Elementi di economia spiccia

0 Utenti e 21 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Elementi di economia spiccia
« il: 21 Mar 2016, 21:06 »
Non sono un esperto, anzi.Di bilanci, dare e avere se so meno di zero.
Aiutatemi a capire:
La Lazio prende circa 50 milioni di diritti televisivi che se ne vanno in stipendi: Giusto? Sbagliato?
Sponsor veri e sostanziosi non ne girano in Italia a parte le strisciare, le altre incassano quanto? Un paio di milioni? Se va bene.
Magari poi si abbasserebbero i soldi del pool di sponsor
La cartellonistica quanto porta?
L' erario ti porta via 6 milioni l'anno.
Gli abbonati sono circa 14000 pochi?tanti?
Il botteghino quanto porta? Quanto incassa la Lazio rispetto le merdacce?
Quanto rimane per il mercato?
10/15 milioni l'anno?
É giusto dire che se avessimo 25000 abbonati e una presenza allo stadio in linea con le merdacce potremmo spendere di più? E se si, quanto?
Insomma, vorrei capire se il contributo dei tifosi in termini di presenze aiuterebbe ad avere più soldi da spendere in giocatori oppure no.
Giuro, nessuna dietrologia.
Grazie per i chiarimenti.


Offline GiPoda

*
3710
Re:Elementi di economia spiccia
« Risposta #1 il: 21 Mar 2016, 21:21 »
Aggiungerei non solo come presenze ma anche come prezzi e non solo delle merde ma pure di un Palermo qualsiasi che chiede per una curva 30 euro se è un match tipo con la Juventus mentre noi ne chiediamo 20...

Online genesis

*****
20218
Re:Elementi di economia spiccia
« Risposta #2 il: 21 Mar 2016, 21:24 »
Non sono un esperto, anzi.Di bilanci, dare e avere se so meno di zero.
Aiutatemi a capire:
La Lazio prende circa 50 milioni di diritti televisivi che se ne vanno in stipendi: Giusto? Sbagliato?
Sponsor veri e sostanziosi non ne girano in Italia a parte le strisciare, le altre incassano quanto? Un paio di milioni? Se va bene.
Magari poi si abbasserebbero i soldi del pool di sponsor
La cartellonistica quanto porta?
L' erario ti porta via 6 milioni l'anno.
Gli abbonati sono circa 14000 pochi?tanti?
Il botteghino quanto porta? Quanto incassa la Lazio rispetto le merdacce?
Quanto rimane per il mercato?
10/15 milioni l'anno?
É giusto dire che se avessimo 25000 abbonati e una presenza allo stadio in linea con le merdacce potremmo spendere di più? E se si, quanto?
Insomma, vorrei capire se il contributo dei tifosi in termini di presenze aiuterebbe ad avere più soldi da spendere in giocatori oppure no.
Giuro, nessuna dietrologia.
Grazie per i chiarimenti.

I soldi delle TV vengono dai sondaggi sulla numerosità dei tifosi, non dalle presenze allo stadio.
Quindi la risposta è NO.

Offline ranocchio

*****
391
Re:Elementi di economia spiccia
« Risposta #3 il: 21 Mar 2016, 21:44 »
Non sono un esperto, anzi.Di bilanci, dare e avere se so meno di zero.
Aiutatemi a capire:
La Lazio prende circa 50 milioni di diritti televisivi che se ne vanno in stipendi: Giusto? Sbagliato?
Sponsor veri e sostanziosi non ne girano in Italia a parte le strisciare, le altre incassano quanto? Un paio di milioni? Se va bene.
Magari poi si abbasserebbero i soldi del pool di sponsor
La cartellonistica quanto porta?
L' erario ti porta via 6 milioni l'anno.
Gli abbonati sono circa 14000 pochi?tanti?
Il botteghino quanto porta? Quanto incassa la Lazio rispetto le merdacce?
Quanto rimane per il mercato?
10/15 milioni l'anno?
É giusto dire che se avessimo 25000 abbonati e una presenza allo stadio in linea con le merdacce potremmo spendere di più? E se si, quanto?
Insomma, vorrei capire se il contributo dei tifosi in termini di presenze aiuterebbe ad avere più soldi da spendere in giocatori oppure no.
Giuro, nessuna dietrologia.
Grazie per i chiarimenti.
No, incasseremmo un paio di milioni in più per 10.000 abbonati addizionali, non dico un'invariante ma quasi.
Quello che cambia i bilanci sono i diritti TV e la partecipazione alla CL, oltre ai realizzi da calciomercato.
I primi però sono legati alla dimensione della torta (che per il sistema Italia non è supposta aumentare anzi se mai Sky acquisisse Mediaset ci sarebbe una forte contrazione) essendo le market shares stabili.
CL e plusvalore da calciomercato sono ovviamente parzialmente aleatori e/o occasionali, oltreché legati ad un investimento a monte in grado di far lievitare il valore intrinseco della squadra, sia lato prestazioni sportive che patrimonio giocatori (e' quello che sta facendo la asroma che infatti è sotto di 170 ml malgrado abbia centrato sistematicamente la CL e realizzato spettacolari plusvalenze. Aggiungo senza vincere nulla, per fortuna. Neppure questo gli ha portato uno straccio di sponsor, tanto per sottolineare la difficoltà di quella leva che ad oggi è vincente solo per il Milan)
Re:Elementi di economia spiccia
« Risposta #4 il: 21 Mar 2016, 21:45 »
Su quali basisi fonda il ragionamemto per cui più si incassa e più si spende per il mercato?

Online turco

*****
2612
Re:Elementi di economia spiccia
« Risposta #5 il: 22 Mar 2016, 11:26 »
Su quali basisi fonda il ragionamemto per cui più si incassa e più si spende per il mercato?

Perchè è l'esatto opposto del meno si incassa e meno si spende per il mercato.

Offline FatDanny

*****
19453
Re:Elementi di economia spiccia
« Risposta #6 il: 22 Mar 2016, 11:40 »
Su quali basisi fonda il ragionamemto per cui più si incassa e più si spende per il mercato?

perché qualsiasi imprenditore raziocinante (a qualcuno non parrà vero, ma Lotito rientra nella categoria) se realizza un risultato in conto economico tende a valorizzarlo trasformandolo in patrimonio attraverso investimenti, a meno che non abbia debiti da saldare.
Visto che i nostri debiti sono iscritti in un piano di rientro, non contano al fine di questo ragionamento.

Se realizzi maggiore entrate, puoi permetterti maggiori investimenti.
Non si può dire in assoluto che un numero maggiore di tifosi sarebbe irrilevante, quanto dire il contrario.
Dipende dalla variazione considerata.
Passare da 20mila a 25mila presenze cambia poco. Arrivare a 40mila presenze fisse allo stadio cambia eccome.
Re:Elementi di economia spiccia
« Risposta #7 il: 22 Mar 2016, 11:46 »
La presenze numeriche allo stadio contano anche e soprattutto per la "qualificazione", quindi del prezzo, degli spazi pubblicitari all'interno dello stadio.
Re:Elementi di economia spiccia
« Risposta #8 il: 22 Mar 2016, 11:53 »
perché qualsiasi imprenditore raziocinante (a qualcuno non parrà vero, ma Lotito rientra nella categoria) se realizza un risultato in conto economico tende a valorizzarlo trasformandolo in patrimonio attraverso investimenti, a meno che non abbia debiti da saldare.
Visto che i nostri debiti sono iscritti in un piano di rientro, non contano al fine di questo ragionamento.

Se realizzi maggiore entrate, puoi permetterti maggiori investimenti.
Non si può dire in assoluto che un numero maggiore di tifosi sarebbe irrilevante, quanto dire il contrario.
Dipende dalla variazione considerata.
Passare da 20mila a 25mila presenze cambia poco. Arrivare a 40mila presenze fisse allo stadio cambia eccome.
Aria pura.
Re:Elementi di economia spiccia
« Risposta #9 il: 22 Mar 2016, 11:55 »
Non sono un esperto, anzi.Di bilanci, dare e avere se so meno di zero.
Aiutatemi a capire:
La Lazio prende circa 50 milioni di diritti televisivi che se ne vanno in stipendi: Giusto? Sbagliato?
Sponsor veri e sostanziosi non ne girano in Italia a parte le strisciare, le altre incassano quanto? Un paio di milioni? Se va bene.
Magari poi si abbasserebbero i soldi del pool di sponsor
La cartellonistica quanto porta?
L' erario ti porta via 6 milioni l'anno.
Gli abbonati sono circa 14000 pochi?tanti?
Il botteghino quanto porta? Quanto incassa la Lazio rispetto le merdacce?
Quanto rimane per il mercato?


10/15 milioni l'anno?
É giusto dire che se avessimo 25000 abbonati e una presenza allo stadio in linea con le merdacce potremmo spendere di più? E se si, quanto?
Insomma, vorrei capire se il contributo dei tifosi in termini di presenze aiuterebbe ad avere più soldi da spendere in giocatori oppure no.
Giuro, nessuna dietrologia.
Grazie per i chiarimenti.

Guardando i 2 bilanci semestrali (periodo luglio-dicembre 2015) i ricavi  da stadio ( biglietti +abbonamenti) sono per noi 3,37 mln (9 gare) e per loro 8,4 mln (8 gare), dati riferiti al solo campionato.

Offline fish_mark

*****
15968
Re:Elementi di economia spiccia
« Risposta #10 il: 22 Mar 2016, 11:58 »
perché qualsiasi imprenditore raziocinante (a qualcuno non parrà vero, ma Lotito rientra nella categoria) se realizza un risultato in conto economico tende a valorizzarlo trasformandolo in patrimonio attraverso investimenti, a meno che non abbia debiti da saldare.
Visto che i nostri debiti sono iscritti in un piano di rientro, non contano al fine di questo ragionamento.

Se realizzi maggiore entrate, puoi permetterti maggiori investimenti.
Non si può dire in assoluto che un numero maggiore di tifosi sarebbe irrilevante, quanto dire il contrario.
Dipende dalla variazione considerata.
Passare da 20mila a 25mila presenze cambia poco. Arrivare a 40mila presenze fisse allo stadio cambia eccome.

Un post assolutamente condivisibile che finisce con l'aprire una domanda (non inedita).
Come si passa dai 20-25 mila (il c.d. zoccolo duro, termine pericolosissimo aggiungerei) ai 40 mila di presenze fisse.
Con un moto dell'animo dei singoli tifosi oppure con un'azione organica di una società fatta di obiettivi individuati, di investimenti mirati e di parole d'ordine che mobilitano una tifoseria?
Re:Elementi di economia spiccia
« Risposta #11 il: 22 Mar 2016, 12:00 »
Ma pure 25 mila abbonati ti fanno partire con 6/7 milioni In più già a Luglio.
E sti 25 mila in 18 gare tra acqua birra e panini altri 4/5 milioni te li garantiscono.

12 milioni.
DeVrij + Biglia per capirci.

Offline fish_mark

*****
15968
Re:Elementi di economia spiccia
« Risposta #12 il: 22 Mar 2016, 12:03 »
Ma pure 25 mila abbonati ti fanno partire con 6/7 milioni In più già a Luglio.
E sti 25 mila in 18 gare tra acqua birra e panini altri 4/5 milioni te li garantiscono.

12 milioni.
DeVrij + Biglia per capirci.

Quando prendi un'acqua una birra e due panini allo stadio mettiti l'animo in pace: non riuscirai a finanziare il rinnovo di Radu, neanche supplicando il paninaro che ti consegna l'hot dog caldo caldo.
Quei soldi non vanno alla Lazio.
Re:Elementi di economia spiccia
« Risposta #13 il: 22 Mar 2016, 12:04 »
perché qualsiasi imprenditore raziocinante (a qualcuno non parrà vero, ma Lotito rientra nella categoria) se realizza un risultato in conto economico tende a valorizzarlo trasformandolo in patrimonio attraverso investimenti, a meno che non abbia debiti da saldare.
Visto che i nostri debiti sono iscritti in un piano di rientro, non contano al fine di questo ragionamento.

Se realizzi maggiore entrate, puoi permetterti maggiori investimenti.
Non si può dire in assoluto che un numero maggiore di tifosi sarebbe irrilevante, quanto dire il contrario.
Dipende dalla variazione considerata.
Passare da 20mila a 25mila presenze cambia poco. Arrivare a 40mila presenze fisse allo stadio cambia eccome.

d'accordo, ma però cosa ti fa pensare che questi investimenti li faccia con la lazio e non su altre società del gruppo?

Lotito, più di un'altro imprenditore presente nel mondo del calcio, lega il business di tutto il suo gruppo alla SS Lazio 1900. E' la sua società più importante e sulla quale non ha intenzione di mettere a rischio il Business.
Ha delle entrate fisse ed un portfolio clienti fidelizzato che gli garantisce un'antrata sicura, dopodichè in base alle entrate nella SS LAzio fa giustamente degli investimenti in altri settori.
Da quando ha preso la Lazio le sua aziende storiche hanno allargato il Business in termini economici, mi riferisco a Gasoltermica, Snam e Linda.
Dopodichè, sempre da quando ha la SS LAzio 1900, piuttosto che provare ad investire sulla crescita del suo Business principale, ha deciso di "diversificare"  la Salernitana ne è l'esempio più lamapante, visto che i risultati ottenuti, sono stati ottenuti molto alla sinergia con la Lazio (sposorizzazione da 1,5k milioni di euro e giocatori prestati e non gravanti sul bilancio della Salernitana)
Un altro esempio spicciolo è il palazzo di via valenziani trasformato in "Business", su questo andrebbe bene capito a chi vanno gli "introiti" ma anche i "costi", sui quali sono pronto a scommetere il classico dollaro, saranno a vantaggio di aziende del gruppo.

Quindi, come dici giustamente Tu, Lotito è un ottimo imprenditore razioniciante, solamente che preferische fare investimenti altrove e non nella SS LAzio 1900, per il semplice fatto, che se la lazio ottenesse una contrazione dovuta ad un cattivo investimento, ne risentirebbe tutto il gruppo.

Offline FatDanny

*****
19453
Re:Elementi di economia spiccia
« Risposta #14 il: 22 Mar 2016, 12:16 »
Un post assolutamente condivisibile che finisce con l'aprire una domanda (non inedita).
Come si passa dai 20-25 mila (il c.d. zoccolo duro, termine pericolosissimo aggiungerei) ai 40 mila di presenze fisse.
Con un moto dell'animo dei singoli tifosi oppure con un'azione organica di una società fatta di obiettivi individuati, di investimenti mirati e di parole d'ordine che mobilitano una tifoseria?

Senza che ce posti un file excel  :beer:  la tua domanda è legata, a mio modo di vedere, alla più grave e forse alla meno discussa (tranne che da te e pochi altri) delle pecche attribuite a Lotito.
Non essere stato in grado di aumentare la dimensione economica della Lazio in questi anni. Ha risanato, tramite questo risanamento la Lazio si è potuta permettere investimenti maggiori, ma la sua dimensione economica complessiva è rimasta pressocché invariata. E questo per un imprenditore non è certo una nota di merito se parliamo di una società sportiva. Parlassimo della Linda Spa potrebbe andare anche bene. Se ci riferiamo alla SS Lazio no.

d'accordo, ma però cosa ti fa pensare che questi investimenti li faccia con la lazio e non su altre società del gruppo?
...


Guarda AL, sta cosa delle correlate è una bufala che io stesso ho avuto modo di  verificare perché inizialmente mi aveva "stuzzicato" la curiosità. Ci sono i topic di anni fa a dimostrazione.
E posso dirti che è una cazzata ai limiti della calunnia.
E' dimostrabile attraverso i bilanci che tramite l'uso delle correlate la Lazio abbia addirittura risparmiato su quei servizi se comparati in termini di spese alle società concorrenti.
Quindi credere che quei soldi incassati vengano distribuiti per i biechi interessi di Lotito è proprio da tontoloni.
In primo luogo perché avresti un reato facilmente dimostrabile e ti ricordo che i bilanci della Lazio, essendo quotata in borsa, sono verificati e certificati altrimenti non possono passare l'approvazione.
In secondo luogo perché il trasferimento alle correlate non rappresenta una patrimonializzazione ma un semplice trasferimento economico.
Per accrescere il patrimonio devi investire, devi aumentare il capitale fisso. Devi spendere insomma.
Se spendi, ti accresci.
Ad un imprenditore conviene utilizzare denaro e non lasciarlo immobilizzato se questa non è una semplice spesa, ma un investimento.

Il problema è che un sacco di gente ragiona di bilanci e impresa come se parlasse di risparmio personale.
Ma i due approcci sono esattamente all'opposto l'uno dell'altro.

EDIT: Lotito ha SEMPRE speso praticamente tutto quel che è riuscito a racimolare.
Ogni qual volta abbiamo venduto un giocatore e realizzato una plusvalenza, ogni qual volta abbiamo avuto premi legati ai risultati sportivi, li abbiamo investiti.
Gli si possono contestare un sacco di cose, ma farlo su questo significa essere in malafede o non capirci un'acca di quanto scritto a bilancio.

Offline fish_mark

*****
15968
Re:Elementi di economia spiccia
« Risposta #15 il: 22 Mar 2016, 12:30 »
Senza che ce posti un file excel  :beer:  la tua domanda è legata, a mio modo di vedere, alla più grave e forse alla meno discussa (tranne che da te e pochi altri) delle pecche attribuite a Lotito.
Non essere stato in grado di aumentare la dimensione economica della Lazio in questi anni. Ha risanato, tramite questo risanamento la Lazio si è potuta permettere investimenti maggiori, ma la sua dimensione economica complessiva è rimasta pressocché invariata. E questo per un imprenditore non è certo una nota di merito se parliamo di una società sportiva. Parlassimo della Linda Spa potrebbe andare anche bene. Se ci riferiamo alla SS Lazio no.
 

No, per l’amor del Cielo, niente excel a quest’ora, si può ragionare e si deve ragionare senza.
Il fatto di non aver aumentato la dimensione economica da parte di Lotito che ha semmai stabilizzato il bilancio della Lazio su dimensioni da lui controllabili. Il risanamento si compie definitivamente nel 2005 ma era già avviato in buona parte, altrimenti sarebbe stato difficile immaginare che un imprenditore molto accorto e con disponibilità economiche non smisurate come lui si potesse prendere una gatta da pelare come la Lazio del 2004.
Per un imprenditore qualsiasi non dico che l’imperativo categorico ma almeno lo spirito che dovrebbe guidarlo è quello dell’accrescimento del valore di una sua azienda, in termini di fatturato, di quote di mercato, di know how et cetera. Questo vale per una Linda, ma anche per una società come la Lazio che in termini di fatturato nel periodo controllato dall’attuale proprietà viaggia su livelli costanti senza grossi scossoni né in alto né in basso: siamo passati dagli 83 mln del primo anno ai 110 dello scorso anno; nello stesso periodo il Napoli innesta il turbo. 
Stare fermi se paga in termini di sicurezza non paga in termini di ritorni economici e di pubblico a cui non puoi chiedere qualcosa rivendicando cosa è successo un minuto prima, ma puoi aspettarti un risposta positiva soprattutto se gli fai capire cosa hai intenzione di fare un minuto dopo. Del resto, non servono grafici e tabelle basta soltanto seguire l’andamento delle cronache di questi anni.
Re:Elementi di economia spiccia
« Risposta #16 il: 22 Mar 2016, 13:30 »
Senza che ce posti un file excel  :beer:  la tua domanda è legata, a mio modo di vedere, alla più grave e forse alla meno discussa (tranne che da te e pochi altri) delle pecche attribuite a Lotito.
Non essere stato in grado di aumentare la dimensione economica della Lazio in questi anni. Ha risanato, tramite questo risanamento la Lazio si è potuta permettere investimenti maggiori, ma la sua dimensione economica complessiva è rimasta pressocché invariata. E questo per un imprenditore non è certo una nota di merito se parliamo di una società sportiva. Parlassimo della Linda Spa potrebbe andare anche bene. Se ci riferiamo alla SS Lazio no.

Guarda AL, sta cosa delle correlate è una bufala che io stesso ho avuto modo di  verificare perché inizialmente mi aveva "stuzzicato" la curiosità. Ci sono i topic di anni fa a dimostrazione.
E posso dirti che è una cazzata ai limiti della calunnia.
E' dimostrabile attraverso i bilanci che tramite l'uso delle correlate la Lazio abbia addirittura risparmiato su quei servizi se comparati in termini di spese alle società concorrenti.
Quindi credere che quei soldi incassati vengano distribuiti per i biechi interessi di Lotito è proprio da tontoloni.
In primo luogo perché avresti un reato facilmente dimostrabile e ti ricordo che i bilanci della Lazio, essendo quotata in borsa, sono verificati e certificati altrimenti non possono passare l'approvazione.
In secondo luogo perché il trasferimento alle correlate non rappresenta una patrimonializzazione ma un semplice trasferimento economico.
Per accrescere il patrimonio devi investire, devi aumentare il capitale fisso. Devi spendere insomma.
Se spendi, ti accresci.
Ad un imprenditore conviene utilizzare denaro e non lasciarlo immobilizzato se questa non è una semplice spesa, ma un investimento.

Il problema è che un sacco di gente ragiona di bilanci e impresa come se parlasse di risparmio personale.
Ma i due approcci sono esattamente all'opposto l'uno dell'altro.

EDIT: Lotito ha SEMPRE speso praticamente tutto quel che è riuscito a racimolare.
Ogni qual volta abbiamo venduto un giocatore e realizzato una plusvalenza, ogni qual volta abbiamo avuto premi legati ai risultati sportivi, li abbiamo investiti.
Gli si possono contestare un sacco di cose, ma farlo su questo significa essere in malafede o non capirci un'acca di quanto scritto a bilancio.

intanto, qui non c'è nulla da calunniare perchè come ho ben scritto è tutto lecito. lecito.
la storia del benchmark sugli anni precendenti è una cazzata spaziale, perchè è il mercato che fa i prezzi e non la storia. io sto nel settore informatico ed anni fa le tariffe per un consuletne informatico stavano intorno ai 350euro al giorno, ora stanno a 180 euro. E' il mercato, punto.
Poi ti faccio una domanda diretta: Sai quanto sono i ricavi di ogni singola correlata e quanto incide nel totale l'entrate dalla SS LAzio? LA risposta sicuramente non la puoi fornire  e non credo la sappia nessuno a meno che non si "sbirci" nei bilanci che non sono pubblici.
Ora veniamo ai discorsi sul tanto incasso e tanto investo: qui non mi hai risposto sulla sponsorizzazione alla salenrnitana e sui calciatori prestati a Salerno.

ota provo a semplificare sui fantomatici 20.000 tifosi in più che aumenterebbero di fatto il fatturato e gli investimenti.
Per ottenere questo risultato al "botteghino" come minimo andrebbe fatto un investimento di 100k sulla rosa quindi viene da se che non farà mai questo investimento perchè è altamente rischioso e non garantisce il risultato, piuttosto lui se compra un'altra salernitana e con l sinergia con la LAzio (1,5k di sponosrizzazion con i primavera in prestito, ecc. ) riesce in egual misura ad ottenere questi 20.000 tifosi in più, tanto bene o male un biglietto dell'olimpico o dell'arechi, non è che cambia tanto nell'importo.

 
Re:Elementi di economia spiccia
« Risposta #17 il: 22 Mar 2016, 13:36 »
Quando prendi un'acqua una birra e due panini allo stadio mettiti l'animo in pace: non riuscirai a finanziare il rinnovo di Radu, neanche supplicando il paninaro che ti consegna l'hot dog caldo caldo.
Quei soldi non vanno alla Lazio.
Hai ragione. Parlando dello stadio del Cardiff stavo sognando il nostro e i conti sono andati nel computo.

Facciamo 25 mila abbonati e consegnamo i nostri 6/7 milioni l anno alla Lazio , intanto.

DeVrij ce  esce . .



Questo era il nocciolo.

Offline fish_mark

*****
15968
Re:Elementi di economia spiccia
« Risposta #18 il: 22 Mar 2016, 13:51 »
Hai ragione. Parlando dello stadio del Cardiff stavo sognando il nostro e i conti sono andati nel computo.

Facciamo 25 mila abbonati e consegnamo i nostri 6/7 milioni l anno alla Lazio , intanto.

DeVrij ce  esce . .



Questo era il nocciolo.

25 mila abbonati non è una cifra impressionante, anche se di questi tempi sarebbe oro.
Tu fai appello a un moto dell'animo, ma la realtà è purtroppo molto più prosaica.
Nella realtà c'è una società che fa uno-due-tre acquisti con nomi di grande richiamo (inseriti in uno schema di squadra dove vanno a coprire certi buchi) e il pubblico, se convinto, risponde.

Nel 2010, Il Milan ingaggiò Ronaldinho, campione in fase calante, ma ancora di grande richiamo: in un solo giorno ci furono 10 mila tessere. Se la Lazio lo scorso anno avesse ingaggiato Balotelli (faccio un esempio: del calciatore meglio non parlarne) a giugno allora l'obiettivo delle 25 mila tessere non sarebbe stato un miraggio. Anzi.

O Lotito capisce tutto questo (e lo ha capito una volta: era il 2011) oppure staremo sempre qui a fare appello al buon animo del tifoso laziale con i risultati modesti che tutti quanti conosciamo.
Funziona così lo sport, lo showbiz l'economia e direi anche la logica.

Online turco

*****
2612
Re:Elementi di economia spiccia
« Risposta #19 il: 22 Mar 2016, 14:17 »
OT (ma non troppo)

IMHO
Le correlate vengono viste come il modo nascosto di Lotito di guadagnare sulla Lazio.
Lotito tiene la Lazio solo per garantire alle sue aziende denaro fresco ed appalti sicuri.
Non è impostante, come dice FatDanny, che "E' dimostrabile attraverso i bilanci che tramite l'uso delle correlate la Lazio abbia addirittura risparmiato su quei servizi se comparati in termini di spese alle società concorrenti." .
L'importante è assegnare appalti e/o servizi ad altre imprese in nome di una "leale ed etica trasparenza", ridurre le aziende di Lotito alla canna del gas e rendere non più redditizio essere il proprietario della Lazio.
Quindi venderla.
IMHO

EOT
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod