Prostituzione

0 Utenti e 11 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Re:Prostituzione
« Risposta #40 il: 13 Ott 2020, 12:42 »
Discussione molto interessante. Anni fa, sempre su queste pagine ci fu una discussione simile e molto vivace in cui intervennero anche molte ragazze del forum. Ricordo uno scambio interessantissimo tra Mara e Loophole che mi lascio parecchie domande in testa. Ed ebbe la grande fascinazione di farmi essere daccordo con entrambi sebbene avessero posizioni opposte.
Ci sono aspetti della questione che mi portano ad essere estremamente ondivago. Favorevole spesso ma spesso anche contrario. Non so.

Voglio vedere se venisse vostra figlia a dirvi che è indecisa se fare il medico o farsi scopare a 500 euro a botta, dove andrebbe la vostra idea di libertà.

Questa domanda, trasversalmente, é una delle più inutili, dannose e tendenziose che si possa fare durante una discussione. La questione personale non ha, e non puo' avere, nessun rilievo in discorsi di principio. Io sarei per la pena di morte anche per chi soltanto osasse dare uno schiaffo a mia figlia.
Oppure per il taglio della mani a chi osasse toccarle il sedere in metropolitana.
Ma che questo diventi legge dello stato é difficile come obiettivo.

Offline Tarallo

*****
96435
Re:Prostituzione
« Risposta #41 il: 13 Ott 2020, 12:44 »
Approfittare di una posizione di forza è la base di TUTTE le interazioni della società occidentale.

Offline mdfn

*
1550
Re:Prostituzione
« Risposta #42 il: 13 Ott 2020, 12:49 »
Io preferisco essere scelto e poi selezionare. Una donna che spende dei soldi per avermi mi gratifica. 
Anche in amore c'è uno scambio. In un partner, anche se a volte non ce lo diciamo espressamente, tutti noi cerchiamo la convenienza.

Online fiord

*
5438
Re:Prostituzione
« Risposta #43 il: 13 Ott 2020, 13:01 »
Per me ognuno, maggiorenne e capace di intendere e di volere, dovrebbe essere libero di disporre del proprio corpo. Ad esclusione di atti che cagionino una diminuzione permanente della integrità fisica.

Naturalmente la scelta è libera, ma le condizioni socio-economico che la determinano potrebbero avere un ruolo importante.

Pertanto compito dello Stato più che vietare la scelta è creare le condizioni affinchè esistano scelte alternative

Offline Seamus

*
2673
Facebook
Re:Prostituzione
« Risposta #44 il: 13 Ott 2020, 13:03 »
veramente ho detto fin dall'inizio che il discorso non riguardava affatto solo le ragazze e che infatti toccherebbe parlare di sex-workers. Anzi, ho detto di più: ho detto che nonostante il fenomeno venga raffigurato esclusivamente male-oriented non lo è affatto.
Per carità, non ho letto tutti gli interventi

Per te non è paragonabile, per me si.
Sia perché l'intimità è un qualcosa di culturalmente costruito (quindi non dato oggettivamente, ma soggettivamente)

E' vero, ciononostante è innegabile che rappresenti una componente fondamentale della persona e di come ci si mette in relazione con un proprio simile, coinvolgendo la sfera affettiva oltre che quella fisica.
Proprio perchè è costruito in questo modo, se vuoi, diventa ancora più inaccettabile venderlo, a differenza della capacità di dare colpi con un martello o di scrivere un software.
 
Perché non lo faccio? Ma io per mia fortuna guadagno discretamente per un lavoro che mi permette di studiare, di scrivere cazzate qui sopra di continuo, di gestirmi i miei tempi alla grande.
Non è il mio lavoro dei sogni ma manco mi lamento.
Se dovessi lavorare in magazzino (l'ho fatto, sono scappato dopo una settimana, letteralmente), se dovessi spaccarmi la schiena in un mercato generale, se dovessi fare quei lavori considerati "onesti" dalla bella retorica moralista di questa società per guadagnare un terzo di quanto guadagno oggi direi volentieri "no, grazie chivvesestrancula".
preferirei una qualsiasi delle attività illegali che riceverebbero disapprovazione e stigma generale.
E sticazzi.
Con tutto il rispetto per chi questi lavori li fa e che ha tutta la mia stima per la resistenza, la tenacia, la voglia di sostenersi senza barare alle regole del gioco io tutte ste caratteristiche non le ho.
Meglio i pompini.

Ok, si può decidere anche di non mettere in vendita altri aspetti della propria vita e della propria persona e a questo va reso grande merito ed è degno di rispetto.
Tuttavia, penso che il problema non sia la legalità di ciò che magari potresti scegliere di fare.
Magari metteresti a rischio la tua libertà andando a rubare (anche questo non è che sia eticamente meritorio) ma non lo so quanto, alla resa dei conti, chi ha la capacità di porsi in questo modo, intellettualmente e culturalmente avanzato, sceglierebbe di prostituirsi.

Anch'io, come ho detto, rispetto chi non ha la fortuna di poter scegliere (per mille motivi).
Ma perseguiterei duramente chi si approfitta della propria posizione di forza e della propria fortuna per comprare un pezzo di una persona in condizioni di inferiorità e sudditanza.

Approfittare di una posizione di forza è la base di TUTTE le interazioni della società occidentale.
Certo, come per la schiavitù o la pedofilia.
Il che non vuol dire che sia giusto e che dobbiamo accettarlo.
Spero che l'evoluzione ci porti verso il superamento di queste logiche.

Offline Tarallo

*****
96435
Re:Prostituzione
« Risposta #45 il: 13 Ott 2020, 13:05 »
Parlo di interazioni LEGALI, sociali e commerciali, non di reati evidenti come quelli di cui parli tu.

Offline Seamus

*
2673
Facebook
Re:Prostituzione
« Risposta #46 il: 13 Ott 2020, 13:08 »
Parlo di interazioni LEGALI, sociali e commerciali, non di reati evidenti come quelli di cui parli tu.
Occhio, sono reati perchè lo sono diventati. Prima erano legali ed accettati dalla società.
Per questo dico che certe logiche sono superabili, come abbiamo superato quelle.
Re:Prostituzione
« Risposta #47 il: 13 Ott 2020, 13:09 »
Approfittare di una posizione di forza è la base di TUTTE le interazioni della società occidentale nella storia umana.

Offline MadBob79

*****
10166
Re:Prostituzione
« Risposta #48 il: 13 Ott 2020, 15:56 »
La vergogna che proverei offrendo le mie prestazioni sessuali a pagamento, semmai qualcuno fosse così folle da pagarmi per farlo, sarebbero essenzialmente dovute a una sovrastruttura etico-sociale che nulla ha a che fare con l'intimità. Sinceramente, lo riterrei più accettabile della costante "prostituzione" morale, professionale, deontologica alla quale sono costretto da una professione che, se non fosse per la mia dipendenza tossica da stile di vita consumistico (su questo tipo di dipendenza ci sarebbe da aprire un topic a parte), abbandonerei in 5 secondi netti.

Offline LaFonte

*
456
Re:Prostituzione
« Risposta #49 il: 13 Ott 2020, 19:27 »
Il mio pensiero l'ho già esposto, aggiungo solo che questo forum è sempre una sicurezza quando si vuole affrontare una discussione su un qualsiasi tema, anche scomodo, in modo serio e senza buttarla in caciara. Una boccata d'aria fresca nel pantano internettiano di oggi, per non parlare dei talk show radiotelevisivi dove iniziano a urlarsi dietro dopo due minuti.
Re:Prostituzione
« Risposta #50 il: 13 Ott 2020, 19:36 »
a dire il vero a far pompini ho un po' di problemi culturali e vorrei non ritrovarmi con un tipo poco attento all'igiene, a quel punto preferisco prenderlo di dietro, cosa che non dovrebbe essere molto peggio di un'analisi della prostata con un medico con le manone
preferisco di gran lunga scaricare camion ai mercati generali, cosa che facevo quando stavo all'università e se l'ho preferito ai pompini ci sarà stato un motivo e non per mancanza di opportunità poichè da giovinetto ero un discreto bocconcino
comunque io da bigotto credo che uno stato che lucra sul sudore delle coscie di qualcuno è uno stato immorale, la società dovrebbe non dare un prezzo al sesso e se questo fosse difficile, arrendersi non è un'alternativa

Online FatDanny

*****
19767
Re:Prostituzione
« Risposta #51 il: 13 Ott 2020, 19:59 »
giovanni io non sto dicendo che è facile. O che TUTT* preferirebbero i pompini ai mercati generali.
Proprio tornando a chi tra le mie conoscenze ha provato ho persone che dopo poco hanno mollato perché non je la facevano e altre che invece la ritenevano una svolta.
Perché probabilmente, per non dire di sicuro, dipende dal rapporto col proprio corpo e quello altrui, dal significato che diamo alla sessualità, al contatto (c'è a chi da fastidio e chi se abbraccia tutti), a cosa intendiamo per intimità e così via.

Sicuramente non voglio dire che sarebbe un mestiere per chiunque.
Dico però che chi preferisce questo ai mercati generali dovrebbe avere la possibilità di farlo in sicurezza. Igienico-sanitaria, professionale, legale, previdenziale.

Sono certo che tanta gente non farebbe manco il fecondatore di mucche ma c'è chi invece lo fa con passione. Anche lì infilare l'intero braccio in un utero bovino non è proprio una roba per tutti gli stomaci, c'è chi sarebbe totalmente disgustato e chi invece lo trova affascinante.
Non capisco quindi perché voler determinare univocamente cosa è degradante e cosa no.
Se per te è degradante è necessario che nessuno possa obbligarti.
Se per te è preferibile a tante altre attività è necessario che ti venga data questa possibilità.

Offline pan

*
2667
Re:Prostituzione
« Risposta #52 il: 13 Ott 2020, 20:05 »
fat, ma il discorso che fai tu è corretto teoricamente ma improponibile. è questa la società dove viviamo.  la società dove fare la badante, pulire le scale, pulire i cessi all'autogrill, ci metto pure la casalinga, sono lavori che ti mettono in una nicchia di denigrazione sociale. è il modello culturale che fa giudicare i lavori e le professioni come non dignitosi o scarsi a livello sociale. dopo due secondi che una ragazza conosce qualcuno i parenti le chiedono che lavoro fa il tipo e certo non per gli introiti economici futuri, ma per la rappresentazione, l'idea che quel lavoro porterà nelle vite. una sorta di manifesto da offrire alla società. figurati dire faccio pompini come professione, come una dea, carismatica e ammirata, sì, in quell'altro mondo, quello che non esiste.

Online FatDanny

*****
19767
Re:Prostituzione
« Risposta #53 il: 13 Ott 2020, 20:26 »
guarda io porto un ulteriore esperienza personale, quella giovanile a cui accennavo.
Eravamo ad Amsterdam. Avevo 18 anni e molti più preconcetti morali legati alla mia formazione cattolica, per quanto già in fase di riconsiderazione critica.
Su uno dei canali principali del quartiere a luci rosse vedo questa ragazza, alta, bionda, lineamenti delicati, fisico statuario, una roba da far perdere la brocca proprio.
Io diciottenne carico di ormoni, di THC e di residui di psilocibina mi dico "e quanno me ricapita?"

Alla fine della scopata il mio SuperIo, già bello rompicazzo, mi porta a intrattenere una breve conversazione con lei per non ridurre il tutto ad un mero scambio tra corpo e denaro.
Dopo qualche domanda standard da dove venivamo, etc etc le chiedo candidamente e pronto ad accogliere chissà quali storie assurde "perché lo fai?"

La risposta mi rimase talmente impressa che penso ricorderò quella scena finché campo, anche per il discreto schiaffo (morale) che rappresentò per il piccolo FatDanny:
"guarda io in realtà sono proprietaria di due coffee shop, ma nessuna delle due attività mi rende quanto questa"

Gelato. Spiazzato. Infranto nelle mie sicurezze più profonde.
 l'ho salutata e me ne sono uscito raggiungendo i miei amici che stavano poco più avanti.
Con tante certezze in meno e svariati dubbi in più.

Who the hell are you to tell me how to live my life?
You think I sell my body; I merely sell my time
I ain't no Cinderella, I ain't waiting for no prince
To save me in fact until just now I was doin' just fine
And on and on
I know what degradation feels like
I felt it on the floor of the factory
Where I worked long before, I took control
Now I answer to me
The 50K I make this year will go anywhere I please
Where's the problem?

Offline carib

*****
28769
Re:Prostituzione
« Risposta #54 il: 13 Ott 2020, 21:03 »
Hai mai considerato l'idea che potesse aver detto una balla?

:-)
Re:Prostituzione
« Risposta #55 il: 13 Ott 2020, 21:09 »
due appunti
mucche non si dice, si chiamano vacche
il braccio non lo metti nell'utero ma nell'ano dopo aver svuotato il contenuto con un paio di passate. a quel punto con la mano prendi la cervice e aiuti il puntale della pistola ad entrare e la pistola è studiata per non mettere la mano dentro la vulva anche perchè devi inseminare a pochi cm dal passaggio della cervice
comunque alle vacche gli piace, ovviamente il braccio non la cannula

Online FatDanny

*****
19767
Re:Prostituzione
« Risposta #56 il: 13 Ott 2020, 21:16 »
Hai mai considerato l'idea che potesse aver detto una balla?

:-)

Hai mai preso in considerazione il fatto che ipotizzare - senza elementi concreti - che sia una balla è un artificio logico per fare rientrare nel proprio senso comune un discorso che lo viola? :)

Per fare un esempio su cui sarai sicuramente d'accordo è come se davanti ad un rom con dei soldi dicessi "come possiamo essere sicuri che non li ha rubati?"

La risposta è no. Non me lo sono domandato per il semplice fatto che il modo in cui mi rispose e il tono naturale del discorso non mi fece scattare alcun allarme.
Cioè tenendo conto di come mi aveva istruito perentoriamente su come si sarebbe svolta la cosa avrebbe potuto dirmi allo stesso modo di farmi i cazzi miei o tagliare corto. Inventarsi la proprietà di due coffee shop non aveva alcuna ratio rispetto a quanto ci stavamo dicendo.

Poi chiaro che si può ritenere il contrario, ognun@ ha le proprie rappresentazioni sociali e si tende fisiologicamente a rafforzarle.
 ;)

Offline RG-Lazio

*
1320
Re:Prostituzione
« Risposta #57 il: 13 Ott 2020, 21:38 »
tempo fa, un´associazione italiana mi chiese un piccola ricerca (che definirei poco scientifica, visti i mezzi) sulla prostituzione in Germania, a Francoforte dove vivo e appunto vivevo.

Non ci giro molto, legale o meno, al momento é quasi impossibile non parlare di sfruttamento, al netto della legalizzazione. Sebbene l´industria della prostituzione sia molto remunerativa per gli investitori e lo stato (l´industria del sesso paga diverse tasse e ha creato un mercato di supporto) le lavoratrici sono molto povere ed esposte a tutte una serie di rischi per la salute (nonostante uno degli obiettivi della legalizzazione fosse quello di tutelare la salute delle prostitute).

A livello economico fare la prostituta non conviene perché le tue prestazioni sono basate sulle "skills" di un corpo che viene letteralmente consumato...insomma carriera breve e povera. Questo sui grandi numeri...poi ovviamente c´é chi guadagna 3000 euro a sera per un appuntamento con scopata.

Gli uomini (ricordo) invece avevano una carriera migliore, piú lunga e piú renumerativa (interessante).

La cosa interessante della mia ricerca (a mio modo di vedere) era il fatto che la prostituzione come industria del sesso fosse una sorta di epifania che rivelasse (o disvelasse) il carattere remissivo del diritto rispetto al profitto nel capitalismo. A ció si aggiunge, la conferma (dentro la legalizzazione) di un certa persistenza del sessismo e del patriarcato che ancora regnano nelle nostre societá.

Insomma l´industria del sesso era e penso sia un paradigma del nostro presente sociale ed economico.

La libera disposizione e l´uso del proprio corpo all´interno del capitalismo, restano un mito e come mito va combattuto. Le prostitute, come ogni altro lavoratore non dispongono del proprio corpo e delle proprie performance solo per il fatto di poterle vendere...anzi proprio perché le vendono ne sono (e ne siamo) privati.

Insomma Volume 2...il capitalismo é una montagna di merda. 

Offline carib

*****
28769
Re:Prostituzione
« Risposta #58 il: 13 Ott 2020, 22:22 »
Hai mai preso in considerazione il fatto che ipotizzare - senza elementi concreti - che sia una balla è un artificio logico per fare rientrare nel proprio senso comune un discorso che lo viola? :)
Altro che. Però il mio non è un artificio logico ma solo una domanda che mi è venuta così, da amico  :beer:

Ci sta che la sofferenza e la disperazione portino a indossare delle corazze e a strutturarsi "interiormente" in un certo modo. Quella risposta "raggelante" potrebbe essere un clichet. Uso il condizionale perché è solo un'ipotesi, uno stress test per la tua malcelata sensibilità


PS. Post notevole di RG-Lazio

Offline Tarallo

*****
96435
Re:Prostituzione
« Risposta #59 il: 13 Ott 2020, 22:46 »
Come ogni altro lavoratore  dice RG.
Esattamente ciò che dicevo io.
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod