ALL - IN!

0 Utenti e 7 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline fish_mark

*****
15968
ALL - IN!
« il: 18 Giu 2015, 17:23 »
Mentre le zanzare ronzano in questa rovente estate del 2015 (vabbè, rovente soprattutto per la letteratura), mentre l’ambiente laziale continua a cercare nel palato i resti di una stagione che più positiva non poteva essere, con tanto di botto finale (la partita Napoli-Lazio deve entrare nella cineteca del calcio di sempre per emozioni, gol, pathos e altro ancora), serve ora costruire la squadra della prossima stagione, in un cantiere che però è già in fase avanzata. Certo, serve ancora il colpo da maestro, il suggello finale di un lavoro già ben avviato, ma per fare i capolavori c’è bisogno del colpo da maestro, un gesto uno scatto che ti porta dalla cronaca alla storia, che mette il turbo tra le ali, che ti fa sognare a occhi aperti.

Insomma, moltissimi tra tifosi, esperti del ramo, opinionisti e pedanti intellettuali da bar concordano sul punto che la soluzione dei molti problemi di una squadra capace comunque del secondo miglior attacco in campionato a un solo gol dalla Juve ammazzacampionato potrebbe essere una punta, una vera, un mattatore d’area, posto che il nostro reparto avanzato pur ottimo, non è privo di incongruenze e limiti con un mito del calcio ormai avanti con l’età, un ottimo giocatore come Djordevic, uno dei migliori affari della gestione Lotitto, e una promessa come Keita che però ha avuto una battuta di arresto.

C’è poi una Champions league da affrontare al meglio, magari superando prima i preliminari (Dio ce la mandi buona) e poi il girone, cercando di andare più in là possibile. Allora servono i giocatori veri, i mercenari (ma si chiamiamoli così), gli uomini reduci da mille battaglie, dall’assedio di Vienna alla battaglia di Calatafimi. E allora sere fa con quattro amici al bar (al ristorante, in verità, dovevo rispettare la metrica di Gino Paoli) ci siamo trovati, senza nessuna intesa precedente, d’accordo su un nome che ci ha fatto brillare gli occhi, chi perché stupito ma interessato, chi perché stupito ma perplesso.

ZLATAN IBRAHIMOVIC

Si, proprio lui quello nato a Malmoe il 3 ottobre 1981. L’attaccante da all-in, niente affatto moralizzato, con una situazione contrattuale che lo vede ancora legato al PSG fino al 2016. Si è parlato di un affare recentemente fallito sui 10 milioni con il Milan, forse un bluff forse no.
Di certo anche noi potremmo offrirgli la vetrina europea e magari con uno scambio di figurine (un Lulic al Trocadero) e un ricco contratto (un triennale da 7) ridurre al massimo l'esborso di contante. Con l'arrivo di Ibra a Formello la gioia della tifoseria laziale esploderebbe, a quel punto definitivamente ubriaca di gioia: si potrebbe ipotizzare, prudentemente, lo sfondamento della soglia dei 40 mila abbonati, con gli sponsor coprirebbero senz’altro gran parte i costi.
E last ma per niente least in campo avremmo un leader di quelli cattivi che tanto piacciono ai più e con lui ogni traguardo potrebbe diventare possibile, riproponendo in versione aggiornata la storia di tante vecchie glorie che da noi sono venuti a fine carriera e tanto bene hanno fatto, da Mancini fino a Klose.

Presidente, Direttore sportivo, allenatore, è ora di fare la cosa giusta, per certi versi l’unica per creare una Lazio ancora più grande a questo punto veramente grande, sempre con misura, ma comunque porsi limiti.

ALL-IN
e succeda quel che succeda.


Re:ALL - IN!
« Risposta #1 il: 18 Giu 2015, 17:25 »
Mentre le zanzare ronzano in questa rovente estate del 2015 (vabbè, rovente soprattutto per la letteratura), mentre l’ambiente laziale continua a cercare nel palato i resti di una stagione che più positiva non poteva essere, con tanto di botto finale (la partita Napoli-Lazio deve entrare nella cineteca del calcio di sempre per emozioni, gol, pathos e altro ancora), serve ora costruire la squadra della prossima stagione, in un cantiere che però è già in fase avanzata. Certo, serve ancora il colpo da maestro, il suggello finale di un lavoro già ben avviato, ma per fare i capolavori c’è bisogno del colpo da maestro, un gesto uno scatto che ti porta dalla cronaca alla storia, che mette il turbo tra le ali, che ti fa sognare a occhi aperti.

Insomma, moltissimi tra tifosi, esperti del ramo, opinionisti e pedanti intellettuali da bar concordano sul punto che la soluzione dei molti problemi di una squadra capace comunque del secondo miglior attacco in campionato a un solo gol dalla Juve ammazzacampionato potrebbe essere una punta, una vera, un mattatore d’area, posto che il nostro reparto avanzato pur ottimo, non è privo di incongruenze e limiti con un mito del calcio ormai avanti con l’età, un ottimo giocatore come Djordevic, uno dei migliori affari della gestione Lotitto, e una promessa come Keita che però ha avuto una battuta di arresto.

C’è poi una Champions league da affrontare al meglio, magari superando prima i preliminari (Dio ce la mandi buona) e poi il girone, cercando di andare più in là possibile. Allora servono i giocatori veri, i mercenari (ma si chiamiamoli così), gli uomini reduci da mille battaglie, dall’assedio di Vienna alla battaglia di Calatafimi. E allora sere fa con quattro amici al bar (al ristorante, in verità, dovevo rispettare la metrica di Gino Paoli) ci siamo trovati, senza nessuna intesa precedente, d’accordo su un nome che ci ha fatto brillare gli occhi, chi perché stupito ma interessato, chi perché stupito ma perplesso.

ZLATAN IBRAHIMOVIC

Si, proprio lui quello nato a Malmoe il 3 ottobre 1981. L’attaccante da all-in, niente affatto moralizzato, con una situazione contrattuale che lo vede ancora legato al PSG fino al 2016. Si è parlato di un affare recentemente fallito sui 10 milioni con il Milan, forse un bluff forse no.
Di certo anche noi potremmo offrirgli la vetrina europea e magari con uno scambio di figurine (un Lulic al Trocadero) e un ricco contratto (un triennale da 7) ridurre al massimo l'esborso di contante. Con l'arrivo di Ibra a Formello la gioia della tifoseria laziale esploderebbe, a quel punto definitivamente ubriaca di gioia: si potrebbe ipotizzare, prudentemente, lo sfondamento della soglia dei 40 mila abbonati, con gli sponsor coprirebbero senz’altro gran parte i costi.
E last ma per niente least in campo avremmo un leader di quelli cattivi che tanto piacciono ai più e con lui ogni traguardo potrebbe diventare possibile, riproponendo in versione aggiornata la storia di tante vecchie glorie che da noi sono venuti a fine carriera e tanto bene hanno fatto, da Mancini fino a Klose.

Presidente, Direttore sportivo, allenatore, è ora di fare la cosa giusta, per certi versi l’unica per creare una Lazio ancora più grande a questo punto veramente grande, sempre con misura, ma comunque porsi limiti.

ALL-IN
e succeda quel che succeda.


un grosso ciao.

Online Pomata

*
10831
Re:ALL - IN!
« Risposta #2 il: 18 Giu 2015, 17:25 »
ma figurati
Re:ALL - IN!
« Risposta #3 il: 18 Giu 2015, 17:29 »
Ma magari.

Con Ibra la davanti vinci anche con Konko ed Ederson titolari.

Purtroppo rimarrà un sogno.
Ma immaginate un trio Candreva-Ibra-Pipe....

 8)

Offline TheVoice

*****
5101
Re:ALL - IN!
« Risposta #4 il: 18 Giu 2015, 17:32 »
Se proprio proprio, allora cerco Cavani
Re:ALL - IN!
« Risposta #5 il: 18 Giu 2015, 17:38 »
eccaallà.
Re:ALL - IN!
« Risposta #6 il: 18 Giu 2015, 17:42 »
Non porta bene.

Re:ALL - IN!
« Risposta #7 il: 18 Giu 2015, 17:46 »
non ce lo possiamo permettere.

Online DajeLazioMia

*****
42747
Re:ALL - IN!
« Risposta #8 il: 18 Giu 2015, 17:47 »
Bene.

Offline Maxilotte

*
2405
Re:ALL - IN!
« Risposta #9 il: 18 Giu 2015, 17:52 »
è fantastico come di mercato in mercato alzi sempre di più l'asticella.

Offline syrinx

*
13712
Re:ALL - IN!
« Risposta #10 il: 18 Giu 2015, 17:54 »

Offline Magnopèl

*
44009
Re:ALL - IN!
« Risposta #11 il: 18 Giu 2015, 17:57 »
è fantastico come di mercato in mercato alzi sempre di più l'asticella.
E' giusto che sia così, d'altronde alzare l'asticella è l'obiettivo dello sport agonistico.

Ovviamente un conto è alzare l'asticella un conto è impazzire e volere, più o meno seriamente, Ibra, che al mondo se lo possono permettere in 6 o 7 squadre.

Offline izio

*
2135
Re:ALL - IN!
« Risposta #12 il: 18 Giu 2015, 17:58 »
ARCOBALENI ... ARCOBALENI... TANTI ARCOBALENI.....

Online robylele

*****
31745
Re:ALL - IN!
« Risposta #13 il: 18 Giu 2015, 18:00 »
E allora sere fa con quattro amici al bar (al ristorante, in verità, dovevo rispettare la metrica di Gino Paoli)

qui però mi hai fatto sorridere.   :)

Offline fish_mark

*****
15968
Re:ALL - IN!
« Risposta #14 il: 18 Giu 2015, 18:01 »
qui però mi hai fatto sorridere.   :)

Il resto lo hai preso sul serio. Quindi, ritieni che la cosa sia possibile.
Bene, erano anni che attendevo questo momento che finalmente è arrivato.

Offline edge24

*
7173
Re:ALL - IN!
« Risposta #15 il: 18 Giu 2015, 18:01 »
ecco, se semo giocati pure Fish_Mark :)

Offline gentlemen

*
12986
Re:ALL - IN!
« Risposta #16 il: 18 Giu 2015, 18:04 »
Fantasia per fantasia, 80 milioni per il duo Cavani-Lavezzi (ambedue stanno a Parigi controvoglia), pagabili in 5 anni.
Terzo posto minimo sicuro e fase a gironi CL sicura al 90%.

Offline giò7

*****
6647
Re:ALL - IN!
« Risposta #17 il: 18 Giu 2015, 18:04 »
Ibrahimovic col gioco di Pioli ci porterebbe a lottare per lo scudetto.. Peccato che sia solo un sogno,dei più bagnati.

Offline fish_mark

*****
15968
Re:ALL - IN!
« Risposta #18 il: 18 Giu 2015, 18:05 »
Fantasia per fantasia, 80 milioni per il duo Cavani-Lavezzi (ambedue stanno a Parigi controvoglia), pagabili in 5 anni.
Terzo posto minimo sicuro e fase a gironi CL sicura al 90%.

Ibra sogno impossibile e allora sarebbe realizzabile la fantasia da 80 milioni per fare una Lazio versione funiculì funiculà?
Re:ALL - IN!
« Risposta #19 il: 18 Giu 2015, 18:09 »
ma a Luglio, come ogni anno, non è acquisto certo della 200esima squadra più importante sponsorizzata dalla Nike?
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod