Lazio.net Community

Sport => Altri Sport => Topic aperto da: Lativm88 - 02 Feb 2019, 00:31

Titolo: Sei Nazioni 2019
Inserito da: Lativm88 - 02 Feb 2019, 00:31
Comincia il torneo più bello del mondo.
Comincia con un'incredibile vittoria gallese in Francia.
Domani alle 15e15 tocca a noi, in Scozia, con le solite poche speranze ma con la stessa voglia di provarci ugualmente.
Le ragazze hanno stravinto a Glasgow ed anche la nostra under 20, piena di ottimi prospetti, ha piegato i pari età scozzesi.

In serata già un piatto fortissimo. A Dublino l'Irlanda ospita i rivali inglesi.

È il torneo più bello del mondo anche perché domani mi siederò alle 15 nel pub fino a sera
inoltrata
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: meanwhile - 02 Feb 2019, 10:48
Comincia il torneo più bello del mondo.
Comincia con un'incredibile vittoria gallese in Francia.
Domani alle 15e15 tocca a noi, in Scozia, con le solite poche speranze ma con la stessa voglia di provarci ugualmente.
Le ragazze hanno stravinto a Glasgow ed anche la nostra under 20, piena di ottimi prospetti, ha piegato i pari età scozzesi.

In serata già un piatto fortissimo. A Dublino l'Irlanda ospita i rivali inglesi.

È il torneo più bello del mondo anche perché domani mi siederò alle 15 nel pub fino a sera
inoltrata

Da profano assoluto, posso dire che non ho mai capito che cazzo ci stiamo a fare noi in quel glorioso e storico torneo, oltre a prendere delle pizze clamorose.

E dato che ci sono, posso dire che mi sarei rotto il cazzo che la distruzione del già precario prato dell'olimpico deve avere luogo sempre subito prima di una partita nostra?
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: Lativm88 - 02 Feb 2019, 10:52
Da profano assoluto, posso dire che non ho mai capito che cazzo ci stiamo a fare noi in quel glorioso e storico torneo, oltre a prendere delle pizze clamorose.

E dato che ci sono, posso dire che mi sarei rotto il cazzo che la distruzione del già precario prato dell'olimpico deve avere luogo sempre subito prima di una partita nostra?

Non lo sai e non lo capisci proprio perché sei un profano assoluto.
E non è la FIR a fare il calendario della serie a di calcio né colpa del sei nazioni se la città di Roma non riesce ad avere due impianti sportivi degni del ventunesimo secolo. Manco uno a dire la verità.

Torniamo al rugby.
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: meanwhile - 02 Feb 2019, 10:59
pace e bene fratello laziale, lo sapevo che ti facevo incazzare ma volevo comunque dire la mia  :p

 :beer:
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: Nesta idolo - 02 Feb 2019, 13:05
Comincia il torneo più bello del mondo.
Comincia con un'incredibile vittoria gallese in Francia.
Domani alle 15e15 tocca a noi, in Scozia, con le solite poche speranze ma con la stessa voglia di provarci ugualmente.
Le ragazze hanno stravinto a Glasgow ed anche la nostra under 20, piena di ottimi prospetti, ha piegato i pari età scozzesi.

In serata già un piatto fortissimo. A Dublino l'Irlanda ospita i rivali inglesi.

È il torneo più bello del mondo anche perché domani mi siederò alle 15 nel pub fino a sera
inoltrata
Molto sfortunata la Francia. Avrebbe meritato di vincere ma ha commesso errori banali, pagandoli a caro prezzo. Raro che nel Rugby vinca chi giochi peggio (comunque i Dragoni non hanno assolutamente rubato nulla ;) hanno semplicemente sbagliato meno degli avversari :))). Molti giovani interessanti, talentuosi soprattutto nei transalpini. Galles dopo un primo tempo sottotono chiuso senza segnare neanche un punto (16-0 e qualche calcio sbagliato, fuori misura anche le due trasformazioni francesi;) è stato bravo a rientrare immediatamente in partita all'inizio del secondo, concreto e concentrato.
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: italicbold - 02 Feb 2019, 15:05
Da profano assoluto, posso dire che non ho mai capito che cazzo ci stiamo a fare noi in quel glorioso e storico torneo, oltre a prendere delle pizze clamorose.

Perché sei un core de latta ?
 :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: ;)) :luv:

Per altri commenti prima mi vedo come gioca l'Italia oggi.
Possiamo anche fare un buon 6 nazioni. Dipende più da noi che dagli altri.
Paradossalmente.
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: Lativm88 - 02 Feb 2019, 16:05
Finora, purtroppo, non facciamo metri con i nostri Ball carriers.
Loro hanno sempre l'iniziativa e, da mediano di mischia, palazzani non mi piace proprio.

Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: alasinistra - 02 Feb 2019, 16:36
Mai pericolosi, mai in partita. 55esimo 26 - 3 :x
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: chuck6 - 03 Feb 2019, 17:57
Sull'Italia, 2 appunti tra i tanti, i primi che mi vengono in mente: perchè mettere Campagnaro, uno dei nostri migliori giocatori, fuori ruolo? Mancano skills individuali, Palazzani in campo aperto solo contro il loro 8 non è capace di fare una finta/riciclo/passaggio decenti.

Inghilterra favolosa e Irlanda che secondo me ha approcciato male la partita (vedi meta dopo 1 minuto).
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: Lativm88 - 07 Feb 2019, 14:09
Nella prossima giornata in casa, non me ne vogliamo gli amanti del prato all'inglese, dobbiamo capire se gli ultimi 10 minuti in Scozia nei quali abbiamo segnato 3 mete sono frutto del tirare in barca i temi scozzesi o se, effettivamente, abbiamo un gioco.
Almeno la condizione fisica c'è.
C'è anche da dire che avevamo praticamente una coppia di mediani inedita (l'infortunio di Allan non ha aiutato) ed anche altre defezioni per noi importanti.
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: meanwhile - 07 Feb 2019, 14:12
impressione da profano, la prima che hai detto  :=))
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: italicbold - 07 Feb 2019, 14:28
Nel rugby nessuno tira i remi in barca. Per una semplice ragione, che non puoi. Il rugby é uno sport di contatto. Anni fa degli studiosi hanno calcolato che un giocatore del campionato francese, durante una partita intera subisce l'equivalente di un impatto con un autoarticolato di parecchie  tonnellate.
Se tiri i remi in barca devi sperare che anche gli altri lo facciano, sennò rischi infortuni anche gravi.
Nel rugby la melina non la puoi fare. O avanzi o prendi il treno in faccia.
Senza contare che negli ultimi tornei, soprattutto in questo dove con la sconfitta dell'Irlanda sembra mancare un favorito, spesso la differenza punti é fondamentale. E la Scozia non avrebbe avuto nessun interesse a farsi segnare 3 mete in 10 minuti.
Il che non vuol dire che siamo fenomenali, perché non é cosi. Anche perché i primi 70 minuti restano nella cronaca e nel punteggio. Diciamo che non siamo né la squadra dei primi 70 minuti né quella degli ultimi 10.
Cosa siamo non lo so ancora. Obiettivamente.
Ne sapremo di più sabato prossimo.
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: Rorschach - 07 Feb 2019, 14:40
Di sicuro siamo una squadra che per infortuni nei ruoli chiavi e giusto ricambio generazionale ancora in campo si deve cercare.
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: Rorschach - 07 Feb 2019, 15:00
*chiave
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: Tarallo - 07 Feb 2019, 15:15
Ah ecco, perché se no vorrei sapere quali sono quei ruoli.
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: TomYorke - 07 Feb 2019, 16:03
Di sicuro siamo una squadra che per infortuni nei ruoli chiavi e giusto ricambio generazionale ancora in campo si deve cercare.

Eh ma se Inzaghi fa giocare sempre gli stessi...
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: Lativm88 - 07 Feb 2019, 23:40
Nel rugby nessuno tira i remi in barca. Per una semplice ragione, che non puoi. Il rugby é uno sport di contatto. Anni fa degli studiosi hanno calcolato che un giocatore del campionato francese, durante una partita intera subisce l'equivalente di un impatto con un autoarticolato di parecchie  tonnellate.
Se tiri i remi in barca devi sperare che anche gli altri lo facciano, sennò rischi infortuni anche gravi.
Nel rugby la melina non la puoi fare. O avanzi o prendi il treno in faccia.
Senza contare che negli ultimi tornei, soprattutto in questo dove con la sconfitta dell'Irlanda sembra mancare un favorito, spesso la differenza punti é fondamentale. E la Scozia non avrebbe avuto nessun interesse a farsi segnare 3 mete in 10 minuti.
Il che non vuol dire che siamo fenomenali, perché non é cosi. Anche perché i primi 70 minuti restano nella cronaca e nel punteggio. Diciamo che non siamo né la squadra dei primi 70 minuti né quella degli ultimi 10.
Cosa siamo non lo so ancora. Obiettivamente.
Ne sapremo di più sabato prossimo.

No, intendimi, io ho giocato (e gioco ancora) a rugby e sono un po' di anni ormai.
per tirare remi in barca intendo che non hai più la forza del placcaggio dominante.
Per i primi 70 minuti i nostri ball carriers, Parisse incluso, non riuscivano a fare un metro.
Un metro uno. Questo merito dei placcaggi dominanti scozzesi, dopo settanta minuti cala la forza e per ovvia conseguenza la squadra con il pallone in mano può fare qualche metro in più.
Tutto qua, intendevo che calata la forza dei placcaggi avversari i nostri sono riusciti a fare quei metri necessari ad avere lo spazio per mettersi sul piede avanzate e velocizzare il gioco.

Comunque sia vedremo. Da questo sei nazioni, purtroppo, non mi aspetto molto.
La speranza è riuscire a passare questi anni di ricambio generazionale indenni in modo da rimetterci in discussione quando i ragazzi delle giovanili, che tanto bene stanno facendo, avranno l'età per farsi valere anche ad un livello più alto.

Sperando che non si perdano per strada.
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: italicbold - 08 Feb 2019, 08:57
No, intendimi, io ho giocato (e gioco ancora) a rugby e sono un po' di anni ormai.
per tirare remi in barca intendo che non hai più la forza del placcaggio dominante.

Pero' non é la stessa cosa.
Anche tu hai giocato, quindi sai che comunque difendere é molto più dispendioso che attaccare.
L'Italia é stata pessima in difesa sabato scorso*, hai perfettamente ragione, ma ha difeso per 60 minuti (con solo 3 punizioni concesse, un dato significativo). Quindi in teoria avrebbe dovuto essere con la lingua di fuori negli ultimi 15/20 minuti. Che é un po' il nostro marchio di fabbrica di questi 20 anni di 6 nazioni. Resistere per un tempo e mezzo e poi crollare. D'altronde quando COS é arrivato ai comandi della nazionale il piano "fitting" é stato uno dei primi obiettivi che si é posto.
Se la Scozia non ne aveva più negli ultimi 20 e l'Italia si, questo non é tirare i remi in barca, ma solo non averne più e quindi farsi investire da avversari che continuavano ad avere benzina nelle gambe e nelle braccia. Tieni conto anche che non sono state le nostre solite mete finali, quelle con carrettini di 14 persone più massaggiatori che spingo per 5 minuti un pallone in meta, ma sono state mete piuttosto belle da vedere.
Quello che valgono lo sapremo già, forse, da domani. Almeno ci indicano la strada da seguire.
Ma la Scozia non ha tirato i remi in barca. Questo non é vero.

* Se ho capito bene, talaltro, ci dovrebbe anche essere stata una epidemia di febbre, prima di arrivare a Edimburgo, che avrebbe colpito alcuni giocatori italiani, come Parisse e Allan.
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: Lativm88 - 09 Feb 2019, 12:34
Pero' non é la stessa cosa.
Anche tu hai giocato, quindi sai che comunque difendere é molto più dispendioso che attaccare.
L'Italia é stata pessima in difesa sabato scorso*, hai perfettamente ragione, ma ha difeso per 60 minuti (con solo 3 punizioni concesse, un dato significativo). Quindi in teoria avrebbe dovuto essere con la lingua di fuori negli ultimi 15/20 minuti. Che é un po' il nostro marchio di fabbrica di questi 20 anni di 6 nazioni. Resistere per un tempo e mezzo e poi crollare. D'altronde quando COS é arrivato ai comandi della nazionale il piano "fitting" é stato uno dei primi obiettivi che si é posto.
Se la Scozia non ne aveva più negli ultimi 20 e l'Italia si, questo non é tirare i remi in barca, ma solo non averne più e quindi farsi investire da avversari che continuavano ad avere benzina nelle gambe e nelle braccia. Tieni conto anche che non sono state le nostre solite mete finali, quelle con carrettini di 14 persone più massaggiatori che spingo per 5 minuti un pallone in meta, ma sono state mete piuttosto belle da vedere.
Quello che valgono lo sapremo già, forse, da domani. Almeno ci indicano la strada da seguire.
Ma la Scozia non ha tirato i remi in barca. Questo non é vero.

* Se ho capito bene, talaltro, ci dovrebbe anche essere stata una epidemia di febbre, prima di arrivare a Edimburgo, che avrebbe colpito alcuni giocatori italiani, come Parisse e Allan.

Ma Infatti la tenuta fisica è un dato che ho sottolineato e che a questi livelli vale quanto avere giocatori talentuosi.
Però bisogna anche considerare la girandola di cambi scozzesi che, in quel senso, hanno tirato un po' i remi in barca in quanto a titolari schierati e automatismi di quanti sono rimasti in campo.
Non sono particolarmente disfattista riguardo la nazionale, credo che sia un naturale cambio generazionale anche se con tutti i soldi e la spinta avuta dalla gente la FiR avrebbe potuto fare di meglio.

Ultimo dato interessante 17 azzurri su 23 giocano nel Benetton che sta avendo la sua migliore stagione di sempre.
Ok che il pro 14 non è il 6 nazioni e che in qualche ruolo hanno stranieri importanti, però, è strano che ci sia difficoltà a far gioco con molti giocatori che si conoscono benissimo.
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: Nesta idolo - 09 Feb 2019, 13:00
Ho letto tanti commenti negativi e molta delusione dopo la sconfitta in Scozia.
Io invece ho visto una buona Italia, il lavoro che sta portando avanti O'Shea nel suo complesso tra nazionale e club è di ottima qualità.

Il problema degli azzurri lo scorso sabato come hanno detto un po' tutti, è stato quello di aver tenuto poco il possesso dell'ovale, in fase di riconquista siamo stati carenti. Lì dobbiamo fare un grande passo in avanti e sono convinto che oggi disputeremo un grande match contro il Galles e ce la giocheremo fino all'ultimo minuto.
In difesa abbiamo fatto imho uno step importante, chiaro che quando stai sempre a difenderti diventa alla lunga complicato e logorante sempre essere sotto pressione. Abbiamo dimostrato anche contro la Scozia che quando abbiamo il possesso siamo pericolosi e possiamo creare pericoli a parecchi avversari di caratura mondiale. Importante secondo me sarà non fare errori errori gratuiti in fase di costruzione per non lasciare contrattacchi a campo scoperto ai gallesi. Continuare ad essere disciplinati come lo siamo stati una settimana fa e ripeto essere presenti in fase di riconquista in modo da avere la possibilità di giocarcela concretamente.
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: italicbold - 09 Feb 2019, 14:04
Ultimo dato interessante 17 azzurri su 23 giocano nel Benetton che sta avendo la sua migliore stagione di sempre.
Ok che il pro 14 non è il 6 nazioni e che in qualche ruolo hanno stranieri importanti, però, è strano che ci sia difficoltà a far gioco con molti giocatori che si conoscono benissimo.

Tieni conto che ti si rompe il MM titolare durante il riscaldamento e Allan, già provato dall'influenza (gente che ha preso l'aereo con la nazionale conferma che c'erano molti giocatori, tra cui Allan che andavano e venivano dal bagno per vomitare), viene abbattuto dopo pochi minuti ed é costretto a uscire per un protocollo commozione. Alla fine la cerniera Mediano di Mischia e Mediano d'apertura era abbastanza diminuita.
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: Lativm88 - 09 Feb 2019, 16:07
Che bella partita Scozia - Irlanda
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: Lativm88 - 09 Feb 2019, 19:46
Tolto l'inizio una buona Italia. Difesa attenta e belle iniziative in attacco.

Abbiamo rubato delle touche. Incredibile.
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: italicbold - 09 Feb 2019, 19:56
Dammi un cristo di buon mediano di mischia. Uno che non butta palloni, che detta il ritmo e gioca sempre giusto. Palazzani oggi meglio di sabato scorso, Gori ormai pensionato. E lasciamo pure 5 punti per strada per imprecisione al piede.
Comunque, anche oggi, finiamo meglio degli avversari.
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: chuck6 - 10 Feb 2019, 11:40
Dammi un cristo di buon mediano di mischia. Uno che non butta palloni, che detta il ritmo e gioca sempre giusto. Palazzani oggi meglio di sabato scorso, Gori ormai pensionato. E lasciamo pure 5 punti per strada per imprecisione al piede.
Comunque, anche oggi, finiamo meglio degli avversari.

Più che altro lenti, poco dinamici, 2 ore per far uscire l'ovale...
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: alasinistra - 10 Feb 2019, 17:15
Ci sarebbe Canna, ma il C.T. non lo vede.
Avremmo bisogno anche di qualcuno che lanci meglio di Tommaso Allan i calci piazzati, perchè troppo spesso ne fallisce anche facili.
Poi ci vorrebbe un gioco più corale in fase di attacco e dei cambi che non mutino il valore della squadra.
Purtroppo anche quest'anno il cucchiaio di legno non ce lo toglie nessuno. :x
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: alasinistra - 10 Feb 2019, 17:16
Calci, non lanci, sorry.
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: Lativm88 - 11 Feb 2019, 00:22
Canna è mediano di apertura che a me piace più di Allan ad essere sincero. Però forse O'Shea preferisce uno fisicamente più piazzato per reggere in difesa. Boh.

Nei mediani di mischia siamo veramente sguarniti.
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: carlos - 11 Feb 2019, 02:03

Purtroppo anche quest'anno il cucchiaio di legno non ce lo toglie nessuno. :x
Quest'anno ce lo giochiamo con la Francia.. la nostra reazione contro il Galles è stata buona, peccato che Allan sbagli quel calcio e comunque il rientro nel secondo tempo è stato buono,certo la loro meta ha poi cambiato l'inerzia, ma ci abbiamo provato..
La Francia è di una fragilità mentale spaventosa, certo contro questa Inghilterra è difficile, è una macchina quasi perfetta ed il Grande Slam, a meno di suicidi è loro. Se aggrediamo la Francia dall'inizio , si squaglia come neve al sole.. Li odio (È c'ho pure il capo franzoso) leggermente sotto le merde e se li battiamo... aahhh
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: Lativm88 - 11 Feb 2019, 11:03
Quest'anno ce lo giochiamo con la Francia.. la nostra reazione contro il Galles è stata buona, peccato che Allan sbagli quel calcio e comunque il rientro nel secondo tempo è stato buono,certo la loro meta ha poi cambiato l'inerzia, ma ci abbiamo provato..
La Francia è di una fragilità mentale spaventosa, certo contro questa Inghilterra è difficile, è una macchina quasi perfetta ed il Grande Slam, a meno di suicidi è loro. Se aggrediamo la Francia dall'inizio , si squaglia come neve al sole.. Li odio (È c'ho pure il capo franzoso) leggermente sotto le merde e se li battiamo... aahhh

Il problema è che loro hanno giocato fuori casa con l'Inghilterra titolare (che al momento penso sia nettamente la squadra più forte dell'emisfero nord e, forse, anche del mondo) e noi in casa* con il Galles riserve.

*Stadio scandalosamente vuoto con più maglie rosse che di qualunque altro colore. è stata la cosa che più mi ha infastidito di tutta la partita. Anche se devo ammettere che io sopporto a malapena chi non ha mai preso una palla ovale in mano e pontifica, pontifica, pontifica, sull'importanza dei piloni, sulla birra, sull'Irlanda, sul volemose bene, sul non vincete mai, etc.
Anzi li odio proprio.
Preferisco che lo sport avvicini gli interessati e gli appassionati, ma se da totale ignorante devi venire a spiegarmi come si gioca a rugby stai pure a casa tua a pontificare.
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: Nesta idolo - 11 Feb 2019, 13:53
Dammi un cristo di buon mediano di mischia. Uno che non butta palloni, che detta il ritmo e gioca sempre giusto. Palazzani oggi meglio di sabato scorso, Gori ormai pensionato. E lasciamo pure 5 punti per strada per imprecisione al piede.
Comunque, anche oggi, finiamo meglio degli avversari.
Quoto. Gori per quanto mi stia simpatico non è mai stato all'altezza imho. Abbiamo Violi che è un buon mediano di mischia ma è infortunato, Palazzani non è malaccio.

Non mi convince Hayward estremo, ha una buona pedata ma contro il Galles non mi è piaciuto.

Canna è mediano di apertura che a me piace più di Allan ad essere sincero. Però forse O'Shea preferisce uno fisicamente più piazzato per reggere in difesa. Boh.

Nei mediani di mischia siamo veramente sguarniti.
Per me Canna è scarso vero, meno male che O'Shea non lo convoca. Non placca, è poco intelligente rugbysticamente parlando, troppo solista con iniziative estemporanee senza costrutto.
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: italicbold - 11 Feb 2019, 13:56
Canna, secondo me, ha il difetto di non essersi evoluto. Le buone promesse dei primissimi tempi non sono state confermate con il tempo. Ha il vantaggio di attaccare più la linea di Allan ma nell'equilibrio di una partita Allan garantisce più solidità.
Hayward é un buon giocatore, non un fenomeno ma un buon giocatore, ma sappiamo che il titolare per i prossimi dieci anni sarà Minozzi. Lui si un fenomeno e sarebbe stato bello vederlo giocare in questa nazionale.
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: carlos - 11 Feb 2019, 15:35
Anche se devo ammettere che io sopporto a malapena chi non ha mai preso una palla ovale in mano e pontifica, pontifica, pontifica, sull'importanza dei piloni, sulla birra, sull'Irlanda, sul volemose bene, sul non vincete mai, etc.
Anzi li odio proprio.
Preferisco che lo sport avvicini gli interessati e gli appassionati, ma se da totale ignorante devi venire a spiegarmi come si gioca a rugby stai pure a casa tua a pontificare.
Proprio ignorante non sono, visto che fino alla scorsa stagione giocavo (old) ed ora fermo solo perché negli USA...
 :beer: :beer: :beer:
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: Lativm88 - 14 Feb 2019, 10:34
Proprio ignorante non sono, visto che fino alla scorsa stagione giocavo (old) ed ora fermo solo perché negli USA...
 :beer: :beer: :beer:

no ma mica mi riferivo a te  :beer:

in generale il pubblico del rugby si divide in:

1) quelli che hanno giocato una partita in tutta la loro vita e sono dei CT che pontificano sulle proprie erculee prestazioni in campo, perché o giochi in mischia o in realtà, secondo loro, non hai mai giocato a rugby sbrodolando a solita menata dello sport rude ma gentile, machista etc etc.


2) quelli che vogliono bombarsi qualche gallese/irlandese/inglese/scozzese la cui esperienza si limita ad aver visto la cartolina dell'Irlanda in un pub e si lamentano che l'Italia non vince.
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: Lativm88 - 23 Feb 2019, 16:12
Ieri sfortunata prova dei nostri u20 che cedono, dopo una partita intensa, ai pari età irlandesi.
Molte buone cose, ma anche molte ingenuità che dovrebbero essere gestite, non si tratta di errori tecnici ma proprio di imprecisioni e amnesie.
E anche qualche fallo in più che l'arbitro poteva chiamare a nostro favore, soprattutto nelle maul da touche.

Adesso una bellissima Francia si fa annullare due mete dal TMO, tutte e due stupende, e conduce 10-3 nei confronti della Scozia, scozzesi che sono comunque ancora vivi e reattivi.
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: ronefor - 24 Feb 2019, 19:10
Qualcuno può seriamente spiegarmi, Terzi Tempi e scherzi a parte,
Il senso della nostra partecipazione a questo torneo dopo la ventesima sconfitta consecutiva ?

PS Ho già scritto Terzi Tempi a parte...
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: chuck6 - 24 Feb 2019, 21:46
Beh ormai tornare indietro è impossibile, un torneo a 5 vorrebbe dire cinque partite in meno e 2 match a weekend. E in Europa siamo la sesta forza.
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: jp1900 - 24 Feb 2019, 23:10
Qualcuno può seriamente spiegarmi, Terzi Tempi e scherzi a parte,
Il senso della nostra partecipazione a questo torneo dopo la ventesima sconfitta consecutiva ?

PS Ho già scritto Terzi Tempi a parte...
Oggi non è proprio la giornata per dirlo. Abbiamo messo in difficoltà una delle squadre più forti del mondo.
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: Lativm88 - 25 Feb 2019, 08:17
Qualcuno può seriamente spiegarmi cosa diavolo interessa della nostra partecipazione al sei nazioni a tutti quegli sportivi italiani che non capiscono/cui non interessa il rugby?

C'è il calcio, la serie a wrestling, guardatevi quello.

Comunque partecipiamo perché ci vogliono bene, la pizza il mandolino e la tarantella.
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: Tarallo - 25 Feb 2019, 08:35
A me interessa allo quando rovinate il campo alla Lazio. Per il resto potete battere il record di sconfitte consecutive di tutti gli sport della storia del mondo mondiale, contenti voi. Ma fatelo da un'altra parte.
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: alasinistra - 25 Feb 2019, 08:39
A me, nonostante le sconfitte, il rugby continua a entusiasmare. L'Italia ha ottimi giocatori ma uno scarso movimento rugbistico che non consente il necessario ricambio.
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: Lativm88 - 25 Feb 2019, 08:52
A me interessa allo quando rovinate il campo alla Lazio. Per il resto potete battere il record di sconfitte consecutive di tutti gli sport della storia del mondo mondiale, contenti voi. Ma fatelo da un'altra parte.

Come ho già avuto modo di spiegare poco sopra, ma lo rispiegherò ancora, non è la federazione italiana rugby che fa il calendario del wrestling serie A.
Non è nemmeno colpa del sei nazioni se la città di Roma non ha due stadi, nemmeno uno a dire la verità, degni del secolo corrente.

Inoltre, diciamola tutta, lo stadio olimpico non è della Lazio.
Anzi per vedere uno stadio pieno, a Roma, dovete aspettare ogni anno il periodo di febbraio e marzo.

Siamo proprio stronzi ad andare allo stadio a vedere uno sport perché semplicemente ci piace e non perché ci servono i campioni altrimenti stadio vuoto e cagate varie.

Ora, per favore, se non avete contributi inerenti al topic statevene fuori.
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: Tarallo - 25 Feb 2019, 08:53
Purtroppo per noi, è inerente.
Si può sempre segnalare il post.
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: Lativm88 - 25 Feb 2019, 08:59
Purtroppo per noi, è inerente.
Si può sempre segnalare il post.

Le mie spiegazioni sul fatto che non è colpa del rugby o del sei naziono (ben più prestigioso e importante della serie a) se il wrestling cui è costretta la Lazio viene messo subito dopo le partite dell'Italia ti sono bastate?

Se sì il tuo contributo sul sei nazioni mi sa che è terminato e ci sono cento topic per parlare/lamentarsi/chiedere i campioni/suggerire a Inzaghi chi schierare e  cosa fare.

Se no, e vuoi polemizzare per raggiungere i millemila post su questo forum con risposte taglienti e che si ritengono furbe, posso suggerire di aprire un account sul fatto quotidiano.
Lì c'è un sacco di gente che polemizza su ogni cosa.

La terza via è che cominci a parlare di rugby.
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: Lativm88 - 25 Feb 2019, 09:20
A me, nonostante le sconfitte, il rugby continua a entusiasmare. L'Italia ha ottimi giocatori ma uno scarso movimento rugbistico che non consente il necessario ricambio.

Al di là sul fatto che concordo sul fatto che è uno sport coinvolgente a prescindere del risultato sul campo, il discorso è molto complesso.
Lascio dei pensieri sparsi:

In primis ci mettiamo i nostri errori, a livello di federazione, così sgombriamo il campo da possibili accuse di vittimismo, circa la gestione del patrimonio (finanziario ed emozionale) che dal 2000 il sei nazione ci garantisce.

Il rugby è uno sport popolare solo in alcune regioni o, comunque, solo alcune regioni hanno strutture degne per portare avanti un progetto di crescita.

Il rugby è uno sport che funziona come la boxe. Se sei più forte vinci, fine. Non puoi fare il pulmino davanti alla porta e sperare nel pari.

Il sei nazioni è solo la punta dell'iceberg per valutare lo stato dj salute di questo sport perché nel frattempo sono nate le franchigie che giocano il pro 14 e che, in teoria, dovrebbero essere il serbatoio di giocatori italiani che giocano ad alto livello (e ultimamente soprattutto il Benetton secondo in classifica ) e qualche risultato si vede.
È nata l'accademia nazionale Ivan Francescato, molti giovani di questa promettente u20 vengono da lì.
E poi c'è il sei nazioni femminile dove siamo veramente al top (le ragazze sono prime anche se temporaneamente).

Poi voglio aggiungere che in tutti gli sport, calcio compreso, ci sono periodi di crisi. La nazionale di calcio lo ha dimostrato di recente e non capisco come si possa pretendere da uno sport come il rugby di andare in controtendenza rispetto ad un movimento sportivo nazionale ovunque in una specie di involuzione.

Infine, una cosa che non ho mai capito, è la monodimensione sportiva italiana.
Si parla di uno sport (a volte della formula uno) su giornali, tv, radio, etc.
Uno. E basta. Garantisco che in molti Paesi non è affatto così:Inghilterra, Francia, Irlanda... Chi con bacini d'utenza più ampi che meno ampi sono in grado di seguire più sport contemporaneamente. Noi no  :=))
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: Sonni Boi - 25 Feb 2019, 11:33
Tornando in tema, e volendo guardare il bicchiere mezzo pieno, una nota positiva di questo 6 Nazioni è certamente la tenuta fisica sugli 80' degli Azzurri, che sembra notevolmente migliorata rispetto al passato, quando spesso e volentieri si sbragava dopo l'ora di gioco, subendo passivi anche francamente immeritati.

Sono state 3 sconfitte con margini tutto sommato ridotti. Finora nel torneo abbiamo segnato 7 mete (come Francia e Scozia), subendone 11 (contro le 10 ancora di Francia e Scozia). Insomma, se alla vigilia si prevedevano 5 Caporetto, così finora non è stato.
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: Lativm88 - 25 Feb 2019, 12:16
Sicuramente, oramai, i motivi delle nostre sconfitte sono di natura tecnica e non più di tenuta fisica. Abbiamo bisogno del ricambio generazionale dei vari Parisse, Castrogiovanni, troncon etc. E finora non c'è stato.

In questo sei nazioni abbiamo avuto molte prove sul fatto che l'Italia, per ottanta minuti, può reggere il confronto atletico.

Come ho già avuto modo di dire è l'intero sport italiano in fase involutiva e il rugby non fa eccezione.
Sarei curioso, comunque, di prendere la nazionale di calcio attuale e farla giocare SOLO con Francia, Germania, Brasile, Spagna e Argentina per vedere la serie di risultati.
Poste le differenze tra i due sport e che nel calcio persino una squadra mediocre può battere o pareggiare contro una squadra nettamente più forte, capite bene che sarebbero tempi duri per i calciatori nostrani.
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: kelly slater - 25 Feb 2019, 15:52
A me interessa allo quando rovinate il campo alla Lazio. Per il resto potete battere il record di sconfitte consecutive di tutti gli sport della storia del mondo mondiale, contenti voi. Ma fatelo da un'altra parte.

Support the truth!
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: Rorschach - 25 Feb 2019, 16:28
Sicuramente, oramai, i motivi delle nostre sconfitte sono di natura tecnica e non più di tenuta fisica. Abbiamo bisogno del ricambio generazionale dei vari Parisse, Castrogiovanni, troncon etc. E finora non c'è stato.

In questo sei nazioni abbiamo avuto molte prove sul fatto che l'Italia, per ottanta minuti, può reggere il confronto atletico.

Come ho già avuto modo di dire è l'intero sport italiano in fase involutiva e il rugby non fa eccezione.
Sarei curioso, comunque, di prendere la nazionale di calcio attuale e farla giocare SOLO con Francia, Germania, Brasile, Spagna e Argentina per vedere la serie di risultati.
Poste le differenze tra i due sport e che nel calcio persino una squadra mediocre può battere o pareggiare contro una squadra nettamente più forte, capite bene che sarebbero tempi duri per i calciatori nostrani.


Intanto ieri si è dimostrato che la maglia n.8 non è concessione divina può essere indossata da altri giocatori.
Tebaldi è stato forse il più dirompente fino quasi al 60', poi sarà stata la scarsa forma ma spentosi lui si è spenta tutta la squadra.
E' chiaro che ci manca un calciatore, qualcuno che ti regala quei punti in più in partita e non permette all'avversario di fare falli dal centrocampo in su per paura di una tua punizione (Allan ieri è stato il peggiore in campo, ma era francobollato).
Tanti volti nuovi (non tutti giovanissimi) sono un bel vedere, certo a livello di pura fisicità ancora non siamo ai livelli degli altri (ci arriveremo mai?).
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: Lativm88 - 25 Feb 2019, 16:48
Support the truth!

Quando la Lazio avrà il suo stadio potrà vietare l'ingresso a chi le pare, fino ad allora... Silence please, enjoy wrestling
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: Lativm88 - 25 Feb 2019, 16:53
Intanto ieri si è dimostrato che la maglia n.8 non è concessione divina può essere indossata da altri giocatori.
Tebaldi è stato forse il più dirompente fino quasi al 60', poi sarà stata la scarsa forma ma spentosi lui si è spenta tutta la squadra.
E' chiaro che ci manca un calciatore, qualcuno che ti regala quei punti in più in partita e non permette all'avversario di fare falli dal centrocampo in su per paura di una tua punizione (Allan ieri è stato il peggiore in campo, ma era francobollato).
Tanti volti nuovi (non tutti giovanissimi) sono un bel vedere, certo a livello di pura fisicità ancora non siamo ai livelli degli altri (ci arriveremo mai?).

Purtroppo ieri la differenza di dieci punti tra le due squadre è data esattamente da 2 conversioni mancate e due punizioni.

A dire il vero mai come ieri i nostri Ball carrier hanno fatto strada e i placcaggi sono stati dominanti.
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: Lativm88 - 25 Feb 2019, 17:04
Comunque ultimo post su questioni extra rugby,poi basta.

Sono andato per curiosità a guardare il topic del 2018 e ci sono le stesse, inutili, sfiancanti, rimostranze sul torneo, lo stadio, il 5 nazioni. Basta.

Questi topic compaiono una volta l'anno e durano due mesi. Ce la facciamo a parlare dell'argomento senza dover ripetere, sempre, le stesse cose?
Riusciamo a sopportare 2 massimo 3 partite l'anno in questo tempio del calcio universale?

PD, Tanto più che la sezione calcio della polisportiva Lazio è sorella degli aquilotti in maglia a righe orizzontali e mi pare assurdo doverlo dire ogni santo anno.

Fine.
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: Tarallo - 25 Feb 2019, 17:53
Cioè voi potete ripetere le stesse pippe ogni anno da quindici anni (quest'anno è un anno di transizione, stiamo costruendo per il futuro, ci sono buoni giovani che arrivano, ora col nuovo allenatore irlando-zelandese vedrete) e noi no? I risultati non cambiano e noi dobbiamo cambiare?
L'ultimo commento è che questo non è un topic sul rugby, evviva il rugby, ma un topic sul sei nazioni. Io non sono nazionalista neanche nel calcio figuriamoci nello sport dove il pallone rimbalza a cazzo, come il nostro dopo che ci hanno rovinato il campo.
Partecipare a un torneo per 20 anni e farsi massacrare, rappresentando l'Italia con coach stranieri e talvolta pure giocatori fa più ride della coppa del mondo di calcio, che è una pupazzata più della serie A che deridi (dove giocherà la tua squadra del cuore chi lo sa...).
Se non smetti tu non smetto manco io. Parla del sei nazioni, e spera che nessuna delle altre cinque legga. Per ora rovinate uno stadio per nulla, visto che scajate invariabilmente. Quando vincerete una partita magari me roderà de meno di giocare su un campo di patate. Magari no.
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: Lativm88 - 25 Feb 2019, 18:14
Lancia in resta a prendersi l'ultima parola sapendo, perché lo sai, che sei nel topic sbagliato e fai filosofia senza alcun senso.
Vuoi l'ultima parola? se questo ti rende felice per cinque minuti la cosa mi rallegra :)

La logica per cui "ci rovinate il campo" ancora mi sfugge, considerando che questo noi non ho capito cosa rappresenti e nemmeno mi pare che lo stadio Olimpico sia di proprietà di qualche qualche squadra in particolare. Se hai dati diversi in proposito mi siedo e mi faccio smentire.

Sì. possiamo ripetere le stesse pippe ogni anno, come ogni anno nel topic calcio di parla di salto di qualità, di occasioni mancate, corsa Champions, loporco e tanto altro.

Dove tu abbia letto del nazionalismo resta il secondo mistero di questa assurda risposta che perdo tempo a scriverti, considerato che ti smentisci un attimo dopo parlando di allenatori e giocatori stranieri (HA!) quindi cosa? Italrugby agli italiani o italiani, anche acquisiti, senza nazionalismi?


Tu parli di curling con le bariste io, di contro, parlo spesso di rugby con le altre cinque  ci si riesce tranquillamente a discutere di sport invece che di agricoltura e menate.


Per ora fai fare alla Lazio uno stadio suo, vedra che invariabilmente nessun altro sport verrà a rovinare il suo manto perfetto per 2/3 (oh mio dio che sacrilegio) volte all'anno
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: Tarallo - 25 Feb 2019, 18:30
Era barista. Maschio.
E il nazionalismo c'entra perché mi si accusava di non amare il rugby su questo topic, che non è sul rugby ma su un torneo di squadre nazionali (5 più una materasso). Fai tanto il presuntuoso poi non capisci cose semplici.
Se non ti dà fastidio vedere quello scempio, anche solo due volte l'anno, tu torna quando ami la Lazio più del rugby. O anche solo il calcio. Altrimenti è pieno di fora. Quelli come te mi fanno sperare che finalmente decidano di ricacciarvi fuori come meritate. Ma poi il cucchiaio di legno (ah, che romantico) non saprebbero più a chi darlo.
È non ho affatto bisogno dell'ultima parola, tranquillo. Intervengo solo se continui a dire cazzate. Ops.
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: italicbold - 25 Feb 2019, 18:35
Quanta acrimonia gratuita.
Continuo a pensare che legare la legittimità di uno sport alle vittorie/sconfitte sia sinonimo di mancanza d'amore verso lo sport in questione.
Lo vuoi cacciare per perde sempre. Non é amore, oppure é amore malridotto.
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: Lativm88 - 25 Feb 2019, 18:41
Era barista. Maschio.
E il nazionalismo c'entra perché mi si accusava di non amare il rugby su questo topic, che non è sul rugby ma su un torneo di squadre nazionali (5 più una materasso). Fai tanto il presuntuoso poi non capisci cose semplici.
Se non ti dà fastidio vedere quello scempio, anche solo due volte l'anno, tu torna quando ami la Lazio più del rugby. O anche solo il calcio. Altrimenti è pieno di fora. Quelli come te mi fanno sperare che finalmente decidano di ricacciarvi fuori come meritate. Ma poi il cucchiaio di legno (ah, che romantico) non saprebbero più a chi darlo.
È non ho affatto bisogno dell'ultima parola, tranquillo. Intervengo solo se continui a dire cazzate. Ops.

Ah vedo che lo stadio non è di proprietà di nessuna società. Buono a sapersi. E più si riducono le righe che scrivi e più so che hai sempre meno di cui parlare, attaccandoti alla vecchia tattica da forum di prendere una parola, sviscerarla, estremizzarla, insomma, girare la frittata e sperare di avere ragione su qualche cosa che altrimenti si rivelerebbe essere un castello di carte costruito storto.

Amo la Lazio e amo il rugby, riesco a gestire le due passioni contemporaneamente, per rimandi cfr. topic su monodimensione sportiva italiana. Semplicemente e dato che sei una persona intelligente lo sai pure tu, so perfettamente che l'assegnazione delle partite della Lazio dopo quelle del sei nazioni non dipende dalla federazione di rugby, quindi ora che hai detto che ti sta sul culo giocare sul campo di patate sbagliando portone al quale bussare hai altro da dire?

Quindi, per tornare in tema, oltre alle tue maledizioni che anche se dovessero avverarsi mi passano di fianco quanto il tempo di una fastidiosa scorreggia perché continuerei a seguire l'Italia o il torneo, il tuo primo intervento circa il campo cessa di avere importanza così come tutte le menate che hai scritto in seguito.

Grazie per il contributo su di un torneo che non ti interessa seguire, grazie per averci preferito.
Arrivederci. :beer:
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: Lativm88 - 25 Feb 2019, 19:05
Quanta acrimonia gratuita.
Continuo a pensare che legare la legittimità di uno sport alle vittorie/sconfitte sia sinonimo di mancanza d'amore verso lo sport in questione.
Lo vuoi cacciare per perde sempre. Non é amore, oppure é amore malridotto.

Non voglio scrivere nel topic su calcio, quello della dimensione sportiva, perché poi si parla solo di rugby e non è giusto… ma chiunque abbia giocato/segua un po' la palla ovale sa anche perfettamente che il risultato è importante quanto è importante il fatto di poterselo semplicemente giocare.

Quante partite ci sono state in cui squadre sotto di 40 punti si dannavano l'anima per non subire la nona meta della partita o per segnare la prima?
Quante partite di rugby, i test match, sono affrontate con la sufficienza con cui nel calcio si affrontano le amichevoli?
Quante volte hai visto una squadra fermarsi per non "infierire" ed invece giocare sempre al massimo dimostrando così rispetto?

l'associazione di un risultato al valore dello sport, oltre ad  essere contrario allo sport stesso, è ancor di più contrario al rugby e la cosa, sinceramente, mi fa un piacere immenso.
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: cartesio - 05 Mar 2019, 12:01

 rugby di andare in controtendenza rispetto ad un movimento sportivo nazionale ovunque in una specie di involuzione.

Non è esattamente così. Il tennis maschile ha due giocatori nei primi venti e giovani in crescita, la pallavolo ha piazzato quattro squadre nelle semifinali delle coppe europee, lo sci vede Paris dominare nel superG, la scherma va forte come sempre

https://it.wikipedia.org/wiki/Campionato_mondiale_di_scherma_2018#Medagliere

il basket ha finalmente recuperato la qualificazione ai mondiali, nonostante - o grazie al - l'assenza dei nostri in NBA, nel golf un italiano è stato tra i protagonistidel 2018.
Ci sono oscillazioni, speriamo che l'Italia del rugby esca dal periodo nero.
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: arturo - 05 Mar 2019, 13:12
comunque , giusto per stuzzicare l'ambiente , è vero che stavolta si può giocare a meno di 24 h dalla partita del rugby ?  ( Lazio - parma del 17 marzo )
immagino che tavola di biliardo sarà l'olimpico...
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: Lativm88 - 05 Mar 2019, 21:29
Non è esattamente così. Il tennis maschile ha due giocatori nei primi venti e giovani in crescita, la pallavolo ha piazzato quattro squadre nelle semifinali delle coppe europee, lo sci vede Paris dominare nel superG, la scherma va forte come sempre

https://it.wikipedia.org/wiki/Campionato_mondiale_di_scherma_2018#Medagliere

il basket ha finalmente recuperato la qualificazione ai mondiali, nonostante - o grazie al - l'assenza dei nostri in NBA, nel golf un italiano è stato tra i protagonistidel 2018.
Ci sono oscillazioni, speriamo che l'Italia del rugby esca dal periodo nero.


Il basket, finalmente, è riuscito a fare qualcosa di decente, per il resto non commento anche se io mi riferivo a livello di nazionali. Perché per quanto riguarda i club pure la Benetton Treviso di rugby è attualmente seconda in classifica nel suo girone di pro 14.
L'italdonne di rugby è seconda nelsuo sei nazioni e la under 20 è quarta avendo perso quest'anno per la prima volta dopo 4 (o cinque non mi ricordo) successi di fila nel torneo e non pizza e fichi.


Comunque, più in generale, intendevo dire che lo sport italiano vive di saliscendi che in molti casi hanno poco a che fare con la programmazione e molto di più con l'allinearsi degli astri e del conseguente interesse mediatico.
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: Lativm88 - 09 Mar 2019, 17:35
La Scozia gioca bene e di cuore ma cede ad un Galles lanciatissimo (ma oggi non perfetto) verso un sempre più concreto grande slam.

Tra poco tocca a noi a Londra contro gli inglesi. Sconfitta più che annunciata, ma importante vedere di che portata e come regiremo agli inevitabili momenti di apnea difensiva
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: Lativm88 - 09 Mar 2019, 19:53
Per paradosso a me l'Italia non è dispiaciuta. Considero sia andata molto meglio, con le rispettive proporzioni in avversario e punteggio, rispetto alla partita con la Scozia.
Certo abbiamo subìto mete davvero soft ma coraggio e gioco, nei nostri limiti, li abbiamo messi in campo.

Ora tocca alla Francia. Loro sono schizofrenici non c'è modo di predire come andrà a finire.
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: alasinistra - 09 Mar 2019, 20:04
Diciamo che nelle fasi di attacco abbiamo provato a muovere la palla più velocemente e a tentare qualcosa che solitamente vediamo fare agli avversari, ne è la prova la meta di Allan.
Ottimo anche lo stesso Allan nelle trasformazioni.
Di contro, abbiamo subito troppo la fisicità inglese e, purtroppo, abbiamo regalato almeno tre mete, due per errati rilanci di Palazzani.
In più, troppi infortuni ci hanno menomato dei migliori (Cecchinato e Parisse).
Speriamo in un miracolo con la Francia!
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: kelly slater - 09 Mar 2019, 21:30
Come ho già avuto modo di dire è l'intero sport italiano in fase involutiva e il rugby non fa eccezione.
Sarei curioso, comunque, di prendere la nazionale di calcio attuale e farla giocare SOLO con Francia, Germania, Brasile, Spagna e Argentina per vedere la serie di risultati.

Diciamo che il paragone giusto sarebbe se con Francia Germania Brasile Spagna e Argentina ci giocasse il Frosinone.
Lo sport italiano sarà pure tutto in fase involutiva, ma uno sport come il rugby dove l'Italia perde SEMPRE faccio fatica a trovarlo.
Poi per carità, mai stato nazionalista e dell'Italia me ne frega il giusto, però forse visti i risultati sto sport andrebbe un attimo ridimensionato.
Non è un flame eh, massimo rispetto per voi che amate il rugby, però i numeri sono sotto gli occhi di tutti.
Poi se mi dite che non è importante vincere, allora è un'esibizione e non è uno sport però.
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: alasinistra - 10 Mar 2019, 00:35
Diciamo che il paragone giusto sarebbe se con Francia Germania Brasile Spagna e Argentina ci giocasse il Frosinone.
Lo sport italiano sarà pure tutto in fase involutiva, ma uno sport come il rugby dove l'Italia perde SEMPRE faccio fatica a trovarlo.
Poi per carità, mai stato nazionalista e dell'Italia me ne frega il giusto, però forse visti i risultati sto sport andrebbe un attimo ridimensionato.
Non è un flame eh, massimo rispetto per voi che amate il rugby, però i numeri sono sotto gli occhi di tutti.
Poi se mi dite che non è importante vincere, allora è un'esibizione e non è uno sport però.
Numeri, risultati, vittorie.
Niente di tutto questo.
Il rugby è qualcosa di viscerale, unico, altro che esibizione.
L'amore per questo sport è giustificato da un gruppo, sfigatissimo, che però non risparmia gambe e braccia in ogni occasione scenda in campo.
Per capirlo invito a paragonarlo ai peggiori anni della nostra Lazio, sull'orlo della C, che nonostante tutto raccoglieva un'enormità di tifosi, al di là del risultato, al di là della categoria.
Per chi volesse approfondire questo particolare stato d'animo, invito a vedere il docufilm "Sunderland 'Til I Die", che segue la squadra inglese del Sunderland durante la stagione calcistica 2017-18 e il tentativo di recupero dopo la retrocessione dalla Premier League.
Solo passione :since
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: kelly slater - 10 Mar 2019, 02:39
Però il paragone con la Lazio degli anni 80' secondo me non calza molto.
Sapevamo che quello sarebbe stato un periodo particolare, una parentesi drammatica che poteva anche portarci alla catastrofe, ma sarebbe comunque rimasta una parentesi all'interno di una storia solida, fatta di serie a come norma e trofei sparsi nel corso degli anni.
L'Italia nel rugby nasce cenerentola e quella rimane, almeno fino a oggi.
E anzi mi pare sia anche in pesante involuzione, che qualche anno fa qualche partita per sbaglio la vinceva.

Poi quando scrivi :

Il rugby è qualcosa di viscerale, unico, altro che esibizione.

io ammetto che proprio non lo capisco cos'è che vi fa tanto entusiasmare anche nella sconfitta, però oh, a ognuno il suo.
Abitando vicino allo stadio vedo sempre gente contenta che si abbraccia, beve, canta, balla ai dj set alla palla quindi bella pe'voi, dove c'è gioia non possono esserci critiche.
Però a sto punto potremmo direttamente fare un festival musicale o un rave e sarebbe lo stesso no?  :beer:
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: italicbold - 10 Mar 2019, 09:42
Diciamo che il paragone giusto sarebbe se con Francia Germania Brasile Spagna e Argentina ci giocasse il Frosinone.
Lo sport italiano sarà pure tutto in fase involutiva, ma uno sport come il rugby dove l'Italia perde SEMPRE faccio fatica a trovarlo.
Poi per carità, mai stato nazionalista e dell'Italia me ne frega il giusto, però forse visti i risultati sto sport andrebbe un attimo ridimensionato.
Non è un flame eh, massimo rispetto per voi che amate il rugby, però i numeri sono sotto gli occhi di tutti.
Poi se mi dite che non è importante vincere, allora è un'esibizione e non è uno sport però.

Il rugby é uno sport complesso in cui modificare gli equilibri é titanico. E' uno sport in cui il concetto di squadra é talmente preponderante che non basta un fenomeno in rosa per vincere. Nel 1986 a Maradona bastarono 10 onesti mestieranti per vincere un mondiale. Nel rugby é impossibile. Anche tecnicamente. Non ne basterebbero nemmeno 5 su 15. Perderesti comunque.
E' proprio una ragione insita nel gioco legata anche all'assurdo logico che il pallone lo puoi passare solo indietro. Quindi se tu prendi il pallone e da solo ti fai 99 metri passando attraverso 14 avversari e l'ultimo ti placca a un metro dalla linea di meta non puoi lanciare il pallone, quell'ultimo metro dovrà farlo un tuo compagno. Per forza. Senno' é stato tutto inutile. E riparti praticamente da zero. Perché sei obbligato a lasciare il pallone al suo destino. Non puoi tenerlo per te. Non é tuo. Nel rugby si dice, con una azzeccata metafora, che il pallone deve essere sempre vivo. Non lo puoi nascondere.
Questo implica che il rugby, molto più che in tutti gli altri sport di squadra, la possibilità che Davide batta Golia é estremamente complicato. Nel calcio la prima squadra mondiale ha la possibilità di perdere con la quarantesima. Anche nel basket può accadere che la nazionale USA di Iverson e Anthony perda con l'Italia di Soragna e Rombaldoni. Un giorno puo' capitare che Paola Magoni vinca la sua unica gara a livello mondiale quando é in palio la medaglia d'oro olimpica di slalom speciale.
Nel rugby il Belgio non batterà mai la Nuova Zelanda. Anche se sembra che sia una violenta gazzarra nel fango il rugby é tutto tranne che casuale. Nulla é lasciato al caso. Nelle squadre professionistiche, per fare un esempio, si studiano almeno 30 maniere diverse di lanciare la touche.
A questo si aggiunge il fatto che nel rugby é impossibile fare melina, o togliere il piede. Quindi anche le sconfitte si possono misurare. Nessuna squadra puo' perdere tempo, per la stessa ragione che il pallone non puoi lanciarlo, ma devi portarlo avanti tu o uno dei tuoi compagni. E che davanti tu abbia un belga o un maori quello avrà come obiettivo di placcarti e toglierti il pallone. Quindi devi continuare a giocare. Il che determina che se una squadra ti può mettere 100 punti te li mette. Non puo' avere pietà. Perché tu non l'avresti. E quindi anche le sconfitte hanno una loro scala di misurazione.
Nel 2007 la Nuova Zelanda sconfisse il Portogallo 108 a 13. Agli occhi di un profano é una sconfitta che avrebbe suscitato vergogna e riprovazioni nei confronti dei portoghesi che invece si abbracciarono felici negli spogliatoi perché avevano segnato una meta ai tutti neri. Sembra un dettaglio, ma la forza del rugby non é nella birra, nel fango, nello scontro fisico. Ma nel fatto che ci sono migliaia di modi di perdere una partita. E alcuni ti lasciano una soddisfazione dentro che é difficile da capire.
l'Italia é messa un po' meglio del Belgio, ma sia mo sempre indietro. Eppure le condizioni ci sono.
A mio avviso il buon metodo per crescere é stato scelto con troppo ritardo ma i suoi frutti stanno vedendosi. E' evidente che i nostri 60mila tessarati possono poco nei confronti dei 2milioni di tesserati della federazione francese, per esempio (tra cui ci sarei anch'io ma é un dettaglio...).
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: Tarallo - 10 Mar 2019, 09:58
Le caratteristiche del rugby che lo rendono speciale le spiega bene italic, e dal punto di vista dello svolgimento del gioco (che per me è l'unica cosa che conta) è verissimo quello che dice sul fatto che dovendo sempre spingere, proprio a causa delle regole, è uno sport implacabile da questo punto di vista. Ben spiegato, da profano.
Ma su quella del fuoriclasse la bevo un po' meno. I fuoriclasse esistono, e non credo siano stati creati ad arte per fare marketing del rugby o perché tutti hanno bisogno di eroi, altrimenti tutta questa nobiltà d'animo è persa. Gli Wilkinson, O'Driscoll, Dan Carter, Lomu, Habana, James Robinson, Gareth Edwards, David Campese non li ho inventati certo io.
Il che fa tornare a qualche commento di ks, che sottolinea come il rugby magari si è speciale ma si piace così tanto per il fatto di essere speciale che crea miti di unicità che non esistono, laddove forse ce ne sono abbastanza di veri. E di conseguenza va un po' sul cazzo.
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: italicbold - 10 Mar 2019, 10:36
Ma su quella del fuoriclasse la bevo un po' meno. I fuoriclasse esistono, e non credo siano stati creati ad arte per fare marketing del rugby o perché tutti hanno bisogno di eroi, altrimenti tutta questa nobiltà d'animo è persa. Gli Wilkinson, O'Driscoll, Dan Carter, Lomu, Habana, James Robinson, Gareth Edwards, David Campese non li ho inventati certo io.

Pero' io non ho scritto che non esistono. Ho scritto che non bastano da soli. I giocatori che hai citato hanno esaltato il loro genio in squadre che erano composte da giocatori di livello stratosferico.
David Campese giocava assieme a Nick Farr Jones e a John Eales*, O'Driscoll aveva O'gara, Stringer, Humphreys e altri. Non erano soli.
Jonah Lomu giocava assieme a giocatori che hanno fatto la storia di questo sport. Giocava in una Nuova Zelanda che, probabilmente é stata la più forte della storia in cui giocava, per esempio, Zinzan Brooke, uno dei terza centro più forti della storia (e che per un anno ha giocato nella Lazio Rugby).
Ed é un caso a parte. Lui é stato la prima vera grande superstar di questo sport. E lo ha rivoluzionato.
Perché é stato il primo giocatore che aveva un fisico da pilone ma correva come un'ala. Ha sovvertito tutto quello che era stato il rugby finora. I grandi e grossi davanti, i piccoletti dietro a correre veloci.
Vorrei avanzare un paragone che gli esperti del tennis mi perdoneranno ma Jonah Lomu é stato per il rugby quello che é stato Ivan Lendl per il tennis. Aldilà delle vittorie Ivan Lendl ha modificato l'approccio al tennis rendendolo una sport più fisico, più muscolare, trasformandolo da uno sport di fioretto in uno sport di sciabola (concetto che lessi nella biografia di MCEnroe, quindi nel caso é colpa sua... :) ). C'é stato un prima e un dopo. Il che puo' essere letto sia in senso positivo che negativo. Da una parte si é persa una parte della poesia dall'altra si é guadagnato in velocità é dinamismo. Oggi ci sono piloni di 120 kg che corrono i 100 in 11", o meglio corrono 15/30 metri alla velocità di un centometrista e tanto basta. Poi ci sarà qualcun altro che recupererà il pallone. Ieri la partita tra Italia e Inghilterra, in fondo ne é stato un esempio. Gli inglesi erano dei culturisti che giocano a rugby, mediamente più degli azzurri ci sono passati sopra col pallone in mano. E' un po' il marchio di fabbrica di Eddie Jones, il loro coach.
Se vogliamo, dall'altra parte un problema che il rugby, questo rugby fisico e potente, deve affrontare prima di subito é quello della salvaguardia dell'incolumità dei giocatori. Non bastano i protocolli commozione che subiscono alcuni giocatori durante le partite quando sono corretti a uscire per 10 minuti a verificare che sono a posto. E' sempre più frequente il caso di giocatori con problemi neurologici dopo la fine della loro carriera e alcuni, anche durante. Ad esempio Pat Lambie, mediano di apertura degli Springbocks che a 26 anni ha smesso consigliato dai medici.
Insomma, alla fine é anche un serpente che si morde la coda.

Altro discorso, e qui si potrebbe andare per le lunghe, é anche il lato snob del rugby.
Che esiste.

* John Eales sapeva fare tutto, é stato probabilmente l'unico seconda linea (gli spilungoni che saltano in touche) che correva, saltava e soprattutto trasformava anche col piede.
Era chiamato Mr Nobody perché Nobody is perfect.
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: Tarallo - 10 Mar 2019, 11:28
Si vabbè però anche la storia che nel calcio vinci da solo è fantasia. Se vogliamo dirci che Maradona ha vinto la coppa del mondo da solo (giocava nell'Argentina, non nel Luxembourg - chiedi a Giggs, Bale o George Best quanto sia facile vincere da soli) e la formazione di quel Napoli oggi spaccherebbe il culo a tutta la seria A nessuno escluso SENZA Maradona.

Ripeto, da fuori l'impressione che ve la cantate e ve la sonate è forte, e lo fanno anche altri, se vi consola. Prova a parlare con appassionati di golf e dopo 6 minuti gli hai infilato il putter nel culo anche se, come a me, il golf dovesse piacerti.
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: Lativm88 - 10 Mar 2019, 17:46
Tutti gli sport di squadra non possono reggersi esclusivamente sulle giocate individuali, questo mi pare abbastanza ovvio.

Semplicemente ci sono sport che lo consentono ancora meno di altri.

Quello che, per me, rende "speciale" il rugby è l'enfatizzazione dell'aspetto di squadra, del non poter mimare/simulare/fingere praticamente nulla.

Ps. non è vero che potremmo paragonare l'Italia al Frosinone, perché fuori dal sei nazioni vinciamo facile con tutte e ce la giochiamo con le tradizionali squadre del pacifico.

PPS. è chiaro che a livello di professionismo tu devi inseguire il risultato, ma questo è un discorso che non si applica al tifoso che va a vedere lo sport che gli piace ed è bella pe lui sì!
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: kelly slater - 10 Mar 2019, 19:12
Tutti gli sport di squadra non possono reggersi esclusivamente sulle giocate individuali, questo mi pare abbastanza ovvio.

Semplicemente ci sono sport che lo consentono ancora meno di altri.

Quello che, per me, rende "speciale" il rugby è l'enfatizzazione dell'aspetto di squadra, del non poter mimare/simulare/fingere praticamente nulla.

Perchè scusa nel volley che puoi simulare?
E nel basket?
E mi sfugge il perchè il calcio sia meno sport di squadra, nonostante IB ci abbia provato non l'ho capito.
Secondo me nel calcio si tende a mitizzare l'individualitá del campione, ma a conti fatti nella realtá la squadra conta sempre molto di piú.
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: Lativm88 - 10 Mar 2019, 19:57
Perchè scusa nel volley che puoi simulare?
E nel basket?
E mi sfugge il perchè il calcio sia meno sport di squadra, nonostante IB ci abbia provato non l'ho capito.
Secondo me nel calcio si tende a mitizzare l'individualitá del campione, ma a conti fatti nella realtá la squadra conta sempre molto di piú.

Sì, no, forse. E anche chissenefrega  :=)) io stavo parlando di ciò che rende, per me, questo  sport il più affascinante in assoluto.
Mi piace affrontare col corpo l'avversario che sia più grande o più piccolo, mi piace non poter passare il pallone in avanti e mi piace sapere che i miei compagni non lasceranno che io venga calpestato.
Non ho mai fatto nessuna scala di importanza di sport, non mi interessa farla, ma ho la mia preferenza.
Oltretutto siamo sempre OT su sto topic  :beer:

Tornando in tema, sperando di restare in tema, la Francia ha fatto una partita abbastanza scadente in Irlanda vedremo se con noi sarà una partita equilibrata
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: italicbold - 10 Mar 2019, 20:17
E mi sfugge il perchè il calcio sia meno sport di squadra, nonostante IB ci abbia provato non l'ho capito.

Comecapita spesso la discussione prende un abbrivio estremizzante, in quello che scrivo non c'é un giudizio di favore o di sport migliore o peggiore. Non c'é una classifica a chi ce l'ha più lungo  :). Estremizzare é sempre complicato, non volevo ridurre il calcio, volevo parlare del ruolo del collettivo del rugby. E' evidente che in ogni gioco di squadra il collettivo ha la sua importanza.
Qualsiasi sport.
Pero' ci sono sport in cui la presenza di un fuoriclasse, all'interno di un collettivo, puo' cambiare gli equilibri di una partita, o di un campionato del mondo con minore o maggiore efficacia.
Nery Pumpido, José Luis Brown, José Luis Cuciuffo, Oscar Ruggeri, Julio Olarticoechea, Ricardo Giusti, Sergio Batista, Jorge Burruchaga, Héctor Enrique, Jorge Valdano.
A questo collettivo se non aggiungi Maradona é difficile che porta a casa la coppa del mondo 1986. Probabilmente neanche arriva lontano.
E' Diego Maradona che sublima il tutto in alcune azioni che sono restate nella storia del calcio mondiale. Anticipo la risposta, gli altri non erano pippe, erano onesti giocatori, di cui nessuno, a parte la loro partecipazione a quel mondiale ha fatto la storia del calcio mondiale. Dovevano fare il loro dovere perché poi c'era Diego che, praticamente da solo, risolveva i quarti con l'Inghilterra e la semifinale col Belgio.
Questo nel rugby é praticamente impossibile. Perché il gioco di squadra é tutto. Praticamente tutto.
E questo non vuol dire che é uno sport migliore o peggiore.

Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: kelly slater - 10 Mar 2019, 23:58
Sì, no, forse. E anche chissenefrega  :=)) io stavo parlando di ciò che rende, per me, questo  sport il più affascinante in assoluto.
Mi piace affrontare col corpo l'avversario che sia più grande o più piccolo, mi piace non poter passare il pallone in avanti e mi piace sapere che i miei compagni non lasceranno che io venga calpestato.

Ma tu lo pratichi il rugby?
No perchè secondo me deve essere molto divertente da praticare, mi sfugge il divertimento di seguirlo.
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: kelly slater - 11 Mar 2019, 00:04
Ib due cose:

1 stai citando il giocatore piu forte di tutti i tempi, un fenomeno irripetibile e ineguagliabile ( non me parlate di cr7 o di messi, non scherziamo proprio ).

2 se nel rugby passi la palla a uno superveloce bravissimo a dribblare che si fa x metri sgusciando via come un'anguilla e fa meta non è la stessa cosa del campione di calcio che fa gol con azioni e tiri eccezionali?
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: Lativm88 - 11 Mar 2019, 00:22
Ma tu lo pratichi il rugby?
No perchè secondo me deve essere molto divertente da praticare, mi sfugge il divertimento di seguirlo.

Sì e di conseguenza mi piace anche seguirlo.
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: Lativm88 - 11 Mar 2019, 00:33
Ib due cose:

1 stai citando il giocatore piu forte di tutti i tempi, un fenomeno irripetibile e ineguagliabile ( non me parlate di cr7 o di messi, non scherziamo proprio ).

2 se nel rugby passi la palla a uno superveloce bravissimo a dribblare che si fa x metri sgusciando via come un'anguilla e fa meta non è la stessa cosa del campione di calcio che fa gol con azioni e tiri eccezionali?

La differenza sta nel fatto, come ha detto italic, che puoi anche passare in vantaggio con la giocata del campione, ma una meta a zero non vuol dire assolutamente nulla.
Non puoi fare melina dopo essere passato in vantaggio o sperare che gli altri siano sfortunati nelle conclusioni.

Se loro sono più forti prima o poi ti recuperano, tanto più che su 15 uno degli avversari, prima o poi, te lo butta giù il campione e dovrai fare affidamento sui 14 restanti.

Questo non vuol dire che una squadra più scarsa non possa batterne una più forte ma la differenza deve essere fatta dal collettivo (nel bene per i primi, nel male per i secondi)


Aggiungo: è uno sport dove, rispetto a molti altri, ci si stanca di più a stare in difesa che in attacco, perché i placcaggi sono dispendiosi, quindi se passi tutto il tempo in difesa ad un certo punto cedi fisicamente.
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: italicbold - 11 Mar 2019, 08:51
2 se nel rugby passi la palla a uno superveloce bravissimo a dribblare che si fa x metri sgusciando via come un'anguilla e fa meta non è la stessa cosa del campione di calcio che fa gol con azioni e tiri eccezionali?

Puo' capitare, ma spesso é il risultato di un lavoro di gruppo degli altri giocatori che hanno "consumato" la difesa avversaria.
Il rugby, in difesa, é spesso la chiusura degli spazi dove, appunto, possono passare i giocatori. Molto spesso, da spettatore, puo' sembrare abbastanza noioso la ripetizione di pick and go, ovvero di prime linee che, in attacco, prendono il pallone da una mischia e vanno al contatto con la difesa, magari solo pr un metro. Ma sul piano del gioco é fondamentale, perché serve a usurarla.
A "consumare" appunto difensori. Fino a che non si aprono "porte" dove un trequarti (spesso il piccoletto veloce prima dell'arrivo di Lomu) si infila e corre verso la linea di meta.
Il paradosso del rugby, a mio avviso, é che é uno sport dall'aspetto estremamente duro, di contatto, di confronto fisico anche aspro, ma profondamente cerebrale. Di istintivo c'é veramente poco. Quando si gioca si deve sempre riflettere e calcolare. Anche quando placchi un gigante di 100 chili che ti viene addosso devi avere tutte le lucine accese, per avere la buona posizione del corpo (senno' puoi farti male), per cercare di farlo cadere dalla parte che consentirebbe a un tuo eventuale compagno di poter recuperare il pallone (perché tu non puoi farlo, anche se é la cosa più naturale che vorresti fare), una volta placcato devi lasciare immediatamente l'avversario, cercare di cadere tu dalla parte giusta, tentare di uscire eventualmente dalla zona di placcaggio per non fare fallo. E poi, se sei sotto una marea umana, aspettare che il pallone sia giocato e quindi ripartire per un altro placcaggio. E' evidente che in tutti gli sport bisogna riflettere, la tattica di gioco esiste nel calcio, nella pallavolo, nell'hockey, nel basket. La differenza del rugby, a mio avviso, é che tutte queste riflessioni le devi fare nel momento in cui il tuo corpo é sollecitato fisicamente ad altissimo livello.
Nel rugby quasi nulla é lasciato al caso. Forse, l'unica cosa che é aleatoria nel rugby é il ribalzo di un pallone ovale.
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: kelly slater - 11 Mar 2019, 13:52
Puo' capitare, ma spesso é il risultato di un lavoro di gruppo degli altri giocatori che hanno "consumato" la difesa avversaria.
Il rugby, in difesa, é spesso la chiusura degli spazi dove, appunto, possono passare i giocatori. Molto spesso, da spettatore, puo' sembrare abbastanza noioso la ripetizione di pick and go, ovvero di prime linee che, in attacco, prendono il pallone da una mischia e vanno al contatto con la difesa, magari solo pr un metro. Ma sul piano del gioco é fondamentale, perché serve a usurarla.
A "consumare" appunto difensori. Fino a che non si aprono "porte" dove un trequarti (spesso il piccoletto veloce prima dell'arrivo di Lomu) si infila e corre verso la linea di meta.
Il paradosso del rugby, a mio avviso, é che é uno sport dall'aspetto estremamente duro, di contatto, di confronto fisico anche aspro, ma profondamente cerebrale. Di istintivo c'é veramente poco. Quando si gioca si deve sempre riflettere e calcolare. Anche quando placchi un gigante di 100 chili che ti viene addosso devi avere tutte le lucine accese, per avere la buona posizione del corpo (senno' puoi farti male), per cercare di farlo cadere dalla parte che consentirebbe a un tuo eventuale compagno di poter recuperare il pallone (perché tu non puoi farlo, anche se é la cosa più naturale che vorresti fare), una volta placcato devi lasciare immediatamente l'avversario, cercare di cadere tu dalla parte giusta, tentare di uscire eventualmente dalla zona di placcaggio per non fare fallo. E poi, se sei sotto una marea umana, aspettare che il pallone sia giocato e quindi ripartire per un altro placcaggio. E' evidente che in tutti gli sport bisogna riflettere, la tattica di gioco esiste nel calcio, nella pallavolo, nell'hockey, nel basket. La differenza del rugby, a mio avviso, é che tutte queste riflessioni le devi fare nel momento in cui il tuo corpo é sollecitato fisicamente ad altissimo livello.

Grazie della spiegazione, molto interessante.
Poi se non altro ho capito perchè non mi piace: tutto quel contatto fisico, quella sollecitazione del corpo, quella violenza compressa mi allontanano istintivamente, sarà che sono sempre stato magro e comunque poco portato per lo scontro fisico.
E di conseguenza non mi riesco neanche a immedesimare nel rugbysta.
Mi pare di capire che per essere un bravo rugbysta hai bisogno del cervello, ma senza il fisico adatto col cervello non ce fai niente.
Mentre nel calcio pure se sei una formica come Giovinco puoi fare le magie.
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: Lativm88 - 11 Mar 2019, 14:27
Il molto recente passaggio al professionismo, parlando di rugby union perché la League lo fece molto prima, ha enfatizzato molto l'aspetto fisico del gioco.

Ovviamente si vedono sempre più dei bestioni che corrono come centimetristi però abbiamo diversi esempi di giocatori "minuti" che hanno giocato ad altissimi livelli. Dipende molto dal ruolo.

Mi vengono in mente Shane Williams, Stringer, lo stesso Johnny wilkinson.
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: italicbold - 11 Mar 2019, 14:34
Beh, é un po' il problema del rugby moderno. L'iperfisicità. Da cui appunto i problemi di salvaguardia della salute degli atleti.
Da sempre una delle qualità del rugby era che c'era uno spazio/ruolo per chiunque con qualunque fisico.
Sei cicciottello ? Vai in prima linea, sei uno spilungone ? Vai in seconda, sei robustello e veloce ? Vai in terza, sei gracilino ma corri veloce ? Allora vai a estremo o all'ala. Oggi, appunto, soprattutto a livello professionistico ormai sono tutte montagne di 190 cm x 100 chili che corrono come il vento. Spesso anche grazie a pratiche di allenamento non del tutto chiare. E questo sta provocando forti reazioni da parte di numerosi osservatori che chiedono a gran voce una regolamentazione in tal senso.
Anche perché, come ho scritto ieri, cominciano ad essere parecchi i giocatori che smettono presto per problemi neurologici.

Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: Lativm88 - 11 Mar 2019, 22:51
Beh, é un po' il problema del rugby moderno. L'iperfisicità. Da cui appunto i problemi di salvaguardia della salute degli atleti.
Da sempre una delle qualità del rugby era che c'era uno spazio/ruolo per chiunque con qualunque fisico.
Sei cicciottello ? Vai in prima linea, sei uno spilungone ? Vai in seconda, sei robustello e veloce ? Vai in terza, sei gracilino ma corri veloce ? Allora vai a estremo o all'ala. Oggi, appunto, soprattutto a livello professionistico ormai sono tutte montagne di 190 cm x 100 chili che corrono come il vento. Spesso anche grazie a pratiche di allenamento non del tutto chiare. E questo sta provocando forti reazioni da parte di numerosi osservatori che chiedono a gran voce una regolamentazione in tal senso.
Anche perché, come ho scritto ieri, cominciano ad essere parecchi i giocatori che smettono presto per problemi neurologici.

Senza arrivare ai problemi neurologici ogni mondiale/sei nazioni le squadre partecipanti hanno decine e decine di infortunati. L'Inghilterra ha fatto la tournée con 15 titolari infortunati.

È una cosa piuttosto recente questa però, al di là del logorio fisico di questo sport non è mai stato normale avere tutti questi infortuni.
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: UnDodicesimo - 12 Mar 2019, 07:24
OT

se anche nel rugby si fanno le cose zozze pur di vincere senza che ci siano tutti i soldi che ci sono nel calcio, allora forse il problema del calcio non sono tutti i soldi che ci sono.

fine OT
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: Nesta idolo - 13 Mar 2019, 00:25
OT

se anche nel rugby si fanno le cose zozze pur di vincere senza che ci siano tutti i soldi che ci sono nel calcio, allora forse il problema del calcio non sono tutti i soldi che ci sono.

fine OT
Infatti non è unicamente il fattore soldi, è un elemento significativo ma ce ne sono altri, a partire da quello individuale.
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: UnDodicesimo - 13 Mar 2019, 07:22
Infatti non è unicamente il fattore soldi, è un elemento significativo ma ce ne sono altri, a partire da quello individuale.

sono convinto che anche il fattore soldi e' una conseguenza dell'elemento individuale, ergo l'appunto. ma come detto siamo OT.

era giusto una cosa che mi era venuta in mente pensando alle tante discussioni sulla 'rovina di certi sport' e la nobilta' di altri che ogni tanto si fanno.
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: Nesta idolo - 13 Mar 2019, 10:06
sono convinto che anche il fattore soldi e' una conseguenza dell'elemento individuale, ergo l'appunto. ma come detto siamo OT.

era giusto una cosa che mi era venuta in mente pensando alle tante discussioni sulla 'rovina di certi sport' e la nobilta' di altri che ogni tanto si fanno.
Il fattore economico per come la vedo io è un elemento che si aggiunge all'appagamento personale, al superamento degli altri.
Spesso ed è brutto dirlo, vuol dire anche gareggiare ad armi pari con i propri competitors.
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: UnDodicesimo - 13 Mar 2019, 14:29
Il fattore economico per come la vedo io è un elemento che si aggiunge all'appagamento personale, al superamento degli altri.
Spesso ed è brutto dirlo, vuol dire anche gareggiare ad armi pari con i propri competitors.

ho l'impressione che stiamo parlando di cose diverse e la mia come detto e' OT, per la chiudo qui  :beer:
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: Lativm88 - 16 Mar 2019, 13:08
Tra poco inizia l'ultima giornata!

Ieri ho visto l'u20 perdere 31 a 35 contro i campioni del mondo in carica francesi. Belle cose ma tante stupidaggini gratuite. Speriamo che già il prossimo anno i ragazzini passino di livello in club più ambiziosi.
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: Tarallo - 16 Mar 2019, 15:28
Giocheremo su un campo demmerda ma se non altro ne è valsa la pena :sisisi:
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: chuck6 - 16 Mar 2019, 15:48
Stai a fa du [...]...
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: Tarallo - 16 Mar 2019, 15:57
Oh, ho urtato la sensibilità. Povero, mi dispiace. Speriamo che intervengano i moderatori.
Nel frattempo possiamo fare pace nel mitico terzo tempo.
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: Il nostro Giorgione - 16 Mar 2019, 16:13
In effetti, non vorrei trollare, ma sto cazzo de rugby 24 ore prima di una partita decisiva della Lazio è una trojata che ce rompe bene bene i marroni. Speriamo proprio che alla fine  non incida sul nostro risultato. Viva il rugby, eh, ma magari 6 anni luce dopo la Lazio.
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: kelly slater - 16 Mar 2019, 16:32
Giocheremo su un campo demmerda ma se non altro ne è valsa la pena :sisisi:

Beh dai abbiamo perso solo 25 a 14, te l'hanno giá spiegato che perdere bene nel rugby è cmq una bella soddisfazione.
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: Tarallo - 16 Mar 2019, 16:36
MegaOTdicuimiscuso

Stamattina dal macellaio (abito in Francia, in una città rugbistica) cominciano a parlare di Italia Francia di cui mi ero ovviamente scordato. Dopo averci insultato malgrado la schifezza di torneo che hanno fatto, sono passati all'insulto del calcio, almeno, vòi mette, non siamo quella pupazzata di sport (se si fa schifo al 6 nazioni si può sempre insultare il calcio). Il giovane macellaio sa che sono italiano e mi chiede la mia opinione, ovviamente rispondo che non sono degno di parlare di rugby e il calcio non è degno di far parte delle loro conversazioni quindi non c'era molto da dire.
L'arroganza dei francesi sommata all'arroganza di uno sport che si sente speciale e superiore. La banca bruciata stamattina a Parigi deve aver ospitato una discussione simile.

EndMegaOTdicuimiscuso
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: kelly slater - 16 Mar 2019, 16:43
Io oggi invece chiacchierando sotto casa con dei fans rugbystici (con tanto di Peroni da 66 in mano) ho scoperto che il nostro allenatore è irlandese.
L'abbiamo preso straniero perchè ce fa vince?
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: chuck6 - 16 Mar 2019, 16:55
Quanta brillantezza, che acume!
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: Tarallo - 16 Mar 2019, 16:56
Occhio ks che ce menano, altro che terzo tempo. Questi so grossi.
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: kelly slater - 16 Mar 2019, 17:45
Occhio ks che ce menano, altro che terzo tempo. Questi so grossi.

Terzo tempo!!!!  :beer:
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: yap1981 - 16 Mar 2019, 19:04
Io oggi invece chiacchierando sotto casa con dei fans rugbystici (con tanto di Peroni da 66 in mano) ho scoperto che il nostro allenatore è irlandese.
L'abbiamo preso straniero perchè ce fa vince?
Non abbiamo un allenatore italiano in pratica da quando giochiamo il 6 nazioni, e anche negli anni 90 per lo piu' gli allenatori erano francesi.
Pure nei club non e' che la situazione sia diversa, quasi sempre sono stranieri, probabilmente non abbiamo ancora una scuola di allenatori che sia competitiva a livello internazionale.
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: italicbold - 16 Mar 2019, 19:26
Io oggi invece chiacchierando sotto casa con dei fans rugbystici (con tanto di Peroni da 66 in mano) ho scoperto che il nostro allenatore è irlandese.
L'abbiamo preso straniero perchè ce fa vince?

E' il seguito di quello che ho scritto mia settimana scorsa.
Il rugby é, paradossalmente un gioco di scacchi giocato da 15 bestioni. Se fai caso gli allenatori spesso sono sulle tribune e non in campo. Per vedere tutti gli spostamenti, i movimenti dei giocatori, degli attacchi e delle difese. Quando li inquadrano ci sono sempre almeno 2 o 3 collaboratori con i computer che analizzano una fraccata di informazioni in tempo reale grazie anche all'analisi di ogni singolo giocatore che ha, dietro la maglietta, spesso un cantore GPS.
A quei livelli essere un allenatore richiede una formazione e una competenza, la sua e quella dei suoi collaboratori che, al momento, in Italia ancora non c'é.

Beh dai abbiamo perso solo 25 a 14, te l'hanno giá spiegato che perdere bene nel rugby è cmq una bella soddisfazione.

No, oggi personalmente m'é di parecchio roduto il culo.
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: Tarallo - 16 Mar 2019, 23:21
Si ma calma :lol:
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: Lativm88 - 17 Mar 2019, 03:31
Molto semplice. Una banda di buontemponi che devono venire a trollare su di un topic che non ha, per fortuna, nulla a che vedere con loro ed il cui contributo,ogni anno, è riassumibile in "aho che palle" e "nun vincete mai".

Grazie delle perle che inanellate con tanta disinvoltura.

Alla fine, per quanto mi riguarda, mi sono passato una bella giornata in compagnia "degli altri cinque" a parlare di sport e farmi na decina di birre. Bella pe me.
E bella pe voi.

E del prato dell'Olimpico mi frega quasi cazzi.
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: Tarallo - 17 Mar 2019, 07:11
Ami il rugby più della Lazio. Non c'è niente di male, ma trovati un altro forum.
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: Tarallo - 17 Mar 2019, 07:30
Sento di dover qualificare il post precedente. Un forum è un posto in cui si scambiano opinioni. Io ho odiato il 6 nazioni ogni volta che la Lazio giocava subito dopo, per i rischi di infortunio che può provocare e anche l'impatto sulla qualità del gioco, in particolare quando si gioca contro squadre tecnicamente inferiori e quindi le condizioni del terreno agiscono da livella tecnica. Fosse stato il tennis, il polo o gli scacchi, li avrei odiati altrettanto.
Questo è il solo motivo per cui sono entrato in questo topic. Tocca la Lazio. Se no ma stigrancazzi.
Uno a cui non importa questa cosa per me semplicemente ha a cuore altro più della Lazio. Chiunque, qui dentro, abbia a cuore altro (nello sport) più della Lazio deve andarsene a fare in culo, mia opinione personalissima e assolutamente irrilevante ai fini della permanenza o meno sul forum di chiunque, e lo incalzerò fino a che non cacceranno me.
E ai troll, se non sono il frutto della nostra vivida imnaginazione, si risponde ignorandoli.

Forse così è più chiaro.
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: italicbold - 17 Mar 2019, 08:58
La questione é sempre una questione di forma.
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: Omar65 - 17 Mar 2019, 10:00
MegaOTdicuimiscuso

Stamattina dal macellaio (abito in Francia, in una città rugbistica) cominciano a parlare di Italia Francia di cui mi ero ovviamente scordato. Dopo averci insultato malgrado la schifezza di torneo che hanno fatto, sono passati all'insulto del calcio, almeno, vòi mette, non siamo quella pupazzata di sport (se si fa schifo al 6 nazioni si può sempre insultare il calcio). Il giovane macellaio sa che sono italiano e mi chiede la mia opinione, ovviamente rispondo che non sono degno di parlare di rugby e il calcio non è degno di far parte delle loro conversazioni quindi non c'era molto da dire.
L'arroganza dei francesi sommata all'arroganza di uno sport che si sente speciale e superiore. La banca bruciata stamattina a Parigi deve aver ospitato una discussione simile.

EndMegaOTdicuimiscuso

OT

Ma cambiare macellaio?
 :=))

oppure, i franzosi, come te giri te giri, so' tutti così?

Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: Lativm88 - 17 Mar 2019, 10:10
Ammesso che sia vero, sticazzi.

Poi l'amore per l'erba dello stadio davvero non so se possa superare quello per la Lazio o il rugby e come le cose si associano.  E qui ci va sticazzi al quadrato.

I troll sono quelli che entrano in un topic, se ne sbattono dello stesso, ripetono incessantemente la stessa cosa e alludono/fanno battute, in sintesi, scassano la minchia per il gusto di farlo pur avendo esaurito il materiale di discussione molto molto presto.

C'è qualcuno qui che ricorda questo profilo?

Ad ogni buon conto bisogna fare per forza una classifica: prima questo poi quello, o il calcio o fottiti etc.

E tutto questo perché non riescono a fare un calendario o delle infrastrutture per permettere a due eventi di coesistere in una capitale europea del 2019.

Tutta Questa acrimonia  per della fottuta erba. Sticazzi. Amo il rugby più del prato dell'olimpico,sicuro.

Ad ogni modo mi sarebbe piaciuto parlare della fine del torneo,chiaramente per i pochi sfigati cui la cosa interessa, parlare della partita dell'Italia di ieri perché chi è entrato a perculare un attimo dopo la fine della partita, evidentemente, o non l'ha vista o, legittimamente, del rugby non ama veramente nessun aspetto altrimenti se ne sarebbe guardato.

Avrei anche voluto parlare della supremazia discreta del Galles e della partita più bella degli ultimi anni come pareggione tra Scozia e Inghilterra.

Purtroppo no, a me è passata la voglia, gli altri non partecipano più ma abbiamo una interessantissima disamina sul manto di uno stadio, sugli orari pallosi di un evento che ci distrae dall'unica cosa che conta, sulle peroni e sulla classifica della posta del mio cuore sulla falsa riga e tenore "dell'ami più la mamma o papà?"

MAraviglioso (cit)



Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: kelly slater - 17 Mar 2019, 10:43
E' il seguito di quello che ho scritto mia settimana scorsa.
Il rugby é, paradossalmente un gioco di scacchi giocato da 15 bestioni. Se fai caso gli allenatori spesso sono sulle tribune e non in campo. Per vedere tutti gli spostamenti, i movimenti dei giocatori, degli attacchi e delle difese. Quando li inquadrano ci sono sempre almeno 2 o 3 collaboratori con i computer che analizzano una fraccata di informazioni in tempo reale grazie anche all'analisi di ogni singolo giocatore che ha, dietro la maglietta, spesso un cantore GPS.
A quei livelli essere un allenatore richiede una formazione e una competenza, la sua e quella dei suoi collaboratori che, al momento, in Italia ancora non c'é.

Scusa posso dire una cosa da profanissimo ( ma ho iniziato a vedermi gli highlights ed è già un passo avanti) ?
Prendiamo un allenatore italiano, magari meno avanzato tecnologicamente, meno preparato scientificamente ma che gli trasmetta un orgoglio, una cazzimma, uno che come si dice in gergo calcistico li appiccica al muro (certo viste le botte che se danno capisco che non è sto gran spauracchio, però...)
Tanto peggio di così che ci può succedere?

Io l'allenatore mercenario delle nazionali, anche nel calcio, non lo capisco proprio.
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: kelly slater - 17 Mar 2019, 10:49

Purtroppo no, a me è passata la voglia


Si però il 90% del tuo rodimento è dovuto al fatto che ieri, nonostante l'Italia abbia giocato meglio della Francia, hai perso uguale.
Stacce.
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: Lativm88 - 17 Mar 2019, 11:00
Si però il 90% del tuo rodimento è dovuto al fatto che ieri, nonostante l'Italia abbia giocato meglio della Francia, hai perso uguale.
Stacce.

Hahaha. Certo. Infatti tornando a casa assieme alle ragazze e ragazzi scozzesi, inglesi e gallesi con  cui ho condiviso la partita è le birre mi sono davvero lasciato andare ad atti di vandalismo cittadino.

Mi scoccia aver perso, ovvio.
Mi scoccia che stai qua a passare il tempo e rompe il cazzo? No, mi fa una gran tenerezza.
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: MisterFaro - 17 Mar 2019, 11:06
Po' esse che a me da profano, a volte anche indispettito dall'esaltazione di tutto ciò che non è calcio, interessa leggere qui dentro, in questa board marginale, di come amici laziali vivono la loro passione per questo sport?

E po' esse che vi siete allooppati e ormai anche battute che a me sembrano simpatiche vi fanno incaxxare a manetta e si reagisce di conseguenza?

Posso chiedere a chi più a chi meno di fare qualche passo indietro?

Grazie
MisterFaEcumenico
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: kelly slater - 17 Mar 2019, 11:13
Mi scoccia che stai qua a passare il tempo e rompe il cazzo? No, mi fa una gran tenerezza.

Ma guarda che io sono onesto: l'ho detto da subito che a me il rugby non piace, però sto facendo uno sforzo per capirlo, per capirne di più, e ringrazio Italic che ci sta mettendo tanta pazienza per spiegarmelo.
Ripeto: non sono un  nazionalista spinto, anzi.
Però visto che c'è il problema dell'erba del campo mi piacerebbe che almeno ogni tanto vinciamo, almeno sta cosa ha un senso.
Pur non essendo fan del rugby me pò rode er culo pure un po a me che non vinciamo na partita dal 2015 e pigliamo il quarto cucchiaio di legno consecutivo?
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: Lativm88 - 17 Mar 2019, 12:15
Ma guarda che io sono onesto: l'ho detto da subito che a me il rugby non piace, però sto facendo uno sforzo per capirlo, per capirne di più, e ringrazio Italic che ci sta mettendo tanta pazienza per spiegarmelo.
Ripeto: non sono un  nazionalista spinto, anzi.
Però visto che c'è il problema dell'erba del campo mi piacerebbe che almeno ogni tanto vinciamo, almeno sta cosa ha un senso.
Pur non essendo fan del rugby me pò rode er culo pure un po a me che non vinciamo na partita dal 2015 e pigliamo il quarto cucchiaio di legno consecutivo?

Se fosse un topic sul giardinaggio potrei anche seguire la tua linea e condividere il tuo pollice verde ma, purtroppo, non essendolo mi interessa poco.

Ad ogni buon conto meno male che c'è google se no molto di quello che hai scritto te lo dovevi inventare. Peccato che usi male la search bar perché l'Italia ha vinto più recentemente del 2015 una partita di rugby, non nel Sei Nazioni, ma un test match (ndr non ci sono amichevoli nel rugby). Digitando meglio sapresti anche che la giovanile arrivava a questo Sei nazioni da 3 vittorie consecutive, che quest'anno è arrivata sopra la scozia e che la femminile (gioca oggi) ha la possibilità di arrivare seconda nel torneo.


Proseguo: Mi è davvero difficile cercare un punto di incontro con te, per tua ammissione non ti piace lo sport né lo spirito che c'è dietro, non ne conosci le regole, guardi solo gli highlights, digiti su google qualche info qua e là e vieni qua o su topic sugli sport più vari a provocare con frasi autoconclusive sull'allenatore straniero che ti fa vincere, sullo sport più stupido del mondo etc.
Libero di scriverlo, ma per quanto io mi ci sforzi difficilmente riesco a trovare qualcosa, qualche considerazione tecnica sullo sport da condividere con te perché puoi pure usare qualche tattica da forum e passare per genuinamente interessato/svagato/involontariamente ironico ma sappiamo entrambi che il tuo scopo, così facendo, è passare quella mezz'oretta di tempo per apparire come ganzo su di un forum online il ché, lasciamelo dire, superati i 14 anni è una cosa piuttosto tenera  :beer:

Ma ci voglio provare, proviamo!
Assumo che non sei mai stato ad una partita del Sei Nazioni, vacci.
Vanne a vedere una, meglio ancora sarebbe andarsene a vedere una in una città tipo Edinburgo o Dublino. Anzi, invito tutti quelli che non sanno una mazza di rugby, per sfizio, ad andare a vedere una partita di questo torneo e di scambiare due chiacchiere con gli altri tifosi italiani o stranieri che ci sono. Poi mi dite.
Purtroppo Roma non offre la stessa emozione (parlo di quella perché lì sono stato) di Dublino quando si viene al Sei Nazioni. Ragazzi... è stata una delle cose migliori che ho fatto in vita, perché la partita è solo la scusa di condividere la passione dello sport. Frase fatta? Può essere. Voi andateci e poi mi direte. Voi mettetevi una maglietta dell'italia ed andate a Dublino la settimana, non il giorno, la settimana della partita di Sei Nazioni e poi mi direte.

Proviamo con un altro approccio ancora, quello tecnico tattico del gioco.
Vedi l'Italia, con il suo coach, al di là della lunga marcia che serve per far sì che un movimento intero, di nicchia, faccia breccia nel cuore dei ragazzi e delle ragazze ha il problema di lavorare più che sulla partita in sé su due cose fondamentali nel rugby:
Tenuta atletica / fondamentali.

La tenuta atletica è quella che ti permette di reggere ottanta minuti di tempo reale (non 90 farlocchi) prendendosi dei pullman in faccia e qui l'Italia, a differenza degli anni scorsi, c'è.

CI sono poi i fondamentali che sono: 1) le fasi del gioco come touche, mischia ordinata 2) i placcaggi 3) la trasmissione avanti/trequarti.

Ecco se lavori sulle basi, sulle fondamenta del gioco, devi farlo con la costanza necessaria e sacrificando anche il risultato immediato.


Personalmente sono soddisfatto di O'Shea e secondo me potrà, se la federazione vorrà seguirlo a prescindere dalla voglia di avere un capro espiatorio, fare solo che bene al movimento.


Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: kelly slater - 17 Mar 2019, 14:25
Se fosse un topic sul giardinaggio potrei anche seguire la tua linea e condividere il tuo pollice verde ma, purtroppo, non essendolo mi interessa poco.

Ad ogni buon conto meno male che c'è google se no molto di quello che hai scritto te lo dovevi inventare. Peccato che usi male la search bar perché l'Italia ha vinto più recentemente del 2015 una partita di rugby, non nel Sei Nazioni, ma un test match (ndr non ci sono amichevoli nel rugby). Digitando meglio sapresti anche che la giovanile arrivava a questo Sei nazioni da 3 vittorie consecutive, che quest'anno è arrivata sopra la scozia e che la femminile (gioca oggi) ha la possibilità di arrivare seconda nel torneo.

Allora io voglio leggere tutto quanto il tuo lungo post e lo faró, ma pet ora mi sono fermato qua .
Non ho fatto nessuna google search, come scritto sopra ho visto gli HIGHLIGHTS e durante gli highlights il commentatore diceva che nel sei nazioni ( sto topic è o no sul sei nazioni MASCHILE? ) l'Italia non vince dal 2015 e ha preso 4 cucchiai di legno consecutivi .
Ha detto na cazzata?

Poi possiamo sempre fa che quando lo juventino ti sfotte perchè hai vinto poco gli puoi rispondere che la squadra femminile under 16 della Lazio ha battuto 4-1 la Juve nel test match del torneo birra ichnusa,  ma avrebbe senso?
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: italicbold - 17 Mar 2019, 14:33
Scusa posso dire una cosa da profanissimo ( ma ho iniziato a vedermi gli highlights ed è già un passo avanti) ?
Prendiamo un allenatore italiano, magari meno avanzato tecnologicamente, meno preparato scientificamente ma che gli trasmetta un orgoglio, una cazzimma, uno che come si dice in gergo calcistico li appiccica al muro (certo viste le botte che se danno capisco che non è sto gran spauracchio, però...)
Tanto peggio di così che ci può succedere?

Io l'allenatore mercenario delle nazionali, anche nel calcio, non lo capisco proprio.

E' uno sport professionistico, quindi la parola mercenario é abbastanza evidente.
E' ovvio che lo faccia per soldi. Sono professionisti.
Come ho già scritto il rugby é uno sport estremamente complesso in cui l'aspetto fisico é evidentissimo ma non l'unico. Il lato tattico é fondamentale, moltiplicato per le varie fasi di gioco. Dall'attacco alla difesa passando per la touche, la mischia e tutte le tipologie di fasi.
Anni fa lessi di un giocatore italiano che aveva appena firmato per una squadra inglese e al suo arrivo aveva ricevuto un librone di almeno 100 pagine, con tutte le strategie, gli schemi che doveva imparare a memoria prima del primo allenamento. Questo fa si anche che spesso, se é vero che c'é un head coach, é difficile che faccia tutto da solo. C'é l'allenatore della difesa (fondamentale), l'allenatore dell'attacco, quello della mischia, quello della touche e, manca crudelmente all'Italia, anche quello dei calci piazzati. Al momento non c'é una personalità italiana che possa catalizzare tutte queste necessità. Arriverà, ma per ora non si vede.
Sulla cazzimma, personalmente credo che, come nel calcio abbia un suo valore relativo. Se manca il resto ci fai poco. Anzi, spesso l'aggressività per l'aggressività senza riflessione ti porta a fare errori e i tuoi avversari non te lo perdonano.

Sul nazionalismo, nel rugby bisogna far una discussione a parte. A differenza degli altri sport la nazionale non rappresenta il paese ma la federazione*. E questa differenza non é cosi sottile.
I criteri per essere eleggibile sono molto più blandi che nel calcio. Non é obbligatorio avere il passaporto. Basta aver giocato in un paese, mi sembra, per 3 anni consecutivi e si può giocare per la rappresentativa della federazione. Questo fa si che le varie nazionali siano piene di giocatori nati e cresciuti altrove. Anche le migliori. Anzi, soprattutto le migliori. l'Italia, forse, é una di quelle che ne utilizza di meno.

* La spiegazione di questa anomalia é molto semplice, la federazione Irlandese di Rugby, al momento dell'indipendenza dell'Eire caso unico scelse di non separarsi in due e di continuare a rappresentare tutte le province dell'isola. Quindi anche l'Irlanda del Nord. Questo fa si che nell'Irlanda giocano giocatori Irlandesi e nordirlandesi (come ad esempio il capitano Rory Best). L'effetto di questa cosa si ha anche negli inni. L'inno della repubblica d'Irlanda viene suonato solo quando l'Irlanda gioca a Dublino. In trasferta l'inno che viene suonato é un inno scritto apposta per il rugby.
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: rimski orel - 17 Mar 2019, 14:38
Ho paura che inizieranno a chiamarlo Torneo delle 5+1 nazioni
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: Lativm88 - 17 Mar 2019, 14:52
Allora io voglio leggere tutto quanto il tuo lungo post e lo faró, ma pet ora mi sono fermato qua .
Non ho fatto nessuna google search, come scritto sopra ho visto gli HIGHLIGHTS e durante gli highlights il commentatore diceva che nel sei nazioni ( sto topic è o no sul sei nazioni MASCHILE? ) l'Italia non vince dal 2015 e ha preso 4 cucchiai di legno consecutivi .
Ha detto na cazzata?

Poi possiamo sempre fa che quando lo juventino ti sfotte perchè hai vinto poco gli puoi rispondere che la squadra femminile under 16 della Lazio ha battuto 4-1 la Juve nel test match del torneo birra ichnusa,  ma avrebbe senso?

No, non hai detto Na cazzata. È così. Nel sei nazioni maschile maggiore non vinciamo dal 2015.
Manco però il titolo del topic è 6 nazioni maschile maggiore.

E  visto che la discussione qua sopra è virata più volte sulla legittimità della presenza dell'Italia nel torneo mi sono sentito in diritto di riportare informazioni circa tutto ciò che riguarda il torneo anche a livello giovanile (che ci si auspica possa essere anche un buon modo per superare il ricambio generazionale) e a livello femminile come dato sulla situazione Dello stato dell'arte del movimento rugbystico italiano.

Ps. Dagli highlights, per curiosità,  durante la partita di ieri t'è sembrato mancasse più la fortuna o la cazzimma?

Possono chiamare il torneo come vogliono: 5+1, 4 e mezzo più un quarto, radice di 2. Possono anche fare titoli, come è successo ai francesi, come "vacanze romane" prima di venirsi a prendere la loro prima sconfitta in Italia  alla quale assistetti di persona con infinita goduria. Fortunatamente non cambia che il torneo, per ora, oltre a chiamarsi sei nazioni permette a tanti appassionati di divertirsi, a tanti ragazzi e ragazze di appassionarsi e a mostrare anche, permettetemi il paragone col calcio, che il pubblico che si vorrebbe per le partite di pallone rotondo (ah le famiglie, ah il clima disteso, ah il divertimento) già esiste, già c'è.
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: Lativm88 - 17 Mar 2019, 14:58
PS. tra le altre cose, purtroppo, credo che Ghiraldini abbia terminato anzitempo la sua avventura in nazionale e, forse, proprio come rugbista.
La rottura del crociato a 34 anni mi sa che non si recupera più.

Quest'anno ci saranno i mondiali in Giappone* e lì saluteremo anche Zanni e Parisse che, ieri, meritavano un congedo diverso dal Sei Nazioni per quello che sono stati in campo per l'Italia e per il rugby stesso.

*Ah sì magari apriamo un topic pure su quello quando sarà il momento! Prometto che non lo farò sul forum dei Kashima Antlers  :=))(scherzo eh)

Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: TheVoice - 17 Mar 2019, 15:59
No, non hai detto Na cazzata. È così. Nel sei nazioni maschile maggiore non vinciamo dal 2015.
Manco però il titolo del topic è 6 nazioni maschile maggiore.

E  visto che la discussione qua sopra è virata più volte sulla legittimità della presenza dell'Italia nel torneo mi sono sentito in diritto di riportare informazioni circa tutto ciò che riguarda il torneo anche a livello giovanile (che ci si auspica possa essere anche un buon modo per superare il ricambio generazionale) e a livello femminile come dato sulla situazione Dello stato dell'arte del movimento rugbystico italiano.

T'affanni troppo, imho.

Stasera guarderò l'ultima giornata del The players, poi, se iddio mi darà la forza, qualche Major, e la Ryder cup.

Pensi che mi verrà in mente di discuterne con gli appassionati di qui dentro?
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: italicbold - 17 Mar 2019, 17:18
Grazie alla Lazio che nel primo tempo ha chiuso la pratica e mi ha permesso ogni tanto di scivolare sul canale francese dove c'era Italia-Francia del 6 nazioni femminile. Poco eh, che la Lazio, pure sul 4 a 0 mi mette la tremarella, pero' nel giorno in cui Dorothée Wierer vince lo storico oro nel Biathlon, le ragazze della palla ovale giocano probabilmente la più bella partita della giovane storia di questo sport al femminile. Impressionanti, belle da veder giocare, come un cronografo hanno devastato le francesi, campioni uscenti, portando a casa anche il bonus offensivo e terminando seconde in classifica nel 6 nazioni femminili dopo aver battuto Scozia, Irlanda, Francia e pareggiando col Galles.
Solo l'inarrivabile Inghilterra é davanti a loro.
Belli da vedere anche le migliaia di tifosi e tifose che erano in tribuna al Plebiscito di Padova.
Emozionante l'immagine del coach delle ragazze azzurre, in lacrime come un bambino.
Bella immagine di sport. Che, spesso, in Italia, nei suoi risultati più importanti é declinato al femminile.
 
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: COLDILANA61 - 17 Mar 2019, 17:43
Sono assolutamente profano .

Di tutti gli amici amici , quasi amici , conoscenti , compagni di scuola , SOLO UNO giocava a Rugby .

Era il piu' grosso di tutti , 195 cm per oltre 100 kg.

Max in Serie B .

Poi allenatore .

Ad una rimpatriata a Venezia arrivo' tardi perche' DOVEVA vedere una partita del 6 nazioni .

Una volta sola a Milano in oltre 40 anni .

Doveva vedere Italia / Nuova Zelanda .

NON ho mai conosciuto uno piu' a digiuno di calcio . Zero Assoluto .

Credo che il rugby sia un mondo a parte .

Se non la smettete di litigare ve lo mando a cercarvi , e' ancora in forma splendida a 60 anni .  :=))

PS : abbiamo vinto nonostante il campo di patate .


Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: Lativm88 - 17 Mar 2019, 18:13
T'affanni troppo, imho.

Stasera guarderò l'ultima giornata del The players, poi, se iddio mi darà la forza, qualche Major, e la Ryder cup.

Pensi che mi verrà in mente di discuterne con gli appassionati di qui dentro?

Per carità magari hai ragione tu.
L'unica cosa che mi infastidisce, però, è la mancanza di rispetto anche di un piccolo spazio virtuale come questo.
Che danno arreca sto topic alla community non lo so.
Siamo cinque netter, a voler essere generosi, interessati alla discussione? Bene voglio solo il favore di non invadere senza motivo sto spazietto qua. Fine.

Del campo ti puoi lamentare tranquillamente nel topic Lazio-Parma (cosa che è stata fatta)perché  è quello lo spazio idoneo e infatti nessuno ha detto niente.

Ora me ne vo per la tangente:

Cominciai a giocare a rugby a 14 anni perché prima, giocando a basket, non avevo legato con quasi nessuno della nuova squadra dove mi sono trovato a militare. Oh non mi hanno passato la palla una volta in un quarto intero, poi ho scoperto uno sport dove non era possibile risolvere tutto da soli e mi ci sono affezionato.
Poi da quello ho notato che se sgarravi nel rispetto del compagno o dell'avversario prima ti menavano gli avversari e poi ti menava l'allenatore come un mio vecchio compagno di squadra che esultò all'errore degli avversari su calcio di punizione,non ha mica più giocato quella stagione.

Una volta ho fatto una battuta all'arbitro, Roba benevola, mi hanno girato il calcio contro, dato dieci metri di penalità ed il resto della partita me lo sono guardato dalla panchina. Per tutte queste cose mi piace parlare di sto sport, pure qua e quale migliore vetrina di uno dei tornei più prestigiosi al mondo? Altrimenti chi se inculerebbe di pezza?

Ps. Ma Bigiarelli un calcio ad un pallone lo ha mai dato? Chissà magari pure lui si sarà lamentato del fatto che alcuni atleti invece di concentrarsi sulla podistica si sono messi a pigliare a calci un pallone.

Fine OT  :beer:
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: italicbold - 17 Mar 2019, 18:19
PS : abbiamo vinto nonostante il campo di patate .

Sei sceso a controllare ?
Perché obiettivamente mi sembra che il terreno fosse in perfette condizioni.
Oddio il dubbio che ci fosse qualche zolla mi é venuto quando Lulic ha segnato su un tiro al volo da fuori area. Mi sono detto non é possibile, qualcosa ha spostato il pallone. In genere quelle palle le manda direttamente a Roccaraso.
 :lol: :lol:

Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: ronefor - 17 Mar 2019, 18:23
14 cucchiai in 19 anni un po' mi rode se posso senza urtare nessuno...
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: ronefor - 17 Mar 2019, 18:25
Sei sceso a controllare ?
Perché obiettivamente mi sembra che il terreno fosse in perfette condizioni.
Oddio il dubbio che ci fosse qualche zolla mi é venuto quando Lulic ha segnato su un tiro al volo da fuori area. Mi sono detto non é possibile, qualcosa ha spostato il pallone. In genere quelle palle le manda direttamente a Roccaraso.
 :lol: :lol:

Roccaraso sta dietro la Sud
Terminillo direi  :=))
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: italicbold - 17 Mar 2019, 18:28
Roccaraso sta dietro la Sud
Terminillo direi  :=))

Lui riesce a mandare il pallone sulla A24, poi é il pallone a decidere...
 :lol: :lol: :lol:
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: kelly slater - 18 Mar 2019, 00:21

Poi da quello ho notato che se sgarravi nel rispetto del compagno o dell'avversario prima ti menavano gli avversari e poi ti menava l'allenatore come un mio vecchio compagno di squadra che esultò all'errore degli avversari su calcio di punizione,non ha mica più giocato quella stagione.

Una volta ho fatto una battuta all'arbitro, Roba benevola, mi hanno girato il calcio contro, dato dieci metri di penalità ed il resto della partita me lo sono guardato dalla panchina.

Beh io ti devo ringraziare, perchè mentre IB mi stava facendo venire  dei dubbi affascinandomi anche su tutti gli aspetti tattico-scientifici dello sport tu invece mi hai aiutato a mettere a fuoco la mia avversione istintiva per il rugby.

Essendo anarchico individualista l'ambiente sociale che tu descrivi mi fa semplicemente orrore.
Ai miei occhi è una sorta di Brigata Folgore, un incubo orwelliano.
E ora capisco meglio anche il malcelato senso di superioritá di voi fans accaniti, vi sentite degli eletti, parte di un mondo perfetto, isola felice in un mondo corrotto e infido.
Ma siccome il mondo perfetto non esiste preferisco tutta la vita uno sport dove Stefan Radu al 120' di un quarto di finale je sbrocca all'arbitro, senza mediazioni.
Essere umani, non soldatini.
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: Lativm88 - 18 Mar 2019, 08:06
Beh io ti devo ringraziare, perchè mentre IB mi stava facendo venire  dei dubbi affascinandomi anche su tutti gli aspetti tattico-scientifici dello sport tu invece mi hai aiutato a mettere a fuoco la mia avversione istintiva per il rugby.

Essendo anarchico individualista l'ambiente sociale che tu descrivi mi fa semplicemente orrore.
Ai miei occhi è una sorta di Brigata Folgore, un incubo orwelliano.
E ora capisco meglio anche il malcelato senso di superioritá di voi fans accaniti, vi sentite degli eletti, parte di un mondo perfetto, isola felice in un mondo corrotto e infido.
Ma siccome il mondo perfetto non esiste preferisco tutta la vita uno sport dove Stefan Radu al 120' di un quarto di finale je sbrocca all'arbitro, senza mediazioni.
Essere umani, non soldatini.

Hahaha

 :beer:

E anche questa è fatta.

Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: Rorschach - 18 Mar 2019, 11:33
Cose che non capisco:
- perchè chi ama uno sport debba smerdare lo sport altrui;

- perchè chi non segue il rugby provi vergogna perchè la squadra che non segue è sesta fissa in Europa, e addirittura vorrebbe che perdesse i soldi e il fascino del Sei Nazioni per non vergognarsi più per una cosa che non segue;

- perchè secondo qualche troll non potrei ritenere che le zolle all'olimpico pure sti cazzi, se questo significa far divertire 50/60.000 persone il giorno prima, tra cui adulti che bevono e cantano e bambini che giocano;

- perchè chi non gliene frega un cazzo debba scrivere qua sopra, premettendo che il rugby non lo segue (tipo il povero Mario Facco quando veniva intervistato);

- perchè, nonostante qui si sia quasi tutti della Lazio, è difficile considerare che lo Stadio è della Federazione che ci fa giocare le nazionali e fare le gare di atletica, e la SS Lazio sta in affitto;

- perchè i valori di questo sport debbano essere criticati, e a KS che parla della Folgore vorrei ricordare che nel rugby tutto inizia e finisce in campo, e poi si mangia e beve assieme all'avversario, che non è il nemico (la mia squadra, per dire, ha una maglietta rappresentativa che dice 'amiamo la battaglia, odiamo la guerra').

Poi fate come cazzo ve pare.
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: kelly slater - 18 Mar 2019, 17:59

- perchè i valori di questo sport debbano essere criticati, e a KS che parla della Folgore vorrei ricordare che nel rugby tutto inizia e finisce in campo, e poi si mangia e beve assieme all'avversario, che non è il nemico (la mia squadra, per dire, ha una maglietta rappresentativa che dice 'amiamo la battaglia, odiamo la guerra').


Scusa Rorschach, ma se accettate un confronto critico e se ne puó parlare io quando sento che nel rugby se fai o dici qualcosa di sbagliato prima te menano gli avversari poi i compagni tuoi poi l'allenatore, in pratica te menano tutti a me viene in mente il nonnismo della Folgore, che ti devo dire.
E penso che alla fine non è vero xhe finisce tutto in campo: continua pure negli spogliatoi.

E poi bella la frase "amiamo la battaglia odiamo la guerra".
Lo sport competitivo è questo: ci aiuta a esorcizzare l'aggressivitá che è in ognuno di noi, ed è anche la metafora della lotta che facciamo ogni giorno nella vita.
Purtroppo il nemico esiste, spesso sul posto di lavoro, talvolta in casa e quasi sempre il nemico è anche una parte di noi stessi.
E quindi per funzionare davvero l'esorcismo c'è bisogno che quella rabbia e quell'odio escano davvero e non rimangano compressi in un simulacro di mondo ordinato dove le regole non vengono messe mai in discussione cosí come la lealtá e l'onestá.
Queesto non vuol dire che a un derby mi verrebbe in mente di menare un romanista, ho degli amici cari della roma figurati, ma nel momento dell'agone non siamo avversari siamo nemici.

Vabbe scusate vi ho rotto le palle anche abbastanza.

Ci risentiamo per i mondiali in giappone peró.
Titolo: Re:Sei Nazioni 2019
Inserito da: Lativm88 - 13 Apr 2019, 19:35
Leggermente ot
(http://i.ibb.co/m5gk9Yv/Screenshot-20190413-193122.png)