Sondaggio

Reja allenatore della S.S. Lazio 2014/2015 ?

Si
No

Il dopo Reja

0 Utenti e 12 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Online DajeLazioMia

*****
42396
Re:Il dopo Reja
« Risposta #1300 il: 20 Mag 2014, 11:33 »
Ma se anche il Merda che ha la banca dietro e molti più soldi da spendere ha preso Zeman LE e Garcia perché noi dovremmo poter prendere l'allenatore campione di spagna e finalista di CL?
In base a cosa? La Juve ha preso Conte dal Siena. Oggi in Italia la situazione è diversa da 15 anni fa.

Online Tarallo

*****
94733
Re:Il dopo Reja
« Risposta #1301 il: 20 Mag 2014, 11:33 »
Van Gaal, United. 6 milioni l'anno, 200 da spendere (Fabregas, Kroos e Robben).
Ah, sono sterline.
Questo livello credo che ci sia precluso, ma uno sforzo per arrivare al  secodno livello va fatto.
Re:Il dopo Reja
« Risposta #1302 il: 20 Mag 2014, 11:34 »
chiaro che se non vai lí a chiederglielo, non viene. Siamo talmente assuefatti al pessimismo che ormai ci castriamo pure i sogni e i desideri in fondo realizzabili. Non abbiamo mai investito seriamente sugli allenatori, sarebbe ora di provarci.
Lo dici a me? Ma bisogna guardare in faccia la realtà e la realtà dice che siamo in seconda (o terza) fascia come appetibilità per un allenatore ormai già a llivelli TOP.
Re:Il dopo Reja
« Risposta #1303 il: 20 Mag 2014, 11:36 »
Van Gaal, United. 6 milioni l'anno, 200 da spendere (Fabregas, Kroos e Robben).
Ah, sono sterline.
Questo livello credo che ci sia precluso, ma uno sforzo per arrivare al  secodno livello va fatto.
E ce ne siamo fatti di pippe mentali con Van Gaal pure noi, eh... :S

Online DajeLazioMia

*****
42396
Re:Il dopo Reja
« Risposta #1304 il: 20 Mag 2014, 11:38 »
E ce ne siamo fatti di pippe mentali con Van Gaal pure noi, eh... :S
Ma perché pensiamo a gente che si muove su livelli proprio diversi.
Ma perché a queste condizioni poteva andare alla juve? Al napoli? Al merda? A firenze?
Chi lo poteva prendere?

Offline fish_mark

*****
15968
Re:Il dopo Reja
« Risposta #1305 il: 20 Mag 2014, 11:38 »
Van Gaal, United. 6 milioni l'anno, 200 da spendere (Fabregas, Kroos e Robben).
Ah, sono sterline.
Questo livello credo che ci sia precluso, ma uno sforzo per arrivare al  secodno livello va fatto.

Quando si cita questo livello significa che non si vuole discutere seriamente.
Non è che senza Van Gaal non si può giocare a pallone.

Una società come la Lazio può arrivare a spendere anche un paio di milioni per un allenatore, meglio se giovane, con idee nuove e tanta voglia di arrivare. Sarebbe ideale il Mourinho del Porto (grazie), ci avevamo provato con il Montella in uscita dal Catania, ora andrebbe bene anche un Di Francesco opportunamente responsabilizzato.

Online Tarallo

*****
94733
Re:Il dopo Reja
« Risposta #1306 il: 20 Mag 2014, 11:43 »
Una società come la Lazio può arrivare a spendere anche un paio di milioni per un allenatore, meglio se giovane, con idee nuove e tanta voglia di arrivare. Sarebbe ideale il Mourinho del Porto (grazie), ci avevamo provato con il Montella in uscita dal Catania, ora andrebbe bene anche un Di Francesco opportunamente responsabilizzato.

Non credi che se si focalizzasse il piano di crescita su
1) valorizzazione di un parco giovani finalmente di livello mondiale con conseguente risparmio su ingaggi e costi del cartellino per altri giocatori
2) riduzione della rosa legata anche all'uscita dall'europa con conseguente ingente rispoarmio di ingaggi
3) concentrazione su due giocatori di livello mondiale in ruoli chiave

potremmo anche permetterci un allenatore di seconda fascia (Mancini, Spalletti ecc ecc, non mi riferisco a questi nomi, ma al gruppo in cui sono)?

Offline Sonni Boi

*****
14816
Re:Il dopo Reja
« Risposta #1307 il: 20 Mag 2014, 11:44 »
che poi, perché non potremmo diventare anche noi come l'Atletico, per dire? Il potenziale c'é tutto. Ma bisognerebbe avere coraggio e idee chiare.

L'atletico, ricordo, é riuscito a vincere la liga avendo come rivale il Real nella stessa cittá. Tutto é possibile se ci si crede.

Ed è ancor più possibile se, come l'Atletico, puoi permetterti di tirare avanti con 200M di euro di buffi grazie a banche compiacenti e giochetti contabili.

Che poi bravi so stati bravi eh, per carità, ma a noi ste cose non ce le lascerebbero mai fare

Offline Roxy00

*****
4199
Re:Il dopo Reja
« Risposta #1308 il: 20 Mag 2014, 11:46 »
TMW - Lazio, Incontro Lotito-Reja: Donadoni e Colantuono le alternative
20.05.2014 11.35 di Luca Bargellini  Twitter: @barge82  articolo letto 791 volte

 
Si deciderà oggi il futuro di Edoardo Reja sulla panchina della Lazio. Nelle prossime ore, infatti, il tecnico goriziano incontrerà il patron biancoceleste Claudio Lotito per decidere se continuare insieme o meno la prossima stagione. Secondo quanto appreso dalla redazione di Tuttomercatoweb.com Lotito vorrebbe proporre a Reja il ruolo di direttore tecnico, con uno fra Roberto Donadoni e Stefano Colantuono (con il quale è già stato fatto un sondaggio) in panchina. Reja, invece, vorrebbe far valere l'opzione presente nel suo contratto per rimanere sulla panchina del club capitolino anche per la stagione 2014/2015.

Offline Centurio

*
20566
Re:Il dopo Reja
« Risposta #1309 il: 20 Mag 2014, 11:48 »
il cane che si morde la coda. Il rilancio a un livello superiore passa da un allenatore conosciuto e capace. Come possiamo rilanciarci con Reja, Ma 'ndannamo?

Una curiositá: quando prende Simeone all'atletico? Ma anche ti chiedesse 5 milioni l'anno, perché non darglieli? Te li rifai con gli abbonamenti, ma sai che entusiasmo porterebbe?
Questo serve alla Lazio per uscire da questa atmosfera stagnante, entusiasmo. Prendi Simeone e cominci a fare 40.000 abbonamenti. Lo stadio con uno cosí lo riempi, la contestazione rimarrebbe magari strisciante ma rimarrebbero quattro gatti che con le prime vittorie sparirebbero. Ovvio che Simeone verrebbe se gli porti giocatori decenti e non i pererinha, quindi bisogna investire anche lí in modo massiccio, ma non é detto che non riesci a portare i giocatori a prezzi fattibili, se ci si muove bene. Mica dico che sia facile, eh, intendiamoci.
Ma provarci, caspita, provarci almeno. La societá non dá una benché minima sensazione di provarci. Come puoi portarmi entusiasmo se mi confermi Reja, che sai giá come ti finisce la stagione? Da centroclassifica con la squadra attuale, da 5-6 posto con un paio di buoni innesti, ma di piú uno cosí non ti da. Vogliamo provarci, diamine, o ci vogliamo accontentare di galleggiare?

Offline laziAle82

*****
11461
Re:Il dopo Reja
« Risposta #1310 il: 20 Mag 2014, 11:48 »
Ma-ga-ri Donadoni. Magari.

Online white-blu

*
16762
Re:Il dopo Reja
« Risposta #1311 il: 20 Mag 2014, 11:49 »
Ieri un agente fifa , non ricordo il nome ,  a 56 Lazio ha fatto il nome di Almeyda come allenatore.



Offline fish_mark

*****
15968
Re:Il dopo Reja
« Risposta #1312 il: 20 Mag 2014, 11:50 »
Non credi che se si focalizzasse il piano di crescita su
1) valorizzazione di un parco giovani finalmente di livello mondiale con conseguente risparmio su ingaggi e costi del cartellino per altri giocatori
2) riduzione della rosa legata anche all'uscita dall'europa con conseguente ingente rispoarmio di ingaggi
3) concentrazione su due giocatori di livello mondiale in ruoli chiave

potremmo anche permetterci un allenatore di seconda fascia (Mancini, Spalletti ecc ecc, non mi riferisco a questi nomi, ma al gruppo in cui sono)?

Sul punto 1 è un rischio sempre: bello in teoria, difficilissimo in pratica. Strada da seguire, ma con possibilità concrete di riuscita che sono in mano al Signore.
Sul punto 2 mi permetto di contestarlo. Una squadra fuori dall'Europa ma che deve rientrarci subito non ha nessun risparmio ingente da fare: si mettono sul piatto 70 milioni di euro per l'ingaggio in maniera da centrare la qualificazione in Champions.
Sul punto 3 mi trovi d'accordo.
Re:Il dopo Reja
« Risposta #1313 il: 20 Mag 2014, 11:51 »
Non credi che se si focalizzasse il piano di crescita su
1) valorizzazione di un parco giovani finalmente di livello mondiale con conseguente risparmio su ingaggi e costi del cartellino per altri giocatori
Serve quindi un allenatore preparato in grado di attuare questo. E' un cane che si morde la coda.
2) riduzione della rosa legata anche all'uscita dall'europa con conseguente ingente rispoarmio di ingaggi
La riduzione si dovrebbe basare sulla cessione dei giocatori che hanno fallito, ma se sono scarsi, che se li compra?
3) concentrazione su due giocatori di livello mondiale in ruoli chiave
Chi ti ci viene ADESSO alle nostre cifre?
potremmo anche permetterci un allenatore di seconda fascia (Mancini, Spalletti ecc ecc, non mi riferisco a questi nomi, ma al gruppo in cui sono)?
La massima aspirazione possibile al momento è:
Sinisa, Guidolin, Donadoni, Pioli, Casiraghi, Gregucci, per restare in Italia. Dall'estero la pista Yakin è stata smentita dallo stesso Tare.
Altri non me ne vengono in mente.

Online Tarallo

*****
94733
Re:Il dopo Reja
« Risposta #1314 il: 20 Mag 2014, 11:56 »
Sul punto 1 è un rischio sempre: bello in teoria, difficilissimo in pratica. Strada da seguire, ma con possibilità concrete di riuscita che sono in mano al Signore.
Sul punto 2 mi permetto di contestarlo. Una squadra fuori dall'Europa ma che deve rientrarci subito non ha nessun risparmio ingente da fare: si mettono sul piatto 70 milioni di euro per l'ingaggio in maniera da centrare la qualificazione in Champions.
Sul punto 3 mi trovi d'accordo.

SUl punto 2 insisto, quando giochi una volta a settimana puoi assolutamente permetterti una rosa corta.

Offline voltaire

*
3314
Re:Il dopo Reja
« Risposta #1315 il: 20 Mag 2014, 11:56 »
Ma-ga-ri Donadoni. Magari.
concordo,é lui stesso che potrebbe rilanciarsi definitivamente dopo varie esperienze,anche con la nazionale.è chiaro che il supporto della società deve essere coerente ed efficace.ma è una buona figura.io non disdegnerei neanche Di Francesco,in verità.però serve coraggio 
Re:Il dopo Reja
« Risposta #1316 il: 20 Mag 2014, 11:56 »
il cane che si morde la coda. Il rilancio a un livello superiore passa da un allenatore conosciuto e capace. Come possiamo rilanciarci con Reja, Ma 'ndannamo?

Una curiositá: quando prende Simeone all'atletico? Ma anche ti chiedesse 5 milioni l'anno, perché non darglieli? Te li rifai con gli abbonamenti, ma sai che entusiasmo porterebbe?
Questo serve alla Lazio per uscire da questa atmosfera stagnante, entusiasmo. Prendi Simeone e cominci a fare 40.000 abbonamenti. Lo stadio con uno cosí lo riempi, la contestazione rimarrebbe magari strisciante ma rimarrebbero quattro gatti che con le prime vittorie sparirebbero. Ovvio che Simeone verrebbe se gli porti giocatori decenti e non i pererinha, quindi bisogna investire anche lí in modo massiccio, ma non é detto che non riesci a portare i giocatori a prezzi fattibili, se ci si muove bene. Mica dico che sia facile, eh, intendiamoci.
Ma provarci, caspita, provarci almeno. La societá non dá una benché minima sensazione di provarci. Come puoi portarmi entusiasmo se mi confermi Reja, che sai giá come ti finisce la stagione? Da centroclassifica con la squadra attuale, da 5-6 posto con un paio di buoni innesti, ma di piú uno cosí non ti da. Vogliamo provarci, diamine, o ci vogliamo accontentare di galleggiare?
Non verrebbe lui. Quei soldi ADESSO li prende ovunque, dove però gli darebbero una squadra leggermente più competitiva della nostra.
Anche io sostengo che basta co Reja, ma o te magni sta minestra...
Re:Il dopo Reja
« Risposta #1317 il: 20 Mag 2014, 12:04 »
TMW - Lazio, Incontro Lotito-Reja: Donadoni e Colantuono le alternative
20.05.2014 11.35 di Luca Bargellini  Twitter: @barge82  articolo letto 791 volte

 
Si deciderà oggi il futuro di Edoardo Reja sulla panchina della Lazio. Nelle prossime ore, infatti, il tecnico goriziano incontrerà il patron biancoceleste Claudio Lotito per decidere se continuare insieme o meno la prossima stagione. Secondo quanto appreso dalla redazione di Tuttomercatoweb.com Lotito vorrebbe proporre a Reja il ruolo di direttore tecnico, con uno fra Roberto Donadoni e Stefano Colantuono (con il quale è già stato fatto un sondaggio) in panchina. Reja, invece, vorrebbe far valere l'opzione presente nel suo contratto per rimanere sulla panchina del club capitolino anche per la stagione 2014/2015.

L'ipotesi è suggestiva, specie l'opzione Donadoni ( mi è sempre piaciuto). Ma Reja mi pare che in più di un'occasione abbia rigettato il ruolo da DT. Sono certo che il Louise Pasteur del calcio italiano farà del tutto per convincere zio Edy. Soluzione troppo comoda per farsela sfuggire. Non sia mai dovesse trasmettere un po' d'entusiasmo, per carità.

Online Tarallo

*****
94733
Re:Il dopo Reja
« Risposta #1318 il: 20 Mag 2014, 12:05 »
Invece con Donadoni e Colantuono partirebbero i rave.

Offline vagabond

*
9396
Re:Il dopo Reja
« Risposta #1319 il: 20 Mag 2014, 12:08 »
Purtroppo nella Lazio ci sono molti giocatori con poca personalità. Reja li riporta a ragionare, e quindi a fare punti, ma servirebbe un allenatore con una fortissima personalità, in grado di imporsi a molti "bambini" del nostro spogliatoio.
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod