Fumetti e graphic novels

0 Utenti e 30 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Online syrinx

*
12016
Fumetti e graphic novels
« il: 22 Ago 2013, 14:46 »
Mi piacciono moltissimo, ma purtroppo ho una conoscenza molto limitata.

Ho apprezzato Persepolis e Pyongyang. Ma non rappresentano i miei generi preferiti.

Fra gli americani, adoo gli x-men. Specialmente il periodo Cockrum-Claremont.

Considero Moebius un genio. l'Incal scritto da Jodorowsky e illustrato dal francese è fantastico.

I due libri di Zerocalcare, specialmente il secondo, mi sono piaciuti moltissimo.

Ultimamente stravedo per GIPI, che ho già citato vare volte sul topo dei Libri. LMVDM è un capolavoro assoluto.

Raccontantatemi e consigliatemi i vostri preferiti.


Offline vaz

*****
38950
Re:Fumetti e graphic novels
« Risposta #1 il: 22 Ago 2013, 16:07 »
V for Vendetta
Watchmen
Sin city

IMHO (oltre a moebius)
Re:Fumetti e graphic novels
« Risposta #2 il: 22 Ago 2013, 18:03 »
Cyril Pedrosa
Portugal (= sul senso della vita)
Tre Ombre (= struggente)

Paco Roca
Memorie di un uomo in pigiama (= spassoso)
Rughe (= struggente)

Stefano Casini
Di altre storie, di altri eroi (nostalgico e Guccini-like)

Rutu Modan
La proprietà (l'ho prestato al mio capo prima dell'estate  :s )

Nessuno di Delisle è all'altezza di Pyongyang; degli altri Cronache di Gerusalemme è il migliore. Sempre sul tema israelo-palestinese è interessante "Conoscere Israele in 60 giorni". Interessante di Paco Roca anche L'inverno del disegnatore.
Ho ancora chiusi e in attesa di essere letti "Tutta la vita in un abbraccio" e "Cinquemila chilometri al secondo".

Online syrinx

*
12016
Re:Fumetti e graphic novels
« Risposta #3 il: 22 Ago 2013, 20:56 »
Grazie a tutti e due.

Degli autori che ho citato che ne pensate?

Offline radar

*****
8769
Re:Fumetti e graphic novels
« Risposta #4 il: 23 Ago 2013, 21:38 »
io amo le graphic novels italiane.
Sicuramente, tra quelli da te postati, Gipi è il migliore.
A parer mio Zerocalcare rende meglio su breve (le fantastiche strisce raccolte in Ogni maledetto lunedì su due) che sul lungo

Però quelli che preferisco sono quelli del Becco Giallo.

La collana di cronaca storica è drammaticamente intensa, il libro sul disastro della Moby prince è sconvolgente. Molto buoni anche quello su Porto marghera, sul massacro del Circeo e sulla TAV

Offline fabichan

*****
8214
Re:Fumetti e graphic novels
« Risposta #5 il: 23 Ago 2013, 22:00 »
Anche Davide Toffolo (el tofo) non e' male.

Offline anderz

*
8228
Re:Fumetti e graphic novels
« Risposta #6 il: 24 Ago 2013, 20:38 »
Sempre dall'universo dell'Incal c'è "I Metabaroni" di Jodorowsky-Jimenez. Violento, estremo e illustrato divinamente.
Ultimamente poi ho letto "Quaderni russi" di Igort  sulla questione cecena, un cazzotto nello stomaco.

Offline Hicks

*
4704
Re:Fumetti e graphic novels
« Risposta #7 il: 26 Ago 2013, 12:17 »
V for Vendetta
Watchmen
Sin city

IMHO (oltre a moebius)

Oltre a questi, sul genere comics consiglierei Il Ritorno del Cavaliere Oscuro, Marvels e Venga il tuo regno.

Watchmen rimane la più bella però.

Offline Rorschach

*****
10140
Re:Fumetti e graphic novels
« Risposta #8 il: 26 Ago 2013, 14:41 »
A quelli da voi citati aggiungo:

The walking dead compendium I e II (ma quest'ultimo è solo in inglese al momento)

I kill giants (però per onestà lo devo ancora leggere);

Echo (di cui si parla un gran bene, anche questo da leggere).

Adorerei delle trasposizioni a fumetti dei libri di Neil Gaiman, ma non si può avere tutto.

Offline Rorschach

*****
10140
Re:Fumetti e graphic novels
« Risposta #9 il: 28 Ago 2013, 14:34 »
A quelli da voi citati aggiungo:

The walking dead compendium I e II (ma quest'ultimo è solo in inglese al momento)

I kill giants (però per onestà lo devo ancora leggere) letto ieri, molto profondo e delicato - personalmente la grafica non mi è piaciuta moltissimo;

Echo (di cui si parla un gran bene, anche questo da leggere).

Adorerei delle trasposizioni a fumetti dei libri di Neil Gaiman, ma non si può avere tutto.
Re:Fumetti e graphic novels
« Risposta #10 il: 30 Ago 2013, 13:26 »
I kill giants letto ieri, molto profondo e delicato - personalmente la grafica non mi è piaciuta moltissimo;

Letto ieri. Non avevo idea di quale fosse il suo vero tema. Pensa che io me l'ero comprato per avere qualcosa da leggere mentre ero ricoverata in ospedale, poi per fortuna mi hanno dimesso e l'ho letto da casa. Credo di non aver mai pianto così tanto leggendo un fumetto, e sì che mi fanno commuovere abbastanza spesso. Come spirito ricorda un po' Tre Ombre di Cyril Pedrosa, che avevo citato. Sono d'accordo comunque che la grafica non è troppo nei miei gusti.

Offline anderz

*
8228
Re:Fumetti e graphic novels
« Risposta #11 il: 30 Ago 2013, 13:35 »
Adesso sto leggendo "Verso una nobile morte" di Shigeru Mizuki.
Per adesso molto, molto bello.

Offline vaz

*****
38950
Re:Fumetti e graphic novels
« Risposta #12 il: 31 Ago 2013, 16:31 »
Ah, mi sono scordato il capolavoro

Akira


altri capolavori

Star Rats e il Signore dei Ratti (Rat-Man)

Offline Rorschach

*****
10140
Re:Fumetti e graphic novels
« Risposta #13 il: 03 Set 2013, 16:57 »
Letto ieri. Non avevo idea di quale fosse il suo vero tema. Pensa che io me l'ero comprato per avere qualcosa da leggere mentre ero ricoverata in ospedale, poi per fortuna mi hanno dimesso e l'ho letto da casa. Credo di non aver mai pianto così tanto leggendo un fumetto, e sì che mi fanno commuovere abbastanza spesso. Come spirito ricorda un po' Tre Ombre di Cyril Pedrosa, che avevo citato. Sono d'accordo comunque che la grafica non è troppo nei miei gusti.

Raramente mi imbatto in capolavori come questo, me ne accorgo dopo, quando dopo averlo finito inizio a pensare che mi piacerebbe tanto farlo leggere alle persone che più stimo.

Offline cartesio

*****
18465
Re:Fumetti e graphic novels
« Risposta #14 il: 04 Set 2013, 09:42 »
Mi piace molto Jiro Taniguchi, ed ora sto leggendo "Blanca", che però è un po' lontano dalle atmosfere di "L'uomo che cammina", che mi avevano affascinato.
Comunque è una storia originale molto ben disegnata.

Offline Jeffry

*****
10214
Re:Fumetti e graphic novels
« Risposta #15 il: 04 Set 2013, 14:28 »
...
Fra gli americani, adoo gli x-men. Specialmente il periodo Cockrum-Claremont.
...

Il buio oltre le stelle di Marz e Castellini.
Spettacolo.
Re:Fumetti e graphic novels
« Risposta #16 il: 05 Set 2013, 00:42 »
Per i fan di Paco Roca, in questi giorni ho letto Emotional World Tour, scritto a quattro mani con Gallardo. Diciamo di nicchia, perché è la cronaca del tour di presentazione di Rughe, il suo graphic novel sull'Alzheimer. A me l'autore piace molto. Il libro è abbastanza interessante, soprattutto nelle considerazioni sul perché abbia deciso di dedicare un fumetto alla terza età. Metà delle tavole sono di Gallardo, un altro fumettista spagnolo che partecipava anche lui al tour presentando un suo libro. Non ho mai letto niente di lui ma il suo stile non mi piace graficamente. Voto: 7.

Nel frattempo ho comprato altri due fumetti: Anya e il suo fantasma e Ring Circus, di Cyril Pedrosa.
Re:Fumetti e graphic novels
« Risposta #17 il: 07 Set 2013, 13:56 »
Anya e il suo fantasma.

Letto ieri. Niente di che. Un po' teen movie, più buoni sentimenti...
Re:Fumetti e graphic novels
« Risposta #18 il: 31 Ott 2013, 17:37 »
Letto ieri tutto d'un fiato il nuovo di Zerocalcare, Dodici. Devo dire, a me è piaciuto, anche se le critiche riguardo all'assenza di un inizio e una fine della trama sono fondate. Per il resto, secondo me è meglio di Un polpo alla gola. Concordo con chi dice che è stato un esperimento ambizioso. Per me potrebbe essere un lavoro per così dire di transizione (come la stagione daaaaLazzio): s'intravedono cose nuove; ho avuto costantemente l'impressione che ci fossero dietro tematiche serie, che però non emergono completamente. Daje Zero. Ho l'impressione che abbia ancora veramente molto da dare.

Offline Rorschach

*****
10140
Re:Fumetti e graphic novels
« Risposta #19 il: 31 Ott 2013, 17:43 »
Letto ieri tutto d'un fiato il nuovo di Zerocalcare, Dodici. Devo dire, a me è piaciuto, anche se le critiche riguardo all'assenza di un inizio e una fine della trama sono fondate. Per il resto, secondo me è meglio di Un polpo alla gola. Concordo con chi dice che è stato un esperimento ambizioso. Per me potrebbe essere un lavoro per così dire di transizione (come la stagione daaaaLazzio): s'intravedono cose nuove; ho avuto costantemente l'impressione che ci fossero dietro tematiche serie, che però non emergono completamente. Daje Zero. Ho l'impressione che abbia ancora veramente molto da dare.

Forse dovrebbe cercare di concentrarsi un pochino di più, il passaggio dalle strip ai fumetti completi non mi pare completamente riuscito (la profezia dell'armadillo era una giusta via di mezzo come struttura, IMHO).
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod