparte quest'anno) garantendoci una estate serena che sarebbe stata ancora migliore se il buon Sergione avesse chiuso la pratica nel derby.

Già solo per questo ha ampiamente meritato la possibilità di fare un altro anno partendo dall'inizio ed eticamente corretta è stata la società a concederglielo.

Entra con discrezione nelle scelte e nelle strategie di mercato della società rivendicandone la condivisione mettendoci, quindi, anche la faccia, sebbene abbia di fronte un personaggio egocentrista come Lotito che però, da un po' di tempo, pare aver virato verso un maggiore buonsenso. Al momento l'impressione è che la squadra sia migliore rispetto allo scorso anno e che la società stia ripensando il suo modo di rapportarsi nei confronti dei suoi sostenitori. C'è tempo per verificare entrambe le cose avendo tutti la pazienza di aspettare. 

Dimostra anche una certa duttilità libera da fondamentalismi tattici alla Zeman, accantonando l'affidabile e collaudatissimo 3-5-2 nel tentativo di trovare qualcosa che possa più efficacemente sfruttare le caratteristiche della rosa. Un progetto tecnico che non può che prevedere come suo centro gravitazionale il Profeta, dal momento che proprio per quello è stato acquistato (e sembrerebbe pure a ragion veduta). Quello che voglio dire è: se è vero che le partite si vincono a centocampo e che quindi il filo del gioco della tua squadra deve passare per i piedi di qualcuno dei tuoi centrocampisti e quel qualcuno è un brasiliano di grande talento e piedi raffinati che di soprannome fa' 'Il Profeta', probabilmente hai grosse possibilità di divertirti avendo messo l'uomo giusto al posto giusto.

Nel rapporto coi giocatori sceglie la linea della chiarezza, non sembra nascondersi, apparentemente senza  guardare in faccia nessuno. Con CORAGGIO manda in campo un diciannovenne di buone speranze, contro un fuoriclasse vero. Tra la possibilità di poter perdere la partita di mercoledì e capire se ci sia effettivamente bisogno di acquistare un terzino destro nuovo di zecca da sovrapporre a Lichsteiner (ipotesi che era già stata presa in considerazione dalla società con l'acquisto poi non conclusosi di Pintos), si è scelto di rischiare avendo oltertutto un riscontro estremamente confortante. Era il test migliore che si potesse fare sulle potenzialità di Cavanda che evidentemente già a Formello qualcosa deve aver dimostrato. Certi rischi bisogna saperseli prendere, ma sembra che ad Edy non manchino gli attributi. Magari quei soldi risparmiati potrebbero essere dirottati per rinforzare qualche altro ruolo. Un strategia utile per pianificare meglio il futuro o per poter far affermare a qualcuno con fierezza: mo c'avemo er progggettto!

Che curi molto la fase difensiva è evidente visto il suo modulo preferito e vista anche la scelta del suo collaboratore più stretto, il secondo allenatore (sebbene in un primo momento potrebbe essere stata dettata anche dall'arrivo in corsa, comunque successivamente riconfermata), tale Giovanni Lopez, indimenticato ed indimenticabile  :D centrale difensivo di una Lazio di qualche secolo fa'!!

Le certezze di una squadra si fondano anche e soprattutto sulla continuità dei risultati positivi che vengono a seguito di striscie che non prevedano sconfitte.
Buono secondo me il punto col Milan per quello che ci serve adesso a noi. Deludente invece per quelli che pensano che il nostro obbiettivo sia lo scudetto. Sebbene capisco che dia fastidio, ritengo utile ricordare da dove stiamo venendo E CON CHI ABBIAMO PERSO durante il girone di ritorno di Delio ed il girone d'andata di Ballardini.



In definitiva è evidente che per una Lazio che nel medio periodo dovesse tornare ai fasti Cragnottiani diventa necessario l'ingaggio di un tecnico che abbia già allenato squadre di livello e soprattuto che sia stato capace di gestire stagioni vincenti. Non mi pare però che al momento ci siano queste condizioni, per cui va benissimo Reja a cui comunque l'esperienza sicuramente non manca e con il quale tutti noi, volenti o nolenti, abbiamo un debito di riconoscenza. Meriterebbe pure qualche coro in più allo stadio ma vabbe' questa e 'na cosa impossibile.

 Per finire non sono d'accordo con Gesulio sul fatto che le partite della prima parte del campionato abbiano meno valore rispetto a quelle successive. E' una cosa che me gira in testa da dopo Lazio-Milan. Chievo-Lazio, sebbene sia soltanto alla quinta giornata, potrebbe invece rappresentare uno snodo decisivo per la nostra stagione perchè, a fronte di una (improbabile  8) )vittoria, clamoroso sarebbe l'impatto sulla classifica, sulla squadra e sull'ambiente tutto. Ecco, se tra le due partite ce ne è una in cui è necessario rischiare qualcosa in più per provare a vincere credo che sia proprio quella col Chievo!

amen

(l'unico appunto riguarda la supposta importanza di certe partite: ogni partita è importante a suo modo nel campionato, senza contare il fatto che valgono tutte 3 punti, non uno di più non uno di meno, nessuna esclusa.
il mio discorso era relativo al confronto che più di qualcuno aveva fatto tra Lazio di campionato e Lazio di coppa, spesso confondendo gli scenari: dicevo che una partita di coppa dentro o fuori è naturalmente estrema, ovvio che te la giochi con un altro atteggiamento.
mentre in campionato, pur essendo importante ciascuna gara, quelle estreme, che devi affrontare con uno specifico atteggiamento da dentro o fuori, ne giocherai un paio a stagione, derby esclusi.)
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: Magnopèl - 25 Set 2010, 12:34
Che bell'intervento , Ranxerox.  :)
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: Mr. Mojo - 25 Set 2010, 12:49
S, tutto giusto ma la rosa che ha Reja non l'aveva ne Rossi ne soprattutto Ballardini.
E con questa rosa si devono ottenere risultati.
Abbiamo un centrocampo fra i più forti d'Italia, un attacco di grandissimo livello e una più che buona difesa. Ottimi rincalzi per soluzioni tattiche le più diverse.
L'umiltà è per le rose umili. Noi non abbiamo una rosa umile e non dobbiamo essere umili.
Reja passi alle due punte, intanto.

ps
...ricordo che intendeva continuare a giocare con 5 difensori...sacrificando pezzi importanti di centrocampo e quindi di gioco.
Rispetto per Reja ma non ne facciamo il messia.
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: giggio - 25 Set 2010, 13:07
S, tutto giusto ma la rosa che ha Reja non l'aveva ne Rossi ne soprattutto Ballardini.
E con questa rosa si devono ottenere risultati.
Abbiamo un centrocampo fra i più forti d'Italia, un attacco di grandissimo livello e una più che buona difesa. Ottimi rincalzi per soluzioni tattiche le più diverse.
L'umiltà è per le rose umili. Noi non abbiamo una rosa umile e non dobbiamo essere umili.
Reja passi alle due punte, intanto.
ps
...ricordo che intendeva continuare a giocare con 5 difensori...sacrificando pezzi importanti di centrocampo e quindi di gioco.
Rispetto per Reja ma non ne facciamo il messia.
l'ultima squadra di rossi doveva andare in champion minimo coppa uefa, che adesso sembra che rossi abbia avuto solo squadre scarse...con zarate che faceva il fenomeno e pandev, quell'anno fu un delitto
vuoi e pretendi i risultati? giusto ma mi sembra che per adesso tu non ti possa lamentare, e a me le critiche presupponendo che reja fallisca non piacciono

non ho capito il p.s. te ne sei accorto che abbiamo passato alla difesa a quattro vero? e allora che senso ha questo p.s.?

Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: Mr. Mojo - 25 Set 2010, 13:13
l'ultima squadra di rossi doveva andare in champion minimo coppa uefa, che adesso sembra che rossi abbia avuto solo squadre scarse...con zarate che faceva il fenomeno e pandev, quell'anno fu un delitto
vuoi e pretendi i risultati? giusto ma mi sembra che per adesso tu non ti possa lamentare, e a me le critiche presupponendo che reja fallisca non piacciono

non ho capito il p.s. te ne sei accorto che abbiamo passato alla difesa a quattro vero? e allora che senso ha questo p.s.?

Io faccio le critiche che ritengo opportune e se a te non piacciono vorrà dire che mi andrò a stordire con oppiacei vari.

Siamo passati alla difesa a 4? E meno male!
Trovo ridicolo che si sia interrogati noi e il mr su questa cosa qui.
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: Russotto - 25 Set 2010, 13:13

Abbiamo un centrocampo fra i più forti d'Italia,



Mi basta questa affermazione per capire che tutto il resto e' davvero pazzesco.

Il centrocampo e' quel reparto che lo scorso anno definivamo da bassa serie B con il solo innesto di Hernanes tra i titolari?

Lo stesso reparto che due anni fa definivamo il punto debole della squadra?

Ora e' diventato tra i piu forti della serie A.
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: giggio - 25 Set 2010, 13:18
Io faccio le critiche che ritengo opportune e se a te non piacciono vorrà dire che mi andrò a stordire con oppiacei vari.

Siamo passati alla difesa a 4? E meno male!
Trovo ridicolo che si sia interrogati noi e il mr su questa cosa qui.
non sono opportune perche' partono dall'ipotesi che reja non sfrutti le potenzialita' della squadra...
ancora non hai spiegato il p.s. hai affermato che reja intedesse continuare con la difesa a tre, visto che ha cambiato gia' alla seconda giornata e' una affermazione falsa in partenza

p.s. goditi i papaveri
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: dottor schulz - 25 Set 2010, 13:23
Il coraggio deve manifestarlo imponendo il gioco.
Il Cesena al Milan gli ha fatto girare la testa. Attaccando. Aggredendo a centrocampo. Giocando con le punte.

Ieri noi abbiamo buttato due punti e abbiamo "rigenerato" una squadra con seri problemi.
E infatti non appena Reja ha messo qualcuno accanto a Floccari abbiamo rischiato di vincere....

Capisco che dopo l'anno passato, un pareggio col Milan e la posizione in classifica ci rendono lieti....ma questa letizia non dovrebbe farci perdere l'oggettività
 
Il coraggio non è nel far esordire due giovani. Quel coraggio lo hanno tutti gli allenatori del mondo.

perfettamente d'accordo.
 il cesena, ma anche il catania. il fatto è che il milan è una squadra con grandi problemi e , soprattutto, precari equilibri. la trazione anteriore non è compensata da un centrocampo adeguato (tutti vecchi, più pirlo mai influente in fase difensiva). sapendolo, tu, che giochi in casa, e con una squadra, al momento, tecnica e competitiva, cosa fai?
ben venga l'aggressività, ma non sul solo piano difensivo. è vero che con cavanda fisso su ronaldinho blocchi la fonte dei più importanti rifornimenti. ma tieni la squadra bassa.

- tra parentesi, il "coraggio" di reja su questa scelta di cavanda sarebbe almeno da addizionare alla mancanza di coraggio  di mettere un laterale come licht, più propenso alla fase propositiva. reja lo sa - lo ha detto spesso anche in conferenza - : a volte licht, come laterale di difesa a quattro, si propone, per sue caratteristiche naturali, come faceva in un centrocampo a cinque. per questo ha messo dentro cavanda, non avendo, in organico, un esterno difensivo puro di ruolo.-

quindi, con una difesa a quattro ferma dietro, con i due centrali di centrocampo a supporto, il nostro baricentro era enormemente basso. tant'è che hernanes nel primo tempo ha toccato pochissimi palloni. a quel punto, tanto valeva abbassare anche hernanes.

con un attaccante vicino a floccari - altrimenti isolatissimo - la lazio ha fatto il suo gioco.
non solo. quando ad inizio secondo tempo cavanda, per la prima volta, ha provato ad affondare a destra, il milan è entrato in difficoltà. nella fascia di pertinenza di ronaldinho, se tu attacchi, sono cazzi amari, perché ronaldinho non copre e le difficoltà rossonere aumentano.

anche io giudico questo topic, se non ironico, decisamente fuori luogo.
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: dottor schulz - 25 Set 2010, 13:30
Mi basta questa affermazione per capire che tutto il resto e' davvero pazzesco.

Il centrocampo e' quel reparto che lo scorso anno definivamo da bassa serie B con il solo innesto di Hernanes tra i titolari?

Lo stesso reparto che due anni fa definivamo il punto debole della squadra?

Ora e' diventato tra i piu forti della serie A.

non ha detto il più forte di italia. ha detto tra i più forti.
lo scorso anno e due anni fa era tra i peggiori, è vero.
non è il solo hernanes, che comunque è tantissimo, ne riparleremo tra qualche mese.
questo è davvero capace di cambiarti una squadra.
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: Admin - 25 Set 2010, 13:33
anche io giudico questo topic, se non ironico, decisamente fuori luogo.
Non sta al dottor schulz né agli altri utenti giudicare se un topic sia opportuno o meno. Questo per un semplice motivo: il giudizio sull'accettabilità di una discussione distoglie l'attenzione dal merito della stessa, generando inutili flame.
Dato che anche questo thread si sta avviando verso la degenerazione di forme e contenuti, vi esortiamo a moderare linguaggio e atteggiamenti cassando fastidiosi isterismi e provocazioni infantili, al fine di evitare l'ennesimo lucchetto.
L'invito vale per tutti, nessuno escluso.

Buona continuazione.

myLazioNet Staff
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: Mr. Mojo - 25 Set 2010, 15:21
Mi basta questa affermazione per capire che tutto il resto e' davvero pazzesco.

Il centrocampo e' quel reparto che lo scorso anno definivamo da bassa serie B con il solo innesto di Hernanes tra i titolari?

Lo stesso reparto che due anni fa definivamo il punto debole della squadra?

Ora e' diventato tra i piu forti della serie A.

Si, c'è Hernanes che fa alzare il livello a valori assoluti...inoltre c'è un Ledesma "ritrovato", un Matu "sano" con l'aggiunta di Bresciano e Gonzales...per me è non solo migliorato ma è fra i migliori d'Italia. Per me.
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: AquiladiMare - 25 Set 2010, 15:25
S, tutto giusto ma la rosa che ha Reja non l'aveva ne Rossi ne soprattutto Ballardini.
E con questa rosa si devono ottenere risultati.
Abbiamo un centrocampo fra i più forti d'Italia, un attacco di grandissimo livello e una più che buona difesa. Ottimi rincalzi per soluzioni tattiche le più diverse.
L'umiltà è per le rose umili. Noi non abbiamo una rosa umile e non dobbiamo essere umili.
Reja passi alle due punte, intanto.

ps
...ricordo che intendeva continuare a giocare con 5 difensori...sacrificando pezzi importanti di centrocampo e quindi di gioco.
Rispetto per Reja ma non ne facciamo il messia.
cioè abbiamo una squadra da scudetto o quanto meno per poter competere per lo scudetto?

Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: Mr. Mojo - 25 Set 2010, 15:32
cioè abbiamo una squadra da scudetto o quanto meno per poter competere per lo scudetto?

..francamente mi sto stancando.

Non ho mai detto na cazzata del genere e non vedo dove l'hai letta.

Detto questo sarebbe gradito un maggiore rispetto delle opinioni altrui e non esercitarsi al tiro al piccioni con argomentazioni inventate.
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: NBA-LAZIO - 25 Set 2010, 15:32
Abbiamo un centrocampo fra i più forti d'Italia, un attacco di grandissimo livello e una più che buona difesa. Ottimi rincalzi per soluzioni tattiche le più diverse.
L'umiltà è per le rose umili. Noi non abbiamo una rosa umile e non dobbiamo essere umili.


A me ste cose non piacciono, sembra più un commento di un tifoso romanista (senza offesa è) :D, come ha detto qualcuno, questo è quasi lo stesso centrocampo dello scorso anno, con l'aggiunta di Hernanes e qualche riserva in più, cerchiamo di stare calmi, siamo alla 4 giornata, l'umiltà ci deve essere sempre perchè non siamo ne l'inter ne il milan, Reja su una cosa ha ragione dobbiamo stare calmi, qui a Roma passiamo dal so tutti campioni a sono tutte pippe.
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: AquiladiMare - 25 Set 2010, 15:38
..francamente mi sto stancando.

Non ho mai detto na cazzata del genere e non vedo dove l'hai letta.

Detto questo sarebbe gradito un maggiore rispetto delle opinioni altrui e non esercitarsi al tiro al piccioni con argomentazioni inventate.

l'hai scritta tu dicendo che:"...Abbiamo un centrocampo fra i più forti d'Italia, un attacco di grandissimo livello e una più che buona difesa. Ottimi rincalzi per soluzioni tattiche le più diverse..."

da questo si evince che tu consideri la Lazio una pretendente allo scudetto 2010-2011....in quest'ottica hai ragione a considerare Reja un rinunciatario..

secondo me invece la rosa non è da primato
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: Mr. Mojo - 25 Set 2010, 15:40
l'hai scritta tu dicendo che:"...Abbiamo un centrocampo fra i più forti d'Italia, un attacco di grandissimo livello e una più che buona difesa. Ottimi rincalzi per soluzioni tattiche le più diverse..."

da questo si evince che tu consideri la Lazio una pretendente allo scudetto 2010-2011....in quest'ottica hai ragione a considerare Reja un rinunciatario..

secondo me invece la rosa non è da primato

....non evincere stai agli enunciati. Se volevo dire che eravamo da scudetto avrei scritto che eravamo da scudetto.
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: Mr. Mojo - 26 Set 2010, 15:54
Non so come finirà (sgrat...sgrat) ma oggi Reja me piace.
Voglio sempre le due punte in campo.

Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: CUORECELESTE - 26 Set 2010, 16:44
Forza zio Reja :twisted:
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: AquiladiMare - 26 Set 2010, 17:05
lo posso dire???

secondo me il coraggio manca ai giocatori piuttosto che ha Reja... anche oggi appena segnato ci è venuto il braccino... non che il chievo ci abbia impensierito però ad un certo punto la palla ci scottava...

Se il mister riesce a migliorare questa fase possiamo divertirci molto  :D :D
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: Ranxerox - 26 Set 2010, 17:32
Prevedevo un clamoroso impatto sulla classifica in caso di vittoria. Questo però più che altro è uno tsunami!!!

La cosa ancora più bella e che sia venuta con un gol di Maurito. E' quello che serviva per farlo tornare indietro a due anni fa, qualcosa che lo facesse sentire ancora come un protagonista principale di questa Lazio. Sembra che tutti i tasselli stiano andando piano piano al loro posto.

(E' ormai conclamato che Reja non ci capisce un emerito ca**o. Io da parte mia, dentro la cucina de casa, un coretto tutto per lui je l'ho fatto, voi fate come ve pare)

Ho già fotografato la pagina 203 di Televideo

Se nun me carmo me schioppa er core

                                                   E' TEMPO CHE LE AQUILE TORNINO A VOLARE 
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: Mr. Mojo - 26 Set 2010, 17:45
Sta cosa de Reia che non capisce un caz.zo sta diventando una farsa,
Alcuni di noi hanno condannato tavolta il suo atteggiamento in campo, pronti a tornare indietro di fronte a scelte diverse.
Forse il solo pressingalto è stato radicale...ora leggere che le nostre critiche si tramutano in giudizi sprezzanti sulla persona a me non va.
Io l'ho criticato ma non ho mai detto che non capisce un caz.zo!

Per il resto FORZA LAZIO e godiamoci questo primo posto.
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: Franco59 - 26 Set 2010, 17:53
E' ormai conclamato che Reja non ci capisce un emerito ca**o.

Continuo a non capire perchè. Se ti riferisci alle panchine di Zarate mi pare che abbia raggiunto lo scopo e cioè Maurito non dribbla più e finalmente gioca da campione quale è.
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: Absaroke - 26 Set 2010, 19:26
Continuo a non capire perchè. Se ti riferisci alle panchine di Zarate mi pare che abbia raggiunto lo scopo e cioè Maurito non dribbla più e finalmente gioca da campione quale è.

Cuidado hombre cuidado.    Un goal del genere lo fece alla Samp a Genova un paio
di anni fa,..... pero cuidado hombre espera,  hay tiempo  para juzgar .....
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: Franco59 - 26 Set 2010, 19:31
Cuidado hombre cuidado.    Un goal del genere lo fece alla Samp a Genova un paio
di anni fa,..... pero cuidado hombre espera,  hay tiempo  para juzgar .....

Giusto aspettare ma i presupposti mi pare che ci siano.
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: National Anthem - 26 Set 2010, 23:30
Cuidado hombre cuidado.    Un goal del genere lo fece alla Samp a Genova un paio
di anni fa,..... pero cuidado hombre espera,  hay tiempo  para juzgar .....

Fu contro il Genoa. L'aspetto più positivo è il fatto che, oltre al gol, si è trovato per altre due volte solo davanti alla porta aggredendo gli spazi.Credo che Reja stia facendo un ottimo lavoro con Zarate.

Oggi ho sentito l'intervista su Sky nel postpartita. Il mister commentando il primato ha detto che ci mancano 30 punti per la salvezza. Capisco che è importante mantenere i fari spenti, capisco l'umiltà, non siamo il Chievo però.

Lo so è difficile, ma dobbiamo trovare il giusto equilibrio tra la giusta umiltà e la piena consapevolezza. E' la prossima sfida del mister, forse la più complicata.







Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: Mr. Mojo - 26 Set 2010, 23:37
Cuidado hombre cuidado.    Un goal del genere lo fece alla Samp a Genova un paio
di anni fa,.....
pero cuidado hombre espera,  hay tiempo  para juzgar .....

Y ahora no es Zarate.2?
Es Zarate.1?  :o :o

escucha my espanol macheronico  :D
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: Ranxerox - 27 Set 2010, 00:03
Continuo a non capire perchè. Se ti riferisci alle panchine di Zarate mi pare che abbia raggiunto lo scopo e cioè Maurito non dribbla più e finalmente gioca da campione quale è.

Era chiaramente ironico visto ciò che avevo scritto nel mio post precedente su zio Edy  ;)
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: Franco59 - 27 Set 2010, 06:34
Era chiaramente ironico visto ciò che avevo scritto nel mio post precedente su zio Edy  ;)

Ma si, rileggendolo era chiaro. Scusa, sai...le circostanze...non ho colto ;)
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: Aquila grigia - 27 Set 2010, 10:41
Oggi ho sentito l'intervista su Sky nel postpartita. Il mister commentando il primato ha detto che ci mancano 30 punti per la salvezza. Capisco che è importante mantenere i fari spenti, capisco l'umiltà, non siamo il Chievo però.

A me, sarà l'età che mi detta ricordi, ha riportato ad altre parole, molto simili e privi di retorica che spesso si rischia nel pronunciarle. Altri tempi, ma stessa genuina consapevolezza. E stessa gioia di gruppo, nel festeggiare una vittoria fuori casa, anche se col Chievo.
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: thom - 27 Set 2010, 10:50
A me, sarà l'età che mi detta ricordi, ha riportato ad altre parole, molto simili e privi di retorica che spesso si rischia nel pronunciarle. Altri tempi, ma stessa genuina consapevolezza. E stessa gioia di gruppo, nel festeggiare una vittoria fuori casa, anche se col Chievo.

100%
e amen.
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: momi - 27 Set 2010, 11:41

I meriti di Reja sono sotto gli occhi di tutti.

- In primis ha ricostruito un ambiente allo sbando

- Ha dato un'identità forte alla squadra che gioca semrpe in maniera propositiva. E sopratutto la squadra è sicura di se senza andare fuori di testa. Lo ha dimostrato quando è andata i nsvantaggio e ieri quando non riusciva a mettere in rete la palla: mai palloni gettati al vento ma sempre la ricerca di una manovra.
Oltretutto ieri, a differenza degl :Di anni scorsi, avevo al sicurezza che avremmo portato a casa i 3 punti anche dopo aver divorato 347 palle goal sovvertendo le rigide regole del calcio (goal mangiato goal subito).

- Utilizza un turn-over intelligente cambiando partita dopo partita 2 massimo 3 uomini in campo sempre in settori diversi. In questo modo non spreme i giocaotri (sopratutto quando c'è il turno infrasettimanale) e li tiene motivati. Quest'anno è possibile fare una cosa del genere per via di una rosa ampia e ben assortita.
Alcuni allenatori si fossilizzano troppo con gli stessi 11 che spremono fino all'osso.

- Ha detto di Zarate una cosa fondamentale: "deve imparare a fare le due fasi" non intendendo offensiva e difensiva ma movimento con palla (quello che piace tanto a Maurito nostro9 e movimento senza palla andando ad aggrredire gli spazi (occhi style). Se riesce nell'impresa va santificato subito

- Ha il merito di dire le cose come stanno senza accampare inutili scuse o girarci troppo intorno. A me piace questo suo metodo diretto che applica indistintamente con i giocatori e con i giornalisti (credo anche con la dirigenza)


Direi che per essere un allenatore 'bollito' e 'minestraro' di cose buone ne ha fatte parecchie  :D

Speriamo che ai primi risultati non brillati i 'soliti noti' non gli vomitino addosso il rancore e la rabbia che oggi sono costretti a tenere sopita.
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: AquiladiMare - 27 Set 2010, 12:37
Fu contro il Genoa. L'aspetto più positivo è il fatto che, oltre al gol, si è trovato per altre due volte solo davanti alla porta aggredendo gli spazi.Credo che Reja stia facendo un ottimo lavoro con Zarate.

Oggi ho sentito l'intervista su Sky nel postpartita. Il mister commentando il primato ha detto che ci mancano 30 punti per la salvezza. Capisco che è importante mantenere i fari spenti, capisco l'umiltà, non siamo il Chievo però.

Lo so è difficile, ma dobbiamo trovare il giusto equilibrio tra la giusta umiltà e la piena consapevolezza. E' la prossima sfida del mister, forse la più complicata.

beh ma lui intende farli già nel girone di andata  :D :D :D :D :D
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: Ranxerox - 01 Nov 2010, 02:20
L'allenatore che ci ha salvato da quello che è stato molto vicino ad essere un Annus Orribilis (visto anche quello che succedeva dall'altra parte del Tevere) meriterebbe a mio parere maggior rispetto e un po' più di considerazione, al di la del suo valore tecnico.

Lascia Spalato (dove a suo dire si trovava splendidamente) ammaliato sicuramente dal richiamo di tornare a misurarsi con un calcio di altro livello. Arriva in mezzo al marasma generale, e con pazienza e mestiere rimette ordine dettando con chiarezza condizioni alla società ed imponendo regole alla squadra. I fatti alla fine gli danno ragione centrando la salvezza alle discreta media di quasi due punti a partita (con la quale, in continuità, riparte quest'anno) garantendoci una estate serena che sarebbe stata ancora migliore se il buon Sergione avesse chiuso la pratica nel derby.

Già solo per questo ha ampiamente meritato la possibilità di fare un altro anno partendo dall'inizio ed eticamente corretta è stata la società a concederglielo.

Entra con discrezione nelle scelte e nelle strategie di mercato della società rivendicandone la condivisione mettendoci, quindi, anche la faccia, sebbene abbia di fronte un personaggio egocentrista come Lotito che però, da un po' di tempo, pare aver virato verso un maggiore buonsenso. Al momento l'impressione è che la squadra sia migliore rispetto allo scorso anno e che la società stia ripensando il suo modo di rapportarsi nei confronti dei suoi sostenitori. C'è tempo per verificare entrambe le cose avendo tutti la pazienza di aspettare. 

Dimostra anche una certa duttilità libera da fondamentalismi tattici alla Zeman, accantonando l'affidabile e collaudatissimo 3-5-2 nel tentativo di trovare qualcosa che possa più efficacemente sfruttare le caratteristiche della rosa. Un progetto tecnico che non può che prevedere come suo centro gravitazionale il Profeta, dal momento che proprio per quello è stato acquistato (e sembrerebbe pure a ragion veduta). Quello che voglio dire è: se è vero che le partite si vincono a centocampo e che quindi il filo del gioco della tua squadra deve passare per i piedi di qualcuno dei tuoi centrocampisti e quel qualcuno è un brasiliano di grande talento e piedi raffinati che di soprannome fa' 'Il Profeta', probabilmente hai grosse possibilità di divertirti avendo messo l'uomo giusto al posto giusto.

Nel rapporto coi giocatori sceglie la linea della chiarezza, non sembra nascondersi, apparentemente senza  guardare in faccia nessuno. Con CORAGGIO manda in campo un diciannovenne di buone speranze, contro un fuoriclasse vero. Tra la possibilità di poter perdere la partita di mercoledì e capire se ci sia effettivamente bisogno di acquistare un terzino destro nuovo di zecca da sovrapporre a Lichsteiner (ipotesi che era già stata presa in considerazione dalla società con l'acquisto poi non conclusosi di Pintos), si è scelto di rischiare avendo oltertutto un riscontro estremamente confortante. Era il test migliore che si potesse fare sulle potenzialità di Cavanda che evidentemente già a Formello qualcosa deve aver dimostrato. Certi rischi bisogna saperseli prendere, ma sembra che ad Edy non manchino gli attributi. Magari quei soldi risparmiati potrebbero essere dirottati per rinforzare qualche altro ruolo. Un strategia utile per pianificare meglio il futuro o per poter far affermare a qualcuno con fierezza: mo c'avemo er progggettto!

Che curi molto la fase difensiva è evidente visto il suo modulo preferito e vista anche la scelta del suo collaboratore più stretto, il secondo allenatore (sebbene in un primo momento potrebbe essere stata dettata anche dall'arrivo in corsa, comunque successivamente riconfermata), tale Giovanni Lopez, indimenticato ed indimenticabile  :D centrale difensivo di una Lazio di qualche secolo fa'!!

Le certezze di una squadra si fondano anche e soprattutto sulla continuità dei risultati positivi che vengono a seguito di striscie che non prevedano sconfitte.
Buono secondo me il punto col Milan per quello che ci serve adesso a noi. Deludente invece per quelli che pensano che il nostro obbiettivo sia lo scudetto. Sebbene capisco che dia fastidio, ritengo utile ricordare da dove stiamo venendo E CON CHI ABBIAMO PERSO durante il girone di ritorno di Delio ed il girone d'andata di Ballardini.


In definitiva è evidente che per una Lazio che nel medio periodo dovesse tornare ai fasti Cragnottiani diventa necessario l'ingaggio di un tecnico che abbia già allenato squadre di livello e soprattuto che sia stato capace di gestire stagioni vincenti. Non mi pare però che al momento ci siano queste condizioni, per cui va benissimo Reja a cui comunque l'esperienza sicuramente non manca e con il quale tutti noi, volenti o nolenti, abbiamo un debito di riconoscenza. Meriterebbe pure qualche coro in più allo stadio ma vabbe' questa e 'na cosa impossibile.

 Per finire non sono d'accordo con Gesulio sul fatto che le partite della prima parte del campionato abbiano meno valore rispetto a quelle successive. E' una cosa che me gira in testa da dopo Lazio-Milan. Chievo-Lazio, sebbene sia soltanto alla quinta giornata, potrebbe invece rappresentare uno snodo decisivo per la nostra stagione perchè, a fronte di una (improbabile  8) )vittoria, clamoroso sarebbe l'impatto sulla classifica, sulla squadra e sull'ambiente tutto. Ecco, se tra le due partite ce ne è una in cui è necessario rischiare qualcosa in più per provare a vincere credo che sia proprio quella col Chievo!


Mi permetto di uppare. Alla luce della soffertissima vittoria di oggi contro i rosanero dell'odiato Zamparini, su un campo ostico e contro una squadra con il dente avvelenato per vari motivi, è ancora più evidente quello che si percepiva all'inizio della stagione. I risultati di oggi non sono altro che una ragionevole conseguenza di ciò che di buono è stato fatto nel prepararne il terreno. Difesa solida, gioco pragmatico senza fronzoli, idee chiare, spirito di squadra, assenza di vertigini sono tutte cose che danno la misura di quanto è stato radicale il lavoro fatto da Norcia in poi. E' bastato mettere a posto alcuni elementi fondamentali del calcio per rilanciare alla grande il progetto di una squadra che sembrava affogare nella mediocrità e nell'individualismo. Edy, che ha dimostrato di avere idee chiare, carattere e grande esperienza, non sarà un tecnico di prima categoria ma a quest'uomo, ripeto, dobbiamo rispetto e riconoscenza per le incredibili emozioni che stiamo vivendo. Menzione speciale quindi a lui, a Giovanni Lopez, a Tare e allo staff tecnico tutto. L'impressione e che ci si stia muovendo tutti nella stessa direzione trascinando, per la prima volta dopo tanti anni, l'intera tifoseria risultato, questo, ancora più importante del primato in classifica. Mai come ora siamo in condizioni di ripartire alla grande per ribaltare, ancora una volta, le gerarchie calcistiche di questa città. Ne tengano conto Lotito, i giocatori, lo staff tecnico, la comunicazione Laziale e tutti i tifosi. Inizia una settimana di passione, Domenica c'è -LA PARTITA- ED  E' TEMPO CHE LE AQUILE TORNINO A VOLARE !!!!! 
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: Lazioleole - 01 Nov 2010, 07:25
I professori del calcio dove sono?
Hanno chiesto scusa a Reja per le baggianate scritte sul suo conto?
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: Laziale1900 - 01 Nov 2010, 07:39
.....Reja è il mio presidente allenatore !!!   :ssl
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: richard - 01 Nov 2010, 11:18
pressingarto che dice??
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: nino™ - 01 Nov 2010, 13:10
Profezie di sventura (la maledizione di Matùzalem).
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: Absaroke - 01 Nov 2010, 13:15

Mi permetto di uppare. Alla luce della soffertissima vittoria di oggi contro i rosanero dell'odiato Zamparini, su un campo ostico e contro una squadra con il dente avvelenato per vari motivi, è ancora più evidente quello che si percepiva all'inizio della stagione. I risultati di oggi non sono altro che una ragionevole conseguenza di ciò che di buono è stato fatto nel prepararne il terreno. Difesa solida, gioco pragmatico senza fronzoli, idee chiare, spirito di squadra, assenza di vertigini sono tutte cose che danno la misura di quanto è stato radicale il lavoro fatto da Norcia in poi. E' bastato mettere a posto alcuni elementi fondamentali del calcio per rilanciare alla grande il progetto di una squadra che sembrava affogare nella mediocrità e nell'individualismo. Edy, che ha dimostrato di avere idee chiare, carattere e grande esperienza, non sarà un tecnico di prima categoria ma a quest'uomo, ripeto, dobbiamo rispetto e riconoscenza per le incredibili emozioni che stiamo vivendo. Menzione speciale quindi a lui, a Giovanni Lopez, a Tare e allo staff tecnico tutto. L'impressione e che ci si stia muovendo tutti nella stessa direzione trascinando, per la prima volta dopo tanti anni, l'intera tifoseria risultato, questo, ancora più importante del primato in classifica. Mai come ora siamo in condizioni di ripartire alla grande per ribaltare, ancora una volta, le gerarchie calcistiche di questa città. Ne tengano conto Lotito, i giocatori, lo staff tecnico, la comunicazione Laziale e tutti i tifosi. Inizia una settimana di passione, Domenica c'è -LA PARTITA- ED  E' TEMPO CHE LE AQUILE TORNINO A VOLARE !!!!!

Mahhh ... io sono contento quanto voi della situazione e anche piu' di voi;  ma non
metterei tutto in maniera cosi' facile come soluzione dei problemi e del buon esito
delle cose.   Se bastasse una riunione a Norcia per fare cose del genere, allora Inter e
Juve e Milan e Roma avrebbero prenotato uno stage a Norcia almeno 3 volte l'anno ....
e avrebbero ottenuto risultati  .....     
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: Beijing09 - 01 Nov 2010, 13:20
pressingarto che dice??


come tutti i romanisti dice che c'avemo culo.... so fatti così... rosicano.... :)



Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: cartesio - 01 Nov 2010, 13:44
Se bastasse una riunione a Norcia per fare cose del genere, allora Inter e
Juve e Milan e Roma avrebbero prenotato uno stage a Norcia almeno 3 volte l'anno ....
e avrebbero ottenuto risultati  .....   

andiamo, nessuno ha detto che basta "una riunione a Norcia" per arrivare dov'è la Lazio adesso

rileggiti gli interventi di questa pagina
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: Revolver - 01 Nov 2010, 14:03

come tutti i romanisti dice che c'avemo culo.... so fatti così... rosicano.... :)

forte dare del romanista a chi ha un' idea diversa dalla propria...  se non vi piace quello che scrive non leggetelo perché ( da uno completamente estraneo alla vicenda ) tra vaffanculi diretti e accuse di romanismo, state rendendo illegibile il forum
Titolo: Re: Reja allenatore coraggioso
Inserito da: Beijing09 - 01 Nov 2010, 14:30
forte dare del romanista a chi ha un' idea diversa dalla propria...  se non vi piace quello che scrive non leggetelo perché ( da uno completamente estraneo alla vicenda ) tra vaffanculi diretti e accuse di romanismo, state rendendo illegibile il forum


non gli ho dato del romanista, ho solo detto che rosica come loro. Come fa' dicanio.
Se non ti piace quello che scrivo non leggerlo.