CN11,5

0 Utenti e 81 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline pan

*
1612
Re:CN11,5
« Risposta #720 il: 18 Apr 2019, 18:39 »
Ormai è arrivato il momento. da noi tifosi non può partire niente, a parte sterili anche se dovute dimostrazioni. se veramente si vuole cambiare la situazione solo la Società può toglierci da questa situazione, in concretezza.
(scusate i toni e il fatto che mi ripeta su questo argomento, lo so, non me lo schiodo dalla pelle)
Re:CN11,5
« Risposta #721 il: 18 Apr 2019, 18:40 »
Sono d'accordo, ma rendiamoci conto che le due soluzioni sono una dichiarazione di guerra con buona parte della CN...

Non lo so se la CN lo interpreterebbe come una dichiarazione di guerra, spero di no.

Ma teniamo in mente che se questa strategia comunicativa:

"Lanciare la campagna #IL RAZZISMOCIFASCHIFOFORZALAZIOIL NOSTROTIFO
Andare in televisione e dichiararlo urbi et orbi
Fare una campagna stile quella fatta dall'Inter.
Il tutto non su Lazio style channel che non se lo fila nessuno
Postare la foto di Acerbi che abbraccia il [...] e si vede il suo bel sorriso."


Viene vista da qualcuno come una dichiarazione di guerra, questo qualcuno È il problema.

Offline turco

*****
2453
Re:CN11,5
« Risposta #722 il: 18 Apr 2019, 19:00 »
Pan, MisterFaro, biancocelestedentro, sono stradaccordo con voi.

La società dovrebbe anticiparli, mettendo le mani avanti, disconoscendo la parte estremista della CN e additandoli pubblicamente di anteporre il loro credo politico alla Lazio.
Purtroppo, con il "problema" della responsabilità oggettiva, i ragazzi di buda tengono per le palle la Lazio.
Sono certo che il 24 apriile si raggiungerà l'apice.
Partita interrotta e tre punti a tavolino al merdlan per reiterate goliardate razziste.
Se (sfortunatamente) succede ciò, la SSLazio deve dichiarare guerra ai diversamente laziali della CN.
Forse è meglio una definitiva resa dei conti che una difficile qualificazione alla finale di CI...
Re:CN11,5
« Risposta #723 il: 18 Apr 2019, 19:07 »
si puo' cominciare a non dargli alibi.

'so cani sciolti', 'so' quattro idioti', 'e' la stampa', 'a quelli della' non li vedono mai', 'ehh pero' la coreagrafia', 'no perche' se lo fai sibemolle non e' razzismo finche' non diventa semicroma o lo alzi a re maggiore', '#lafava/larava', 'aa societa' deve fa qualcosa', 'ee telecamere', ecc.ecc.

Offline sharp

*****
18697
Re:CN11,5
« Risposta #724 il: 18 Apr 2019, 19:27 »
non ho mai ascoltato la loro radio , mi capitò prima di un livorno Lazio,
altri tempi per essere sinceri, ma non parlarono mai delle nostre bandiere ne dei nostri
colori solo delle loro bandiere nere e fu una rivendicazione continua della loro appartenenza
politica,ai tempi la Lazio era solo un mezzo, spero dimostrino con i fatti quello che nel tempo dissero
a parole : non è vero e comunque non è più così ; lo so è quasi ora de cena ...

Offline ssl1900

*
2031
Re:CN11,5
« Risposta #725 il: 18 Apr 2019, 19:27 »
Pan, MisterFaro, biancocelestedentro, sono stradaccordo con voi.

La società dovrebbe anticiparli, mettendo le mani avanti, disconoscendo la parte estremista della CN e additandoli pubblicamente di anteporre il loro credo politico alla Lazio.
Purtroppo, con il "problema" della responsabilità oggettiva, i ragazzi di buda tengono per le palle la Lazio.
Sono certo che il 24 apriile si raggiungerà l'apice.
Partita interrotta e tre punti a tavolino al merdlan per reiterate goliardate razziste.
Se (sfortunatamente) succede ciò, la SSLazio deve dichiarare guerra ai diversamente laziali della CN.
Forse è meglio una definitiva resa dei conti che una difficile qualificazione alla finale di CI...

Una guerra fra la società e il direttivo CN già c'è stata. Chi ha vinto non lo so, so chi ha perso ed è stata la S.S.Lazio.
Se allo stadio siamo ancora pochini è anche per colpa di quella guerra, per colpa della contestazione e per colpa dello sciopero del tifo. Mi ricordo ancora gli inviti a non andare allo stadio, a non fare l'abbonamento finchè ci sarà il gestore.. Praticamente la contestazione, che è durata 6/7 anni ha bruciato una generazione di laziali.
Prima di rifare la guerra ci penserei non 2 ma 20 volte. Un'altra contestazione come quella e veramente rischiamo di scomparire.

Offline sharp

*****
18697
Re:CN11,5
« Risposta #726 il: 18 Apr 2019, 19:45 »
Che poi un altro argomento molto popolare di questi giorni (siamo tutti epidemiologi, ieri tutti pompieri e ora anche un po tutti antropologi) è che si è trattato di un gesto razzista all'incontrario dal momento che la maglia di acerbi è stata esibita come uno scalpo, secondo un rituale tribale.
Ora, a parte il fatto che se ricordo bene erano gli indiani famosi per lo scalpo, ma sicuramente anche qualche tribù africana avraà praticato questa disciplina, il punto è: allora pure gli ultras ragionano in maniera tribale.
Quando si ruba la bandiera avversaria e la si esibisce come trofeo di guerra quello non è un rituale tribale?
Semmai la cosa più brutta di tutte è che le due merde in questione esibiscono come un trofeo di guerra un simbolo che ti è stato donato in segno di pace (tra l'altro dopo aver perso la partita).
A me sembra evidentissimo che questo gesto sia stato dettato dalla superficialità, dalla mancanza d'intelligenza, dalla stronzaggine innata, tutte cose che sono patrimonio dell'umanità tutta a prescindere da razze colori e culture.


kelly solo per la precisione :
l'usanza di fare lo scalpo non era affatto diffusa tra le tribù native,
ma solo in qualche tribù del nord
(dakota et similia, tra l'altro onore riservato a guerrieri nemici molto valorosi)

I primi a fare lo scalpo in maniera metodica furono i cacciatori di indiani,
pagati un tanto a scalpo (dimostrazione di indiano effettivamente ucciso) dalle
agenzie delle ferrovie degli usa, che costruivano sui territori dei pellerossa
che quindi, chiaramente si ribellavano, e attaccavo gli insediamenti
(in seguito lo si faceva per soddisfare un numero di crescente di ricchi collezionisti bianchi)
Poi , ma solo dopo, divenne di uso comune anche tra i pellerossa fare lo scalpo agli yankee

Offline GiPoda

*
3377
Re:CN11,5
« Risposta #727 il: 18 Apr 2019, 20:01 »
Una guerra fra la società e il direttivo CN già c'è stata. Chi ha vinto non lo so, so chi ha perso ed è stata la S.S.Lazio.
Se allo stadio siamo ancora pochini è anche per colpa di quella guerra, per colpa della contestazione e per colpa dello sciopero del tifo. Mi ricordo ancora gli inviti a non andare allo stadio, a non fare l'abbonamento finchè ci sarà il gestore.. Praticamente la contestazione, che è durata 6/7 anni ha bruciato una generazione di laziali.
Prima di rifare la guerra ci penserei non 2 ma 20 volte. Un'altra contestazione come quella e veramente rischiamo di scomparire.
Sono d accordo.
Ci vuole buon senso.
P.s.
La guerra, purtroppo, è durata più di 6 anni..
Re:CN11,5
« Risposta #728 il: 18 Apr 2019, 20:03 »
Io sono convinto che se si riuscisse a "cambiare" la curva da certe persone e ambienti, allo stadio ci sarebbero moltissime persone in più (in particolare penso alle famiglie), ma per fare questo bisognerebbe avere un sostegno enorme da parte della società.

Offline Omar65

*****
6616
Re:CN11,5
« Risposta #729 il: 18 Apr 2019, 20:17 »
lo so è quasi ora de cena ...

Putroppo si', amico mio...
Re:CN11,5
« Risposta #730 il: 18 Apr 2019, 20:30 »
Una guerra fra la società e il direttivo CN già c'è stata. Chi ha vinto non lo so, so chi ha perso ed è stata la S.S.Lazio.
Se allo stadio siamo ancora pochini è anche per colpa di quella guerra, per colpa della contestazione e per colpa dello sciopero del tifo. Mi ricordo ancora gli inviti a non andare allo stadio, a non fare l'abbonamento finchè ci sarà il gestore.. Praticamente la contestazione, che è durata 6/7 anni ha bruciato una generazione di laziali.
Prima di rifare la guerra ci penserei non 2 ma 20 volte. Un'altra contestazione come quella e veramente rischiamo di scomparire.

Non posso credere che una minoranza di laziali razzisti possa incidere così tanta su una società gloriosa e storica come la Lazio.

Voglio sperare che anche chi dirige in qualche modo la curva la pensi come me.
Re:CN11,5
« Risposta #731 il: 18 Apr 2019, 20:49 »
Non posso credere che una minoranza di laziali razzisti possa incidere così tanta su una società gloriosa e storica come la Lazio.

Perché nella comunicazione esisteranno solo loro, purtroppo. Qui da cornuti mazziati e insultati tra un po' dovremo pure chiedere scusa al mondo intero a causa di questi "goliardi".
Mi ripeto. La Lazio si smarchi da loro con gesti concreti, anche chiedendo il divieto di far fare la trasferta ai tifosi della Lazio (le premesse perché finisca male ci sono, in società non facciano finta di non vedere con la scusa del profilo basso e dell'abbassamento dei toni). Al contempo chieda scuse formali al milan per il grave insulto ricevuto dai suoi due tesserati.
Re:CN11,5
« Risposta #732 il: 19 Apr 2019, 08:58 »
Non lo so se la CN lo interpreterebbe come una dichiarazione di guerra, spero di no.

Ma teniamo in mente che se questa strategia comunicativa:

"Lanciare la campagna #IL RAZZISMOCIFASCHIFOFORZALAZIOIL NOSTROTIFO
Andare in televisione e dichiararlo urbi et orbi
Fare una campagna stile quella fatta dall'Inter.
Il tutto non su Lazio style channel che non se lo fila nessuno
Postare la foto di Acerbi che abbraccia il [...] e si vede il suo bel sorriso."


Viene vista da qualcuno come una dichiarazione di guerra, questo qualcuno È il problema.
Applausi
Re:CN11,5
« Risposta #733 il: 19 Apr 2019, 09:08 »
Vi giuro quanto vorrei si potesse aprire un dialogo serio con i "rappresentanti" della curva nord, temo però che con persone come loro oggi come oggi non ci sia il benché minimo margine di ragionamento.

Che poi, allargando un po' il discorso, è un problema che ormai ha trovato una dimensione nazionale, sdoganato ancor di più dalle recenti correnti politiche, rafforzato da una propaganda gretta e martellante. Nella nostra curva non era mai sparito ma per un po' eravamo riusciti a tornare concentrati quasi esclusivamente sulla nostra Lazio (che dovrebbe in effetti essere il motivo vero e unico di esistenza del gruppo Curva). Oggi un certo tipo di pensiero si sta riaffermando in tutta Italia, per le strade e nelle piazze, sui social, in tv: il fatto che il problema sia una curva di uno stadio di calcio è guardare il dito e non la luna...

Offline cippolo

*
1814
Re:CN11,5
« Risposta #734 il: 19 Apr 2019, 11:00 »
Sto leggendo sui vari Social delle cose per mercoledì molto preoccupanti. Purtroppo a questa gente del bene della Lazio non importa niente. Ho paura che ci arriverà a molta ma molta merda addosso. Ma quelli che mi danno più fastidio di tutti sono quelli che dicono che i bu non sono da interpretare come razzisti ma per dar fastidio ai giocatori avversari. Lo vuoi capire che non lo devi fare? lo vuoi capire che stanno aspettando solo quello per darci addosso tutti e invece no continuiamo a giustificare che quel verso è per dare fastidio è non razzista. non lo devi fare e basta. Ci vuole tanto a capirlo? Poi se invece lo fai allora sei proprio stupido e soprattutto razzista
Re:CN11,5
« Risposta #735 il: 19 Apr 2019, 11:09 »
mi viene una rabbia a pensare che questi infangano così il nome della Lazio per la loro sporca ideologia che con la nostra amata non ha nulla a che spartire.
si trovassero un'altra ca**o di piazza dove mostrare le loro idee e dove rivendicare la loro identità, che evidentemente trascende dal portare un'aquila sul petto e i colori del cielo come maglia

Offline bak

*
19669
Re:CN11,5
« Risposta #736 il: 19 Apr 2019, 11:10 »
NUOVO SECURITY MANAGER — Intanto, la Lazio ha comunicato di aver affidato a Nicolò D’Angelo, già vice capo della Polizia e direttore della Criminalpol (sino a febbraio), la gestione globale del governo del club e delle altre società del Gruppo Lotito. Il prefetto D’Angelo, 65 anni, curerà la sicurezza dei vari assets aziendali.

Riguarda anche la tifoseria ?

Offline cippolo

*
1814
Re:CN11,5
« Risposta #737 il: 19 Apr 2019, 11:20 »
Guardate cosa è successo ieri solo perché un deficiente durante lazio-udinese ha pensato di riprendersi col telefonino il coro contro i giocatori del Milan e postarlo su Facebook. La sera stavamo su tutti sui giornali,riviste telegiornali e internet. Ma che c'hai nella testa? Neanche la segatura puoi avere  almeno ci potevamo fare un mobile. Tu ce l'hai completamente vuota
Re:CN11,5
« Risposta #738 il: 19 Apr 2019, 11:29 »
Guardate cosa è successo ieri solo perché un deficiente durante lazio-udinese ha pensato di riprendersi col telefonino il coro contro i giocatori del Milan e postarlo su Facebook. La sera stavamo su tutti sui giornali,riviste telegiornali e internet. Ma che c'hai nella testa? Neanche la segatura puoi avere  almeno ci potevamo fare un mobile. Tu ce l'hai completamente vuota

Personalmente il problema non è quello di filmare con un telefonino e postarlo su Facebook. Sarebbe bastato non far partire quel coro.
Re:CN11,5
« Risposta #739 il: 19 Apr 2019, 12:24 »
Personalmente il problema non è quello di filmare con un telefonino e postarlo su Facebook. Sarebbe bastato non far partire quel coro.
Che poi i cori son due...uno di stampo "razzista" e uno un po' goliardico che vede protagonisti Caicedo e Kessie. il secondo gira pochissimo in rete perchè ovviamente fa meno notizia. Non voglio giustificare nessuno ma è possibile che qualcuno sia un tantinello incazzato dopo quello che è successo a milano nel fine gara? Ci si aspettava una sentenza esemplare e invece usciamo mazziati con Leiva. Non giustifico ma capisco l'atteggiamento di chi ragiona di pancia e non col cervello.
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod