Centrocampo

0 Utenti e 26 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Centrocampo
« il: 23 Gen 2017, 17:31 »
La mia idea è che una buona parte dei problemi che notiamo abbiano origine in un assortimento non ottimale del centrocampo.
Individualmente, sono tutti ottimi giocatori, dotati di buona tecnica e discreto senso tattico.
Tra tutti, però, manca il giocatore esplosivo (sia in copertura che in impostazione) capace di cambiare il passo a tutto il reparto e di rendere veramente aggressiva e propositiva una manovra che spesso risulta compassata e passiva. Sia in fase di non possesso che di possesso palla.
Non lo è Milinkovic, perché per quanto potente e muscolare, non ha il fisico per strappare.
Non lo è Parolo, perché, pur correndo tanto e bene, è piuttosto un diesel.
E non lo è Biglia, che proprio nel fisico ha il suo tallone d'achille.
Anche tra le riserve non abbiamo nessuno che risponda all'identikit.
Forse l'unico che può sopperire è Lulic, che però è troppo laterale per poter garantire un apporto continuo.
E questo ci costringe nella sindrome della coperta corta.
Credo pure che questa assenza di esplosività del centrocampo sia (almeno in parte) la ragione di quella assenza di aggressività che spesso noi imputiamo alla squadra quando si confronta con avversari fisici e dinamici.
Il problema è che, pur volendo, molte volte non ci arriviamo proprio. Certo, questo anche per colpa di movimenti di squadra non sempre sincronizzati bene e per la rinuncia a priori di qualcuno a partecipare all'aggressione.
Se dovessi scegliere un solo acquisto (di valore) per il prossimo anno, cercherei un giocatore di centrocampo completamente diverso da quelli che abbiamo e che possa consentirci di cambiare il modo di proporci e di giocare.
Non faccio il nome del selvaggio indonesiano, ma dovremmo cercare qualcuno di quel genere che, ovviamente, non sia ancora esploso.
Non facile, ma questo, a mio avviso, dovrebbe essere l'obiettivo. E non l'ennesima mezzala/trequartista dai piedi vellutati e dalla discreta accelerazione, che finirebbe per aggiungere solo qualche passaggio al nostro giropalla.


Offline bizio67

*
12333
Re:Centrocampo
« Risposta #1 il: 23 Gen 2017, 17:33 »
Totalmente d'accordo, nulla da aggiungere...comunque quel tipo di giocatore che occorre (non una scommessa) penso che costicchi
Re:Centrocampo
« Risposta #2 il: 23 Gen 2017, 17:36 »
Lo penso pure io.
Basta vedere quanto hanno versato i cagnacci al Cagliari per il selvaggio.
Ma da lì, a mio avviso, passa un miglioramento non effimero.
E, poi, se il prossimo anno (come mi sembra) dovrai vendere uno o due big ed avrai i soldi per pensare ad una parziale rifondazione, quella dovrebbe essere la pietra angolare.

Offline TheVoice

*****
4916
Re:Centrocampo
« Risposta #3 il: 23 Gen 2017, 18:34 »
Io sono stradaccordo e lo scrissi in tempi non sospetti.

Vedo principalmente questi tre difetti nel nostro centrocampo, i primi due di struttura, il terzo di gioco:

1) in fase difensiva nel breve, in recupero sugli avversari, una volta superato il nostro primo pressing non riusciamo a rientrare: una volta che si infilano tra le linee difficilmente i centrocampisti recuperano la posizione tra la difesa e la palla;

2) in attacco non abbiamo (Lulic a parte) chi è in grado di scendere palla al piede e in velocità dritto per dritto verso la porta: ciò ci rende prevedibili perché gli avversari aspettano lo scarico palla sulla fascia e poi raddoppiano in quella zona;

3) in fase di impostazione nessuno dei nostri centrocampisti taglia verso l'interno del campo per ricevere palla tra la linea di pressing degli avversari e la loro linea di difesa (diciamo dalla linea di centrocampo ai trenta metri). Ieri ci ha provato il solo Murgia, tra l'altro spesso ignorato.

In generale, siamo talmente disabituati a rischiare in mezzo al campo che i nostri centrocampisti, anche quando ricevono palla in quella zona spalle alla porta, pur quando non sono pressati preferiscono (in questo Biglia è un maestro) ridarla indietro o lateralmente anziché provare a girarsi verso la porta e puntare l'interno di centrocampo avversario.

Offline alex73

*****
8096
Re:Centrocampo
« Risposta #4 il: 23 Gen 2017, 18:44 »
Serve un centrocampista dinamico che si inserisce...Parolo ormai nn lo fa piu

Offline Rainman

*
1484
Re:Centrocampo
« Risposta #5 il: 23 Gen 2017, 18:48 »
Nesta è uno dei difensori più forti di sempre.

Salas fu un grande bomber, il Mancio che ve lo dico a fa'?

Ma un centrocampo Conceiçao-Almeyda-Veron-Simeone-Nedved non ce l'ha più avuto nessuno secondo me.

Datemi un grande centrocampo e vi solleverò il mondo. Era così la citazione esatta, vero?

Offline P.Nedved

*
1090
Re:Centrocampo
« Risposta #6 il: 23 Gen 2017, 19:43 »
d'accordo con chi mi ha preceduto, anche per motivi anagrafici bisogna a giugno investire"pesante" con l'acquisto di almeno 1 centrocampista che sappia fare le due fasi, ho letto di Nedved ma mi "accontenterei" di un simil Aaron Winter.

Offline DajeLazioMia

*****
41782
Re:Centrocampo
« Risposta #7 il: 23 Gen 2017, 20:00 »
Nel frattempo che aspettiamo l'estate, soprsttutto con le squadre più forti si potrebbe provare qualche alternativa:
Patric Savic Parolo Lulic Lukaku

Parolo  Biglia  Lulic
             Savic

E darei un po' di spazio in più a Murgia.
                           
Re:Centrocampo
« Risposta #8 il: 23 Gen 2017, 21:25 »
Non sono d'accordo. O meglio: in linea teorica il post iniziale non fa una grinza, ma applicato al centrocampo della Lazio lo vedo per nulla calzante.
L'unico centrocampista tecnico dal passo lento e non uso a 'strappi' atletici è Biglia, ma direi anche sacrosantemente visto che è un regista puro: le stesse caratteristiche le aveva Pirlo, ad esempio, e nessuno si è mai lamentato delle sue mancanze fisiche. Parolo e Lulic sono due giocatori che una volta si definivano 'mezzala', ossia proprio quel tipo di centrocampista descritto che strappa e si inserisce e segna pure: prova ne sia il numero rilevante di gol segnati da entrambi, notevole per dei centrocampisti.
SMS è vero che ha il passo lento ma supplisce con una forza fisica dirompente che lo fa avanzare nell'area avversaria abbattendo gli avversari: impressionante nella disfatta di ieri quando in un'azione si è trovato a un passo da Buffon dopo aver travolto tre juventini, che non sono proprio delle mammolette. Di tecnica e velocità abbiamo poi gli strappi coast to coast di Felipe Anderson, non propriamente un centrocampista di ruolo ma assimilato quando viene schierato a 50 metri dalla porta avversaria. È stato giustamente parlato di Murgia ma potrei aggiungere Lukaku che, se ben impostato, potrebbe diventare un ottimo dirompente mediano alla Davids (gli somiglia pure).

Insomma, di giocatori pronti a ribaltare l'azione con corsa, o forza fisica, o velocità mista a tecnica ce ne abbiamo parecchi, più della media delle altre squadre, ma non ce ne accorgiamo perché raramente li vediamo all'opera e di questo si dovrebbe discutere: perché abbiamo i giocatori per giocare in verticale e tagliare le difese avversarie con gli inserimenti e in pochissime occasioni li sfruttiamo?
Per me dipende da due fattori fondamentali: la carenza di 'gamba' intesa come scarsa preparazione atletica (li vedo corricchiare in campo come se avessero un pistone in meno) e l'indecisione tattica di non sapere bene cosa fare in campo: tocco o mi inserisco? Chiedo l'uno-due o provo ad andare da solo? Se mi inserisco il compagno mi copre oppure se perdo palla l'avversario si ritrova un'autostrada davanti a sé?
Sulla prima deficienza ormai ci sono pochi dubbi, prova ne sono i rantolanti secondi tempi (tranne partite come ieri dove siamo affondati fin dall'inizio). Sulla seconda sono induzioni desunte dal vedere sovente gente a testa alta che avanza (lentamente, come da post iniziale) cercando dove può trovare dei compagni smarcati: in serie A certe giocate vanno fatte di prima e (quasi) a occhi chiusi, se gli schemi sono ben assimilati (ammesso che gli schemi ci siano).

Re:Centrocampo
« Risposta #9 il: 23 Gen 2017, 21:53 »
Non sono d'accordo. O meglio: in linea teorica il post iniziale non fa una grinza, ma applicato al centrocampo della Lazio lo vedo per nulla calzante.
L'unico centrocampista tecnico dal passo lento e non uso a 'strappi' atletici è Biglia, ma direi anche sacrosantemente visto che è un regista puro: le stesse caratteristiche le aveva Pirlo, ad esempio, e nessuno si è mai lamentato delle sue mancanze fisiche. Parolo e Lulic sono due giocatori che una volta si definivano 'mezzala', ossia proprio quel tipo di centrocampista descritto che strappa e si inserisce e segna pure: prova ne sia il numero rilevante di gol segnati da entrambi, notevole per dei centrocampisti.
SMS è vero che ha il passo lento ma supplisce con una forza fisica dirompente che lo fa avanzare nell'area avversaria abbattendo gli avversari: impressionante nella disfatta di ieri quando in un'azione si è trovato a un passo da Buffon dopo aver travolto tre juventini, che non sono proprio delle mammolette. Di tecnica e velocità abbiamo poi gli strappi coast to coast di Felipe Anderson, non propriamente un centrocampista di ruolo ma assimilato quando viene schierato a 50 metri dalla porta avversaria. È stato giustamente parlato di Murgia ma potrei aggiungere Lukaku che, se ben impostato, potrebbe diventare un ottimo dirompente mediano alla Davids (gli somiglia pure).

Insomma, di giocatori pronti a ribaltare l'azione con corsa, o forza fisica, o velocità mista a tecnica ce ne abbiamo parecchi, più della media delle altre squadre, ma non ce ne accorgiamo perché raramente li vediamo all'opera e di questo si dovrebbe discutere: perché abbiamo i giocatori per giocare in verticale e tagliare le difese avversarie con gli inserimenti e in pochissime occasioni li sfruttiamo?
Per me dipende da due fattori fondamentali: la carenza di 'gamba' intesa come scarsa preparazione atletica (li vedo corricchiare in campo come se avessero un pistone in meno) e l'indecisione tattica di non sapere bene cosa fare in campo: tocco o mi inserisco? Chiedo l'uno-due o provo ad andare da solo? Se mi inserisco il compagno mi copre oppure se perdo palla l'avversario si ritrova un'autostrada davanti a sé?
Sulla prima deficienza ormai ci sono pochi dubbi, prova ne sono i rantolanti secondi tempi (tranne partite come ieri dove siamo affondati fin dall'inizio). Sulla seconda sono induzioni desunte dal vedere sovente gente a testa alta che avanza (lentamente, come da post iniziale) cercando dove può trovare dei compagni smarcati: in serie A certe giocate vanno fatte di prima e (quasi) a occhi chiusi, se gli schemi sono ben assimilati (ammesso che gli schemi ci siano).

Pirlo aveva Vidal, Pogba e Marchisio, piedi e visione que Biglia se li sogna.
Del resto sono d'accordo con te che dobiammo provare prima i nostri giocatori: Leitner, Murgia, FA trequartista (suo ruolo)
Re:Centrocampo
« Risposta #10 il: 23 Gen 2017, 23:42 »
Non sono d'accordo. O meglio: in linea teorica il post iniziale non fa una grinza, ma applicato al centrocampo della Lazio lo vedo per nulla calzante.
L'unico centrocampista tecnico dal passo lento e non uso a 'strappi' atletici è Biglia, ma direi anche sacrosantemente visto che è un regista puro: le stesse caratteristiche le aveva Pirlo, ad esempio, e nessuno si è mai lamentato delle sue mancanze fisiche. Parolo e Lulic sono due giocatori che una volta si definivano 'mezzala', ossia proprio quel tipo di centrocampista descritto che strappa e si inserisce e segna pure: prova ne sia il numero rilevante di gol segnati da entrambi, notevole per dei centrocampisti.
SMS è vero che ha il passo lento ma supplisce con una forza fisica dirompente che lo fa avanzare nell'area avversaria abbattendo gli avversari: impressionante nella disfatta di ieri quando in un'azione si è trovato a un passo da Buffon dopo aver travolto tre juventini, che non sono proprio delle mammolette. Di tecnica e velocità abbiamo poi gli strappi coast to coast di Felipe Anderson, non propriamente un centrocampista di ruolo ma assimilato quando viene schierato a 50 metri dalla porta avversaria. È stato giustamente parlato di Murgia ma potrei aggiungere Lukaku che, se ben impostato, potrebbe diventare un ottimo dirompente mediano alla Davids (gli somiglia pure).

Insomma, di giocatori pronti a ribaltare l'azione con corsa, o forza fisica, o velocità mista a tecnica ce ne abbiamo parecchi, più della media delle altre squadre, ma non ce ne accorgiamo perché raramente li vediamo all'opera e di questo si dovrebbe discutere: perché abbiamo i giocatori per giocare in verticale e tagliare le difese avversarie con gli inserimenti e in pochissime occasioni li sfruttiamo?
Per me dipende da due fattori fondamentali: la carenza di 'gamba' intesa come scarsa preparazione atletica (li vedo corricchiare in campo come se avessero un pistone in meno) e l'indecisione tattica di non sapere bene cosa fare in campo: tocco o mi inserisco? Chiedo l'uno-due o provo ad andare da solo? Se mi inserisco il compagno mi copre oppure se perdo palla l'avversario si ritrova un'autostrada davanti a sé?
Sulla prima deficienza ormai ci sono pochi dubbi, prova ne sono i rantolanti secondi tempi (tranne partite come ieri dove siamo affondati fin dall'inizio). Sulla seconda sono induzioni desunte dal vedere sovente gente a testa alta che avanza (lentamente, come da post iniziale) cercando dove può trovare dei compagni smarcati: in serie A certe giocate vanno fatte di prima e (quasi) a occhi chiusi, se gli schemi sono ben assimilati (ammesso che gli schemi ci siano).
Non so.
In parte, su una certa disorganizzazione, concordo.
Però continuo a pensare che a centrocampo ci manchi il giocatore con l'esplosivo nelle gambe.
Parolo corre tanto, ha grandi tempi di inserimento, ma non ha l'esplosività che intendo.
Diciamo che assomiglia più ad un Mauri che a Vidal.
Anche Milinkovic è potente ma non ha nel dinamismo il suo marchio di fabbrica.
L'unico che resta è Lulic che però anche quando viene utilizzato da mezzala come modo di giocare è più un laterale che un interno
Re:Centrocampo
« Risposta #11 il: 24 Gen 2017, 07:14 »
biglia in forma riusciva a far essere corta la squadra.
oggi gioca 1 metro davanti alla difesa con parolo e Milinkovic che si allungano verso la porta avversaria.
infatti se perdi palla hai un buco enorme dove si infilano e parolo e Milinkovic risultano essere maratoneti per distanza di corsa percorsa a partita perché costretti a rincorrere più che a correre.
e secindo me inzaghi prova spesdo il 352 con le grandi proprio per cercare di far rimanere più corta la squadra.
Re:Centrocampo
« Risposta #12 il: 24 Gen 2017, 07:31 »
Non so.
In parte, su una certa disorganizzazione, concordo.
Però continuo a pensare che a centrocampo ci manchi il giocatore con l'esplosivo nelle gambe.
Parolo corre tanto, ha grandi tempi di inserimento, ma non ha l'esplosività che intendo.
Diciamo che assomiglia più ad un Mauri che a Vidal.
Anche Milinkovic è potente ma non ha nel dinamismo il suo marchio di fabbrica.
L'unico che resta è Lulic che però anche quando viene utilizzato da mezzala come modo di giocare è più un laterale che un interno
Sì, ma oltre alla disorganizzazione penso che sia più un problema di preparazione atletica scadente. Parolo 2 anni fa si inseriva con tempi di gioco veloci, tanto da andare a segnare 10 gol quasi tutti dentro l'area di rigore; le accelerazioni di FA furono proverbiali così come gli inserimenti, nascosti agli avversari, di Lulic71 (do you remember 26 maggio?); perfino Candreva puntava la porta avversaria seminando gli avversari, prima di avvitarsi dallo scorso anno in piroette e contropiroette. Su questo, su robusti e massacranti allenamenti alla full metal jacket, si deve lavorare parecchio e allora potremo rivedere i rapidi ribaltamenti di fronte, secondo me.

Offline DajeLazioMia

*****
41782
Re:Centrocampo
« Risposta #13 il: 24 Gen 2017, 09:13 »
Quindi si allenano poco e male e sono disorganizzati in campo?
Io lo spero, perché se fosse vero aggiungendoci che abbiamo un portiere scarso siamo sul serio da scudetto, visto che con le squadre dal 6-7 posto in giù abbiamo fatto più punti di tutti.
Re:Centrocampo
« Risposta #14 il: 24 Gen 2017, 09:34 »
Quindi si allenano poco e male e sono disorganizzati in campo?
Io lo spero, perché se fosse vero aggiungendoci che abbiamo un portiere scarso siamo sul serio da scudetto, visto che con le squadre dal 6-7 posto in giù abbiamo fatto più punti di tutti.
Tu ci scherzi ma non sei mica tanto lontano dal vero  ;).
Re:Centrocampo
« Risposta #15 il: 24 Gen 2017, 10:34 »
La mia idea è che una buona parte dei problemi che notiamo abbiano origine in un assortimento non ottimale del centrocampo.
Individualmente, sono tutti ottimi giocatori, dotati di buona tecnica e discreto senso tattico.
Tra tutti, però, manca il giocatore esplosivo (sia in copertura che in impostazione) capace di cambiare il passo a tutto il reparto e di rendere veramente aggressiva e propositiva una manovra che spesso risulta compassata e passiva. Sia in fase di non possesso che di possesso palla.
Non lo è Milinkovic, perché per quanto potente e muscolare, non ha il fisico per strappare.
Non lo è Parolo, perché, pur correndo tanto e bene, è piuttosto un diesel.
E non lo è Biglia, che proprio nel fisico ha il suo tallone d'achille.
Anche tra le riserve non abbiamo nessuno che risponda all'identikit.
Forse l'unico che può sopperire è Lulic, che però è troppo laterale per poter garantire un apporto continuo.
E questo ci costringe nella sindrome della coperta corta.
Credo pure che questa assenza di esplosività del centrocampo sia (almeno in parte) la ragione di quella assenza di aggressività che spesso noi imputiamo alla squadra quando si confronta con avversari fisici e dinamici.
Il problema è che, pur volendo, molte volte non ci arriviamo proprio. Certo, questo anche per colpa di movimenti di squadra non sempre sincronizzati bene e per la rinuncia a priori di qualcuno a partecipare all'aggressione.
Se dovessi scegliere un solo acquisto (di valore) per il prossimo anno, cercherei un giocatore di centrocampo completamente diverso da quelli che abbiamo e che possa consentirci di cambiare il modo di proporci e di giocare.
Non faccio il nome del selvaggio indonesiano, ma dovremmo cercare qualcuno di quel genere che, ovviamente, non sia ancora esploso.
Non facile, ma questo, a mio avviso, dovrebbe essere l'obiettivo. E non l'ennesima mezzala/trequartista dai piedi vellutati e dalla discreta accelerazione, che finirebbe per aggiungere solo qualche passaggio al nostro giropalla.


Teniamo sott'occhio Murgia.
Non é, ovviamente, la soluzione immediata, ma secondo me, ha alcune caratteristiche importanti che possono venir fuori con il tempo.

Offline DajeLazioMia

*****
41782
Re:Centrocampo
« Risposta #16 il: 24 Gen 2017, 11:02 »
Teniamo sott'occhio Murgia.
Non é, ovviamente, la soluzione immediata, ma secondo me, ha alcune caratteristiche importanti che possono venir fuori con il tempo.
Murgia ha caratteristiche veramente importanti. Speriamo.
Re:Centrocampo
« Risposta #17 il: 24 Gen 2017, 11:14 »
Leitner cos'è?
Inzaghi sa di averlo in rosa?
Re:Centrocampo
« Risposta #18 il: 24 Gen 2017, 13:05 »
Ci manca gente come Allan o Rincon. Non dico fenomeni, ma gente con determinate caratteristiche lì in mezzo al campo, in grado soprattutto di dare una mano a Biglia. A fare la cosiddetta legna, pure con discreta qualità.
Re:Centrocampo
« Risposta #19 il: 24 Gen 2017, 13:07 »
...che poi pure Onazi...a me a questo punto non avrebbe fatto schifo avercelo ancora.
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod