Non è quello che ci siamo dati a mancarmi...

0 Utenti e 66 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline Hicks

*
4777
Re:Non è quello che ci siamo dati a mancarmi...
« Risposta #20 il: 06 Set 2019, 12:17 »
Tanto per non fare nomi banali, ero certo che Behrami sarebbe diventato un simbolo e un trascinatore della Nostra per tanti anni.

Mai fui più lontano dalla verità

Offline gentlemen

*
11541
Re:Non è quello che ci siamo dati a mancarmi...
« Risposta #21 il: 06 Set 2019, 12:18 »
Giordano il suo valore con la Lazio lo ha mostrato, ma giocava in una squadra che per varie e diverse situazioni, non solo prettamtecniche, non lo valorizzava.
Giocatori che invece potevano effettivamente esplodere e permanere dei fuoriclasse-icone nel tempo sono stati Gascoigne, De La Pena, Zarate.
Re:Non è quello che ci siamo dati a mancarmi...
« Risposta #22 il: 06 Set 2019, 12:22 »
Paul Gascoigne.
Secondo me, nella storia della Lazio c'é stato un prima e un dopo Paul Gascoigne.
Re:Non è quello che ci siamo dati a mancarmi...
« Risposta #23 il: 06 Set 2019, 12:34 »
Paul Gascoigne.
Secondo me, nella storia della Lazio c'é stato un prima e un dopo Paul Gascoigne.

Tutta la vita: lasciando stare DAM, tra quelli che ho visto solo Baggio aveva il suo talento.

Offline lorenz82

*
4771
Re:Non è quello che ci siamo dati a mancarmi...
« Risposta #24 il: 06 Set 2019, 12:40 »
Mendieta Uber alles...chissà che girava a Valencia...

Offline bak

*
19609
Re:Non è quello che ci siamo dati a mancarmi...
« Risposta #25 il: 06 Set 2019, 12:46 »
Per me Bruno Giordano.
Giocatore che, magari esagero, per me avrebbe potuto essere nell'elite mondiale della storia di questo sport.

Non esageri assolutamente. Io l'ho visto prima e dopo il 1980, prima e dopo Bogoni.
Il Van Basten degli anni 80 per classe, forza, fisico. Nonostante la capoccia.

@Gazza. Si grossissimo rimpianto anche lui, talento vero.
Re:Non è quello che ci siamo dati a mancarmi...
« Risposta #26 il: 06 Set 2019, 12:48 »
Io Gazza non riesco proprio a vederlo come rimpianto. Ha significato talmente tanto per noi Laziali anche solo con la sua presenza che proprio non ci riesco

Offline arturo

*****
10044
Re:Non è quello che ci siamo dati a mancarmi...
« Risposta #27 il: 06 Set 2019, 12:51 »
E' un rimpianto perchè poteva diventare il n 1 al mondo e sfortuna e capoccia lo hanno impedito.
Re:Non è quello che ci siamo dati a mancarmi...
« Risposta #28 il: 06 Set 2019, 12:54 »
E' un rimpianto perchè poteva diventare il n 1 al mondo e sfortuna e capoccia lo hanno impedito.
Si si mi è chiaro, lo so anche io (secondo me 70% sfortuna per l'infortunio e 30% capoccia)

E' che per me lo era il numero 1 al mondo....

Offline paolo71

*****
11094
Re:Non è quello che ci siamo dati a mancarmi...
« Risposta #29 il: 06 Set 2019, 13:48 »
Fra i vari che avete già citato dai mostri sacri a Baronio e Keita, io aggiungo un altro nome di una Lazio che stava cominciando a scalare l'Italia, nei primi anni 90...Armando Madonna, ala destra atalanta, praticamente il loro pupillo di quegli anni, arrivò a Roma e scomparve, pareva non sapesse più manco crossare.

Offline asteN_A.

*
12052
Re:Non è quello che ci siamo dati a mancarmi...
« Risposta #30 il: 06 Set 2019, 14:27 »
Paul Gascoigne laaa la laaa la la laaaaa Paul Gascoigne la laa la laaa la laaaaaa

Assolutamente lui.
Aveva tutto per essere forte e determinante come lo erano stati Platini e Maradona.
Ricordo un Lazio-Torino, fece un primo tempo dove tutto passava da lui.
Se aveva voglia, non ce n'era, si caricava la squadra sulle spalle e la faceva girare come e quando voleva.

Un altro grandissimo rimpianto è Alien Boksic.
L'unico giocatore al mondo che per qualità, eleganza e potenza, avrebbe potuto "replicare" le gesta del mitico Van Basten.
Al suo esordio con la nostra maglia, incantò tutti e segnò sotto la Sud con una torsione di testa da calcio d'angolo.
Sembrava davvero sceso da marte, na cosa assurda io e mio Padre (bonanima) eravamo in tribuna Tevere incazzati perché fu preferito a Ferrara, da lì capii che di calcio ce capivamo poco  :beer: :=))

Offline shaolin

*
1564
Re:Non è quello che ci siamo dati a mancarmi...
« Risposta #31 il: 06 Set 2019, 14:42 »
io tra i vari che avete nominato ci metterei pure Zarate e Felipe Anderson, entrambi con delle qualita' non comuni ma non sfruttate a pieno.
Re:Non è quello che ci siamo dati a mancarmi...
« Risposta #32 il: 06 Set 2019, 14:43 »
Il magnifico, l'unico, l'inimitabile Bruno.

Banda Pereirinha sempre presente.  8)

Ahhh, i bei tempi della banda Piripigna



Lo rivedo un po' in Jony. Fascia diversa, ma i movimenti, il fisico e la tecnica sono quelli. Chissà, magari da sano...

Appoggio anche la mozione Meghni, le petit Zizou. Tecnica cristallina e fisico di cristallo. Anche lui lo rivedo, in parte, nelle movenze di Kiyine
Re:Non è quello che ci siamo dati a mancarmi...
« Risposta #33 il: 06 Set 2019, 14:49 »
Quelli da nominare li avete nominati più o meno,allora voglio aggiungere Alessandro Iannuzzi,con lui credevo che la Lazio avesse trovato un giocatore che potesse arrivare al livello di Roby Baggio,invece..

Quella punizione all'ultimo secondo contro il Torino e la corsa verso la curva insieme al fratellino raccatapalle è uno dei ricordi più nitidi della mia Lazio metà anni '90.
Già mi immaginavo negli anni a venire una coppia gol autoctona Di Vaio-Iannuzzi.

Ecco, Di Vaio è uno che mi è dispiaciuto veder sfondare, almeno in parte (secondo me poteva fare ancora meglio in carrirera) da altre parti.

Offline Brixton

*
3467
Re:Non è quello che ci siamo dati a mancarmi...
« Risposta #34 il: 06 Set 2019, 14:52 »
Concordo su Giordano. Alla fine, con quelle qualità, avrebbe dovuto lasciare un segno ben maggiore (tredici sole presenze in nazionale, ad esempio, sono un delitto). Parte colpa sua, parte della Lazio.
Per il resto l'elenco sarebbe lungo. Tra quelli che mi pare non siano stati ancora citati, menzionerei Fabio Poli. Nonostante il gol con il Campobasso, con le doti che aveva, avrebbe dovuto fare ben altra carriera ed essere un protagonista della fase di risalita con la gestione Calleri. Oppure Galderisi: avrebbe dovuto fare la differenza in serie B, pensavamo che con lui e Monelli avremmo stravinto il campionato, lui fu un flop pauroso, noi dovemmo comunque lottare sino all'ultima giornata per tornare in A.
Re:Non è quello che ci siamo dati a mancarmi...
« Risposta #35 il: 06 Set 2019, 15:00 »
Io Gazza non riesco proprio a vederlo come rimpianto. Ha significato talmente tanto per noi Laziali anche solo con la sua presenza che proprio non ci riesco

Sul piano d'immagine, di comprensione, di autostima, significò un salto in alto di qualche metro.
L'annuncio del suo arrivo significò che la Lazio degli anni 80 era finita.
Chi non ha vissuto quel periodo, secondo me, non può capire.
"La Lazio ha preso Paul Gascoigne!"
Cristo santo c'ho ancora i brividi a ricordarlo.

Offline vaz

*****
39335
Re:Non è quello che ci siamo dati a mancarmi...
« Risposta #36 il: 06 Set 2019, 15:06 »
Io ce li ho per ‘la Lazio ha preso morrison’
Re:Non è quello che ci siamo dati a mancarmi...
« Risposta #37 il: 06 Set 2019, 15:13 »
Mi pare che si stia mettendo un po' tutto nel topic  ;)

Da chi arrivato con certe aspettative ha più completamente deluso, (Mendieta, DelaPena) a chi , pur lasciando un segno nella Lazio, ha comunque mostrato qualità che lo avrebbero portato in cima al calcio mondiale se solo... (Gazza, Giordano, Boksic).
Ci cresciuto nelle nostre giocabili ha poi ha fatto di più altrove (Di Vaio e Canio) e chi invece alla fine non ha mai espresso potenzialità che qualcuno di noi ha notato (Meghni, Zarate, FA).

Maurito e Felipetto sono quelli di ciò mi manca ciò che avrebbero potuto dare ma non hanno, almeno nella Lazio.
Re:Non è quello che ci siamo dati a mancarmi...
« Risposta #38 il: 06 Set 2019, 15:15 »
Sul piano d'immagine, di comprensione, di autostima, significò un salto in alto di qualche metro.
L'annuncio del suo arrivo significò che la Lazio degli anni 80 era finita.
Chi non ha vissuto quel periodo, secondo me, non può capire.
"La Lazio ha preso Paul Gascoigne!"
Cristo santo c'ho ancora i brividi a ricordarlo.

Ha tanto valore anche perché fu il primo arrivo con il dottore in sella,  anche se l'acquisto fu di Calleri.

Offline cisky70

*
1017
Re:Non è quello che ci siamo dati a mancarmi...
« Risposta #39 il: 06 Set 2019, 15:23 »
Si si mi è chiaro, lo so anche io (secondo me 70% sfortuna per l'infortunio e 30% capoccia)

E' che per me lo era il numero 1 al mondo....
Esatto. Gazza è stato uno dei grandi campioni della Lazio.

Il mio grande rimpianto Cissè.
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod