Arturo Diaconale

0 Utenti e 37 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Arturo Diaconale
« il: 13 Gen 2020, 13:49 »
Direttamente dal suo profilo FB, il secondo "post" dopo che il primo aveva fatto parecchio discutere alla vigilia dei 120 anni della Lazio:



Taccuino biancoceleste

La moria dei gufetti

Sabato sera i gufetti che avevano soppiantato i tordi sugli alberi dei Lungotevere sono stramazzati al suolo. La Protezione animale, prontamente accorsa, ha sentenziato che a provocare lo straordinario fenomeno non era stata una improvvisa epidemia aviaria ma il risultato di Lazio-Napoli. I gufetti, semplicemente, non avevano retto il fallimento dei loro malocchi.

Molti di questi gufetti erano provenienti dal Nord e speravano in un passo falso dei biancocelesti in grado di favorire la corsa verso il vertice della classifica delle squadre settentrionali. Altri venivano dalla sponda romana occupata dai “cugini” (a proposito, auguri sinceri di pronta guarigione a Nicolò Zaniolo) ed avevano motivazioni più che comprensibili. Un piccola parte, infine, era composta dagli ultimi esemplari degli aquilotti gufizzati. Cioè di quel sempre più ridotto numero di laziali masochisti che se non piangono, criticano e si lamentano non si divertono. E che avevano prima preso a pretesto la battuta sulla “Laziotta” per pronosticare la fine dell’avventura dei ragazzi di Inzaghi senza capire che il termine non voleva essere una valutazione di merito sulle squadre del passato ma solo la constatazione di come gli avversari consideravano la società di quelle epoche.

Poi si erano inalberati per la definizione “occasionale” data dal Presidente Claudio Lotito allo scudetto del ’74 senza rendersi conto che proprio l’occasionalità ha reso l’evento eccezionale, straordinario, meraviglioso ed ha trasformato i suoi artefici nei simboli dell’orgoglio laziale. E, infine, si erano fatti venire il mal di pancia per i riferimenti, sempre del Presidente, allo scudetto del 2000, diretti non a criticare i campionissimi dell’epoca ma a rilevare che la finanza applicata al calcio può portare a risultati importanti ma può anche produrre fallimenti completi. La finanza è, per definizione, un rischio.

Naturalmente la scomparsa dei gufetti è solo temporanea. Presto o tardi torneranno. Per questo i tifosi laziali hanno il dovere di stare con stare con i piedi ben saldi per terra. Senza però rinunciare alla libertà di sognare e di volare in alto!


Re:Arturo Diaconale
« Risposta #1 il: 13 Gen 2020, 13:57 »
Direttamente dal suo profilo FB, il secondo "post" dopo che il primo aveva fatto parecchio discutere alla vigilia dei 120 anni della Lazio:



Taccuino biancoceleste

La moria dei gufetti

Sabato sera i gufetti che avevano soppiantato i tordi sugli alberi dei Lungotevere sono stramazzati al suolo. La Protezione animale, prontamente accorsa, ha sentenziato che a provocare lo straordinario fenomeno non era stata una improvvisa epidemia aviaria ma il risultato di Lazio-Napoli. I gufetti, semplicemente, non avevano retto il fallimento dei loro malocchi.

Molti di questi gufetti erano provenienti dal Nord e speravano in un passo falso dei biancocelesti in grado di favorire la corsa verso il vertice della classifica delle squadre settentrionali. Altri venivano dalla sponda romana occupata dai “cugini” (a proposito, auguri sinceri di pronta guarigione a Nicolò Zaniolo) ed avevano motivazioni più che comprensibili. Un piccola parte, infine, era composta dagli ultimi esemplari degli aquilotti gufizzati. Cioè di quel sempre più ridotto numero di laziali masochisti che se non piangono, criticano e si lamentano non si divertono. E che avevano prima preso a pretesto la battuta sulla “Laziotta” per pronosticare la fine dell’avventura dei ragazzi di Inzaghi senza capire che il termine non voleva essere una valutazione di merito sulle squadre del passato ma solo la constatazione di come gli avversari consideravano la società di quelle epoche.

Poi si erano inalberati per la definizione “occasionale” data dal Presidente Claudio Lotito allo scudetto del ’74 senza rendersi conto che proprio l’occasionalità ha reso l’evento eccezionale, straordinario, meraviglioso ed ha trasformato i suoi artefici nei simboli dell’orgoglio laziale. E, infine, si erano fatti venire il mal di pancia per i riferimenti, sempre del Presidente, allo scudetto del 2000, diretti non a criticare i campionissimi dell’epoca ma a rilevare che la finanza applicata al calcio può portare a risultati importanti ma può anche produrre fallimenti completi. La finanza è, per definizione, un rischio.

Naturalmente la scomparsa dei gufetti è solo temporanea. Presto o tardi torneranno. Per questo i tifosi laziali hanno il dovere di stare con stare con i piedi ben saldi per terra. Senza però rinunciare alla libertà di sognare e di volare in alto!

Ha spiegato quello che tanti avevano fatto finta di non capire....
Re:Arturo Diaconale
« Risposta #2 il: 13 Gen 2020, 13:59 »
io mi chiedo che bisogno ci sia e che valore aggiunto dia.......
Re:Arturo Diaconale
« Risposta #3 il: 13 Gen 2020, 14:12 »
non mi piace la prima parte sui gufi
ha un senso la seconda, in cui si cerca di mettere una pezza alle dichiarazioni un po' sprovvedute sugli Scudetti del passato (certo se evitiamo di metterci in condizione di aver bisogno di pezze sarebbe ancora meglio...)

Offline tommasino

*
10165
Re:Arturo Diaconale
« Risposta #4 il: 13 Gen 2020, 14:23 »
Dico solo che in questo forum ci sono penne (o polpastrelli) molto più acute/i e forbite/i.

Offline JSV23

*
13426
Re:Arturo Diaconale
« Risposta #5 il: 13 Gen 2020, 14:45 »
Diaconale ormai in declino inarrestabile...

Online Sonni Boi

*****
14562
Re:Arturo Diaconale
« Risposta #6 il: 13 Gen 2020, 14:46 »
Un soggetto da allontanare dalla Lazio il prima possibile.

Offline SSL

*
3693

Offline SSL

Re:Arturo Diaconale
« Risposta #7 il: 13 Gen 2020, 14:49 »
Aterosclerosi avanzata..
Re:Arturo Diaconale
« Risposta #8 il: 13 Gen 2020, 14:52 »
l’ultimo che aveva usato sta metafora dei gufetti è stato renzi prima di passare dal 40% all’inesorabile declino

biafra serve il tuo gatto  :s

Offline MadBob79

*****
10072
Re:Arturo Diaconale
« Risposta #9 il: 13 Gen 2020, 16:36 »
era mejo "manname 'na mail", almeno se rideva de più

Offline fiord

*
5225
Re:Arturo Diaconale
« Risposta #10 il: 13 Gen 2020, 16:53 »
io mi chiedo che bisogno ci sia e che valore aggiunto dia.......
Re:Arturo Diaconale
« Risposta #11 il: 13 Gen 2020, 16:56 »
Un calcio in culo ogni due/ tre presi , fa bene.
Magari alla lunga la smettono.

Offline ES

*****
14043
Re:Arturo Diaconale
« Risposta #12 il: 13 Gen 2020, 17:26 »
meglio che niente, dai.

Offline gentlemen

*
12200
Re:Arturo Diaconale
« Risposta #13 il: 13 Gen 2020, 17:33 »
Nel contenuto ha detto cose che condivido, ma lui è il responsabile della comunicazione della S.S. Lazio, non può esprimersi in questo modo.
In ogni caso ritengo che la tifoseria laziale debba pensare, positivo, ad altre cose piuttosto che prestare il fianco ai"gufi disamorati" (che esistono) che mal digeriscono il fatto che hanno buttato 10 anni a fare la guerra ai mulini a vento.

Online Tarallo

*****
89920
Re:Arturo Diaconale
« Risposta #14 il: 13 Gen 2020, 17:34 »
Bello questo Tacchino Biancoceleste.
Re:Arturo Diaconale
« Risposta #15 il: 13 Gen 2020, 17:45 »
Diaconale ormai in declino inarrestabile...
Re:Arturo Diaconale
« Risposta #16 il: 13 Gen 2020, 17:50 »
Bello questo Tacchino Biancoceleste.

 :) :) :)

Offline olympia

*
5859
Re:Arturo Diaconale
« Risposta #17 il: 13 Gen 2020, 18:04 »
Il termine laziotta non l' avevo mai sentito è una sua invenzione, in caso si diceva Laziotta, ma solo da chi non tifava Lazio , per denigrarci.
 Purtroppo Diaconale,  la persona che doveva prendere le veci di Lotito nei rapporti con la stampa e con i tifosi, per fare in modo che il presidente parlasse il meno possibile, e per ricompattare l' ambiente ,si sta dimostrando non all' altezza, dato che le sue gaffes a volte superano quelle del suo datore di lavoro. E sta anche dimostrando di non conoscere neanche la storia della Lazio.
Quanto vorrei vedere al suo posto una persona come Giancarlo Governi, vero laziale, un uomo con una storia eccezionale e un curriculum perfetto.

Offline olympia

*
5859
Re:Arturo Diaconale
« Risposta #18 il: 13 Gen 2020, 18:09 »
Il termine laziotta non l' avevo mai sentito è una sua invenzione, in caso si diceva Laziotta, ma solo da chi non tifava Lazio , per denigrarci.
 Purtroppo Diaconale,  la persona che doveva prendere le veci di Lotito nei rapporti con la stampa e con i tifosi, per fare in modo che il presidente parlasse il meno possibile, e per ricompattare l' ambiente ,si sta dimostrando non all' altezza, dato che le sue gaffes a volte superano quelle del suo datore di lavoro. E sta anche dimostrando di non conoscere neanche la storia della Lazio.
Quanto vorrei vedere al suo posto una persona come Giancarlo Governi, vero laziale, un uomo con una storia eccezionale e un curriculum perfetto.
Non sono riuscita a modificare il mio post. Volevo dire che si usava il termine Lazioetta, non laziotta.

Offline olympia

*
5859
Re:Arturo Diaconale
« Risposta #19 il: 13 Gen 2020, 18:13 »
Ho appena scoperto che il forum non accetta la parola la-zietta e la trasforma in laziotta automaticamente.  :=))
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod