coronavirus

0 Utenti e 11 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline Biafra

*
8978
Re:coronavirus
« Risposta #4720 il: 26 Mar 2020, 19:43 »
Grazie Biafra.
Condivido tutto.
Però un incremento purtroppo c'è.

Gli incrementi giornalieri hanno poco senso, spesso mancano risultati di tamponi che vengono dati il giorno dopo e viceversa...conta la tendenza, e la tendenza è evidente.

PS: dopo aver visto questo drammatico grafico appena uscito (USA)



risegnalo questa interessante (lunga) lettura, ne vale davvero la pena:

Per chi è interessato alle conseguenze economiche, sociali e politiche segnalo le considerazioni del DEMONIO (in arte Ray Dalio, se non lo conoscete googlate). E' una buona lettura, certo lui è un pazzo criminale che nel capitalismo e nella finanza in leva ci ha costruito un impero distruggendo aziende, vite e nazioni. Questo è il suo punto di vista, è davvero lunghissimo ma ne vale la pena sia che siate d'accordo con lui, sia che non lo siate.

The Changing World Order
Published on 2020 M03 25

https://www.linkedin.com/pulse/changing-world-order-ray-dalio-1f/

Re:coronavirus
« Risposta #4721 il: 26 Mar 2020, 19:43 »
Per me non c'e' dubbio. L'entita' dei danni agli alveoli devono (mi butto, e' la mia opinione) essere in relazione nonsolo a patologie preesistenti, ovviamente, ma per me alla carica virale.

PS, per amor di chiarezza: ribadisco che non sono medico. Sono biologo molecolare con specializzazione in immunogenetica, che pero' da una ventina d'anni ha abbandonato la ricerca di base.

Azz.. io ero convinto fossi un pilota di aerei....
Chissà come mi venne questa idea..

Mi vado ad iscrivere ai soliti ignoti  :)

Offline Precisione

*
2354
Re:coronavirus
« Risposta #4722 il: 26 Mar 2020, 19:48 »
CORONAVIRUS: PREGLIASCO, 'DOCCIA FREDDA, DATI FORSE LEGATI PIU' TAMPONI LOMBARDIA'

Una "doccia fredda". Il virologo dell'Università di Milano Fabrizio PREGLIASCO non usa eufemismi per commentare i numeri diffusi oggi dalla Protezione Civile. "Dopo quattro giorni consecutivi 'buoni' quello di oggi è un dato pesante, ma bisogna dire che risente soprattutto dell'aumento dei casi in Lombardia. Praticamente mille in più di ieri, mentre nel resto del Paese la situazione sembra stabile. E' possibile - dice l'esperto - che i numeri risentano dell'aumento dei tamponi in Lombardia, ma potrebbe aver giocato anche un'oscillazione nelle tempistiche delle diagnosi". "Ora dunque occorre tener duro - insiste il virologo - e conservare i nervi saldi. Le misure stanno funzionando, ma i risultati completi ancora non sono arrivati. Non dobbiamo farne un dramma - conclude - alla fine del week end avremo un quadro più completo".

Online Tarallo

*****
88891
Re:coronavirus
« Risposta #4723 il: 26 Mar 2020, 19:48 »
Passo talmente tanto tempo sull'aereo che dovrei esserlo...
Re:coronavirus
« Risposta #4724 il: 26 Mar 2020, 19:50 »
Bravo. La variabile tamponi/contagiati è fondamentale. I dati hanno poco senso se non è uniforme su tutto il territorio nazionale, ci sono regioni che fanno tamponi solo a gente che arriva morente in ospedale e regioni che provano a imitare in minima scala il modello vincente sudcoreano. Io spero che trovino alla svelta il modo di procurarsi i reagenti necessari per i tamponi.

altra cosa: dovrebbero dirci di quante persone diverse abbiamo i risultati dei tamponi, non quanti tamponi hanno fatto in totale. a molti vengono fatti piu' tamponi per cui i due numeri possono essere abbastanza diversi. serve il numero delle persone.

https://www.lastampa.it/torino/2020/03/25/news/coronavirus-il-giallo-dei-tamponi-multipli-e-il-caso-del-paziente-1-di-torino-1.38636817

Offline gentlemen

*
12165
Re:coronavirus
« Risposta #4725 il: 26 Mar 2020, 20:27 »
aggiornamento da copenhagen. Sintomi tradizionali spariti ad entrambi. Continua nel mio caso la totale assenza di gusto, olfatto. Ho appena dato un morso abbondante ad una cipolla cruda. Non ho sentito nulla.
Un abbraccio forte amico.

Offline PARISsn

*****
11508
Re:coronavirus
« Risposta #4726 il: 26 Mar 2020, 20:41 »
comunque, riguardo a ciò che ha detto Biafra di stare attenti ai dati della Sicilia, comunque qualcosa di anomalo in merito alla diffusione del virus c'è.
a Palermo oggi è morta la prima persona da quando è iniziata sta storia e il dato sembra strano, se pensiamo che il 24 febbraio c'è stato il caso dell'intera comitiva di bergamaschi con covid messi in quarantena in albergo in città. cioè... questi hanno girato per la città per giorni, sono andati nei luoghi più importanti per visitarli, l'albergo dove alloggiavano era un Mercure in via Mariano Stabile crocevia incasinatissimo del centro città, sono stati portati in ospedale... possibile che nelle due/tre settimane a seguito dell'evento non ci siano stati morti? è passato più di un mese! come è possibile? quanto dura st'incubazione? oppure ci sono davvero altre caratteristiche ignote che permettono una diffusione limitata.

parlando di Sicilia e Palermo e ragionando su eventuali caratteristiche ignote che ne  limitano la diffusione, viene  logico pensare alla temperature, cosa che all'inizio veniva vista con molto scetticismo ma che ora anche  lo stesso Burioni dice che...forse...potrebbe essere vero...magari con il caldo rimane attivo meno tempo sulle superfici, perche noi pensiamo sempre al contagio da persona a persona...la tosse, lo starnuto, le goccioline ect....ma se mi tossisco sulla mano e poi apro la porta di un bar quanti ne posso infettare nella mezz'ora seguente che  il virus resta attivo su quella superficie? magari con 20 gradi ha  uno scadimento dopo 10 minuti e non mezz'ora...

Online vaz

*****
40704
Re:coronavirus
« Risposta #4727 il: 26 Mar 2020, 20:43 »
I dati della Sicilia e della Calabria in realtà sono preoccupanti
Re:coronavirus
« Risposta #4728 il: 26 Mar 2020, 20:52 »
Passo talmente tanto tempo sull'aereo che dovrei esserlo...

Infatti mi sembrava strana la competenza per un pilota d'aereo..

Io, anche se faccio altro nella vita, sono un chimico industriale ad indirizzo biotecnologico

Online carib

*****
27884
Re:coronavirus
« Risposta #4729 il: 26 Mar 2020, 20:53 »
Nel centro sud qualcosa si può ancora salvare.

Dal team di fisici e biologi che dai primi di marzo lavora insieme a Giorgio Parisi:

Distanziamento sociale e quarantena centralizzata alla cinese* nelle regioni che hanno molti casi (>500), e il controllo a tappeto tramite tamponi IMMEDIATI agli asintomatici e loro contatti nei 5 giorni precedenti, nelle regioni che hanno ancora pochi casi (<500).

*In quarantena tutte le persone che manifestano i sintomi, coloro che sono stati vicino a una persona positiva e quelli che hanno semplicemente la febbre. Una volta in quarantena gli si fa il tampone: i positivi in ospedale, gli altri a casa.
Re:coronavirus
« Risposta #4730 il: 26 Mar 2020, 21:03 »
parlando di Sicilia e Palermo e ragionando su eventuali caratteristiche ignote che ne  limitano la diffusione, viene  logico pensare alla temperature, cosa che all'inizio veniva vista con molto scetticismo ma che ora anche  lo stesso Burioni dice che...forse...potrebbe essere vero...magari con il caldo rimane attivo meno tempo sulle superfici, perche noi pensiamo sempre al contagio da persona a persona...la tosse, lo starnuto, le goccioline ect....ma se mi tossisco sulla mano e poi apro la porta di un bar quanti ne posso infettare nella mezz'ora seguente che  il virus resta attivo su quella superficie? magari con 20 gradi ha  uno scadimento dopo 10 minuti e non mezz'ora...

Il sole... Anche il sole con i raggi UV da una grossa mano

Offline Biafra

*
8978
Re:coronavirus
« Risposta #4731 il: 26 Mar 2020, 21:05 »
Cazzo, quanto vorrei una classe politica del livello di Cuomo,
fa una conferenza stampa, spiega chiaramente la situazione in modo che la capisca anche l'ultimo degli idioti,
non nasconde nulla, da le cifre, non pensa ad eventuali tornaconti, o ai like su twitter e stronzate varie..
anche sul fronte economico non racconta balle...poi grande retorica, riesce a motivare davvero le persone...
se ve la cavate con l'inglese, ha un accento ny molto ma molto comprensibile,
vi consiglio di ascoltarla... e notare la differenza con gli inadeguati pagliacci di casa nostra

Online cartesio

*****
18774
Re:coronavirus
« Risposta #4732 il: 26 Mar 2020, 21:13 »

Offline pan

*
2052
Re:coronavirus
« Risposta #4733 il: 26 Mar 2020, 21:32 »
parlando di Sicilia e Palermo e ragionando su eventuali caratteristiche ignote che ne  limitano la diffusione, viene  logico pensare alla temperature, cosa che all'inizio veniva vista con molto scetticismo ma che ora anche  lo stesso Burioni dice che...forse...potrebbe essere vero...magari con il caldo rimane attivo meno tempo sulle superfici, perche noi pensiamo sempre al contagio da persona a persona...la tosse, lo starnuto, le goccioline ect....ma se mi tossisco sulla mano e poi apro la porta di un bar quanti ne posso infettare nella mezz'ora seguente che  il virus resta attivo su quella superficie? magari con 20 gradi ha  uno scadimento dopo 10 minuti e non mezz'ora...

qualcuno parlava pure dell'effetto benefico del mare. ma al cospetto di dati scientifici accurati sembra un dato troppo semplicistico.

Offline pan

*
2052
Re:coronavirus
« Risposta #4734 il: 26 Mar 2020, 21:33 »
I dati della Sicilia e della Calabria in realtà sono preoccupanti

perché, in che senso?
Re:coronavirus
« Risposta #4735 il: 26 Mar 2020, 21:36 »
Tutto il mondo è paese.

Los “policías de balcón” que insultan a personas con discapacidad y sanitarios por estar en la calle
Noor Mahtani|Madrid

Asociaciones y agentes alertan de las faltas de respeto que sufren trabajadores y familiares de personas con autismo por parte de vecinos que creen que incumplen el confinamiento

https://elpais.com/sociedad/2020-03-26/los-policias-de-balcon-que-insultan-a-discapacitados-y-sanitarios-por-estar-en-la-calle.html

Offline RG-Lazio

*
496
Re:coronavirus
« Risposta #4736 il: 26 Mar 2020, 21:39 »
certo che sì. è una questione di quantità e probabilità. maggiore è la quantità di virus con cui entri a contatto, più cellule rischiano di essere infettate, più particelle di nuovi virus vengono prodotte.
non è un caso che adesso in Lombardia muoiano molte più persone "giovani". Ormai l'aria è satura e come hai detto tu ospedali possono essere bombe virali.

Se non sbaglio...correggimi nel coso sia in errore... é lo stesso motivo per il quale in primavera ed estate siamo meno propensi ad allestire "banchetti" per i virus.
Siamo piú all´aperto, tendiamo a non congestionare spazi chiusi e quindi togliamo esplosivo dalle bombe virali.

Un´altra curiositá...circa 3 settimane fa, nei media tedeschi diversi scienziati sostenevano che il 70% della popolazione avrebbe ospitato il Corona-Virus. Tesi sostenuta anche dalla Merkel stessa ( che é addottorata in chimica quantistica e pertanto capisce il linguaggio scientifico). Non era la tesi espressa che trovo interessante, quanto il modo...si preannunciava tale ipotesi con una certa "serenitá" (a suo dire la Germania sarebbe stat pronta). Come ormai  tutti sanno, dopo una settimana la serenitá é sparita e si é passati alla preoccupazione con tutto il carosello delle misure restrittive, volte a rallentare il contagio(anche se in Germania sono molto piú ragionevoli e lucidi)...Qual´é il (mio) problema...siamo ancora estremamente lontani da questo 70% che comunque sarebbe ineluttabile...dunque la stretegia del rallentamento prende anche in considerazione il possibile indebolimento estivo del virus? Insomma, i governi stanno giocando a poker con il Virus?
   
Per deformazione professionale, sono molto legato all´analitica dei discorsi. Dunque analizzo come e quando si parla del Corona-Virus. Ad un certo punto si é iniziato ad usare il linguaggio militare "siamo in guerra" "il popolo é unito contro il nemico" "dobbiamo sostenere i medici al fronte" etc. Ideologia nazional-popolare che a mio avviso tende a coprire il poker dei governi con il Corona...dove per Poker intendo quella tensione tra gestione della salute pubblica e soliditá dei sistemi produttivi.   

Online olympia

*
5738
Re:coronavirus
« Risposta #4737 il: 26 Mar 2020, 21:41 »
Tre elementi combinati.
Il primo è quello già detto in altri commenti: sia trump che l'Europa hanno annunciato (e l'hanno fatto esattamente per questo) interventi per migliaia di miliardi, cosa che ovviamente rassicura i mercati.
Io investitore ho maggiore fiducia a metterci i soldi perché so che domani ce li metterà lo stato proteggendo il mio investimento.
Il che però dimostra anche che quando serve a loro i soldi ci sono e gli stati possono indebitarsi.
Mi si dirà "eh ma è un'emergenza, i soldi servono a tutti". Certamente, voglio vedere dove andranno a finire questi soldi e cosa proteggeranno/tuteleranno e in che proporzioni.
Accetto scommesse.

Il secondo è quello che dice 1/12.
Con i prezzi così bassi prima o poi diventa vantaggioso metterceli i soldi (a meno che non pensi che va tutto gambe all'aria, ma esattamente per questo, vedi sopra, intervengono gli Stati a rassicurare).
Questo produce un effetto rimbalzo che, anzi, fin troppo tardivo è stato.
Per come erano scesi gli indici si attendeva un paio di giorni fa.

Il terzo fenomeno da considerare sono le operazioni a breve termine, che aumentano in situazioni di forte fluttuazione degli indici.
La cosa è facilmente comprensibile: dove hai forti variazioni del prezzo hai alta possibilità di guadagno a breve termine, ossia di speculazione sui titoli.
Se la variazione è bassa per guadagnare cifre consistenti dalla compravendita devi investire tanto o aspettare tanto. Se la variazione è alta e sai come muoverti riesci a fare tanti soldi anche in una sola giornata e senza essere GS.

EDIT: crisi economica non vuol dire povertà per tutti.
Crisi significa che hai l'esplosione di elementi tra loro contraddittori nel funzionamento dell'economia (tipo i consumi che si contraggono ma i salari pure, restringimento del credito e maggiore necessità dello stesso perché i debitori battono maggiormente cassa, perché a loro volta hanno bisogno di liquidità, etc)
Insomma in una crisi economica molti vanno gambe all'aria, ma alcune figure specifiche continuano a fare bei soldi. Anzi, succede che nelle crisi ne facciano anche di più.
Grazie per la esaudiente spiegazione.
Comunque questo forum ,tra biologi molecolari, medici, economisti, scienziati vari, ha un livello che lì batte tutti. Noi della Lazio siamo proprio oltre.   :=))

Online vaz

*****
40704
Re:coronavirus
« Risposta #4738 il: 26 Mar 2020, 21:48 »
perché, in che senso?

se guardi le città a maggior incremento giornaliero, tra le prime 10 4 sono siciliane (Ragusa,Enna,Siracusa e Messina).
in calabria invece c'è una situazione abbastanza critica per quando riguarda le RSA.

Se non sbaglio...correggimi nel coso sia in errore... é lo stesso motivo per il quale in primavera ed estate siamo meno propensi ad allestire "banchetti" per i virus.
Siamo piú all´aperto, tendiamo a non congestionare spazi chiusi e quindi togliamo esplosivo dalle bombe virali.

Un´altra curiositá...circa 3 settimane fa, nei media tedeschi diversi scienziati sostenevano che il 70% della popolazione avrebbe ospitato il Corona-Virus. Tesi sostenuta anche dalla Merkel stessa ( che é addottorata in chimica quantistica e pertanto capisce il linguaggio scientifico). Non era la tesi espressa che trovo interessante, quanto il modo...si preannunciava tale ipotesi con una certa "serenitá" (a suo dire la Germania sarebbe stat pronta). Come ormai  tutti sanno, dopo una settimana la serenitá é sparita e si é passati alla preoccupazione con tutto il carosello delle misure restrittive, volte a rallentare il contagio(anche se in Germania sono molto piú ragionevoli e lucidi)...Qual´é il (mio) problema...siamo ancora estremamente lontani da questo 70% che comunque sarebbe ineluttabile...dunque la stretegia del rallentamento prende anche in considerazione il possibile indebolimento estivo del virus? Insomma, i governi stanno giocando a poker con il Virus?
   
Per deformazione professionale, sono molto legato all´analitica dei discorsi. Dunque analizzo come e quando si parla del Corona-Virus. Ad un certo punto si é iniziato ad usare il linguaggio militare "siamo in guerra" "il popolo é unito contro il nemico" "dobbiamo sostenere i medici al fronte" etc. Ideologia nazional-popolare che a mio avviso tende a coprire il poker dei governi con il Corona...dove per Poker intendo quella tensione tra gestione della salute pubblica e soliditá dei sistemi produttivi.   

sulla prima parte è vero, questo insieme alla maggiore luce del sole diretta (i raggi UVA sono nemici dei Virus),

per quanto riguarda la Germania, le differenze con l'Italia sono essenzialmente 3: i conteggi dei decessi (e lo sappiamo), il fatto che l'età media sia più bassa (più di 2 anni in meno), il fatto che fanno tamponi a tappeto appena hai sintomi anche lievi. dai dati che girano, in Italia si stima un totale di 400k,500k positivi.

Offline pan

*
2052
Re:coronavirus
« Risposta #4739 il: 26 Mar 2020, 21:51 »
ok, grazie vaz.
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod