Chi eravamo e chi siamo

0 Utenti e 10 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline DaMilano

*
7160
Chi eravamo e chi siamo
« il: 07 Lug 2020, 22:47 »
Sono anni che la Lazio ci abitua a una alternanza di anno buono, anno cattivo. A memoria va così da almeno 15 anni con un paio di eccezioni nei due anni di Reja e nei primi due di Simone. Anche quest'anno sembra la stessa cosa. Anno buono fino a febbraio, anno cattivo ora. Perché questo è un altro campionato, concaltre regole e difficoltà. Prima la smettiamo di pensare a cime era prima, a quello che poteva essere e meglio è. Lo scorso anno c'abbiamo messo mesi prima di assorbire la sconfitta all'ultima con l'inter. Ora non abbiamo mesi davanti, ma giorni per capire che questo è un nuovo campionato e che dobbiamo guardare in avanti e non indietro o ci faremo male, molto, come è sempre accaduto nella nostra recente storia.


Online Miro68

*
562
Re:Chi eravamo e chi siamo
« Risposta #1 il: 07 Lug 2020, 22:51 »
Parole sante.. nei discorsi post partita sembra che già sia fatta e la stagione finita. Invece mancano fior di partite e si rischiano figuracce se non si cambia subito registro..

Online paolo71

*****
12660
Re:Chi eravamo e chi siamo
« Risposta #2 il: 07 Lug 2020, 22:52 »
Questa serie di partite non può essere un campionato.
Lo si diceva già prima di ricominciare.

Re:Chi eravamo e chi siamo
« Risposta #3 il: 07 Lug 2020, 22:55 »
Questa serie di partite non può essere un campionato.
Lo si diceva già prima di ricominciare.

Però lo sapevamo e lo sapevano.
Lotito era in prima fila per ripartire.. quindi hanno avuto quasi 2 mesi per prepararsi

Online Achab77

*****
4677
Re:Chi eravamo e chi siamo
« Risposta #4 il: 07 Lug 2020, 22:55 »
Sono anni che la Lazio ci abitua a una alternanza di anno buono, anno cattivo. A memoria va così da almeno 15 anni con un paio di eccezioni nei due anni di Reja e nei primi due di Simone. Anche quest'anno sembra la stessa cosa. Anno buono fino a febbraio, anno cattivo ora. Perché questo è un altro campionato, concaltre regole e difficoltà. Prima la smettiamo di pensare a cime era prima, a quello che poteva essere e meglio è. Lo scorso anno c'abbiamo messo mesi prima di assorbire la sconfitta all'ultima con l'inter. Ora non abbiamo mesi davanti, ma giorni per capire che questo è un nuovo campionato e che dobbiamo guardare in avanti e non indietro o ci faremo male, molto, come è sempre accaduto nella nostra recente storia.

Analisi condivisibile.
Però se ripenso a febbraio e poi vedo il presente mi viene un mal di stomaco tremendo. Sto pensando seriamente di spegnere tutto e riaccendere alla fine sperando di vedere la Lazio in CL.
4 mesi fa ci scoppiava il cuore per vittorie sofferte e impossibili, ora perché stiamo scivolando giù nella soddisfazione irridente di tutta Italia. Non gliela posso fa, sono abbonato e senza il COVID19 adesso avrei comunque dovuto vivere questa ennesima sofferenza dal vivo. Adesso che sono costretto a stare a casa, quasi quasi per una volta faccio lo struzzo e ficco la testa sotto la sabbia per un po': non è possibile che per ogni bel momento vissuto ci tocchi sempre questo cavolo di contraccolpo.

Offline DaMilano

*
7160
Re:Chi eravamo e chi siamo
« Risposta #5 il: 07 Lug 2020, 22:58 »
Questa serie di partite non può essere un campionato.
Lo si diceva già prima di ricominciare.

È come se lo fosse. Non è calcio? Non è il solito? Avvantaggia chi non ha il minimo infortunio?
Non importa. È un campionato diverso.l ma è un campionato che va giocato, magari con logiche diverse, ma questo è. Noi continuiamo a recriminare sullo stop, su cosa eravamo prima e che ora non riusciamo più ad essere. Ma è inutile. Noi dobbiamo solo pensare a fare punti in questo mese. Con le difficoltà che abbiamo e che non avremmo avuto senza stop, ma che abbiamo. Guardiamo avanti.

Offline DaMilano

*
7160
Re:Chi eravamo e chi siamo
« Risposta #6 il: 07 Lug 2020, 23:02 »
Analisi condivisibile.
Però se ripenso a febbraio e poi vedo il presente mi viene un mal di stomaco tremendo. Sto pensando seriamente di spegnere tutto e riaccendere alla fine sperando di vedere la Lazio in CL.
4 mesi fa ci scoppiava il cuore per vittorie sofferte e impossibili, ora perché stiamo scivolando giù nella soddisfazione irridente di tutta Italia. Non gliela posso fa, sono abbonato e senza il COVID19 adesso avrei comunque dovuto vivere questa ennesima sofferenza dal vivo. Adesso che sono costretto a stare a casa, quasi quasi per una volta faccio lo struzzo e ficco la testa sotto la sabbia per un po': non è possibile che per ogni bel momento vissuto ci tocchi sempre questo cavolo di contraccolpo.

Centriamo la Champions...poi vediamo chi irride. Noi una coppa l'abbiamo vinta. Noi se andiamo in Champions, giocare o no non c'ha cambiato nulla....
Ma non pensiamo a chi eravamo, ma a quello che siamo ora. Questo siamo e da qui ripartiamo. Non eravamo fenomeni peima, non siamo brocchi ora....ma questo è come se fosse un altro anno.

Online paolo71

*****
12660
Re:Chi eravamo e chi siamo
« Risposta #7 il: 07 Lug 2020, 23:03 »
È come se lo fosse. Non è calcio? Non è il solito? Avvantaggia chi non ha il minimo infortunio?
Non importa. È un campionato diverso.l ma è un campionato che va giocato, magari con logiche diverse, ma questo è. Noi continuiamo a recriminare sullo stop, su cosa eravamo prima e che ora non riusciamo più ad essere. Ma è inutile. Noi dobbiamo solo pensare a fare punti in questo mese. Con le difficoltà che abbiamo e che non avremmo avuto senza stop, ma che abbiamo. Guardiamo avanti.

Sono d'accordo ma non sulla tua disamina sull'anno buono e dullanno meno buono.
Tutto qua.
Questo mini torneo non può essere considerato nell'analisi da cui parti.

Offline DaMilano

*
7160
Re:Chi eravamo e chi siamo
« Risposta #8 il: 07 Lug 2020, 23:04 »
Sono d'accordo ma non sulla tua disamina sull'anno buono e dullanno meno buono.
Tutto qua.
Questo mini torneo non può essere considerato nell'analisi da cui parti.
Deve essere così....almeno il prossimo è di nuovo quello buono!!!!!! :)

Offline Franzoni

*
1029
Re:Chi eravamo e chi siamo
« Risposta #9 il: 07 Lug 2020, 23:05 »
Centriamo la Champions...poi vediamo chi irride. Noi una coppa l'abbiamo vinta. Noi se andiamo in Champions, giocare o no non c'ha cambiato nulla....
Ma non pensiamo a chi eravamo, ma a quello che siamo ora. Questo siamo e da qui ripartiamo. Non eravamo fenomeni peima, non siamo brocchi ora....ma questo è come se fosse un altro anno.
D'accordo al 100%

 :since :asrm

Online paolo71

*****
12660
Re:Chi eravamo e chi siamo
« Risposta #10 il: 07 Lug 2020, 23:14 »
Deve essere così....almeno il prossimo è di nuovo quello buono!!!!!! :)

Se entri in CL, non è buono?
Bssta pensare alla cazzata scudetto che se stamo a rovinà...

Offline DaMilano

*
7160
Re:Chi eravamo e chi siamo
« Risposta #11 il: 07 Lug 2020, 23:21 »
Se entri in CL, non è buono?
Bssta pensare alla cazzata scudetto che se stamo a rovinà...

Non mi hai capito....il prossimo buono vuol dire che il prossimo anno fai un bel campionato...come sempre dopo un anno difficile. Chi ha parlato di scudetto...io non c'ho mai creduto neanche quest'anno...e sto proprio dicendo che non dobbiamo pensare a ciò che è stato prima, perché quel campionato è chiuso...e recriminare ci fa solo male :)

Online tommasino

*
11153
Re:Chi eravamo e chi siamo
« Risposta #12 il: 08 Lug 2020, 07:22 »
Ma come fate a dire di non aver mai creduto allo scudetto?
Fino all’interruzione eravamo inarrestabili; altro che non eravamo fenomeni prima e non siamo brocchi ora. È proprio così, non siamo nemmeno lontani parenti di quelli che eravamo.
Una Lazio al 70% avrebbe preso in queste 5 partite post Covid 5 punti in più (1 a bergamo, 1 col Milan, 3 a Lecce) e si troverebbe a 2 punti dalla vetta.
Non so cosa sia successo, ma qualcosa è successo; ed ha rovinato tutto il meccanismo che si era creato.
Adesso stringiamo i denti è raggiungiamo questo benedetto quarto posto, che il secondo ed il terzo li vedo già andati
Re:Chi eravamo e chi siamo
« Risposta #13 il: 08 Lug 2020, 07:41 »
Ma come fate a dire di non aver mai creduto allo scudetto?
Fino all’interruzione eravamo inarrestabili; altro che non eravamo fenomeni prima e non siamo brocchi ora. È proprio così, non siamo nemmeno lontani parenti di quelli che eravamo.
Una Lazio al 70% avrebbe preso in queste 5 partite post Covid 5 punti in più (1 a bergamo, 1 col Milan, 3 a Lecce) e si troverebbe a 2 punti dalla vetta.
Non so cosa sia successo, ma qualcosa è successo; ed ha rovinato tutto il meccanismo che si era creato.
Adesso stringiamo i denti è raggiungiamo questo benedetto quarto posto, che il secondo ed il terzo li vedo già andati

Concordo totalmente.

Online tommasino

*
11153
Re:Chi eravamo e chi siamo
« Risposta #14 il: 08 Lug 2020, 07:45 »
Non mi hai capito....il prossimo buono vuol dire che il prossimo anno fai un bel campionato...come sempre dopo un anno difficile. Chi ha parlato di scudetto...io non c'ho mai creduto neanche quest'anno...e sto proprio dicendo che non dobbiamo pensare a ciò che è stato prima, perché quel campionato è chiuso...e recriminare ci fa solo male :)
Scusa, se non hai mai creduto allo scudetto cosa ci sarebbe da recriminare?
Per me c’è molto da recriminare, perché ci ho sempre creduto (fino al 29 febbraio e fino a che non ho visto la “nuova” Lazio a bergamo

Offline LuloFr

*
1529
Re:Chi eravamo e chi siamo
« Risposta #15 il: 08 Lug 2020, 07:51 »
Eravamo la Lazio.
Oggi siamo la Lazio.
Domani saremo la Lazio!

Sempre forza LAZIO!
 :since
 :asrm

Online tommasino

*
11153
Re:Chi eravamo e chi siamo
« Risposta #16 il: 08 Lug 2020, 07:57 »
Eravamo la Lazio.
Oggi siamo la Lazio.
Domani saremo la Lazio!

Sempre forza LAZIO!
 :since
 :asrm
Bella frase, a effetto, in linea generale più che condivisibile; ma è impossibile non notare che questa squadra non c’entra niente con quella vista da ottobre a febbraio.

Online vaz

*****
43262
Re:Chi eravamo e chi siamo
« Risposta #17 il: 08 Lug 2020, 08:04 »
infatti da recriminare non c'è niente. questo è il nuovo giochino che va di moda ora.
per me lo scudetto non lo avremmo vinto cmq. perché la Juve sarebbe uscita dalla CL e avrebbe fatto valere la sua rosa. ma il secondo posto sarebbe stato quasi sicuro.

invece, iscrivendoci al trofeo covid 2020, egogi gua.

pregherei però a tutti quelli che "spadafora e malagò non voglio far riprendere la stagione perché hanno paura della Lazio" di pensare fino a 10, non lamentarsi e accettare ciò che sarà.

Online paolo71

*****
12660
Re:Chi eravamo e chi siamo
« Risposta #18 il: 08 Lug 2020, 08:15 »
io ho la stessa sensazione invece del furto perpretrato ai ns danni del primo anno var dopo la ripresa di questo campionato.
Aldilà che gli infortuni e la condizione fisica ne stiano minando ogni partita in 3 gg, la sensazione che psicologicamente i ragazzi abbiano la rabbia per ciò che stiamo subendo nei media e in campo.
Quella pressione ti devasta, per la seconda partita persa consecutiva hanno sbroccato nel finale a livello mentale, vedi parapiglia col milan e ieri Patric...
Vedremo.

Online tommasino

*
11153
Re:Chi eravamo e chi siamo
« Risposta #19 il: 08 Lug 2020, 08:17 »
Ma uno può non lamentarsi della ripresa, più che logica, del campionato e contemporaneamente essere un po’ contrariato nel vedere questa Lazio?
Tu sei convinto che non l’avremmo vinto; io sono abbastanza convinto del contrario.
A me questa linea di pensiero che chi era per far ripartire questo campionato debba accettare supinamente questa brutta Lazio, anzi che quasi se l’è cercata, non mi piace per niente.
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod