La Lazio è un grande Club, o no?

0 Utenti e 24 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline Thunder

*
7208
La Lazio è un grande Club, o no?
« il: 19 Ott 2015, 16:20 »
Spesso le nostre riflessioni su tutto quello che circonda il mondo Lazio partono dal presupposto che noi tutti(o quasi) consideriamo la Lazio un grande Club . Di conseguenza anche le critiche nei confronti della società, dei calciatori, dell'allenatore e anche quelle relative ai mass media, per il modo in cui ci trattano o lo spazio che ci riservano, sono frutto di valutazioni o di pretese che hanno poca aderenza con la realtà. Quindi anche esagerate o esasperate.

Noi, avendo delle grandi ambizioni, pretendiamo di avere in squadra un altro De Vrij, un terzino forte, un altro giocatore del livello di Biglia, una punta titolare di livello internazionale, un Direttore Generale e un Responsabile della Comunicazione di alto profilo, quindi anche la dovuta attenzione dei Mass Media, come quella riservata alle grandi società. Praticamente tutto ciò che permetterebbe ad una società di iscriversi nel club dei Big ed essere considerata tale anche da chi il calcio lo tratta ogni giorno, nelle varie trasmissioni sportive o nei giornali.

La realtà però è ben diversa, dietro a De Vrij ci sono dei mestieranti e un giovane inesperto, dietro a Biglia ci sono dei ragazzini alle prime armi, come punte ci sono dei giocatori acquistati a parametro zero, non esiste il profilo del Direttore Generale ed il Responsabile della Comunicazione non è certo un maestro del settore, di conseguenza anche nei mass media lo spazio a noi riservato è molto limitato.

A me sembra del tutto evidente che, piuttosto che incazzarsi singolarmente per ogni aspetto relativo alla Lazio, il tema da affrontare sia molto più essenziale: ma la Lazio, è un grande Club o no?
Perché se lo è, allora bisogna pretendere certe cose, sotto tutti i punti di vista, altrimenti certe valutazioni o riflessioni devono necessariamente essere ridimensionate.

Secondo me, sta tutta qui la differenza tra una Grande Squadra e chi vuole esserlo, ma che in realtà non è cosi.


Offline vaz

*****
41840
Re:La Lazio è un grande Club, o no?
« Risposta #1 il: 19 Ott 2015, 16:22 »
ma hai visto chi è il capo?
pare il ducaconte balabam

Offline Thunder

*
7208
Re:La Lazio è un grande Club, o no?
« Risposta #2 il: 19 Ott 2015, 16:29 »
ma hai visto chi è il capo?
pare il ducaconte balabam

 :lol:
Re:La Lazio è un grande Club, o no?
« Risposta #3 il: 19 Ott 2015, 16:31 »
Per essere considerati un grande club bisogna stare costantemente nei primi 3 posti, non un anno si e 4 no. Non basta essere la squadra della capitale o avere un passato glorioso. Altrimenti l'unica scorciatoia è fare come il city e sperare che arrivi uno sceicco come presidente.. In questo modo diventi grande squadra in un mese di calciomercato.

Quest'anno abbiamo buttato una grossa occasione per affermarci facendo un calciomercato da pezzenti e fallendo il preliminare.

Offline paolo71

*****
12419
Re:La Lazio è un grande Club, o no?
« Risposta #4 il: 19 Ott 2015, 16:33 »
attualmente non lo è.
Ma non è colpa di Lotito se non siamo un grande club, perché in 115 anni di storia siamo stati Grandi 5/6 anni con Cragnotti, non di più.

Offline fish_mark

*****
15968
Re:La Lazio è un grande Club, o no?
« Risposta #5 il: 19 Ott 2015, 16:33 »
Spesso le nostre riflessioni su tutto quello che circonda il mondo Lazio partono dal presupposto che noi tutti(o quasi) consideriamo la Lazio un grande Club . Di conseguenza anche le critiche nei confronti della società, dei calciatori, dell'allenatore e anche quelle relative ai mass media, per il modo in cui ci trattano o lo spazio che ci riservano, sono frutto di valutazioni o di pretese che hanno poca aderenza con la realtà. Quindi anche esagerate o esasperate.

Noi, avendo delle grandi ambizioni, pretendiamo di avere in squadra un altro De Vrij, un terzino forte, un altro giocatore del livello di Biglia, una punta titolare di livello internazionale, un Direttore Generale e un Responsabile della Comunicazione di alto profilo, quindi anche la dovuta attenzione dei Mass Media, come quella riservata alle grandi società. Praticamente tutto ciò che permetterebbe ad una società di iscriversi nel club dei Big ed essere considerata tale anche da chi il calcio lo tratta ogni giorno, nelle varie trasmissioni sportive o nei giornali.

La realtà però è ben diversa, dietro a De Vrij ci sono dei mestieranti e un giovane inesperto, dietro a Biglia ci sono dei ragazzini alle prime armi, come punte ci sono dei giocatori acquistati a parametro zero, non esiste il profilo del Direttore Generale ed il Responsabile della Comunicazione non è certo un maestro del settore, di conseguenza anche nei mass media lo spazio a noi riservato è molto limitato.

A me sembra del tutto evidente che, piuttosto che incazzarsi singolarmente per ogni aspetto relativo alla Lazio, il tema da affrontare sia molto più essenziale: ma la Lazio, è un grande Club o no?
Perché se lo è, allora bisogna pretendere certe cose, sotto tutti i punti di vista, altrimenti certe valutazioni o riflessioni devono necessariamente essere ridimensionate.

Secondo me, sta tutta qui la differenza tra una Grande Squadra e chi vuole esserlo, ma che in realtà non è cosi.

E' una domanda che molti si pongono da tempo immemore ormai.

C'è chi è rimasto a Catanzaro, ancora asserragliato all'interno del catino dell'impianto calabrese.

C'è chi è rimasto al San Paolo a gioire per il goal appena segnato da Poli (Poli, non Pioli).

C'è chi ancora rincorre Lulic perché ha le lancette ferme alle 19.27 di un pomeriggio di maggio di un paio di anni fa.



Offline TomYorke

*****
9505
Re:La Lazio è un grande Club, o no?
« Risposta #6 il: 19 Ott 2015, 16:39 »
La Lazio non ha il potenziale economico per essere un grande club. Ma ogni tifoso , in tutto il mondo, è convinto di tifare per la squadra più importante del mondo e ragiona di conseguenza.

Offline gentlemen

*
12416
Re:La Lazio è un grande Club, o no?
« Risposta #7 il: 19 Ott 2015, 16:49 »
La Lazio in Europa ed in SudAmerica è considerato un club molto importante, diciamo un grande club, sicuramente meno grande di Real Madrid, Barca, Manchester Utd., Liverpool, Bayer,  ma allo stesso livello di un Valencia, Tottenham et similia

Offline fish_mark

*****
15968
Re:La Lazio è un grande Club, o no?
« Risposta #8 il: 19 Ott 2015, 16:54 »
La Lazio non ha il potenziale economico per essere un grande club. Ma ogni tifoso , in tutto il mondo, è convinto di tifare per la squadra più importante del mondo e ragiona di conseguenza.

su questo hai ragione, ma - se mi consenti - è un ragionamento un po' semplicistico.

Il tifoso non ha soltnato cuore, ma ha anche occhi per vedere e un po' di intelletto.
Se fossi tifoso della Virtus Casarano avrei bene in mente l'ambito spaziale delle mie possibilità di tifoso. Da tifoso del Real Madrid pretenderei ogni anno di arrivare almeno almeno in semifiinale di Champions.

Da tifoso della Lazio con ila sua storia, la sua società, il suo bacino di utenza ho (più o meno) bene in mente l'orizzonte delle mie ambizioni, che non sono illimitate, ma non per questo modeste.
Per dire la nostra bacheca non è disprezzabile e i successi sono stati conseguiti in 115 anni di storia, peraltro in maniera abbastanza distribuita nel tempo, segno che i nostri successi non sono necessariamente dipesi da un presidente piuttosto che da un altro, da una particolare epoca piuttosto che da un'altra.
Nel campionato precedente al girone unico siamo stati 4 volte vice campioni d'Italia. Negli anni 50 abbiamo fatto cose grandi per l'epoca. Poi gli anni 70, quindi gli anni 90 e ora l'epoca lotitiana.
Per questo siamo una squadra "grande"*



* La Deloitte ci classifica tra le prime 30 al mondo.

Offline Warp

*
7581
Re:La Lazio è un grande Club, o no?
« Risposta #9 il: 19 Ott 2015, 16:56 »
dipende cosa si intende per grande Club

Se per grande club intendi l'Aristocrazia tipo Real, Barcellona, Bayern, Juve, Liverpool, Milan, Inter, Ajax, ManUTD e compagnia, ovviamente manco da lontano

Se per grande club intendi l'Alta borghesia tipo PSG, Arsenal, Chelsea, ManCity, manco

Se per grande club intendi la media borghesia tipo Atletico, Siviglia, OM, squadre tedesche forse li nei periodi di vacche grasse

Noi siamo dei piccoli borghesi che cercano di fare di necessità virtù, cercano l'investimento, la botta di q. non potendo competere con i grossi capitalisti, lavoriamo sul residuale.

in sostanza no, non siamo un grande club.

Ma poi come dico altrove la reputazione te la fai solo con i risultati. Se vinci diventi interessante e rivinci, sennò resti il solito sfigato che ha vinto 2 scudetti che sono rimasti lettera morta e che in entrambi i casi pochi anni dopo ti hanno portato sull'orlo del fallimento.

Segno che non ci fu strategia a lungo termine e errori di valutazione

Offline TomYorke

*****
9505
Re:La Lazio è un grande Club, o no?
« Risposta #10 il: 19 Ott 2015, 17:13 »
su questo hai ragione, ma - se mi consenti - è un ragionamento un po' semplicistico.

Il tifoso non ha soltnato cuore, ma ha anche occhi per vedere e un po' di intelletto.
Se fossi tifoso della Virtus Casarano avrei bene in mente l'ambito spaziale delle mie possibilità di tifoso. Da tifoso del Real Madrid pretenderei ogni anno di arrivare almeno almeno in semifiinale di Champions.

Da tifoso della Lazio con ila sua storia, la sua società, il suo bacino di utenza ho (più o meno) bene in mente l'orizzonte delle mie ambizioni, che non sono illimitate, ma non per questo modeste.
Per dire la nostra bacheca non è disprezzabile e i successi sono stati conseguiti in 115 anni di storia, peraltro in maniera abbastanza distribuita nel tempo, segno che i nostri successi non sono necessariamente dipesi da un presidente piuttosto che da un altro, da una particolare epoca piuttosto che da un'altra.
Nel campionato precedente al girone unico siamo stati 4 volte vice campioni d'Italia. Negli anni 50 abbiamo fatto cose grandi per l'epoca. Poi gli anni 70, quindi gli anni 90 e ora l'epoca lotitiana.
Per questo siamo una squadra "grande"*



* La Deloitte ci classifica tra le prime 30 al mondo.

Ti è consentito.
Su questo argomento le scelte sono due.
Una è la descrizione semplicistica, l'altra è cedere a tutta una retorica ridondante (anche questa tipica del tifoso).

Offline pantarei

*
7310
Re:La Lazio è un grande Club, o no?
« Risposta #11 il: 19 Ott 2015, 17:19 »
con 100 mln di fatturato potresti essere un grande club .
il debito con l'erario, l'assenza dello sponsor e il non vendere un pezzo l'anno a prezzi monstre sono gli ostacoli.
l'idea gestionale lotitiana chiude il cerchio.
non lo siamo.
Re:La Lazio è un grande Club, o no?
« Risposta #12 il: 19 Ott 2015, 17:51 »
la Lazio non sarà mai un grande club e non bastano certo i tre anni di Cragnotti per diventarlo
in italia solo le strisciate lo sono, fuori forse sono una quindicina
non avverrà mai anche se domani Lotito morisse ma infatti l'unica cosa che si chiedeva era che le maglie fosse bagnate di sangue e di sudore
non penso che esista un tifoso della Lazio che lo è diventato perché eravamo una grande squadra, se a qualcuno invece è capitato sarebbe bello capire come è successo che ha creduto la Lazio una grande d'europa
Re:La Lazio è un grande Club, o no?
« Risposta #13 il: 19 Ott 2015, 17:56 »
Con Lotito  puoi vincere lo scudetto del "Fair Play Finanziario" ogni anno, in quel caso SIAMO NOI I CAMPIONI D'ITALIA!!! e poi fai il coro,,,

Offline fish_mark

*****
15968
Re:La Lazio è un grande Club, o no?
« Risposta #14 il: 19 Ott 2015, 17:57 »
Ti è consentito.
Su questo argomento le scelte sono due.
Una è la descrizione semplicistica, l'altra è cedere a tutta una retorica ridondante (anche questa tipica del tifoso).

Come è noto, cedo volentieri alle lusinghe della retorica ridondante.
Tifo per una squadra che per lungo tempo mi ha dato avare soddisfazioni, ma poi si è rifatta con gli interessi. Quindi mi potrei ragionevolemnte aspettare di competere per lo scudto una volta almeno ogni 10 anni, e magari andare a farmi un giretto in champions due tre volte ogni decade e non credo si tratti di deliri da curvarolo.

@giovannidef
diventai della Lazio all'indomani della vittoria del primo scudetto, bella forza, ma avevo 7 anni, quindi con scarsa coscienza. La formazione poi della mia identità avvenne più tardi quando però la Lazio navigava nelle acque perigliose della serie B.
Ci si innamora di una storia, non semplicemente di una vittoria, e la nostra storia è sfortunata, a tratti maledetta, ma non avara di successi. Siamo Davide contro Golia e a me è sempre piaciuto essere Davide.

Offline STARBLUE

*****
3795
Re:La Lazio è un grande Club, o no?
« Risposta #15 il: 19 Ott 2015, 18:01 »
No,forse un giorno quando cambierà pelle....

Offline robylele

*****
31595
Re:La Lazio è un grande Club, o no?
« Risposta #16 il: 19 Ott 2015, 18:03 »
non penso che esista un tifoso della Lazio che lo è diventato perché eravamo una grande squadra, se a qualcuno invece è capitato sarebbe bello capire come è successo che ha creduto la Lazio una grande d'europa

a qualcuno sarà capitato se è vero che nell'Agosto 1999 eravamo in testa al ranking mondiale.

con 100 mln di fatturato potresti essere un grande club .
il debito con l'erario, l'assenza dello sponsor e il non vendere un pezzo l'anno a prezzi monstre sono gli ostacoli.
l'idea gestionale lotitiana chiude il cerchio.
non lo siamo.

così sembra che sia solo colpa di Lotito.
In realtà con i media stavamo messi male anche con ugo paglia e con una squadra stellare.

Lo sponsor incide poco, è sicuramente un cavallo di battaglia non di laziali sani come te :beer: ma della famigerata Cornice Marcia.

per quanto riguarda i mancati introiti delle cessioni monstre credo che lamentarsene possa essere derivato dalle operazioni sospette di Sabatini all'altra sponda.
Perché da che mondo e mondo rinunciare ai pezzi pregiati è sempre stato oggetto di feroci critiche dalla tifoseria.

Con qualche eccezione tipo Zidan al Real e pochi altri.

Ancora oggi, la Cornice Marcia, non potendo incolpare la Lazio di vendere i migliori, spesso è costretta a prevedere il futuro: ''Lotito venderà e si ricomincerà da capo''.

Come fai fai male, damme retta.

p.s.: il City è nell'aristocrazia del calcio da pochi anni per via del denaro che è arrivato, ma non cambierei certo la nostra storia con la loro.

Offline Thunder

*
7208
Re:La Lazio è un grande Club, o no?
« Risposta #17 il: 19 Ott 2015, 18:15 »
La Lazio non ha il potenziale economico per essere un grande club. Ma ogni tifoso , in tutto il mondo, è convinto di tifare per la squadra più importante del mondo e ragiona di conseguenza.

La Lazio non ha il fatturato da grande club, sul potenziale economico se ne potrebbe discutere.
Prende più soldi del Bayern e del Psg dai Diritti Tv(relativi al campionato) e ha il potenziale per portare almeno 50 mila spettatori ad ogni partita. Il resto è solo un meccanismo che si innesca con gli investimenti e le vittorie. Il Bayern 10 anni fa aveva un fatturato da 160 milioni, adesso si aggira intorno ai 500 mln. Il Borussia Dortmund 5 anni fa aveva un fatturato simile al nostro, adesso ne fattura più o meno il triplo. La Juve dopo 6 anni, in cui ha investito nel parco calciatori e nello Stadio, adesso ne fattura il doppio. 
La Lazio in questo senso non mi pare stia facendo dei passi in avanti.


p.s Un tifoso attraverserà pure dei momenti di delirio, con picchi più o meno alti, ma nella maggior parte del tempo ha una sua lucidità e riesce a capire il valore della propria squadra. Al di là che lo soddisfi o meno.

Offline pantarei

*
7310
Re:La Lazio è un grande Club, o no?
« Risposta #18 il: 19 Ott 2015, 18:16 »
due cose :
la cornice marcia a 'sto punto non so' manco piu' cosa e', forse farne parte non e' poi cosi' terribile se chi la denuncia tace di fronte alle infa.mita' degli arbitri.
non siamo cosi' stupidi da essere obnubilati dal tabagista. a prezzi monstre ci vendono in tanti, vedi dybala kondogbia e gli acquisti di alcuni pezzi in germania inghilterra o spagna .

Offline gentlemen

*
12416
Re:La Lazio è un grande Club, o no?
« Risposta #19 il: 19 Ott 2015, 18:19 »
la Lazio non sarà mai un grande club e non bastano certo i tre anni di Cragnotti per diventarlo
in italia solo le strisciate lo sono, fuori forse sono una quindicina
non avverrà mai anche se domani Lotito morisse ma infatti l'unica cosa che si chiedeva era che le maglie fosse bagnate di sangue e di sudore
non penso che esista un tifoso della Lazio che lo è diventato perché eravamo una grande squadra, se a qualcuno invece è capitato sarebbe bello capire come è successo che ha creduto la Lazio una grande d'europa
Che il cielo ti benedica, finalmente qualcuno che lo scrive chiaro: gli anni in cui Cragnotti pigiò l'acceleratore, e si fece una strategia per vincere senza se e senza ma, considerando le altre società e l'allora situazione economica e tecnica del calcio italiano sono stati il 1997-98, 1998-1999 e 1999-2000, già l'estate successiva allo scudetto ci furono scelte un po' bizzarre.
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod